Windows Vista vede la Beta 1

Il successore di Windows XP è giunto alla sua prima versione beta, un passo decisivo che avvicina al rilascio della versione finale. Prime beta anche per Internet Explorer 7 e Longhorn Server


Redmond (USA) – Dopo quattro anni di bozze, specifiche e preview, Windows Vista , meglio noto come Longhorn, è arrivato ad una delle sue tappe cruciali: la prima versione beta.

Windows Vista Beta 1 è stata rilasciata nelle scorse ore a circa 10.000 tester, ma secondo Microsoft il programma di beta testing arriverà presto a coinvolgere circa mezzo milione di persone iscritte a MSDN e TechNet.

In contemporanea a quella di Windows Vista, Microsoft ha messo a disposizione dei tester la prima versione beta di Longhorn Server – il cui nome commerciale non è ancora stato comunicato – e di Internet Explorer 7 . Anche queste release sono state consegnate ad un selezionato numero di tester: al momento non è dato sapere quando verrà rilasciata la promessa versione pubblica di IE7.

Su stessa ammissione di Microsoft, la prima beta di Windows Vista va considerata una release ancora lacunosa e largamente incompleta: da qui alla release finale, che dovrebbe vedere la luce verso la fine del 2006, Longhorn subirà parecchi cambiamenti. L’attuale beta manca ad esempio di molte delle funzionalità che faranno parte dell’interfaccia grafica e della sezione multimediale, concentrando le proprie novità “sotto al cofano”.

“La Beta 1 non è esattamente ciò che potremmo definire “di grande interesse”, a meno che non siate davvero dei nerd”, ha commentato Jim Allchin, vice president del Microsoft Platforms Group. “Dico sul serio, questa beta sarebbe poco interessante persino agli occhi degli appassionati di computer. Il suo scopo è esclusivamente quello di poter consentire ai nostri tester e ad un certo numero di sviluppatori, di provare alcune delle caratteristiche alla base del nuovo sistema operativo”.

La prima beta di Windows Vista contiene alcune delle funzionalità chiave che saranno presenti nella release finale, tra cui i nuovi strumenti di ricerca desktop che anticiperanno alcune delle feature del rinviato file-system WinFS ; le tecnologie di protezione per utenti e rete; il formato d’immagine Windows Imaging (WIM); la nuova modalità di stand-by chiamata Sleep state ; e la nuova versione di Internet Explorer. Un elenco delle principali caratteristiche è stato pubblicato da Microsoft qui .

Stando al gigante del software, i requisiti tecnici dell’attuale versione di Windows Vista non sono dissimili da quelli di un PC mainstream: 512 MB di RAM, una scheda grafica dedicata capace di supportare DirectX 9.0, e un recente processore Pentium o Athlon.

La seconda beta di Longhorn è attesa per l’inizio del 2006.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti