YouTube: video in 4K in esclusiva per chi paga?

YouTube: video in 4K in esclusiva per chi paga?

YouTube potrebbe rendere la visione dei video in 4K un'esclusiva dell'abbonamento Premium, lo si deduce da alcuni test attualmente in corso.
YouTube potrebbe rendere la visione dei video in 4K un'esclusiva dell'abbonamento Premium, lo si deduce da alcuni test attualmente in corso.

Non si tratta ancora di un dato certo, sia ben chiaro, ma stando a quanto emerso nel corso delle ultime ore pare che in un futuro non molto prossimo YouTube possa decidere di rendere la visione dei contenuti in 4K un’esclusiva degli abbonati al servizio Premium.

YouTube: risoluzione 4K solo per Premium

Per chi non lo sapesse oppure non lo ricordasse, YouTube Premium è il servizio in abbonamento a pagamento lanciato nel 2018 che consente di fruire di YouTube senza annunci pubblicitari e che permette agli utenti di scaricare i video da guardare offline e di riprodurli anche in background quando viene usata un’altra app oppure quando lo schermo è disattivato. Consente altresì di accedere a YouTube Music alle medesime condizioni della piattaforma video. Permette, dunque, di accedere a delle feature esclusive e proprio in virtù di ciò non sorprenderebbe il fatto che pure la visione dei filmati in 4K possa diventare una di queste.

Per il momento, però, si tratta ancora solo di un test, o almeno così sembrerebbe. Diversi utenti, infatti, hanno segnalato su Reddit di essersi ritrovati un’interfaccia aggiornata di YouTube e di visualizzare l’opzione 2160p nella scelta della riproduzione dei video affiancata alla dicitura “Premium – Tap to upgrade”.

Se lo scenario descritto dovesse quindi diventare realtà per tutti, coloro che non hanno una sottoscrizione a YouTube Premium potranno visionare i filmati disponibili sulla nota piattaforma di casa Google solo fino alla risoluzione 1080p, mentre per il 4K e l’8K occorrerà pagare.

Un’altra cosa da verificare è se le eventuali modifiche andranno a interessare solo YouTube su mobile oppure se riguarderanno pure la versione Web del servizio, considerando che per alcune funzioni esiste già una distinzione.

Fonte: Neowin
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 ott 2022
Link copiato negli appunti