Blu profondo per i conti Sony

L'azienda giapponese lancia un avviso sul bilancio del 2013, che presenterà tra 2 settimane. Il crollo della vendita di supporti Blu-Ray si farà sentire, assieme alla dismissione della divisione PC
L'azienda giapponese lancia un avviso sul bilancio del 2013, che presenterà tra 2 settimane. Il crollo della vendita di supporti Blu-Ray si farà sentire, assieme alla dismissione della divisione PC

I conti Sony del 2013 saranno in rosso: l’azienda ha diramato un avviso per comunicare una correzione sulle stime del bilancio che sarà presentato il 14 maggio , bilancio che secondo le prime previsioni poteva essere in attivo e che invece chiuderà con un disavanzo di oltre 1 miliardo di dollari . Era già successo nel 2011, e allora l’azienda nipponica aveva preso iniziative drastiche per rimettere in sesto i conti: questa volta, promette il management, non si farà niente di meno.

Nel corso dei mesi passati Sony aveva già fatto degli annunci in merito al bilancio stimato per il 2013: inizialmente si era parlato di profitti, sull’onda dei risultati positivi ottenuti nel 2012 , ma pian piano la situazione è andata facendosi più complessa. Nonostante il successo della Playstation 4 , a Sony manca un best-seller in comparti in cui la concorrenza fa faville: TV, smartphone, tablet, macchine fotografiche sono i punti forte delle altre aziende, e che invece stentano nell’offerta Sony. Per questo, come da indicazioni del CEO Kazuo Hirai , l’azienda ha avviato da tempo un processo di ristrutturazione che ha già portato alla vendita della divisione PC (produttrice dei noti Vaio), e che presto potrebbe anche produrre l’esternalizzazione del comparto TV.

Proprio la vendita dei Vaio a Japan Industrial Partners ha prodotto però una inaspettata recrudescenza di spese: serviranno oltre 200 milioni di euro (30 miliardi di yen) per portare a termine l’operazione, che si concluderà il 1 giugno di quest’anno. Sony ha poi deciso di rivalutare il valore delle proprie operazioni legate ai supporti ottici : la domanda di dischi Blu-Ray, il formato sostenuto dall’industria dell’intrattenimento per la distribuzione dei contenuti, è in forte calo soprattutto in Europa. Il momento della transizione definitiva da distribuzione fisica a distribuzione digitale è probabilmente imminente, e dunque Sony deve registrare altre perdite milionarie per adeguare i suoi volumi produttivi e i suoi stabilimenti al quadro mutato.

Al momento il principale strumento di correzione dei conti, per Sony, è legato alla vendita e alla valorizzazione del cospicuo patrimonio finanziario e immobiliare dell’azienda : la cessione di alcuni palazzi nel centro di Tokyo ha prodotto utili significativi, che Sony potrebbe tentare di bissare vendendo altri gioielli della corona.

Luca Annunziata

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 05 2014
Link copiato negli appunti