Cina, muore per l'esplosione del cellulare

Un operaio, intento ad alcune operazioni di saldatura, è morto in seguito all'esplosione della batteria del telefonino che teneva in tasca
Un operaio, intento ad alcune operazioni di saldatura, è morto in seguito all'esplosione della batteria del telefonino che teneva in tasca

Roma – Torna alla ribalta la presunta pericolosità delle batterie dei dispositivi elettronici, per un tragico episodio avvenuto in Cina, dove un ragazzo di 22 anni è morto in seguito all’esplosione della batteria del suo telefono cellulare.

Stando alla descrizione fornita da Breitbart.com , in seguito agli effetti dell’esplosione improvvisa, il giovane è stato colpito ad una costola che, fratturatasi, è arrivata a trafiggere il cuore. L’esplosione – violentissima, secondo la descrizione fornita da alcuni testimoni – è avvenuta in un momento di esposizione ad alte temperature: l’operaio, che aveva il cellulare in tasca, era infatti intento ad ultimare alcune operazioni di saldatura.

Dopo l’incidente, il giovane è stato trasportato in ospedale, dove è deceduto poco tempo dopo. Non sono disponibili informazioni sul modello di cellulare, né sul produttore della batteria. La magistratura locale ha comunque aperto un’inchiesta per far luce sulle possibili cause del terribile incidente.

Questa notizia fa tornare la memoria al caso delle batterie difettose dei notebook Dell ed Apple , prodotte da Sony , che i due produttori di computer americani si erano visti costretti a ritirare dal mercato in quantità colossale (oltre 4 milioni di unità per Dell e quasi 2 milioni per Apple) per difendere la propria reputazione, in seguito ad alcuni incidenti che avevano guadagnato risonanza mondiale. Allo stesso modo non erano mancati episodi preoccupanti o che hanno richiesto indagini sul fronte della telefonia mobile, ma mai si era verificato un incidente così grave.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 07 2007
Link copiato negli appunti