Computex, Intel a tutto Core

Il colosso statunitense invade Taipei con i suoi nuovi processori per tablet ultra-sottili, PC enthusiast e gadget indossabili. Un nuovo mercato reso possibile dal progresso della tecnologia inventata da Intel, dice Intel

Roma – L’appuntamento di Intel con l’edizione 2014 del Computex di Taipei ha offerto novità per tutti i gusti e tutte le esigenze hi-tech, dai sistemi ultra-portatili e ultra-sottili (per cui la corporation teneva in serbo anche un design di riferimento da mostrare agli OEM) ai processori per PC di classe enthusiast, passando per il nuovo business del wearable computing.

La principale novità tecnologica di Santa Clara per sistemi ultraportatili si chiama Core M , una serie di processori basata sulla nuova microarchitettura Broadwell dove il focus si sposta dalle performance a un consumo energetico ridotto che non vada oltre i 10 Watt.

Core M è “il processore più efficiente dal punto di vista energetico” creato nella storia di Intel, ha sostenuto il presidente di Intel Renee James nel suo keynote di Taipei, e per dimostrare le capacità della CPU l’azienda ha mostrato un tablet basato su design di riferimento noto come Llama Mountain . Llama Mountain contiene “la più piccola motherboard completa esistente al mondo”, è pensato per realizzare tablet da 12,5 pollici capaci di far girare un sistema operativo di classe PC (Windows 8.1), nonostante lo spessore inferiore a quello di un gadget mobile come iPad Air.

Archiviata la pratica mobile, al Computex Intel ha dato spazio anche alle CPU per computer propriamente detti con la (nuova) presentazione di Devil’s Canyon : i due nuovi processori quad-core (Haswell) sono Core i7-4790K e Core i5-4690K , girano a una frequenza di base di 4 GHz (i7, 3,5GHz per il nuovo i5), vanno a 4,4 GHz in modalità Turbo (3,9 GHz su i5) e sono pensati per favorire l’overclock grazie al moltiplicatore sbloccato. Moltiplicatore sbloccato anche per Pentium G3258, edizione speciale per il 20esimo anniversario del celebre brand di processore con due core e frequenza di clock base da 3,2GHz.

Per quanto riguarda il wearable computing, infine, Intel sottolinea come l’evoluzione tecnologica che ha portato dai primi microprocessori della storia (Intel 4004) ai moderni “mostri” di performance (Core i7, Xeon ecc) favorisce oggi la nascita di questo nuovo mercato di nano-dispositivi ubiqui e intelligenti. Intel vuole dire la sua anche in questo caso, ovviamente, e intende farlo servendosi di connettività “cloud”, suggerimenti di nuovi concept da parte del pubblico e form factor “fashion” ma con la capacità di migliorare concretamente la vita delle persone.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    I mezzi anfibi
    Mi sembrano come i mezzi anfibi, goffi su strada, e goffi in acqua. Fanno entrambe le cose ma non saranno mai veloci e agili su strada e neppure in acqua.Cerniere delicate.Corpi sottili quindi batterie dall'autonomia bassissima.Schermi touch che dopo poco diventano luridi.Ma servono davvero questi ibridi? Saranno scuse per fare comprare ancora inutility alla gente?
  • c.a. scrive:
    bello
    Ma un tavolo dove appoggiarsi? M'ha fatto venire il mal di mare con quella ripresa.Per il resto, wow asus sempre un passo avanti a rischiare nuovi modi di usare un ibrido.
  • frakie scrive:
    peccato
    Peccato che lo smartphone non ha windows sopra: sostanzialmente quel che hanno fatto e' un windows-laptop/tablet a cui si attacca uno smartphone, ma questo gia' si puo' fare con un normale smartphone. Invece se fosse stato uno smartphone windows, a cui si poteva "estendere" lo schermo per farlo funzionare come tablet/laptop, quello si che sarebbe stato utile, si sarebbe avuto il pc nel proprio telefono.
    • iRoby scrive:
      Re: peccato
      Quello lo ha fatto Canonical con Ubuntu Touch.Il telefono Ubuntu diventa un computer completo quando lo attacchi alla docking.
  • Etype scrive:
    Convertibile
    Bei convertibili :)Mitica ASUS :)
    • Prozac scrive:
      Re: Convertibile
      - Scritto da: Etype
      Bei convertibili :)

      Mitica ASUS :)Il TransformerBook T300Chi è un parente stretto del mio TransformerBook T300LA.Ha schermo con dimensioni diverse 12.5" contro i 13.3" del mio ma con risoluzione spettacolare (il mio si ferma a 1920x1080).Altra caratteristica che mi attrae è il fatto di avere il 4G incorporato (il mio ha solo il Wi-Fi).Inoltre questa versione mi sembra sottilissimo!!!
Chiudi i commenti