Elon Musk e Twitter riaccendono il Dogecoin

Elon Musk e Twitter riaccendono il Dogecoin

Giornata positiva per il Dogecoin sulla scia della notizia per cui Elon Musk è diventato primo azionista di Twitter: può nascerne qualcosa di nuovo?
Giornata positiva per il Dogecoin sulla scia della notizia per cui Elon Musk è diventato primo azionista di Twitter: può nascerne qualcosa di nuovo?

Basta poco per rilanciare un “to the moon”. Basta una notizia, ad esempio, relativa al fatto che Elon Musk è diventato il primo azionista di Twitter. Nel momento in cui la notizia è stata ufficializzata, infatti, su Twitter non sono diventati di tendenza né “Elon Musk”, né “Twitter”, ma “Dogecoin“. E qualunque sia il nesso, il nesso tra le due notizie è del tutto evidente.

Questo, infatti, l’andamento odierno del Dogecoin con l’impennata esattamente corrispondente alle notizie provenienti dalla SEC:

Dogecoin impenna

Non c’è in realtà implicanza alcuna tra i due eventi, ma per una moneta che vive di speranze come quella del DOGE, ecco che l’impegno di Musk in un social network diventa qualcosa di immediata rilevanza e di inevitabile speculazione.

Il DOGE impenna

Il valore del Dogecoin è passato così in pochi minuti da 0,1425 a circa 0,1550 con una immediata impennata di quasi il 10%. Pura speculazione? Possibile, infatti il valore ha ripiegato nei minuti successivi e si è comunque assestato su quota 0,15 dollari. Che fare ora?

Le possibilità sono due. Se si ritiene che il DOGE abbia fatto il proprio tempo e non vi possa essere impegno alcuno da parte di Musk per il rilancio della valuta, allora è meglio stare lontano da una moneta destinata a perdere ulteriormente lustro dopo il 79,4% perso rispetto al picco dello scorso 8 maggio 2021. In caso contrario, però, proprio questo 79,4% diventa un benchmark importante poiché potrebbe essere l’obiettivo di breve periodo per una valuta che da una integrazione social potrebbe trarre grande vantaggio: acquistare DOGE oggi significa salire nuovamente a bordo di un treno che ha avuto alti e bassi repentini e che si presta sempre molto volentieri alla cryptospeculazione.

Dogecoin è seguito da Elon Musk

Musk ha fatto capire da tempo come l’attuale formulazione del Bitcoin non faccia al caso suo, mentre le promesse di un Dogecoin “to the moon” ancora solleticano le speranze di quanti posseggono la criptovaluta in attesa di una svolta che inverta una parabola discendente ormai grave e troppo duratura.

L’impennata odierna è la manifestazione di questa assonanza tra Musk e DOGE, nella speranza che qualcosa possa accadere.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 4 apr 2022
Link copiato negli appunti