Conto corrente per protestati, ecco chi lo offre

Conto corrente per protestati, ecco chi lo offre

I protestati hanno diritto a un conto corrente? Certo, ma molte banche sono riluttanti. Per questo motivo N26 offre una soluzione semplice e ottima
I protestati hanno diritto a un conto corrente? Certo, ma molte banche sono riluttanti. Per questo motivo N26 offre una soluzione semplice e ottima

Essere considerati dal CRIF (Centrale dei Rischi Bancari) protestati o cattivi pagatori è controproducente per diversi ragioni.

Oltre a non poter più chiedere finanziamenti di vario genere, a volte a queste persone viene impedito anche di aprire un conto corrente.

Per fortuna esiste una soluzione: N26. È una banca diretta tedesca che consente a un protestato o cattivo pagatore di aprire un conto corrente online.

Conto corrente per protestati: cos’è?

Un conto corrente per protestati è un prodotto bancario particolare che offre alle persone segnalate al CRIF di avere un proprio conto corrente.

Di norma sono prodotti che non consentono l’accesso ai prestiti. Il motivo è semplice: anche se la legge non vieta a queste persone di aprire conti bancari, le banche sono molto riluttanti a farlo.

La soluzione arriva da quelle chiamate carte conto e dai conti correnti online. Essendo prodotti bancari di ultima generazione, consentono agli utenti di pagare online tramite un PC e un dispositivo mobile.

Inoltre possono prelevare denaro presso gli ATM convenzionati oppure di pagare con la carta nei negozi fisici. Alla carta di pagamento è associato un codice IBAN, che consente quindi di effettuare e ricevere bonifici bancari.

La soluzione offerta da N26

protestati

Con il conto corrente online di N26 viene emessa una carta prepagata appartenente al circuito MasterCard. Per aprire un conto bisogna cliccare qui.

Usando l’app di N26 è possibile tenere sotto controllo le finanze e i vari movimenti. Siccome è presente un codice IBAN, si possono ricevere e inviare bonifici bancari in 19 valute differenti.

L’attivazione del conto è gratuita, così come il canone annuo per la versione standard. Per quanto riguarda le commissioni di prelievo, sono gratuiti se gli stessi avvengono presso gli ATM di istituti bancari in Euro.

I limiti di spesa giornalieri sono di 5.000 euro, mentre i prelievi possono arrivare fino a 2.500 euro al giorno. La carta può essere ricaricata tramite bonifico bancario.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 8 nov 2022
Link copiato negli appunti