Banca Centrale Russa: il Rublo Digitale è per il commercio internazionale

Banca Centrale Russa: il Rublo Digitale è per il commercio internazionale

La Banca Centrale Russa ha dichiarato di voler spingere il Rublo Digitale nel commercio internazionale perché già utilizzato per questo con successo.
La Banca Centrale Russa ha dichiarato di voler spingere il Rublo Digitale nel commercio internazionale perché già utilizzato per questo con successo.

Elvira Nabiullina, Governatrice della Banca Centrale Russa, ha spiegato che un obiettivo futuro sarà quello di spingere il Rublo Digitale nel commercio internazionale. In altre parole, la Russia vorrebbe ufficializzare l’utilizzo della sua moneta virtuale per i pagamenti transfrontalieri.

Secondo le dichiarazioni della Nabiullina, in occasione di un’intervista per un documentario televisivo prodotto da Russia-24, questi pagamenti sarebbero già stati finalizzati con successo. Con queste affermazioni ha anche definito il Rublo Digitaleun’alternativa desiderabile” alle criptovalute.

Sembra che intorno a questo argomento si siano riunite diverse banche e organizzazioni finanziarie russe. Queste sarebbero già pronte con progetti pilota per testare la valuta digitale statale della Banca Centrale Russa. Ma quando sarà pronto e percorribile questo progetto?

Stando a quanto spiegato dalla Nabiullina, ci vorrà ancora del tempo prima che tutto sia esigibile. Sostanzialmente, il Rublo Digitale dovrebbe venir pronto per questa funzione entro un annetto circa, quindi nel 2023. Nondimeno, ci sono ulteriori novità in cantiere.

Il Rublo Digitale avrà una sua piattaforma collegata anche ad altre valute digitali

Durante l’intervista, la Governatrice della Banca Centrale Russa ha spiegato che il Rublo Digitale avrà una sua piattaforma specifica. Inoltre, questa sarà collegata anche ad altre valute digitali statali di altri Paesi, ma attualmente non sappiamo ancora quali.

Promuoveremo attivamente la possibilità di accordi transfrontalieri utilizzando il Rublo Digitale – ha spiegato Elvira Nabiullina, Governatrice della Banca Centrale Russa.

È anche evidente che la valuta digitale statale promossa dalla Banca Centrale Russa servirà a smorzare e ridurre le forti pressioni economiche causate dalle sanzioni internazionali. In questo modo, il Cremlino spera di poter effettuare esportazioni e importazioni da e per la Russia senza troppi problemi.

Questa dichiarazione si inserisce subito dopo l’annuncio che la Russia utilizzerà le crypto per i pagamenti transfrontalieri. Ancora l’ennesimo cambio di rotta per questo Governo che cerca di ammorbidire le tensioni createsi dopo l’invasione dell’Ucraina e la guerra che ne è derivata.

In un clima così austero, il mercato crittografico potrebbe beneficiarne perché visto come una possibile soluzione a un’economia sempre più difficile. Puoi decidere di aprire un conto su Crypto.com e investire in asset digitali. Il vantaggio di questo crypto exchange è la possibilità di ottenere carte di pagamento crittografiche utilizzabili per i tuoi acquisti.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 set 2022
Link copiato negli appunti