La Banca Centrale Russa non vuole le criptovalute: chiede il Rublo Digitale

La Banca Centrale Russa non vuole le criptovalute: chiede il Rublo Digitale

Il Governo Russo ha annunciato che le transazioni in criptovalute sono pronte, ma la Banca Centrale Russa consiglia il Rublo Digitale.
Il Governo Russo ha annunciato che le transazioni in criptovalute sono pronte, ma la Banca Centrale Russa consiglia il Rublo Digitale.

Solo pochi giorni fa, il Ministero delle Finanze Russo aveva annunciato che in Russia le transazioni in criptovalute saranno pronte per il 2023. Una notizia che ha fatto gelare il sangue di Stati Uniti, Unione Europea e Nazioni Uniti.

Questo perché l’idea del Cremlino è quella di utilizzare gli asset digitali crypto per aggirare le sanzioni internazionali. Una scelta sicuramente discutibile, ma necessaria per evitare un crollo economico in un mercato già difficile.

In un comunicato ufficiale, il Capo della Commissione per i Mercati Finanziari della Duma di Stato, Anatoly Aksakov, aveva spiegato perché attualmente il Governo Russo è favorevole alle criptovalute. In una sua dichiarazione in merito ha affermato:

Dobbiamo dare alla nostra infrastruttura l’opportunità di partecipare a questo processo, crearlo e regolarlo. È necessario che l’ingresso nel mercato delle criptovalute avvenga attraverso la nostra infrastruttura sotto lo stretto controllo dell’autorità di regolamentazione.

Tuttavia, non è di questo avviso la Banca Centrale Russa che, invece, consiglia l’utilizzo del Rublo Digitale. In altre parole, non condivide l’uso delle criptovalute. C’è ancora tanto scetticismo per i troppi pericoli, situazioni limite e la possibilità di subire un controllo dall’occidente.

Criptovalute: la Banca Centrale Russa spinge per il Rublo Digitale

Ormai è chiaro e non ci sono dubbi, la Banca Centrale Russa spinge il Rublo Digitale per il commercio internazionale. Ecco perché recentemente ha fatto sapere di non essere convinta sulle posizioni del Ministero delle Finanze Russo in merito alle transazioni in criptovalute per i pagamenti internazionali:

Riteniamo che il nostro mercato finanziario – ha spiegato il primo vicepresidente della Banca Centrale Russa, Vladimir Chistyukhin – debba evolversi principalmente attraverso lo sviluppo del Rublo Digitale. Per quanto riguarda le altre criptovalute, siamo molto scettici, vediamo un numero enorme di rischi che i consumatori potrebbero dover affrontare.

Una domanda però ci nasce spontanea. Dove è finito l’accordo per cui – come aveva dichiarato Alexei Moiseev, Viceministro delle Finanze – la Banca Centrale Russa e il Ministero delle Finanze Russo avevano concluso che le transazioni di pagamento internazionali con le risorse digitali dovevano essere introdotte il prima possibile?

In attesa che la Russia riesca a fare pace con sé stessa sul tema criptovalute e Rublo Digitale, tutti possiamo acquistare token. La cosa importante però è scegliere la piattaforma giusta. Per noi si chiama Crypto.com. Questo crypto exchange offre tantissime opzioni e carte di debito crittografiche con la formula cashback.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 16 set 2022
Link copiato negli appunti