Amazon GO: abbiamo fatto la spesa nel futuro

Siamo stati in uno dei pochi Amazon GO attualmente aperti: vi raccontiamo, anche attraverso un video, com'è fare la spesa nel futuro.
Siamo stati in uno dei pochi Amazon GO attualmente aperti: vi raccontiamo, anche attraverso un video, com'è fare la spesa nel futuro.

Un Amazon GO store è un supermercato a tutti gli effetti, ma basterà fare un giro all’interno per capire subito perché è così speciale. Ci si accorge immediatamente che manca qualcosa, di solito è fondamentale in qualsiasi negozio: la cassa. Non ci sono casse con personale e nemmeno self service. Non ci si ferma da nessuna parte per pagare, anche se questo non significa che i prodotti siano gratuiti, ovviamente.

Il conto viene addebitato direttamente sulla carta di credito collegata al proprio account Amazon senza che il cliente debba fare assolutamente nulla. Sembra fantascienza, ma nei supermercati più intelligenti del mondo è già realtà.

Abbiamo avuto modo di provare questo nuovo modo di fare acquisti in uno degli Amazon GO store di San Francisco. Ci siamo resi conto di quanto il connubio fra intelligenza artificiale e una serie di sensori ad alta tecnologia, piazzati sul soffitto, funzioni in perfetto concerto per offrire un’esperienza di shopping assolutamente unica.

Come funziona un negozio Amazon GO

Il riassunto più estremo è: entri, passi il tuo codice, scegli i prodotti, metti in busta ed esci. Così semplice da non sembrare possibile, vero? Eppure lo è.

Cosa occorre per lo shopping

Quello che occorre per fare la spesa in un negozio fisico smart è: un account di Amazon e l’applicazione Amazon GO. Servirà anche una carta di credito, perché è l’unica forma di pagamento accettata. Per ovvie ragioni non sono utilizzabili le carte di debito. Infatti, queste potrebbero non avere fondi sufficienti per coprire la spesa, ma il sistema lo scoprirebbe solo dopo che il cliente è uscito dal negozio. Dopo che sarete certi di avere questi tre strumenti, e dopo averli configurati fra loro, sarete pronti a fare lo shopping del futuro.

Cosa c’è negli store

Come anticipato, per entrare basterà scansionare il QR code generato dall’app (un po’ come si fa in aeroporto). Dopodiché non dovrete far altro che scegliere cosa comprare: ci sono prevalentemente prodotti alimentari. Presente inoltre un’area ristoro con tanto di forno a microonde dove scaldare, prima di consumare direttamente sul posto, i pasti pronti acquistati. Abbiamo notato che ci sono anche alcuni articoli non food a marchio Amazon, ma solo cose essenziali come dei power bank, delle borracce e qualche cavetto. Non aspettatevi di ritrovare Amazon.com (o .it) catapultato all’interno di un negozio fisico, per intenderci.

I sensori responsabili di tutto

I prodotti che scegliete vengono segnati sul vostro conto nel preciso momento in cui li prendete dallo scaffale, ma non preoccupatevi: non siete costretti a comprarli solo perché li avete sollevati, se non li volete basta rimetterli al loro posto. Attenzione però, è fondamentale questo passaggio: dovranno essere al loro posto, esattamente dove li avete presi, altrimenti non sarà possibile defalcarli dal conto. Allo stesso modo, non bisogna delegare qualcun’altro a prendere o lasciare prodotti per noi perché diversamente verrebbe compromessa l’esperienza di acquisto.

Infatti, tutto il funzionamento degli store Amazon GO è basato su un bel numero di sensori posizionati sul soffitto che “guardano” quello che fate. Per quanto precisi però, sono pur sempre guidati dall’intelligenza artificiale, che ovviamente ha necessità di seguire un processo lineare per funzionare correttamente. Quindi, se io entro in un negozio Amazon Go, io prendo il prodotto e sempre io lo rimetto al suo posto se non lo voglio più. Stando attenti a questo, l’esperienza di acquisto è sempre perfetta.

Dopo aver scelto tutto quello di cui avete bisogno, non serve fare altro se non uscire dal negozio. Niente casse e niente code in attesa di pagare: dopo una decina di minuti, quando evidentemente il GPS segnerà che siete ormai lontani del negozio, vi arriverà la ricevuta di pagamento direttamente all’interno dell’applicazione Amazon Go.

La nostra esperienza

Eravamo incredibilmente curiosi di provare a fare compere in un Amazon Go store e lo abbiamo fatto appena si è presentata l’occasione. Il negozio che abbiamo scelto non è fra i più grandi che ci sono, ma è comunque fornito di tutto quello che occorre per la spesa quotidiana.

Le impressioni iniziali

Appena entrati, la sensazione iniziale, fatta di dubbi e titubanza, è sparita rapidamente guardando gli altri clienti: gli americani sembrano ormai abituati a questo modo di fare acquisti e vagano serenamente per lo store scegliendo i prodotti. Il primo negozio Amazon GO è stato aperto circa un anno fa, è stato interessante osservare con quanta rapidità i clienti si sono adeguati alla rivoluzionaria novità. In quella situazione, l’unica cosa che potevamo fare era mettere via ombrellino e fotocamera del turista e fingere di essere completamente a nostro agio in una realtà totalmente nuova.

Acquisti rapidi e precisi

Prima di iniziare lo shopping ci siamo imbattuti in un commesso (perché si, i commessi ci sono!) e gli abbiamo chiesto com’è lavorare in un negozio come questo. Sembrava completamente sincero nell’ammettere di essere entusiasta, confermando che, anche se non ci sono casse, c’è comunque sempre da fare per gestire i prodotti oppure aiutare i nuovi clienti. Dunque, gli Amazon GO non rischiano in alcun modo di ridurre i posti di lavoro di chi lavora nei supermercati: le risorse vengono semplicemente impiegate in altri modi.

Scegliere i prodotti è stato semplice e divertente, abbiamo preso e lasciato diversi alimenti senza incorrere in alcun problema. Tutta la merce è esposta in modo ordinato e non si trova nulla fuori posto: è chiaramente una delle conseguenze del meccanismo di acquisto automatico, ma è piacevole fare acquisti in un posto assolutamente ordinato e preciso. Quando abbiamo finito, semplicemente siamo usciti dallo store e dopo una decina di minuti è arrivata puntuale la ricevuta all’interno dell’applicazione.

Dove si trovano gli Amazon Go

Attualmente solo negli Stati Uniti. Nello specifico, è possibile trovarli a New York, Seattle, San Francisco e Chicago. Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma il primo Amazon GO store europeo potrebbe essere aperto a Londra. Quanto all’Italia, purtroppo non crediamo che possa arrivare tanto presto, ma è un peccato: questo genere di esperienza di shopping non è solo divertente, ma ha anche una grande utilità perché permette di risparmiare il tempo che solitamente si perde in coda alle “casse”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 09 2019
Link copiato negli appunti