Windows Vista, il Service Pack è già servito

Un blog pubblica quella che descrive come un'anteprima del Service Pack 1 di Vista, un update che contiene fix che potrebbero entrare a far parte del futuro SP1 di Vista. Microsoft ne sconsiglia l'installazione - UPDATE

Roma – Mancano ancora parecchi mesi al rilascio ufficiale del primo service pack per Windows Vista, ma qualcuno ha già messo sul Web quella che definisce anteprima . Anteprima, va precisato, assolutamente non ufficiale. A pubblicare l’update è stato lo stesso blogger che cura il sito TheHotfix.net e che, di recente, ha messo a disposizione degli utenti di Windows XP una…. preview dell’SP3 .

Il blogger, Ethan Allen, non si è limitato a raccogliere i fix per Vista già di pubblico dominio, ma ha messo insieme anche le numerose patch, oltre un centinaio, che Microsoft sta ancora testando privatamente o fornisce solo ad una selezione di partner e clienti. Allen afferma che queste correzioni, ricevute da “una persona vicina a Microsoft”, sono tutte candidate per l’inclusione nell’SP1 ufficiale di Vista.

L’autore del service pack “taroccato”, che per lavoro è software quality assurance manager di un’azienda di Washington, ha spiegato che la sua collezione di fix si compone sostanzialmente di driver e di patch che migliorano la compatibilità di Vista con i software meno recenti e con vari dispositivi hardware (come quelli USB e FireWire), sistemano problemi di instabilità, ottimizzano il consumo energetico, e risolvono una molteplicità di altri problemi più o meno frequenti.

Nella raccolta, che può essere scaricata solo iscrivendosi al forum di TheHotfix.net, non è presente alcuna patch di sicurezza : un fatto che, secondo Allen, dimostra come “Vista sia già più sicuro di qualsiasi altro sistema operativo di Microsoft”. Ma ricorda che BigM ha rilasciato un hotfix per Vista proprio lo scorso martedì, e si tratta della patch che corregge il problema dei cursori animati .

Allen ritiene che il rilascio dell’SP1 ufficiale, pianificato da Microsoft per la seconda parte dell’anno, avverrà non prima del prossimo novembre.

È risaputo come Microsoft disapprovi l’installazione di patch e collezioni di fix non ufficiali , tanto che di recente ha persino minacciato provvedimenti contro i siti che distribuiscono tali software. Per il momento TheHotfix.net non sembra aver ricevuto minacce di sorta (v. update a fondo pagina), tuttavia sul blog ufficiale di Windows Vista è stato pubblicato un post che mette in guardia gli utenti dall’update di Allen.

“Quanto è stato messo online consiste di materiale già disponibile su Windows Update e di certi hotfix che distribuiamo caso per caso”, si legge nel post. “Gli hotfix che non vengono pubblicati su Windows Update non sono concepiti per essere installati su ogni PC, a meno che l’utente non sperimenti gli specifici sintomi menzionati nel relativo articolo KB. Questi hotfix rappresentano specifiche correzioni per specifici scenari d’uso, e generalmente non sono passati attraverso un completo regression test”.

In poche parole, Microsoft spiega che l’installazione di fix non pensati per la distribuzione di massa potrebbe creare problemi di varia natura, come instabilità e incompatibilità . “Installando una collezione di hotfix non necessari potrebbe causare più problemi di quanti ne risolva”, ha avvisato il colosso.

Il monito di Microsoft non è da prendere alla leggera se si pensa che talvolta, a generare problemi, sono persino le patch più importanti e testate, come quella dei cursorsi animati. Nelle scorse ore diversi lettori di Punto Informatico hanno sperimentato un apparente problema di compatibilità tra il fix per Windows XP SP2 e il Realtek HD Audio Control Panel (Rthdcpl.exe). Per risolvere l’inghippo, Microsoft ha pubblicato una patch scaricabile da questo articolo KB .

Update (ore 11,30) – PCWorld.com riporta in queste ore che i legali di Microsoft hanno recapitato una e-mail di diffida (cease-and-desist) ad Allen, il quale, secondo il news magazine, avrebbe immediatamente provveduto ad eliminare il link ai fix per Vista che aveva pubblicato sul proprio blog. In realtà, nel momento in cui si scrive, il sito vistasp1.net risulta ancora attivo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Questi "chip" non sono chip
    "Entrambi i chip sono dotati di quattro core di calcolo,"Non sono chip. Sono PROCESSORI costituiti ciascuno da DUE CHIP dual core. Il chip è il singolo pezzo di silicio o altro materiale usato per ospitare i circuiti, non il processore nel suo complesso. Intel non vende ancora processori quad core composti da un unico chip.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi "chip" non sono chip
      La differenza di prestazioni tra una soluzione "integrata" e questa di Intel si attesta in un 7-8%... a fronte di milioni di dollri di investimenti... se poi vogliamo giocare con le parole è un altro discorso, ovviamente hai ragione a dire che non sono chip quad core...
      • Anonimo scrive:
        Re: Questi "chip" non sono chip
        - Scritto da:
        La differenza di prestazioni tra una soluzione
        "integrata" e questa di Intel si attesta in un
        7-8%... a fronte di milioni di dollri di
        investimenti... come lo calcoli il 7-8 % ???? al momento non esiste un processore 4 core !!!!!IBM diceva che i quad core erano più performanti del 69% rispetto i dual core a parità di frequenza il che significa che rispetto a 2 xeon DC 1 4core fa il 30% in meno, ci metti pure che usa un FSB solo (nelle schede madri 2 processori per Xeon 51xx ci sono 2 FSB), mettici anche che le frequenze massime di lavoro sono diverse: i DC arrivano a 3,00 i QC a 2,66; pensare di mettre un QC al posto di 2 DC, puo' servire per vendere 4 core a chi cmq ne avrebbe comprato 2 core soli, ma non è una scelta tecnica sensata per chi necessità di 2 processori 4 core.
        se poi vogliamo giocare con le
        parole è un altro discorso, ovviamente hai
        ragione a dire che non sono chip quad
        core...non sono parole, sono soldi !!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Questi "chip" non sono chip
          IBM diceva ?? Parli di cose totalmente diverse.. tecnologia Power poi o PowerPC ? Sono due cose diverse pure quelle...Se hai 4-core e non hai un bus adeguato avrai colli di bottiglia. Motivo per cui Intel sta alzando il vecchio FSB a 1666MHz dai 1066MHz iniziali delle architetture Core a poi 1333MHz.Gli Xeon hanno una soluzione Dual-FSB per diminuire l'effetto collo di bottiglia ed evitare il più possibile gli stalli. Comunque dal prossimo anno debutta il nuovo bus seriale punto-punto CSI di Intel per le nuove architetture ad 8-core reali e nuovi chipset.- Scritto da:

          - Scritto da:

          La differenza di prestazioni tra una soluzione

          "integrata" e questa di Intel si attesta in un

          7-8%... a fronte di milioni di dollri di

          investimenti...

          come lo calcoli il 7-8 % ???? al momento non
          esiste un processore 4 core
          !!!!!

          IBM diceva che i quad core erano più performanti
          del 69% rispetto i dual core a parità di
          frequenza


          il che significa che rispetto a 2 xeon DC 1 4core
          fa il 30% in meno, ci metti pure che usa un FSB
          solo (nelle schede madri 2 processori per Xeon
          51xx ci sono 2 FSB), mettici anche che le
          frequenze massime di lavoro sono diverse: i DC
          arrivano a 3,00 i QC a 2,66; pensare di mettre un
          QC al posto di 2 DC, puo' servire per vendere 4
          core a chi cmq ne avrebbe comprato 2 core soli,
          ma non è una scelta tecnica sensata per chi
          necessità di 2 processori 4
          core.


          se poi vogliamo giocare con le

          parole è un altro discorso, ovviamente hai

          ragione a dire che non sono chip quad

          core...

          non sono parole, sono soldi !!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Questi "chip" non sono chip
            - Scritto da:
            IBM diceva ?? Parli di cose totalmente diverse..
            tecnologia Power poi o PowerPC ? Sono due cose
            diverse pure
            quelle...Veramente io parlavo di Xeon Dual e Quad core, se cerchi fra le notizie di PI, veniva citato un benchmark di IBM sui propri server fra i due tipi di xeon.
            Se hai 4-core e non hai un bus adeguato avrai
            colli di bottiglia. Motivo per cui Intel sta
            alzando il vecchio FSB a 1666MHz dai 1066MHz
            iniziali delle architetture Core a poi
            1333MHz.
            Gli Xeon hanno una soluzione Dual-FSB per
            diminuire l'effetto collo di bottiglia ed evitare
            il più possibile gli stalli.

            Comunque dal prossimo anno debutta il nuovo bus
            seriale punto-punto CSI di Intel per le nuove
            architetture ad 8-core reali e nuovi
            chipset.io sono fiducioso (tecnologicamente parlando) dei 4 core su singolo chip di AMD, per non parlare dei multi core "diversi" cpu-gpu.Tecnologicamente la scelta mi sembra migliore rispetto ai 8-16-32 tutti uguali di Intel, non vedo l'ora di vedere i benchmarks!!!ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Questi "chip" non sono chip
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            IBM diceva ?? Parli di cose totalmente diverse..

            tecnologia Power poi o PowerPC ? Sono due cose

            diverse pure

            quelle...

            Veramente io parlavo di Xeon Dual e Quad core, se
            cerchi fra le notizie di PI, veniva citato un
            benchmark di IBM sui propri server fra i due tipi
            di
            xeon.


            Se hai 4-core e non hai un bus adeguato avrai

            colli di bottiglia. Motivo per cui Intel sta

            alzando il vecchio FSB a 1666MHz dai 1066MHz

            iniziali delle architetture Core a poi

            1333MHz.

            Gli Xeon hanno una soluzione Dual-FSB per

            diminuire l'effetto collo di bottiglia ed
            evitare

            il più possibile gli stalli.



            Comunque dal prossimo anno debutta il nuovo bus

            seriale punto-punto CSI di Intel per le nuove

            architetture ad 8-core reali e nuovi

            chipset.

            io sono fiducioso (tecnologicamente parlando) dei
            4 core su singolo chip di AMD, per non parlare
            dei multi core "diversi"
            cpu-gpu.

            Tecnologicamente la scelta mi sembra migliore
            rispetto ai 8-16-32 tutti uguali di Intel, non
            vedo l'ora di vedere i
            benchmarks!!!

            ciaoOk, tu guardati pure i tuoi benchmark, io mi compro un Intel Penryn nei prossimi mesi e poi un Intel Nehalem nel 2008 (ho 4 PC da aggiornare dai vecchi P4 Northwood)
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi "chip" non sono chip
      - Scritto da:
      "Entrambi i chip sono dotati di quattro core di
      calcolo,"

      Non sono chip. Sono PROCESSORI costituiti
      ciascuno da DUE CHIP dual core. Il chip è il
      singolo pezzo di silicio o altro materiale usato
      per ospitare i circuiti, non il processore nel
      suo complesso. Intel non vende ancora processori
      quad core composti da un unico
      chip.hai ragione, ma con una scheda madre "dual processor" posso fare un pc o un server di fatto a 8 core, magari da schiaffare in un rack occupando 1U...
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi "chip" non sono chip
      - Scritto da:
      "Entrambi i chip sono dotati di quattro core di
      calcolo,"

      Non sono chip. Sono PROCESSORI costituiti
      ciascuno da DUE CHIP dual core. Il chip è il
      singolo pezzo di silicio o altro materiale usato
      per ospitare i circuiti, non il processore nel
      suo complesso. Intel non vende ancora processori
      quad core composti da un unico
      chip.Tu hai una grossa confusione in testa fra core,chip e package.
Chiudi i commenti