Apple/ Sole, mare e... MacBook

di D. Galimberti - Uno sguardo alle caratteristiche del nuovo portatile di Apple, il MacBook, ed a ciò che lo differenzia dal predecessore iBook e dai fratelli maggiori della linea Pro

Roma – La settimana scorsa Apple ha finalmente lanciato l’atteso successore dell’iBook, il MacBook , un portatile consumer leggero e compatto che, come i fratelli maggiori, utilizza il processore Core Duo di Intel.

La configurazione hardware del MacBook non ha destato troppe sorprese: oltre allo schermo da 13 pollici wide-screen ed il case con due colorazioni (bianca e nera, come nella linea iPod), tutte le novità del MacBook si sono già viste nella serie Pro. Tra queste vi sono la webcam integrata iSight, il connettore magnetico per il cavo di alimentazione e il trackpad a due dita.

Rispetto all’iBook, le novità sono invece ben più corpose. Nel MacBook troviamo ad esempio un nuovo tipo di tastiera, la cui ergonomia è ancora tutta da verificare, e lo schermo lucido (disponibile in opzione anche sui MacBook Pro), che se da un lato offre maggiore profondità alle immagini ed esalta il nero, dall’altro è più soggetto ai riflessi e, secondo alcuni esperti di grafica, è meno fedele nella resa dei colori.

Rispetto al suo predecessore, che possedeva una scheda video di ATI, il MacBook adotta un chipset grafico integrato di Intel (come il Mac mini): questa soluzione ha permesso ad Apple di abbassare i costi e, nello stesso tempo, evidenziare la linea di demarcazione con la linea Pro. Nonostante il display più generoso, il nuovo portatile è sensibilmente più leggero e più sottile rispetto al precedente iBook.

Riguardo al prezzo, resta il mistero dei 200 euro in più del modello nero, la cui unica differenza rispetto al modello bianco sta nella dimensione dell’hard disk (80 GB nel nero, 60 GB nel bianco), differenza che la stessa Apple quantifica in 50 euro nelle opzioni BTO (basta selezionare un MacBook bianco e provare ad aggiungere un disco da 80 GB). La differenza di prezzo è probabilmente giustificata dall’impiego, nel MacBook nero, di un materiale più resistente a graffi e abrasioni: anche in questa ipotesi, tuttavia, il divario di prezzo appare comunque eccessivo.

Guardando indietro, verso la precedente linea di portatili, possiamo notare che Apple è andata nella direzione della semplificazione dell’offerta, riducendo le varianti disponibili: se l’iBook era disponibile in versione da 12″ e da 14″, per il MacBook c’è un unico monitor wide-screen da 13″, benché le colorazioni siano adesso due. Nella linea Pro, che ha sostituito quella dei PowerBook, è invece scomparso il modello più piccolo, con monitor da 12″: ad oggi non è dato sapere se in futuro verrà lanciato un MacBookPro da 13″.

La semplificazione della linea consumer è senz’altro condivisibile, anche perché il precedente modello da 14″, seppure più grande, offriva la stessa risoluzione del modello da 12″. Viceversa, un MacBook Pro da 13″ con case in alluminio, una scheda video più potente, uno slot di espansione ExpressCard, e un prezzo ragionevole (con corrispondente revisione di prezzo dell’attuale MacBook nero), credo che sarebbe ben visto da chi ha bisogno di un notebook potente ma molto leggero.

In base alle opinioni degli analisti, il MacBook rappresenta un passo cruciale nella transizione di Apple ai processori Intel, soprattutto alla luce dell’attuale situazione di mercato che privilegia il settore dei portatili: negli ultimi mesi, infatti, l’iBook aveva subito dei cali di vendita proprio in vista dell’imminente rilascio delle nuove macchine. Le previsioni di vendita sono molto elevate sia in virtù dell’attesa creatasi, sia per la giusta scelta di dotazioni e prezzo (che escludendo il modello nero è allineato ai concorrenti di pari livello), sia per il momento del lancio, coincidente con il termine della stagione scolastica. Per soddisfare la domanda, Apple ha pensato bene di accumulare una discreta quantità di macchine a magazzino prima di fare l’annuncio: questo per non ripetere quanto successe con il MacBookPro, che fu disponibile solo dopo diverse settimane dalla presentazione.

A questo punto la transizione dei Mac all’architettura x86 è quasi completa: all’appello mancano solo i PowerMac, ed è facile immaginare che le macchine professionali di Apple resteranno con i G5 ancora per qualche mese, almeno finché non saranno disponibili i processori dual-core di Intel a 64 bit.

Gli attuali Core Duo svolgono più che bene il loro lavoro in sostituzione dei G4, e anche rispetto al G5 single-core che era montato sull’iMac (almeno finché non si tratta di utilizzare Rosetta). Per rimpiazzare i G5 dual-core, usati anche in coppia nella versione “Quad”, sono però necessari dei processori più potenti e del software che li sfruttino a dovere, soprattutto per compensare la riduzione di prestazioni di quei software non ancora disponibili in versione Universal Binary.

I nuovi processori Intel saranno disponibili solo in tarda estate, il che significa che i PowerMac Intel-based potrebbero essere presentati durante la WWDC, la conferenza mondiale degli sviluppatori che quest’anno (forse non a caso) si tiene in agosto anziché in giugno. Una cosa certa è che durante la WWDC verrà presentato Leopard, nuova major release di Mac OS X. Non è difficile immaginare come questa nuova versione del sistema operativo della Mela sarà ottimizzata per l’architettura x86, e probabilmente anche per i 64 bit dei futuri processori Intel. Altre possibili novità su cui abbondano i rumors sono il semprevivo palmare e il tanto chiacchierato telefono cellulare di Apple.

Al di là del fatto che la WWDC non sarebbe sicuramente il giusto teatro per la presentazione di prodotti simili, per quanto riguarda il palmare è probabile che il desiderio degli utenti Mac di portarsi il proprio sistema operativo preferito nel taschino sia destinato a rimanere un sogno ancora per molto tempo.

Apple sembra infatti non avere alcun interesse nel ritentare un’escursione nel mondo dei palmari. Appare invece più probabile, se l’interesse del mercato verso questi dispositivi dovesse crescere, l’arrivo di un “tablet Mac”.

Discorso a parte merita invece il cellulare. La convergenza tra iPod e telefono cellulare, e quindi la possibilità di girare con un oggetto in meno nelle tasche, viene vista da alcuni come una tappa improcrastinabile. Di per sé l’idea sembra centrata ma credo che per realizzare un prodotto vincente la soluzione sia quella di inserire un cellulare nell’iPod piuttosto che non il contrario (esperimento già tentato con scarso successo con il Motorola ROKR ).

L’iPod, che è ormai divenuto sinonimo stesso di player MP3, ha caratteristiche che in un cellulare non si sono mai viste (quale l’elevata quantità di memoria e la ghiera cliccabile) e un’infinità di accessori e soluzioni di utilizzo che lo rendono unico. Nessun cellulare potrà mai sostituire tutto questo, quindi per quanto possa essere scomodo girare con due dispositivi portatili, è difficile pensare che l’iPod possa essere soppiantato in tempi brevi da uno smartphone.

Tutto questo senza considerare che un telefonino, sia per l’uso intensivo che se ne fa sia per ragioni legate alla moda, ha in genere una vita assai più breve rispetto ad un player portatile.

Domenico Galimberti
(Per contattare l’autore scrivere alla redazione )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Europa, DS Lite si veste di bianco e
    Il DS ha spopolato nel Mondo... l'unica console veramente di Nuova Generazione
  • Anonimo scrive:
    Molto meglio la PSP
    Ragazzi la Psp è un altro mondo... magari costa un pò di più (hanno ulteriormente abbassato i prezzi), ma vogliamo mettere? In termini di tecnologia e di disponibilità di giochi (almeno per noi italiani) non c'è proprio paragone.
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      De gustibus non disputandum est.A me per esempio piace il doppio schermo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      - Scritto da:
      Ragazzi la Psp è un altro mondo... magari costa
      un pò di più (hanno ulteriormente abbassato i
      prezzi), ma vogliamo mettere? In termini di
      tecnologia e di disponibilità di giochi (almeno
      per noi italiani) non c'è proprio
      paragone.Sono due macchine diverse con giochi diversi, orientate a due fasce diverse di videogiocatori.Io le ho tutte e due, ma i giochi piu' coinvolgenti (e rigorosamente 2D) li giochi sul DS.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      eheh meglio tutte e due, la PSP ce l'ho già, quando esce il DS me lo prendo al volo ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      Esiste un equivalente di questo per la PSP?http://www.charmedlabs.com/xport.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: Molto meglio la PSP
        se esiste per gb esisterò di certo anche per la psp... in quanto ad hacking la comunity playstation non ha eguali.
        • Anonimo scrive:
          Re: Molto meglio la PSP
          - Scritto da:
          se esiste per gb esisterò di certo anche per la
          psp... in quanto ad hacking la comunity
          playstation non ha
          eguali.Certo e la scheda gliela fai vedere caricando un software di gestione tramite un exploit che funziona solo su firmware 1.0 e 1.5Ma siamo seri per piacere...
          • Anonimo scrive:
            Re: Molto meglio la PSP
            ma che c'entra... maddai... e poi cos'è quel coso? A cosa serve?
          • Anonimo scrive:
            Re: Molto meglio la PSP
            - Scritto da:
            ma che c'entra... maddai... e poi cos'è quel
            coso? A cosa
            serve?C'e' scritto a cosa serve.Comunque non e' pensabile un oggetto del genere per la PSP: il Gameboy ha un bios che gestisce poche cose, quando insetrisci una cartuccia il codice viene eseguito e hai accesso a tutto il poco hardware disponibile.La PSP invece fa il boot, ha un firmware, delle librerie di sistema e il codice per essere eseguito andrebbe firmato.In un caso quindi prendi possesso totalmente dell'hardware, nell'altro al massimo avresti un software di gestione che gira su un software di sistema, ma solo se "bucabile".Un accrocchio insomma, senza contare che un Gameboy Advance SP costa la meta'.Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Molto meglio la PSP
            Il sito spiega a cosa serve. Quell'oggetto, oltre che una flash su cui uploadare i propri programmi per GBA, offre una serie di ingressi e uscite su cui collegare qualsiasi cosa: interruttori, relé, potenziometri, servomotori...Questo rende possibile costruire dei robot (ma anche genericamente dispositivi automatici di controllo) che usano un GBA come "cervello".
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      - Scritto da:
      Ragazzi la Psp è un altro mondo... magari costa
      un pò di più (hanno ulteriormente abbassato i
      prezzi), ma vogliamo mettere? In termini di
      tecnologia e di disponibilità di giochi (almeno
      per noi italiani) non c'è proprio
      paragone.la psp ha giochi diversi... la quasi totalita' sono trasposizioni di giochi gia esistenti per ps2 quindi nulla di innovativo o esclusivo...per non parlare della durata infima della batteria per essere una console portatile e della croce direzionale inutilizzabile...il ds ha giochi nuovi, innovativi... certo tecnicamente parlando sta sotto, non puoi vederci i film e tutto il resto, ma e' stramaledettamente divertente... basta pensare ad un traumacenter... che con il pennino ed il touchscreen devi operare i pazienti come fosse un bisturisono due mondi separati... la psp la mostri in giro... col ds ci giochi
      • Anonimo scrive:
        Film per la PSP
        - Scritto da:
        non puoi vederci
        i film e tutto il restoE' comunque ricorderei che il tentativo di vendere film per PSP è miseramente fallito... anche se a onor del vero non è solo colpa dei limiti tecnici (prima di tutto la dimensione dello schermo), ma soprattutto per via della solita avidità e grettezza delle major e di Sony, che hanno voluto venderli a un prezzo superiore di quello già alto dei DVD. Se invece li avessero venduti in aggiunta al DVD a un prezzo di poco superiore (qualcosa del tipo guardati il film in casa e in viaggio), forse qualcosa se la sarebbero messa in tasca e avrebbero dato la spinta al mercato. Ma come si dice... chi troppo vuole nulla stringe.
      • Anonimo scrive:
        Re: Molto meglio la PSP
        eh già... ma andiamo! da come la metti tu sembra che la psp sia solo un feticcio modaiolo, quando sappiamo tutti che ancora non esiste una console portatile alla pari, con simili prestazioni e potenzialità.E non parlo solo di tecnologia integrata e del favoloso LCD, ma anche a livello di design al DS gli da le pacche (la versione lite per fortuna è stata ridisegnata, ma prima sembrava davvero un oggetto anacronistico un panino imbottito. Mai visto nulla di così orribile).
        • Anonimo scrive:
          Re: Molto meglio la PSP
          - Scritto da:
          eh già... ma andiamo! da come la metti tu sembra
          che la psp sia solo un feticcio modaiolo, quando
          sappiamo tutti che ancora non esiste una console
          portatile alla pari, con simili prestazioni e
          potenzialità.
          E non parlo solo di tecnologia integrata e del
          favoloso LCD, ma anche a livello di design al DS
          gli da le pacche (la versione lite per fortuna è
          stata ridisegnata, ma prima sembrava davvero un
          oggetto anacronistico… un panino imbottito. Mai
          visto nulla di così
          orribile).Concordo sul design orrendo del primo DS, pero' non potendo contare sugli effetti speciali, su grafica 3D e altri frocismi vari, Nintendo ha sempre puntato alla giocabilita'.Come dire importa sega se ho dei pupazzoni in 3D e lo schermo da 16:9 se poi i giochi sono uno uguale all'altro o se sono port monchi di giochi per PS2.E ti ripeto che io le due console le ho tutte e due e gli unici giochi che mi hanno entusiasmato sulla PSP sono Untold legends, Wipeout pure e Metl Gear Acid.Per il resto la uso per giocarci con i giochi dello SNES e del C64.Per il Gameboy, e per il DS ci sono giochi molto piu' coinvolgenti (es. tutta la saga di Zelda, Advance Wars, Mario Kart.Anche se devo dire che secondo me l'uso del doppio schermo e' un po' forzato.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Molto meglio la PSP
      Una "console" incontrollabile.. fa tutto meno che quello per cui è stata pensata. Le esclusive maggiori sono per io DS e il nuovo modo di videogiocare a tirato fuori generi mai visti.La potenza hw nel videogioco non conta, contano le idee, la giocabilità ed il divertimento.
  • Anonimo scrive:
    Ma 159 euro sono 190 dollari !!!
    col cambio a 1,2 perche ce la fanno pagare 70 dollari in piu chein america?ho notato sta cosa anche con i delli prezzi usa rapportati a quelli europei e tenendo conto del cambio sono + bass
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma 159 euro sono 190 dollari !!!
      ai dollari hai aggiunto le tasse?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma 159 euro sono 190 dollari !!!
        Sì, ma non possono incidere così tanto: anche gli americani pagano le tasse e il prezzo in dollari le include.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma 159 euro sono 190 dollari !!!
          - Scritto da:
          Sì, ma non possono incidere così tanto: anche gli
          americani pagano le tasse e il prezzo in dollari
          le
          include.Hanno il dazio e pagano anche loro, comprese nel prezzo finale, le spese di trasporto e distribuzione, ma l'IVA o suo equivalente USA arriva a meno del 10%, o più spesso non c'è.In ogni caso, facendo due conto, 129 + 1,2 = 154,8Quindi hai ragione, in ogni caso c'è un sovrapprezzo ingiustificato.Come sempre in Europa e come ancora peggio in Italia.
  • Anonimo scrive:
    Costa TROPPO.
    Peccato... molti mesi fa si vociferava di un prezzo non superiore ai 100 euro (99,99).159 mi sembra davvero troppo... peccato davvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa TROPPO.
      Purtroppo costo circa 60 euro in più rispetto a quanto avrebbe dovuto.Io speravo che costasse 129 euro (comunque erano 29 euro in più ripetto al resto del mondo), invece hanno voluto davvero approfittarne.Comunque nessuno ci obbliga ad acquistarlo, tanto più che è un restyling.Io ogni caso lunedì ho già prenotato il mio, non possiedo il vecchio e brain training mi ispira troppo.E' vera la storia del colore nero?Qundo lo ho prenotato mi hanno detto che era disponibile solo in bianco.
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa TROPPO.
        Costa molto e come al solito arriva mesi dopo l'uscita in Giappone cosa che non sopporto più mi da sui nervi :@ per questo ho acquistato la versione USA che con UPS mi arriva domani e ho risparmiato anche 15.Odio l'uscita differenziata di una Console o di un gioco tra paesi!! Ok una settimana, passi 10 giorni ma mesi dalle versioni Jap a quelle PAL con tutta sta storia della globalizzazione mi sembra assurda!!!Personalmente è un bel po che in Italia non compero giochi ne Console, mi sono stufato di essere l'ultima ruota del carro!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa TROPPO.
          - Scritto da:
          Costa molto e come al solito arriva mesi dopo
          l'uscita in Giappone cosa che non sopporto più mi
          da sui nervi :@ per questo ho acquistato la
          versione USA che con UPS mi arriva domani e ho
          risparmiato anche
          15.

          Odio l'uscita differenziata di una Console o di
          un gioco tra paesi!! Ok una settimana, passi 10
          giorni ma mesi dalle versioni Jap a quelle PAL
          con tutta sta storia della globalizzazione mi
          sembra
          assurda!!!
          Personalmente è un bel po che in Italia non
          compero giochi ne Console, mi sono stufato di
          essere l'ultima ruota del
          carro!!Trasferisciti, perchè mi sa che sarà cosi ancora per molto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Costa TROPPO.
          - Scritto da:
          Costa molto e come al solito arriva mesi dopo
          l'uscita in Giappone cosa che non sopporto più

          Odio l'uscita differenziata di una Console o di
          un gioco tra paesi!
          mi sono stufato di
          essere l'ultima ruota del
          carro!Sul prezzo ti capisco; spesso la sensazione è di pagar solo balzelli o inefficienze italiane, o subire aziende che ne approfittano (chi si ricorda delle polemiche relative al latte per neonati, che costava quasi il doppio che in Germania?).Sull'uscita del gioco, chissenefrega se non per i multiplayer, dove effettivamente è logico sfruttare il boom d'interesse del gioco per trovare più avversari sui server.Coi single player sfruttiamo invece gli stranieri come "beta tester", e spesso ora che il gioco arriva in Italia è già pronta la patch che riduce o elimina i problemi più gravi, quelli che bloccano il gioco.Inoltre abbiamo più tempo per leggere sul web i "rumors" degli altri giocatori e verificare se le preview e le recensioni positive erano veritiere o "comprate"; in questo modo possiamo risparmiarci solenni fregature e risparmiare qualche soldino, che non guasta. :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa TROPPO.
      - Scritto da:
      Peccato... molti mesi fa si vociferava di un
      prezzo non superiore ai 100 euro
      (99,99).
      159 mi sembra davvero troppo... peccato davvero.ma come pensi sia possibile un prezzo del genere??se gia adesso costa 129 il normale... e' ovvio che al lancio costi di piu...aspettati per natale un ribasso a 129 il lite e 99 il normale... se vendono gia da adesso il ds al prezzo basso a natale che tutti abbassano i prezzi loro che fanno?la nintendo ci guadagna con l'hardware e non si puo0 permettere di venderlo sottocosto come qualcun altro
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa TROPPO.
      Secondo me invece è regalato per quello che offre.Lo avrei preso anche a 199 senza pensarci 2 volte.Ricordiamoci che c'è chi spende 500 per un nuovo cellulare pensando che faccia "foto" e "video" migliori di quello che usa attualmente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Costa TROPPO.
        - Scritto da:
        Secondo me invece è regalato per quello che offre.
        Lo avrei preso anche a 199 senza pensarci 2
        volte.
        Ricordiamoci che c'è chi spende 500 per un nuovo
        cellulare pensando che faccia "foto" e "video"
        migliori di quello che usa
        attualmente.A parte il fatto che se esiste gente idiota e spendacciona non e' obbligatorio imitarla, non accetto che SOLO in Italia abbiano sparato quel prezzo.Perche' "per quello che offre" agli americani deve costare quasi il 40% meno?E' questo che non accetto.Per me o scendono almeno a 120 Euro ( e ci sto largo) o se lo possono tranquillamente tenere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa TROPPO.
      - Scritto da:
      Peccato... molti mesi fa si vociferava di un
      prezzo non superiore ai 100 euro
      (99,99).
      159 mi sembra davvero troppo... peccato davvero.Quotopurtroppo le voci sono sempre le solite che guardano il prezzo in $ e non pensano all'euroe il bello poi appena si sà il prezzo fanno gli gnorri e ti dicono è colpa dell'ivapeccato che l'iva che intendono loro è solo in italia mente in europa vaia da paese a paese e qui si parla di europal'inculata c'è punto e bastavuoi seguire il trendy dei paesi più industrializzati? bene pagachissà che poi non succeda la storia del schermo diverso come su psp quello pal samsung scadente quello jap sharp più performante
    • Anonimo scrive:
      Re: Costa TROPPO.
      E alùra? Esistono i negozi online, esiste l'unione europea: si ordina fuori Italia. Quando i negozianti italiani si accorgeranno che facendo i furbastri in questo modo ci rimettono, abbasseranno i prezzi. Nel frattempo, a chi ordina fuori Italia i prezzi italiani non interesseranno minimamente.
Chiudi i commenti