BlackBerry, futuro androide

L'azienda canadese incamera l'ennesimo trimestre negativo, preparandosi altresì a un futuro che parla la lingua di Google. Blackberry rilascerà presto un terminale Android, anche se non sarà il solito Android

Roma – BlackBerry ha comunicato i risultati finanziari per il secondo trimestre dell’anno fiscale, e si tratta ancora una volta di numeri infelici. La ex-RIM è disperata, in sostanza, al punto da confermare candidamente le tante indiscrezioni di questi mesi presentando il suo futuro terminale: uno smartphone Android. Che però difenderà la privacy degli utenti, promette la corporation.

In totale, i ricavi trimestrali registrati da BlackBerry nel secondo trimestre ammontano a 490 milioni di dollari, un -46,5 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e ben al di sotto dei 605,3 milioni attesi dai pur non ottimistici calcoli degli analisti. Per dare un’idea della parabola discendente in cui è intrappolata l’azienda, nel 2011 il business dei cellulari canadesi valeva la bellezza di 19 miliardi di dollari: i ricavi sono crollati mentre i profitti sono evaporati, e ora l’azienda registra perdite per 84 milioni di dollari.

Nel tentativo di recuperare il terreno perduto nella vendita dei dispositivi hardware – che al momento vale il 41 per cento dell’intero business – BlackBerry ha quindi annunciato, in concomitanza con i risultati dell’ultimo trimestre, l’arrivo di un nuovo smartphone basato su Android e chiamato “Priv”.

Noto in precedenza come Blackberry Venice e oggetto di indiscrezioni su hardware, software e tutto quanto, Priv avrà la missione autoesplicativa di difendere la privacy dell’utente e contemporaneamente di mettere a sua disposizione il ricco “parco giochi” delle app Android disponibili sullo store Play.

Il terminale arriverà nei primi mesi del 2016, farà girare la versione più recente di Android (5.1.1) e sarà dotato di una micro-tastiera QWERTY fisica accessibile facendo scorrere il display verso l’alto; l’interfaccia non sarà esattamente quella standard di Android , ovviamente non mancheranno le app BlackBerry per la messaggistica e la comunicazione sicure e le specifiche hardware di cui al momento si chiacchiera includono un display 1440p da 5,4 o 5,6 pollici, SoC Snapdragon 808, 3GB di RAM, 32GB di storage (con lettore di scheda di memoria SD) e doppia fotocamera da 18 e 5 megapixel.

Con Priv BlackBerry dimostra di voler andare oltre la dipendenza BB10, il sistema operativo fatto in casa che in questi anni non ha ottenuto il successo sperato e propone una disponibilità di app non proprio esaltante. La piattaforma BlackBerry continuerà a essere aggiornata, promette l’azienda canadese. Almeno per il momento.

La prima apparizione ufficiale del prodotto, inoltre, non pare esattamente di buon auspicio: nel presentare le caratteristiche di Priv, il CEO John Chen ha dimostrato di non sapere esattamente di cosa stesse parlando.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • trilione scrive:
    mille miliardi
    nella notazione anglosassone "trilion" indica un milione di milioni, (o mille miliardi), mentre "bilion" equivale a mille milioni (cioè un miliardo). In italiano invece un bilione è considerato essere un milione di milioni (mille miliardi), e un trilione un milione di milioni di milioni (cioè un milione di miliardi). Quindi la traduzione di "trilion" nell'articolo è impropria, occorreva scrivere"mille miliardi" o al più "un milione di milioni". Lo dico perché è un errore molto frequente, dato che si traduce sempre "bilion" con bilioni, quando invece si tratta di miliardi. Gira la testa?
  • xcaso scrive:
    La grossa legge del karma.
    Occhio ragazzi ad appoggiare le ciapette sul water.Prima o poi il controllo passerà anche da quelle parti.
  • bubba scrive:
    che spreco di soldi
    che spreco di soldi, maronna..... ma almeno adesso che li hanno beccati, faranno repulisti di questa zozzeria (riempiendo gli hd di porni e mp3, magari, ..molto piu' utile) o continuano a tenerla li' per i prossimi decenni ?
    • hhhh scrive:
      Re: che spreco di soldi
      - Scritto da: bubba
      che spreco di soldi, maronna..... ma almeno
      adesso che li hanno beccati, faranno repulisti di
      questa zozzeria (riempiendo gli hd di porni e
      mp3, magari, ..molto piu' utile) o continuano a
      tenerla li' per i prossimi decenni
      ?Gli HD pieni di porni li hanno già: monitoravano i "pericolosi terroristi" che visitavano RedTube, e registravano, tra le altre cose, 'metadati' quali user-id e password (sì li consideravano metadati in modo da poterli registrare).Poi ormai l'opinione pubblica si è stufata di queste robe sulla privasi, e non alzerà neppure un sopracciglio...
      • bubba scrive:
        Re: che spreco di soldi
        - Scritto da: hhhh
        - Scritto da: bubba

        che spreco di soldi, maronna..... ma almeno

        adesso che li hanno beccati, faranno
        repulisti
        di

        questa zozzeria (riempiendo gli hd di porni e

        mp3, magari, ..molto piu' utile) o
        continuano
        a

        tenerla li' per i prossimi decenni

        ?

        Gli HD pieni di porni li hanno già: monitoravano
        i "pericolosi terroristi" che visitavano RedTube,
        e registravano, tra le altre cose, 'metadati'
        quali user-id e password (sì li consideravano
        metadati in modo da poterli
        registrare).ma i metadati non sono porni (oddio, si forse agli analyst eccita vedere quelle info)... io parlo proprio di .avi e .mp4 ben organizzati :) meglio quelli che infarcire gli hd con la spazzatura che ammassavano da anni.. :P
        Poi ormai l'opinione pubblica si è stufata di
        queste robe sulla privasi, e non alzerà neppure
        un
        sopracciglio...questo e' certamente possibile... anche perche' quando una cosa e' contemporaneamente massiva ed "eterea/fumosa", e' difficile sia scapparne che rendersene conto VERAMENTE...... sarebbe piu' utile che gli omini di theintercept tirassero fuori quanto e' costato agli inglesi di tasse il mantenere sta baracca gigante...
        • hhhh scrive:
          Re: che spreco di soldi
          - Scritto da: bubba
          ma i metadati non sono porni (oddio, si forse
          agli analyst eccita vedere quelle info)... io
          parlo proprio di .avi e .mp4 ben organizzati :)e ma secondo cosa se ne fanno degli user-id e delle password ;)

          Poi ormai l'opinione pubblica si è stufata di

          queste robe sulla privasi, e non alzerà neppure

          un

          sopracciglio...
          questo e' certamente possibile... anche perche'
          quando una cosa e' contemporaneamente massiva ed
          "eterea/fumosa", e' difficile sia scapparne che
          rendersene conto VERAMENTE...... purtroppo è la difficoltà l'unico punto chiave.Tutti quelli che conosco se ne sbattono perché è troppo complicato prendere precauzioni e non hanno voglia di sbattersi perché 'tanto che gli frega dei miei messaggini?'Al di là dei mille motivi per cui esiste la privacy, quando uno di costoro sarà diventato presidente di qualcosa, allora gliene importerà eccome, ma sarà troppo tardi.
    • Stagnola scrive:
      Re: che spreco di soldi
      - Scritto da: bubba
      che spreco di soldi, maronna..... ma almeno
      adesso che li hanno beccati, faranno repulisti di
      questa zozzeria (riempiendo gli hd di porni e
      mp3, magari, ..molto piu' utile) o continuano a
      tenerla li' per i prossimi decenni
      ?eventuali ricatti futuri?
    • Macaca Sylvana scrive:
      Re: che spreco di soldi
      - Scritto da: bubba
      che spreco di soldi, maronna..... E che gli frega? tanto son soldi del contribuente!
      • bubba scrive:
        Re: che spreco di soldi
        - Scritto da: Macaca Sylvana
        - Scritto da: bubba

        che spreco di soldi, maronna.....
        E che gli frega? tanto son soldi del contribuente!(...) sarebbe piu' utile che gli omini di theintercept tirassero fuori quanto e' costato agli inglesi di tasse il mantenere sta baracca gigante...
Chiudi i commenti