Google: i video embedded avranno gli spot

La rete di AdSense conta su una nuova fonte di rendita: i gestori dei siti potranno inserire video di YouTube sponsorizzati. La spartizione della torta è ancora poco chiara

Roma – Google farà di chiunque gestisca un sito Web, di qualunque associato alla rete AdSense una sorta di potenziale broadcaster: BigG ha presentato un servizio che permette di rilanciare nel proprio spazio Web i contenuti video postati dagli utenti di YouTube , contenuti confezionati in un player personalizzato e “sponsorizzato” dagli inserzionisti . I guadagni pubblicitari? Divisi fra il publisher, il fornitore dei contenuti e, ovviamente, Google.

Video Units , questo il nome del servizio, si differenzia dai tradizionali video ad , lanciati da Google lo scorso anno. È piuttosto affine al servizio Gadget Ads , di recente introduzione , che consente ai publisher di realizzare una sorta di matrioska di contenuti , impacchettati l’uno nell’altro per generare revenue dalla pubblicità .

L'aspetto del player pubblicitario Così, cinicamente, si potrebbe delineare il meccanismo che i gestori di siti Web possono sfruttare grazie a Video Units: inserendo i video, possono trarre profitti dalla pubblicità veicolata dal player e possono altresì arricchire di contenuti attrattivi e contestuali lo spazio che gestiscono, nella prospettiva di aumentare il traffico e di conferire valore alla globalità dei messaggi pubblicitari che il sito contiene.

I publisher, per ora solo gestori statunitensi di siti in lingua inglese, hanno infatti voce in capitolo riguardo ai video da embeddare : sarà possibile scegliere (o escludere) determinati produttori di contenuti e categorie di video, o lasciare che sia Google ad abbinare il video alle parole chiave fornite per il sito. Potranno inoltre scegliere, come avviene per gli annunci testuali, formato e combinazioni di colori del player.

Secondo attore dell’ingranaggio, i produttori di video. Negli scorsi mesi si erano già tentati alcuni esperimenti di pubblicità veicolata da clip forniti da media company che operano su scala industriale. Ora però, riporta New York Times , Google ha deciso di ampliare il bacino dei produttori di contenuti: saranno coinvolti un centinaio di prolifici ed acclamati Tubers , quali la sedicente adolescente LonelyGirl15 , il produttore di tutorial Expert Village , Extreme Elements con i suoi clip di sport estremi, alcuni dei quali sono già partner di Google.

Nulla di eccessivamente nuovo sul fronte degli inserzionisti: resta valido il meccanismo delle aste AdSense per aggiudicarsi gli spazi del player dedicati alla pubblicità. Gli inserzionisti potranno innanzitutto godere di una doppia contestualizzazione , relativa al contenuto del sito e relativa all’oggetto del video. I loro messaggi compariranno nella parte superiore del player o in una sezione dedicata sovrapposta al clip, che gli utenti possono decidere di chiudere: una soluzione, osserva l’esperto Philipp Lenssen, inaspettatamente chiassosa e invasiva per i canoni di Google. Google, che sembra aver trovato un modo di delineare un fruttifero modello di business per YouTube, non ha rivelato dettagli in merito alla divisione dei profitti: pare che l’inserzionista paghi in base ad una combinazione del traffico che il publisher e il video riescono a garantire e in base ai click che l’annuncio riesce a guadagnare. Nulla di certo riguardo alla spartizione della torta fra publisher, produttore del video e BigG, per la sua opera di intermediazione: “la divisione sarà decisa caso per caso” ha comunicato a Variety il sibillino manager di AdSense Christian Oestlien.

Certo, molto è ancora da definire: se il modello dovesse funzionare, riporta AP , si aprirebbe la strada non solo alla diffusione di più numerosi contenuti homemade presenti su YouTube, ma anche di altri contenuti, quali videonews sponsorizzate.

Quella di BigG sarà una tattica di sicuro successo a parere di Emily Riley, di Jupiter Research : consultata da Reuters ha prospettato l’apprezzamento dei netizen , disposti a sottoporsi alla pubblicità, se veicolata da contenuti coinvolgenti e se non invadente come i pre-roll o interruttiva come le sovrapposizioni già sperimentate da Google.

Meno entusiasta il presidente di ScanScout , una startup che ora si trova a competere con Google Video Units: ha svelato a Variety che i video di valore, quelli che possono attrarre visite, valorizzare i siti dei publisher e veicolare pubblicità ben pagata sono quelli delle media company di successo, che fanno fruttare i video esclusivamente attraverso i loro servizi.

Sulle pagine di New York Times il CEO di Brightcove, azienda che opera nello stesso settore, si dimostra altrettanto cauto: “Si rischia di coinvolgere solo i piccoli publisher, i siti di medie e grandi dimensioni non desiderano ripubblicare contenuti altrui”. Per questo motivo si potrà contare solo sull’ospitalità dei gestori di siti con traffici poco significativi, generando così minori guadagni da spartire.

Ma Google sembra puntare piuttosto sulla quantità dei publisher, mantenendo un atteggiamento lungimirante e ottimista: la rete di AdSense è vastissima e il settore della pubblicità online a mezzo video, a parere di eMarketer , potrà contare su investimenti che, solo negli States, nel 2010 sfioreranno i tre miliardi di dollari.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • gigi scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    invece di scrivere tu superficialita'....i nostri siti si scommesse non solo non sono competitivi ma alle volte quasi "truffaldini" con lavagne da arresto, quindi invece di censurare si adeguassero al libero mercato offrendo prodotti e servizi adeguati i siti che ci sono fanno schifo....E giocano ancora al lotto....un numero su novanta pagato dieci volte????Meglio la roulette
  • Sam scrive:
    Ma i siti Italiani sono oscurati fuori?
    Mi chiedo se i siti di scommesse italiane siano poi oscurati in quiei pesi dove non pagano le tasse oppure possono bellamente far fare scommesse anche fuori dall'italia? Esiste un principio di reciprocità?(geek)
  • Apollonius scrive:
    E-mail del sito bet-at-home.com: Leggete
    Ecco un'altra e-mail di un bookmaker al quale sono iscritto, oscurato dalla AAMS:"Gentili utenti italiani, Il nostro sito web è stato oscurato dall'AAMS (Amministrazione Autonima dei monopoli di stato) e abbiamo dovuto a aprire un nuovo sito sotto: www4.bet-at-home.com. LUnione Europea si è già più volte pronunciata sulla questione delle scommesse e del monopolio delle scommesse in Italia e presto anche il governo italiano dovrà adeguarsi alla legislazione europea. NellUnione Europea vige il principio della libertà di circolazione dei servizi, delle merci, dei capitali e delle persone e nessuno Stato membro può decidere una soppressione o limitazione di questo importante principio. Il principio di libera concorrenza è il maggior tutore degli interessi dei cittadini di tutti gli stati. A questo principio lItalia ha deciso di non aderire. bet-at-home.com garantisce la massima serietà a tutti i clienti italiani e garantisce l'accesso ai loro conti scommesse sotto qualsiasi situazione. Distinti saluti, bet-at-home.com-Teamservice.it@bet-at-home.comwww4.bet-at-home.com"Altra verità SACROSANTA!
    • giovangiuse ppe solmonese scrive:
      Re: E-mail del sito bet-at-home.com: Leggete
      - Scritto da: Apollonius
      Ecco un'altra e-mail di un bookmaker al quale
      sono iscritto, oscurato dalla
      AAMS:

      "Gentili utenti italiani,

      Il nostro sito web è stato oscurato dall'AAMS
      (Amministrazione Autonima dei monopoli di stato)
      e abbiamo dovuto a aprire un nuovo sito sotto:
      www4.bet-at-home.com.


      LUnione Europea si è già più volte pronunciata
      sulla questione delle scommesse e del monopolio
      delle scommesse in Italia e presto anche il
      governo italiano dovrà adeguarsi alla
      legislazione europea. NellUnione Europea vige il
      principio della libertà di circolazione dei
      servizi, delle merci, dei capitali e delle
      persone e nessuno Stato membro può decidere una
      soppressione o limitazione di questo importante
      principio.


      Il principio di libera concorrenza è il maggior
      tutore degli interessi dei cittadini di tutti gli
      stati. A questo principio lItalia ha deciso di
      non aderire.


      bet-at-home.com garantisce la massima serietà a
      tutti i clienti italiani e garantisce l'accesso
      ai loro conti scommesse sotto qualsiasi
      situazione.


      Distinti saluti,

      bet-at-home.com-Team
      service.it@bet-at-home.com
      www4.bet-at-home.com"

      Altra verità SACROSANTA!
  • Andrea Carbini scrive:
    Evasione fiscale monopoli
    Sono gli stessi monopoli che ci devono 98 miliardi di euro?Invece di occuparsi di oscurare i siti internet, dovrebbero ridarci i soldi questi ladri.
  • Daniel Jackson scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    C'e' semplicemente la legge finanziaria del 2006
    che prevede che qualsiasi operatore di gambing
    online che opera in Italia deve disporre di
    concessione.E se domani facessero lo stesso contro qualsiasi sito straniero che venda servizi (es. hosting) senza versare l'IVA allo Stato Italiano?Vogliono la globalizzazione ma poi si arrabbiano se la gente gioca fuori casa...
  • Massimilian o Casadei scrive:
    Basta cambiare i DNS
    Basta cambiare gli indirizzi dei server DNS della propria connessione e mettere degli indirizzi DNS alternativi a telecom e compagnie belle. Io uso da una vita i DNS di http://www.opendns.com/ mai avuto nessun problema di nessun tipo e tutti i siti, presunti bloccati, dalle autorità (che io trovo solo una manovra pubblicitaria da parte del governo per farsi bello davanti a chi non conosce bene queste cose) li ho sempre raggiunti senza grandi difficoltà. Come l'ultimo bloccato www.pkr.com.Il loro presunto blocco non è altro che un accordo con chi fornisce il servizio di associazione degli indirizzi IP al nome del sito, dicendo che chi scrive quel nome tal dei tali non può accedervi. Infatti anche se si mette pkr.com senza www il sito è raggiungibile perché il sito non lo rendono raggiungibile per il solo nome intero www.pkr.com.Per poter bloccare veramente un sito dovrebbero chiedere al server che ospita il sito di eliminarlo, ma in realtà non viene mai fatto.
    • H5N1 scrive:
      Re: Basta cambiare i DNS
      I proxy si possono impostare solo per l'applicazione che utilizziamo per navigare: non è necessario che tutta la connessione passi per il Proxy.Cambiare i server DNS serve, ma comunque i vari server dei Provider tracciano la nostra rotta e si rischia di essere accusati di illecito.Con un server proxy la rotta tracciata giunge fino al proxy. :)
  • fred scrive:
    Re: Grazie mortadella
    Per quanto criticabile l'operato del governo attuale e' nettamente da quell odi Berlusconi e credo sia difficile negarlo, in pratica siamo passati dalla brace alla padella!!!!e' ovvio che mi aspetterei qualcosa di meglio, anzi di molto meglio da quello attuale ma e' vero anche non voglio passare di nuovo alla brace.
  • dagda scrive:
    la Cina è vicina!
    ma i nostri preti non sfileranno in difesa dei diritti civili!
  • ivan ortega scrive:
    Non abbiamo imparato niente
    Censurare, imporre, vietare non è certo bello. Ma non siamo proprio capaci di creare o crearsi delle attrattive lontane dal borderline ma ugualmente accattivanti?
  • mauro cancian scrive:
    Censura?
    Ma invece di censurare, non sarebbe meglio una valida informazione all'utenza?Perché dev'essere nascosto l'intero sito, anziché adottare mezzi che blocchino il gioco d'azzardo non legale?E soprattutto... io sono a favore della riduzione del gico d'azzardo.. secondo me andrebbe messo fuori legge punto e basta.
    • Fabrizio scrive:
      Re: Censura?
      sei quindi d'accordo anche tu nell'eliminare il LOTTO, SUPERENALOTTO e TOTOCALCIO?Ora che ci siamo io eliminerei anche Scala40 e la Briscola chiamata!meglio riflettere prima di sparare sentenze... ;)
  • Ricky scrive:
    modalita' da monopolisti...
    Quello che fanno pare proprio legato al maggior introito.Sembra che la sicurezza degli italiani sia proprio l'ultima loro scusa.Censurano tutto quelo che NON SI ALLEA A LORO,non tutto quello che pare NON IDONEO o NON CONFORME.LA verita' e' che il gioco d'azzardo e' spesso un MALE che riduce chi ne viene colpito e chi gli sta' vicino al lastrico.QUALE PROTEZIONE HANNO QUESTE PERSONE DEBOLI PER DEFINIZIONE!?Nessuna...anzi...per fortuna che ne esistono parecchi cosi' sai quanti soldoni ci becchiamo...Quindi si puo' dire che costoro pensano solo al proprio interesse,sfruttano spesso gente con problemi legati proprio alla dipendenza dal gioco e se qualcuno gli fa concorrenza lo eliminano usando uno strumento che pare proprio pensato PER LORO...IL DIRITTO ALLA LIBERTA' DI SCELTA CI VIENE NEGATO.E se oggi e' il sito del poker, domani chissa' cosa si inventeranno...e quali scuse adotteranno per rendere LEGALE una ulteriore limitazione della nostra liberta' di scelta.Non tralasciamo anche il debito che il gioco d'azzardo ha verso lo stato (noi) di 98M di euri...se fossero una societa' come le altre sarebbe gia' stata chiusa.
  • ale555it scrive:
    In Cina usano questo (anche)
    https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2864L'ho provato e funziona. La proxy list è personalizzabile.
  • mrlucky68 scrive:
    PROTEZIONISMO NON CENSURA
    Molto brevemente facciamo chiarezza per favore
    Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E comunque,
    hai mai provato a farti spedire un libro da Amazon
    dagli Stati Uniti? Prova, scoprirai che le
    spedizioni possono essere bloccate alla dogana.PRIMOI siti di scommesse che hanno un bollino internazionale non evadono le tasse: le pagano nel paese di residenza. Gli EVASORI, quindi, non sono i siti di scommesse ma sono i giocatori italiani, che non dichiarano i redditi da gioco.SECONDOcosì come bloccano un libro alla dogana e ti fanno pagare l'iva etc, così la magistratura può richiedere accertamenti sul tuo conto corrente e verifica da dove e perché arrivano tali soldi. E su questi soldi ti fanno pagare le tasse etc. Tutte cose che esistono da sempre. Anzi: essendo estere è anche più facile scoprire il movimento di denaro.TERZOla chiusura dei siti esteri ha come UNICO OBIETTIVO di privilegiare le aziende di scommesse ITALIANE. Se qualcuno vuol sapere perché si vuole fare questo si informi, e poi scopra quante aziende hanno la licenza in italia e quante in gran bretagna, e poi scoprite di chi sono quelle italiane :)QUARTOperché gli italiani scommettono all'estero? Perché le compagnie estere fanno condizioni migliori delle compagnie italiane che risultano quindi non competitive sul piano delle vincite. Questo avviene perché le leggi estere sul gioco sono migliori di quelle italiane. Lo stesso vale per le compagnie aree, le automobili etc,.Sembra evidente che non si tratta di CENSURA, ma di semplice PROTEZIONISMO.Quali i rischi? Anche questi sono noti. I rischi del protezionismo sono noti. Domani potrebbero dirti che puoi ascoltare solo musica iscritta alla siae italiana. che puoi volare solo con compagnie italiane etc etcIn ogni caso quello che sta facendo l'italia è ILLEGALE e se non sbaglio c'è già una diffida a livello europeo.
    • stefano scrive:
      Re: PROTEZIONISMO NON CENSURA
      - Scritto da: mrlucky68
      Molto brevemente facciamo chiarezza per favore
      Magnifico. La prossima volta l'articolo per PI scrivilo tu!
      • mrlucky68 scrive:
        Re: PROTEZIONISMO NON CENSURA
        L'articolo mi sembra scritto bene. Sono solo opinioni diverse.
      • europeo del futuro scrive:
        Re: PROTEZIONISMO NON CENSURA
        - Scritto da: stefano
        - Scritto da: mrlucky68

        Molto brevemente facciamo chiarezza per favore



        Magnifico. La prossima volta l'articolo per PI
        scrivilo
        tu!hai ragione, a volte quelli di pi sono proprio inetti.
  • Paolo scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    - Scritto da: ryoga
    - Scritto da: stefano

    Ma in Italia le scommesse non sono vietate. Non

    si e' imposto alcun principio per cui giocare e'

    "immorale" e quindi va impedito.

    Ottimo, va a denunciare www.lottomatica.it,
    www.sisal.itMi pare che qui qualcuno abbia dei problemi a leggere l'italiano: stefano dice che non c'è alcuni vincolo, quindi non è va impedito (in effetti avrebbe dovuto usare un congiuntivo, ma il significato era comunque chiaro).
    • ryoga scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: Paolo
      - Scritto da: ryoga

      - Scritto da: stefano


      Ma in Italia le scommesse non sono vietate.
      Non


      si e' imposto alcun principio per cui giocare
      e'


      "immorale" e quindi va impedito.



      Ottimo, va a denunciare www.lottomatica.it,

      www.sisal.it

      Mi pare che qui qualcuno abbia dei problemi a
      leggere l'italiano: stefano dice che non c'è
      alcuni vincolo, quindi non è va impedito (in
      effetti avrebbe dovuto usare un congiuntivo, ma
      il significato era comunque
      chiaro).Quindi perche' difende le posizioni di AAMS che ritiene leggittimo bloccare siti di scommesse internazionali?
  • YURY scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    C'e' semplicemente la legge finanziaria del 2006
    che prevede che qualsiasi operatore di gambing
    online che opera in Italia deve disporre di
    concessione.Se spegni il tivù e accendi il cervello capiresti che il gioco "legale" in italietta risponde a precisi interessi economico/politici (ad esempio le sale bingo gravitano nell'area di sinistra) e che la nostra viscida classe politica ha fatto delle leggi -demenziali, operatori con licenza europea non possono operare in italietta- su misura per "disturbare" la concorrenza.Oppure ci si dimentica di far pagare agli amichetti di slotmachine la famosa multa da un pacco di miliardi di euro... tu come lo spieghi? (domanda retorica)
  • Stargazer scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    - Scritto da: stefanoCUT
    Devo dire che svariati articoli di PI, quando
    toccano aspetti sociali e legali della rete,
    fanno cadere le braccia per la loro
    superficialita' ed
    approssimazione.E' che la cultura dell'italiano medio non è bassa è sottoterrariguardo alla superficialità beh imho è il più grave danno che possa apportare una società sviluppatase in eccesso porta all'autodistruzione
  • soulista scrive:
    Giusto... ma sbagliato...
    Non é giusto a livello fiscale giocare d'azzardo con siti esteri: che si vinca o si perda alla fine perdono tutti (lo stato italiano). Ma non é giusto censurare e oscurare i siti, tra l'altro prendendo di mira anche quelli che fanno giocare con i soldi virtuali. Più che "non giusto" é la via sbagliata, penso: la AAMS si dovrebbe muovere a livello europeo e spingere per una regolamentazione globale per i giochi d'azzardo online.Post-metto che parlo da ignorante, sia sui giochi d'azzardo che sulle regole del monopolio di stato...
  • Filippo Ippo scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    E' sconcertante come cio' che e' normale nel
    mondo "reale", come chiudere una bisca o fermare
    un allibratore, per qualcuno diventa motivo di
    scandalo se fatto in
    rete.A proposito di mondo reale:in tutto il mondo si chiudono le bische illegali e si fermano gli allibratori non autorizzati.Ma in Italia si chiudono i siti di allibratori legali.Direi che chiamare in causa la realta' per argomentare, data l'atipicita' del nostro paese, sia un misero autogoal.
  • Loris Batacchi scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    Beh, allora propongo una cosa, filtriamo tutti i contenuti provenienti dall'estero, chi vuole vendere, pubblicare o fornire servizi in Italia dovra' prima chiedere un'autorizzazione. Un'ottima idea!Altrimenti poi i ragazzi si comprano i cd in germania e non ci pagano le tasse (ops, in germania mi sa che le hanno alzate peggio che da noi... vabbeh, prendete un altro stato a caso).Mi spiace per chi di legge ne sa se gli cadono le braccia, ma io che di legge ne so pochino uso il buon senso, mi sembra un utopia voler applicare leggi nazionali a cose che non hanno carattere nazionale come le imprese in rete. Dipende da dove hanno il server direte voi, ma se io societa' italiana mi affitto un server in Germania e il visitatore e' americano che legge si applica? Quella americana (se il sito fosse di scommesse, le tasse sulle vincite le paga in america), quella tedesca (il sito e' fisicamente in germania) o quella italiana (la societa' e' italiana)?E badate che questo esempio e' molto semplice, si possono studiare "configurazioni" molto piu' complesse.
    • europeo del futuro scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

      ma io che di legge ne so pochino uso il
      buon senso, se conoscessi le legge, sapresti che il buon senso non e' ne una scusa, ne una attenuante, ne un metodo di interepretazione.
      mi sembra un utopia voler applicare
      leggi nazionali a cose che non hanno carattere
      nazionale come le imprese in rete. Dipende da
      dove hanno il server direte voi, ma se io
      societa' italiana mi affitto un server in
      Germania e il visitatore e' americano che legge
      si applica? La societa' italiana, guadagnera' degli utili, quindi paghera' le tasse all'italia. Il server tedesco non centra nulla, semmai si paghera' l'affitto usando l'iva tedesca al 16%. tuttavia se il sito e' di scommesse, e il codice di funzionamento del programma a lato server, risiedendo fisicamente in germania, dovra' sottostare a eventuali leggi teutoni che regolano le macchine per il gioco d'azzardo. Se il giocatore e' americano dovra' denunciare eventuali vincite sulla sua dichiarazione dei redditi(se mai lo dovesse fare) in america.NON VEDO DOVE SIA IL PROBLEMA.
      E badate che questo esempio e' molto semplice, si
      possono studiare "configurazioni" molto piu' complesse.Tutto e' risolvibile, basta usare la testa.
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
        Ma il fornitore di servizi di gioco on-line dove deve avere l'autorizzazione? In Italia perche' la societa' e' italiana, in germania perche' come dici tu il codice sta sul server in germania, quindi il gioco avviene fisicamente la' o in USA perche' sta operando sul mercato USA?
        • europeo del futuro scrive:
          Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Ma il fornitore di servizi di gioco on-line dove
          deve avere l'autorizzazione? In Italia perche' la
          societa' e' italiana, deve avere l'autorizzazione per ogni paese in cui intende operare, come daltronde e' facile immaginare. Se il capitale e' interamente italiano(spa, srl), dovra' pagare le tasse in italia.Percentuali sulle vincite e regolamente vari in base al paese in cui opera. Se la turchia vieta lo strip poker, non dovra' essere offerto ai clienti turchi.
          in germania perche' come dici tu il codice sta sul server
          in germania, quindi il gioco avviene fisicamente la' o in
          USA perche' sta operando sul mercato USA?Opera sul mercato usa dal momento che permette ad utenti USA di giocarci ed eventualmente di guadagnare. I macchinari operanti (a lato server) e la parte interagente (lato client) effettivamente possono generare perplessita' su come suddividere o interpretare le corrette lesgislazioni operanti. La tecnologia daltronde non viene in aiuto...puo' essere considerata macchinario da giuoco l'interfaccia flash, o solo il codice server? Daltronde fornire una interfaccia flash per giocare a palyer asteri ecquivale ad esportare una qualunque merce e servizio che deve quindi sottostare sia alle leggi del paese producente che quello verso cui e' destinato il pordotto.Ad esempio noi in italia non possiamo coltivare pomodori col ddt che e' vietato.Non possiamo pero' giustificarne l'uso, dicendo che i pomodori avvelenati che verranno pioi esportato in burundi, dove non e' illegale.LE LEGGI DEVONO ESSERE RISPETTATE in entrambi gli stati, sia quelli dove sono collocati i server, sia quelli dei giocatori. Nel caso vi siano incongruenze legislative di difficile mediazione, la soluzione piu' auspicabile consiste nell'aprire un web server apposta nella nazione "difficile".
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
            Ok, dato che un sito di scommesse e' accessibile da tutto il mondo per operare deve avere un'autorizzazione in ogni nazione. Mi sembra un po' complicato...
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
            Allora un sito che fa business on-line deve avere un sito per ogni paese/legislazione filtrando tutti gli stati dove non vuole arrivare (cioe' tutti tranne quelli per i quali ha un'autorizzazione). E' corretto? Mi sembra una cosa molto complicata, e forse un po' in contrasto con lo spirito stesso di internet.
    • frank hillary scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      preferisco comprare i cd in USA al prezzo di pochi cents l'uno + 5 dollari di spedizione, in pratica ad un costo accettabile (3-4 euro) mi arrivano recapitati a casa dei CD originali spesso con bonus tracks e libretti piu' completi (per il mercato americano)... liberamente acquistabili da chiunque legalmente ad esempio su ebay da negozianti americani che ormai i CD te li tirano dietro... altro che siae e tasse italiane...
  • Be&O scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    I gestori delle macchinette Slot sul territorio italianodevono ad AAMS solamente che 100Miliardi di uro ed è lacifra che alla fine AAMS dovrà dare allo stato italiano.
  • Be&O scrive:
    CENSURA GLOBALE NON SOLO AA
    Anche RAI, sotto le richieste della "Casta" stacon la scusante del "Copyright" censurando leinterviste su YouTube, interviste scomode, cheturbano i nostro paese "Partitocratico".Meditate gente.
  • federico bellizia scrive:
    è il primo passo verso una nuova rete
    vedo le avvisaglie di nuove reti chiuse come tentò bill gates anni fa. Di certo mi trova favorevole se come fine si ha la salvaguardia del consumatore. Ma il prezzo da pagare è salatissimo per tutti. Ho l'impressione che qualcuno voglia farci da grande fratello ma con scopi diversi da quelli che animano un legame famigliare. La stessa cosa capita nella censura standard. Tu non devi sapere (mi ricorda la pedofilia ancora tacita della chiesa) dove meglio nasconere che insegnare. Un patentino anti frode farebbe meglio di una benda davanti agli occhi.
    • Be&O scrive:
      Re: è il primo passo verso una nuova rete

      Ho l'impressione che qualcuno voglia farci da grande
      fratello ma con scopi diversi da quelli che animano un
      legame famigliare.LEGGETELO QUESTO BENEDETTO 1984 !!!E capirete cosa è il Grande Fratello, e da li che il termine è nato non dalla trasmissione della endemol, il libro è pesante, ma svela quello che pian piano sta arrivando, queste sono le avvisaglie, certa gente vede più avanti....Dal libro capirai che il grande fratello non è mai statointeso di qualcosa di legame famigliare, con la famigliaha solo il nome.
  • nordest scrive:
    i rossi censurano sempre
    ecco in cina e birmania come censuranotra quanto tempo verranno pure qui a censurare ad esempio i siti che dicono le cose come stanno, ad esempio che pagare le tasse non da piacere come dicono loro?
    • Be&O scrive:
      Re: i rossi censurano sempre
      Rossi, neri, blu, tutti ugualitutti made in Taiwan !!!
    • anoninona scrive:
      Re: i rossi censurano sempre
      no è meglio essere parassiti dei poveracci come fate voi.Viva piazzale loreto!!! Quello era il vero sentimento nazionalpopolare e condiviso dalla maggioranza degli italiani!!!
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: i rossi censurano sempre
        Bel sentimento, scannare una persona, prendere a calci il suo cadavere e pisciarci sopra, se questi sono i sentimenti su cui si basa l'Italia siamo proprio messi bene...
  • ishitawa scrive:
    Monopoli censura e sigarette
    Ai monopoli di stato, cosi solerti a bloccare la navigazione degli italiani, però vanno bene le tantissime macchinette distributrici di sigaretteun bel logo "(/)16" vietato ai minori di 16 annibello...chi controlla che un bambino ci metta i soldini e si prenda il suo bel pacchetto di veleno? nessunoma questo va bene, paga le tasse e quindi tutto ok
  • Aldo Onymous scrive:
    E i 90 miliardi?
    Mi dimenticavo, cara AAMS, dove sono finiti i 90 miliardi di euro di tasse che dovete all'erario?
    • Sirio Romagnoli scrive:
      Re: E i 90 miliardi?
      98!Madonna.. ogni volta che ci penso.. e il fatto che in pratica nessun giornale ne parli tranne il fascista XIX, e il comico Beppe Grillo, è davvero sintomatico che nella nostra repubblica delle banane ci sia qualcosa che non va.
      • Pinco Pallino Qualsiasi scrive:
        Re: E i 90 miliardi?
        - Scritto da: Sirio Romagnoli
        98!

        Madonna.. ogni volta che ci penso.. e il fatto
        che in pratica nessun giornale ne parli tranne il
        fascista XIX, e il comico Beppe Grillo, è davvero
        sintomatico che nella nostra repubblica delle
        banane ci sia qualcosa che non
        va.Piccola precisazione: Il Secolo XIX è un giornale locale (della liguria) e non centra nulla con Il Secolo d'Italia (che è organo di AN). Non è che i fascisti si comportino diversamente dagli altri in questa vicenda. Sono tutti d'accordo, fanno solo finta di litigare (poltrone a parte, s'intende).
  • stefano scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    - Scritto da: ryoga
    - Scritto da: stefano

    Ma in Italia le scommesse non sono vietate.

    Sia il gioco del Lotto, che il gioco del
    SuperEnalotto, sia la schedina, sia i vari punto
    Snai, sono detiti a
    SCOMMESSE.
    Se sono vietate in Italia, devi DENUNCIARNE
    l'ABUSO!
    Perche' non lo fai?
    Sei distratto, ho proprio scritto che le scommesse in Italia non sono vietate.


    C'e' semplicemente la legge finanziaria del 2006

    che prevede che qualsiasi operatore di gambing

    online che opera in Italia deve disporre di

    concessione.

    Legge in contrasto con qualsiasi direttiva
    europea che invece OBBLIGA i paesi membri a
    considerare un unico Stato tutti i paesi della
    comunità.
    In due minuti ho verificato che il gioco d'azzardo on line e' regolamentato almeno in Gran Bretagna, Svezia e Germania.Potevi farlo anche tu prima di rispondere.

    Evasione? Parla con quelli che devono 98 MILIARDI
    di EURO allo
    Stato.
    Quella e' EVASIONE.
    Ripeto : DENUNCIA PRIMA LE AZIENDE OPERANTI IN
    ITALIA e POI parla di quelle operanti su
    INTERNET.
    Quindi concordi che e' lotta all'evasione, grazie.


    E' sconcertante come cio' che e' normale nel

    mondo "reale", come chiudere una bisca o fermare

    un allibratore, per qualcuno diventa motivo di

    scandalo se fatto in

    rete.

    Hai ragione!
    Dai su....fai chiudere AMAZON.COM... dopotutto la
    gente acquista senza pagare le tasse all'ITALIA!
    O_O!!!
    Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E comunque, hai mai provato a farti spedire un libro da Amazon dagli Stati Uniti? Prova, scoprirai che le spedizioni possono essere bloccate alla dogana.


    Devo dire che svariati articoli di PI, quando

    toccano aspetti sociali e legali della rete,

    fanno cadere le braccia per la loro

    superficialita' ed

    approssimazione.

    Fa una cosa....stacca il modem dalla linea
    telefonica.
    Non hai capito cos'e' INTERNET e quindi faresti
    meglio prima a comprare un libro e a
    studiartelo.
    Ti fa solo male utilizzare un mezzo che non
    conosci.Non ho la presunzione di sapere "cosa e' Internet", come dici tu. Sono solo un utilizzatore. Il problema e' che c'e' chi crede di saperne qualcosa...
    • Francesco scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: stefano
      - Scritto da: ryoga

      Dai su....fai chiudere AMAZON.COM... dopotutto
      la

      gente acquista senza pagare le tasse all'ITALIA!

      O_O!!!


      Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E
      comunque, hai mai provato a farti spedire un
      libro da Amazon dagli Stati Uniti? Prova,
      scoprirai che le spedizioni possono essere
      bloccate alla
      dogana.E se io mi compro un ebook su amazon che succede? Forse la dogana mi deve bloccare i pacchetti TCP/IP che contengono il libro prima che entrino in territorio italiano, e imporci le tasse sopra?E se io scommetto i Linden Dollars (la moneta di second life, ndr) che ha guadagnato il mio avatar con un lavoro virtuale, guadagno altri linden dollars e ci compro un videogioco che poi installo sul mio pc, devo pagare le tasse anche lì? E a chi? Alla Linden Labs, visto che il "mondo virtuale" è loro? Agli Stati Uniti? Alla Città del Vaticano?Questo modello di mercato non va più bene con Internet, né per i normali negozi né per le scommesse.F
      • europeo del futuro scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

        E se io scommetto i Linden Dollars (la moneta di
        second life, ndr) che ha guadagnato il mio avatar
        con un lavoro virtuale, guadagno altri linden
        dollars e ci compro un videogioco che poi
        installo sul mio pc, devo pagare le tasse anche
        lì? E a chi? Alla Linden Labs, visto che il
        "mondo virtuale" è loro? Agli Stati Uniti? Alla
        Città del Vaticano?Dato che i server dove sono registrati i dati si collocano nel mondo reale, si devono pagare le tasse nel paese in cui sono collocati. Stati uniti o vaticano, dipende i quale stato sono collocati. E' una questione logica.Inoltre non centra nulla il fatto che i server si trovano in terra straniera per credere di avere carta bianca... i computer da cui operi sono italiani, ed eventuali reati o illegalita' vengono commesse DAL suolo italiano.
        Questo modello di mercato non va più bene con
        Internet, né per i normali negozi né per le
        scommesse.certo certo, lo hai detto tu
        • Francesco scrive:
          Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
          - Scritto da: europeo del futuro

          E se io scommetto i Linden Dollars (la moneta di

          second life, ndr) che ha guadagnato il mio
          avatar

          con un lavoro virtuale, guadagno altri linden

          dollars e ci compro un videogioco che poi

          installo sul mio pc, devo pagare le tasse anche

          lì? E a chi? Alla Linden Labs, visto che il

          "mondo virtuale" è loro? Agli Stati Uniti? Alla

          Città del Vaticano?

          Dato che i server dove sono registrati i dati si
          collocano nel mondo reale, si devono pagare le
          tasse nel paese in cui sono collocati. Stati
          uniti o vaticano, dipende i quale stato sono
          collocati. E' una questione
          logica.Ma il punto è che questi soldi non esistono. Cioè non sono una moneta riconosciuta, con un legale tasso di cambio. Io "pago" con una manciata di bit, ed in cambio ricevo una manciata di bit. Come ci calcolo le imposte su questo? Nel senso: io ti pago una maglietta per il mio avatar con un milione di linden dollars. Come lo pago l'ufficio imposte? In linden dollars, considerando un'IVA del 20%?
          Inoltre non centra nulla il fatto che i server si
          trovano in terra straniera per credere di avere
          carta bianca... i computer da cui operi sono
          italiani, ed eventuali reati o illegalita'
          vengono commesse DAL suolo
          italiano.Ma prima hai detto che devo pagare negli USA, e ora devo pagare in Italia?

          Questo modello di mercato non va più bene con

          Internet, né per i normali negozi né per le

          scommesse.

          certo certo, lo hai detto tuOk, ci aggiungo un IMHO e un IANAL così siamo tutti contenti.F
          • europeo del futuro scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

            Ma il punto è che questi soldi non esistono. Cioè
            non sono una moneta riconosciuta, con un legale
            tasso di cambio. Io "pago" con una manciata di
            bit, ed in cambio ricevo una manciata di bit.non e' proprio così. conosci second life tramite topolino? su second life le maggiori attivita' produttive, sono impiantate su "isole", manciate di bit come le chiami tu regolarmente acquistate con moneta reale. Credi che ibm abbia inserito i suoi uffici virtuali chidendo beneficenza alla linden?SL non vieta al contrario dei metamondi della blizzard di taroccare il proprio avatar acquistando con moneta reale eventuali accessori, edifici o semplicemnete convertendo dollari reali in linden dollar. Quindi se e' possibile convertire i dollari veri in linden dollar,e tramite questi metasoldi compiere delle attivita' speculative che li fanno aumentare e' possibile tassarli.
            Come ci calcolo le imposte su questo? Nel senso:
            io ti pago una maglietta per il mio avatar con un
            milione di linden dollars. Come lo pago l'ufficio
            imposte? In linden dollars, considerando un'IVA
            del 20%?sono allo studio metodi per la tassazione di questo genere di attivita'. Probabilmente si trattera' o di una tassa che dovra' pagare chi gestisce i metamondi, oppure verranno messi dei limiti sulla quantita' di denaro virtuale disponibile. Le idee non macnehranno ci tocca solo apsettare.
            Ma prima hai detto che devo pagare negli USA, e
            ora devo pagare in Italia?vedi che non capisci proprio, ho semplicemnte detto, i server possono pure essere in america, ma se le operazioni di transito vengon fatte da computer italiani collocati sul suolo italiano, di fatto sono operazioni fatte in italia. questo si riferisce ovviamente alle scommesse.
      • stefano scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
        - Scritto da: Francesco

        E se io mi compro un ebook su amazon che succede?
        Forse la dogana mi deve bloccare i pacchetti
        TCP/IP che contengono il libro prima che entrino
        in territorio italiano, e imporci le tasse
        sopra?
        Ho appena rinnovato on-line la licenza dell'antivirus (Kaspersky). Credi che non ci abbia pagato le tasse sopra?

        Questo modello di mercato non va più bene con
        Internet, né per i normali negozi né per le
        scommesse.

        Almeno questo e' un modo per argomentare. Andrebbe pero' chiarito in che cosa questo modello non va bene ed avere qualche proposta.
        • Francesco scrive:
          Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
          - Scritto da: stefano
          - Scritto da: Francesco



          E se io mi compro un ebook su amazon che
          succede?

          Forse la dogana mi deve bloccare i pacchetti

          TCP/IP che contengono il libro prima che entrino

          in territorio italiano, e imporci le tasse

          sopra?



          Ho appena rinnovato on-line la licenza
          dell'antivirus (Kaspersky). Credi che non ci
          abbia pagato le tasse
          sopra?Hai di sicuro pagato le tasse. Nel senso che la società Kaspersky ha devoluto parte dell'introito derivante dal tuo acquisto al proprio ufficio imposte. Ma il punto è che l'erario italiano non ha ricevuto un centesimo, nonostante tu abbia "importato" un "prodotto" dall'estero. Se invece importi un chilo di cioccolata dalla svizzera (che magari costa pure meno di una licenza, nonne ho idea), devi denunciarla e pagare un tot allo stato italiano.

          Questo modello di mercato non va più bene con

          Internet, né per i normali negozi né per le

          scommesse.




          Almeno questo e' un modo per argomentare.
          Andrebbe pero' chiarito in che cosa questo
          modello non va bene ed avere qualche
          proposta.Mah, non sono né un avvocato né un economista, ma secondo me il sistema di tassazioni imposte per lo scambio di merci attraverso i confini nazionali va radicalmente rivisto. Come, non so, ma va rivisto.F
          • Izio scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
            - Scritto da: Francesco
            - Scritto da: stefano

            - Scritto da: Francesco





            E se io mi compro un ebook su amazon che

            succede?


            Forse la dogana mi deve bloccare i pacchetti


            TCP/IP che contengono il libro prima che
            entrino


            in territorio italiano, e imporci le tasse


            sopra?






            Ho appena rinnovato on-line la licenza

            dell'antivirus (Kaspersky). Credi che non ci

            abbia pagato le tasse

            sopra?

            Hai di sicuro pagato le tasse. Nel senso che la
            società Kaspersky ha devoluto parte dell'introito
            derivante dal tuo acquisto al proprio ufficio
            imposte. Ma il punto è che l'erario italiano non
            ha ricevuto un centesimo, nonostante tu abbia
            "importato" un "prodotto" dall'estero. Se invece
            importi un chilo di cioccolata dalla svizzera
            (che magari costa pure meno di una licenza, nonne
            ho idea), devi denunciarla e pagare un tot allo
            stato
            italiano.
            Ma sai che mi è capitato più volte che acquistando software online negli USA mi venisse applicato un 20% di IVA (VAT) in quanto residente europeo? Magari mi sbaglio, ma credo che negli ultimi anni, USA e UE abbiano stretto degli accordi in questo senso, per cui gli Stati Uniti girano le tasse o parte di esse all'Europa, o al singolo paese.
          • Ban Ponzio scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
            - Scritto da: Izio
            Ma sai che mi è capitato più volte che
            acquistando software online negli USA mi venisse
            applicato un 20% di IVA (VAT) in quanto residente
            europeo? ESATTAMENTE.Vedo molta disinformazione a riguardo. Dal 2004 in poi, sono stati stipulati degli accordi tra USA e Europa che sono fatti (ATTENZIONE), per TUTELARE le aziende europee, in modo che non si trovino in condizione di concorrenza sleale rispetto a quelle USA. Questo perchè, prima del 2004, i venditori UE che vendevano a cittadini UE, dovevano applicare l'IVA, mentre i venditori extra-UE che vendevano a cittadini UE, non l'applicavano, e questo metteva le aziende UE in posizione di svantaggio.Per cui, secondo la legge vigente, un venditore di beni anche esclusivamente DIGITALI, come un e-book, se l'acquirente è Europeo, deve AGGIUNGERE al prezzo pubblicizzato l'IVA, con rateo variabile a seconda del paese dell'utilizzatore UE.Inoltre, il venditore USA deve registrarsi in UN paese comunitario a sua scelta, e versare lì tutta l'IVA degli europei che ha raccolto, che poi verrà divisa dall'ufficio imposte dello stato europeo, attraverso compensazioni Intra.Se qualche venditore online da cui avete acquistato non applica queste regole (cioè, non aggiunge l'IVA) sta agendo contro l'attuale normativa per cui, non cominciate dicendo "si, ma io ho comprato da xyz un e-book o un mp3, e non ho pagato l'IVA"...il fatto che non tutti si siano adeguati, non vuol dire che non sia così.Anche perchè, c'è un limite di fatturato sotto il quale non è obbligatorio registrarsi per cui, se quello da cui si acquista è piuttosto piccolo, non è tenuto ad applicare questo regime.
    • EGdesign.it scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: stefano
      Quindi concordi che e' lotta all'evasione, grazie.Tecnicamente potrebbe essere vista come lotta all'evasione (cmq piuttosto deboluccia come lotta, per questo risibile), in pratica bisogna vedere quanto certe leggi italiane seguano le direttive europee sul libero mercato e sulla concorrenza (la maggior parte degli esperti è scettica).


      E' sconcertante come cio' che e' normale nel


      mondo "reale", come chiudere una bisca o
      fermare


      un allibratore, per qualcuno diventa motivo di


      scandalo se fatto in


      rete.Semplicemente per il fatto che la rete non è il suolo italiano su cui lo Stato italiano ha potere di giurisdizione.
      Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E
      comunque, hai mai provato a farti spedire un
      libro da Amazon dagli Stati Uniti? Prova,
      scoprirai che le spedizioni possono essere
      bloccate alla
      dogana.Certo, se compri fuori dall'UE è normale. Peccato che Amazon abbia una sede anche in inghilterra, da cui si può comprare tranquillamente senza che le spedizioni vengano bloccate ad alcuna frontiera (libero mercato nell'Unione Europea...)


      Devo dire che svariati articoli di PI, quando


      toccano aspetti sociali e legali della rete,


      fanno cadere le braccia per la loro


      superficialita' ed


      approssimazione.Alcuni articoli di PI, se letti superficialmente e con pregiudizio, fanno cadere le braccia. Il loro intento invece è aprire dibattiti come questo su certe tematiche estremamente delicate come, in questo caso, la questione se uno stato o qualsiasi ente abbia il diritto di decidere cosa sia buono o non buono per me, visto che spacciano questi oscuramenti come "una forma di tutela degli utenti italiani" (ehi, ma questa non è censura? .....)
      • stefano scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
        - Scritto da: EGdesign.it

        ... la rete non è il
        suolo italiano su cui lo Stato italiano ha potere
        di
        giurisdizione.
        Affermazione bizzarra. E' come dire che se subisco una truffa su eBay nessuno puo' e deve intervenire.

        Alcuni articoli di PI, se letti superficialmente
        e con pregiudizio, fanno cadere le braccia. Il
        loro intento invece è aprire dibattiti come
        questo su certe tematiche estremamente delicate
        come, in questo caso, la questione se uno stato o
        qualsiasi ente abbia il diritto di decidere cosa
        sia buono o non buono per me, visto che spacciano
        questi oscuramenti come "una forma di tutela
        degli utenti italiani" (ehi, ma questa non è
        censura?
        .....)Vedi, le parole hanno un senso, non vanno bene per tutto. Allora, l'articolo forse si intitolava: "L'AMMS viola le direttive europee sulla libera concorrenza"? Riportava forse "La legislazione italiana sul gioco d'azzardo e' obsoleta, troppi limiti alla fornitura di servizi.", oppure "vanno rivisti i meccanismi di assolvimento obblighi fiscali per transazioni in rete"?. Nulla di cio': titola "Censura di massa", ignora il punto di eventuali direttive EU non rispettate, peggio ancora insinua l'assenso dell'ISOC, che si e' invece espressa solo sull'aspetto tecnico della questione.Conclusione, vuoi il dibattito sulla "censura"? La risposta che hai e': non dire sciocchezze, non e' di censura che si sta parlando.
    • ryoga scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: stefano
      Sei distratto, ho proprio scritto che le
      scommesse in Italia non sono
      vietate.WilliamHill se non erro e' un sito di scommesse. Anche UniBet lo e'.Che fai....sono vietate solo quelle che risiedono fuori dall'Italia o che non versano una quota di denaro?
      In due minuti ho verificato che il gioco
      d'azzardo on line e' regolamentato almeno in Gran
      Bretagna, Svezia e
      Germania.
      Potevi farlo anche tu prima di rispondere.Hanno per caso censurato qualche sito di scommesse in Gran Bretagna, Svezia e Germania?Non credo.

      Evasione? Parla con quelli che devono 98
      MILIARDI

      di EURO allo

      Stato.

      Quella e' EVASIONE.

      Ripeto : DENUNCIA PRIMA LE AZIENDE OPERANTI IN

      ITALIA e POI parla di quelle operanti su

      INTERNET.


      Quindi concordi che e' lotta all'evasione, grazie.Quindi concordi che dobbiamo chiudere anche tutti i siti di AAMS e la stessa società?

      Hai ragione!

      Dai su....fai chiudere AMAZON.COM... dopotutto
      la

      gente acquista senza pagare le tasse all'ITALIA!

      O_O!!!


      Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E
      comunque, hai mai provato a farti spedire un
      libro da Amazon dagli Stati Uniti? Prova,
      scoprirai che le spedizioni possono essere
      bloccate alla
      dogana.Bloccate per verifica. Inoltre, acquisto da sempre da paesi stranieri (piu' economici e piu' affidabili) e ogni qualvolta mi è stato bloccato qualcosa, è bastata una telefonatina o una letterina.
      Non ho la presunzione di sapere "cosa e'
      Internet", come dici tu. Sono solo un
      utilizzatore. Il problema e' che c'e' chi crede
      di saperne
      qualcosa...Gia'... sai com'e'.... lavorandoci da 10 anni, mi sa che un po' di cose le ho imparate.Soprattutto riguardo ai politici e ai miei diritti.Come quella di essere un cittadino libero e di poter acquistare dove voglio e spendere i MIEI SOLDI dove VOGLIO.
      • europeo del futuro scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

        Hanno per caso censurato qualche sito di
        scommesse in Gran Bretagna, Svezia e
        Germania?
        Non credo.si
        Bloccate per verifica. Inoltre, acquisto da
        sempre da paesi stranieri (piu' economici e piu'
        affidabili) e ogni qualvolta mi è stato bloccato
        qualcosa, è bastata una telefonatina o una
        letterina.si si come no, e che credenziali hai dato? ambasciatore delle filippine? mapperfavore, se un pacco viene bloccato alla dogana, devi pagare per sbloccarlo.nn fare i seccente se non sai le cose
        Gia'... sai com'e'.... lavorandoci da 10 anni, mi
        sa che un po' di cose le ho imparate.
        Soprattutto riguardo ai politici e ai miei
        diritti.e ai tuoi doveri?
        Come quella di essere un cittadino libero e di
        poter acquistare dove voglio e spendere i MIEI
        SOLDI dove VOGLIO.nel rispetto delle leggi del TUO PAESE, che ti piacciano o no. IL PAESE CHE GRAZIE ALLE MIE TASSE, OFFRE ASSISTENZA MEDICA ANCHE A GENTE CHE SE NE SBATTE DEGLI ALTRI E CHE PRETENDE SOLO SENZA DARE NULLA COME TE. Gente che si crede furba e arrovella diritti ma non nomina MAI E POI MAI un solo dovere. GENTE CHE CREDE CHE SIA SEMPRE TUTTO DOVUTO E SEMPRE NELLA MASSIMA QUANTITA'. Se non ti piace il tuo paese, cambia cittadinanza o vai vivere su una barca in acque extra territoriali.
        • ryoga scrive:
          Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
          - Scritto da: europeo del futuro

          Hanno per caso censurato qualche sito di

          scommesse in Gran Bretagna, Svezia e

          Germania?

          Non credo.
          siA me non risulta. Parliamo di siti del calibro di WilliamsHill e non di "entraespendidazzardo.com".
          si si come no, e che credenziali hai dato?Che e' materiale personale. Che il valore e' per l'appunto di tot $$$ ( inferiore ai 250 euro in genere ).Se poi non vuoi farti bloccare la spedizione, chiedi alla società che ti invia il pacco di mettere bene in evidenza sul pacco il valore degli oggetti e/o che si tratta di un regalo.
          nn fare i seccente se non sai le coseRipeto : Son 10 anni che compro all'estero.

          Soprattutto riguardo ai politici e ai miei

          diritti.

          e ai tuoi doveri?Quelli li pago ogni mese dalla busta paga. La pago ogni anno con la dichiarazione dei redditi. La pago ogni 6 mesi con l'ICI.... potrei continuare all'infinito...
          nel rispetto delle leggi del TUO PAESE, che ti
          piacciano o no. Se sono fatte per tutelare AMICI DI POLITICI ( e POLITICI CORROTTI ) NON LE RISPETTO.
          IL PAESE CHE GRAZIE ALLE MIE
          TASSE, OFFRE ASSISTENZA MEDICA ANCHE A GENTE CHE
          SE NE SBATTE DEGLI ALTRI E CHE PRETENDE SOLO
          SENZA DARE NULLA COME TE. 1° NON TI PERMETTO DI DIRE CHE NON PAGO LE TASSE.2° SE TI SENTI LA CODA BRUCIATA E' PERCHE' MAGARI TI FA SCHIFO ESSER LIBERO DI ANDARE SU QUALSIASI SITO. IN TAL CASO EMIGRA IN CINA.
          Gente che si crede
          furba e arrovella diritti ma non nomina MAI E POI
          MAI un solo dovere. Le tasse le pago, rispetto le leggi ( quelle antecedenti gli anni '90 per lo piu' ) e me ne sbatto delle leggi fatte per gli amici dei politici.Tu invece, le rispetti le leggi?
          GENTE CHE CREDE CHE SIA
          SEMPRE TUTTO DOVUTO E SEMPRE NELLA MASSIMA
          QUANTITA'.Parli della gente come me o dei tuoi amici dell'AAMS?
          Se non ti piace il tuo paese, cambia cittadinanza
          o vai vivere su una barca in acque extra
          territoriali.Mi dispiace. E' un PAESE LIBERO e quindi vado ovunque voglio.Se voglio esser comandato, vado in CINA. Quindi, dato che a te piace esser comandato, VA IN CINA.
          • europeo del futuro scrive:
            Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

            Ripeto : Son 10 anni che compro all'estero.io da un po' di meno, ma quando mi e' cpaitato di acquistare su ebay una volta ho avuto un ritardo micidiale, per colpa di sta maledetta dogana.
            Se sono fatte per tutelare AMICI DI POLITICI ( e
            POLITICI CORROTTI ) NON LE
            RISPETTO.quindi dichiari pubblicamente di andare contro le leggi dello stato. Bell'esempio,

            IL PAESE CHE GRAZIE ALLE MIE

            TASSE, OFFRE ASSISTENZA MEDICA ANCHE A GENTE CHE

            SE NE SBATTE DEGLI ALTRI E CHE PRETENDE SOLO

            SENZA DARE NULLA COME TE.

            1° NON TI PERMETTO DI DIRE CHE NON PAGO LE TASSE.scommetendo su siti che non le pagano, di fatto le eludi
            2° SE TI SENTI LA CODA BRUCIATA E' PERCHE' MAGARI
            TI FA SCHIFO ESSER LIBERO DI ANDARE SU QUALSIASI
            SITO. IN TAL CASO EMIGRA IN CINA.cio' che mi fa schifo e' dovere mettere delle limitazioni, secondo me non bisognerebbe neanche mettere i limiti di velocita'. dovrebbe essere il comune buonsenso a implicare di andare moderatamente o pagare i dovuto alla propria nazione. putroppo non e' così, non e' mai stato così, e proprio per questo bisogna mettere dei paletti.
            Le tasse le pago, non tutte
            rispetto le leggi ( quelle antecedenti gli anni '90 per
            lo piu' ) e me ne sbatto delle leggi fatte per gli amici
            dei politici.Molto comodo non c'e' che dire, un chiaro esempio di furberia italiota, rispettare e far rispettare solo quello che fa comodo e te.
            Tu invece, le rispetti le leggi?si, quelle che non mi piacciono le critico e faccio pressioni per cambiarle, votanto chi mi garantisce il cambiamento.

            GENTE CHE CREDE CHE SIA

            SEMPRE TUTTO DOVUTO E SEMPRE NELLA MASSIMA

            QUANTITA'.

            Parli della gente come me o dei tuoi amici
            dell'AAMS?di entrambi, dal momento che il bue da del cornuto all'asino. il fuoco non si combatte mai con il fuoco.
            Mi dispiace. E' un PAESE LIBERO e quindi vado
            ovunque voglio.Puoi fare anche quello che vuoi, parlare con chi vuoi,a patto di rispettare le leggi che regolano lo stato.Non pagare le tasse dovute e' un illecito, punito e punibile, quindi aspettati le conseguenze prima o poi.Travestiti da combattente dei diritti o anche da nonna papera, non fa differenza, verrai colpito e annientato soprattutto perche' sei un pesce piccolo.La tua fantomatica liberta' non e' altro che un misero campo di azione lasciato volutamente free dallo stato. finche' le tue azioni non intralciano il corso della nazione, o il suo ordine costituito sono lecite e tollerate. Se vuoi veramente cambiare le cose, inizia a scalate la societa' e guadagnarti una posizione di rispetto e non a farti ricoprire di ridicolo con fanericazioni da centro sociale. Un altro giullare della liberta' che critica la societa' per nascondere i suoi fallimenti.
            Se voglio esser comandato, vado in CINA. basta che vai in una delle 4 forze armate italiane. non serve spostarsi molto lontano.
            Quindi, dato che a te piace esser comandato, VA IN CINA.certo che sei proprio incapace di leggere. Qui l'unico che ha problemi con l'ordinamento dello stato in cui vive sei proprio tu.Chi e' che dice di non pagare le tasse secondo lui ingiuste? TUChi e' che considera Censorio il blocco dei siti illegali? TUChi e' che non tollera regole e leggi da rispetare? TUl'unico fuori posto sei tu, mi dispiace; ti basta una barchetta da 12m, un paio di canne da pesca, un desalinizzatore, e poi puoi vivere in acque extraterritoriali per tutta la vita.
    • mrlucky68 scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      Molto brevemente facciamo chiarezza per favore
      Stavamo parlando di gioco d'azzardo, vero? E comunque,
      hai mai provato a farti spedire un libro da Amazon
      dagli Stati Uniti? Prova, scoprirai che le
      spedizioni possono essere bloccate alla dogana.PRIMOI siti di scommesse che hanno un bollino internazionale non evadono le tasse: le pagano nel paese di residenza. Gli EVASORI, quindi, non sono i siti di scommesse ma sono i giocatori italiani, che non dichiarano i redditi da gioco.SECONDOcosì come bloccano un libro alla dogana e ti fanno pagare l'iva etc, così la magistratura può richiedere accertamenti sul tuo conto corrente e verifica da dove e perché arrivano tali soldi. E su questi soldi ti fanno pagare le tasse etc. Tutte cose che esistono da sempre. Anzi: essendo estere è anche più facile scoprire il movimento di denaro.TERZOla chiusura dei siti esteri ha come UNICO OBIETTIVO di privilegiare le aziende di scommesse ITALIANE. Se qualcuno vuol sapere perché si vuole fare questo si informi, e poi scopra quante aziende hanno la licenza in italia e quante in gran bretagna, e poi scoprite di chi sono quelle italiane :)QUARTOperché gli italiani scommettono all'estero? Perché le compagnie estere fanno condizioni migliori delle compagnie italiane che risultano quindi non competitive sul piano delle vincite. Questo avviene perché le leggi estere sul gioco sono migliori di quelle italiane. Lo stesso vale per le compagnie aree, le automobili etc,.Sembra evidente che non si tratta di CENSURA, ma di semplice PROTEZIONISMO.Quali i rischi? Anche questi sono noti. I rischi del protezionismo sono noti. Domani potrebbero dirti che puoi ascoltare solo musica iscritta alla siae italiana. che puoi volare solo con compagnie italiane etc etcIn ogni caso quello che sta facendo l'italia è ILLEGALE e se non sbaglio c'è già una diffida a livello europeo.
  • ziocann scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    Quoto in tutto.. che ci azzecca la censura in questo caso? Inutili titoli sensazionalistici.. "la CENSURA DI MASSA"... mah...
  • Anonimo Torinese scrive:
    98 miliardi di euro di sanzioni
    C'è una bella inchiesta di un giornale locale, Il Secolo XIX, che dimostra come è ben gestita la AAMS:http://www.ilsecoloxix.it/italia_e_mondo/view.php?DIR=/italia_e_mondo/documenti/2007/05/31/&CODE=36c59112-0f50-11dc-9dea-0003badbebe4 Curioso che chi non riesce a far rispettare la legge causando un danno allo Stato di 98 MILIARDI di euro (praticamente 3-4 anni di "manovrine" e 15 "tesoretti") concentri tanta fatica su qualcosa che non porta un centesimo.A quando la responsabilità patrimoniale degli amministratori della cosa pubblica "per chi non adempie con la diligenza del mandatario ai suoi doveri" (Art. 2392 CC) come per gli amministratori di aziende comuni?
    • Aldo Onymous scrive:
      Re: 98 miliardi di euro di sanzioni
      Disclaimer: non avevo letto il messaggio del mio conterraneo, ignorate il messaggio sotto :)
    • paprizio scrive:
      Re: 98 miliardi di euro di sanzioni
      - Scritto da: Anonimo Torinese
      C'è una bella inchiesta di un giornale locale, Il
      Secolo XIX, che dimostra come è ben gestita la
      AAMS:

      http://www.ilsecoloxix.it/italia_e_mondo/view.php?

      Curioso che chi non riesce a far rispettare la
      legge causando un danno allo Stato di 98 MILIARDI
      di euro (praticamente 3-4 anni di "manovrine" e
      15 "tesoretti") concentri tanta fatica su
      qualcosa che non porta un
      centesimo.

      A quando la responsabilità patrimoniale degli
      amministratori della cosa pubblica "per chi non
      adempie con la diligenza del mandatario ai suoi
      doveri" (Art. 2392 CC) come per gli
      amministratori di aziende
      comuni?gli italiani sono gran giocatori.i soldi dei giocatori finiscono nelle mani dello stato e delle mafie.con quanta celerità hanno affrontato il problema eh?è strano vedere lo stato, in italia, riuscire a muoversi in maniera efficace e rapida.invece appunto dei 98 miliardi non ci si sta preoccupando più di tanto, di quella mostruosa montagna di danaro.vogliamo pensare male? vogliamo dire che fa tutto schifo e che lo stato è mafioso?in tal caso la reazione è preconfezionata; saremmo qualunquisti, demagoghi, terroristi, no global, paranoici, diffidenti, antipolitici.E poi ci si meraviglia e scandalizza dei VAFFANCULO!!!
    • reset tv scrive:
      Re: 98 miliardi di euro di sanzioni
      A QUANDO IL PROSSIMO VAFFANCULO DAVANTI AL PARLAMENTO A ROMA, CON LANCIO DI UOVA MARCE, MONETINE DI OTTONE E STERCO DI VACCA DEI NOSTRI CAMPI ?????!!!!!ci sarà un modo per farli vergognare? si o no?V
  • Marco Di Martino scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    Forse non sai che i Monopoli di stato sono proprio i primi evasori fiscali in italia con ben 98 miliardi (si! proprio 98.000.000.000 ). Ci sono interessi in entrambi gli schieramenti perchè questi soldi non vengano restituiti agli italiani e ci sono interessi perchè gli italiani continuino a spendere i propri soldi in servizi legate alle concessioni dei Monopoli foraggiando società legate a diversi partiti politici. Oscurare i siti quindi non è lotta all'evasione perchè i Monopoli non pagano le tasse ma semplicemente Censura.Ciao
  • re delle stoviglie scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    Sia il gioco del Lotto, che il gioco del
    SuperEnalotto, sia la schedina, sia i vari punto
    Snai, sono detiti a
    SCOMMESSE.
    Se sono vietate in Italia, devi DENUNCIARNE
    l'ABUSO!
    Perche' non lo fai?perche' pagano le dovute tasse
    Legge in contrasto con qualsiasi direttiva
    europea che invece OBBLIGA i paesi membri a
    considerare un unico Stato tutti i paesi della
    comunità.la francia ga lo stesso e la polonia pure

    La Finanza ha agito per oscurare i siti che non

    rispettavano questa disposizione.

    Falso, oscura solo quelli da cui non percepisce
    DANARI.appunto non vedo perche' il mio stato si deve impoverire mentre alcuni furbetti delle scommesse vincono somme da capogiro
    Evasione? Parla con quelli che devono 98 MILIARDI
    di EURO allo
    Stato.come al solito sei poco arguto oltre che poco sveglio. L'evasione fiscale maggiore non e' quella dei maxievasori, che fanno si notizia e sambrano i cattivono. Il grosso del mancato introito allo stato e' dovuto alla ELUSIONE e alla EVASIONE tramite scontrini non fatti e comportamenti poco legali.

    E' sconcertante come cio' che e' normale nel

    mondo "reale", come chiudere una bisca o fermare

    un allibratore, per qualcuno diventa motivo di

    scandalo se fatto in

    rete.

    Hai ragione!
    Dai su....fai chiudere AMAZON.COM... dopotutto la
    gente acquista senza pagare le tasse all'ITALIA!
    O_O!!!le paga in america, e poi dubito che sia così conveniente comprare i libri li.....
    Fa una cosa....stacca il modem dalla linea
    telefonica.
    Non hai capito cos'e' INTERNET e quindi faresti
    meglio prima a comprare un libro e a
    studiartelo.
    Ti fa solo male utilizzare un mezzo che non
    conosci.due pesi e due misure; vuoi censurare chi non la pensa come te, questa e' censura, meno male che la gente come te non ha il potere e sicuramente non lo avra' mai. rimani pure nascosto dietro il tuo falso anonimato, i tuoi nick e le tue idee. Non valgono una cippa, il mondo che comanda e' ai piani alti e tu li puoi benche vada vedere con il binocolo. fortunamente per me i potenti del mondo la pensano alla mia maniera, vai su second life, li forse puoi realizzare i tuoi patetici sogni.
    • ryoga scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: re delle stoviglie

      Se sono vietate in Italia, devi DENUNCIARNE

      l'ABUSO!

      Perche' non lo fai?

      perche' pagano le dovute tasseOps... a detta loro, lo fanno per tutelare gli italiani.E comunque : DEVONO 98 _MILIARDI_ di _EURO_

      Legge in contrasto con qualsiasi direttiva

      europea che invece OBBLIGA i paesi membri a

      considerare un unico Stato tutti i paesi della

      comunità.

      la francia ga lo stesso e la polonia pureDubito che l'Inghilterra, la Germania e Malta facciano altrettanto.Inoltre, penso che se l'Italia da il cattivo esempio, per gli altri paesi e' facile approfittarne ( vedi balzello sui cd vergini ).
      appunto non vedo perche' il mio stato si deve
      impoverire mentre alcuni furbetti delle scommesse
      vincono somme da
      capogiroGli utenti finali? Perche' hanno avuto la fortuna di indovinare dei risultati. O vuoi tassare anche l'aria che respiri?I siti di scommesse? Perche' hanno quote vantaggiose rispetto a quelle Italiane.
      come al solito sei poco arguto oltre che poco
      sveglio. L'evasione fiscale maggiore non e'
      quella dei maxievasori, che fanno si notizia e
      sambrano i cattivono. Il grosso del mancato
      introito allo stato e' dovuto alla ELUSIONE e
      alla EVASIONE tramite scontrini non fatti e
      comportamenti poco
      legali.LOL. Quindi lasciamo che 98 MILIARDI di Euro, se ne stiano nelle casse dell'AAMS fino a quando tutti gli italiani non pagheranno le tasse?Allora lasciamo anche gli ASSASSINI LIBERI fino a quando non verranno catturati tutti i ladri di caramelle.(Ed io sarei quello poco sveglio eh? )

      Hai ragione!

      Dai su....fai chiudere AMAZON.COM... dopotutto
      la

      gente acquista senza pagare le tasse all'ITALIA!

      O_O!!!

      le paga in america, e poi dubito che sia così
      conveniente comprare i libri
      li.....Infatti è molto conveniente acquistare prodotti leggeri. Tempo fa, quando c'era ancora "rispetto" per i consumatori,era possibile acquistare materiale elettronico e si risparmiava piu' del 30% ( e parliamo di quando il dollaro valeva piu' di ora ).
      due pesi e due misure; vuoi censurare chi non la
      pensa come te, questa e' censura, meno male che
      la gente come te non ha il potere e sicuramente
      non lo avra' mai.Ti sbagli. Non avro' mai il potere perche' mi mancano soldi e conoscenze.Io non voglio censurare nessuno. Ho detto solo che "secondo il tuo ragionamento", dovresti staccare il modem perche' quello che non conosci è pericolo.
      rimani pure nascosto dietro il tuo falso
      anonimato, i tuoi nick e le tue idee. Un anonimo + un anonimo +....... +un anonimo = molti anonimi.Ricordati che nulla è per sempre e nemmeno questo sistema.
      Non valgono
      una cippa, il mondo che comanda e' ai piani alti
      e tu li puoi benche vada vedere con il binocolo.
      fortunamente per me i potenti del mondo la
      pensano alla mia maniera.Beeeeeee Beeeeeee Beeeeeeee ( bruca l'erba che e' meglio )
      vai su second life, li
      forse puoi realizzare i tuoi patetici
      sogni.Non ci sono mai stato. Non seguo le mode e ragiono con la mia testa e non con quella degli altri ( fortunatamente ).Ciao
      • re delle stoviglie scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

        Un anonimo + un anonimo +....... +un anonimo =
        molti
        anonimi.
        Ricordati che nulla è per sempre e nemmeno questo
        sistema.una minaccia, una promessa, una previsione? che roba... (rotfl)
        Beeeeeee Beeeeeee Beeeeeeee ( bruca l'erba che e'
        meglio )meglio che fumarla come fai tu, i risultati si vedono (rotfl)
        ragiono con la mia testasarebbe una garanzia? (rotfl)
  • nec scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    Devo dire che svariati articoli di PI, quando
    toccano aspetti sociali e legali della rete,
    fanno cadere le braccia per la loro
    superficialita' ed
    approssimazione.l'approssimazione la fai tu, dato che non conosci le leggi a livello europeo, altrimenti sapresti che il comportamento di AAMS è illecito per primo.
    • stefano scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: nec

      Devo dire che svariati articoli di PI, quando

      toccano aspetti sociali e legali della rete,

      fanno cadere le braccia per la loro

      superficialita' ed

      approssimazione.

      l'approssimazione la fai tu, dato che non conosci
      le leggi a livello europeo, altrimenti sapresti
      che il comportamento di AAMS è illecito per
      primo.Mandami per cortesia il link alle direttive europee a cui fai riferimento.E comunque anche se e' come dici tu, che c'entra con "il raddoppio della censura di masssa"? Niente.
  • ziolla scrive:
    proxy amico mio
    esatto basta un proxye questa censura da cinesi svanisce nel nullPerchè critichiamo la cina o altri paesi vittimi di regimi quando noi siamo maestri in questo?!Da un certo punto di vista loro sono più democratici di noi in quanto ti dicono chiaro e tondo che una cosa non te la fanno vedere!! Qui invece non ti dicono nulla e sei convinto che vivi in un paese democratico
  • /dev/null scrive:
    Basta un proxy.....
    Inaccessibile.......per modo di direCome la vogliamo chiamare? Tecnica "fallimentare"? Ma chi si credono questi degli hacker?Basta un semplice proxy per scavalcare il blocco.L'ottimo Tor + Firefox e l'estensione FoxyProxy e via sul sito WilliamHill (http://www.willhill.com/), con "redirezione automatica" sulla home page in Italiano.E ora che faccio? Mi creo un account?No grazie. Non gioco d'azzardo.Saluti
    • frank hillary scrive:
      Re: Basta un proxy.....
      Non servono tutti questi software, proxy, browsers particolari... basta impostare la propria connessione con un DNS estero... in pratica basta inserire 1 solo indirizzo ip, ovvero scrivere 4 numerini nel computer !! Altro che censura...hacker...programmi...
      • /dev/null scrive:
        Re: Basta un proxy.....
        Ah bè si'....ancora + semplice...faccio una query su un server dns degli Stati Uniti ed il gioco è fatto. :)Oppure, tenendosi il dns del proprio isp e senza proxy, basta un"nslookup nome.dominio" (il dns del provider italiano risponde)e sulla barra degli indirizzi del browser scrivere:*http://indirzzoip/L'idiozia di questa gente è da prendere come paradigma :DSaluti
  • stefano scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
    - Scritto da: stefano
    Censura vuol dire controllo effettuato
    sull'informazione, sui comportamenti e sulle scelte di vita
    per adeguarli a principi
    morali/religiosi della legge, della religione o
    della una dottrina
    morale.
  • Alex scrive:
    Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale

    C'e' semplicemente la legge finanziaria del 2006
    che prevede che qualsiasi operatore di gambing
    online che opera in Italia deve disporre di
    concessione.Ma questi siti non operano in italia, o sbaglio?
    • stefano scrive:
      Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
      - Scritto da: Alex

      Ma questi siti non operano in italia, o sbaglio?Se scommetti in Italia, operano in Italia.
      • Pino Mandocci scrive:
        Re: Censura? No, lotta all'evasione fiscale
        - Scritto da: stefano
        - Scritto da: Alex




        Ma questi siti non operano in italia, o sbaglio?

        Se scommetti in Italia, operano in Italia.Quindi la moglie di Dini quando telefona DALL'ITALIA ai suoi faccendieri per comprare/vendere terreni su qualche riviera esotica pagando o facendosi accreditare soldi sul conto svizzero,sta' evadendo le tasse ?e perche' invece di perseguire 100000000miliardi di evasione sui, vengono a rompere il c..o a me per 100euri ?
  • Nicola scrive:
    dovrebbero censurere le SLOT dell'AAMS..
    quelle sono una truffa...con tanto di bollino "Gioco per divertimento", io non gioco più a nessun gioco di stato al massimo mi gioco la colazione al bar a tressette...
    • ma veramente. .. scrive:
      Re: dovrebbero censurere le SLOT dell'AAMS..
      - Scritto da: Nicola
      quelle sono una truffa...con tanto di bollino
      "Gioco per divertimento", io non gioco più a
      nessun gioco di stato

      al massimo mi gioco la colazione al bar a
      tressette...E mi pare una decisione piena di bunsenso, e sicuramente protegge le tue tasche molto meglio di quanto non faccia la ridicola censura AAMS!
      • Fuffo Fufazzi scrive:
        Re: dovrebbero censurere le SLOT dell'AAMS..
        Neanche io gioco mai.Da piccolo mi hanno detto: "Il lotto è la tassa sull'ignoranza"...Dobrebbero insegnarlo alle elementari a tutti i bambini.
      • Sam scrive:
        Re: dovrebbero censurere le SLOT dell'AAMS..
        Veramente l'AAMS nelle macchinette guadagna almeno un 25% invece i giochi online prendono molto di meno.
  • EXCELSIOR scrive:
    CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
    anche sta volta pi ci ha deluso, chissa quale inaffabile fonte di informazioni, quale strumento di liberta' e' stato oscurato.un paio di siti di gioco d'azzardo.....che tristezza ! i problemi del mondo sono altri
    • ryoga scrive:
      Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
      - Scritto da: EXCELSIOR
      anche sta volta pi ci ha deluso, chissa quale
      inaffabile fonte di informazioni, quale strumento
      di liberta' e' stato
      oscurato.

      un paio di siti di gioco d'azzardo.....


      che tristezza ! i problemi del mondo sono altriCerto, la prima e' l'ignoranza dovuta in buona parte ad una buona dose di censura.Come vedi, la censura di siti di giochi d'azzardo, in un modo o nell'altro ne accresce l'ignoranza.Mi spiace dirlo, ma se uno e' TANTO FESSO da lasciare lo stipendio su un sito non AAMS o un sito AAMS non e' che cambia poi molto eh....
      • EXCELSIOR scrive:
        Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE

        Come vedi, la censura di siti di giochi
        d'azzardo, in un modo o nell'altro ne accresce
        l'ignoranza.in che modo, volgio sapere quale di che fonte di conoscenza o libero pensiero vengo privato?
        Mi spiace dirlo, ma se uno e' TANTO FESSO da
        lasciare lo stipendio su un sito non AAMS o un
        sito AAMS non e' che cambia poi molto eh....1 un sito AAMS paga le tasse e di questo e' gia' un bene, perche' vanno direttamente a finanziare il recupero artistico del nostro paese. 2 un sito AAMS puo' avere dei controlli a livello di funzionamento e porbabilita' delle vincite evitantando le supertruffe. guarda tutti i casi di macchinette taroccate che si trovano nei bar, se fossero in regole avrebbero permesso una vincita per legge ogni 5000 tentativi. Quelle modificate non vincevi mai.3 in un sito AAMS il proprietario e' una persona fisica reale con tanto di partita iva. Che me ne dici di uno che risiede alle kaiman sotto falso nome? Magari e' lo un mafioso che ricicla i soldi della droga o del pizzo palermitano.
        • guiver scrive:
          Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
          - Scritto da: EXCELSIOR

          Come vedi, la censura di siti di giochi

          d'azzardo, in un modo o nell'altro ne accresce

          l'ignoranza.

          in che modo, volgio sapere quale di che fonte di
          conoscenza o libero pensiero vengo
          privato?


          Mi spiace dirlo, ma se uno e' TANTO FESSO da

          lasciare lo stipendio su un sito non AAMS o un

          sito AAMS non e' che cambia poi molto eh....

          1 un sito AAMS paga le tasse e di questo e' gia'
          un bene, perche' vanno direttamente a finanziare
          il recupero artistico del nostro paese.
          piccola correzione: dovrebbe pagare le tasse! vedi i 90 miliari di euro evasi proprio da aams & c.

          2 un sito AAMS puo' avere dei controlli a livello
          di funzionamento e porbabilita' delle vincite
          evitantando le supertruffe. guarda tutti i casi
          di macchinette taroccate che si trovano nei bar,
          se fossero in regole avrebbero permesso una
          vincita per legge ogni 5000 tentativi. Quelle
          modificate non vincevi
          mai.
          altra piccola correzione: le macchinette taroccate sono state distribuite proprio da loro
          3 in un sito AAMS il proprietario e' una persona
          fisica reale con tanto di partita iva. Che me ne
          dici di uno che risiede alle kaiman sotto falso
          nome? Magari e' lo un mafioso che ricicla i soldi
          della droga o del pizzo
          palermitano.e chi te lo dice che sia una persona reale?? il masioso si può tranquillamente prendere un prestanome o addiritura anche il nome di un morto (tanto non se ne accorge nessuno vedi i telegiornali di questi giorni con il tipo che doveva essere processato ma era morto da 10 anni, e il processo andava aventi cmq)
    • nec scrive:
      Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
      - Scritto da: EXCELSIOR
      anche sta volta pi ci ha deluso, chissa quale
      inaffabile fonte di informazioni, quale strumento
      di liberta' e' stato
      oscurato.

      un paio di siti di gioco d'azzardo.....


      che tristezza ! i problemi del mondo sono altriil problema del mondo è la gente che non vede al di là del proprio naso.eh si, mi sto riferendo proprio a te.
      • EXCELSIOR scrive:
        Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
        - Scritto da: nec
        - Scritto da: EXCELSIOR

        anche sta volta pi ci ha deluso, chissa quale

        inaffabile fonte di informazioni, quale
        strumento

        di liberta' e' stato

        oscurato.



        un paio di siti di gioco d'azzardo.....





        che tristezza ! i problemi del mondo sono altri

        il problema del mondo è la gente che non vede al
        di là del proprio
        naso.
        eh si, mi sto riferendo proprio a te.allora dato che tu vedi così oltre i tuo naso, da rasentare la follia, parlami di che eventuali svantaggi ti ha portato questa draconiana censura. volgio proprio farmi due risate e sapere alle persone normali, quelle che non sono malate di gioco, che svantaggi hanno.
        • Anonimo Torinese scrive:
          Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
          - Scritto da: EXCELSIOR
          censura. volgio proprio farmi due risate e sapere
          alle persone normali, quelle che non sono malate
          di gioco, che svantaggi
          hanno.Se permetti ti rispondo io: se tu non sei grado di vedere le conseguenze di lungo periodo dell'introduzione della censura, non significa che queste non ci siano.Se in cima ad un grattacielo qualcuno lascia cadere un sasso, prima che questo arrivi a terra, ci vorrà un certo tempo, e ci saranno certamente persone come te che sosteranno "che male fa alle persone normali". Quando arriverà a terra, magari sulla testa di qualcuno, lo capirete anche voi. Un po' tardi, però, per la salute dei passanti, non credi?
          • re delle stoviglie scrive:
            Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
            - Scritto da: Anonimo Torinese
            - Scritto da: EXCELSIOR

            censura. volgio proprio farmi due risate e
            sapere

            alle persone normali, quelle che non sono malate

            di gioco, che svantaggi

            hanno.

            Se permetti ti rispondo io: se tu non sei grado
            di vedere le conseguenze di lungo periodo
            dell'introduzione della censura, non significa
            che queste non ci siano.il fatto e' che non e' censura, La legge vieta di giocare d'azzardo su territorio italiano a societa' che non pagano contribuiti ell'erario. Impedendo (in modo ridicolo) l'accesso ai cittadini italiani, si fa solo rispettare una legge. Accedde anche con un sito che vendeva sigarette online.
            Se in cima ad un grattacielo qualcuno lascia
            cadere un sasso, prima che questo arrivi a terra,
            ci vorrà un certo tempo, e ci saranno certamente
            persone come te che sosteranno "che male fa alle
            persone normali". e quindi?
            Quando arriverà a terra, magari
            sulla testa di qualcuno, lo capirete anche voi.
            Un po' tardi, però, per la salute dei passanti,
            non credi?ma che cosa stai farneticando?
          • ryoga scrive:
            Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
            - Scritto da: re delle stoviglie
            il fatto e' che non e' censura, Scusa....ci siamo drogati tutti e ora abbiamo una visione collettiva... apriamo un sito di scommesse e ci ritroviamo una dell'AAMS....
            La legge vieta di
            giocare d'azzardo su territorio italiano a
            societa' che non pagano contribuiti ell'erario.Quindi non vieta se si pagano i contributi?Ok. la dica allora.Da quello che leggo nel messaggio dell'AAMS c'e' scritto " A TUTELA DEI CITTADINI ITALIANI ".
          • Anonimo torinese scrive:
            Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
            - Scritto da: re delle stoviglie
            il fatto e' che non e' censura, La legge vieta di
            giocare d'azzardo su territorio italiano a
            societa' che non pagano contribuiti ell'erario.Come a quelle che dovrebbero pagare 98 miliardi di euro di multe per non essersi collegate al AAMS e versato il 13.5% come previsto dalla legge? A loro non si fa nulla e intanto si tentatno patetiche censure ai cittadini comuni (perchè quelli furbi sanno come evitarle, vedi openDNS)?
            Impedendo (in modo ridicolo) l'accesso ai
            cittadini italiani, si fa solo rispettare una
            legge. Accedde anche con un sito che vendeva
            sigarette online.Peccato che tale legge contrasti con la normativa comunitaria, se non con il Trattato di Roma, e quindi vada "disapplicata". Peccato che per far rispettare la legge esiste un metodo ben preciso: si chiama denuncia penale, accertamento fiscale, causa civile. Che non è discriminatorio e prevede una sentenza di un terzo imparziale, non una decisione arbitraria di una parte.
            ma che cosa stai farneticando?Evita gli insulti per cortesia. Se per far capire un concetto si cerca di semplificarlo (magari con esempi non troppo reali) non significa che si farneticaCi sono eventi che causano altri eventi con certezza. Scollegare i primi dai secondi perchè c'è un ritardo temporale tra i due (magari grande, di anni) è un bel trucchetto per fregare la gente... al solito la maggioranza di 1) tonti e 2) disinteressatiche viene usata come incudine per battere i pochi interessati e raziocinanti.
          • re delle stoviglie scrive:
            Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE

            Ma vuoi spiegare come ca**o evado le tasse?
            Se scommetto 10 su una partita, ho scommesso 10
            Se vinco, ottengo la somma che ho puntato *
            fattore difficoltà.
            Anche alla SNAI si comportano cosi da quanto mi
            risulta.E' chiaro che dovresti studiare alcuni basi di economia, non quelle da libro noglobal, ma testi di economia fatti da economisti PER economisti.cmq il guadagno dello stato non viene applicato sulle vincite monetarie di piccola entita' (sotto i 1000 euro mi pare) ma solo su quelle consistenti. SE VINCI 10000 EURO, SCORDATI TI INTASCARNE 10000, NE PRENDERAI 9500. Questa regola pero' non si applica con i premi in natura (automobili o altri oggetti di valore). una volta i quiz televisivi eludevano questa regola offrendo ai concorrenti premi nei famosi GETTONI D'ORO, che venivano poi riconvertiti in moneta sonante dopo la vincita, omettendo le tasse quindi. inoltre non so che razza di scomemsse fai, ma di solito le case di scommesse non fanno in fallimento proprio perche' la stragrande maggioranza dei giocatori non vince. La societa' intasca pero' la somma che sara' poi tassata.
            Lo Stato non mette i vigili in autostrada, ma
            tanti bei autovelox nascosti....a perte il fatto che il controllo delle autostrade e' delegato alla polizia di stato e non hai vigili, non ho detto che non lo fa, ma semplicemente che e' piu' etico prevenire che reprimere. Evitando l'accesso a un sito eviti che si compia un illecito, indagando sui navigatori invece intervieni su reato gia' compiuto. La differenza e' sottile, ma esiste eccome.
            Protezionismo? si
            Nell'era digitale? certo, basta che vedi i blocchi regionali ai dvd o giochi xbox. L'esempio e' infinito, poi se sia tecnicamente inespugnabile, e' un altro discorso.
            Avete voluto la globalizzazione a tutti i costi,e' dal rinascimento, con l'avvento dei grandi mercanti e banchieri, che l'uomo ha iniziato a considerare il mercato a livello sempre piu' globale e meno locale. Fattene una ragione l'uomo ha sempre commerciato e lo fara' sempre.
            l'euro a tutti i costiadesso mi permette di comprare in america a prezzi piu' vantaggiosi, nonche' di calmierare i gia' folli prezzi dei carburanti. preferivi la lira debole e svalutabile...mah se e' dai tempi di craxi che si voleva fare la lire pesante per avere un po' piu' di importanza nel mondo economico e non essere la solita italietta delle banane.
            (quote latte in primis )gli agricoltori hanno risolto brillantemente il problema, diventando produttori di formaggio, riusando così il latte in eccesso. basta ingenarsi.
            e ora mi vieni a parlare di Protezionismo?mica te lo elogiando, ho solo detto che non e' censura, ma una forma di portezione di un mercato nazionale dall'assalto di societa' estere.
            SI perche' mentre su un sito di un boss coreano
            puo' giocarsi la partita Inter-Juve 1 a 2.20, sul
            sito italiano la puo' giocare solo a 1.70.
            Permetti che scelga lui dove voler buttare i suoi
            soldi?No se poi mi vengono a rompere le palle sti pensionati e mi dicono che sono senza soldi, solo perche' li buttano via. Non vedo eprche' il mio paese deve finanziare gente che spreca i propri averi. E chi ci guadagna alla fine? il koreano.
            O ti senti superiore a lui e devi decidere per lui?Semplicemente non volgio che le sue decisioni ricadano su di me. Che il nonnino dalle giocate facili, diventi coreano e vada vivere in korea scommettendo la.
            Ti sembra "libertà" e "democrazia" questa? Liberta' e democrazia sono due cose diverse. Studia
          • Anonimo Torinese scrive:
            Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
            - Scritto da: re delle stoviglie

            Protezionismo?
            certo, basta che vedi i blocchi regionali ai dvd
            o giochi xbox. L'esempio e' infinito, poi se sia
            tecnicamente inespugnabile, e' un altro discorso.Peccato che le stesse persone che discutono la censura di AAMS contestino anche l'anticoncorrenzialità di tali meccanismi. Almeno noi siamo coerenti.



            Avete voluto la globalizzazione a tutti i costi,

            e' dal rinascimento, con l'avvento dei grandi
            mercanti e banchieri, che l'uomo ha iniziato a
            considerare il mercato a livello sempre piu'
            globale e meno locale. Fattene una ragione l'uomo
            ha sempre commerciato e lo fara'
            sempre.L'uomo ha sempre cercato di creare monopoli e di fregare il prossimo, questo lo rende giusto, o semplicemente lecito?

            (quote latte in primis )
            gli agricoltori hanno risolto brillantemente il
            problema, diventando produttori di formaggio,
            riusando così il latte in eccesso. basta
            ingenarsi.Einstein diceva che il compito dei geni è dare idee ai cretini, cinquant'anni dopo. Non so perchè mi è venuta in mente questa citazione, ricordando che ultimamente ci sono state forti tensioni (=aumenti di prezzo alla produzione) sul mercato del latte, proprio a causa della produzione inferiore al necessario, per colpa delle quote latte (che infatti la Commissione Europea sta per alzare).


            e ora mi vieni a parlare di Protezionismo?

            mica te lo elogiando, ho solo detto che non e'
            censura, ma una forma di portezione di un mercato
            nazionale dall'assalto di societa'
            estere.Globalizzazione: per tutti o per nessuno. Basta con i lavori protetti!!!


            SI perche' mentre su un sito di un boss coreano

            puo' giocarsi la partita Inter-Juve 1 a 2.20,
            sul

            sito italiano la puo' giocare solo a 1.70.

            Permetti che scelga lui dove voler buttare i
            suoi

            soldi?

            No se poi mi vengono a rompere le palle sti
            pensionati e mi dicono che sono senza soldi, solo
            perche' li buttano via. Non vedo eprche' il mio
            paese deve finanziare gente che spreca i propri
            averi. E chi ci guadagna alla fine? il
            koreano.Che vergogna... ti auguro di dover vivere con la pensione media a Milano per una decina d'anni. Vedrai come riuscirai a sperperare.



            O ti senti superiore a lui e devi decidere per
            lui?

            Semplicemente non volgio che le sue decisioni
            ricadano su di me. Che il nonnino dalle giocate
            facili, diventi coreano e vada vivere in korea
            scommettendo la.BS. Nothing more. Bye.
    • Be&O scrive:
      Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
      ---Interviste RAI tolte da Youtubesolo le scomode naturalmente.---Fatto per "Proteggerci" dalle informazioni, non predigerite.---Ballarò di Ieri....Pura Pubblicità al "Nuovo"partito, trito e ritrito.....---Mi aspetto solo .....Il Suicidio di Dipietro e Grillocon un Elastico per giustificareil pestaggio....Con l'elastico, si rimbalza.....
      • europeo del futuro scrive:
        Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
        Mi aspetto solo .....e cosa centra con i monopoli di stato?
        Il Suicidio di Dipietro e Grillo
        con un Elastico per giustificare
        il pestaggio....
        Con l'elastico, si rimbalza.....spega l'ultima farneticazione, non la capisco. Le affermazioni stupide sono difficili da comprendere a volte.
        • Be&O scrive:
          Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
          C'entra che ormai in Italia ancheinternet è controllato come in cina,e basta ....Se ti impicchi con un elastico ti fai i bernoccoli in testa ....
    • Filippo Ippo scrive:
      Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
      - Scritto da: EXCELSIOR
      anche sta volta pi ci ha delusoMasochista.Non leggerlo.vai quihttp://www.disney.com
      chissa quale
      inaffabile fonte di informazioni, quale strumento
      di liberta' e' stato oscurato.Sono stati oscurati contenuti legali legati al mondo delle scommesse, siti di operatori autorizzati ad operare in Europa secondo gli accordi che anche l'Italia ha firmato. Quindi che fai l'ironico a fare?L'illegalita' delle nostre leggi rispetto alle norme europee ti fa sorridere?
      un paio di siti di gioco d'azzardo.....Oltre 2000 e tutti operatori legali.Minimizzando cosi' non argomenti molto bene. No che mi aspetti molto da te.
      che tristezza ! i problemi del mondo sono altri (benaltrismo) Allora occupatene. Se li conosci, saprai quanto piu' importanti sono di biasimare queste notizie.Che ci tedi a fare qui, vuoi anche che ti abbracciamo e ti diciamo che sei tanto bravo? Se scrivi il tuo indirizzo ti mando un euro, se prometti di occuparti dei problemi del mondo.
      • EXCELSIOR scrive:
        Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE

        scrivi il tuo indirizzo ti mando un euro, se
        prometti di occuparti dei problemi del
        mondo.non accetto soldi ottenuti illegalmente
    • Silvio Pellico scrive:
      Re: CENSURA = PROTEGGERE DALLA TRUFFE
      "chissa quale inaffabile fonte di informazioni, quale strumento di liberta' e' stato oscurato". Non ti disturba che adesso tu stesso non sia più in grado di rispondere alla tua domanda?
  • DanieleD scrive:
    Re: Grazie mortadella
    - Scritto da: raudi
    - Scritto da: ZERO TOLERANCE

    Fermo restando che anche prodi e compagni sono
    "una bruta banda" al pari di "berlusconi e
    camerati", vorrei ricordarti che le società che
    gestiscono i video poker (in mano ad amici di
    fini) devono allo stato quasi 100
    miliardi.
    98 Miliardi...e la sorella di Alemanno fa parte del consiglio di amministrazione...
    • Fuffo Fufazzi scrive:
      Re: Grazie mortadella
      Infatti...Gli antichi romani dicevano "Divide et impera"...C'e' ancora gente che perde tempo a dire "E' colpa della destra" o "E' colpa della sinistra"...Ma come si fa a non capire che sono le due facce della stessa casta ???
      • DanieleD scrive:
        Re: Grazie mortadella
        Sempre e solo "lato B" :DComunque negli stessi ruoli di potere (sale bingo) ci sono anche i manichini dei DS...giusto ad avallo della tua tesi...
    • /dev/null scrive:
      Re: Grazie mortadella
      - Scritto da: DanieleD
      98 Miliardi...e la sorella di Alemanno fa parte
      del consiglio di amministrazione...Intendi che la sorella di Alemanno fa parte del cda della società che citava ZERO TOLERANCE??? Guarda, io spero veramente che sia solo una leggenda metropolitana, perché la sorella di Alemanno... è un alto dirigente proprio dell'AAMS... :|
  • frank hillary scrive:
    La censura ha fallito
    Ormai sono pochissimi i navigatori italiani che ancora utilizzano i controllatissimi (che attraverso i log dei loro DNS possono conoscere tutte le pagine che abbiamo visitato) e censurati DNS italiani, che oltre ad essere lenti ed intasati non permettono la navigazione di moltissimi siti. La censura istituzionale rappresenta emblematicamente l'ignoranza informatica dei nostri politicanti, l'operazione censura e' totalmente fallita e derisa da tutto il mondo. Per chi non lo sapesse basta inserire, nel proprio sistema, un DNS estero, libero, serio e professionale, per navigare tranquillamente in internet e per non essere tracciati dal provider.
  • Garlini Valter scrive:
    Evasori... mancati !
    Già.... li hanno oscurati perché non appartengono quelle società di gestione di giochi che hanno evaso all'erario circa 80 miliardi (sottolineo miliardi) di Euro, come da sentenza del Consiglio di Stato !
    • m00f scrive:
      Re: Evasori... mancati !
      96 non 80sono 96 miliardi di euro fottuti agli italiani !
    • DanieleD scrive:
      Re: Evasori... mancati !
      Circa 98 miliardi di "euri" :)
    • dindondan scrive:
      Re: Evasori... mancati !
      - Scritto da: Garlini Valter
      Già.... li hanno oscurati perché non appartengono
      quelle società di gestione di giochi che hanno
      evaso all'erario circa 80 miliardi (sottolineo
      miliardi) di Euro, come da sentenza del Consiglio
      di Stato
      !non sono 80 miliardi di euro ma 98 miliardi di eurohttp://tinyurl.com/2ockaq
  • Apollonius scrive:
    Usate OpenDNS
    Per chi non lo sapesse aggirare questo blocco è molto semplice: basta cambiare i server DNS!Qui trovate la spiegazione su cosa sono i DNS: http://it.wikipedia.org/wiki/Domain_Name_SystemQui invece trovate gli ottimi DNS forniti da OpenDNS: http://www.opendns.com/Comunque potete utilizzare altri DNS, l'importante è che non siano Italiani.E ricordate che la legge riguarda solo l'ISP (Telecom,Tele2, ecc...) e non l'utente finale. Quindi voi non infrangerete un bel niente!
    • Be&O scrive:
      Re: Usate OpenDNS
      Si sa qualcosa dell'Organizzazione che gestisce "OpenDNS"prima di passare dalla padella alla brace, sarebbe megliosapere CHI gestisce.... FBI, CIA, troppo ben fatto peressere un semplice "Aiuto" alla comunità.
      • mr_setter scrive:
        Re: Usate OpenDNS
        - Scritto da: Be&O
        Si sa qualcosa dell'Organizzazione che gestisce
        "OpenDNS"
        prima di passare dalla padella alla brace,
        sarebbe
        meglio
        sapere CHI gestisce.... FBI, CIA, troppo ben
        fatto
        per
        essere un semplice "Aiuto" alla comunità.http://en.wikipedia.org/wiki/OpenDNSLV&P O)
    • Lilith scrive:
      Re: Usate OpenDNS
      ho provato ad impostare gli open-dns sul mio router, ma non va ancora.
  • Zearth scrive:
    Re: Grazie mortadella
    Lungi da me difendere mortadella, ma questi assurdi provvedimenti sono iniziati con la finanziaria del 2006 quando c'era ancora la destra al governo. In quella del 2007 si è continuato con questo scempio...
  • Michele scrive:
    Ma si sequestrino...
    Ma si sequestrino il cervello sempre che ancora lo abbiano!Per giocare su quei siti ci vogliono meno di 5 minuti, quindi tutte risorse buttate, ma quando capiranno che gli italiani non sono tutti scemi???
  • alessandro fiorini scrive:
    non ho parole
    non ho parole ... la censura è sempre deprecabile sia che venga da destra che da sinistra @^
  • memede scrive:
    Mica vero
    Se clicco sul link willhill dell'articolo arrivo paro paro alla home in italiano del sito medesimo, e senza l'uso di tor. Provate un po voi
    • CarCarlo scrive:
      Re: Mica vero
      Per me sono irragiungibili e sto usando i server OpenDNS come Apollonius ha suggerito in un 3D più sotto. Il mio ISP è Telecom Italia non so se c'entra qualche cosa.Ciao.
      • mr_setter scrive:
        Re: Mica vero
        - Scritto da: CarCarlo
        Per me sono irragiungibili e sto usando i server
        OpenDNS come Apollonius ha suggerito in un 3D più
        sotto. Il mio ISP è Telecom Italia non so se
        c'entra qualche
        cosa.
        Ciao.e dove hai inserito gli indirizzi IP dei server DNS?sulle proprieta' della connessione di rete del PC o sulla paginetta di setup del router?!? :$ :$ :$ LV&P O)
  • Hermes73 scrive:
    Betfair mi ha scritto...
    Gentile ******Nome utente ******nei prossimi giorni potresti avere delle difficoltà nel connetterti al normale indirizzo con cui solitamente ti colleghi a Betfair.Per consentirti di raggiungere Betfair attraverso la tua normale connessione internet, abbiamo messo a disposizione di tutti i nostri clienti un nuovo indirizzo: http://www*********.com. (scusate meglio se lo copro, non conosco la legge per intero, non vorrei commettere reato)Questo indirizzo web dovrà essere utilizzato solo nel caso in cui dovessi avere dei problemi di connessione con lindirizzo che stai utilizzando.--------------------------------------------------- Fatto sta', con l'indirizzo che mi hanno mandato per e-mail mi collego senza problemi, certo presto finira' anche questo in black list... e dovranno cambiare dominio... o aiutare i propri iscritti a modificare i propri DNS
  • Zearth scrive:
    E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!
    Questa è una e-mail che mi è arrivata oggi dal sito pokerdassi.com al quale sono iscritto:"Qualora riscontraste dei problemi nel normale collegamento al sito www.pokerdassi.com, questo è imputabile a un oscuramento operato da parte dell'AAMS italiana. Teniamo a precisare come tale oscuramento sia assolutamente illegittimo e come procederemo al più presto in sede di commissione di vigilanza euroepa al fine di ottenerne una tempestiva revoca. Per conoscenza di ogni nostro utente, vi segnaliamo come www.pokerdassi.com appartenga al network europeo chiamato 24hnetwork e come la società stessa sia quotata alla borsa di Stoccolma. A differenza della gran parte degli altri operatori di settore, www.pokerdassi.com si avvale di una REGOLARE LICENZA EUROPEA emessa dalla Lotteries & Gaming Authority di Malta, e come tale autorizzata in ambito comunitario."Direi che è tutto corretto, l'Italia merita una sanzione salatissima per questa violazione delle Europee che dura da un anno e mezzo ormai.
    • holly scrive:
      Re: E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!
      speriamo che la sanzione non ricada sui semplici cittadini che pagano già un bordello di tasse,cmq il sito senza www è raggiungibilehttp://pokerdassi.com
    • Anonymous scrive:
      Re: E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!
      - Scritto da: Zearth
      Questa è una e-mail che mi è arrivata oggi dal
      sito pokerdassi.com al quale sono
      iscritto:

      "Qualora riscontraste dei problemi nel normale
      collegamento al sito www.pokerdassi.com, questo è
      imputabile a un oscuramento operato da parte
      dell'AAMS italiana. Teniamo a precisare come tale
      oscuramento sia assolutamente illegittimo e come
      procederemo al più presto in sede di commissione
      di vigilanza euroepa al fine di ottenerne una
      tempestiva
      revoca.

      Per conoscenza di ogni nostro utente, vi
      segnaliamo come www.pokerdassi.com appartenga al
      network europeo chiamato 24hnetwork e come la
      società stessa sia quotata alla borsa di
      Stoccolma. A differenza della gran parte degli
      altri operatori di settore, www.pokerdassi.com si
      avvale di una REGOLARE LICENZA EUROPEA emessa
      dalla Lotteries & Gaming Authority di Malta, e
      come tale autorizzata in ambito
      comunitario."

      Direi che è tutto corretto, l'Italia merita una
      sanzione salatissima per questa violazione delle
      Europee che dura da un anno e mezzo
      ormai.La sanzione salata, si ripercuote nelle nostre tasche, con le tasse. Chi succhia soldi, non ne tira mai fuori e questa manovra è solo perchè non han guadagnato abbastanza. L'unica cosa giusta sarebbe che l'Unione Europea considerasse illegittima l'AAMS ed intimasse al governo italiano di chiuderla, così come di non azzardarsi più ad attuare questa censura cinese.
      • ryoga scrive:
        Re: E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!
        - Scritto da: Anonymous
        La sanzione salata, si ripercuote nelle nostre
        tasche, con le tasse. Chi succhia soldi, non ne
        tira mai fuori e questa manovra è solo perchè non
        han guadagnato abbastanza. L'unica cosa giusta
        sarebbe che l'Unione Europea considerasse
        illegittima l'AAMS ed intimasse al governo
        italiano di chiuderla, così come di non
        azzardarsi più ad attuare questa censura
        cinese.Quoto, la censura la sta effettuando la AAMS e quindi e' lei la unica responsabile di tutto cio' ed e' lei l'unica che dovrà pagarne le multe salatissime.Migliaia di posti di lavoro in meno? Ottimo, gente che censura, non merita di lavorare.
    • turkish man scrive:
      Re: E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!

      A differenza della gran parte degli
      altri operatori di settore, www.pokerdassi.com si
      avvale di una REGOLARE LICENZA EUROPEA emessa
      dalla Lotteries & Gaming Authority di Malta, e
      come tale autorizzata in ambito
      comunitario."RegolareLicenzaeuropeaMaltatroviamo l intruso :-)
      • styx scrive:
        Re: E-mail del sito pokerdassi.com LEGGETE!

        Regolare
        Licenza
        europea
        Malta

        troviamo l intruso :-)si e' simpatica la caccia all'intruso... ma ti manca qualche info forse. Da it.wiki(...)"Malta ha recentemente privatizzato alcune società statali e liberalizzato i mercati in modo da prepararsi per l'accesso nella Unione Europea, a cui ha avuto accesso il primo maggio 2004.Il Paese adotterà l'euro il primo gennaio 2008.Sebbene sia ora parte dell'Unione Europea Malta non è ancora membro del trattato Schengen, pur adottandone i regolamenti nell'ottica di farne parte nel 2007."
  • Zearth scrive:
    l'AAMS va contro le leggi UE
    Blocco che continua ed essere assurdo e contro le leggi dell'UE...Chissà per quanto ancora durerà...comunque basta utilizzare OpenDNS...
    • frank hillary scrive:
      Re: l'AAMS va contro le leggi UE
      E pensare che le piu' grandi, famose ed antiche societa' di bookmakers in inghilterra che sono titolari di regolare licenza dell'unione europea o le piu' grandi societa' di gioco d'azzardo del mondo operanti in USA, che sono titolari di regolare licenza per operare anche su internet qui in itaglia, terra natìa originaria di mafiosi e camorristi, vengono censurati e considerati fuorilegge!! Intanto noi utilizziamo DNS esteri e di queste censure per ora ce ne sbattiamo.Propongo che venga creato dagli utenti un network di DNS alternativi dove vengano censurate tutti i siti e le le iniziative dello stato itagliacane, e dove ovviamente i nomi dominio vengano assegnati gratuitamente...
    • fred scrive:
      Re: l'AAMS va contro le leggi UE
      se fosse utile, la maggioranza dei dns in giro per il mondo sono perfettamente raggiungibili dato che non si e' mai presentato un problema di traffico; siete liberi di usare il dns che volete che si trovi in Svizzera come in Giappone (sarei curioso di sapere se sono raggiungibili quelli dietro la grande barriera/firewall della Cina).e' gia' capitato in qualche caso che qualche utente di uno specifico provider non raggiungesse opendns a causa di un disservizio trovandosi nell'impossibilita' di raggiungere chiunque ma fortunatamente si tratta di casi rari.
  • Paolo scrive:
    Errore link
    x la redazione.Se si clicca sull'immagina nella home il link porta all'articolo "L'ICT italiano cresce, più o meno" e non a questo.
Chiudi i commenti