Fire TV Stick, la risposta Amazon a Google Chromecast

Una chiavetta con telecomando che prova a soppiantare il device di Mountain View in cima alle classifiche di vendita. Puntando sulle specifiche e sull'ecosistema dell'azienda di Seattle

Amazon Fire TV Stick

Roma – Funziona come Chromecast, assomiglia a Chromecast, ma non è Chromecast: Fire TV Stick è la risposta di Amazon a Google , un dispositivo analogo con funzioni simili ma con capacità superiori sul piano hardware. Anche il prezzo è praticamente lo stesso, nel tentativo di fare di questo apparecchio un altro best seller sulla falsa riga di quanto è riuscita a fare Mountain View.

Di frecce al suo arco Fire TV Stick ne ha un paio : un telecomando di serie, uno opzionale con le funzioni di riconoscimento vocale già viste sulla Fire TV , gamepad per giocare a uno dei circa 200 titoli disponibili. Anche sul piano hardware ci sono delle differenze: nella chiavetta HDMI di Amazon c’è un processore dual-core abbinato a 1GB di RAM e 8GB di spazio di archiviazione , mentre Chromecast può disporre solo di metà dei core e della RAM, e solo 2GB di storage. Su entrambi le funzioni di streaming (o “casting” nel caso di Chromecast) arrivano fino a 1080p di risoluzione, ma il WiFi potrebbe fare la differenza. Antenna singola sulla chiavetta Google, doppia antenna dual band (con capacità MIMO) per Fire TV Stick: considerato che il wireless è forse il principale punto debole di Chromecast, un bel punto segnato da Amazon.

Quanto ai servizi disponibili , nella lista (per il mercato USA, dove per ora lo Stick è in vendita) di fatto non c’è grande differenza: Netflix, Hulu, YouTube, Twitch eccetera eccetera, con l’offerta Amazon Instant Video abbinata al programma Prime (che negli usa costa 99 dollari) che costituisce la ciliegina sulla torta per gli affezionati clienti dell’e-commerce Amazon. Google non ha niente di simile, potendo solo mettere sul piatto noleggio e acquisto su Play o YouTube. Se insomma si è già clienti di Jeff Bezos e si è investito in quell’ecosistema, puntare su Fire TV Stick potrebbe essere una scommessa vincente.

La decisione di lanciare un nuovo prodotto, chiaramente in concorrenza con Chromecast ma anche con il prodotto casalingo Fire TV ( più carrozzato sul piano hardware), è dettata dalla necessità di conquistare la leadership in un segmento che fino a questo punto è stato dominato da Google : Apple TV, Roku e altri prodotti simili se la giocano in una fascia di prezzo superiore, ma l’economicità di Chromecast e la sua semplicità d’uso ne hanno fatto un buon successo di vendite e pubblico. In più, Chromecast funziona al meglio di concerto con uno smartphone o un tablet Android: riuscire a soppiantarlo e al contempo promuovere anche lo smartphone di casa, il fin qui non irresistibile Fire , che appartiene alla stessa famiglia della Fire TV potrebbe costituire la proverbiale coppia di piccioni con una sola fava.

Fire TV Stick costa 39 dollari , ed è in vendita per ora solo negli USA . Il suo meccanismo di funzionamento è del tutto analogo a quello di Chromecast: si collega a una porta HDMI disponibile su una TV che la alimenta. Il software è differente: Chromecast si controlla tramite le app compatibili presenti su smartphone o PC (per esempio Plex o Youtube su iOS e Android), mentre Fire TV Stick ha un telecomando e un’interfaccia propria.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • M.R. scrive:
    Se non la devo possedere...
    ... allora perchè dovrei pagare per ascoltarla?Sono registrato a Spotify e, a parte il sacrificio di ascoltare un po'di spot ogni tot canzoni (ma la radio fa la stessa cosa più spesso), va tutto benissimo: faccio le playlist, ho milioni di brani da cercare e ascoltare e, a meno di avere un impianto stereo da qualche migliaio di euro, la qualità va benissimo così. Il tutto, ricordiamolo, senza spendere un euro.Spotify (et similia) funzionano indipendentemente dal dispositivo (android, ios, mac, pc) e non credo che la stessa cosa farebbero alla APPLE con drm a recinto chiuso come sono abituati.Oddio, dopo l' Iphone più grande e sottile di sempre in cui si sono rimangiati tutte le critiche mosse alla concorrenza andando, per una volta, incontro al mercato, tutto può essere.
    • Amedeo scrive:
      Re: Se non la devo possedere...
      finchè Spotify durahttp://www.businessweek.com/articles/2014-05-21/why-spotify-and-the-streaming-music-industry-cant-make-money
      • cicciobello scrive:
        Re: Se non la devo possedere...
        Esiste anche youtube
        • Amedeo scrive:
          Re: Se non la devo possedere...
          l'esperienza d'uso non è proprio la stessa
          • panda rossa scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            - Scritto da: Amedeo
            l'esperienza d'uso non è proprio la stessaIn che senso?
          • Amedeo scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            Spotify, musica legale, album completi, fai play ed ascolti.Su YouTube trovi di tutto, dal legale all'illegale, oggi un brano c'è domani viene rimosso, poco fruibile in macchina, fondamentalmente scomodo. Molto comodo invece per i film ( anche se molti sono pubblicati illegalmente )Per la musica può anche andare bene, ma per un utente smanettone.
          • cicciobello scrive:
            Re: Se non la devo possedere...

            Su YouTube trovi di tutto, dal legale
            all'illegaleForse per chi carica è illegale, per l'utente che ascolta la musica non c'è nulla di illegale (lui è andato su un sito perfettamente legittimo, non è responsabile di quello che ci hanno caricato gli altri).
            , oggi un brano c'è domani viene
            rimosso,E dopodomani rimesso. E comunque, anche da spotify un brano può essere rimosso. Se hai qualche dubbio, comunque, ti puoi salvare un mp3.
            poco fruibile in macchina,Sia youtube che spotify in macchina non sono fruibili, perché in genere l'autoradio non è connessa a internet. Da youtube, per lo meno, ti puoi fare gli mp3. Da spotify si può?
          • maxsix scrive:
            Re: Se non la devo possedere...


            Sia youtube che spotify in macchina non sono
            fruibili, perché in genere l'autoradio non è
            connessa a internet. Da youtube, per lo meno, ti
            puoi fare gli mp3. Da spotify si
            può?Ne dici di XXXXXXXte ciccio eh.
          • cicciobello scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            Volevo essere sicuro che tu fossi a tuo agio con me (cit.)
          • BelloCiccio scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            - Scritto da: cicciobello
            Volevo essere sicuro che tu fossi a tuo agio
            con me
            (cit.)Lo stanno menando su tutti i tread, quasi dico quasi peggio del leguleo(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • cicciobello scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            Almeno leguleio dice delle cose sensate (magari sbagliate, magari delle banalità, ma dice qualcosa). Maxsix non fa nemmeno quello... solo 2014 riesce a fare dei post più inutili.
          • BelloCiccio scrive:
            Re: Se non la devo possedere...
            - Scritto da: cicciobello
            Almeno leguleio dice delle cose sensate (magari
            sbagliate, magari delle banalità, ma dice
            qualcosa). Maxsix non fa nemmeno quello... solo
            2014 riesce a fare dei post più
            inutili.Inutile + inutile...Che XXXX... Fare a chi e' più banale chi dice le peggio.Bisognerebbe chiuderli insieme in un tread chiuso a tutti gli altri e via...
      • Funz scrive:
        Re: Se non la devo possedere...
        - Scritto da: Amedeo
        finchè Spotify dura
        http://www.businessweek.com/articles/2014-05-21/whInteressante, grazie. Visto che il 70% degli introiti di Spotify se ne va in royalties alle case discografiche, è chiaro dove sta il problema...
        • maxsix scrive:
          Re: Se non la devo possedere...
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: Amedeo

          finchè Spotify dura


          http://www.businessweek.com/articles/2014-05-21/wh

          Interessante, grazie.
          Visto che il 70% degli introiti di Spotify se ne
          va in royalties alle case discografiche, è chiaro
          dove sta il
          problema...Una delle cose che ho visto su spotify (che uso assiduamente, lo ammetto) è spamma moltissima pubblicità su banner e poca su audio.Nel senso.Ieri, facevo caso perché ero in ufficio e avevo il client aperto nel terzo monitor.Come banner è passato di tutto, dalle pubblicità mirate delle varie case discografiche, passando per auto, liquori e molto altro.In audio, solo una compagnia di assicurazione.Ora, essendo che la gente magari usa spotify in modalità no look per ovvi motivi, dico eh, che razzo centrano i banner.Io non conosco nello specifico i prezzi e le politiche commerciali di spotify a riguardo, ma qualche domanda fossi in loro me la porrei.
    • maxsix scrive:
      Re: Se non la devo possedere...
      - Scritto da: M.R.
      ... allora perchè dovrei pagare per ascoltarla?
      Sono registrato a Spotify e, a parte il
      sacrificio di ascoltare un po'di spot ogni tot
      canzoni (ma la radio fa la stessa cosa più
      spesso), va tutto benissimo: faccio le playlist,
      ho milioni di brani da cercare e ascoltare e, a
      meno di avere un impianto stereo da qualche
      migliaio di euro, la qualità va benissimo così.
      Il tutto, ricordiamolo, senza spendere un
      euro.
      Spotify (et similia) funzionano indipendentemente
      dal dispositivo (android, ios, mac, pc) e non
      credo che la stessa cosa farebbero alla APPLE con
      drm a recinto chiuso come sono
      abituati.
      Oddio, dopo l' Iphone più grande e sottile di
      sempre in cui si sono rimangiati tutte le
      critiche mosse alla concorrenza andando, per una
      volta, incontro al mercato, tutto può
      essere.Concordo.Spotify potrebbe essere la pietra tombale di iTunes music store se solo facesse una cosa....una piccola cosa.....Ma piccola eh......Ma se ci arriva prima Apple con Beats...... è stato bello Spotify ma tanti saluti.Chissà cos'è, eh.
  • Enjoy with Us scrive:
    60 dollari l'anno?
    per ascoltare in streaming della musica che poi non rimane nelle mie disponibilità?A me sembrano tantini, per 60 dollari posso scaricare sempre da itunes circa 60 canzoni.... quante sono le canzoni che mi piace ascoltare? Ce ne sono più di 60 nuove ogni anno?Io non sono un musicofilo ma 60 canzoni che mi piacciano sul serio in un anno mi sembrano davvero tante!
  • Pensiero profondo scrive:
    1 euro
    1 euro al mese e ci potrei anche pensare ma non un centesimo in +
    • Etype scrive:
      Re: 1 euro
      - Scritto da: Pensiero profondo
      1 euro al mese e ci potrei anche pensare ma non
      un centesimo in
      +Tim Special con Tim Musica: 10 euro al mese per 400 min, 1000 sms, 2 GB di internet e ascolto in streaming di tutta la musica che voglio, senza erosione dei bundle dati.Impossibile avere di meglio.Anzi sì... 2 euro in più e ho 1 GB aggiuntivo (arrivo a 3 GB/mese) e il tutto in LTE.Qui Apple deve inventare qualcosa di ottimo per farmi cambiare fornitore!
      • bubba scrive:
        Re: 1 euro
        - Scritto da: Etype
        - Scritto da: Pensiero profondo

        1 euro al mese e ci potrei anche pensare ma non

        un centesimo in

        +

        Tim Special con Tim Musica: 10 euro al mese per
        400 min, 1000 sms, 2 GB di internet e ascolto in
        streaming di tutta la musica che voglio, senza
        erosione dei bundle
        dati.
        Impossibile avere di meglio.
        sto "tim special" sarebbe poi TIM young.. o no? cioe' non e' mica per tutti...
      • Funz scrive:
        Re: 1 euro
        - Scritto da: Etype
        Tim Special con Tim Musica: 10 euro al mese per
        400 min, 1000 sms, 2 GB di internet e ascolto in
        streaming di tutta la musica che voglio,Ma "tutta" tutta o tutta quella delle case discografiche che hanno stretto accordi con Tim?
Chiudi i commenti