Athlon fa quasi rima con Atom

Si chiama Athlon Neo. In combinazione con le GPU a basso consumo di AMD aspira contrastare l'ascesa dei netbook Atom-based e varare una nuova categoria di ultraportatili

Anche AMD , dopo Intel e VIA , ha deciso di lanciare una piattaforma hardware espressamente dedicata ai PC ultramobili, ed in particolare ad una categoria di device che si pone a metà strada tra i netbook e i subnotebook più classici. La nuova piattaforma, nota con il nome in codice Yukon , ha per cuore il nuovo processore a basso consumo Athlon Neo e il chipset grafico integrato ATI Radeon X1250. Opzionalmente, Yukon può ospitare anche una scheda grafica PCIe ATI Mobility Radeon HD 3410.

neo Il componente di maggior interesse è senza dubbio Neo, una CPU costruita con un processo a 65 nanometri che, nella sua prima incarnazione (modello MV-40), gira a 1,6 GHz . Neo supporta le istruzioni x86-64 e quelle SSE, SSE2, SSE3 e MMX, inoltre implementa la stessa tecnologia di risparmio energetico PowerNow! inclusa sugli Athlon mobile.

In molti si staranno chiedendo se questo nuovo processore sia la risposta di AMD all’Atom di Intel. La risposta sta nelle diverse caratteristiche tecniche dei due chip: Neo ha un thermal design power (TDP) di 15 watt , contro i 2,5/4 watt dell’Atom a 1,6 GHz, e un package di 27 x 27 millimetri , contro i 22 x 22 mm di Atom. Ciò che Neo sacrifica sul piano dei consumi e della densità, lo investe in quello delle performance. Rispetto al chippetto di Intel, infatti, la CPU di AMD ha un controller di memoria integrato e supporta l’ esecuzione delle istruzioni fuori ordine . Queste caratteristiche, combinate, dovrebbero consentire a Neo di fornire performance circa due volte e mezzo superiori a quelle di Atom .

Del resto, come ben chiarito da AMD, la piattaforma Yukon si rivolge a ultraportatili che, pur costando all’incirca quanto un netbook di fascia alta (ad esempio, l’ Eee PC S101 ), adottano un display con diagonale fino a 13 pollici e offrono performance non molto distanti da quelle di un Core 2 Duo ULV .

Per molti versi, il più diretto rivale di Neo è rappresentato dal Nano serie L di VIA, la cui versione a 1,6 GHz fornisce un TDP appena superiore a quello di Neo (17 watt) e supporta l’esecuzione delle istruzioni fuori ordine. Per un confronto prestazionale tra questi tre processori bisognerà attendere i risultati dei primi test indipendenti.

Il primo laptop a sposare la piattaforma ultramobile di AMD è il Pavilion DV2 di HP , le cui caratteristiche tecniche sono destinate a divenire un riferimento per tutti i laptop Neo-based a venire. Il sistema è dotato di un display da 12,1 pollici con risoluzione di 1024 x 768 pixel, tastiera quasi full-size, 1 GB di RAM, hard disk da 320 GB e 5400 RPM, scheda grafica Mobility Radeon 3410 con 256 MB di memoria dedicata, porta Gigabit Ethernet e modulo wireless opzionale (WiMAX, WiFi, Bluetooth). A differenziare ulteriormente questo mini laptop dai netbook è il sistema operativo in dotazione, costituito da Windows Vista Home Basic . Il prezzo di questa configurazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 700 dollari .

“Insieme, HP e AMD hanno progettato una piattaforma per notebook ultrasottili che offre ai consumatori un perfetto bilanciamento tra performance e stile”, ha dichiarato Kevin Frost, vice presidente della Notebook Global Business Unit, Personal Systems Group, di HP. Frost ha anche detto che il DV2 sarà introdotto sul commercio a partire dal prossimo aprile .

Sebbene il modello base del DV2 sarà equipaggiato con un solo gigabyte di RAM, è lecito attendersi che la configurazione standard diverrà molto presto quella con 2 GB di memoria: una quantità decisamente più adeguata a Windows Vista e agli ambiti applicativi cui ambiscono questi device, quali il video in alta definizione e il gioco in 3D . Entrambe le GPU supportate da Yukon sono in grado di accelerare i filmati con risoluzione fino a 1080p e di gestire porte DVI e HDMI.

L’alta definizione è oggi un concetto tabù per i netbook, ma la cose sono destinate a cambiare rapidamente anche in questo segmento. Nvidia ha infatti recentemente svelato una GPU a bassissimo consumo che, con la benedizione di Intel, potrebbe salire a bordo della prossima generazione di netbook. In accoppiata con il nuovo Atom dual-core, il neonato chipset grafico GeForce 9400M è destinato a porsi come diretto rivale della piattaforma Yukon di AMD.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nome e Cognome scrive:
    Se una cosa ti piace ...
    ... o fa male, o e' illegale.Troverai sempre qualcuno che dice che ti fa malissimo: dal trombare alle parole crociate, c'e' sempre chi ne sa piu' di te e ti dice che stai sbagliando.
  • Akasha82 scrive:
    NOOOOOOOOO
    Noooooooo!!! Dungeon Keeper!!! L'ho amato tantissimo quel gioco, sia il primo che il secondo. Non ho mai trovato un gioco geniale come quello. Maledetti portate il gioco anche in europa!!!
  • attonito scrive:
    nuova droga
    i giochi on line mi sembra stiano diventando una nuova droga: non mi piace la mia vita, il mio mondo, la gente intorno a me? ok, mi fiodo in un mondo virtuale dove posso essere chi o cosa desidero e dove voglio.
    • aaaaaaaaaaa a scrive:
      Re: nuova droga
      - Scritto da: attonito
      i giochi on line mi sembra stiano diventando una
      nuova droga: non mi piace la mia vita, il mio
      mondo, la gente intorno a me? ok, mi fiodo in un
      mondo virtuale dove posso essere chi o cosa
      desidero e dove
      voglio.ma anche no...
    • Francesco_Holy87 scrive:
      Re: nuova droga
      Sono sempre più una droga anche perchè ti abbindolano con il profumo del free, poi quando ti ci appassioni capisci che non puoi essere forte e andare avanti se non paghi, e così paghi sempre di più fino a spendere capitali!
  • Francesco_Holy87 scrive:
    Maple Story?
    Non capisco come un gioco così poco elastico e piatto possa essere giocato da così tante persone. Io lo provai quando uscì e me ne stancai arrivato al livello 28... Non dà nessuna voglia di continuarlo, nè attrae più di tanto. Capisco che all'epoca quando uscì di MMORPG free to play erano rari, ma oggi...
    • Sgabbio scrive:
      Re: Maple Story?
      Considera però che il genere MMORPG, essento totalmente on line, possono portare a pasanti modifiche sulla giocabilità nel corso del tempo, quindi magari i difetti da te risconstrati non esistono più.L'unica cosa che detesto da quel gioco è che il loro sito internazionale, non faceva accedere le persone che usavano un browser diverso da IE, anni fà....
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Maple Story?
        Si è vero me lo ricordo... adesso hanno risolto e mi pare che il gioco viene virtualizzato bene anche su wine... Comunque sia ho mio cugino che è classificato come l'italiano più forte del gioco (ha un pg al livello 170+) e da quello che ho notato aggiungono solo nuove città e nuovi mostri. Il gameplay è rimasto sempre lo stesso, tant'è che mio cugino ci gioca perchè ha speso soldi
    • Luca scrive:
      Re: Maple Story?
      - Scritto da: Francesco_Holy87
      ... Non dà nessuna voglia
      di continuarlo, nè attrae più di tanto. Capisco
      che all'epoca quando uscì di MMORPG free to play
      erano rari, ma
      oggi...Tu invece quale gioco consiglieresti?
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Maple Story?
        Guarda i giochi online sono tutti uguali...Al momento sto giocando ad S4 League e mi sembra divertente e innovativo rispetto agli altri.
Chiudi i commenti