Criptovalute: la Banca Centrale Russa allenta la sua opposizione

Criptovalute: la Banca Centrale Russa allenta la sua opposizione

La Banca Centrale Russa ha deciso di allentare la sua opposizione nei confronti delle criptovalute vedendole utili nel commercio internazionale.
La Banca Centrale Russa ha deciso di allentare la sua opposizione nei confronti delle criptovalute vedendole utili nel commercio internazionale.

La Banca Centrale Russa ha cambiato direzione in merito al mercato crittografico. Si tratta propriamente di un’inversione di rotta, contrariamente a quanto ha sempre dichiarato fino a non molto tempo fa. Infatti, secondo gli ultimi aggiornamenti sembra aver allentato la sua opposizione verso le criptovalute.

Ad aver rivelato ciò è stato un alto funzionario della banca. Martedì 31 maggio 2022 ha affermato che la Banca Centrale Russa vuole consentire l’uso delle criptovalute per i pagamenti internazionali. Una notizia davvero incredibile per la criptosfera che, a quanto pare, ha perso un nemico storico ritrovandolo come amico.

Ciò nonostante, Ksenia Yudaeva, Primo Vice Governatore, ha voluto ricordare che questa apertura non cambia l’idea che la Banca Centrale Russa ha nei confronti delle criptovalute. Rimangono perciò nel campo dei “rischi relativamente elevati” a cui prestare attenzione.

Questa notizia fortemente rialzista farà sicuramente bene al sentiment degli investitori, alimentando quello positivo. Se vuoi investire in asset digitali non devi fare altro che aprire un conto gratuito su Binance. Questo exchange è il primo al mondo per volume di transazioni e offre le migliori funzionalità per entrare in questo mercato.

Criptovalute e Russia: una nuova apertura all’orizzonte

Solo qualche giorno fa la Russia aveva fatto sapere di voler regolamentare il mining delle criptovalute. Il Vice Capo dell’Industria e del Commercio, Vasily Shpak, è stato chiaro in merito alla visione del Paese nei confronti di questa attività:

L’attività mineraria deve essere riconosciuta, regolamentata e inserita nell’attività industriale.

A questa affermazione si aggiunge ora quella della Banca Centrale Russa che vede le criptovalute come possibile vantaggio nel commercio internazionale. Inoltre, questa è stata l’occasione per far sapere al mondo, secondo quanto dichiarato sempre da Yudaeva, che i rischi di instabilità finanziaria in Russia sono diminuiti.

Stando a quanto spiegato dal Primo Vice Governatore, gran parte delle banche russe ora possiedono “un’ampia liquidità di valuta estera“. Davvero i pericoli si sono allentati e la situazione economica del Paese sta migliorando? L’esperienza lascia comunque qualche dubbio, ma resta il fatto che un passo in avanti verso le criptovalute ora è stato fatto anche dalla Banca Centrale Russa.

Una buona notizia per il mondo delle criptovalute. Puoi approfittare di questo momento bullish per investire in asset digitali aprendo un conto gratuito su un exchange. Ce ne sono molti disponibili, ma non tutti offrono la completezza di Binance. Questa piattaforma non solo è all’avanguardia, ma mette al primo posto la sicurezza e ora è regolamentata anche in Italia.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Reuters
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 1 giu 2022
Link copiato negli appunti