Ecco Atom, la micro CPU di Intel

La nuova generazione di CPU a bassissimo consumo di Intel. Processori destinati a dispositivi mobili Internet-enabled, UMPC e subnotebook alla Eee PC. I dettagli
La nuova generazione di CPU a bassissimo consumo di Intel. Processori destinati a dispositivi mobili Internet-enabled, UMPC e subnotebook alla Eee PC. I dettagli

Santa Clara (USA) – Atom . Sarà questo il nome con cui tra poche settimane debutteranno sul mercato i tanto anticipati Silverthorne e Diamondville , i più piccoli processori attualmente prodotti da Intel . Centrino Atom sarà invece il nome commerciale della piattaforma di cui faranno parte, prima nota con il nome in codice Menlow .

Il brand Atom contraddistinguerà una famiglia di processori mobili a bassissimo consumo destinati ai dispositivi ultraportatili e ai subnotebook a basso costo , come l’Eee PC. In particolare, la famiglia di chip nota in precedenza come Silverthorne si rivolgerà espressamente ai Mobile Internet Device (MID), mentre la famiglia Diamondville si indirizzerà agli Ultra-Mobile PC (UMPC) e ai subnotebook con prezzo al di sotto dei 300 dollari . Secondo Intel, Atom offre anche future potenziali opportunità di profitto nei mercati dei dispositivi elettronici di largo consumo, delle applicazioni embedded e dei thin client.

Il processore Atom è basato su una microarchitettura completamente nuova , progettata appositamente per i dispositivi di piccole dimensioni e a basso consumo. È per certi versi meno sofisticata di quella Core, ma include il supporto al multithreading (attraverso la rediviva tecnologia Hyper-Threading) e un nuovo stato di risparmio energetico chiamato Deep Power Down (C6), capace di “spegnere” il processore quando non utilizzato. Tutto questo in un chip di dimensioni inferiori a 25 millimetri quadrati; così piccolo che, secondo Intel, un wafer da 300 mmq ne può contenere 2500: ciò consentirà al chipmaker di contenere i costi di produzione e conservare buoni margini di guadagno.

I processori Atom verranno realizzati con un processo di produzione a 45 nanometri e gate metallici ad alta costante k (High-K), le stesse tecnologie introdotte con Penryn . I chip hanno una specifica TDP (Thermal Design Power) compresa tra 0,6 e 2,5 watt e velocità fino a 1,8 GHz . Al confronto, gli attuali processori Core 2 Duo per notebook mainstream hanno un TDP di 35 watt e frequenze di clock fino a 2,4 GHz.

La piattaforma Centrino Atom sarà composta, oltre che dall’omonimo processore, da un chipset a basso consumo con grafica integrata e da un modulo wireless.

“Con il personal computing che diventa sempre più mobile e il rapido sviluppo di nuove categorie di prodotti nel settore informatico concepite per connettere il prossimo miliardo di persone a Internet, il processore Atom offre ai clienti la possibilità unica di innovare con la nuova architettura a basso consumo”, si legge in un comunicato del big di Santa Clara.

Sebbene Intel non abbia ancora annunciato la data di commercializzazione dei suoi nuovi processori, diverse fonti riportano che i primi device basati su Atom dovrebbero apparire sul mercato già a partire dall’inizio del prossimo trimestre .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 03 2008
Link copiato negli appunti