Criptovalute: il Regno Unito vuole riconoscerle come forma di pagamento

Criptovalute: il Regno Unito vuole riconoscerle come forma di pagamento

Il Governo del Regno Unito ha annunciato che sono pronti i piani per riconoscere le criptovalute come valida forma di pagamento nel Paese.
Il Governo del Regno Unito ha annunciato che sono pronti i piani per riconoscere le criptovalute come valida forma di pagamento nel Paese.

Il Governo del Regno Unito, in un comunicato stampa ufficiale, ha annunciato un’importantissima novità a tema crittografico. In sostanza, la volontà è quella di introdurre le criptovalute come forma di pagamento valida nel Paese. L’obiettivo, nella fattispecie, punta ad accettare le stablecoin nell’ambito di una visione più ampia che vedrebbe la Gran Bretagna come hub globale crittografico.

Sono esattamente tre i punti principali a cui il Regno Unito vuole giungere introducendo le criptovalute. Il primo riguarda le stablecoin, la cui regolamentazione aprirà la strada all’uso degli asset digitali come forma di pagamento approvata e riconosciuta. Il secondo, invece, comprende una serie di misure che trasformeranno il Regno Unito in un hub crittografico globale per tecnologia e investimenti.

Infine, il terzo, include la legislazione di una “sandbox delle infrastrutture del mercato finanziario”, per sostenere l’innovazione delle aziende, un “CryptoSprint“, seguito da FCA e Royal Mint su NFT, e un gruppo di lavoro specifico per collaborare con l’industria.

Si tratta quindi di un programma molto dettagliato che vede come protagoniste le criptovalute. La loro adozione è in costante aumento e non dà segni di sosta. Potrebbe essere un buon momento per investire in asset digitali. Bitstamp è un exchange completo che offre diverse soluzioni di trading crypto.

Criptovalute e Regno Unito: l’adozione crittografica continua

Continua in tutto il mondo l’adozione delle criptovalute. Così anche il Regno Unito ha compreso il potenziale crittografico decidendo di attuare un piano capace di portare gli asset digitali verso la legalizzazione. Come già detto all’inizio, l’obiettivo è quello di rendere le stablecoin un valido strumento di pagamento per mantenersi al passo con la tecnologia, soprattutto in ambito finanziario. Inoltre, aggiungiamo noi, potrebbe anche essere una soluzione alle conseguenze dell’uscita dall’Unione Europea del 31 gennaio 2020.

In merito a questo annuncio e al fitto programma di introduzione delle criptovalute nel Paese, si è espresso il Cancelliere Rishi Sunak. Ecco cosa ha dichiarato, spiegando nel dettaglio le scelte che il Governo del Regno Unito ha preso proprio sulla base di una prossima introduzione delle stablecoin nei sistemi di pagamento ufficiali. Da quanto emerge si evince che l’intenzione principale riguarda l’industria locale e il suo sostegno:

La mia ambizione è rendere il Regno Unito un hub globale per la tecnologia delle criptovalute e le misure che abbiamo delineato oggi contribuiranno a garantire che le aziende possano investire, innovare e crescere in questo paese.
Vogliamo vedere le imprese di domani – e i posti di lavoro che creano – qui nel Regno Unito, e regolamentando in modo efficace possiamo dare loro la fiducia di cui hanno bisogno per pensare e investire a lungo termine.
Questo fa parte del nostro piano per garantire che l’industria dei servizi finanziari del Regno Unito sia sempre all’avanguardia nella tecnologia e nell’innovazione.

Una notizia che sta facendo molto bene al sentiment positivo delle criptovalute, di questi tempi minato dalla recente guerra tra Russia e Ucraina. Un modo per salire su questo treno innovativo è iniziare ad acquistare asset digitali. Lo puoi fare attraverso un buon exchange. Tra quelli disponibili Bitstamp offre un’ampia gamma di crypto, comprese anche diverse stablecoin.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: GOV.UK
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 5 apr 2022
Link copiato negli appunti