Auchan, virtuale con Wind

Nel prossimo anno l'operatore arancione consentirà alla catena di supermercati di entrare nel mondo della telefonia mobile

Roma – Aumenta l’offerta di telefonia mobile nelle corsie della Grande Distribuzione Organizzata. Un nuovo operatore mobile virtuale, infatti, si affaccia sul mercato: si tratta di Auchan , che è pronto a debuttare con una propria offerta in partnership con Wind .

La notizia era stata preannunciata oltre un anno fa , ma si sta diffondendo ora in seguito ad alcune indiscrezioni raccolte da MF/MilanoFinanza : Auchan debutterà così nel mercato della telefonia mobile al pari di altri due importanti brand della GDO , Carrefour e Coop , presenti rispettivamente con Unomobile e CoopVoce . Nell’arena, come noto , ci sarà presto anche Conad .

Un’iniziativa che potrebbe portare vantaggi anche per Wind, dato che il suo network potrà acquisire gli utenti che si avvarranno dell’offerta distribuita nei 44 ipermercati e nei 218 supermercati Auchan. E, come sottolinea il portale Il Denaro , il progetto si affianca alle trattative in corso tra Wind e Autostrade per servizi innovativi da offrire agli utenti Telepass Premium.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zadonscaia nadia scrive:
    l'sms
    a me non sembra giusto perchè i giovani comunicamo con gli sms e nella società sono integrati lostesso...
  • qwe scrive:
    rty
    Intendi dire che di persona non incontri mai nessuno?
  • tyler scrive:
    chi sei
    ti chiami come un cartone animato? http://en.wikipedia.org/wiki/Yukito_Tsukishiro
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    E che menate...
    Ma basta con 'ste menate!Si diventa asociali, e allora?!Fosse bello stare a parlare con la gente e costretti a guardarla anche in faccia... molto meglio il display.
    • questo e quello scrive:
      Re: E che menate...
      - Scritto da: Tsukishiro Yukito
      Ma basta con 'ste menate!
      Si diventa asociali, e allora?!
      Fosse bello stare a parlare con la gente e
      costretti a guardarla anche in faccia... molto
      meglio il
      display.Vedi anche l'altra risposta che ti ho datoCaro tsukishiro, perché sei uscito da casa tua? Il mondo é brutto e cattivo, torna pura da dove sei venuto! Se non ti piace guardare in faccia la gente, continua a specchiarti sul display del tuo prezioso cell, vedrai l'unica persona con qui "parlare" per i prossimi 60/70 anni, ma quando proverai veramente a chiedere qualcosa a qualcuno non ci riuscirai, avrai a lingua atrofizzata!Comunque sei un troll inutile, come tutti i troll :D (troll2)Tuo Padre, Yukito San
  • VE LO DICO IO scrive:
    quando si scrivevano le lettere...
    decenni fa ci si scriveva lettere anzichè sms... e tenendo conto di quanto sia lunga una lettere scritta a mano si può equipollare alla scrittura di più sms. Allora anche prima si diveniva asociali nel scivere una lettera.. magari d'amore.tuttavia, anche farsi canne e bere alcol si diventa asociali... in quanto in quello stato, la possibilità di socializzare la vedo come un'impresa ardua. (rotfl)
  • black arrow scrive:
    ma no state tranquilli...
    ora state tranquilli... poi quando avrete tutti una cinquantina d'anni, vedrete demolire le case per costruire ospedali che dovranno curarvi il tumore che vi siete autoistallati nel cervello per essere stati 25 ore su 24 co 'sto cavolo di telefonino attaccato all'orecchio.Stupidi, costerete più dei tabagisti, fate il gioco di chi vi ciula la vita e pur consapevoli non volete rendervene conto.
    • bibip scrive:
      Re: ma no state tranquilli...
      - Scritto da: black arrow
      ora state tranquilli... poi quando avrete tutti
      una cinquantina d'anni, vedrete demolire le case
      per costruire ospedali che dovranno curarvi il
      tumore che vi siete autoistallati nel cervello
      per essere stati 25 ore su 24 co 'sto cavolo di
      telefonino attaccato
      all'orecchio.

      Stupidi, costerete più dei tabagisti, fate il
      gioco di chi vi ciula la vita e pur consapevoli
      non volete rendervene
      conto.In altre parole, prepariamoci a una (ulteriore) tassa sugli SMS.
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: ma no state tranquilli...
      - Scritto da: black arrow
      ora state tranquilli... poi quando avrete tutti
      una cinquantina d'anni, vedrete demolire le case
      per costruire ospedali che dovranno curarvi il
      tumore che vi siete autoistallati nel cervello
      per essere stati 25 ore su 24 co 'sto cavolo di
      telefonino attaccato
      all'orecchio.Per spedire gli SMS non si deve avere il "telefonino attaccato all'orecchio".
    • manette tintillant i scrive:
      Re: ma no state tranquilli...
      - Scritto da: black arrow
      ora state tranquilli... poi quando avrete tutti
      una cinquantina d'anni, vedrete demolire le case
      per costruire ospedali che dovranno curarvi il
      tumore che vi siete autoistallati nel cervello
      per essere stati 25 ore su 24 co 'sto cavolo di
      telefonino attaccato
      all'orecchio.

      Stupidi, costerete più dei tabagisti, fate il
      gioco di chi vi ciula la vita e pur consapevoli
      non volete rendervene
      conto.Ha parlato il salutista, non fuma, non beve, mangia le carotine e rompe i co...oni alla gente.COME DICEVA MIO NONNO MEGLIO VIVERE DA SANO E MORIRE DA MALATO CHE COME TE VIVERE DA MALATO E MORIRE DA SANO!
  • Bibi scrive:
    Ma chi li paga questi?
    Ma ste ricerche a che servono?I giovani comunicano con gli SMS? E allora?Sono c***i loro come comunicano!e farsi i c***i propri è un diritto basilare dei cittadini di un paese libero!
    • Alex88na scrive:
      Re: Ma chi li paga questi?
      beh sai, è di moda spendere soldi inutilmente invece che puntare di + sulla vera ricerca
    • rotfl scrive:
      Re: Ma chi li paga questi?
      - Scritto da: Bibi
      Ma ste ricerche a che servono?
      I giovani comunicano con gli SMS? E allora?
      Sono c***i loro come comunicano!
      e farsi i c***i propri è un diritto basilare dei
      cittadini di un paese
      libero!I sociologi dovranno in qualche modo giustificare la loro insulsa, ridicola scelta professionale, no?
    • questo e quello scrive:
      Re: Ma chi li paga questi?
      - Scritto da: Bibi
      Ma ste ricerche a che servono?
      I giovani comunicano con gli SMS? E allora?
      Sono c***i loro come comunicano!
      e farsi i c***i propri è un diritto basilare dei
      cittadini di un paese
      libero!"Cosa" comunicano sono effettivamente azzi loro, ma "come" si comunica é un problema di tutti, basterebbe aprire un po di più gli occhi e le orecchie e alzare il naso dal piccolo display del proprio cellulare per rendersi conto che, effettivamente, la qualità di come si comunica sta andando a puttane. Stanno venendo avanti generazioni di incapaci alla comunicazione da persona a persona, e come conseguenza persone timorose, asociali, troppo timide, diffidenti, appena hanno davanti una difficolta diventano stupidamente aggressive, anche se sembra strano per questi ed altri motivi sono molto più facilmente infuenzabili proprio perché perdono la capacità dell'uso della parola e quindi del pensiero, ma viene tutto condensato in 160 caratteri, per la gioia delle società di telefonia diventeremo come quei giapponesi che vivono chiusi in casa con la paura del prossimo. aprite gli occhi e provate ad osservare i vostri simili attentamente....
      • Tsukishiro Yukito scrive:
        Re: Ma chi li paga questi?
        - Scritto da: questo e quello
        - Scritto da: Bibi

        Ma ste ricerche a che servono?

        I giovani comunicano con gli SMS? E allora?

        Sono c***i loro come comunicano!

        e farsi i c***i propri è un diritto basilare dei

        cittadini di un paese

        libero!

        "Cosa" comunicano sono effettivamente azzi loro,
        ma "come" si comunica é un problema di tutti,
        basterebbe aprire un po di più gli occhi e le
        orecchie e alzare il naso dal piccolo display del
        proprio cellulare per rendersi conto che,
        effettivamente, la qualità di come si comunica
        sta andando a puttane. Stanno venendo avanti
        generazioni di incapaci alla comunicazione da
        persona a persona, e come conseguenza persone
        timorose, asociali, troppo timide, diffidenti,
        appena hanno davanti una difficolta diventano
        stupidamente aggressive, anche se sembra strano
        per questi ed altri motivi sono molto più
        facilmente infuenzabili proprio perché perdono la
        capacità dell'uso della parola e quindi del
        pensiero, ma viene tutto condensato in 160
        caratteri, per la gioia delle società di
        telefonia diventeremo come quei giapponesi che
        vivono chiusi in casa con la paura del prossimo.
        aprite gli occhi e provate ad osservare i vostri
        simili
        attentamente....Sì, papà.
        • questo e quello scrive:
          Re: Ma chi li paga questi?
          - Scritto da: Tsukishiro Yukito

          Sì, papà.E' inutile che prendi per il culo, dalla tua risposta si capisce che hai meno di quindici anni (mentalmente, forse anche fisicamente) e che ancora di queste cosa non capisci nulla. Quando arriverai oltre i quaranta, se nel frattempo non avrai il cervello lesso dai troppi sms che avrai scritto, se avrai avrai ancora la capacita di fare due + due ti renderai conto dello schifo sociale in cui saremo (abbiamo cominciato ad esserci già da un pezzo, ma ancora tu non lo sai ,sei ancora così giovane e svagato...)Tuo Padre
      • ba1782 scrive:
        Re: Ma chi li paga questi?
        Di ragazzi chiusi e con "problemi" nei rapporti ce ne sn sempre stati(mi viene subito in mente il padre di Marty McFly :P)... Poi in genere a una certa età ci si sblocca...Io ho 18 anni, ed effettivamente a 14-15 anni mi ero abbastanza chiuso su sms e compagnia, ma credo sia normale, sono fasi della vita... E cmq resto un gran timidone, però mai anteporrei un rapporto "via sms" a un rapporto "téte-à-téte"(scusate gli accenti, ma il francese l'ho chiuso alle medie...)Non sei daccordo?Certo è innegabile che ora la dipendenza da cellulare potrebbe essere un problema ma... magari una volta era il modellismo, ora sono gli sms, domani chissà... comunque c'è sempre qualcosa, a una certa età, che anteporremo allo sviluppo sociale :P Non è per tutti uguali eh!
        • ... scrive:
          Re: Ma chi li paga questi?
          si ma a tutto c'è un limite, ho conosciuto persone che tu gli parli e queste non ti rispondono perché non sono in grado fisicamente di parlare col prossimo, visto che passano la vita su cellulari e msn
Chiudi i commenti