Google si prepara ad accettare le criptovalute e assume PayPal

Google si prepara ad accettare le criptovalute e assume PayPal

Google ha assunto un ex dirigente di PayPal con l'obiettivo di rivoluzionare il suo sistema di pagamento e così accettare le criptovalute.
Google ha assunto un ex dirigente di PayPal con l'obiettivo di rivoluzionare il suo sistema di pagamento e così accettare le criptovalute.

Una mossa strategica quella di Google che ha assunto Arnold Goldberg, ex dirigente e pezzo da novanta di PayPal. L’obiettivo del colosso di Mountain View è quello di rivoluzionare il suo attuale sistema di pagamento introducendo nuove funzionalità e, cosa molto importante, accettare le criptovalute.

In altre parole, Google Pay in futuro permetterà agli utenti che utilizzano il suo servizio di detenere crypto. Una buona notizia per chi investe in asset digitali e la completezza di opportunità della piattaforma Coinbase può essere la soluzione giusta per cavalcare questa novità e investire in crypto asset.

Google è pronta a entrare nel mondo delle criptovalute

Secondo quanto riportato da Bloomberg, Google avrebbe già fatto il primo passo per entrare nel mondo delle criptovalute. Assumendo Arnold Goldberg ha scelto una nuova linea guida che dirigerà la divisione dei pagamenti. Insomma, una sorta di rivoluzione interna che porterà a tante novità, data la personalità che dirigerà i lavori.

Ad assumere Goldberg è stata Alphabet, una holding con a capo Google. A confermare l’idea che presto le cose cambieranno, in meglio ovviamente, è Bill Ready, President of Commerce, Payments & Next Billion Users di Big G. Non solo, ma ha anche posto l’accento proprio sul fatto che l’intenzione sarà quella di inserire le criptovalute all’interno della nuova proposta. Lo ha dichiarato a Bloomberg:

Il settore crypto è qualcosa a cui prestiamo molta attenzione […]. Man mano che la domanda degli utenti e quella dei commercianti si evolve, noi ci evolveremo con essa.

Inoltre, Ready ha rivelato che Google si concentrerà maggiormente sul creare un portafoglio digitale completo” che include tutto ciò che serve come criptovalute, biglietti digitali, abbonamenti digitali, Green Pass e passaporti per i vaccini.

Appare quindi chiara la volontà di aggiungere, si spera in un futuro non troppo lontano, Bitcoin, Ethereum, Cardano e le altre criptovalute all’interno dei prodotti finanziari di Google Pay.

A giugno il colosso della tecnologia ha stretto una collaborazione proprio con Coinbase per permettere ai clienti di questo exchange di pagare beni e servizi tramite Google Pay, usufruendo della loro carta Coinbase. Ecco perché, con questo secondo nuovo passo, si fa sempre più importante sfruttare l’occasione e iniziare a investire su questa piattaforma comprando criptovalute.

*Il 67% dei conti degli investitori retail perde denaro negoziando CFD con questo fornitore. È necessario sapere come funzionano i CFD e se ci si può permettere di perdere i propri soldi

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Bloomberg
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 gen 2022
Link copiato negli appunti