Criptovalute: la Russia ha deciso di vietarle completamente

Criptovalute: la Russia ha deciso di vietarle completamente

La Banca di Russia è determinata e non vuole che le criptovalute circolino nel Paese. Scopriamo cosa ha dichiarato la presidente Nabiullina.
La Banca di Russia è determinata e non vuole che le criptovalute circolino nel Paese. Scopriamo cosa ha dichiarato la presidente Nabiullina.

In linea con la Cina anche la Banca Centrale Russa ha di nuovo confermato la sua volontà di vietare completamente le criptovalute nel Paese. Non si tratta di una linea prudente, ma fortemente contraria alle monete digitali crypto. Quali sono le motivazione che spingono il Cremlino in questa direzione? Cerchiamo di capirlo direttamente dalle dichiarazioni della presidente della Banca Centrale Russa, Elvira Nabiullina.

 

La Banca di Russia vieta con fermezza le criptovalute

Queste criptovalute sono anonime, nessuno è responsabile per loro e, a nostro parere, uno stato responsabile non dovrebbe stimolare la loro diffusione. Ho già parlato del Rublo Digitale che, a nostro parere, dovrebbe svilupparsi“. Sono queste le parole della presidente della Banca Centrale Russa che sintetizzano la posizione di un Paese nei confronti delle criptovalute. Tante volte i termini di discorso vanno nella direzione di “uno stato responsabile” che, come tale, non dovrebbe spingere alla diffusione di una moneta che non ha regolamentazioni.

Addirittura Elvira Nabiullina ne parla come di “valute private che fingono di essere denaro“. Non ci sono quindi dubbi rispetto a come vengono considerate le criptovalute in Russia. Interessante però che, in alternativa a una regolamentazione delle stesse, la Banca Centrale proponga, come criptovalute legali, il Rublo Digitale. Un po' come l'Europa che sta pensando di affiancare una moneta digitale a quella fisica non distinguendole sul piano del corso legale, ma solo nella modalità di pagamento e poche altre caratteristiche. Come se il problema fosse, secondo l'idea di alcuni esperti, solo la lotta all'evasione fiscale.

Quindi, a detta della Banca Centrale Russa, è bene non commettere un errore di forma. Cioè confondere la sua posizione di divieto alle criptovalute generalizzandola anche alle monete digitali in generale. Infatti, la Russia ha dimostrato, proprio con il Rublo Digitale, di non essere contraria a tutte le valute digitali. Proprio in merito Nabiullina ha voluto precisare:

Il Rublo Digitale è ciò di cui i russi hanno bisogno in quanto faciliterà pagamenti economici e affidabili non in contanti“.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 11 2021
Link copiato negli appunti