Google Compute Engine per tutti

Dopo 18 mesi dall'annuncio, il cloud di Mountain View elimina la dicitura "beta" e diventa disponibile per tutti. Big G si gioca la carta della potenza unita al prezzo per tentare di recuperare terreno

Roma – Google comunica che da oggi, dopo il secondo annuncio in 2 anni , la sua offerta IaaS (Infrastructure as a Service) ha raggiunto lo status di “disponibilità generale” (GA, generally available ) uscendo dalla beta: il cloud di Mountain View si chiama Compute Engine , e per tentare di tenere testa agli arrembanti concorrenti tra cui figurano Amazon e Microsoft punta tutto su prezzi concorrenziali e potenza pura.

“La piattaforma Google Cloud offre agli sviluppatori la flessibilità per creare applicazioni con servizi gestiti e autonomi che girano sulla infrastruttura Google” è il roboante proclama della nota con cui sono annunciate le novità. Che consistono in annunci relativi alla manutenzione e migrazione delle istanze virtualizzate, il supporto a un crescente numero di sistemi operativi e moduli per il kernel Linux montati, più opzioni per CPU, memoria e storage e, infine, una sforbiciata ai pezzi che non fa mai male.

Oltre a CentOS e Debian, ora Compute Engine supporta anche altre distribuzioni Linux come Red Hat, Suse ecc e non fa eccezione FreeBSD. In più, per quanto riguarda la manutenzione (uno dei punti su cui Google spinge, vantandosi della propria esperienza nei datacenter che tengono in piedi i suoi affari), nella regione 1 (Nordamerica) è attivo il servizio di “transparence maintenance” che dovrebbe permettere di ridurre a zero i periodi di fermo, grazie al meccanismo già consolidato per altri concorrenti di migrazione live delle istanze attive; a questo si aggiunge una nuova funzionalità watchdog per così dire, che riavvia automaticamente la macchina virtuale in caso di errore.

Per garantire margini alle performance (e pure per tenere testa alla concorrenza), Google annuncia poi di aver predisposto un upgrade alla potenza che ora può raggiungere i 16 core e 104 gigabyte di RAM per istanza ( sperimentale e disponibile solo su richiesta). La sezione storage è affidata al servizio Persistent Disk , il cui costo cala del 60 per cento sul traffico I/O generato e le cui prestazioni aumentano. Per non sbagliare, un taglio del 10 per cento è stato applicato a un bel pezzo del resto del listino, rendendo più appetibili le istanze sin qui preferite dai clienti: un passo necessario, visto che per una volta Google non è esattamente il first mover del settore, e deve inseguire concorrenti che sono decisamente più avanti in fatto di ampiezza dell’offerta e di pubblico pagante.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nettuno scrive:
    Il fotovoltaico lunare è sbagliato!
    Saremmo da capo come con il fossile.Immetteremmo energia nel atmosfera prendendola dall'esterno.A differenza del fotovoltaico sul nostro pianeta che ha un bilancio energetico 0, il fotovoltaico lunare avrebbe un bilancio energetico positivo incrementando il riscaldamento globale.NON ABBIAMO BISOGNO DI IMMETTERE ALTRA ENERGIA IN ATMOSFERA SAREBBE FOLLE!!!!
    • Dr Doom scrive:
      Re: Il fotovoltaico lunare è sbagliato!
      - Scritto da: nettuno
      Saremmo da capo come con il fossile.
      Immetteremmo energia nel atmosfera prendendola
      dall'esterno.
      A differenza del fotovoltaico sul nostro pianeta
      che ha un bilancio energetico 0fai BENE i conti
    • hfAXXDGjKfU DMbZHEiB scrive:
      Re: Il fotovoltaico lunare è sbagliato!
      http://buyantabusewithoutprescripition.cf/#5020 full article, http://doxycyclinehyclate100mgcap.tk/#7882 doxycycline, http://genericacomplia.cf/#1198 homepage here,
  • Nome e cognome scrive:
    ...
    Invece di andare a cercare risorse sulla Luna dovrebbero favorire la ricerca e l'uso dell'energia rinnovabile che abbiamo in abbondanza qui sulla Terra!E magari avere un po' più di rispetto per il nostro pianeta!
  • pietro scrive:
    risorse..
    "Obiettivo: approdare sul satellite terrestre e mettersi alla ricerca di risorse e minerali potenzialmente sfruttabili qui sulla Terra."qualunque viaggio spaziale intrapreso con motori chimici è assolutamente controproducente.
    • rockroll scrive:
      Re: risorse..
      - Scritto da: pietro
      "Obiettivo: approdare sul satellite terrestre e
      mettersi alla ricerca di risorse e minerali
      potenzialmente sfruttabili qui sulla
      Terra."

      qualunque viaggio spaziale intrapreso con motori
      chimici è assolutamente
      controproducente.Assolutamente antieconomico direi. Mi sembra evidente!Tipico atteggiamento delle repubbliche popolari comuniste cinesi: igrandi sono loro, agli altri vogliono far credere che devono temere l'evoluzione delle loro superlative performances.Ma anche ipotetici motori "non chimici" sempre dall'effetto meccanico di reazione di masse fisiche lanciate all'indietro possono ricavare la propria "accelerazione" in avanti (una volta accellerato, il razzo procede per inerzia e gravitazione, secondo le leggi di Keplero). Hai vogli di portarti dietro peso morto da retrolanciare all'occorrenza per tutti i viaggi che comporterebbe uno sfruttamento intensivo di ipotetici minerali lunari. E che dire poi dei giapponesi, altrettanto fissati con la grandezza della loro patria: la corporation giapponese Shimizu Corp. propone il mastodontico progetto LUNA RING, un anello di pannelli solari largo 400 chilometri ed esteso lungo tutto l'equatore lunare (oltre 11.000 chilometri) da installare con robot controllati da remoto (sulla Terra) per raccogliere l'energia dei raggi solari e poi trasferirla tramite laser sulle stazioni riceventi sul nostro Pianeta . Ma dico, siamo tutti fessi a berci ste cavolate. Il Sole non invia già abbastanza energia sulla terra, dove strisce recettrici non obbligatoriamente equatoriali di ben più vaste dimensioni si possono disporre con molto meno sforzo, ad esempio nei deserti o galleggianti sugli oceani? Ma sulla Terra i raggi solari sono attenuati dall'atmosfera? Si, ma non di molto, però qui possiamo estendere la superficie ricevente quanto vogliamo a costi enormemente inferiori. Che la contino giusta, i raggi laser così prodotti servirebbero a tutt'altro scopo, mica siamo scemi!
      • Funz scrive:
        Re: risorse..
        - Scritto da: rockroll
        E che dire poi dei giapponesi, altrettanto
        fissati con la grandezza della loro patria: <i
        la
        corporation giapponese Shimizu Corp. propone il
        mastodontico progetto LUNA RING, un anello di
        pannelli solari largo 400 chilometri ed esteso
        lungo tutto l'equatore lunare (oltre 11.000
        chilometri) da installare con robot controllati
        da remoto (sulla Terra) per raccogliere l'energia
        dei raggi solari e poi trasferirla tramite laser
        sulle stazioni riceventi sul nostro Pianeta </i
        .
        Ma dico, siamo tutti fessi a berci ste cavolate.
        Il Sole non invia già abbastanza energia sulla
        terra, dove strisce recettrici non
        obbligatoriamente equatoriali di ben più vaste
        dimensioni si possono disporre con molto meno
        sforzo, ad esempio nei deserti o galleggianti
        sugli oceani? Ma sulla Terra i raggi solari sono
        attenuati dall'atmosfera? Si, ma non di molto,
        però qui possiamo estendere la superficie
        ricevente quanto vogliamo a costi enormemente
        inferiori. Che la contino giusta, i raggi laser
        così prodotti servirebbero a tutt'altro scopo,
        mica siamo
        scemi!Ammesso che riescano a produrre TUTTO sulla Luna (piattaforme, pannelli, collegamenti, stazioni trasmettitrici MW, robot assemblatori, eccetera) da materiali disponibili sulla Luna, visto che portare qualsiasi cosa lassù avrebbe costi proibitivi.Non vedo come possano pensare di farlo nel futuro prossimo. Altrimenti, avrebbe più senso farli in orbita terrestre, costerebbe meno portarli su e sarebbero ben più precisi nel puntamento quando vogliono incenerirti :p
        • yupa non loggato scrive:
          Re: risorse..
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: rockroll
          [CUT]
          Altrimenti, avrebbe più senso farli in
          orbita terrestre, costerebbe meno portarli su e
          sarebbero ben più precisi nel puntamento quando
          vogliono incenerirti
          :pSì ma ci vorrebbe un controllore sottoposto alle 3 Leggi:http://it.wikipedia.org/wiki/Essere_razionale(1941... alla faccia della preveggenza)
          • Funz scrive:
            Re: risorse..
            - Scritto da: yupa non loggato
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: rockroll

            [CUT]

            Altrimenti, avrebbe più senso farli in

            orbita terrestre, costerebbe meno portarli su e

            sarebbero ben più precisi nel puntamento quando

            vogliono incenerirti

            :p

            Sì ma ci vorrebbe un controllore sottoposto alle
            3
            Leggi:Le 3 Leggi sono una sovrastruttura superflua e limitante, tanto per fare un esempio i futuroprossimi droni militari armati autonomi non sarebbero possibili, e tantomeno i T800 :p
        • lqGqggafxKo scrive:
          Re: risorse..
          http://bactrimdstabletsonline.ml/order-bactrim-ds.html#9821 order bactrim ds, http://workathomernjobs.tk/make-extra-money-working-from-home.html#6433 make extra money working from home, http://workfromhomewebsites.ga/make-money-fast-kids.html#3175 make money fast kid,
        • GNHmsKjSvKa ipkIUd scrive:
          Re: risorse..
          http://genericcleocingel.ga/#6348 cleocin gel online,
    • ... scrive:
      Re: risorse..
      - Scritto da: pietro
      "Obiettivo: approdare sul satellite terrestre e
      mettersi alla ricerca di risorse e minerali
      potenzialmente sfruttabili qui sulla
      Terra."

      qualunque viaggio spaziale intrapreso con motori
      chimici è assolutamente
      controproducente.vero, avanti e indietro con razzi chimici e' follia dal punto di vista dei consumi, ma vedila in prospettiva: sparare su una fabbrica autoriproducente, che si espande partendo dal piccolo nucleo inviato inizialmente e che usa materiali locali per espandersi. Fatta la fabbrica iniziale, il passo successivo e' la creazione di un "Lanciatore lettromagnetico" che spari sulla Terra i carichi di materiali estratti. (1/6 della gravita' rispetto alla terra facilita il tutto).Tutto cio' su lase altamente meccanizzata, con pochissima o nessuna necessita' di presenza umana.Si parla molto anche di raccogliere Elio-3 deposotatosi sul suolo lunare, ottimo combustibile per la fusione nucleare (che ancora non c'e' a livello tecnologico in modo controllato e non distruttivo).Sono tutti progetti in prospettiva, ma pianificare sognare non fa male, altrimenti saremmo ancora accucciati sui talloni a divorare carne cruda nella savana a immaginare di volare.
      • Funz scrive:
        Re: risorse..
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: pietro

        "Obiettivo: approdare sul satellite terrestre e

        mettersi alla ricerca di risorse e minerali

        potenzialmente sfruttabili qui sulla

        Terra."



        qualunque viaggio spaziale intrapreso con motori

        chimici è assolutamente

        controproducente.

        vero, avanti e indietro con razzi chimici e'
        follia dal punto di vista dei consumi, ma vedila
        in prospettiva: sparare su una fabbrica
        autoriproducente, che si espande partendo dal
        piccolo nucleo inviato inizialmente e che usa
        materiali locali per espandersi. Fatta la
        fabbrica iniziale, il passo successivo e' la
        creazione di un "Lanciatore lettromagnetico" che
        spari sulla Terra i carichi di materiali
        estratti. (1/6 della gravita' rispetto alla terra
        facilita il
        tutto).
        Tutto cio' su lase altamente meccanizzata, con
        pochissima o nessuna necessita' di presenza
        umana.

        Si parla molto anche di raccogliere Elio-3
        deposotatosi sul suolo lunare, ottimo
        combustibile per la fusione nucleare (che ancora
        non c'e' a livello tecnologico in modo
        controllato e non
        distruttivo).
        Hai mai letto "La Luna è una severa maestra" Di Heinlein? ;)
        Sono tutti progetti in prospettiva, ma
        pianificare sognare non fa male, altrimenti
        saremmo ancora accucciati sui talloni a divorare
        carne cruda nella savana a immaginare di
        volare.Io punto i miei bitcoin sull'ascensore orbitale - cfr. "Le fontane del Paradiso" di Clarke ;)
  • Sisko212 scrive:
    Tutte sciocchezze....
    E chiaro che tutta questa corsa spaziale, di pacifico non ha proprio un bel nulla.E' la solita corsa per la supremazia come lo fù quella frà usa/urss degli anni '60.L'unica differenza è che oggi gli usa sono stra-indebitati per cui non si possono più permettere questi giochetti.L' Europa non ne parliamo, divisa com'è figuriamoci se con l'Esa si riesce a combinare qualcosa di autonomo.Sola la Cina (purtroppo) ha i soldi da spendere per questa cosa... e putroppo saranno solo i padroni del mondo futuro prossimo...Speriamo siano migliori degli americani... però per quello che s'è visto fino ad ora temo proprio di no.
    • Leguleio scrive:
      Re: Tutte sciocchezze....

      E chiaro che tutta questa corsa spaziale, di
      pacifico non ha proprio un bel
      nulla.
      E' la solita corsa per la supremazia come lo fù
      quella frà usa/urss degli anni
      '60.Lo fu. Fra.È stato positivo che anziché misurarsi sul piano nucleare le due superpotenze abbiano sublimato la propria aggressività nell'esplorazione spaziale. Anziché distruggere, hanno costruito.
      • cognome scrive:
        Re: Tutte sciocchezze....
        - Scritto da: Leguleio
        Anziché distruggere,
        hanno
        costruito.Cosa?
        • Leguleio scrive:
          Re: Tutte sciocchezze....


          Anziché distruggere,

          hanno

          costruito.

          Cosa?La tecnologia aerospaziale. E diverse tecnologie relative a nuovi materiali utilizzabili anche in campo civile.
        • yupa non loggato scrive:
          Re: Tutte sciocchezze....
          - Scritto da: cognome
          - Scritto da: Leguleio


          Anziché distruggere,

          hanno

          costruito.

          Cosa?Partendo dalle cose banali? Il velcro.
          • Legacy of Krane scrive:
            Re: Tutte sciocchezze....
            Ma figurati! il velcro l'hanno portato sulla terra i Vulcaniani...
          • RXcoqmmY scrive:
            Re: Tutte sciocchezze....
            http://propranololgeneric.cf/#5400 propranolol generic,
          • tjoXZrLcu scrive:
            Re: Tutte sciocchezze....
            http://cheeplavitraforsale.ml/#8029 cheep lavitra for sale,
    • ma anche no scrive:
      Re: Tutte sciocchezze....
      Mi scusi, ma ad ora la Cina per budget della propria agenzia spaziale è solo 3a-4a: persino la divisa Esa da sola può disporre di un bilancio di 4 miliardi (contro gli attuali 1,3 MLD$ della CNSA anche se in forte crescita). gli unici in questo campo con progetti preliminari di sbarco umano sulla luna sono gli americani che, anche visto il loro alto indebitamento, lo faranno usando per la loro capsula Orion un modulo di servizio costruito dalla "divisa" ESA (adattando il modulo di servizio ATV). non tirerei proprio in ballo il termine autonomia per questo settore: la CNSA collabora attivamente in molti programmi con russi ed europei, la loro capsula è frutto di una collaborazione con l'agenzia spaziale russa mentre una parte non indifferente della copertura radio per questa missione (direi vitale per la missione stessa) è fornita proprio dal sistema di antenne e satelliti dell'ESA. è chiaro, anche questa è una competizione, ma onestamente preferisco una cosa del genere piuttosto che una gara a chi fa esplodere la bomba più potente...visto gli accordi fatti internazionalmente da un po' tutte le agenzie spaziali non paragonerei l'attuale clima nella corsa spaziale con quello del periodo della guerra fredda...c'è sempre competizione, ma ora le capacità di acXXXXX allo spazio sono molto più diffuse (e addirittura non più solo una prerogativa di agenzie governative) quindi nessuno può più pensare di fare le cose per conto proprio e completamente isolati dal resto del mondo.come ultima nota vorrei ricordare che lo spazio quando non ha diviso ha molto unito: prima ancora che cadesse il muro di berlino si parlava già di collaborazione in diverse missioni spaziali (già dal 1975 anche se tale collaborazione non partì subito).
Chiudi i commenti