Cortana, Alexa e l'integrazione mancata

I due assistenti digitali avrebbero dovuto cominciare a "collaborare" entro la fine dell'anno appena passato. L'integrazione arriverà presto, dicono le aziende interessate

Roma – Scadenza non rispettata per la collaborazione tra Cortana e Alexa , le due intelligenze artificiali di Microsoft e Amazon destinate a invocare l’una l’aiuto dell’altra a beneficio dell’utente. L’estate scorsa le due corporation avevano annunciato l’avvio della partnership entro il 2017, ora siamo al 2018 e i diretti interessati continuano a promettere novità in arrivo “a breve”.

Stando alle ultime dichiarazioni ufficiali , Amazon dice di essere “al lavoro” sull’integrazione tra Cortana e Alexa con novità in arrivo quanto prima; altrettanto positive le dichiarazioni di Microsoft , che promette di condividere “presto” nuove informazioni con il pubblico.

In occasione dell’annuncio originario, gli alti papaveri di Microsoft e Amazon avevano sottolineato i “benefici reciproci” derivanti dall’integrazione fra Cortana e Alexa, un modo per permettere agli utenti di accedere alle abilità specifiche delle due IA in relazione alle singole richieste.

Semplicità di utilizzo, interessi dell’utente, disponibilità estesa delle tecnologia della IA: nulla di tutto questo si è al momento concretizzato nonostante le dichiarazioni di alto profilo sulla partnership. Per chi crede ancora alle promesse delle aziende di rete, il futuro è luminoso.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    AL T-1000
    [img]http://distintiepopolari.myblog.it/media/00/01/325921530.jpg[/img]
  • f47ff553951 scrive:
    pubblicita
    ma l'ultimo video postato sul suo canale ha scatenato una polemica che potrebbe affossare la carriera del vlogger. Anche se il tizio ha decine di milioni di sottoscrittori per la maggioranza della popolazione reale fino a ieri era praticamente uno sconosciuto. La polemica sembra più una bella mossa pubblicitaria e la maniera in cui tutti i mezzi di comunicazione sono corsi a riportare la notizia mi fa pensare che il tizio sia il solito raccomandato destinato in futuro a diventare "personaggio famoso".
  • xte scrive:
    Quanta ipocrisia
    Aveva proprio ragione Goebbels: ammazza 1-10-100 bambini e tutto il mondo sarà contro di te, ammazzane 1-10-100 MILIONI e il mondo non farà nulla, semplicemente non crederà alla cosa. Manco sbattendoci la faccia.Non vi scandalizzate (in massa, ovvio, non il singolo lettore) per la dittatura che ci stan costruendo intorno, non vi scandalizzate per tutte le stragi del mondo, ma c'è il sollevamento popolare per un singolo suicida (ammesso fosse vero). UAU. Siamo messi bene.Ma ditemi la madre dei polli è sempre fertile? Non va proprio mai in menopausa?
    • Ciccio sociologo scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      No, mai. I polli sono fondamentali nella dieta di ricchi e potenti.
    • torino in testa scrive:
      Re: Quanta ipocrisia
      Ed ecco arrivato il benaltrista. Ma certo, perché finché non togliamo di mezzo tutte le dittature del mondo non posiamo indignarci se un XXXXXXXX su YouTube trova una persona che s'è suicidata e decide fare l'XXXXXXXXX facendoci un video e mettendoci battutine.
Chiudi i commenti