Quanto guadagna Amazon dalle skill di Alexa?

Le skill di Alexa come driver per le entrate di Amazon, ma i profitti fin qui generati sembrano essere al di sotto delle aspettative.
Le skill di Alexa come driver per le entrate di Amazon, ma i profitti fin qui generati sembrano essere al di sotto delle aspettative.

Parte del successo della linea Echo nel mercato degli smart speaker è da attribuire al costante miglioramento di Alexa e alle tante skill disponibili per l’assistente virtuale che le consentono di svolgere le operazioni più differenti: dalla ricerca delle informazioni online all’intrattenimento, dal controllo delle apparecchiature in casa fino alla comunicazione. Quanto guadagna Amazon da queste estensioni della propria IA che tra le altre cose offrono la possibilità di effettuare acquisti diretti?

Alexa: le skill e i guadagni per Amazon

A svelarlo è la testata The Information con un articolo pubblicato oggi: 1,4 milioni di dollari nei primi mesi del 2019 generati dalle transazioni effettuate per accedere alle funzionalità aggiuntive di Alexa create dagli sviluppatori di terze parti. Una cifra importante, ma stando al report di gran lunga inferiore rispetto all’obiettivo stabilito in 5,5 milioni di dollari. È bene precisare che si tratta di numeri non ufficiali, frutto di indiscrezioni e non confermati. Ad ogni modo questa è la dichiarazione attribuita a un portavoce della società.

Alexa è una scommessa di lungo termine per Amazon e siamo più ottimisti che mai a proposito del suo futuro. Abbiamo appena scalfito la superficie di ciò che è possibile fare con Alexa.

Il gruppo di Jeff Bezos trattiene il 30% di commissione da ogni acquisto in-skill, lasciando allo sviluppatore il 70% della quota, replicando così una dinamica già ben collaudata in ambito mobile con la pubblicazione delle applicazioni e dei giochi sugli store delle piattaforme Android e iOS.

Tra le skill a pagamento da alcuni giorni c’è anche quella che permette di interagire con Samuel L. Jackson, in vendita inizialmente al prezzo di 1 dollaro: l’attore può rispondere a domande sulle previsioni meteo, sulla sua carriera cinematografica e sulla musica. Per ovvie ragioni non è disponibile in Italia, ma solo negli Stati Uniti e per i dispositivi configurati con lingua inglese.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti