Apple Music, la prova ha inizio

Tra diffidenze e entusiasmi, test e piccoli hack, il servizio di streaming di Cupertino inizia a intrattenere le platee con la prova gratuita. Accessibile solo a utenti Apple e Windows

Roma – Con il rilascio di iOS 8.4 e OS X 10.10.4, con l’avvento di iTunes 12.2 e l’ archiviazione di Beats , Cupertino ha ufficialmente dato il via alle danze: mentre Radio Beats 1 ha iniziato le trasmissioni, seppure con qualche intoppo , Apple Music , il servizio con cui la Mela tenta di recuperare il terreno perduto sul competitivo e fruttuoso mercato dello streaming musicale, è disponibile in prova gratuita per tre mesi.

Selezione dei generi Apple Music

Contestualmente all’installazione, Apple propone fin da subito di selezionare la modalità di iscrizione al servizio: come annunciato al momento del lancio, si potrà scegliere fra l’abbonamento ordinario (9,99 euro) e il piano di fruizione dedicato esplicitamente al nucleo familiare (14,99 euro per sei persone): il pagamento sarà automatico allo scadere dei tre mesi di prova, salvo approfittare della disattivazione la cui procedura gli osservatori si sono già affrettati a segnalare .

Apple Music, tab Per Te

Apple Music, poi, comincia col documentarsi sulla musica apprezzata dall’utente: una volta selezionati i generi d’elezione, una volta scelto se sincronizzare o meno la propria libreria iTunes, la tab Per Te è pronta a fare il proprio dovere, dimostrando come gli algoritmi e gli umani addetti alla selezione di Cupertino sappiano tracciare un profilo preciso dell’ascoltatore, e suggerire brani di suo gradimento, anche confezionati in playlist coerenti con le attività che ciascuno può svolgere nel corso della giornata.

Apple Music

È invece nella tab Novità che Apple può vantare i risultati del proprio travagliato processo di negoziazione con le etichette per il licensing, tra esclusive e selezioni ad opera di critici di settore.

Radio , poi, completa l’offerta con Beats 1, morigerata, aperta ai suggerimenti e supportata dalla pubblicità , e altre stazioni, alcune delle quali ereditate dal corrispettivo iTunes, ad accompagnare la quotidianità di chi vuole fruire della musica senza sobbarcarsi l’onere della scelta , in una strategia che accomuna Apple Music alla nuova versione di Spotify .

Apple Music, Radio Beats 1

Alle platee più focalizzate sulla musica come espressione di una scelta, invece, Apple Music propone la sezione Musica per lo streaming di album e dei brani della propria libreria, per la creazione di playlist personalizzate, sovrapponendosi in parte al servizio iTunes Match.

Apple Music, Musica

Sullo sfondo, Connect : il social network erede di Ping servirà probabilmente ad alimentare offerte promozionali veicolando i rapporti tra fan e artisti, ma per ora risulta ancora sguarnito.

Apple Music, Musica

Al momento il servizio è disponibile per utenti Apple e per utenti Windows, mentre l’applicazione dedicata ad Android, salvo hack che già consentono di sintonizzarsi su Beats 1 o di fruire della programmazione su Spotify, si confronterà con le platee solo in autunno, al termine del periodo di prova. Tra diffidenze ed entusiasmi , analisi degli umori della società civile connessa e comparazioni , gli utenti hanno iniziato a maturare le proprie opinioni. Apple, dal canto suo, è convinta di poter imporre il proprio marchio sul mercato dello streaming, anche a costo di mettere da parte il business dei download che ha fatto grande iTunes. Gli analisti sono pronti a scommettere .

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • luciano gemme scrive:
    pensa nel 2038
    quando il timer ritornera a segnare il 1979https://en.wikipedia.org/wiki/Year_2038_problem
  • panda rossa scrive:
    Le apocalissi informatiche
    Questa storia delle apocalissi informatiche ogni volta che c'e' un problema che fuoriesce dalla normale comprensione dei non addetti ai lavori dovra' finire prima o poi.C'e' un accadimento che potrebbe causare un potenziale problema.Era sucXXXXX con l'Y2K, succede ogni 4 anni coi bisestili, succede coi secondi intercalari, succede sempre quando c'e' qualcosa di insolito.E come funzioana la ocsa?Non e' che non succede niente per magia o per intervento divino.Succede che i sistemisti lavorano per gestire l'accadimento insolito e non far provocare conseguenze.Non c'e' nessuna apocalisse.I casi sono solo i seguenti:1) Ci sono sistemisti capaci che risolvono il problema2) Ci sono manager incapaci che hanno assoldato sistemisti incapaci e quindi si beccano il problema3) Ci sono imprenditori incapaci che non hanno devoluto il budget per risolvere il problema e quindi se lo beccano.Nessuna apocalisse: solo gente che sa lavorare o gente che non sa lavorare.
    • Co Glionazzo scrive:
      Re: Le apocalissi informatiche
      4) non è un problema proprio... a meno che tu non stia gestendo un server a stratum 1 (e anche così è banale)....visto in termini di log (/var/log/ntp e senza fare nulla) ecco cosa resta del tutto che si "aggiusta" automaticamente:"1 Jul 01:59:59 ntpd[1109]: 0.0.0.0 061b 0b leap_event"...fine della questione...A volte ci si può addirittura permettere di essere ignoranti (non dico che sia auspicabile) se lo si fa con buon senso... ;)
      • ... scrive:
        Re: Le apocalissi informatiche
        - Scritto da: Co Glionazzo
        4) non è un problema proprio... a meno che tu non
        stia gestendo un server a stratum 1 (e anche così
        è
        banale)....
        visto in termini di log (/var/log/ntp e senza
        fare nulla) ecco cosa resta del tutto che si
        "aggiusta"
        automaticamente:

        "1 Jul 01:59:59 ntpd[1109]: 0.0.0.0 061b 0b
        leap_event"...
        fine della questione...
        A volte ci si può addirittura permettere di
        essere ignoranti (non dico che sia auspicabile)
        se lo si fa con buon
        senso...
        ;)senti tucu, tu che te ne intendi, cosa mi dici del numero di telefono dell'utente navigante che appare quando vai usando la rete con SIM in alcuni siti?Io punto tutto su accordo fra operatore e sito per aggiunta al volo di header HTTP con numero di tel.Tu che dici?Mi dicono che in HTTPS non funziona (il che avvalora l'ipotesi, visto che non possono aggiungere header on the fly in quel tipo di comunicazione).
        • Co Glionazzo scrive:
          Re: Le apocalissi informatiche
          - Scritto da: ...
          senti tucu, tu che te ne intendi, cosa mi dici
          del numero di telefono dell'utente navigante che
          appare quando vai usando la rete con SIM in
          alcuni
          siti?E che ne so?Io manco ci ho mai fatto caso...in ogni circostanza l'operatore il numero tuo lo sa.. quindi se si mette d'accordo con qualcuno perchè si veda.. non direi che tu possa farci un tubo (salvo lamentarti col tuo operatore)...Ma perchè proprio ora ti "punge" tale vaghezza?Pensavi che l'operatore non sapesse il tuo numero? :D
          • Patriot scrive:
            Re: Le apocalissi informatiche
            - Scritto da: Co Glionazzo
            - Scritto da: ...


            senti tucu, tu che te ne intendi, cosa mi
            dici

            del numero di telefono dell'utente navigante
            che

            appare quando vai usando la rete con SIM in

            alcuni

            siti?
            E che ne so?
            Io manco ci ho mai fatto caso...
            in ogni circostanza l'operatore il numero tuo lo
            sa.. quindi se si mette d'accordo con qualcuno
            perchè si veda.. non direi che tu possa farci un
            tubo (salvo lamentarti col tuo
            operatore)...
            Ma perchè proprio ora ti "punge" tale vaghezza?
            Pensavi che l'operatore non sapesse il tuo numero?
            :DForse pensava non andasse a sbandierarlo in giro.
          • ... scrive:
            Re: Le apocalissi informatiche
            - Scritto da: Patriot
            Forse pensava non andasse a sbandierarlo in giro.Esatto, facendolo pure pagare come servizio (ai siti) e rendendo così non solo possibili, ma necessarie le truffe più disparate (come i vari abbonamenti a tap o peggio).
          • Co Glionazzo scrive:
            Re: Le apocalissi informatiche
            - Scritto da: ...
            - Scritto da: Patriot


            Forse pensava non andasse a sbandierarlo in
            giro.

            Esatto, facendolo pure pagare come servizio (ai
            siti) e rendendo così non solo possibili, ma
            necessarie le truffe più disparate (come i vari
            abbonamenti a tap o
            peggio).Ma (ripeto) lamentarsi col gestore e se non capisce cambiare contratto no? ;)
          • ... scrive:
            Re: Le apocalissi informatiche
            - Scritto da: Co Glionazzo
            Ma (ripeto) lamentarsi col gestore e se non
            capisce cambiare contratto
            no?
            ;)Lo fanno tutti i gestori.
          • Co Glionazzo scrive:
            Re: Le apocalissi informatiche
            - Scritto da: Patriot
            Forse pensava non andasse a sbandierarlo in giro.Uno può pensare quello che vuole e se non gli piace il suo gestore... cambia contratto con uno che gli piace di più... (e magari gli dice pure il motivo così quello del "marketting" fa 2+2)Non è che sei senza alternative.
Chiudi i commenti