Galaxy Note 7, contromisure da Samsung

Presto disponibile un aggiornamento software che limiterà la ricarica della batteria al 60 per cento della capacità massima. In extrema ratio, Samsung potrebbe usare un Kill switch per spegnere i terminali non ancora restituiti
Presto disponibile un aggiornamento software che limiterà la ricarica della batteria al 60 per cento della capacità massima. In extrema ratio, Samsung potrebbe usare un Kill switch per spegnere i terminali non ancora restituiti

L’azienda sud coreana ha provveduto a realizzare un aggiornamento al firmware per limitare al 60 per cento la ricarica della batteria del terminale, quest’ultima causa principale delle varie esplosioni che hanno coinvolto i possessori del nuovo phablet. L’aggiornamento sarà reso disponibile, a partire dal 20 settembre (alle 10:00, ora della Corea del Sud), in modalità Over The Air (OTA).
Samsung avrebbe anche avviato trattative con gli operatori telefonici dei paesi in cui il phablet è disponibile per distribuire un aggiornamento software simile. Il nuovo firmware dovrebbe limitare la carica della batteria, che ha una capacità di 3.500 mAh, ad un valore massimo di 2.100 mAh , con l’obbiettivo di proteggere i possessori che utilizzano ancora il Note 7, nonostante le raccomandazione per fermarne l’uso e il richiamo ufficiale da parte dell’azienda di tutti i terminali sinora venduti.

Samsung Galaxy Note 7

Secondo quanto riferito da The next web , Samsung potrebbe persino decidere di utilizzare un Kill switch , ovvero una particolare funzione che permette di rendere inutilizzabile il dispositivo da remoto, per costringere i possessori a restituire i terminali difettosi . Richiamo che si rende urgente, per l’azienda asiatica, per limitare sia i danni economici dell’operazione di sostituzione delle parti difettose, sia per quelli di immagine. Samsung ha infatti rimosso le campagna promozionali e la pubblicità televisiva, soprattutto in seguito alla decisione della Federal Aviation Administration (FAA) di vietare l’uso o la ricarica dei Galaxy Note 7 a bordo degli aerei, in seguito ad alcuni incidenti verificati su velivoli di compagnie australiani. Al divieto della FAA è seguita anche la segnalazione dell’agenzia governativa statunitense, la Consumer Product Safety Commission, che indica il terminale Samsung come “pericoloso”, invitando i cittadini USA a non utilizzarlo.

Thomas Zaffino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

14 09 2016
Link copiato negli appunti