Bitcoin, tra Silk Road e bancomat

Mentre l'FBI ripulisce il portafoglio Bitcoin di Dread Pirate Roberts, in Canada fanno il loro esordio i primi bancomat dedicati alla criptomoneta

Roma – L’FBI ha sequestrato parte del patrimonio in monete digitali bitcoin di Ross William “Dread Pirate Roberts” Ulbricht, l’amministratore del celebre mercato nero del deep web Silk Road arrestato lo scorso primo ottobre: si parla di 144.336 monete crittografate, corrispondenti a circa 28 milioni di dollari.

Dopo la chiusura di tre settimane fa di Silk Road è partita la caccia ai milioni di criptomonete con cui venivano effettuate le transazioni dagli oltre 900mila utenti (un totale di più 1,2 miliardi di dollari in tutto il mondo) e al patrimonio accumulato dal suo amministratore: si parlava di 600mila Bitcoin, l’equivalente di 80 milioni di dollari, fino ad oggi inaccessibili ai federali, e che potrebbero essere stati nel frattempo investiti da Ulbricht.

Ora, invece, sembra che i federali siano riusciti ad intercettare uno dei Bitcoin Wallet di Ulbricht, riuscendo così a disporre il più grande sequestro di bitcoin di sempre . Non è semplice per le autorità mettere le mani sulla moneta crittografata, né legalmente (si tratta di transazioni online che devono essere associate direttamente ad una persona) né tecnicamente: come spiega Jon Matonis, vertice della Bitcoin Foundation che amministra la criptomoneta, per arrivare a tali fondi i federali avrebbero dovuto accedere ai server di Silk Road ed avere le chiavi d’accesso private del conto aperto dall’imputato . Non bisogna tra l’altro dimenticare che si tratta di una fattispecie nuova: la moneta crittografata è in circolazione da pochi anni e si è trovata sotto la lente dell’autorità solo a metà del 2011, già allora con riferimento al mercato nero del deep web e a Silk Road.

Bitcoin, tuttavia, è probabile che si trovi sempre più spesso ad avere a che fare con le istituzioni: non perché si presupponga un suo utilizzo in transazioni illegali, quanto perché sta continuando a guadagnare credibilità e, dunque, utenti. Diversi passi sono stati d’altronde compiuti in questo senso: il fattore più rilevante rimane sempre la valutazione da parte dei suoi investitori/fruitori, che permette a bitcoin di avere un valore notevole rispetto alle monete ufficiali (attualmente per 200 dollari), ma oltre a questo vi è per esempio la procedura avviata dai fratelli Winklevoss per la quotazione in borsa di un fondo basato su bitcoin e, da ultimo, l’ annuncio del primo bancomat per la moneta crittografata .

A comunicarlo sono tre studenti di un piccolo liceo canadese che hanno fondato la società di cambio di bitcoin Bitcoiniacs: i tre avevo già un negozietto attraverso cui fungevano da interfaccia umana a chi volesse scambiare moneta reale in bitcoin ed ora hanno deciso di acquistare, dalla società del Nevada Robocoin, 5 bancomat di bitcoin per una spesa totale superiore ai 90mila dollari da installare in diverse città canadesi a partire da Vancouver, dove la prima macchina verrà installata in una caffetteria del centro.

I bancomat permetteranno di scambiare bitcoin con moneta reale dollari canadesi e viceversa, effettuando operazioni online di scambio sul cambio-valuta canadese VirtEx. Oltre a questo, la particolarità del bancomat è anche che funzionerà attraverso lo scan della mano del fruitore: questo anche per controllare che non si superi il limite di 3mila dollari canadesi (circa 2mila euro) al giorno, che è il limite massimo di transazioni del genere consentito dalla legge anti-riciclaggio canadese.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rico scrive:
    Salvare in PDF
    Uso da un anno e con soddisfazione doPDF. Leggerissimo, senza adware, si piazza come fosse una stampante, ma anzichè stampare fisicamente, ti dà un documento PDF esattamente uguale all'originale:http://www.dopdf.com/it/
  • king volution scrive:
    Attenzione! Non confondiamo...
    Attenzione...Non confondiamo certi freeware immondi (proprietari e di norma infarciti di malware) che spesso vengono genericamente chiamati 'PDF Creator', tipo porcherie come queste:http://apps.facebook.com/pdfcreator/http://www.freepdfcreator.org/con l'ottimo <b
    GNU PDF Creator </b
    (software libero, zero malware):http://www.pdfforge.org/pdfcreatorGrazie
  • Qoato scrive:
    PDF Creator
    Mah, PDF Creator, che è stato presentato su questi schermi poco tempo fa, nelle versioni più recenti è farcito di spyware o simili.Andavano bene le vecchie versioni (io uso la 1.02 su Win2K), ma le nuove....Purtroppo si è convertito anche lui alla installazione online tramite un downloader proprietario che propone di installare inutili toolbar e amenità varie molto irritanti.Però è diverso tempo che non visito il loro sito, qualcosa è cambiato in meglio?
    • king volution scrive:
      Re: PDF Creator
      - Scritto da: Qoato
      Mah, PDF Creator, che è stato presentato su
      questi schermi poco tempo fa, nelle versioni più
      recenti è farcito di spyware o
      simili.
      Andavano bene le vecchie versioni (io uso la 1.02
      su Win2K), ma le
      nuove....
      Purtroppo si è convertito anche lui alla
      installazione online tramite un downloader
      proprietario che propone di installare inutili
      toolbar e amenità varie molto
      irritanti.
      Però è diverso tempo che non visito il loro sito,
      qualcosa è cambiato in
      meglio?Attenzione...Non confondiamo certi freeware immondi (proprietari e di norma infarciti di malware) che vengono richiamati come 'PDF Creator', tipo questi:http://apps.facebook.com/pdfcreator/http://www.freepdfcreator.org/con l'ottimo <b
      GNU PDF Creator </b
      (software libero, zero malware):http://www.pdfforge.org/pdfcreatorGrazie
      • Qoato scrive:
        Re: PDF Creator
        Aha, sto installando ora la versione 1.7 di PDF Creator su un XP e ... sì, mi sa che nel mio precedente tentativo mi stavo prendendo una sòla.E io che mi credevo troppo smaliziato per cadere in certi tranelli....
        • thebecker scrive:
          Re: PDF Creator
          - Scritto da: Qoato
          Aha, sto installando ora la versione 1.7 di PDF
          Creator su un XP e ... sì, mi sa che nel mio
          precedente tentativo mi stavo prendendo una
          sòla.
          E io che mi credevo troppo smaliziato per cadere
          in certi
          tranelli....Confermo PDF Creator ( http://www.pdfforge.org/pdfcreator ) chiede di installare una toolbar e PDF Architet della stessa softwarehouse un programma per ordinare le pagine dei PDF ma è molto pesante ed è solo la versione Lite gratuita..A parte questo PDF Creator è un buon programma. La stampante virtuale PDF la uso con Firefox e altri programmi invece con LibreOffice uso lo strumento incorporato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 ottobre 2013 11.45-----------------------------------------------------------
  • Peppone scrive:
    Re: dubbio
    Guarda che anche con M$ Office è possibile esportare i documenti in PDF...
    • ... scrive:
      Re: dubbio
      ma questa è gente che parla avendo visto come ultimo office la versione XP
      • rudy scrive:
        Re: dubbio
        con pdf creator qualsiasi applicazione di qualsiasi windows stampa iun pdf, con possibilita di impaginare piu stampe separate, creare un server di stampa pdf, e altro. siamo su un'altro pianeta, vi suggerisco di installarvelo.
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: dubbio
        contenuto non disponibile
        • king volution scrive:
          Re: dubbio
          - Scritto da: unaDuraLezione
          Nemmeno: Office XP era tutt'altro che
          'schifossissimo' (definizione del tizio qui sopra).confermasi in pieno la definizione
          Io sto usando le macro di libreoffice (riscritte
          da zero in codice libreoffice, non convertite in
          automatico in chissà quale modo da vecchi file office).difficile convertire delle macro (in una "specie" di linguaggio buggato) che spesso risultano INCOMPATIBILI (soprattutto se si usano le istruzioni localizzate con detta porcheria M$) tra versioni diverse dello stesso software (sempre lo schifosissimo office)
          Ogni tanto, quando le eseguo, si blocca e mi
          evidenzia errori in istruzioni atomiche che
          virtualmente non puoi sbagliare.strano, a me funzionano benissimo, non mi risulta proprio
          Stiamo parlando di un prodotto del 2013 che si
          suppone dovrebbe dare filo da torcere ad Office...ah ma se vuoi usare m$ office nessuto te lo impedisce... fatti tuoihai regolarmente pagato la licenza?
          Gestione PDF e costo nullo a parte, non è nemmeno
          lontamente paragonabile ad un Office 97 infatti: ho lavorato (a fondo) con entrambi, e LO è infinitamente meglio!e comunque è un po' "strano" il modo con fai i confronti: a seconda di cosa vorresti dimostrare prima parli del 2013 e poi tiri fuori Office 97...
          Office 97 (che, per
          inciso, partiva in un secondo ed occupava pochi MB di RAM).per inciso, questo che dici è semplicemente falo: LO parte a razzo e ha una occupazione minima di RAM... (a meno che non lo si intalli "a membro di segugio" e sempre che il "sistema" winfott non sia già "pasticciato" di suo, cosa peraltro più che frequentissima...)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dubbio
            contenuto non disponibile
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: dubbio
            contenuto non disponibile
          • patatrak scrive:
            Re: dubbio
            Ahahahah!!! Che ridere!Pensa che nel nostro laboratorio scolastico si "correva" per cercare di prendersi i computer con MSO. E non sai le proteste di quelli a cui toccava lavorare con "Calc"! :DPoi, finalmente, l'assistente di laboratorio ha installato MSO su TUTTI i computer.
          • panda rossa scrive:
            Re: dubbio
            - Scritto da: patatrak
            Ahahahah!!! Che ridere!
            Pensa che nel nostro laboratorio scolastico si
            "correva" per cercare di prendersi i computer con
            MSO. E non sai le proteste di quelli a cui
            toccava lavorare con "Calc"!
            :DMe la immagino la competenza della gente che usa i computer al laboratorio scolastico.Me la immagino proprio.
            Poi, finalmente, l'assistente di laboratorio ha
            installato MSO su TUTTI i
            computer.E io pago!Oppure ha installato copie craccate?
          • patatrak scrive:
            Re: dubbio
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: patatrak

            Ahahahah!!! Che ridere!

            Pensa che nel nostro laboratorio scolastico
            si

            "correva" per cercare di prendersi i
            computer
            con

            MSO. E non sai le proteste di quelli a cui

            toccava lavorare con "Calc"!

            :D

            Me la immagino la competenza della gente che usa
            i computer al laboratorio
            scolastico.
            Me la immagino proprio.Ecco immagina. Immagina anche che tutti (aziende, uffici, scuole) usino OpenOffice o LibreOffice. Un disastro!Rifletti sul fatto che se OO o LO fossero veramente migliori a quest'ora MSO sarebbe già scomparso da un pezzo (esattamente come sta avvenendo per IE che è stato soppiantato da altri browser perché per un lungo periodo questi browser sono stati effettivamente migliori)! E ricorda che qui non vale la scusa del "preinstallato a forza".

            Poi, finalmente, l'assistente di laboratorio
            ha

            installato MSO su TUTTI i

            computer.

            E io pago!
            Oppure ha installato copie craccate?Non penso proprio che abbia installato delle copie craccate visto che stiamo parlando di una scuola.
          • Skywalker scrive:
            Re: dubbio
            - Scritto da: patatrak
            E
            ricorda che qui non vale la scusa del
            "preinstallato a
            forza".Ma vale quella del cambio del formato dati. Prova ad aprire un .doc con Office 2010, fare delle modifiche, e poi salvare in .doc. Grafici editabili diventano non più editabili, pezzi di tabella diventano monolitici, alcune feature non vengono salvate pur esistendo un equivalente in .doc. Se invece risalvi in .docx tutto fila.Nel 2008 avevo cominciato una mia personale crociata rispedendo come "non riesco ad aprirlo, mandamelo in .doc o in .odt" ogni allegato in .docx. Nel 2011, con la quasi totalità delle aziende che hanno migrato a MS Office 2010, di fatto rispedivo TUTTE le email provenienti da un computer aziendale e una discreta fetta di quelle personali.Ora vedi tu.
          • patatrak scrive:
            Re: dubbio
            Ci sono degli appositi convertitori per questo (anche degli addon per OpenOffice e perfino un pacchetto di compatibilità valido fino ad Office 2000). Il cambio di formati è una cosa naturalissima nell'ambito dell'informatica, fattene una ragione.Certo, nessuno ti impedisce di usare il WordStar e di salvare sui floppy ma un minimo di "avanzamento" ci deve essere, soprattutto se pretendi di fare grafici e tabelle con feature che (ovviamente) non erano esistenti nei vecchi Office.
  • utonto scrive:
    ???
    (newbie)
  • thebecker scrive:
    un consiglio
    Io uso PDF Creator ma questo PrimoPDF è più personalizzabile nella creazione di PDF?
    • king volution scrive:
      Re: un consiglio
      - Scritto da: thebecker
      Io uso PDF Creator ma questo PrimoPDF è più
      personalizzabile nella creazione di PDF?uhm... da quello che vedo, a me non sembra proprio... semmai è tutto il contrario: PrimoPDF è decisamente limitato al confronto...GNU PDF Creator ha più possibilità, tipo: risuluzione personalizzabile, scelta della versione del formato PDF, gestione del livello di compressione e ricampionamenti, gestione dei font, firma digitale, modelli RGB / CYMK, ecc. ecc.inoltre, GNU PDF Creator permette anche la "stampa" in molti altri formati (PS, PNG, JPG, TIFF, SVG ecc.) oltre che in PDF...
      • Giacomo scrive:
        Re: un consiglio
        PDF Creator mi sembra un ottimo software, personalizzabile, sempre in evoluzione... non sento la necessità di emulatori a codice chiuso.Per quanto riguarda la creazione di PDF a partire da documenti, ovviamenti LibreOffice e OpenOffice hanno il tasto per creare direttamente il pdf (e volendo anche ibrido).Giacomo
Chiudi i commenti