Criptovalute: che fine hanno fatto le donazioni all'Ucraina?

Criptovalute: che fine hanno fatto le donazioni all'Ucraina?

In un nuovo rapporto l'Ucraina ha spiegato nei dettagli come sta utilizzando le donazioni in criptovalute ricevute durante questa guerra.
In un nuovo rapporto l'Ucraina ha spiegato nei dettagli come sta utilizzando le donazioni in criptovalute ricevute durante questa guerra.

Tutto il mondo sta seguendo con apprensione le vicende di guerra dell’Ucraina, dal giorno dell’invasione della Russia. Molti che hanno anche contribuito a favore del Paese si stanno chiedendo come il governo ha utilizzato le donazioni in criptovalute.

Il Ministro per la Trasformazione Digitale dell’Ucraina ha svelato il mistero. Infatti, Mykhailo Fedorov ha pubblicato un tweet nel quale svela come il governo ha gestito parte dei 60 milioni di dollari circa in criptovalute arrivati tramite donazioni.

Il ministro ucraino ha dettagliato questa informazione in modo che tutti possano sapere a cosa sono servite queste donazioni. Difatti, è stato possibile aiutare l’Ucraina principalmente grazie alla criptosfera che ha garantito fondi con una certa tempestività che i sistemi tradizionali non avrebbero di certo permesso.

Il tweet spiga nei dettagli cosa è stato acquistato con una parte delle donazioni. Tuttavia non entra nello specifico per non fornire alla Russia dati sensibili che potrebbe utilizzare per i suoi attacchi a suo vantaggio.

Criptovalute: come il governo ucraino ha utilizzato le donazioni

Nel tweet pubblicato il 17 agosto 2022, Fedorov ha spiegato che il Governo Ucraino ha utilizzato una parte dei 54 milioni di dollari in criptovalute per l’acquisto di armi letali. Inoltre, sempre da quella somma è stata realizzata una piattaforma di notizie inglese. Gli altri 6 milioni di dollari, invece, risultano ancora disponibili:

Con $ 54 milioni, raccolti da Aid For Ukraine, abbiamo fornito ai nostri difensori equipaggiamento militare, armature, medicine e persino veicoli. Grazie alla comunità crittografica per il supporto dall’inizio dell’invasione su vasta scala! Donazione per donazione alla grande vittoria.

Alcuni hanno dei dubbi

Molti si chiedono perché questa dichiarazione differisca dalle precedenti. Infatti, il Governo non aveva in precedenza parlato dell’acquisto di armi letali, cosa che invece ha fatto in questa occasione. La motivazione è stata fornita da Alex Bornyakov, Viceministro della Trasformazione Digitale dell’Ucraina:

Non vogliamo informare la Russia in merito a quali armi letali stiamo acquistando. Il nostro impegno per la trasparenza e la responsabilità consente alle persone che hanno donato criptovalute di vedere esattamente come sono state distribuite le loro donazioni. Per impedire agli occupanti di tracciare gli sforzi, abbiamo deciso di non rivelare alcune informazioni sensibili fino a quando non avremo vinto la guerra.
Non daremo un elenco di ogni singola cosa che abbiamo acquistato, ma questo è un inizio. Stiamo ancora continuando ad acquistare occhiali per la visione notturna e giubbotti antiproiettile. Ma abbiamo iniziato a spendere di più per combattere la propaganda. Questa è nuova. Abbiamo anche iniziato a spendere per i nuovi media ucraini, United24, una piattaforma di notizie inglese.

Puoi acquistare criptovalute aprendo un conto su Crypto.com. Questo crypto exchange è molto apprezzato dagli utenti perché fornisce opzioni e funzionalità intuitive per investire in modo efficace. Inoltre, grazie alle carte di debito crittografiche partecipi a un programma a premi molto interessante.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 18 ago 2022
Link copiato negli appunti