Cyanogen, è tutta una rivoluzione

Cambiano i vertici, cambia la strategia dell'azienda. Niente più alternativa ad Android originale, ma un approccio modulare per rendere gli smartphone più sicuri

Milano – C’è aria di cambiamento in casa Cyanogen, con novità che spaziano da nomine ai vertici a una strategia che altera in modo significativo l’impegno degli sviluppatori e le prospettive della community che si riunisce da anni attorno alla celebre mod. Lo storico CEO e fondatore Kirt McMaster lascia il ruolo di leader per trasformarsi in una sorta di portavoce, e nuove figure tecniche vanno a occupare posizioni che sono volte ad alterare la direzione intrapresa nello sviluppo del software.

Facciamo un passo indietro: a luglio c’era stata una tornata di licenziamenti, con un inevitabile riallineamento dopo che le roboanti ambizioni dello stesso McMaster si erano infrante con una realtà diversa dalle sue speranze. Cyanogen resta una delle mod più amate dagli utenti , e CyanogenOS (la controparte commerciale) è stata adottata da smartphone di buon successo soprattutto in Cina e India. Ci sono milioni di utenti Cyanogen in circolazione (quanti non è chiarissimo), ma evidentemente non generano i profitti sperati: da qui la decisione di tagliare qualche testa e snellire il gruppo degli sviluppatori.

Ora l’approccio scelto, e descritto in un post sul blog ufficiale , appare più simile a quello che aveva portato nel 2015 a un accordo con Microsoft : Cyanogen produrrà dei moduli facilmente integrabili dai produttori di smartphone a bordo dei loro terminali , con l’ obiettivo di semplificare lo sviluppo e soprattutto la manutenzione delle diverse parti che compongono il sistema operativo. Un tentativo per migliorare soprattutto la sicurezza: sfruttare i moduli Cyanogen per le parti delicate dell’OS consentirebbe aggiornamenti più tempestivi e dunque maggiori garanzie anche per gli utenti finali.

McMaster in questa girandola diventerà il nuovo executive chairman , ovvero una sorta di volto dell’azienda che si occuperà di partnership e alleanze tra Cyanogen e altri soggetti dell’industria. Il ruolo del CEO verrà ricoperto da Lior Tal , che prima di questo è stato COO e prima ancora manager di alto livello per Facebook, mentre l’altro fondatore di Cyanogen Steve Kondik diventerà chief science officer : sarà lui probabilmente a prendere in mano la guida tecnica dell’azienda, sarà lui a dare direzione allo sviluppo del nuovo approccio modulare.

Restano da chiarire ancora alcuni punti: che cosa succederà esattamente alla mod, che a ben vedere oggi per lo più è sviluppata dalla community di volontari, e che destino avrà la controparte CyanogenOS con i suoi accordi commerciali che come detto non hanno fruttato quanto sperato. Ci sarà da aspettare e vedere, soprattutto se davvero questi moduli che Cyanogen si appresta a sviluppare e perfezionare troveranno larga adozione a bordo di altri smartphone di aziende che fino a qui sono state estranee al giro d’affari di Kondik e McMaster.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mikia scrive:
    vicini all'incredibile
    domanda: la cretinata sarà obbligatoria anche per i maggiori produttori di emissioni (veicoli commerciali, autocarri, movimento terra, cantieristica, battelli e navi) o solo per le vetturette?? ricordo che a venezia, dove se la prendono con le grandi navi -modernissime-, i vaporetti che sono centinaia, hanno un'età media superiore ai 35 anni e il naviglio commerciale idem-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 18.29----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 18.30-----------------------------------------------------------
  • jjj scrive:
    idea demenziale
    l'elettrico ad oggi non ha alcun senso; l'unica tecnologia applicabile (con molte difficoltà) oggi è utilizzare idrogeno in motori a combustione interna (basso rendimento come con i carburanti fossili, ma ti togli tutta una serie di problemi che avresti con pile a combustibile e motori elettrici); l'idrogeno lo generi in africa del nord sfruttando l'elettricità prodotta con immense centrali a solare termodinamico in aree desertiche
    • Hop scrive:
      Re: idea demenziale
      - Scritto da: jjj
      l'elettrico ad oggi non ha alcun senso; l'unica
      tecnologia applicabile (con molte difficoltà)
      oggi è utilizzare idrogeno in motori a
      combustione interna (basso rendimento come con i
      carburanti fossili, ma ti togli tutta una serie
      di problemi che avresti con pile a combustibile e
      motori elettrici); l'idrogeno lo generi in africa
      del nord sfruttando l'elettricità prodotta con
      immense centrali a solare termodinamico in aree
      deserticheOppure con impianti a fagioli, indovina dove ti mettono il tubo di rifornimento? :D
      • jjj scrive:
        Re: idea demenziale
        - Scritto da: Hop
        - Scritto da: jjj

        l'elettrico ad oggi non ha alcun senso;
        l'unica

        tecnologia applicabile (con molte difficoltà)

        oggi è utilizzare idrogeno in motori a

        combustione interna (basso rendimento come
        con
        i

        carburanti fossili, ma ti togli tutta una
        serie

        di problemi che avresti con pile a
        combustibile
        e

        motori elettrici); l'idrogeno lo generi in
        africa

        del nord sfruttando l'elettricità prodotta
        con

        immense centrali a solare termodinamico in
        aree

        desertiche
        Oppure con impianti a fagioli, indovina dove ti
        mettono il tubo di rifornimento?
        :Dstudia, capra!http://www.qualenergia.it/articoli/20140306-tutti-i-miti-da-sfatare-del-solare-termodinamico
    • ZLoneW scrive:
      Re: idea demenziale
      E' l'idrogeno a non avere senso: una rete di distribuzione e di stoccaggio sarebbe estremamente pericolosa, l'idrogeno ha una serie di brutti vizi: è così sottile da sfuggire facilmente da serbatoi e raccordi, brucia a contatto con l'ossigeno producendo acqua, ma la reazione è fortemente esotermica, tanto da essere chiamata "esplosione".Avrebbe senso, secondo me, solo se l'idrogeno fosse prodotto "in loco", ossia direttamente in auto, dall'acqua per catalisi ed energia solare dalle superfici attive dell'auto... ma a questo punto, meglio una pila a combustibile.Secondo me il motore elettrico è assolutamente irrinunciabile - basti pensare a come sia complessa una vettura attuale, tra ABS, EBD, differenziali autobloccanti e compagnia cantante, e a come sia facile sostituire tutti questi impianti con motori elettrici calettati direttamente sulle ruote coordinati da una centralina elettronica di controllo. Un motore ad idrogeno non porta alcun vantaggio, da questo punto di vista.E' la PRODUZIONE e la DISTRIBUZIONE dell'energia elettrica per autotrazione ad essere ancora largamente problematica. Non è ancora pronta.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2016 15.09-----------------------------------------------------------
      • Hop scrive:
        Re: idea demenziale
        - Scritto da: iRoby
        Io sono dell'idea che una doppia alimentazione
        benzina + idrogeno possa essere
        proficua.
        Cioè il motore a benzina rimane, ma si maggiora
        il generatore e si produce idrogeno per
        elettrolisi. L'idrogeno di immette con iniettori
        supplementari insieme alla
        benzina.Quando vedrai la tua stufa a legna scaldare con la cenere... :D
        • iRoby scrive:
          Re: idea demenziale
          Il paragone non c'entra, quello che propongo io è additivare la benzina.
          • Hop scrive:
            Re: idea demenziale
            - Scritto da: iRoby
            Il paragone non c'entra, quello che propongo io è
            additivare la
            benzina.Aggiungi cenere alla legna nella stufa e vedi se scalda di più...
  • Elio Culot scrive:
    Auto elettriche o ad idrogeno
    Chiedo lumi a chi ne sa più di me.Auto elettriche: chi e come produrrà tutta l'elettricità per sostituire i motori a combustione? Centrali elettriche? e cosa consumeranno queste centrali elettriche? Come ridurremo a zero l'anidride carbonica prodotta da queste centrali?Auto ad idrogeno: chi e come produrrà tutto l'idrogeno necessario per sostituire i motori a combustione?Con l'elettrolisi servirà un sacco di energia elettrica e quindi ricadiamo nel punto precedente.Qualcuno mi ha detto che si sta studiando una famiglia di batteri che producano idrogeno.Primo: si sta studiando!!! secondo: siamo sicuri che saranno in grado di produrre le quantità necessarie?Auto ad acqua: ho sentito qualcuno dire che la tecnologia delle auto ad acqua è già disponibile, ma i signori del petrolio non la vogliono e quindi la boicottano.Ora io so che l'acqua è il prodotto della combustione fra idrogeno ed ossigeno.Crederò nella possibilità di auto ad acqua quando vedrò il mio caminetto e la mia stufa funzionare a cenere.Ringrazio in anticipo chiunque mi darà una soluzione ragionevole anche ad uno solo dei problemi citati.Cordiali saluti.
    • Hop scrive:
      Re: Auto elettriche o ad idrogeno
      - Scritto da: Elio XXXXt
      Chiedo lumi a chi ne sa più di me.
      https://www.newscientist.com/article/2077533-test-driving-the-hydrogen-car-that-makes-a-little-go-a-long-way/
    • maranric scrive:
      Re: Auto elettriche o ad idrogeno

      Centrali elettriche? e cosa consumeranno queste
      centrali elettriche?Le moderne centrali elettriche vanno a metano...e hanno un rendimento molto più alto rispetto alle auto. Quindi globalmente producono meno anidride carbonica a parità di energia prodotta. Inoltre tutto ciò va a vantaggio di chi vuole ri-attivare o prolungare la vita delle attuali centrali nucleari..senza contare che la Francia non vede l'ora di vendere l'eccedenza di energia elettrica nucleare alla Germania.
      Come ridurremo a zero l'anidride carbonica
      prodotta da queste
      centrali?fotovoltaico e nucleare sono a zero emissioni..
      Auto ad idrogeno: chi e come produrrà tutto
      l'idrogeno necessario per sostituire i motori a
      combustione?Nessuno..infatti incentivano e sviluppano l'auto elettrica e non ad idrogeno...proprio perchè produrre idrogeno tramite elettrolisi è un proXXXXX inefficiente..così come è inefficiente la conversione idrogeno-
      energia meccanica nell'auto. Tanto vale usare l'energia elettrica in maniera diretta.
      • ZLoneW scrive:
        Re: Auto elettriche o ad idrogeno
        - Scritto da: maranric
        fotovoltaico e nucleare sono a zero emissioni..Solo apparentemente. Globalmente, prendendo in considerazione l'intero ciclo produttivo, il fotovoltaico è parecchio inquinante.Taccio del nucleare per carità cristiana... guarda caso, stanno estendendo il funzionamento delle centrali attuali ben oltre la vita prevista perché smantellarle in maniera sicura è un delirio - esempio? Trino Vercellese. Ha prodotto per poco più di 10 anni, è in fase di smantellamento dal 2000, e mi risulta che le operazioni non siano ancora concluse. Grande affare davvero. E non voglio sapere che fine hanno fatto i materiali contaminati.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 ottobre 2016 14.55-----------------------------------------------------------
        • maranric scrive:
          Re: Auto elettriche o ad idrogeno

          delirio - esempio? Trino Vercellese. Ha prodotto
          per poco più di 10 anni, è in fase di
          smantellamento dal 2000, e mi risulta che le
          operazioni non siano ancora concluse. Grande
          affare davvero. Avendo funzionato per oltre 10 anni si è già ripagata dei costi di costruzione...è stato un vero peccato bloccarla visto che era fatta benissimo (Primato mondiale di funzionamento ininterrotto a piena potenza: 322 giorni (dal 28 settembre 1974 al 16 agosto 1975) leggo da wikipedia), purtroppo quando si fa votare il popolo bue su cose che non conosce succedono disgrazie come queste. E mentre hanno bloccato le centrali nucleari a zero emissioni, ci siamo subiti l'avvelenamento delle centrali elettriche.. La centrale nucleare emette vapore acqueo (e il totale delle scorie radioattive di una centrale sono tipo 3-4 bidoni di roba..), la centrale elettrica emette morte. Chissà quanti sono i morti di tumore che hanno votato per la chiusura delle centrali nel 1986..spaventati da chernobyl, uccisi da un veleno molto piu' vicino
          • ZLoneW scrive:
            Re: Auto elettriche o ad idrogeno
            - Scritto da: maranric
            il totale delle scorie radioattive di
            una centrale sono tipo 3-4 bidoni di roba..Proprio no: al di là del carburante esausto, tutta l'intera centrale resta contaminata e più o meno radioattiva - nocciolo, intero impianto di raffreddamento, sistemi di controllo... fino al terreno su cui è stata costruita.Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di roba - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e basta per 16 anni?
          • maranric scrive:
            Re: Auto elettriche o ad idrogeno

            Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di roba
            - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e basta
            per 16
            anni?va bonificato tutto se hai intenzione di smaltirla, certo...altrimenti i rifiuti sono ben poca cosa (e anzi esistono centrali studiate per riciclare le scorie come se fosser combustibile). Comunque se per decine di anni ti ha alimentato una valanga di abitazioni, lo smaltimento è ben poca cosa. Prova a dire agli sloveni e ai croati che gli chiudi la centrale di Krsko, che per 30 anni ha dato energia a slovenia e mezza croazia a costi ridicoli e vediamo cosa ti rispondono...Solo noi italiani siamo stati dei veri BABBEI a chiudere le centrali eccellenti che avevamo sul territorio..e ci respiriamo i fumi delle centrali elettriche con costo per KW/h piu' alto d'Europa.
          • Hop scrive:
            Re: Auto elettriche o ad idrogeno
            - Scritto da: maranric

            Va bonificato TUTTO, altro che 3-4 bidoni di
            roba

            - o pensi che SOGIN abbia cincischiato e
            basta

            per 16

            anni?

            va bonificato tutto se hai intenzione di
            smaltirla, certo...Perché nel tuo giardino sono eterne? :D
  • Ultimo grande eroe scrive:
    AHHAHAHA
    KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!! KA!!!
  • qualcuno scrive:
    Sette
    Questo è il post numero sette.
  • Sei scrive:
    Sei
    Questo e' il post numero sei
  • Cinque scrive:
    Cinque
    Questo e' il post numero cinque
  • Quattro scrive:
    Quattro
    Questo e' il post numero quattro
  • Tre scrive:
    Tre
    Questo e' il post numero tre
  • Due scrive:
    Due
    Questo e' il post numero due
  • Uno scrive:
    Uno
    Questo e' il post numero uno
  • qualcuno scrive:
    deficienti!
    L'ARGOMENTO SAREBBE INTERESSANTE MA IL SOLITO TROLL ORMAI DOMINATORE INCONTRASTATO DI PUNTO INFORMATICO ROVINA TUTTE LE DISCUSSIONI E SI RISPONDE PURE DA SOLO. CERTO CHE SE ANDATE AVANTI COSI' NON DURERETE A LUNGO. MI SPIACE MA LA COLPA E' VOSTRA DEFICIENTI!
    • La Redazione di Punto Informatic o scrive:
      Re: deficienti!
      Veramente stasera "il troll" che conoscono tutti non ha (ancora) postato, o se lo ha fatto si è nascosto bene. Allo stato attuale l'unico troll, e soprattutto l'unico XXXXXXXXXX che ha postato sei solamente tu.[img]http://m.memegen.com/hja8rx.jpg[/img]
    • qualcun altro scrive:
      Re: deficienti!
      - Scritto da: qualcuno
      L'ARGOMENTO SAREBBE INTERESSANTE MA IL SOLITO
      TROLL ORMAI DOMINATORE INCONTRASTATO DI PUNTO
      INFORMATICO ROVINA TUTTE LE DISCUSSIONI E SI
      RISPONDE PURE DA SOLO. CERTO CHE SE ANDATE AVANTI
      COSI' NON DURERETE A LUNGO. MI SPIACE MA LA COLPA
      E' VOSTRA
      DEFICIENTI!Ma sei scemo così di tuo, oppure la tua è una sofisticata trollata? Perchè questa semmai è una delle pochissime discussioni senza troll, ed effettivamente su PI è strano, non è che vuoi compensare?
  • ReteMax scrive:
    Il motto della Germania
    "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
    • Hop scrive:
      Re: Il motto della Germania
      - Scritto da: ReteMax
      "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come sta massacrando la ferrari direi che le macchine le sa costruire molto bene...
      • Redazione scrive:
        Re: Il motto della Germania
        - Scritto da: Hop
        - Scritto da: ReteMax

        "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"
        p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come sta
        massacrando la ferrari direi che le macchine le
        sa costruire molto
        bene...certo, dopo aver cambiato le regole in fatto di progettazione. Con le regole vecchie era l'esatto contrario.
        • Hop scrive:
          Re: Il motto della Germania
          - Scritto da: Redazione
          - Scritto da: Hop

          - Scritto da: ReteMax


          "SE NON SAI COSTRUIRLE, VIETALE"

          p.s. la mercedes mi sembra tedesca e da come
          sta

          massacrando la ferrari direi che le macchine
          le

          sa costruire molto

          bene...
          certo, dopo aver cambiato le regole in fatto di
          progettazione. Con le regole vecchie era l'esatto
          contrario.Un pochino di storia non può che farti bene:https://en.wikipedia.org/wiki/Silver_Arrows
      • ... scrive:
        Re: Il motto della Germania
        Il campionato di formula 1 lo vince la mercedes da quando le scuderie sono state obbligate a mettere in pista le utilitairie.
        • Hop scrive:
          Re: Il motto della Germania
          - Scritto da: ...
          Il campionato di formula 1 lo vince la mercedes
          da quando le scuderie sono state obbligate a
          mettere in pista le
          utilitairie.Bene mettete in pista marchionne su una fantastica 500 abort :D
  • krukkland scrive:
    epic fail
    [img]http://www.culturechange.org/cms/images/stories/VoltAndPower5inch.jpg[/img]
  • non morto scrive:
    Auto massoniche a carbonella=elettriche
    Ma quale auto ad emissioni zero per me sono automobili a carbonella con il tubo di scappamento decentralizzato l'idrogeno e' il futuroVediamo il perche' dopo decine di anni le tirano fuori solo adesso i massoni imperialisti (allo sbando):Sovrapproduzione di energia elettrica nei paesi occidentali su chi credi che vogliono scaricare tutti gli investimenti fatti?e tutti i soldi che lo stato incassava dalla benzina e che ora non incassa piu' con la crisi oltre a tutti quelli futuri persi passando ad una automobile elettrica dove li prendera'?Vogliono far cambiare auto a tutti?Batterie di scorta dal prezzo stratosferico?E chi la usa molto saltuariamente? Mondo pagliaccio
  • danylo scrive:
    Litio raro?
    Anni fa' (MI PARE) si diceva che il litio e' piuttosto raro.E le batterie per le auto pesano chili, non pochi grammi.
    • Hop scrive:
      Re: Litio raro?
      - Scritto da: danylo
      Anni fa' (MI PARE) si diceva che il litio e'
      piuttosto
      raro.
      E le batterie per le auto pesano chili, non pochi
      grammi.E quindi?Non esistono solo le batterie al litio...
      • Zack scrive:
        Re: Litio raro?
        - Scritto da: Hop
        E quindi?
        Non esistono solo le batterie al litio...Vero, esistono anche quelle al piombo :D
    • Zack scrive:
      Re: Litio raro?
      - Scritto da: danylo
      Anni fa' (MI PARE) si diceva che il litio e'
      piuttosto raro.
      E le batterie per le auto pesano chili, non pochi
      grammi.Il litio non è molto raro:https://it.wikipedia.org/wiki/LitioSemplicemente come tanti elementi è molto "distribuito". Bisognerebbe migliorare le tecniche di estrazione.
    • litio chen scrive:
      Re: Litio raro?
      Il litio ce l'hanno prevalentemente i cinesi, in casa e fuori casa in Nigeria, dove schiavizzano i poveracci locali che hanno un'aspettativa di vita, fra incidenti, violenze e malattia, che non supera i trent'anni.Se la cina (cioè gli str#@zi che stanno chiusi nella città proibita) volesse ricattare l'occidente, saremmo nella XXXXX in pochi giorni, e non solo per il litio.
      • toostressed scrive:
        Re: Litio raro?
        - Scritto da: litio chen
        Il litio ce l'hanno prevalentemente i cinesi, in
        casa e fuori casa in Nigeria, dove schiavizzano i
        poveracci locali che hanno un'aspettativa di
        vita, fra incidenti, violenze e malattia, che non
        supera i
        trent'anni.
        Se la cina (cioè gli str#@zi che stanno chiusi
        nella città proibita) volesse ricattare
        l'occidente, saremmo nella XXXXX in pochi giorni,
        e non solo per il
        litio.E indovina un po'? Le batterie al litio sono composte principalmente di cobalto e in gran parte la vende una compagnia cinese anche se stranamente ce ne sono grosse quantità in Congo, qua c'è un bel reportage che fa vedere come se la vivono questi per farla arrivare in mano ai cinesi: https://www.washingtonpost.com/graphics/business/batteries/congo-cobalt-mining-for-lithium-ion-battery. Cinesi che hanno dichiarato che prima di questo reportage non avessero nessuna idea di come venisse estratto
      • Hop scrive:
        Re: Litio raro?
        - Scritto da: litio chen
        Il litio ce l'hanno prevalentemente i cinesi, in
        casa e fuori casa in NigeriaForse hai le idee un po' confuse:https://en.wikipedia.org/wiki/Salar_de_Uyunitroppo riso cantonese? :D
        • cdfsfsx scrive:
          Re: Litio raro?
          - Scritto da: Hop
          - Scritto da: litio chen

          Il litio ce l'hanno prevalentemente i
          cinesi,
          in

          casa e fuori casa in Nigeria
          Forse hai le idee un po' confuse:
          https://en.wikipedia.org/wiki/Salar_de_Uyuni
          troppo riso cantonese? :DNo. E' che la bolivia per ora non la pprendiamo in considerazione. Prima dobbiamo democratizzarla.
  • .... scrive:
    e chi genera l'elettricita'?
    scusate, ma la corrente elettrica (l'energia in senso lato) per la ricarica gli accumulatori delle auto... dove la vanno a prendere? migliaia di disoccupati riciclati come pedalatori attaccati alle dinamo? parafulmini nella tempesta? o forse bruceranno petrolio e carbone?e poi: parliamo dell'autonomia? della velocita' di ricarica? no, perche' se ho ad esempio una autonomia di 200KM a 70 km/h, devo ricaricare ogni 2 ore, 2 ore e mezza massima. E se faccio quello che pesta a 130, dovro ricaricare una volta ogni 90 minuti... a meno di magheggi con il sempre vagheggiato ma mai utilizzato grafene, non vedo soluzioni che diano prestazioni equiparabili alla benzina/diesel/gasolio perche i limiti dell'elettrochimica quelli sono e non sono certo superabili dalla fuffa parolaia del marchettaro di turno. A meno che non si reinventi completamente lo stile dell'autotrasporto, con stazioni di rifornimento piu' fitte per compensare la minore autonomia dei veicoli e mettendo in conto pause molto piu' frequenti per ricaricare. E ancora, diminuire il peso dell'auto di 6-700Kg intronducendo molta piu fibra di carbonio ( - peso = + autonomia) ma poi hai maggiori costi di costruzione... e gli accumulatori non si possono ricaricare all'infinito, al contrario del servatoio che finche e' integro, lo posso riempire... chi paga lo smaltimento delle batterie esauste? quanto costa cambiarle? insomma, "miracoli" non ne esistono, checche' ne dicano a lourdes. MA poi, parliamoci chuiaro: avete facebook, che ve en fote di andare in giro in auto? state tappati in casa e non rompete i cabbasisi.
  • Joe Torpado scrive:
    idrogeno?
    E il motore a idrogeno molto piú performante e autonomo dell'elettrico che fine ha fatto?
    • brillo scrive:
      Re: idrogeno?
      - Scritto da: Joe Torpado
      E il motore a idrogeno molto piú performante e
      autonomo dell'elettrico che fine ha
      fatto?è di là -
    • PandaR1 scrive:
      Re: idrogeno?
      - Scritto da: Joe Torpado
      E il motore a idrogeno molto piú performante e
      autonomo dell'elettrico che fine ha
      fatto?c'è la Toyota Mirai
    • Marco scrive:
      Re: idrogeno?
      al salone di ginevra hanno espsosto per l-ennesima volta il motore ad acqua. 14H di autonomia con un pieno
      • hal scrive:
        Re: idrogeno?
        - Scritto da: Marco
        al salone di ginevra hanno espsosto per
        l-ennesima volta il motore ad acqua. 14H di
        autonomia con un
        pienoMa qui sono tutti fanatici della batteria...
    • Pietro scrive:
      Re: idrogeno?
      - Scritto da: Joe Torpado
      E il motore a idrogeno molto piú performante e
      autonomo dell'elettrico che fine ha
      fatto?e come lo fai l'idrogeno?
      • iRoby scrive:
        Re: idrogeno?
        [yt]CGriseXWX-E[/yt]
      • Hop scrive:
        Re: idrogeno?
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: Joe Torpado

        E il motore a idrogeno molto piú
        performante
        e

        autonomo dell'elettrico che fine ha

        fatto?
        e come lo fai l'idrogeno?Con i fagioli :D
        • ... scrive:
          Re: idrogeno?
          Con quello ci fai l' iPad :D
        • Pietro scrive:
          Re: idrogeno?
          - Scritto da: Hop
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: Joe Torpado


          E il motore a idrogeno molto piú

          performante

          e


          autonomo dell'elettrico che fine ha


          fatto?

          e come lo fai l'idrogeno?
          Con i fagioli :Dcon i fagioli viene bene il metano
  • allobby scrive:
    parole e fatti
    Io speriamo che lo facciano e mantengano quello che fanno.Non vorrei che finisse come gli ZEV in California, caduti vittime di un bombardamento lobbistico delle case automobilistiche.
    • PandaR1 scrive:
      Re: parole e fatti
      - Scritto da: allobby
      Io speriamo che lo facciano e mantengano quello
      che
      fanno.
      Non vorrei che finisse come gli ZEV in
      California, caduti vittime di un bombardamento
      lobbistico delle case
      automobilistiche.e cosa dovrebbe interessare alle case automobilistiche? Si stanno già muovendo con la produzione si auto elettriche, e pare siano perfettamente in grado di farsi trovare preparate. Al limite i petrolieri potrebbero avere qualcosa da ridire (ma sarà un caso che questa grossa spinta all'elettrico sia concomitante con il petrolio in difficoltà?).L'unico grosso problema è il prezzo di ste macchine elettriche. Bello alto. Le case automobilistiche saranno anche contente del prezzo, ma a noi compratori dovrebbe restare solo la felicità di inquinare (forse) meno?
      • Pietro scrive:
        Re: parole e fatti
        - Scritto da: PandaR1
        - Scritto da: allobby

        Io speriamo che lo facciano e mantengano
        quello

        che

        fanno.

        Non vorrei che finisse come gli ZEV in

        California, caduti vittime di un
        bombardamento

        lobbistico delle case

        automobilistiche.

        e cosa dovrebbe interessare alle case
        automobilistiche? Si stanno già muovendo con la
        produzione si auto elettriche, e pare siano
        perfettamente in grado di farsi trovare
        preparate. Al limite i petrolieri potrebbero
        avere qualcosa da ridire (ma sarà un caso che
        questa grossa spinta all'elettrico sia
        concomitante con il petrolio in
        difficoltà?).

        L'unico grosso problema è il prezzo di ste
        macchine elettriche. Bello alto. Le case
        automobilistiche saranno anche contente del
        prezzo, ma a noi compratori dovrebbe restare solo
        la felicità di inquinare (forse)
        meno?a dir la verità un motore elettrico costa molto meno di un motore a scoppio, è molto meno complesso e non ha bisogno di manutenzioni e regolazioni. Il resto dell'auto rimane lo stesso a parte le batterie.
        • PandaR1 scrive:
          Re: parole e fatti
          - Scritto da: Pietro
          - Scritto da: PandaR1

          - Scritto da: allobby


          Io speriamo che lo facciano e mantengano

          quello


          che


          fanno.


          Non vorrei che finisse come gli ZEV in


          California, caduti vittime di un

          bombardamento


          lobbistico delle case


          automobilistiche.



          e cosa dovrebbe interessare alle case

          automobilistiche? Si stanno già muovendo con
          la

          produzione si auto elettriche, e pare siano

          perfettamente in grado di farsi trovare

          preparate. Al limite i petrolieri potrebbero

          avere qualcosa da ridire (ma sarà un caso che

          questa grossa spinta all'elettrico sia

          concomitante con il petrolio in

          difficoltà?).



          L'unico grosso problema è il prezzo di ste

          macchine elettriche. Bello alto. Le case

          automobilistiche saranno anche contente del

          prezzo, ma a noi compratori dovrebbe restare
          solo

          la felicità di inquinare (forse)

          meno?
          a dir la verità un motore elettrico costa molto
          meno di un motore a scoppio, è molto meno
          complesso e non ha bisogno di manutenzioni e
          regolazioni. Il resto dell'auto rimane lo stesso
          a parte le
          batterie.ma io non lo metto in dubbio. Però, dati alla mano, le attuali auto elettriche costano molto di più dekke auto tradizionali. Vedremo se e quanto caleranno.
          • Pietro scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: PandaR1
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: PandaR1


            - Scritto da: allobby



            Io speriamo che lo facciano e
            mantengano


            quello



            che



            fanno.



            Non vorrei che finisse come gli
            ZEV
            in



            California, caduti vittime di un


            bombardamento



            lobbistico delle case



            automobilistiche.





            e cosa dovrebbe interessare alle case


            automobilistiche? Si stanno già
            muovendo
            con

            la


            produzione si auto elettriche, e pare
            siano


            perfettamente in grado di farsi trovare


            preparate. Al limite i petrolieri
            potrebbero


            avere qualcosa da ridire (ma sarà un
            caso
            che


            questa grossa spinta all'elettrico sia


            concomitante con il petrolio in


            difficoltà?).





            L'unico grosso problema è il prezzo di
            ste


            macchine elettriche. Bello alto. Le case


            automobilistiche saranno anche contente
            del


            prezzo, ma a noi compratori dovrebbe
            restare

            solo


            la felicità di inquinare (forse)


            meno?

            a dir la verità un motore elettrico costa
            molto

            meno di un motore a scoppio, è molto meno

            complesso e non ha bisogno di manutenzioni e

            regolazioni. Il resto dell'auto rimane lo
            stesso

            a parte le

            batterie.

            ma io non lo metto in dubbio. Però, dati alla
            mano, le attuali auto elettriche costano molto di
            più delle auto tradizionali. Vedremo se e quanto
            caleranno.è un problema di economia di scala e ammortamenti industriali, i costi di produzione sono senz'altro inferiori
          • PandaR1 scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: Pietro
            è un problema di economia di scala e ammortamenti
            industriali, i costi di produzione sono
            senz'altro
            inferioriDa subito (qualche anno) le auto elettriche devono costare quanto quelle tradizionali o poco più.L'autonomia deve essere di almeno 500 Km reali.Ci devono essere punti di ricarica molto rapida (anche le supercharger potrebbero non bastare) lungo le strade.La vera questione è che ci dovrebbero essere meno auto in giro (telelavoro?).
          • caio scrive:
            Re: parole e fatti


            Da subito (qualche anno) le auto elettriche
            devono costare quanto quelle tradizionali o poco
            più.
            Veramente il punto fondamentale è lavorare sui costi delle batterie. Visto che il motore elettrico non solo è più semplice, ma dura di più del motore a scoppio a parte il cambio di batterie un'auto elettrica può durare molto più di un'auto con motore a scoppio e il costo di acquisto si ammortizza su un perido più lungo.
          • .... scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: PandaR1
            - Scritto da: Pietro


            è un problema di economia di scala e
            ammortamenti

            industriali, i costi di produzione sono

            senz'altro

            inferiori

            Da subito (qualche anno) le auto elettriche
            devono costare quanto quelle tradizionali o poco
            più.

            L'autonomia deve essere di almeno 500 Km reali.

            Ci devono essere punti di ricarica molto rapida
            (anche le supercharger potrebbero non bastare)
            lungo le
            strade.

            La vera questione è che ci dovrebbero essere meno
            auto in giro
            (telelavoro?).ma che telelavoro: disoccupazione data da crisi e automazioni di molti compiti umani semi-intelligenti rimpiazzati da software che lavorano 24/7 senza contributi, rivendicazioni sindacali, ecc.
          • Pietro scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: PandaR1
            - Scritto da: Pietro


            è un problema di economia di scala e
            ammortamenti

            industriali, i costi di produzione sono

            senz'altro

            inferiori

            Da subito (qualche anno) le auto elettriche
            devono costare quanto quelle tradizionali o poco
            più.

            L'autonomia deve essere di almeno 500 Km reali.

            Ci devono essere punti di ricarica molto rapida
            (anche le supercharger potrebbero non bastare)
            lungo le
            strade.

            La vera questione è che ci dovrebbero essere meno
            auto in giro
            (telelavoro?).Il telelavoro prenderà piede quando spostarsi costerà troppo, se si abbassano i costi per spostarsi il telelavoro si allontana
          • PandaR1 scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: Pietro
            Il telelavoro prenderà piede quando spostarsi
            costerà troppo, se si abbassano i costi per
            spostarsi il telelavoro si
            allontanail telelavoro prenderà piede quando sarà una convenienza per le aziende.
          • ZLoneW scrive:
            Re: parole e fatti
            - Scritto da: PandaR1
            Da subito (qualche anno) le auto elettriche
            devono costare quanto quelle tradizionali o poco
            più.Con la Tesla 3, già ci siamo.
            L'autonomia deve essere di almeno 500 Km reali.Con la Tesla 3, già ci siamo.
            Ci devono essere punti di ricarica molto rapida
            (anche le supercharger potrebbero non bastare)
            lungo le strade.Non è fattibile con la tecnologia attuale, soprattutto in Italia.
            La vera questione è che ci dovrebbero essere meno
            auto in giro (telelavoro?).Più mezzi pubblici, meglio organizzati. L'uovo di colombo.
      • prova123 scrive:
        Re: parole e fatti
        - Scritto da: PandaR1
        L'unico grosso problema è il prezzo di ste
        macchine elettriche. Bello alto. Le case
        automobilistiche saranno anche contente del
        prezzo, ma a noi compratori dovrebbe restare solo
        la felicità di inquinare (forse)
        meno?Non si tratta di inquinare meno, ma solo di inquinare altrove. Purtroppo l'atmosfera è solo una ed è per tutti... non vedo tutto questo inquinare meno.
        • moreno scrive:
          Re: parole e fatti
          Inquini di meno, nel breve periodo, perchè l'efficienza di una centrale elettrica è maggiore di un motore a combustione. Nel lungo periodo modifichi la penetrazione delle rinnovabili nel mix di produzione elettrica annulli. Inoltre è più facile obbligare pochi(grandi) inquinatori a inquinare di meno, che non tanti piccoli veicoli.
  • bubba scrive:
    e' un ottima idea
    basta solo che i Nordici CI PAGHINO un GROSSO incentivo per il cambio auto... :P
    • prova123 scrive:
      Re: e' un ottima idea
      2030 ... entro la fine di questo decennio l'europa non ci sarà più. La germania al più deciderà solo per se stessa ...
      • bubba scrive:
        Re: e' un ottima idea
        - Scritto da: prova123
        2030 ... entro la fine di questo decennio
        l'europa non ci sarà più. La germania al più
        deciderà solo per se stessa
        ...giusta osservazione... :Po ci decidiamo a colonizzare la libia, o salta il tappo
        • prova123 scrive:
          Re: e' un ottima idea
          L'africa è un continente estremamente ricco di materie prime.Non sarà così facile colonizzare la Libia perchè le multinazionali attualmente concorrenti hanno più liquidità dell'italia.La popolazione dell'africa è all'incirca di 1.2 miliardi di persone, di cui 600 milioni uomini. Con le attuali politiche "altruistiche" portando via dall'africa la popolazione maschile tra i 20 ed i 40 anni, ovvero quella che avrebbe la forza mentale e fisica di opporsi all'occupazione da parte delle multinazionali, resterebbero per la maggior parte donne, vecchi e bambini. Accontentati i dittatori di turno che hanno il migliore controllo del territorio, per le multinazionali <s
          la colonizzazione costerebbe molto poco </s
          ci sarebbero le condizioni giuste per dare a queste popolazioni una opportunità di sviluppo.
          • prova123 scrive:
            Re: e' un ottima idea
            PS: il tentativo di pulizia dell'africa tramite ebola e affini si è rivelato troppo pericoloso a causa del rischio di diffusione del virus al di fuori dei territori bersaglio. Il problema che hanno avuto è che il tempo di incubazione del virus oscilla tra i 2 ed i 20 giorni, quindi con tempi di incubazione così lunghi il rischio di contagio all'esterno dalle zone interessate si è dimostrato troppo alto. Tecnicamente non si è dimostrato sufficientemente agressivo.Adesso vado a provare il nuovo cappello di stagnola per vedere come mi sta ... :p
          • .... scrive:
            Re: e' un ottima idea
            - Scritto da: prova123
            PS: il tentativo di pulizia dell'africa tramite
            ebola e affini si è rivelato troppo pericoloso a
            causa del rischio di diffusione del virus al di
            fuori dei territori bersaglio. Il problema che
            hanno avuto è che il tempo di incubazione del
            virus oscilla tra i 2 ed i 20 giorni, quindi con
            tempi di incubazione così lunghi il rischio di
            contagio all'esterno dalle zone interessate si è
            dimostrato troppo alto. Tecnicamente non si è
            dimostrato sufficientemente
            agressivo.

            Adesso vado a provare il nuovo cappello di
            stagnola per vedere come mi sta ...
            :pil trucco e' sviluppare virus genetici che rispontando a particolari sequenze di DNA (grezzamente: "per negri", "per asiatici", ecc) in modo da ammazzare selettivamente dei bersagli ben precisi: bersagli generici ma appartenenti ad un ben preciso sottogruppo umano. il problema e che non siamo ancora riusciti a isolare con precisione particolari sottogruppi (sequenze di nucleotidi), inoltre sussiste sempre il problema di bloccare la mutazione dei vari ceppi virali che potrebbero "rivoltarsi" contro chi li ha scatenati. ma ci stiamo lavorando.
          • prova123 scrive:
            Re: e' un ottima idea
            Però il virus deve avere un periodo di incubazione tra i 2 ed i 5 giorni, non meno di 5 giorni altrimenti il contagio si autoestingue.Comunque già che ci stanno lavorando possono fare una versione beta del virus che attacca il dna sinistrorso. Siccome il nostro dna è destrorso è meglio prepararci anche per un eventuale attacco di alieni con dna sinistrorso. Prima devono iniziare a gestire le cose facili ed in sicurezza e poi quelle difficili. ;)
  • Nome e cognome scrive:
    ...
    Il problema é la scarsa autonomia delle auto elettriche. Che me ne faccio di una macchina con 150 Km di autonomia???
    • cozio scrive:
      Re: ...
      informati idiota, alcune fanno anche 400-500 km con una ricarica.
      • ner ar scrive:
        Re: ...
        perchè insultare?
        • nelRossoDipinto scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: ner ar
          perchè insultare?tu fai silenzio che altrimenti ti gonfio come una zampogna.
          • Il caporale scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: nelRossoDipinto
            tu fai silenzio che altrimenti ti gonfio come una
            zampogna.Disse il cacasotto travestito da caporale tedesco quando lo beccarono che scappava con i "kameraten" per non pagare dazio.Tutti della stezza razza vero?buoni a fare i leoni da tastiera ma al dunque pronti a cagarsi sotto con la divisa da caporale.(rotfl)(rotfl)(rotfl)XXXXXXXXXX!Ti sfoghi la notte e il sabato e la domenica perchè sei un cuor di leone vero?(rotfl)(rotfl)(rotfl)Li conosciamo i <s
            tipi </s
            topi come te!
        • .... scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: ner ar
          perchè insultare?perche' siamo su PI.cioe', volevo dire:perche' siamo su PI, XXXXXXX!!!
      • prova123 scrive:
        Re: ...
        Coglionazzo informati prima! :DLa realtà è questa 150/200 km di autonomia.http://www.tuttogreen.it/auto-elettriche-2016-il-listino-completo/
        • prova123 scrive:
          Re: ...
          PS: Sono le ibride che hanno autonomia di
          400/500 Km.http://www.autotoday.it/auto-ecologiche/migliori-auto-elettriche-ad-autonomia-estesa-prezzi-prestazioni-confronto/L'articolo parla di auto a emissioni zero, queste sono solo elettriche, non c'entrano le ibride.
          • p p scrive:
            Re: ...
            Beh veramente Tesla ha da poco creato una batteria per far arrivare le sua auto a 400
          • prova123 scrive:
            Re: ...
            Ha senso considerare solo le macchine a listino 2016.Il futuro non è ... forse sarà. Vedi la Apple Car.Comunque con la Tesla pìù chilometri percorri e più è facile incrociare un tir di colore bianco ... meglio evitare ... :D
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: prova123
            Ha senso considerare solo le macchine a listino
            2016.Ma quale articolo hai letto?(rotfl)(rotfl)Hanno detto 2030!Cioè (nel caso e ammesso e non conXXXXX che la proposta abbia seguito) fra 14 anni!Tu sai già il "listino" 2030?(rotfl)(rotfl)(rotfl)E il mago otelma come se la passa?tutto bene?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • prova123 scrive:
            Re: ...
            Pensa a coloro che sono nati pochi anni dopo il 1900 al tempo della bella epoque i quali si immaginavano futuro pieno di soddisfazioni ed invece si sono ingrugnati due guerre mondiali a 18 e 40 anni circa.Io guardo il dato reale ad oggi, ed ora l'autonomia è 150/200 km ed è ridicola. Il futuro non è, forse sarà.
          • .... scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: prova123
            Pensa a coloro che sono nati pochi anni dopo il
            1900 al tempo della bella epoque i quali si
            immaginavano futuro pieno di soddisfazioni ed
            invece si sono ingrugnati due guerre mondiali a
            18 e 40 anni
            circa.

            Io guardo il dato reale ad oggi, ed ora
            l'autonomia è 150/200 km ed è ridicola. Il futuro
            non è, forse
            sarà.ma che XXXXX, uno con i piedi ben piantati per terra su PI? ma sei una mosca bianca, amico!
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: prova123
            Io guardo il dato reale ad oggi, ed ora
            l'autonomia è 150/200 km ed è ridicola. Il futuro
            non è, forse
            sarà.Bravo!Allora il dato <b
            reale </b
            è che la proposta (che è solo una proposta) è per il 2030 e è altrettanto <b
            reale </b
            che il listino 2030 non sarà quello di oggi.Vogliamo scommettere su chi è più realista tra me e te?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Hop scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: prova123
            Comunque con la Tesla pìù chilometri percorri e
            più è facile incrociare un tir di colore bianco
            ... meglio evitare ...
            :DPiù facile incrociare XXXXXXXXX ubriachi :D
      • ... scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: cozio
        informati idiota, alcune fanno anche 400-500 km
        con una
        ricarica.E quanto costano?
        • Zucca Vuota scrive:
          Re: ...
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: cozio

          informati idiota, alcune fanno anche 400-500 km

          con una

          ricarica.

          E quanto costano?A parte questo a me servono 800-1000 Km di autonomia. Nessuna auto elettrica al momento va bene. Vedremo cosa succederà nei prossimi anni.
    • panda rossa scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Nome e cognome
      Il problema é la scarsa autonomia delle auto
      elettriche. Che me ne faccio di una macchina con
      150 Km di
      autonomia???Ci fai 150 km.Che domande! (ghost)
  • cozio scrive:
    GERMANIA...
    paese pieno di XXXXXXXX, persone alcolizzate e gruppi neonazisti. ma che XXXXX di civiltà vogliono insegnare al resto d'europa? si tengano pure le loro auto di XXXXX.
    • edrgcsfx scrive:
      Re: GERMANIA...
      - Scritto da: cozio
      paese pieno di XXXXXXXX, Anche qui i puttanieri non mancano. Ma a parte le olgettine le puttane se la passano male.
      persone alcolizzate e
      gruppi neonazisti.Lega, casa pound e simili?
      ma che XXXXX di civiltà
      vogliono insegnare al resto d'europa?Dissero da un paese diviso tra terroni e barbari.
      si tengano pure le loro auto di
      XXXXX.(rotfl)(rotfl)Perché le nostre di che sono fatte?
      • terence spencer scrive:
        Re: GERMANIA...
        - Scritto da: edrgcsfx

        si tengano pure le loro auto di

        XXXXX.
        (rotfl)(rotfl)
        Perché le nostre di che sono fatte?della stessa sostanza dei sogni! :
    • .... scrive:
      Re: GERMANIA...
      - Scritto da: cozio
      paese pieno di XXXXXXXX, ma infatti! vi pare logico che mi devo dare 8 ore di viaggio per qualche XXXXXXta in santa pace in quache bell'fdk?!?!?! XXXXXXXX legali anche in italia, altro che riforma della costituzione, renzi dei miei XXXXXXXX!
      • ._. scrive:
        Re: GERMANIA...
        - Scritto da: ....
        - Scritto da: cozio

        paese pieno di XXXXXXXX,

        ma infatti! vi pare logico che mi devo dare 8 ore
        di viaggio per qualche XXXXXXta in santa pace in
        quache bell'fdk?!?!?!guarda che la soluzione è "a portata di mano":https://it.wikipedia.org/wiki/Masturbazione
  • Proparossit ono scrive:
    daccordissimo coi germani...
    ...a patto che Berlino mi compri nel 2030 una macchina nuova fiammante elettrica compresa di revisione e assicurazione. Ah non una macchina elettrica qualunque la voglio rossa con cappottina gialla. :D
    • terence spencer scrive:
      Re: daccordissimo coi germani...
      - Scritto da: Proparossit ono
      ...a patto che Berlino mi compri nel 2030 una
      macchina nuova fiammante elettrica compresa di
      revisione e assicurazione. Ah non una macchina
      elettrica qualunque la voglio rossa con
      cappottina gialla.
      :Daltrimenti ci arrabbiamo? :D
      • .... scrive:
        Re: daccordissimo coi germani...
        - Scritto da: terence spencer
        - Scritto da: Proparossit ono

        ...a patto che Berlino mi compri nel 2030 una

        macchina nuova fiammante elettrica compresa di

        revisione e assicurazione. Ah non una macchina

        elettrica qualunque la voglio rossa con

        cappottina gialla.

        :D

        altrimenti ci arrabbiamo? :DSiamo gia' arrabbiati!
  • ciccio scrive:
    che bello
    .. perché non introdurre macchine a pedali?
  • Pietro scrive:
    Tecnologie
    L'auto elettrica come la si intende oggi, con le batterie ricaricabili, non funzionerà mai, andrà bene nelle città su percorsi brevi, ma ha un'autonomia troppo ridotta e tempi di ricarica troppo lunghi.Quante ore si impiegherebbero per un tragitto es. Milano - Napoli?Quello che funziona sono auto a celle combustibile, sempre elettriche ma con una lunga autonomia, quelle odierne sono ad idrogeno, ma non è proprio il combustibile ideale, sarebbe meglio a metanolo, ma la tecnologia è ancora molto indietro.
  • Pietro scrive:
    Tecnologie
    L'auto elettrica come la si intende oggi, con le batterie ricaricabili non funzionerà mai, andrà bene nelle città su percorsi brevi, ma ha un'autonomia troppo ridotta e tempi di ricarica troppo lunghi.Quante ore si impiegherebbero per un tragitto es. Milano - Napoli?Quello che funziona sono auto a celle combustibile, sempre elettriche ma con una lunga autonomia, quelle odierne sono ad idrogeno, ma non è proprio il combustibile ideale, sarebbe meglio a metanolo, ma la tecnologia è ancora molto indietro.
  • ... scrive:
    Problema
    non è un problema fare auto elettriche efficienti, il problema è la prolunga
  • F Type scrive:
    Auto elettrica
    Riecco spuntare ogni tanto la solita fanfalucca del "tutto elettrico" e poi dal 2030 ? Perchè non dal 2100 ?Poi emissioni zero ? ma quando mai..Hanno fatto il calcolo di quanta energia servirebbe per caricare ogni auto di una città ? Cosa facciamo,meno benzina ma + centrali nucleari ?Qualcuno si è posto il problema dello smaltimento delle batterie di intere città ? Anche li cosa facciamo, più discariche ?Poi i mezzi pesanti,aerei e navi rimarranno a combustibile fossile.A meno di una nuova fonte d'energia PULITA abbondante e a buon mercato queste son solo parole al vento.
    • bertuccia scrive:
      Re: Auto elettrica
      - Scritto da: F Type

      Hanno fatto il calcolo di quanta energia
      servirebbe per caricare ogni auto di una città ?
      Cosa facciamo,meno benzina ma + centrali nucleari ?sicuramente una centrale ha un rendimento molto maggiore rispetto ad un motore a scoppio
      • F Type scrive:
        Re: Auto elettrica
        - Scritto da: bertuccia
        sicuramente una centrale ha un rendimento molto
        maggiore rispetto ad un motore a
        scoppioIl motore elettico ha un rendimento quasi unitario rispetto a un motore a scoppio,questo è ottimo, peccato che è tutto il resto a far crollare il castello. Devi aggiungere tantissime centrali in più per fare una cosa del genere, l'operazione di ricarica di simili mezzi comporta un elevato assorbimento di corrente che devi moltiplicare per ogni mezzo elettrico collegato,per non parlare dei tempi di ricarica. Poi c'è la questione batterie esauste che non si come smaltire e dubito che si possa fare al 100%.
        • bertuccia scrive:
          Re: Auto elettrica
          - Scritto da: F Type

          Il motore elettico ha un rendimento quasi
          unitario rispetto a un motore a scoppio,questo è
          ottimo, peccato che è tutto il resto a far
          crollare il castello. Devi aggiungere tantissime
          centrali in piùXXXXX zio ma va che è impossibile parlare con te.ti ho scritto: "sicuramente una centrale ha un rendimento molto maggiore rispetto ad un motore a scoppio"significa che è meglio avere (numeri a caso) 10 centrali in più rispetto a 100.000.000 di motori a scoppio, dato che la centrale ha un rendimento migliore.Quindi ben vengano più centrali che producano l'energia per le batterie delle autoChe è la stessa cosa che diceva Teo_ qui, ho visto dopohttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4346648&m=4346727#p4346727
          • nonlo so scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: F Type



            Il motore elettico ha un rendimento quasi

            unitario rispetto a un motore a
            scoppio,questo
            è

            ottimo, peccato che è tutto il resto a far

            crollare il castello. Devi aggiungere
            tantissime

            centrali in più

            XXXXX zio ma va che è impossibile parlare con te.

            ti ho scritto: "sicuramente una centrale ha un
            rendimento molto maggiore rispetto ad un motore a
            scoppio"

            significa che è meglio avere (numeri a caso) 10
            centrali in più rispetto a 100.000.000 di motori
            a scoppio, dato che la centrale ha un rendimento
            migliore.

            Quindi ben vengano più centrali che producano
            l'energia per le batterie delle
            auto

            Che è la stessa cosa che diceva Teo_ qui, ho
            visto
            dopo
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4346648&m=434non so avete dati in mano per sostenere queste cose?energia chimica -
            (centrale) -
            energia elettricaenergia elettrica -
            (caricabatterie) -
            energia chimica(batteria)energia chimica -
            (scarica batteria) -
            energia elettricaenergia elettrica -
            (motore) -
            energia meccanical'energia si trasforma 4 volte e in ogni passaggo c'è una perdita.Di contro nei motori a combustione interna c'è solo una trasformazione, da energia chimica a energia meccanica
          • bertuccia scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: nonlo so

            non so avete dati in mano per sostenere queste
            cose?

            energia chimica -
            (centrale) -
            energia elettrica
            energia elettrica -
            (caricabatterie) -
            energia
            chimica(batteria)
            energia chimica -
            (scarica batteria) -
            energia
            elettrica
            energia elettrica -
            (motore) -
            energia meccanica

            l'energia si trasforma 4 volte e in ogni passaggo
            c'è una
            perdita.

            Di contro nei motori a combustione interna c'è
            solo una trasformazione, da energia chimica a
            energia meccanicail rendimento del motore a combustione interna non va oltre lo 0.25il rendimento del motore elettrico arriva a 0.9mettiamo per assurdo che con tutti i passaggi e le trasformazioni sei arrivato allo 0.25 anche col motore elettrico. Almeno hai tolto l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai centri abitati e l'hai spostato fuori.
          • Pico de Paperis scrive:
            Re: Auto elettrica
            Si stanno studiando soluzioni ibride interessanti, che sono la normale evoluzione della vecchia accoppiata diesel-elettrico degli u-boat.Piccolo bruciatore a metano/gpl, che alimenta una microturbina a vapore ad altra pressione che alimenta il motore elettrico e ricarica una batteria tampone, che copre il fabbisogno di picco dell' accellerazione e il tempo di entrata a regime della turbina (attualmente circa 1 minuto).L' efficenza energetica molto migliore a parità di CO2 prodotta.
          • Izio01 scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia

            il rendimento del motore elettrico arriva a 0.9

            mettiamo per assurdo che con tutti i passaggi e
            le trasformazioni sei arrivato allo 0.25 anche
            col motore elettrico.Stai sbagliando il ragionamento. Per forza il rendimento dle motore elettrico è maggiore di quello a scoppio, il grosso costo ce l'hai nella trasformazione dell'energia termica in elettrica!https://goo.gl/h2jb9O"Nelle centrali termoelettriche (dove i combustibili fossili sono bruciati per produrre energia elettrica, più facilmente trasportabile e utilizzabile dal consumatore finale) il rendimento medio è pari al 40%".Mettici la perdita dovuta ai passaggi successivi, in particolare quelli dovuti alla batteria, che per di più soffre parecchio per il freddo, e probabilmente arrivi ad un rendimento ancora peggiore.
            Almeno hai tolto
            l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai
            centri abitati e l'hai spostato fuori.Questo sarebbe effettivamente molto positivo, ma una volta che ci si mettesse di mezzo lo smaltimento delle batterie esauste, non sono così sicuro che la soluzione risulterebbe poi così ecologica.SECONDO ME occorre un salto di qualità nella tecnologia delle batterie, prima di pensare ad un'adozione su così larga scala.
          • Luca scrive:
            Re: Auto elettrica
            posto che le centrali più moderne arrivano a rendimenti dello 0.57 (ciclo combinato). Le auto elettriche sono più che una realtà in Norvegia, paese non proprio caldo. Il rendimento con il freddo pare sia stato quantomeno risolto.Comunque si parla da qui a 14 anni (orizzonte temporale comunque medio-lungo).
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Luca
            posto che le centrali più moderne arrivano a
            rendimenti dello 0.57 (ciclo combinato). Le auto
            elettriche sono più che una realtà in Norvegia,
            paese non proprio caldo.La Norvegia ha 5 milioni di abitanti, anche lei aveva sparato una cosa del genere,ma per loro era più un auspicio che altro.
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            Almeno hai tolto
            l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai
            centri abitati e l'hai spostato
            fuori.E l'elettricità che usi per ricaricare il pacco batterie viene fuori dal nulla ?
          • Teo_ scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: bertuccia

            Almeno hai tolto

            l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai

            centri abitati e l'hai spostato

            fuori.

            E l'elettricità che usi per ricaricare il pacco
            batterie viene fuori dal nulla
            ?Mica tutte le batterie esplodono eh...
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            Dici ? http://www.macitynet.it/un-film-scotta-iphone-6-prende-fuoco-un-viaggio-aereo/
          • Luca scrive:
            Re: Auto elettrica
            Quindi mi stai dicendo che è più facile controllare milioni di autovetture anziché decine di centrali elettriche mappate, classificate ed autorizzate?E poi chi ha parlato di nucleare?L'energia solare non sarà sufficiente, ma è, già oggi, una componente dell'energia totale. Va considerata
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Luca
            Quindi mi stai dicendo che è più facile
            controllare milioni di autovetture anziché decine
            di centrali elettriche mappate, classificate ed
            autorizzate?Non coltrollerai nessuna delle 2
            E poi chi ha parlato di nucleare?Avrebbe poco senso di nuovo il fossile
            L'energia solare non sarà sufficiente, ma è, già
            oggi, una componente dell'energia totale. Va
            considerataUna piccola componente.
          • Max scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: F Type

            Questa cosa la stai dando per scontata.
            Poi suppongo parliamo di altrettante centrali
            nucleari, sicuro che ti conviene
            ?Per me vanno scisse le cose: se parliamo di nucleare come pericolo beh le abbiamo a poche centinaia di km... Tenendo conto che col disastro di Chernobyl le radiazioni hanno fatto migliaia di km, essendo arrivate anche da noi, non è che non averle qui ci metta al sicuro.Se invece intendi che diventa pericoloso perché fatte e gestite "all'italiana" (aka, mafia, 'ndrangheta, appalti truccati, lavori fatti male ecc.) allora questo è un reale problema.
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Max
            Per me vanno scisse le cose: se parliamo di
            nucleare come pericolo beh le abbiamo a poche
            centinaia di km... Tenendo conto che col disastro
            di Chernobyl le radiazioni hanno fatto migliaia
            di km, essendo arrivate anche da noi, non è che
            non averle qui ci metta al
            sicuro.Questa scusa è vecchia ed è tipica di chi vuol costruirle
            Se invece intendi che diventa pericoloso perché
            fatte e gestite "all'italiana" (aka, mafia,
            'ndrangheta, appalti truccati, lavori fatti male
            ecc.) allora questo è un reale
            problema.Come quella in Francia che veniva costruita a cavoli senza la supervisione,dici che è meglio ?
          • Max scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: Max


            Per me vanno scisse le cose: se parliamo di

            nucleare come pericolo beh le abbiamo a poche

            centinaia di km... Tenendo conto che col
            disastro

            di Chernobyl le radiazioni hanno fatto
            migliaia

            di km, essendo arrivate anche da noi, non è
            che

            non averle qui ci metta al

            sicuro.

            Questa scusa è vecchia ed è tipica di chi vuol
            costruirleNo non è una scusa, e ne vecchia ne nuova, ma una realtà: se salta in aria una centrale in Francia, secondo te, noi non subiamo la contaminazione? Ne usciamo belli puliti e indenni?


            Se invece intendi che diventa pericoloso
            perché

            fatte e gestite "all'italiana" (aka, mafia,

            'ndrangheta, appalti truccati, lavori fatti
            male

            ecc.) allora questo è un reale

            problema.

            Come quella in Francia che veniva costruita a
            cavoli senza la supervisione,dici che è meglio
            ?Non ricordo a quale ti riferisci.In ogni caso, no non è meglio, ma semplicemente in altri Paesi certe cose accadono meno che da noi, e se accadono emrgono (spesso) prima che sia tardi. Da noi di solito va esattamente al contrario, e siccome abbiamo ampia storia di appalti eseguiti "ad XXXXXXXm" credo che la cosa non sia da sottovalutare. Poi, oggi, secondo me dire che il nucleare sia un male assoluto è abbastanza "da ignoranti"; che sia complesso da gestire, costoso anche per via dei costi di smaltimento ok, ma che si pensi che le centrali oggi siano ancora costruite come quella di Chernobyl francamente è pura demagogia.
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Max
            No non è una scusa, e ne vecchia ne nuova, ma una
            realtà: se salta in aria una centrale in Francia,
            secondo te, noi non subiamo la contaminazione? Ne
            usciamo belli puliti e
            indenni?son semrpe state il cavallo di battaglia di chi le voleva costruire.Vuoi mettere di averle un bel pò anche in casa ?
            Non ricordo a quale ti riferisci.
            In ogni caso, no non è meglio, ma semplicemente
            in altri Paesi certe cose accadono meno che da
            noi, e se accadono emrgono (spesso) prima che sia
            tardi. Da noi di solito va esattamente al
            contrario, e siccome abbiamo ampia storia di
            appalti eseguiti "ad XXXXXXXm" credo che la cosa
            non sia da sottovalutare.Nel caso specifico era una centrale nucleare di nuova generazione e si erano riscontrate prarecchie irregolarità,gli operai a malapena sapevano cosa stavano facendo e parliamo della Francia,alla fine quando ci sono interessi dietro si passa sopra a tutto.
            Poi, oggi, secondo me dire che il nucleare sia un
            male assoluto è abbastanza "da ignoranti"; che
            sia complesso da gestire, costoso anche per via
            dei costi di smaltimento ok, ma che si pensi che
            le centrali oggi siano ancora costruite come
            quella di Chernobyl francamente è pura
            demagogia.No è la verità, credere di avere il pieno controllo su una cosa del genere in caso di incidenti è da ingenui e per tutto il mondo si sono verificati decine e decine di incidenti e a volte c'è mancato veramente poco, inoltre in caso di inquinamento nucleare gli effetti sparirebbero dopo centinaia e centinaia di anni,quindi stiamo giocando con il fuoco.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Auto elettrica

            mettiamo per assurdo che con tutti i passaggi e
            le trasformazioni sei arrivato allo 0.25 anche
            col motore elettrico. Almeno hai tolto
            l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai
            centri abitati e l'hai spostato
            fuori.e non contiamo che l'energia elettrica PUO' essere prodotta da fonti rinnovabili (mentre se bruci petrolio inquindi a prescindere). Se questo darà ulteriore impulso ben venga.
          • ZLoneW scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            mettiamo per assurdo che con tutti i passaggi e
            le trasformazioni sei arrivato allo 0.25 anche
            col motore elettrico. Almeno hai tolto
            l'inquinamento da polveri sottili in mezzo ai
            centri abitati e l'hai spostato fuori.OK. "Fuori", per definizione, è dove si trovano le zone agricole; ne consegue che i residui di combustione che non respiro mi ritrovo a mangiarli? :DFatevi un po' di conti: nella migliore delle ipotesi, non si può risparmiare più del 75% dell'energia usata per autotrazione. Ora, fatevi una ricerchina su Internet e vedete quanto è l'energia richiesta per autotrazione sul totale, e qual è la percentuale di inquinanti prodotti dall'autotrazione rispetto al resto...Quando si trattano questi problemi, è indispensabile una visione un po' più globale.
          • claudio scrive:
            Re: Auto elettrica

            energia chimica -
            (centrale) -
            energia elettrica
            energia elettrica -
            (caricabatterie) -
            energia
            chimica(batteria)
            energia chimica -
            (scarica batteria) -
            energia
            elettrica
            energia elettrica -
            (motore) -
            energia meccanica

            l'energia si trasforma 4 volte e in ogni passaggo
            c'è una
            perdita.Hai dimenticato altri 4 passaggi :-P

            Di contro nei motori a combustione interna c'è
            solo una trasformazione, da energia chimica a
            energia
            meccanica
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            ti ho scritto: "sicuramente una centrale ha un
            rendimento molto maggiore rispetto ad un motore a
            scoppio"centrale nucleare ?
            significa che è meglio avere (numeri a caso) 10
            centrali in più rispetto a 100.000.000 di motori
            a scoppio, dato che la centrale ha un rendimento
            migliore.

            Quindi ben vengano più centrali che producano
            l'energia per le batterie delle
            autoMa hai una vaga idea di cosa stai parlando ?Ma rendimento migliore di cosa ? Sai cosa usa come combustibile una centrale nucleare ? :D
          • bertuccia scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: F Type

            Ma hai una vaga idea di cosa stai parlando ?
            Ma rendimento migliore di cosa?e qui si scopre che non sai nemmeno la definizione di rendimento.inutile discutere oltre
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            e qui si scopre che non sai nemmeno la
            definizione di
            rendimento.E qui si scopre ovviamente che non hai fatto studi tecnici,vero ? :D
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            Tutto vero berty!Ma... c'è un ma... vedi facciamo l'ipotesi di mettere tutto elettrico.Il primo problema che sorge è il tempo di ricarica.Ma intendiamoci è un problema risolvibilissimo!Come?Facile arrivi al distributore e cambi il "battery pack" scarico con uno carico.Il gestore mette sotto carica il battery pack che gli hai dato e via così...Dove sta il ma.... beh anche questo è semplice occorre standardizzare battery pack e parte dell'auto per essere "compatibile" in tutto e per tutto.Tu mi risponderai "ok dove sta il problema?"... e io ti risponderò "nessun problema"... adesso immagina la "Apple Car"...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • bertuccia scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            Tu mi risponderai "ok dove sta il problema?"... e
            io ti risponderò "nessun problema"... adesso
            immagina la "Apple Car"...se mi chiedi della Apple Car, io la immagino fornita unicamente come servizio. Esaminando i dati sui programmi di riciclo di Apple, direi che sta un passo avanti a tutti, quindi tutto ottimo direi! ;)
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia

            se mi chiedi della Apple Car, io la immagino
            fornita unicamente come servizio.Tu ? forse sarebbe pure normale usare auto elettriche auto-guidate come servizio (è la strada su cui si è incamminata google)... quindi nulla di strano....Ma il problema è che Apple pare proprio non "immaginare" una Apple car stanti i recenti annunci.8) E a parte questo la battuta (veniva facile per la verità) era che il presupposto della "standardizzazione" non è certo il tipo di policy più "naturale" (storicamente parlando) per Apple (figuriamoci poi per i macachi!)Niente "Apple battery" niente "Apple connector" ecc... ecc.. 8)Davvero non ti viene da ridere?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Pietro scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: bertuccia



            se mi chiedi della Apple Car, io la immagino

            fornita unicamente come servizio.
            Tu ? forse sarebbe pure normale usare auto
            elettriche auto-guidate come servizio (è la
            strada su cui si è incamminata google)... quindi
            nulla di
            strano....
            Ma il problema è che Apple pare proprio non
            "immaginare" una Apple car stanti i recenti
            annunci.
            8)
            E a parte questo la battuta (veniva facile per la
            verità) era che il presupposto della
            "standardizzazione" non è certo il tipo di policy
            più "naturale" (storicamente parlando) per Apple
            (figuriamoci poi per i
            macachi!)
            Niente "Apple battery" niente "Apple connector"
            ecc...
            ecc..
            8)
            Davvero non ti viene da ridere?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)i computer Apple usano, come tutti, la corrente 220 V e 110 V in USA,
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Pietro

            Davvero non ti viene da ridere?

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            i computer Apple usano, come tutti, la corrente
            220 V e 110 V in
            USA,Uh che meraviglia! 8)Credevo che fosse una invenzione di Jobs la distribuzione della corrente a voltaggio alternato!Sicuro che non ci sia un brevetto Apple da qualche parte?(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Izio01 scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Pietro
            i computer Apple usano, come tutti, la corrente
            220 V e 110 V in USA,Lui parlava specificamente della <b
            compatibilità tra pacchi di batterie </b
            , per permettere lo scambio immediato una volta giunti al distributore. Battuta su Apple a parte, sarebbe dura farla digerire anche alle varie Ford, Fca, Opel...
          • Pietro scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Izio01
            - Scritto da: Pietro

            i computer Apple usano, come tutti, la
            corrente

            220 V e 110 V in USA,

            Lui parlava specificamente della <b

            compatibilità tra pacchi di batterie </b
            ,
            per permettere lo scambio immediato una volta
            giunti al distributore. Battuta su Apple a parte,
            sarebbe dura farla digerire anche alle varie
            Ford, Fca,
            Opel...piuttosto, attualmente le batterie sono sparse in giro per l'auto
          • bertuccia scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente

            Ma il problema è che Apple pare proprio non
            "immaginare" una Apple car stanti i recenti
            annunci. 8) quali annunci?
            E a parte questo la battuta (veniva facile per la
            verità) era che il presupposto della
            "standardizzazione" non è certo il tipo di policy
            più "naturale" (storicamente parlando) per Applema dai, tu vivi di luoghi comuni!
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: bertuccia
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente



            Ma il problema è che Apple pare proprio non

            "immaginare" una Apple car stanti i recenti

            annunci. 8)

            quali annunci?http://punto-informatico.it/4339914/PI/Commenti/passato-prossimo-apple-car-tanti-cari-saluti.aspx
            ma dai, tu vivi di luoghi comuni!Davvero?puoi indicarmi la posizione del tuo connettore usb standard (o una variante a scelta ma sempre standard micro/mini) sul tuo iPhone?Puoi indicarmi quali dispositivi possono essere connessi in rete (protocollo TCP/IP) al bluetooth del tuo iPhone?Potrei andare avanti ore con questi "luoghi comuni"(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ZLoneW scrive:
            Re: Auto elettrica
            Proviamo con un problemino di aritmetica: "un distributore di carburante in una qualsiasi autostrada a 4 pompe di carburante. E' il primo agosto, e il distributore apre e comincia ad erogare carburante alle auto in viaggio, un pieno ogni cinque minuti, tutte le pompe sempre occupate, fino all'ora di chiusura.Un distributore di accumulatori per auto elettriche ha quattro stazioni di sostituzione, ci mette cinque minuti per sostituire la batteria ad un'auto. Per ricaricare una batteria ci vogliono 3 ore, con un collegamento trifase da 380V 10 KW.E' il primo agosto, e il distributore apre e comincia a sostituire batterie alle auto in viaggio, un cambio ogni cinque minuti, tutte le stazioni sempre occupate, fino all'ora di chiusura.Nell'ipotesi che tutte le batterie che ha a disposizione siano cariche ad inizio di giornata, quante batterie e quanti KW elettrici deve avere a disposizione per servire tutti i clienti fino a fine giornata?Effettuare il calcolo nelle due ipotesi:1. a fine giornata gli rimangono solo batterie esauste;2. a inizio giornata successiva, tutte le batterie disponibili devono essere cariche.
        • mura scrive:
          Re: Auto elettrica
          - Scritto da: F Type
          - Scritto da: bertuccia


          sicuramente una centrale ha un rendimento
          molto

          maggiore rispetto ad un motore a

          scoppio

          Il motore elettico ha un rendimento quasi
          unitario rispetto a un motore a scoppio,questo è
          ottimo, peccato che è tutto il resto a far
          crollare il castello. Devi aggiungere tantissime
          centrali in più per fare una cosa del genere,
          l'operazione di ricarica di simili mezzi comporta
          un elevato assorbimento di corrente che devi
          moltiplicare per ogni mezzo elettrico
          collegato,per non parlare dei tempi di ricarica.
          Poi c'è la questione batterie esauste che non si
          come smaltire e dubito che si possa fare al
          100%.Nel tuo discorso hai scordato un fattore secondo me ancora più importante, se tutti caricano la macchina alla sera ed assorbono un pacco di corrente in più rispetto ad ora, ce la fanno le attuali tratte di cavi a sopportare il carico o devono essere sostituite ?Ok produrla l'energia (e non è così scontato) ma devi anche portarla alla casa e se i cavi si squagliano perchè tutti assorbono troppo vanno pure adeguati.
          • Zack scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: mura
            Ok produrla l'energia (e non è così scontato) ma
            devi anche portarla alla casa e se i cavi si
            squagliano perchè tutti assorbono troppo vanno
            pure adeguati.Non solo i cavi di casa, ma tutte le linee vanno ridimensionate per il nuovo assorbimento, non solo quelle domenstiche e a questo punto diventano sempre più importanti le perdite subite sulla distribuzione. E? indubbio che i futuro sarà questo, ma non sarà così immediato (2030) e leggero. Mi chiedo poi che fine faranno i veicoli diesel pesanti (navi comprese)
          • Pietro scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Zack
            - Scritto da: mura

            Ok produrla l'energia (e non è così
            scontato)
            ma

            devi anche portarla alla casa e se i cavi si

            squagliano perchè tutti assorbono troppo
            vanno

            pure adeguati.
            Non solo i cavi di casa, ma tutte le linee vanno
            ridimensionate per il nuovo assorbimento, non
            solo quelle domenstiche e a questo punto
            diventano sempre più importanti le perdite subite
            sulla distribuzione. E? indubbio che i futuro
            sarà questo, ma non sarà così immediato (2030) e
            leggero. Mi chiedo poi che fine faranno i veicoli
            diesel pesanti (navi
            comprese)I veicoli pesanti, gli aerei e le navi continueranno ad usare prodotti fossili, si può fare gasolio con petrolio, carbone e scisti bituminosi, (tar sands)le riserve di questi ultimi sono immense.
          • panda rossa scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: mura
            Nel tuo discorso hai scordato un fattore secondo
            me ancora più importante, se tutti caricano la
            macchina alla sera ed assorbono un pacco di
            corrente in più rispetto ad ora, ce la fanno le
            attuali tratte di cavi a sopportare il carico o
            devono essere sostituite
            ?Attualmente la sera un sacco di energia elettrica prodotta va sprecata perche' nessuno la consuma.Hanno provato perfino a farla pagare di meno per fascia oraria notturna per incentivarne l'utilizzo di notte.Non c'e' nessun carico da sopportare se la ricarica avviene di notte.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: panda rossa
            Non c'e' nessun carico da sopportare se la
            ricarica avviene di
            notte.Ma cambiare il battery pack "al distributore" (dove verrà ricaricato per un altro cliente) no? 8)Mi pare così semplice... e così poco "problematico".Certo come spiegavo a Bertuccia questo significa battery pack e parte della automobile (attacchi e "vani portapack") che sia standardizzata e quindi niente "iBattery" niente "iConnector plus" niente "iVoltaggio" ecc. ecc.Ma a parte i macachi perchè la gente normale dovrebbe preoccuparsi di ricaricare a casa le batterie?Oltretutto col cambio al distributore non ti servono certo ore di attesa anzi la ricarica viene fatta "con calma" e le batterie già cariche sono sempre pronte esattamente come ora il combustibile basta avere il numero di battery pack necessario a gestire il ciclo un normale problema di "approvvigionamento" (tal quale quello del carburante tradizionale).Non vedo proprio il problema.
          • Pietro scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: panda rossa


            Non c'e' nessun carico da sopportare se la

            ricarica avviene di

            notte.
            Ma cambiare il battery pack "al distributore"
            (dove verrà ricaricato per un altro cliente)
            no?
            8)
            Mi pare così semplice... e così poco
            "problematico".
            Certo come spiegavo a Bertuccia questo significa
            battery pack e parte della automobile (attacchi e
            "vani portapack") che sia standardizzata e quindi
            niente "iBattery" niente "iConnector plus" niente
            "iVoltaggio" ecc.
            ecc.
            Ma a parte i macachi perchè la gente normale
            dovrebbe preoccuparsi di ricaricare a casa le
            batterie?
            Oltretutto col cambio al distributore non ti
            servono certo ore di attesa anzi la ricarica
            viene fatta "con calma" e le batterie già cariche
            sono sempre pronte esattamente come ora il
            combustibile basta avere il numero di battery
            pack necessario a gestire il ciclo un normale
            problema di "approvvigionamento" (tal quale
            quello del carburante
            tradizionale).
            Non vedo proprio il problema.il cambio batteria è un servizio, paghi la corrente più il servizio, se la ricarichi a casa paghi solo la corrente e magari in fascia economica per privati e di notte. Dovrebbero essere possibili entrambe le cose.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: Pietro
            il cambio batteria è un servizio, paghi la
            corrente più il servizio, se la ricarichi a casa
            paghi solo la corrente e magari in fascia
            economica per privati e di notte. Dovrebbero
            essere possibili entrambe le
            cose.Non vedo perchè non dovrebbe essere possibile cosa lo impedirebbe?Un guardiano?Oppure (molto più facile) un apposito iSoftware nella batteria (bisogna caricarla in un iDistribuStore)(rotfl)(rotfl)Ma Eventuale Apple car a parteQuale altro problema ci vedi? :D
          • panda rossa scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
            - Scritto da: panda rossa


            Non c'e' nessun carico da sopportare se la

            ricarica avviene di

            notte.
            Ma cambiare il battery pack "al distributore"
            (dove verrà ricaricato per un altro cliente)
            no?
            8)Una cosa non esclude l'altra.
          • giaguarevol issimevolm ente scrive:
            Re: Auto elettrica
            Certo che no.Ma una delle due è praticamente indispensabile per un utilizzo "normale" l'altra è (eventualmente) un modo di risparmiare che male non fa di certo.L'essenziale è la questione "standardizzazione" altrimenti il buco nell'acqua è assicurato.Chissà perchè però ho il sospetto che se non verrà "imposta" ai produttori non ci sarà alcuna standardizzazione. :DTu che dici sono io che penso male? :)
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: panda rossa
            Attualmente la sera un sacco di energia elettrica
            prodotta va sprecata perche' nessuno la
            consuma.In realtà non è così,la rete elettrica "sente" il carico applicato e si adatta di conseguenza.Inoltre le centrali idroelettriche sfruttano la notte con consumi ridotti per pompare l'acqua nei serbatoi a monte per usarla quando si richiede più energia elettrica, in questo caso per esempio già non potresti più farlo.Comunque la metti a meno di una nuova fonte di energia elettrica a basso costo non è fattibile su larga scala.
          • F Type scrive:
            Re: Auto elettrica
            - Scritto da: mura
            Nel tuo discorso hai scordato un fattore secondo
            me ancora più importante, se tutti caricano la
            macchina alla sera ed assorbono un pacco di
            corrente in più rispetto ad ora, ce la fanno le
            attuali tratte di cavi a sopportare il carico o
            devono essere sostituite
            ?Veramente questo l'ho già detto,non dico che tutta la città di notte si metta a ricaricare ma poco ci manca. E' fortunato chi lavora ad un paio di Km da casa e quindi con una sola ricarica ci fa più giorni,chi invece lavora fuori o deve viaggiare frequentemente per recarsi al lavoro lo farà sempre di notte quando non la usa,quindi una buona parte si troverà in questa situazione.
            Ok produrla l'energia (e non è così scontato) ma
            devi anche portarla alla casa e se i cavi si
            squagliano perchè tutti assorbono troppo vanno
            pure
            adeguati.Il problema è con cosa produrla ,+ nucleare? Siamo sicuri che convenga?, e come dici tu aumentare l'intera rete elettrica perchè quella attuale a malapena è sufficiene per gli usi odierni.Se devi costruire più centrali per far fronte all'enorme richiesta di energia elettrica,se non puoi riciclare il 100% delle batterie esauste (sempre sperando di non aver bisogno di terre rare altrimenti la cosa si complica ancora),se devi aspettare ore e ore per ricaricare ci si ritroverà con la classica toppa peggiore del buco.
      • vecchiaccio scrive:
        Re: Auto elettrica
        Peccato che poi tu perda questo delta dal passaggio centrale
        distribuzione
        batteria ;)
    • ivan scrive:
      Re: Auto elettrica
      - Scritto da: F Type
      Riecco spuntare ogni tanto la solita fanfalucca
      del "tutto elettrico" e poi dal 2030 ? Perchè non
      dal 2100
      ?

      Poi emissioni zero ? ma quando mai..

      Hanno fatto il calcolo di quanta energia
      servirebbe per caricare ogni auto di una città ?
      Cosa facciamo,meno benzina ma + centrali nucleari
      ?In Italia la produzione da rinnovabili in 10 anni è raddoppiata. Se guardi bene i dati vedrai che ci sono anche biomassa, geotermico e idroelettrico che non sono intermittenti come eolico e solare. In Germania la produzione da rinnovabili in 10 anni è più che raddoppiata:http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/File:Primary_production_of_renewable_energy,_2004_and_2014_YB16.pngVisto che l'industria ha i suoi tempi prima che ci sia un numero sufficiente di auto sul mercato ci vorranno parecchi anni. Col tasso di sostituzione attuale ci vorranno 20 anni per avere un consistente numero di auto elettriche in circolazione. A quel punto la produzione di energia sarà radicalmente cambiata.

      Qualcuno si è posto il problema dello smaltimento
      delle batterie di intere città ? Anche li cosa
      facciamo, più discariche ?Le batterie si riciclano.

      Poi i mezzi pesanti,aerei e navi rimarranno a
      combustibile
      fossile.
      Dagli tempo.
      A meno di una nuova fonte d'energia PULITA
      abbondante e a buon mercato queste son solo
      parole al vento.Mentre tu chiaccheri l'industria sta già cambiando. Le parole al vento sono le tue.
      • F Type scrive:
        Re: Auto elettrica
        - Scritto da: ivan
        In Italia la produzione da rinnovabili in 10 anni
        è raddoppiata. Se guardi bene i dati vedrai che
        ci sono anche biomassa, geotermico e
        idroelettrico che non sono intermittenti come
        eolico e solare. In Germania la produzione da
        rinnovabili in 10 anni è più che
        raddoppiata:Quelle forme sono sfruttabili localmente solo ove sono presenti,queste poi sono per lo più integrative non sostituitive.
        Visto che l'industria ha i suoi tempi prima che
        ci sia un numero sufficiente di auto sul mercato
        ci vorranno parecchi anni. Col tasso di
        sostituzione attuale ci vorranno 20 anni per
        avere un consistente numero di auto elettriche in
        circolazione. A quel punto la produzione di
        energia sarà radicalmente
        cambiata.Immaginati altri 20 anni con il fossile,non cambierà nulla comunque ti servirà energia tale da alimentare cose che prima non avevi, è come ritrovarsi ad alimentare 4 volte le città che ci sono oggi.
        Le batterie si riciclano.Si a quanto però ? Puoi usare gli stessi materiali di una vecchia batteria esausta per una nuova ?Perchè se non si riesce a creare un circuito chiuso avrai un problema in più dopo.
        Dagli tempo.Ma sono quelli che inquinano di più,potremmo non avere così tanto tempo come ci illudiamo.
        Mentre tu chiaccheri l'industria sta già
        cambiando. Le parole al vento sono le
        tue.Questi sono i classici argomenti per rincuorare il popolino, non è fattibile su vasta scala sono più gli svantaggi che i vantaggi.
  • iRoby scrive:
    Ricarica rapida
    Se tirano fuori le battere a ricarica rapida, e la sosta per caricarle dura 2-5minuti, allora ha senso.Altrimenti ci creerà molti problemi.Io avrei optato per trasporti pubblici puliti e capillari, sempre disponibili che riducano il numero di veicoli circolanti.Il problema dell'auto elettrica è nel fatto che le aziende potranno spostare sulle batterie i costi di manutenzione finendo come con le stampanti. Ossia automobili tutte sotto i 10.000 euro e batterie sotto lo stretto controllo dei produttori che ci lucreranno all'infinito.
    • panda rossa scrive:
      Re: Ricarica rapida
      - Scritto da: iRoby
      Se tirano fuori le battere a ricarica rapida, e
      la sosta per caricarle dura 2-5minuti, allora ha
      senso.

      Altrimenti ci creerà molti problemi.Curioso. La stessa identica frase che disse uno dei piu' famosi allevatori di cavalli agli inizi del secolo scorso parlando di automobili e della necessita' di riempire il loro serbatoio di tanto in tanto.
      Io avrei optato per trasporti pubblici puliti e
      capillari, sempre disponibili che riducano il
      numero di veicoli
      circolanti.Ci si arrivera'.Veicoli a noleggio.Ma il motore elettrico e' imprescindibile.
      Il problema dell'auto elettrica è nel fatto che
      le aziende potranno spostare sulle batterie i
      costi di manutenzione finendo come con le
      stampanti. Ossia automobili tutte sotto i 10.000
      euro e batterie sotto lo stretto controllo dei
      produttori che ci lucreranno
      all'infinito.Per questo occorre obbligare per legge fin da subito ad aprire alla concorrenza per il mercato delle batterie.
      • iRoby scrive:
        Re: Ricarica rapida
        - Scritto da: panda rossa
        Curioso. La stessa identica frase che disse uno
        dei piu' famosi allevatori di cavalli agli inizi
        del secolo scorso parlando di automobili e della
        necessita' di riempire il loro serbatoio di tanto
        in tanto.Valutazione ovvia oggi come allora. Dato che allora non esistevano i distributori di carburante, ed oggi non sono diffuse le colonnine di ricarica.
        Ma il motore elettrico e' imprescindibile.Io sulla moto non so se lo vorrei.Non sbuffa, non si agita, non romba. Sai che piattume per l'appassionato?
        Per questo occorre obbligare per legge fin da
        subito ad aprire alla concorrenza per il mercato
        delle batterie.Ci si arriverà ma solo dopo molto tempo.E il TTIPP ed altri accordi balordi servono proprio a XXXXXXX la concorrenza.
        • Teo_ scrive:
          Re: Ricarica rapida
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: panda rossa

          Ma il motore elettrico e' imprescindibile.

          Io sulla moto non so se lo vorrei.
          Non sbuffa, non si agita, non romba. Sai che
          piattume per
          l'appassionato?Potenza piena senza dipendere da marce e giri del motore? Magari a qualcuno interessa. Non per niente il mercato delle bici a pedalata assistita sta esplodendo.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Teo_
            Potenza piena senza dipendere da marce e giri del
            motore? Magari a qualcuno interessa. Non per
            niente il mercato delle bici a pedalata assistita
            sta esplodendo.Ripeto, non si agita, non sbuffa, non romba.Sai che piattume.Se sei un motociclista appassionato avrai imparato a godere di tutte le sensazioni che provengono dal motore.Ti renderai conto del sucXXXXX che stanno avendo le moto classiche come Bonneville, Harley, Ducati Scrambler, ecc.Moto fatte di metallo, senza tanti fronzoli, con la tecnologia il più possibile nascosta e meno invasiva.
          • Teo_ scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: Teo_

            Potenza piena senza dipendere da marce e
            giri
            del

            motore? Magari a qualcuno interessa. Non per

            niente il mercato delle bici a pedalata
            assistita

            sta esplodendo.

            Ripeto, non si agita, non sbuffa, non romba.
            Sai che piattume.

            Se sei un motociclista appassionato avrai
            imparato a godere di tutte le sensazioni che
            provengono dal
            motore.
            Ti renderai conto del sucXXXXX che stanno avendo
            le moto classiche come Bonneville, Harley, Ducati
            Scrambler,
            ecc.
            Moto fatte di metallo, senza tanti fronzoli, con
            la tecnologia il più possibile nascosta e meno
            invasiva.Non sono un motociclista appassionato e non mi eccita essere svegliato dalla Harley del vicino che va al lavoro prima di me.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            E allora che rispondi a fare?
          • Teo_ scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            E allora che rispondi a fare?Perché immagino non ci siano solo motociclisti appassionati dal rombo del motore ma anche da altre caratteristiche.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Ci sono quelli che vogliono correre forte e piegarsi fino a limare le orecchie in terra.A quelli non interessano tutte le altre sensazioni della moto, basta che corra e si pieghi. Se a batterie lo fa meglio, loro ne saranno tanto contenti.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: jjj
            P.S. le harley non sono moto ma catorci da
            autostrada; in paesi come l'Italia (più curve che
            rettilinei) non hanno alcun senso.Devi provare gli Sportster e i Dyna che faccio io...Ed anche le XR1200.
          • Hop scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            - Scritto da: jjj

            P.S. le harley non sono moto ma catorci da

            autostrada; in paesi come l'Italia (più
            curve
            che

            rettilinei) non hanno alcun senso.

            Devi provare gli Sportster e i Dyna che faccio
            io...
            Ed anche le XR1200.in discesa? :D
        • Hop scrive:
          Re: Ricarica rapida
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: panda rossa

          Curioso. La stessa identica frase che disse
          uno

          dei piu' famosi allevatori di cavalli agli
          inizi

          del secolo scorso parlando di automobili e
          della

          necessita' di riempire il loro serbatoio di
          tanto

          in tanto.

          Valutazione ovvia oggi come allora. Dato che
          allora non esistevano i distributori di
          carburante, ed oggi non sono diffuse le colonnine
          di
          ricarica.


          Ma il motore elettrico e' imprescindibile.

          Io sulla moto non so se lo vorrei.
          Non sbuffa, non si agita, non romba. Sai che
          piattume per
          l'appassionato?
          non rompe i XXXXXXXX a tutto il vicinato!!!
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Se per quello neppure io li rompevo, perché i miei scarichi borbottano bassi e profondi se pelo il gas, e fuori città mi ci godo.Tutti gli assatanati senza db-killer vanno multati e gli va ritirato il libretto.
          • Hop scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            Se per quello neppure io li rompevo, perché i
            miei scarichi borbottano bassi e profondi se pelo
            il gas, e fuori città mi ci
            godo.Purtroppo ci sono in giro troppi str@@zi che rovina la categoria...

            Tutti gli assatanati senza db-killer vanno
            multati e gli va ritirato il
            libretto.Io sarei un pochino più drastico... :D
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Hop
            Io sarei un pochino più drastico... :DIn Svizzera sequestrano il mezzo smontano le marmitte e gliele schiacciano, e le riconsegnano così al proprietario.
          • Max scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            In Svizzera sequestrano il mezzo smontano le
            marmitte e gliele schiacciano, e le riconsegnano
            così al
            proprietario.E fanno bene. Per fare ancora meglio dovrebbero schiacciare anche il proprietario. :)
          • Hop scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Max
            - Scritto da: iRoby

            In Svizzera sequestrano il mezzo smontano le

            marmitte e gliele schiacciano, e le
            riconsegnano

            così al

            proprietario.

            E fanno bene. Per fare ancora meglio dovrebbero
            schiacciare anche il proprietario.
            :)Quello che pensavo io...
        • Pietro scrive:
          Re: Ricarica rapida
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: panda rossa

          Curioso. La stessa identica frase che disse
          uno

          dei piu' famosi allevatori di cavalli agli
          inizi

          del secolo scorso parlando di automobili e
          della

          necessita' di riempire il loro serbatoio di
          tanto

          in tanto.

          Valutazione ovvia oggi come allora. Dato che
          allora non esistevano i distributori di
          carburante, ed oggi non sono diffuse le colonnine
          di
          ricarica.


          Ma il motore elettrico e' imprescindibile.

          Io sulla moto non so se lo vorrei.
          Non sbuffa, non si agita, non romba. Sai che
          piattume per
          l'appassionato?
          tanto la moto del futuro sarà questa qui:https://www.youtube.com/watch?v=mU-NGPOOMVM
      • F Type scrive:
        Re: Ricarica rapida
        - Scritto da: panda rossa
        Curioso. La stessa identica frase che disse uno
        dei piu' famosi allevatori di cavalli agli inizi
        del secolo scorso parlando di automobili e della
        necessita' di riempire il loro serbatoio di tanto
        in
        tanto.Ma è la verità perchè non tutti hanno un garage privato dove lasciare la propria auto ore e ore a caricare.
        Ci si arrivera'.
        Veicoli a noleggio.
        Ma il motore elettrico e' imprescindibile.E dove pensi di trovare l'energia elettrica per ricaricare le auto di una intera città ?
        Per questo occorre obbligare per legge fin da
        subito ad aprire alla concorrenza per il mercato
        delle
        batterie.Servirebbero specifiche standard a cui tutti i produttori del mondo devono sottostare,ma qualcosa mi dice che non sarà così ed ognuno fara di testa sua.
        • Zack scrive:
          Re: Ricarica rapida
          - Scritto da: F Type
          - Scritto da: panda rossa

          Curioso. La stessa identica frase che disse
          uno

          dei piu' famosi allevatori di cavalli agli
          inizi

          del secolo scorso parlando di automobili e
          della

          necessita' di riempire il loro serbatoio di
          tanto

          in

          tanto.infatti a tutt'oggi in parecchi posti con la tua m.da scopiettante non ci vai perché non esistono possibili stazioni di rifornimento.
          Ma è la verità perchè non tutti hanno un garage
          privato dove lasciare la propria auto ore e ore a
          caricare.Non solo ma se il condominio possiede un garage, voglio vedere il "ricablaggio" per caricare 40 macchine contemporaneamente (parlo di 20 enti, ma atutt'oggi ci sono anche più di due macchine /fam.)
      • pippo75 scrive:
        Re: Ricarica rapida

        Ci si arrivera'.
        Veicoli a noleggio.
        Ma il motore elettrico e' imprescindibile.magari ricordo male, ma le prime auto non erano già elettriche poi è subentrato il motore a scoppio?Sbaglio o anche negli anni 70 si parlava di auto elettriche.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2016 18.44-----------------------------------------------------------
    • F Type scrive:
      Re: Ricarica rapida
      - Scritto da: iRoby
      Se tirano fuori le battere a ricarica rapida, e
      la sosta per caricarle dura 2-5minuti, allora ha
      senso.Questo è uno dei tanti scogli, quando fai benzina con un paio di minuti hai fatto, qui si parla di ore, inoltre non tutti hanno un garage dove lasciare in ricarica la propria auto.
      Io avrei optato per trasporti pubblici puliti e
      capillari, sempre disponibili che riducano il
      numero di veicoli
      circolanti.Può essere fatto ma in modo parziale.
      Il problema dell'auto elettrica è nel fatto che
      le aziende potranno spostare sulle batterie i
      costi di manutenzione finendo come con le
      stampanti. Ossia automobili tutte sotto i 10.000
      euro e batterie sotto lo stretto controllo dei
      produttori che ci lucreranno
      all'infinito.Questo è sicutro che avverrà, per non parlare del prezzo a cui verranno vendute.
    • collione scrive:
      Re: Ricarica rapida
      - Scritto da: iRoby
      Se tirano fuori le battere a ricarica rapida, e
      la sosta per caricarle dura 2-5minuti, allora ha
      senso.la vedo difficile per orala cosa piu' sensata sarebbe una sostituzione delle batterie invece della ricaricacioe' il distributore tiene un certo numero di batterie a disposizione ( e ovviamente le carica quando necessario ) e quando arriva l'auto semplicemente si cambia il battery packquello scarico viene messo sotto carica presso il distributore
      • iRoby scrive:
        Re: Ricarica rapida
        - Scritto da: collione
        quello scarico viene messo sotto carica presso il
        distributoreQuindi se tu avevi un battery pack nuovo di pacca, te ne rifilano uno a fine vita, tutto sgraffiato e rovinato?E l'ha anche pagato?
        • F Type scrive:
          Re: Ricarica rapida
          possibile a meno che chi si fa carico di questa cosa faccia un controllo qualità continuo su ogni pacco ed elimini quelli sotto un tot di capacità persa. Probabilmente metteranno una canone da pagare per il resto della tua vita,ottimo per loro.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Si ma in estate durante le vacanze e l'affollamento delle aree turistiche, i distributori nelle autostrade esauriranno i battery pack e ci saranno molti veicoli che rimangono fermi senza energia.
          • Teo_ scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            Si ma in estate durante le vacanze e
            l'affollamento delle aree turistiche, i
            distributori nelle autostrade esauriranno i
            battery pack e ci saranno molti veicoli che
            rimangono fermi senza
            energia.Pensa che pur senza tubi che arrivano ad ogni distributore ora riescono a rifornire le cisterne dei distributori delle aree turistiche.
          • F Type scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Eh già, questo genere di cose vanno bene per una modalità ibrida,ma se dobbiamo considerare l'intero parco auto di una città che faccia affidamento unicamente sull'elettrico è impensabile.Di queste soluzioni se ne parlano da anni ma rimangono solo idee buttate li.La verità è che non c'è soluzione senza spostare l'inquinamento a meno di una scoperta di fonti energetiche nuove e a buon mercato che ne permettano l'uso.
        • ivan scrive:
          Re: Ricarica rapida
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: collione

          quello scarico viene messo sotto carica
          presso
          il

          distributore

          Quindi se tu avevi un battery pack nuovo di
          pacca, te ne rifilano uno a fine vita, tutto
          sgraffiato e
          rovinato?
          E l'ha anche pagato?Al prossimi distributore lo cambi bi nuovo.
          • Pietro scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: ivan
            - Scritto da: iRoby

            - Scritto da: collione


            quello scarico viene messo sotto carica

            presso

            il


            distributore



            Quindi se tu avevi un battery pack nuovo di

            pacca, te ne rifilano uno a fine vita, tutto

            sgraffiato e

            rovinato?

            E l'ha anche pagato?

            Al prossimi distributore lo cambi bi nuovo.esattamente, sarebbe come per le bottiglie di vetro dell'acqua vuoto a rendere.
      • F Type scrive:
        Re: Ricarica rapida
        - Scritto da: collione
        cioe' il distributore tiene un certo numero di
        batterie a disposizione ( e ovviamente le carica
        quando necessario ) e quando arriva l'auto
        semplicemente si cambia il battery
        pack

        quello scarico viene messo sotto carica presso il
        distributoreSi era parlato anche ti questo tempo fa per ovviare ai tempi di carica o alla ricarica wireless lungo i parcheggi per esempio.Anche questa soluzione però comporta problemi, devi avere una stazione automatizzata e un pacco batterie facilmente accessibile (qui con il tempo può farci un pensierino anche un malintenzionato) oltre a problemi di collegamento che possono sorgere dal continuo attacca-stacca dei pacchi batteria.
        • iRoby scrive:
          Re: Ricarica rapida
          E quando in zone di villeggiatura finiscono i battery pack perché ci sono troppe auto di vacanzieri?
          • Pietro scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            E quando in zone di villeggiatura finiscono i
            battery pack perché ci sono troppe auto di
            vacanzieri?è esattamente come quando un distributore finisce la benzina.
          • iRoby scrive:
            Re: Ricarica rapida
            C'è un po' di differenza tra il liquido e l'ingombro di un battery pack. Oggi come oggi...Se poi in futuro si faranno 100km con una pila misura torcia o mezza torcia si vedrà...
          • panda rossa scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            C'è un po' di differenza tra il liquido e
            l'ingombro di un battery pack. Oggi come
            oggi...80 litri di benzina hanno un volume maggiore di una batteria.Se puoi stoccare carburante, puoi anche stoccare batterie.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: panda rossa
            80 litri di benzina hanno un volume maggiore di
            una
            batteria.
            Se puoi stoccare carburante, puoi anche stoccare
            batterie.Dalle immagini trovate si direbbe che la batteria della Tesla sia di gran lunga più ingombrante del serbatoio della mia auto (45 litri), la quale ha almeno il doppio dell'autonomia.Oltre a questo, tralasci che non basta solo stoccarle, devono anche esserci gli spazi adeguati a ricaricarle.Infine, lo stoccaggio di batterie in un magazzino prevede anche ampi spazi per poterle maneggiare e spostarle rapidamente, a differenza di un serbatoio sotterraneo che richiede solo alcuni condotti che raggiungano le varie pompe.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 12 ottobre 2016 14.23-----------------------------------------------------------
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Il carburante lo bruci e amen, ai distributori basta portarne altro e tutto ricomincia.Le batterie le devi ricaricare, preferibilmente in un tempo inferiore (tra prenderle, caricarle e riportarle) a quello richiesto per consumarle - altrimenti ci si creano problemi logistici ben peggiori: con l'amperaggio e/o la tensione necessarie, ci vorranno centrali elettriche dedicate. Da costruire ex-novo, naturalmente, magari dentro ogni distributore. Magari a metano o gasolio, perché dovranno essere modulabili nell'erogazione... così gli inquinanti, invece che distribuirli in giro, li concentreremo per benino. :)La tecnologia per poter dire stop ai carburanti fossili è di là da venire. Ci provò già la California, e fece fiasco. Al momento, non c'è niente di sensato a parte le pile a combustibile, che pure sono ancora ben lontane dall'essere pronte per il mercato.Poi, quando uscirà il "Mr.Fusion", avremo risolto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: ZLoneW
            Il carburante lo bruci e amen, ai distributori
            basta portarne altro e tutto
            ricomincia.

            Le batterie le devi ricaricare, preferibilmente
            in un tempo inferiore (tra prenderle, caricarle e
            riportarle) a quello richiesto per consumarle -
            altrimenti ci si creano problemi logistici ben
            peggiori: con l'amperaggio e/o la tensione
            necessarie, ci vorranno centrali elettriche
            dedicate. Da costruire ex-novo, naturalmente,
            magari dentro ogni distributore. Magari a metano
            o gasolio, perché dovranno essere modulabili
            nell'erogazione... così gli inquinanti, invece
            che distribuirli in giro, li concentreremo per
            benino.
            :)Pannelli solari?

            La tecnologia per poter dire stop ai carburanti
            fossili è di là da venire. Ci provò già la
            California, e fece fiasco. Al momento, non c'è
            niente di sensato a parte le pile a combustibile,
            che pure sono ancora ben lontane dall'essere
            pronte per il
            mercato.

            Poi, quando uscirà il "Mr.Fusion", avremo risolto.Quindi e' solo questione di tempo.
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: panda rossa
            Pannelli solari?Coi rendimenti attuali, con produzione solo di giorno e con output variabile con l'insolazione? Improbabile.Vedi l'esercizio che ho proposto in altro messaggio.
            Quindi e' solo questione di tempo.Non certo entro il 2030 - salvo miracoli scientifici. :)
          • F Type scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Pietro
            è esattamente come quando un distributore finisce
            la
            benzina.La benzina è un liquido e fai sempre in tempo a riempire la cisterna principale prima che finisce e sicuramente non ci metti lo stesso tempo della ricarica di un pacco di batterie.Per le batterie invece devi avere un bel pò di spazio e anche un sistema automatizzato che faccia tutta l'operazione, nonchè la ricarica di molte batterie contemporaneamente quindi ti servirà un bel pò di corrente,alla fine il gioco non vale la candela.
          • Pietro scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: Pietro


            è esattamente come quando un distributore
            finisce

            la

            benzina.

            La benzina è un liquido e fai sempre in tempo a
            riempire la cisterna principale prima che finisce
            e sicuramente non ci metti lo stesso tempo della
            ricarica di un pacco di
            batterie.
            Per le batterie invece devi avere un bel pò di
            spazio e anche un sistema automatizzato che
            faccia tutta l'operazione, nonchè la ricarica di
            molte batterie contemporaneamente quindi ti
            servirà un bel pò di corrente,alla fine il gioco
            non vale la
            candela.come adesso arriva l'autocisterna con la benzina poi arriverà un camion con le batterie appena ricaricate da Exxon, Shell, Agip, etc. :)
          • F Type scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Pietro
            come adesso arriva l'autocisterna con la benzina
            poi arriverà un camion con le batterie appena
            ricaricate da Exxon, Shell, Agip, etc.
            :)Quindi userai un mezzo pesante diesel per portare pacchi di batteria carichi,anzi più di uno visto che saranno più pesanti,non ci trovi una leggera contraddizione ? :D
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Pietro
            come adesso arriva l'autocisterna con la benzina
            poi arriverà un camion con le batterie appena
            ricaricate da Exxon, Shell, Agip, etc.
            :)Ti suggerirei di dare un'occhiata ai pesi specifici di piombo e confrontarli con quelli tipici di benzina e gasolio.Pochi metri cubi di batterie al piombo bastano a raggiungere la portata massima di un autoarticolato.Un semirimorchio cisterna puà trasportare 30mila litri di carburante.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            - Scritto da: Pietro


            come adesso arriva l'autocisterna con la
            benzina

            poi arriverà un camion con le batterie appena

            ricaricate da Exxon, Shell, Agip, etc.

            :)

            Ti suggerirei di dare un'occhiata ai pesi
            specifici di piombo e confrontarli con quelli
            tipici di benzina e
            gasolio.

            Pochi metri cubi di batterie al piombo bastano a
            raggiungere la portata massima di un
            autoarticolato.
            Un semirimorchio cisterna puà trasportare 30mila
            litri di
            carburante.Le batterie hanno tutte un peso specifico simile, siano esse batterie di auto o batterie di smartphone.Se un tir puo' trasportare un carico di smartphone che consistono al 95% di batteria, non vedo perche' non possa trasportare anche delle batterie per auto.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Fulmy(nato)

            - Scritto da: Pietro




            come adesso arriva l'autocisterna con la

            benzina


            poi arriverà un camion con le batterie
            appena


            ricaricate da Exxon, Shell, Agip, etc.


            :)



            Ti suggerirei di dare un'occhiata ai pesi

            specifici di piombo e confrontarli con quelli

            tipici di benzina e

            gasolio.



            Pochi metri cubi di batterie al piombo
            bastano
            a

            raggiungere la portata massima di un

            autoarticolato.

            Un semirimorchio cisterna puà trasportare
            30mila

            litri di

            carburante.

            Le batterie hanno tutte un peso specifico simile,
            siano esse batterie di auto o batterie di
            smartphone.Non direi. Il peso specifico di una batteria al litio come quelle degli smartphone è di gran lunga inferiore a quello di una batteria al piombo.
            Se un tir puo' trasportare un carico di
            smartphone che consistono al 95% di batteria, non
            vedo perche' non possa trasportare anche delle
            batterie per auto.Prova a rifare i calcoli mettendo nel conto anche l'imballo degli smartphone, e il fatto che la batteria dello smartphone non è una batteria al piombo come quella delle auto.
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Spiacente, non ci siamo...Pensa anche a questo: 30 tonnellate di carburante, una volta esausto, sono zero grammi di "resto", per la rete di erogazione.30 tonnellate di batterie cariche, le scarichi e ti rimangono 30 tonnellate di batterie da gestire.Far andare le auto con le batterie ricaricabili è una barbarie.
          • Hop scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: ZLoneW
            Spiacente, non ci siamo...

            Pensa anche a questo: 30 tonnellate di
            carburante, una volta esausto, sono zero grammi
            di "resto", per la rete di
            erogazione.e 30 tonnellate di me@@a che respiri nell'atmosfera :D
            Far andare le auto con le batterie ricaricabili è
            una
            barbarie.Per te abbiamo il modello Fred Flintstone...
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: Hop
            e 30 tonnellate di me@@a che respiri
            nell'atmosfera :DMeglio 10 tonnellate da mangiare a pranzo e cena?
            Per te abbiamo il modello Fred Flintstone...Grazie, ma già do' il mio contributo: viaggio coi mezzi pubblici, uso la macchina pochissimi chilometri, giusto per andare e tornare dalla stazione. Se avessi un servizio pubblico migliore, non la prenderei nemmeno.
          • F Type scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Vedi ? Più ci pensi più escono fuori casi che non ne permettono un impiego massiccio.
          • toostressed scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: iRoby
            E quando in zone di villeggiatura finiscono i
            battery pack perché ci sono troppe auto di
            vacanzieri?Allora ricarichi quelle che hai montato senza cambiarle (tanto mentre stai in spiaggia non devi usare l'auto)
          • ZLoneW scrive:
            Re: Ricarica rapida
            Con cosa? Perché se non ricordo male le Tesla per la ricarica domestica richiedono 13 KWatt su 240 volt in alternata: ce l'hai, tu, un contratto del genere a casa?Perché se in alcuni paesi (UK e IE, per dire) 14 KWatt sono la normalità, in Italia mi sa che il contratto standard sta intorno ai 3 KW... e mi sa che per quelle potenze ti obbligano alla trifase.
          • Funz scrive:
            Re: Ricarica rapida
            - Scritto da: ZLoneW
            Con cosa? Perché se non ricordo male le Tesla per
            la ricarica domestica richiedono 13 KWatt su 240
            volt in alternata: ce l'hai, tu, un contratto del
            genere a
            casa?certo che no. Il caricatore di bordo della model S arriva fino a 11 kW, ma ovviamente puoi attaccarla anche alla presa di casa da 3 kW. Ci sono due spine diverse, cambiano i tempi di ricarica.
    • toostressed scrive:
      Re: Ricarica rapida
      In effetti in molti si apettano in tutti i campi che si passi dal guadagno sul "ferro" al guadagno sui servizi.Prendiamo ad esempio gli elettrodomenstici ormai "smart" e connessi.Il signor Gino Lavatrice un giorno potrà decidere di venderti il suo "ferro" a 10 ma poi fartene pagare altri 2 per ogni lavaggio che fai
  • Elrond scrive:
    Buona idea
    Peccato, però, che l'auto elettrica non risolve il problema. Solamente lo sposta. Fino a che la maggior parte dell'elettricità con cui si ricaricano le batterie verrà da fonti inquinanti (carbone, nucleare (sì, la fissione nucleare è inquinante, in quanto i residui non si smaltiscono facilmente)) la quantità totale di schifezze immesse nell'ecosistema non varierà.
    • Teo_ scrive:
      Re: Buona idea
      - Scritto da: Elrond
      Peccato, però, che l'auto elettrica non risolve
      il problema. Solamente lo sposta. Fino a che la
      maggior parte dell'elettricità con cui si
      ricaricano le batterie verrà da fonti inquinanti
      (carbone, nucleare (sì, la fissione nucleare è
      inquinante, in quanto i residui non si
      smaltiscono facilmente)) la quantità totale di
      schifezze immesse nell'ecosistema non
      varierà.Dici che lefficienza di trasformazione dellenergia è identica per una centrale e il motore di unauto?
      • bradipao scrive:
        Re: Buona idea
        - Scritto da: Teo_
        Dici che lefficienza di trasformazione
        dellenergia è identica per una centrale e il
        motore di unauto?Direi di no. Ma va visto tutto nello scenario "caso peggiore". Consideriamo la perdita di efficienza dovuta alla trasmissione dell'energia, consideriamo che per produrla al minor costo possibile potrebbero spingere sul carbone, consideriamo tutti i problemi che induce dover produrre batterie su scala planetaria e il loro riciclo.Sono sempre d'accordo che è il futuro, ma non facciamoci abbindolare dalla sirena dell'energia gratis e pulita per tutti.
        • Teo_ scrive:
          Re: Buona idea
          - Scritto da: bradipao
          - Scritto da: Teo_

          Dici che lefficienza di trasformazione

          dellenergia è identica per una centrale e il

          motore di unauto?

          Direi di no. Ma va visto tutto nello scenario
          "caso peggiore".Preferisco guardare il bicchiere mezzo pieno, o perlomeno puntare a riempirlo migliorando pian piano.
          Consideriamo la perdita di
          efficienza dovuta alla trasmissione dell'energia,Che cè anche con gli oleodotti (senza contare gli accordi che comportano).
          consideriamo che per produrla al minor costo
          possibile potrebbero spingere sul carbone,
          consideriamo tutti i problemi che induce dover
          produrre batterie su scala planetaria e il loro
          riciclo.Mi preoccupa più laspetto della produzione delle batterie e spero si giunga presto ad un salto tecnologico sia come prestazioni che come sostenibilità.Con laumentare del fabbisogno energetico elettrico mi auguro aumenti anche lInstallato di centrali da energie rinnovabili e che i picchi di richiesta siano calmierati da power grid efficienti.
          • F Type scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: Teo_
            Mi preoccupa più laspetto della produzione delle
            batterie e spero si giunga presto ad un salto
            tecnologico sia come prestazioni che come
            sostenibilità.Questo è un aspetto da non sottovalutare,una volta a fine vita ho i miei dubbi che le batterie possano essere riciclate al 100% ,quindi da qualche parte le dovrai pur mettere quello che non rieci a riciclare.
            Con laumentare del fabbisogno energetico
            elettrico mi auguro aumenti anche lInstallato di
            centrali da energie rinnovabili e che i picchi di
            richiesta siano calmierati da power grid
            efficienti.Questo è un punto fondamentale,immaginati un'intera città che oltre al comune fabbisogno energetico ci aggiugne anche quello per l'intero parco veicoli,già qui ci si rende conto dell'impossibilità della cosa.Le energie rinnovabili non sono sufficienti a produre tutta l'energia per l'intero parco auto da ricaricare che è a bbastanza energivoro da soddisfare.
          • Teo_ scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: Teo_


            Mi preoccupa più laspetto della produzione
            delle

            batterie e spero si giunga presto ad un salto

            tecnologico sia come prestazioni che come

            sostenibilità.

            Questo è un aspetto da non sottovalutare,una
            volta a fine vita ho i miei dubbi che le batterie
            possano essere riciclate al 100% ,quindi da
            qualche parte le dovrai pur mettere quello che
            non rieci a
            riciclare.Secondo me siamo già a buoni livelli, ma puntano a fare megliohttp://www.electricmotornews.com/news-ed-eventi/mercato/toyota-vuole-indietro-tutte-le-sue-batterie Se poi si facesse il salto tecnologico che non comporta luso di terre rare e simili, meglio ancora.

            Con laumentare del fabbisogno energetico

            elettrico mi auguro aumenti anche
            lInstallato
            di

            centrali da energie rinnovabili e che i
            picchi
            di

            richiesta siano calmierati da power grid

            efficienti.

            Questo è un punto fondamentale,immaginati
            un'intera città che oltre al comune fabbisogno
            energetico ci aggiugne anche quello per l'intero
            parco veicoli,già qui ci si rende conto
            dell'impossibilità della
            cosa.
            Le energie rinnovabili non sono sufficienti a
            produre tutta l'energia per l'intero parco auto
            da ricaricare che è a bbastanza energivoro da
            soddisfare.Ora come ora no, ma se ben pianificato, con unadozione progressiva (non credo che tutti passeranno in botto allelettrico), ed aiutandosi nei primi decenni con centrali meno ecologiche, credo possa funzionare.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2016 11.02-----------------------------------------------------------
          • F Type scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: Teo_
            Secondo me siamo già a buoni livelli, ma puntano
            a fare
            meglio
            http://www.electricmotornews.com/news-ed-eventi/me
            Se poi si facesse il salto tecnologico che non
            comporta luso di terre rare e simili, meglio
            ancora.Li si dice che riprendono le loro batterie al 100% ,non cosa ne fanno uan volta esauste e quanto di queste possano essere riciclate per altri usi.
            Ora come ora no, ma se ben pianificato, con
            unadozione progressiva (non credo che tutti
            passeranno in botto allelettrico), ed aiutandosi
            nei primi decenni con centrali meno ecologiche,
            credo possa
            funzionare.Servirebbero tante centrali nucleari in più per coprire l'intero fabbisogno,a meno di una scoperta di una fonte d'energi alternativa VERAMENTE pulita e abuon mercato tale progetto non sarà realizzabile, ci scommetto che quando si avvicinerà tale data man mano la rimanderanno.
          • Teo_ scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: F Type
            - Scritto da: Teo_


            Secondo me siamo già a buoni livelli, ma
            puntano

            a fare

            meglio


            http://www.electricmotornews.com/news-ed-eventi/me

            Se poi si facesse il salto tecnologico che
            non

            comporta luso di terre rare e simili, meglio

            ancora.

            Li si dice che riprendono le loro batterie al
            100% ,non cosa ne fanno uan volta esauste e
            quanto di queste possano essere riciclate per
            altri
            usi.Cè scritto, ma si trovano facilmente approfondimenti anche su quanto vengano riutilizzate su veicoli e quante su postazioni fisse.
          • toostressed scrive:
            Re: Buona idea
            Si, direi che al momento anche il mondo della produzione delle batterie non è proprio eticissimo: https://www.washingtonpost.com/graphics/business/batteries/congo-cobalt-mining-for-lithium-ion-battery/
        • F Type scrive:
          Re: Buona idea
          - Scritto da: bradipao
          Direi di no. Ma va visto tutto nello scenario
          "caso peggiore". Consideriamo la perdita di
          efficienza dovuta alla trasmissione dell'energia,
          consideriamo che per produrla al minor costo
          possibile potrebbero spingere sul carbone,
          consideriamo tutti i problemi che induce dover
          produrre batterie su scala planetaria e il loro
          riciclo.
          Sono sempre d'accordo che è il futuro, ma non
          facciamoci abbindolare dalla sirena dell'energia
          gratis e pulita per
          tutti.O il peso di un'auto elettrica maggiore di una a benzina,quindi serve più energia per muoverla, per non parlare del fatto non trascurabile di trovare tanta energia elettrica da poter permettere ri ricaricare tutte le auto in città oltre alla comune utenza domestica,mi sembra un pò campata in aria questa cosa.
          • Pico de Paperis scrive:
            Re: Buona idea
            In realtà la maggior parte delle auto rimane ferma per il 70-80% del tempo.Per cui sarebbe sufficiente impostare un timer con la prevista ora di ripartenza, per gestire la priorità delle ricariche, inoltre potrebbe servire a livellare le fluttuazioni della richiesta di energia elettrica.Fermi tutti adesso la brevetto anche se non ho le competenze tecniche per realizzarla.
          • Teo_ scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: Pico de Paperis
            In realtà la maggior parte delle auto rimane
            ferma per il 70-80% del
            tempo.
            Per cui sarebbe sufficiente impostare un timer
            con la prevista ora di ripartenza, per gestire la
            priorità delle ricariche, inoltre potrebbe
            servire a livellare le fluttuazioni della
            richiesta di energia
            elettrica.
            Fermi tutti adesso la brevetto anche se non ho le
            competenze tecniche per
            realizzarla.Intendi brevettare il vehicle-to-grid?Guarda cosa sta facendo Enel http://startup.enel.com/en/bulletin/vehicle-to-grid-enel-and-nissan-revolutionize-the-electric-car in Danimarca
          • F Type scrive:
            Re: Buona idea
            - Scritto da: Pico de Paperis
            In realtà la maggior parte delle auto rimane
            ferma per il 70-80% del
            tempo.si e dove però?
            Per cui sarebbe sufficiente impostare un timer
            con la prevista ora di ripartenza, per gestire la
            priorità delle ricariche, inoltre potrebbe
            servire a livellare le fluttuazioni della
            richiesta di energia
            elettrica.Molti si ritroverebbero a caricare nello stesso momento (tipo la notte per andare a lavorare in girono seguente),oppure per andare in vacanza,altro che livellare le fluttuazioni.
            Fermi tutti adesso la brevetto anche se non ho le
            competenze tecniche per
            realizzarla.Buona fortuna
    • ivan scrive:
      Re: Buona idea
      - Scritto da: Elrond
      Peccato, però, che l'auto elettrica non risolve
      il problema. Solamente lo sposta. Fino a che la
      maggior parte dell'elettricità con cui si
      ricaricano le batterie verrà da fonti inquinantiIn Italia la produzione da rinnovabili in 10 anni è raddoppiata. Se guardi bene i dati vedrai che ci sono anche biomassa, geotermico e idroelettrico che non sono intermittenti come eolico e solare. In Germania la produzione da rinnovabili in 10 anni è più che raddoppiata:http://ec.europa.eu/eurostat/statistics-explained/index.php/File:Primary_production_of_renewable_energy,_2004_and_2014_YB16.pngVisto che l'industria ha i suoi tempi prima che ci sia un numero sufficiente di auto sul mercato ci vorranno parecchi anni. Col tasso di sostituzione attuale ci vorranno 20 anni per avere un consistente numero di auto elettriche in circolazione. A quel punto la produzione di energia sarà radicalmente cambiata.
  • panda rossa scrive:
    Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
    Questa notizia ha piu' senso dell'altra.Mentre quasi nessuno possiede quello smartphone con la batteria difettosa, le auto a benzina le possiedono in parecchi.Come fara' adesso la Mercedes in Formula 1 ?
    • Luca scrive:
      Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
      Soprattutto considerando che viene dal Bundersrat, un organo di nominati dei lander. :)
      • sgamatore di cazzari renziani scrive:
        Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
        - Scritto da: Luca
        Soprattutto considerando che viene dal
        Bundersrat, un organo di nominati dei lander.Marchi male piddino, non è aria in questo forum per le tue trollate, non è aria nella realtà, per voi non è aria proprio da nessuna parte, ci sarà un motivo se nella vita reale ormai vi tocca nascondervi.
        • Luca scrive:
          Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
          Oddio, non c'è ari....*koff* *aaaaah*
        • pestatore di acqua nel mortaio scrive:
          Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
          - Scritto da: sgamatore di cazzari renziani
          - Scritto da: Luca

          Soprattutto considerando che viene dal

          Bundersrat, un organo di nominati dei lander.


          Marchi male piddino, non è aria in questo forum
          per le tue trollate, non è aria nella realtà, per
          voi non è aria proprio da nessuna parte, ci sarà
          un motivo se nella vita reale ormai vi tocca
          nascondervi.Butta male vero?Pesta pesta l'acqua nel mortaio che non ti si incula più nessuno leghista fascista dei miei XXXXXXXX!fatti un bel giro stanotte che così puoi postare e risponderti da solo.XXXXXXXXXX!
          • La Redazione di Punto Informatic o scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            Butta male a te. Sai com'è.... E' abbastanza facile sgamare un XXXXXXXX piddino che usa più soprannomi su un sito, basta poter controllare gli user agent. 8)[img]http://m.memegen.com/2w399c.jpg[/img]
      • ... scrive:
        Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
        - Scritto da: Luca
        Soprattutto considerando che viene dal
        Bundersrat, un organo di nominati dei lander.
        Tu lo sai già dove devi andare, vero? [img]http://vignette4.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/9/9c/Cartello_Citt%C3%A0_XXXXXXXXXX.jpeg[/img]
        • edrgcsfx scrive:
          Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
          - Scritto da: ...
          - Scritto da: Luca

          Soprattutto considerando che viene dal

          Bundersrat, un organo di nominati dei lander.



          Tu lo sai già dove devi andare, vero?
          Quando si avvicinano gli eventi politici i troll della casta si scateneno. Ora vogliono a tutti costi vincere il referendum per consolidare il loro potere. Per questo si avventano su tutti quelli che per loro non sono allineati.Ricordatevi sempre che se vince il si l'oligarchia che adesso domina sarà ancora più forte.Se passa il si non si torna indietro.
          • seven scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            - Scritto da: edrgcsfx
            Quando si avvicinano gli eventi politici i troll
            della casta si scateneno....
            Se passa il si non si torna indietro....
      • Funz scrive:
        Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
        - Scritto da: Luca
        Soprattutto considerando che viene dal
        Bundersrat, un organo di nominati dei lander.
        :)e dire che basta leggere wikipedia per capire le cose... evidentemente qui manca anche la capacità di comprensione del testo.Sciocchi noi a presumere certe capacità da chi scrive di politica (e pure da chi la fa).
        • Luca scrive:
          Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
          https://it.wikipedia.org/wiki/Bundesrat_(Germania)#Composizione_per_Land"Il Bundesrat è composto dai delegati dei governi dei vari Länder"
          • cacciatore scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            - Scritto da: Luca
            https://it.wikipedia.org/wiki/Bundesrat_(Germania)
            "Il Bundesrat è composto dai delegati dei governi
            dei vari
            Länder"Ancora non l'hai capito? Non gliene fotte un XXXXX a nessuno, votiamo No lo stesso. Piddino, <b
            vatti a nascondere. </b
          • Luca scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            Basta saperlo. :) Grazie dell'informazione
          • Funz scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            - Scritto da: Luca
            https://it.wikipedia.org/wiki/Bundesrat_(Germania)
            "Il Bundesrat è composto dai delegati dei governi
            dei vari
            Länder"e dire che basta leggere wikipedia per capire le cose (non limitandosi alle prime tre righe)... evidentemente qui manca anche la capacità di comprensione del testo.Perché se avessi letto (e capito) ti renderesti conto che il Bundesrat e tutto il sistema tedesco ha ben poco a che fare con quello che uscirebbe dalla cosiddetta riforma costituzionale italiana.Sciocchi noi a presumere certe capacità da chi scrive di politica (e pure da chi la fa).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 ottobre 2016 14.42-----------------------------------------------------------
          • Luca scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            Bah, sai, com'è uno legge e risponde in base a quello che viene scritto (quando avrò la capacità di leggere la mente te lo dirò).
          • ... scrive:
            Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
            - Scritto da: Luca
            Bah, sai, com'è uno legge e risponde in base a
            quello che viene scritto (quando avrò la capacità
            di leggere la mente te lo
            dirò).Votando renzi, tu al massimo hai la capacità di chiamare l'infermiera del cottolengo in cui sei rinchiuso.
    • maxsix scrive:
      Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
      - Scritto da: panda rossa
      Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
      Mentre quasi nessuno possiede quello smartphone
      con la batteria difettosa, In italia manco sono riusciti a venderlo.E meno male (per samsung).
      le auto a benzina le
      possiedono in
      parecchi.

      Come fara' adesso la Mercedes in Formula 1 ?Mercedes in F1 è quella che ammazza il mondiale da 3 anni in quanto ha la migliore tecnologia ibrida e sopratutto la parte elettrica più performante.Se hai visto e sentito l'ultimo GP in giappone per un problema in prova a Hamilton per sicurezza hanno tagliato la potenza dell'unità di parecchio.Hanno comunque vinto, ma non stravinto come al solito e almeno, stavolta, ci siamo divertiti.Se hai qualche dubbio domanda alla povera Ferrari che oramai non sanno più che pesci pigliare.
      • Hop scrive:
        Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
        - Scritto da: maxsix
        Se hai qualche dubbio domanda alla povera Ferrari
        che oramai non sanno più che pesci
        pigliare.Ma da due anni se ne occupa personalmente il grandissimo marchionne, non hanno ancora vinto? :D
    • Mario scrive:
      Re: Questa notizia ha piu' senso dell'altra.
      - Scritto da: panda rossa

      Come farà adesso la Mercedes in Formula 1 ?Per quello è già pronta la formula E
Chiudi i commenti