Canone Rai: qualcosa sta mettendo in pericolo questa tassa

Canone Rai: qualcosa sta mettendo in pericolo questa tassa

C'è qualcosa di molto serio che da oltreoceano sta mettendo in serio pericolo l'esistenza futura e la reale sopravvivenza del Canone Rai.
C'è qualcosa di molto serio che da oltreoceano sta mettendo in serio pericolo l'esistenza futura e la reale sopravvivenza del Canone Rai.

Il futuro del Canone Rai, così com’è, sarebbe in pericolo. A confermarlo è una notizia arrivata oltreoceano che ha come protagonista YouTube. Il colosso dello streaming gestito da Google sarebbe al lavoro per testare una nuova funzionalità particolarmente concorrenziale.

Si tratta di un nuovo servizio, chiamato FAST (acronimo di “Televisione in streaming gratuita supportata da pubblicità”), che si propone come una fonte alternativa di canali TV gratuiti. Un po’ come Pluto TV, sostenuto da pubblicità. Il fatto è che queste soluzioni in streaming stanno segnando un passo importante.

Che sia una piattaforma così famosa a studiare questa modalità di intrattenimento è alquanto significativo. Questo perché potrebbe essere un ottimo assist a chi è già pronto per segnare un goal al Canone Rai. In altre parole, YouTube sta cercano la strada giusta per fare concorrenza al digitale terrestre.

Negli Stati Uniti d’America YouTube sta impensierendo molto le piattaforme di streaming live sportive. Infatti, da un po’ di tempo a questa parte ha acquistato i diritti della NFL per trasmettere le partite sui suoi canali. L’idea è quella di generare un’offerta simile e completa in tutto il mondo.

Anticipa i tempi abbandonando il digitale terrestre scegliendo una soluzione streaming che ti permette di non pagare il Canone Rai, ma allo stesso tempo accedere a tutte le piattaforme streaming e anche canali TV tramite internet. Attualmente su Amazon c’è la Fire TV Stick Lite a soli 29 euro.

fire-tv-stick-lite-amazon-addio-canone-rai

Canone Rai alle strette? You Tube è al lavoro per offrire canali TV gratuiti

YouTube è quindi ai test per una funzionalità che presto dovrebbe offrire agli utenti canali TV gratuiti. La notizia ha spaventato le varie piattaforme di streaming e anche chi vive di televisione come Mamma Rai che potrebbe vedere i suoi utenti crollare chiedendo l’esenzione dal Canone Rai.

Questo perché ad oggi il Canone TV è dovuto solo se si possiede un apparecchio televisivo con sintonizzatore TV. Nel frattempo Google ha recentemente confermato di essere al lavoro per offrire canali TV gratuiti tramite YouTube. Al Wall Street Journal ha dichiarato:

Siamo sempre alla ricerca di nuovi modi che hanno l’obiettivo di fornire agli spettatori una destinazione centrale per trovare, guardare e condividere più facilmente i contenuti che contano di più per loro.

Ovviamente i tempi sono ancora prematuri per poter definire un futuro in merito. Tuttavia, la soluzione streaming – se solo la rete in Italia fosso più stabile ovunque – sta diventando quella preferita da molti utenti che hanno già abbandonato il digitale terrestre chiedendo quindi l’esenzione dal Canone Rai.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Fonte: Engadget
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 22 gen 2023
Link copiato negli appunti