Yahoo! e Microsoft si parlano sul serio

Dopo indiscrezioni e mezze smentite, fonti interne confermano il sopraggiunto avvicinamento dei vertici delle due aziende. Le conversazioni sono allo stadio preliminare e tutto è ancora possibile. Ma c'è dialogo

Roma – Nelle settimane scorse si erano parlati solo per telefono , ma ora Steve Ballmer di Microsoft e Carol Bartz di Yahoo! si sono incontrati di persona e hanno cominciato a discutere del futuro delle rispettive società. I due CEO parlano apertamente su tutto, dicono fonti interne informate sui fatti, e se il futuro non è ancora scritto certo è che mai come in questo momento Redmond e Santa Clara sono propensi a siglare un accordo sulla ricerca e l’advertising web dal sapore probabilmente storico.

Microsoft e Yahoo! si parlano, e oltre che tra i CEO la comunicazione scorre anche tra gli altri dirigenti delle due società, impegnati nello stabilire se le possibilità che un accordo si raggiunga sono concrete, quali settori tale accordo potrebbe coinvolgere e che tipo di partnership ne uscirebbe fuori. Tutto è possibile, anche che salti questa ennesima occasione. Ma le fonti sono concordi nel dire che, in ogni caso, non si parla della più volte ipotizzata acquisizione di Yahoo! da parte di Microsoft.

Sia come sia i colloqui vanno avanti comunque, perché se si prende in considerazione “l’enorme market share di Google”, risulta chiaro che “questi due hanno bisogno di lavorare assieme e risolvere i problemi che ci sono stati in passato”, secondo l’opinione di un outsider a cui è stato riferito dei colloqui di cui sopra.

Che il market share di Google rappresenti la discriminante principale di un eventuale accordo o dell’ennesima rottura è evidente anche grazie alle ultime stime pubblicate da Nielsen , secondo cui Mountain View continua ad aumentare la sua influenza sul mercato del search con cifre di rilievo (16,7% annuale), detenendo attualmente il 64,2% dello share contro il 15,8% di Yahoo!, il 10,3% di Microsoft e il resto a seguire.

Yahoo!, a onor del vero, cresce a ritmi ancora più sostenuti di Google, ma la situazione potrebbe cambiare radicalmente a causa degli accordi (rispettivamente) tra Microsoft e HP e tra Google e Acer per l’installazione di una toolbar personalizzata sul browser. Dopo il fallito tentativo di acquisizione dell’era pre-Bartz Microsoft si è poi spinta in avanti sul mercato, facendo acquisti eccellenti tra gli ex-specialisti del search di Yahoo! e lavorando al remix dei servizi web con Kumo .

Tutti sono in trepidante attesa dei risultati finanziari del primo quarto del 2009 che verranno pubblicati di qui a breve, ma per il momento Yahoo! e Microsoft ancora mostrano di volersi prendere tutto il tempo necessario a smussare gli angoli, esplorare le possibilità, tastare il terreno e preparare ponti verso una meta ignota. Tra le ipotesi messe in campo in questi giorni si parla anche di partnership incrociate sull’advertising, con Microsoft impegnata a fornire i suoi servizi a Yahoo! e viceversa.

Per sapere qualcosa di più concreto su quello che sta realmente avvenendo ai piani alti delle due società bisognerà probabilmente attendere la conferenza D: All Things Digital prevista per maggio, dove sia Bartz che Ballmer hanno accettato di farsi intervistare, anche se in occasioni separate.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • erbeppe scrive:
    mi sembra un film
    Non chiedetemi dove e quando ho visto questo spezzone di film, ma ho visto un trailer di un film tempo fa dove uno munito di sottomarino ricattava il mondo minacciando di tagliare tutti i cavi intercontinentali sottomarini, qua il caso è molto meno grave, ma si sa, di pazzi è pieno il mondo!!!
  • andy61 scrive:
    Grid networking
    Se invece che una topologia a stella si migrasse verso una topologia a rete, tagliare qualche cavo non produrrebbe alcun risultato.Il bello è che nel complesso potrebbe costare molto meno e dare prestazioni molto superiori.Ma questo è il futuro ... pianin pianino ci si arriverà.Lo svantaggio (per alcuni) è che sarà costosissimo tracciare il traffico di ciascuno, a tutto beneficio della privacy dei cittadini.
    • XYZ scrive:
      Re: Grid networking
      - Scritto da: andy61
      Se invece che una topologia a stella si migrasse
      verso una topologia a rete, tagliare qualche cavo
      non produrrebbe alcun
      risultato.

      Il bello è che nel complesso potrebbe costare
      molto meno e dare prestazioni molto
      superiori.

      Ma questo è il futuro ... pianin pianino ci si
      arriverà.

      Lo svantaggio (per alcuni) è che sarà
      costosissimo tracciare il traffico di ciascuno, a
      tutto beneficio della privacy dei
      cittadini.Hai centrato perfettamente il punto!Il che spiega il "perchè" di una tale azione. Rantoli di morte di quella genuina tipologia di protesta che ha originato molti degli aspetti dell' Informatica, come la conosciamo oggi. Una volta spinta forzata all' ammodernamento (e quindi assecondata), oggi semplice "bravata" (e quindi repressa e demonizzata). Il vero quesito invece è: Com'è stato possibile nel tempo un tale cambiamento di ottica? Money Honey, come sempre.
  • alessio scrive:
    nuovo cavo
    Creaiamo un nuovo cavo in fibra con la "guaina" in rame dove ci facciamo qualche kilovolt e poi vediamo chi e' che lo taglia :D
    • Lanoche_m5 scrive:
      Re: nuovo cavo
      Così anzicchè delle comuni cesoie, basterebbero un paio di cesoie con manico adeguatamente isolato.Poi la tensione è tra 2 cavi...La guaina e...? Gli uccelli si poggiano sui cavi dell'alta tensione proprio per questo motivo: toccano un solo cavo.;-)
      • _nemo_ scrive:
        Re: nuovo cavo
        forse perchè gli uccelli non toccano terra, quindi posandosi sul singolo cavo non vengono ATTRAVERSATI dalla corrente.Perchè ci si fulmina sotto la doccia?Perchè i fulmini inceneriscono? Forse che il fulmine è composto di due cavetti sottili sottili?
        • Ornitologo scrive:
          Re: nuovo cavo
          - Scritto da: _nemo_
          forse perchè gli uccelli non toccano terra,
          quindi posandosi sul singolo cavo non vengono
          ATTRAVERSATI dalla
          corrente.
          Perchè ci si fulmina sotto la doccia?
          Perchè i fulmini inceneriscono? Forse che il
          fulmine è composto di due cavetti sottili
          sottili?In ogni caso, nessuno si azzarderebbe a toccare il cavo elettrificato con l'uccello, anche se non lo avesse così lungo da toccare terra, quindi questa contromisura dovrebbe essere abbastanza efficace, se fattibile! (idea) O) :D
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: nuovo cavo
      - Scritto da: alessio
      Creaiamo un nuovo cavo in fibra con la "guaina"
      in rame dove ci facciamo qualche kilovoltLa comodità della fibra è che non ingombra... pensi di poter farci passare l'alta tensione senza aumentare considerevolmente di dimensioni il cavo?Hint: se non lo fai il tutto fonde e la corrente non passa più... oltre a scatenare un incendio se non hai sistemi di sicurezza tali da controllare e interrompere l'alimentazione quando ci sono problemi del genere-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 aprile 2009 16.21-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti