Bitcoin: le previsioni degli analisti sul futuro della crypto

Bitcoin: le previsioni degli analisti sul futuro della crypto

Dopo il crollo di Bitcoin il mondo delle crypto è in stato di allerta. Scopriamo le previsioni degli analisti sul futuro della crypto.
Dopo il crollo di Bitcoin il mondo delle crypto è in stato di allerta. Scopriamo le previsioni degli analisti sul futuro della crypto.

Lunedì 15 novembre è stato impossibile non sentire il tonfo provocato dalla caduta di Bitcoin. In pochi giorni la regina delle criptovalute ha raggiunto quota 59.000 dollari e ora, proprio in questo istante, è arrivata poco sotto i 57.000 dollari. Il vero problema che sta spaventando gli investitori è il sotto soglia. Ciò che ha messo in stato di allerta il mondo che ruota attorno alle crypto è la sua quotazione finita sotto il nuovo livello sicuro dei 60.000 dollari. Psicologicamente imposto proprio perché si era mantenuto costante dal 15 ottobre scorso, quindi per un mese bello e buono. Di conseguenza molti si staranno chiedendo cosa dobbiamo aspettarci. Scopriamo insieme quali sono le previsioni degli analisti sul futuro della crypto.

 

Bitcoin: qual è il futuro prossimo della crypto

Stando a quanto dicono gli analisti sembra che possiamo dormire sonni tranquilli. Bitcoin potrebbe, con molta probabilità e nei tempi ad oggi ancora sconosciuti, superare la soglia dei 60.000 dollari. In sostanza sembra che nei prossimi giorni la crypto tornerà vicino a quota 63.000 dollari, poco più o poco meno. Questo farebbe bene alla psicologia degli investitori facendo ritornare un pizzico di fiducia, anche se la volatilità delle criptovalute, lo ricordiamo, è sempre presente.

C'è chi invece punta ancora più in alto e di poco. Uno di questi è l'analista TechDev che su Twitter si è detto fiducioso per il futuro del Bitcoin. Addirittura secondo lui dovremmo prepararci a una bull run da capogiro tanto che la crypto potrebbe raggiungere quota 90.000 dollari. Un'esagerazione? Forse, ma la sua sicurezza sembra quasi essere contagiosa. Descrivendo il grafico pubblicato che mette a confronto la situazione del 2017 con quella attuale ha affermato:

Il picco turchese non è arrivato così alto come previsto. La rottura della linea gialla RSI ha confermato la correzione. La PA continua a rimanere 5-8 giorni indietro rispetto al 2017 da luglio. Recupero per rottura RSI sopra la linea gialla, possibilmente a 80-90K da EOM“.

Ovviamente il nostro non è un invito a investire in modo sprovveduto. Nondimeno occorre sempre prestare molta attenzione e muoversi con i piedi di piombo soprattutto durante queste situazioni. Nel contempo è indispensabile non avere una visione catastrofista e sapersi muovere per tempo così da sfruttare una possibile e prevista bull run. Potrebbe anche essere interessante spostarsi sull'utilizzo di app come CryptoTab che promette guadagni in Bitcoin navigando in internet.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 11 2021
Link copiato negli appunti