Canone Rai: chi può chiedere l'esonero con le novità 2023

Canone Rai: chi può chiedere l'esonero con le novità 2023

Il nuovo anno non porterà le tanto attese novità annunciate per il Canone Rai, nondimeno vediamo come chiedere l'esonero per il 2023.
Il nuovo anno non porterà le tanto attese novità annunciate per il Canone Rai, nondimeno vediamo come chiedere l'esonero per il 2023.

Il Canone Rai resterà in bolletta e questa, contrariamente a quanto si possa pensare, è una novità. Infatti, eravamo tutti pronti a non dover più vedere l’importo rateizzato ogni due mesi sulla bolletta della luce. Tuttavia, la decisione del Ministero dell’Economia e delle Finanze si è pronunciata in merito:

Le voci di un’esclusione del Canone Rai dalla bolletta elettrica non risultano, alla luce del lungo lavoro istruttorio in corso, fondate.

Una notizia che non è stata accolta a braccia aperte dai tanti cittadini che speravano in un cambiamento e dai diversi politici che avevano promesso in campagna elettorale l’abolizione di questa tassa. Intanto l’anno nuovo deve ancora arrivare perciò chissà se le cose nel frattempo cambieranno.

Nondimeno, mancano ormai pochi giorni al 2023 perciò è il caso di dare un’occhiata alle modalità di richiesta di esonero dal Canone Rai. Come in precedenza, sono due le categorie che potrebbero evitare di pagare l’abbonamento radiotelevisivo italiano:

  1. tutti coloro che hanno compiuto 75 anni e che dichiarano un reddito annuo inferiore o uguale a 8.000 euro;
  2. tutti i cittadini che non possiedono una TV o un apparecchio con sintonizzatore atto alla ricezione dei canali in chiaro pur essendo titolari di una o più utenze elettriche.

Canone Rai: come e quando richiedere l’esonero per il 2023

Dal 1° luglio 2022 e fino al 31 gennaio 2023 compreso sarà possibile inviare la domanda di esonero dal Canone Rai per tutto l’anno di tassazione 2023. Potranno compilare il Modello di Dichiarazione Sostitutiva e inviarlo all’Agenzia delle Entrate coloro che rientrano nelle due categorie precedentemente elencate.

Chi ha compiuto i 75 anni dovrà compilare debitamente e inviare il documento disponibile al download a questo link. Chi invece non possiede un apparecchio con sintonizzatore TV in casa dovrà invece scaricare il modulo da quest’altro link. Tuttavia per questi ultimi è possibile anche presentare la richiesta tramite applicazione Web.

Una volta seguite tutte le istruzioni per la compilazione corretta del Modello di Dichiarazione Sostitutiva in PDF si dovrà consegnare il tutto con i relativi documenti richiesti all’Agenzia delle Entrate. Le modalità di inoltro sono quelle elencate sul sito ufficiale dell’ente di riscossione:

  • tramite gli intermediari abilitati (Caf, professionisti, ecc…);
  • tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale I di Torino, Ufficio Canone TV, Casella Postale 22 – 10121 Torino. È necessario, in questo caso, allegare anche un valido documento di riconoscimento;
  • tramite posta elettronica certificata, purché la dichiarazione stessa sia sottoscritta mediante firma digitale, coerentemente con quanto previsto dagli articoli 48 e 65 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’Amministrazione Digitale). La dichiarazione firmata digitalmente dovrà essere inviata mediante PEC all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it, entro gli stessi termini previsti dal provvedimento del Direttore dell’Agenzia per le altre modalità di invio (plico raccomandato senza busta o invio telematico).
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 11 dic 2022
Link copiato negli appunti