sƃuᴉɥ┴ ɹǝƃuɐɹʇS ǝɯoɔ 'oʇɐssɐd lǝu ɐuɹoʇ sʍopuᴉM

Microsoft riporta Windows nel lontano 1985, proprio l'anno in cui è ambientata la terza stagione di Stranger Things, in arrivo su Netflix.

Accadono cose strane in quel di Redmond. Ieri la comparsa sui profili social di un trailer per l’arrivo di Windows 1.0, oggi nuovi post che promuovono la piattaforma. Con quasi 34 anni di ritardo. Perché quale motivo Microsoft sta continuando ad associare il sistema operativo Windows all’anno 1985? Tutti gli indizi sembrano portare a una qualche sorta di campagna di marketing per l’arrivo ormai imminente di Stranger Things 3 su Netflix.

Windows e Stranger Things nel 1985

Windows 1.0, fortemente voluto da Bill Gates, rimase in circolazione fino al 1987 quando venne rimpiazzato dalla più evoluta versione 2.0, ricevendo nel frattempo una manciata di aggiornamenti. Ben lontano da ciò che è oggi il suo discendente Windows 10, fu criticato da più parti per via di un’interfaccia concepita in modo da favorire l’utilizzo del mouse, periferica allora poco diffusa.

In uno dei nuovi post condivisi anche un annuncio dell’epoca indirizzato ai rivenditori, invitati a mettere in esposizione nei loro negozi una copia di prova di Word, acquistabile dai clienti al prezzo di 9,95 dollari, sprovvista delle funzionalità Salva e Stampa.

Con Excel, Chart e persino Flight Simulator, non si può dire dove Microsoft e la potenza di Windows vi porteranno questa estate.

L’account ufficiale è anche intervenuto in risposta a un utente, confermando che “Windows 1.0 arriverà presto”. Difficilmente il riferimento è a Windows Lite.

Più tardi ha fatto la sua comparsa anche un sondaggio, che chiede qual era il quantitativo di memoria richiesto per l’esecuzione di Windows 1.0 nel 1985.

Va precisato che Microsoft non ha in alcun modo confermato il legame tra questo suo bizzarro ritorno al 1985 e la terza stagione di Stranger Things. Noi ipotizziamo sia così: le avventure di Undici e compagni sono ambientate proprio nell’estate che ha visto Bob Geldof organizzare il Live Aid originale e il primo Super Mario Bros. debuttare su NES. Gli otto episodi saranno disponibili a partire da domani, giovedì 4 luglio, in streaming su Netflix. Per i fan il conto alla rovescia è quasi giunto al termine: è tempo di tornare nel ɐɹdosoʇʇos.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Fonte: Windows su Twitter
Chiudi i commenti