Google può registrare la vita dei netizen

Il nuovo servizio permette agli utenti di salvare la cronologia globale delle proprie attività online. Un database che apre le porte a nuovi scenari e che qualcuno teme rappresenti il crollo definitivo della privacy

Roma – “È la tua fetta di Web, sempre a portata di mano”: così Payam Shodjai, responsabile dell’area personalizzazione, descrive il nuovo Web History di Google. Google offrirà agli utenti che lo desiderino il tracciato di tutte le sessioni di navigazione online , di tutte le connessioni personali che solcano il docuverso della Rete.

Web History, per ora disponibile solo in inglese, rappresenta un’evoluzione di Search History , il servizio offerto fino ad ora. Se il precedente Google Search History consentiva di ripercorrere solo le query e i risultati delle ricerche effettuate, Web History, una volta loggati all’account Google, permette di effettuare ricerche nel tracciato della propria vita di netizen ; di filtrare la cronologia mostrando solo i video, le immagini, le pagine di risultati o gli annunci AdSense cliccati; di monitorare i propri comportamenti attraverso statistiche riguardo alle pratiche di navigazione.

Queste preferenze, ricavate dalla cronologia globale delle esplorazioni, “lavoreranno per l’utente, rendendo la ricerca di nuove informazioni più facile e veloce”, si legge nel comunicato di Google. Uno dei primi risultati di questo tracciamento sarà probabilmente apprezzabile grazie al pulsante Dice recentemente introdotto in Google Toolbar, un servizio di raccomandazione di siti Web tagliato su misura dell’utente.

John Battelle che definisce questo archivio di tracciati ” database of intentions “, database delle intenzioni, già anni fa lo prefigurava come uno specchio dell’umanità, terrorizzante e affascinante al tempo stesso. L’intrigante prospettiva di studiare l’umanità e di far fruttare le informazioni riguardo ai netizen è controbilanciata dalla pressante preoccupazione riguardo alla privacy, minacciata dalla labilità delle password dietro alle quali si celano i profili degli utenti e da pratiche aziendali ben occultate oltre la cortina delle strategie di corporate responibility .

Per ciò che riguarda il rispetto nei confronti degli utenti, il servizio Web History è attivabile su base volontaria, e opera mediante Google Toolbar, con PageRank Meter attivato. La scelta di fruire del servizio è revocabile in ogni istante , grazie al pulsante di pausa, che interrompe la registrazione del tracciamento. Ciò che evoca scenari dominati dalla sorveglianza globale, è la mancanza di dettagli riguardo alla possibilità di interrompere il tracciamento da parte di Google . A destare ulteriori preoccupazioni pensa Google Blogoscoped , che ricorda che Google è già potenzialmente in grado di monitorare ogni spostamento dell’utente attraverso il semplice add-on della Toolbar con PageRank attivato, capace di restituire a BigG i dettagli delle sessioni di navigazione.

Se non è possibile vigilare sull’operato di Google, non si può che confidare nei suoi buoni propositi nei confronti degli utenti. Per ora, segnala Ars Technica citando la policy di Google in materia, i dati raccolti serviranno a “migliorare l’esperienza di ricerca sul Web” e non saranno girati a terzi, se non in forma aggregata e anonima o nell’ambito di procedimenti legali.

Ma Google, lo mette in luce l’ acquisto di DoubleClick e lo dichiara esplicitamente il CEO Eric Schmidt in un’ intervista rilasciata a Wired , è una advertising company , che necessita di informazioni sempre più precise e personali riguardo all’utente del Web, per migliorare la qualità degli spot. Una qualità che, secondo BigG, gioca a favore del destinatario degli annunci pubblicitari ma che soprattutto piace ai suoi inserzionisti.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Valmont scrive:
    non sarei così sognatore
    La tecnologia non è che passa così, come una ventata daria. Passando trasforma luomo e il rischio che io vedo è questo: che oggi la nostra capacità di fare è decisamente superiore alla nostra capacità di prevedere. Nel senso che i progetti umani sono sempre stati progettati allinterno di una previsione, mi pongo lobbiettivo e vedo di raggiungerlo. Oggi la mia capacità di fare supera la mia capacità previsionale, ho più potere nel fare che nel prevedere dove andrò a parare facendo. Questo è il rischio e nessuno questo rischio lo sta controllando.Vedo a rischio anche la democrazia. La tecnologia sopprime la democrazia togliendo a chi vota la dimensione della competenza in quanto nessuno è competente per il livello tecnologico a cui si è giunti.Per non parlare delletica. Letica deve controllare gli effetti delle cose, delle invenzioni. Aperta la parentesi - quando gli effetti sono prevedibili - chiusa la parentesi.
  • Anonimo scrive:
    Cambiano i tempi
    Eh i tempi cambiano anche per Bill.Ormai è difficile trovare chi li lecca il sedere, o anche solo l'entusiasta di tecnologia che pende dalle su labbra.Prima a contestarlo erano solo hacker e informatici che conoscono il mercato dell'informatica e le tecnologie ed hanno capito che razza di azienda è la Micro$oft.Ora gli unici ad osannarlo sono i finanzieri, che sognano di poter fare come lui, derubando le masse con fumo negli occhi vendendo "il nulla".La gente si sta svegliando, le voci su Internet circolano, i virus infettano, i trojan fanno danni, e Linux e sistemi alternativi si diffondono mostrando che le alternative funzionano meglio.Micro$oft sta perdendo parecchio la bussola. Vista è davvero una porcheria, solo in Italia sono corsi entusiasti a comprarlo.Io sono dell'idea che avrebbe dovuto diversificare i suoi prodotti maggiormente senza mantenere una base comune e cambiare solo le utility di contorno.Oggi XP e le varie versioni di Windows Server sono in fondo lo stesso sistema.Ma anche XP ha dimostrato di avere aggiunto solo orpelli grafici, quando molta gente avrebbe preferito un XP migliorato o addirittura un Windows 2000 riveduto e corretto per poter meglio sfruttare l'hardware anche vecchio senza rallentarlo come fa Vista.Sono incredibili i dati di velocità tra XP e Vista con i videogiochi, Vista è in grado di uccidere macchine recenti e costose. E fare le DirectX 10 solo per Vista è stata una carognata che gli utenti stentano a digerire.Più ti obbligano a cambiare per un nuovo sistema operativo e più gli utenti sono infastiditi.Ora arriva la propaganda pro-opensource alle conferenze di zio Bill. Alcuni anni fa forse non sarebbe successo, ma oggi quella persona ha perso parecchio smalto nei confronti degli appassionati e dei cultori di informatica.Ne vedremo ancora segni di stizza e protesta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Cambiano i tempi
      - Scritto da:
      Ma anche XP ha dimostrato di avere aggiunto solo
      orpelli graficiIl tema di XP fa schifo :)Non è serio, è "plasticoso", sembra un giocattolo della Chicco.Tolto quello, l'unico vantaggio di XP su Win2K è la velocità del boot :)
  • TeddyBeer scrive:
    640 KB
    Era mica lui che un paio di decenni fa disse la famosa frase:"640 Kbytes should to be enough for anybody" ["640 KB di RAM basteranno a tutti"] ??? :DPer intenderci... nn son linaro ne winaro ne macaco, xò quando 6 arrivato ad un certo livello bisogna fare attenzione a cosa si dice! C'è il rischio che tra qualche mese ste cose te le rinfaccino Zio (oddio, alcune anche subito se è per questo).
    • Anonimo scrive:
      Re: 640 KB
      - Scritto da: TeddyBeer
      Era mica lui che un paio di decenni fa disse la
      famosa frase:"640 Kbytes should to be enough for
      anybody" ["640 KB di RAM basteranno a tutti"] ???No, è una leggenda urbana
      • Anonimo scrive:
        Re: 640 KB
        confermo, e' una leggenda metropolitana, visita i vari snopes.com ecc per approfondimenti ;)(un po' mi spiace, vorrei rinfacciargliela una cosa edl genere :P)
        • Kirisuto scrive:
          Re: 640 KB
          - Scritto da:
          confermo, e' una leggenda metropolitana, visita i
          vari snopes.com ecc per approfondimenti
          ;)

          (un po' mi spiace, vorrei rinfacciargliela una
          cosa edl genere
          :P)Occhio: se e quando abbia detto quella dei 640 kB, il web non esisteva ancora e internet era ancora sperimentale, con usi limitati a e-mail, ftp, telnet e poco altro, ed era limitata ai mondi accademico e militare, i PC al massimo accedevano a BBS, quindi in rete si possono trovare solo riferimenti indiretti, di seconda mano e parecchio differiti nel tempo rispetto ai fatti, nel caso siano realmente accaduti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 aprile 2007 18.16-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: 640 KB
            Il fatto è che potrebbe essere vera, e che si è fatto il tentativo di trasformarla in legenda metropolitana solo molti anni dopo quando ormai era una barzelletta globale...
    • Anonimo scrive:
      Re: 640 KB
      - Scritto da: TeddyBeer
      Era mica lui che un paio di decenni fa disse la
      famosa frase:"640 Kbytes should to be enough for
      anybody" ["640 KB di RAM basteranno a tutti"] ???

      :D
      Per intenderci... nn son linaro ne winaro ne
      macaco, xò quando 6 arrivato ad un certo livello
      bisogna fare attenzione a cosa si dice! C'è il
      rischio che tra qualche mese ste cose te le
      rinfaccino Zio (oddio, alcune anche subito se è
      per
      questo).a parte che è una bufala dei soliti "sottuttoio", inoltre 640 kb 25 anni fa' erano una quantità enorme di memoria
    • Anonimo scrive:
      Re: 640 KB
      Però è il primo a non mantenere le promesse: 1GB di ram per vista...
  • Anonimo scrive:
    Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
    Iniza a costruirti e sperimentare una Joe Cell, all'energia gratuita ci siamo già da 70 anni, questo "aggeggio" lo usavano inglesi e americani sui carri armati per aumentarne l'autonomia, poi fu secretata.Ma se ben configurato il motore può andare solo ad aria ionizzata.Cerca con Google joe cell e proton cell c'è davvero tanto materiale.Io sono in un forum dove è stato difficile entrare, e condividiamo esperienze. Ho un motore monociclindrico raffreddato ad aria che va con una cella protonica e produce energia elettrica collegato ad un generatore.La gente che fa troppo rumore con questo strumento, andando in TV o mettendo su siti importanti viene perseguitata dai pretoriani delle aziende petrolifere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
      - Scritto da:
      Ma se ben configurato il motore può andare solo
      ad aria
      ionizzata.Purtroppo al distributore BP non ce l'hanno :
      Io sono in un forum dove è stato difficile
      entrare, e condividiamo esperienze. Ho un motore
      monociclindrico raffreddato ad aria che va con
      una cella protonica e produce energia elettrica
      collegato ad un
      generatore.Io vengo dal futuro e mi chiamo John Titor.
      La gente che fa troppo rumore con questo
      strumento, andando in TV o mettendo su siti
      importanti viene perseguitata dai pretoriani
      delle aziende
      petrolifere.Aggiungici le scie chimiche, l'11 settembre e per condire un po di alieni di Rooswelt :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
        Ciao John, ritornato dal tuo presente? Ti sei ricordato di portarmi i risultati del superenalotto come ti ho chiesto l'ultima volta?
      • Anonimo scrive:
        Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
        Finché la gente farà battute stupide come le tue, dispositivi come la Joe Cell non si diffonderanno.Io ho un motore monocilindrico preso da una motocicletta rottamata e montato su un banco di legno, che va ad aria ionizzata con una cella protonica.Il motore è stato modificato costruendo una piastra di anticipo d'accensione custom completamente diversa da quella per l'uso del motore a benzina. Perché la scintilla deve avvenire poco dopo il punto morto inferiore invece che poco prima del punto morto superiore.Ogni tanto si scarica, non riesco a capire perché e qual'è il PH e il tipo di acqua migliore da usare e con cosa è meglio additivarla per variarne il PH, ma questo è normale quando un oggetto è ancora sperimentale.Purtroppo il mio motore di prova è raffreddato ad aria e la Joe Cell funziona coi motori raffreddati ad acqua. La cella protonica che funziona coi motori ad aria è più instabile della Joe Cell che è una cella che fa emettere ioni all'acqua usata come tramite.Qui hai una spiegazione un po' più scientifica:http://www.thejoecell.com/Poi i siti delle scie chimiche possono linkare quello che vogliono, ciò non significa che la Joe Cell o la cella protonica sia una stupidaggine.Ahh anche non modificato un motore a cui viene installata una Joe Cell carica aumenta fino al 40% l'autonomia, perché la scintilla della candela a 16-18° prima del PMS permette comunque un'implosione prima dell'aria che accelera la salita del pistone e poi del carburante che lo spinge verso il basso e quindi aiuta il rendimento del motore che così usi ad un'apertura inferiore del gas.Con l'elettronica oggi è difficile modificare il motore per utilizzarlo con la Joe Cell perché prima la distribuzione avveniva con lo spinterogeno che era un dispositivo meccanico, ma tra gli accessori per il tuning ci sono centraline aftermarket per l'iniezione e l'accensione integrata che permettono di poter riprogrammare quest'ultima che è quella più importante per il funzionamento della Joe Cell.Se non vivi in condominio ed hai spazio in garage o in piccolo laboratorio tutto tuo, puoi andare da un rottamaio, prendere una moto incidentata (possibilmente raffreddata a liquido) ma col motore in buone condizioni e montarlo su un banco artigianale con la parte elettrica necessaria all'accensione.Smonta la piastra di anticipo d'accensione posta nel carterino laterale dove è posizionato il pickup e fanne costruire da un torniere una che abbia un anticipo d'accensione molto più spinto.Il motore non potrà più funzionare a benzina, ma è una buona base per sperimentare la Joe Cell.Quando ti sarai ripreso dallo shock nel vedere un motore andare con la sola aria atmosferica senza combustione e senza scaldare, inizia a pensare cosa puoi fare.Fai costruire uno scarico il più possibile silenziato.Prendi un gruppo elettrogeno da 5KW e smonta il generatore elettrico, collegalo con il pignone del motore motociclistico e accendilo, e da questo momento hai smesso di pagare per l'energia elettrica che inizierai a sviluppare dal nulla.Tieni sempre 2-3 Joe Cell cariche perché può succedere che temporali, telefoni cellulari e interferenze elettromagnetiche varie interferiscano con la cella facendola morire.È una proto-scienza tutta da studiare, ma se non lo facciamo noi i petrolieri e i banchieri che ci sono dietro ai petrolieri non vorranno mai farla diventare di dominio pubblico, perché la schiavitù energetica è quello che li arricchisce.
        • Anonimo scrive:
          Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
          - Scritto da:
          Finché la gente farà battute stupide come le tue,
          dispositivi come la Joe Cell non si
          diffonderanno.Meno male ! Non è bastato l'affare "Wanna Marchi" ?
          Qui hai una spiegazione un po' più scientifica:

          http://www.thejoecell.com/"Scientifica" ? Quando pubblicheranno qualche vero articolo su una rivista scientifica a proposito di questa miracolosa batteria, allora ne potremo riparlare.Nel frattempo mi rifiuto di credere che Mr.Duracell sia tanto idiota da non usa questa mirabolante tecnologia.Per non parlare di tutti quei fabbricanti (Toyota im primis) che cavalcano l'onda dei motori a zero emissioni.
          È una proto-scienza tutta da studiare, ma se non
          lo facciamo noi i petrolieri e i banchieri che ci
          sono dietro ai petrolieri non vorranno mai farla
          diventare di dominio pubblico, perché la
          schiavitù energetica è quello che li
          arricchisce.Se funzionasse, qualsiasi persona non avrebbe difficoltà a ricevere milioni di finanziamento da qualche banca (Ti ricordo che le banche fanno esclusivamente i loro interessi, non c'è lobby che tenga).Per non parlare di qualche professore universitario a caccia di nobel. O qualche assistente di laboratorio. O al limite uno studente.Mi dispiace, ma l'idea che il mondo intero complotti per far naufragare l'energia pulita e a gratis per tutti, semplicemente non regge: L'uomo è troppo avido ;) !
          • Anonimo scrive:
            Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
            - Scritto da:
            "Scientifica" ? Quando pubblicheranno qualche
            vero articolo su una rivista scientifica a
            proposito di questa miracolosa batteria, allora
            ne potremo
            riparlare.
            Nel frattempo mi rifiuto di credere che
            Mr.Duracell sia tanto idiota da non usa questa
            mirabolante tecnologia.La Joe Cell non è una batteria. È un condensatore che porta l'acqua con un determinato PH ad uno stato in cui diventa emettitore di ioni o di protoni carichi che sono in grado di eccitare gli atomi di idrogeno e/o ossigeno contenuti nell'aria portandola ad uno stadio di plasma.Quindi l'aria entra dal carburatore, incontra gli ioni emessi dall'acqua tutta intorno ai cilindri nelle intercapedini dove risiede il liquido di raffreddamento che a sua volta è stata portata in questo stadio dalla Joe Cell collegata ad un tassello cieco (gli ioni atraversano l'alluminio).Il plasma/aria sotto l'effetto della scintilla della candela libera energia in un'implosione come sotto la nuvola dopo il fulmine si illumina un'area carica elettricamente.Lo stadio simile ad un vuoto generato dall'implosione in un sistema meccanico sigillato causa l'attrazione del pistone.L'aria non viene bruciata, semplicemente torna con gli elettroni in uno stato stabile e non più eccitato. E quindi dallo scarico viene espulsa solo aria.
            Per non parlare di tutti quei fabbricanti (Toyota
            im primis) che cavalcano l'onda dei motori a zero emissioni.Zero emissioni è diverso da zero costi.Che fine hanno fatto le auto elettriche?Perché la loro tecnologia non cresce di pari passo con quella dell'elettronica?
            Se funzionasse, qualsiasi persona non avrebbe
            difficoltà a ricevere milioni di finanziamento da
            qualche banca (Ti ricordo che le banche fanno
            esclusivamente i loro interessi, non c'è lobby
            che tenga).Cosa finanziano le banche?La Joe Cell non è una fornitura continua di combustibili. Sono 5 cilindri di acciaio economico che vendi una sola volta e poi carichi quante volte vuoi.Non è un investimento lucroso, è un suicidio economico per i petrolieri.Finirebbe la schiavitù energetica perché chiunque con uno strumento che nel breve periodo verrebbe a costare pochissimo come con cellulari e prodotti di consumo, permetterebbe di generare movimento meccanico e quindi energia all'infinito.
            Per non parlare di qualche professore
            universitario a caccia di nobel. O qualche
            assistente di laboratorio. O al limite uno
            studente.Il professore universitario che ha assistito Joe con la sua applicazione consigliando di frapporre una batteria di 1,5volts tra i due poli della Joe Cell per impedire che si esaurisca all'improvviso, è morto in circostanze misteriose dopo aver scritto un draft su una rivista scientifica.
            Mi dispiace, ma l'idea che il mondo intero
            complotti per far naufragare l'energia pulita e a
            gratis per tutti, semplicemente non regge: L'uomo
            è troppo avido ;)Lo ammetti quindi!L'uomo è troppo avido.Per cui come si comporterebbero le due categorie più ricche del mondo, banche e petrolieri, davanti alla fine della schiavitù energetica?La Joe Cell esiste da 70 anni, nel 1992 è venuto fuori uno schema meccanico dalla cassetta degli attrezzi di un meccanico di carri armati inglesi in Australia.Il nipote di questo reduce ex-meccanico l'ha mostrata a Joe un meccanico della sua zona. L'hanno costruita ed ha funzionato.Non capendo come mai si scaricava facilmente Joe si è rivolto ad un professore di fisica dell'università della città della provincia in cui viveva mostrandogli e facendo dei test, dove il professore ha scoperto che con una batteria da 1,5volts si mantiene più a lungo la carica ionizzante.Joe e il professore fecero troppo rumore, troppa pubblicità a questa cella nell'area dove vivevano. E le voci arrivarono anche a chi ha visto minacciati i propri interessi.Poco dopo il professore muore e Joe viene picchiato e gli viene distrutta l'officina durante una notte.Joe sparisce dalla scena per 7 anni dal 1993 al 2000, quando internet si diffonde e molti suoi amici iniziano a mettere documenti online e preparano dei manualetti Joe riappare in alcuni video su Youtube.Il disegno della Joe Cell è tremendamente simile a molte macchine di Nikola Tesla. È probabile che si tratti della stessa invenzione che americani e inglesi applicarono in ambito militare ai loro carri armati a benzina.Molti documenti di Nikola Tesla gli furono trafugati e furono secretati. Documenti che portarono a invenzioni come il radar, le micro-onde e le trasmissioni di informazioni via radio. O l'ultima della ricarica di piccoli strumenti elettronici via etere, appara qui su P.I. qualche settimana fa.A me non interessa chi e perché non prende questa invenzione e la rende di pubblico dominio.Io ti dico solo, la documentazione su Internet c'è, io ti ho spiegato come ho fatto a fare andare un motore a combustione con sola aria ionizzata.Io non posso apparire in pubblico almeno finché in Italia non se ne parli così tanto da rendere difficile intimidire o uccidere tutti quelli che si fanno troppa pubblicità.E questo forum è letto da migliaia di persone.Te lo ripeto. Prendi usato allo sfascio un motore motociclistico raffreddato al liquido,smonta il coperchio del pickup e la piastra di anticipo.Fanne fare una modificata che faccia fare la scintilla non a 16-18° prima del PMS ma almeno 40-50° prima.Segui le istruzioni che ci sono su Internet per caricare una Joe Cell, ne puoi comprare una su Internet su eBay per $85, oppure prendi dei cilindri acciaio inox 316L a basso residuo magnetico e la fai da te come mostrato nei documenti. Applicala al motore sul baco e prova.Poi su complotti e sale di Wanna Marchi ne riparliamo, io ti sto dicendo come con 200 euro puoi iniziare a sperimentare. E non ti sto vendendo niente, perché il materiale è semplice ferramenta.Se tu ti credi più furbo a chiederti il perché le banche e le aziende non ci hanno pensato, forse tanto furbo non lo sei, e chi è più furbo di te ha già salvato questo mio messaggio e si è messo all'opera in garage per fare qualche prova.Un motore incidentato da una rottamazione lo prendi per 100-200 euro, meno di 200 euro per i cilindri di acciaio, qualche bullone, tubi, una valvola pressostatica per idraulica e il lavoro di un torniere.
  • Anonimo scrive:
    Tutti contro Bill
    Mentre dall'altra parte Google inizia a segnarsi anche quando scurregiate... e per cosa poi? perchè ha detto "tecnologia no stop"Scusate ma questi forum sono pieno di frustati perchè non mi posso spiegare ulteriormente come ci si continui ad accanire contro le più stupide michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli occhi tutto quello che fanno altri, solo perchè magari hanno dato qualche soldo a qualche esponente o progetto opens-source. Vi fate pilotare come burattini.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti contro Bill
      - Scritto da:
      perchè non mi posso spiegare ulteriormente come
      ci si continui ad accanire contro le più stupide
      michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli
      occhi tutto quello che fanno altri,Perché MS è un monopolio arrogante, aggressivo e distruttivo che frena lo sviluppo da una decina di anni ormai.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti contro Bill

        Perché MS è un monopolio arrogante, aggressivo e
        distruttivo che frena lo sviluppo da una decina
        di anni
        ormai.E già. Pensa che nel salumificio di mia zia con un server e 4 pc potrebbero avere un cluster linux totalmente gratuito ed invece hanno uno SBS da 900 euro scarsi. Lavorano e fatturano ma se pensiamo che se non ci fosse stato bill gates chissà dove sarebbero ora... magari a quest'ora erano già un gruppo bancario.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti contro Bill
          - Scritto da:
          Lavorano e fatturano ma se
          pensiamo che se non ci fosse stato bill gates
          chissà dove sarebbero ora... magari a quest'ora
          erano già un gruppo
          bancario.Si sa, Bill Gates passa la vita a regalare, installare e configurare PC nei salumifici (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro Bill
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Lavorano e fatturano ma se

            pensiamo che se non ci fosse stato bill gates

            chissà dove sarebbero ora... magari a quest'ora

            erano già un gruppo

            bancario.

            Si sa, Bill Gates passa la vita a regalare,
            installare e configurare PC nei salumifici
            (rotfl)no, lo fa stallman gratuitamente
          • Anonimo scrive:
            Re: Tutti contro Bill
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Lavorano e fatturano ma se


            pensiamo che se non ci fosse stato bill gates


            chissà dove sarebbero ora... magari a
            quest'ora


            erano già un gruppo


            bancario.



            Si sa, Bill Gates passa la vita a regalare,

            installare e configurare PC nei salumifici

            (rotfl)

            no, lo fa stallman gratuitamenteBella risposta, mi hai quasi spiazzatoMa ho l'arma segreta: "Specchio riflesso" !
      • Anonimo scrive:
        Re: Tutti contro Bill
        - Scritto da:

        - Scritto da:


        perchè non mi posso spiegare ulteriormente come

        ci si continui ad accanire contro le più stupide

        michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli

        occhi tutto quello che fanno altri,

        Perché MS è un monopolio arrogante, aggressivo e
        distruttivo che frena lo sviluppo da una decina
        di anni
        ormai.se così fosse, non dovrebbero esistere apple, firefox, google, open office e lo stesso linuxmi sa che l'unica cosa che ms frena è la capacità di ragionare di alcuni falliti, che in bill trovano giustificazione e consolazione alle proprie incapacità
        • Anonimo scrive:
          Re: Tutti contro Bill
          - Scritto da:


          perchè non mi posso spiegare ulteriormente
          come


          ci si continui ad accanire contro le più
          stupide


          michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli


          occhi tutto quello che fanno altri,



          Perché MS è un monopolio arrogante, aggressivo e

          distruttivo che frena lo sviluppo da una decina

          di anni

          ormai.

          se così fosse, non dovrebbero esistere apple,
          firefox, google, open office e lo stesso
          linuxFirefox, OOo e Linux "sfuggono" alla logica di mercato, per combatterli la Microsoft può solo adottare la classica tecnica del FUD.Google è cresciuta in un mercato nel quale la Microsoft non era dominante, si può quasi considerare un'eccezione, infatti Microsoft cerca disperatamente in tutti i modi di "fotterla" (Parole di Steve Ballmer ;))Ultimo accenno a Apple, ditta più volte data per spacciata ma che è sopravvissuta sopratutto grazie al carisma di Jobs, alla base di "fanboy" e per essere riuscita a "reinventarsi" quando era necessario (iPod, iTunes).
          mi sa che l'unica cosa che ms frena è la capacità
          di ragionare di alcuni falliti, che in bill
          trovano giustificazione e consolazione alle
          proprie
          incapacitàQuesta potevi risparmiartela, gli insulti e le infantili insinuazioni non aiutano certo a prenderti sul serio ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti contro Bill
      - Scritto da:
      Mentre dall'altra parte Google inizia a segnarsi
      anche quando scurregiate... e per cosa poi?
      perchè ha detto "tecnologia no
      stop"

      Scusate ma questi forum sono pieno di frustati
      perchè non mi posso spiegare ulteriormente come
      ci si continui ad accanire contro le più stupide
      michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli
      occhi tutto quello che fanno altri, solo perchè
      magari hanno dato qualche soldo a qualche
      esponente o progetto opens-source. Vi fate
      pilotare come
      burattini.Be', dovrai fartene una ragione.Ma anche no, noi viviamo benissimo lo stesso. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Tutti contro Bill
      - Scritto da:
      Mentre dall'altra parte Google inizia a segnarsi
      anche quando scurregiate... e per cosa poi?
      perchè ha detto "tecnologia no
      stop"

      Scusate ma questi forum sono pieno di frustati
      perchè non mi posso spiegare ulteriormente come
      ci si continui ad accanire contro le più stupide
      michiate di MS e lasciarsi passare sotto gli
      occhi tutto quello che fanno altri, solo perchè
      magari hanno dato qualche soldo a qualche
      esponente o progetto opens-source. Vi fate
      pilotare come
      burattini.questo è un forum di troll, a partire dalla redazione che confeziona titoli e articoli ad hoc :(
  • Shabadà scrive:
    Re: Riscaldamento globale, fine petrolio
    sii più ottimista: e se fosse proprio il quadro a tinte fosche che descrivi la molla per il prossimo salto tecnologico?prova a pensarci: eventi terribili come le guerre mondiali hanno avuto un enorme impatto sull'evoluzione della tecnologia, i cui effetti si sono avuti anche in periodo di pace (pensa al radar e ricordiamoci che la rete dove discutiamo ora nasce da un progetto militare americano nato durante la guerra fredda, più o meno...)"La necessità aguzza l'ingegno" e se saremo tanto folli (e purtroppo lo siamo) da trovarci nei guai che segnali tu, confido che gli uomini sapranno tirare fuori il giusto coniglio dal cilindro
  • Anonimo scrive:
    Nostracagus!
    Come da titolo :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Nostracagus!
      - Scritto da:
      Come da titolo :p : forse pensi pure di essere comico :
      • Anonimo scrive:
        Re: Nostracagus!
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Come da titolo :p

        : forse pensi pure di essere comico :Be', ammetto che Steve "Sedia Developers" Ballmer e Bill "Pipistrello BSOD" Gates come cabarettisti mi battono a mani basse :$ :p :D
  • Anonimo scrive:
    Tremendo come...
    ...l'unico esempio che è riuscito a fare sul futuro riguarda gli e-book, uno dei più grandi flop moderni.Dov'è finito il Bill Gates che scriveva addirittura libri sulle tecnologie future? (ghost)
    • Kirisuto scrive:
      Re: Tremendo come...
      - Scritto da:
      ...l'unico esempio che è riuscito a fare sul
      futuro riguarda gli e-book, uno dei più grandi
      flop
      moderni.
      Dov'è finito il Bill Gates che scriveva
      addirittura libri sulle tecnologie future?
      (ghost)Quello succedeva in un universo parallelo, prima che la Terra fosse catapultata dentro una discontinuità spazio-temporale 8)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tremendo come...
        - Scritto da: Kirisuto

        Dov'è finito il Bill Gates che scriveva

        addirittura libri sulle tecnologie future?

        (ghost)

        Quello succedeva in un universo parallelo, prima
        che la Terra fosse catapultata dentro una
        discontinuità spazio-temporale
        8)E io che pensavo fosse tagliata male :|Maledette discontinuità :@ !!
        • Kirisuto scrive:
          Re: Tremendo come...
          - Scritto da:

          - Scritto da: Kirisuto



          Dov'è finito il Bill Gates che scriveva


          addirittura libri sulle tecnologie future?


          (ghost)



          Quello succedeva in un universo parallelo, prima

          che la Terra fosse catapultata dentro una

          discontinuità spazio-temporale

          8)

          E io che pensavo fosse tagliata male :|
          Maledette discontinuità :@ !! :o :| :@ 8) :p :D
  • Anonimo scrive:
    Un eroe pisquano?
    Non credo, a colto l'occasione per far volente o nolente parlare dell'open source. Spero per lui che il suo gesto non gli crei spiacevoli conseguense.A proposito di cattivi, com'è finita per Aleksandr Ponosov? ... quel direttore "pirata" di una scuola secondaria di un remoto villaggio degli Urali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Un eroe pisquano?
      Pisquano, etimologicamente, venendo dall'inglese "pipsqueak", non è corretto per Bill Gates, che è uno spilungone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un eroe pisquano?
        - Scritto da:
        Pisquano, etimologicamente, venendo dall'inglese
        "pipsqueak", non è corretto per Bill Gates, che è
        uno
        spilungone.Per fare un esempio concreto, "pipsqueak" è calzante per Giuliano Amato, Steve Buscemi, Vittorio Agnoletto, Marco Follini, Piero Fassino solo se fosse più basso :D, Silvio Berlusconi senza rialzi (idea) O) (rotfl) et similia.
        • Anonimo scrive:
          Re OT - Un eroe pisquano?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Pisquano, etimologicamente, venendo dall'inglese

          "pipsqueak", non è corretto per Bill Gates, che
          è

          uno

          spilungone.

          Per fare un esempio concreto, "pipsqueak" è
          calzante per Giuliano Amato, Steve Buscemi,
          Vittorio Agnoletto, Marco Follini, Piero Fassino
          solo se fosse più basso :D, Silvio Berlusconi
          senza rialzi (idea) O) (rotfl) et
          similia.Caspiterina "pisquano" ti ha fatto venire in mete tutta quella gente, ma io non lo dicevo a Bill ma al cinese :DLa Rossa
          • Anonimo scrive:
            Re: Re OT - Un eroe pisquano?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Pisquano, etimologicamente, venendo
            dall'inglese


            "pipsqueak", non è corretto per Bill Gates,
            che

            è


            uno


            spilungone.



            Per fare un esempio concreto, "pipsqueak" è

            calzante per Giuliano Amato, Steve Buscemi,

            Vittorio Agnoletto, Marco Follini, Piero Fassino

            solo se fosse più basso :D, Silvio Berlusconi

            senza rialzi (idea) O) (rotfl) et

            similia.



            Caspiterina "pisquano" ti ha fatto venire in
            mete tutta quella gente, ma io non lo dicevo a
            Bill ma al cinese
            :D

            La RossaOooops! :$ :D
  • Anonimo scrive:
    Polizia e contestatore
    ...finché l'anonimo contestatore non è sceso dal palco ed è stato fermato dagli ufficiali di polizia, che lo hanno infine portato via per interrogarlo.???????Interrogarlo? In Cina? Secondo me l'hanno spedito in una fossa comume con un proiettile in testa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Polizia e contestatore
      - Scritto da:
      ...finché l'anonimo contestatore non è sceso dal
      palco ed è stato fermato dagli ufficiali di
      polizia, che lo hanno infine portato via per
      interrogarlo.

      ???????

      Interrogarlo? In Cina? Secondo me l'hanno spedito
      in una fossa comume con un proiettile in
      testa.Magari lo rinchiuderanno in manicomio. Il posto adatto a chi sale su un palco e inizia a urlare slogan senza senso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Polizia e contestatore
        - Scritto da:
        Magari lo rinchiuderanno in manicomio. Il posto
        adatto a chi sale su un palco e inizia a urlare
        slogan senza
        senso.... sogno ... un mondo senza politici ...
      • Giambo scrive:
        Re: Polizia e contestatore
        - Scritto da:
        Magari lo rinchiuderanno in manicomio. Il posto
        adatto a chi sale su un palco e inizia a urlare
        slogan senza
        senso.Developers, developers, developers !Developers, developers, developers !Developers, developers, developers, developers, developers, developers !!
        • Anonimo scrive:
          Re: Polizia e contestatore
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da:


          Magari lo rinchiuderanno in manicomio. Il posto

          adatto a chi sale su un palco e inizia a urlare

          slogan senza

          senso.

          Developers, developers, developers !
          Developers, developers, developers !
          Developers, developers, developers, developers,
          developers, developers
          !!You've lost me... what fucking did you mean?
          • Anonimo scrive:
            Re: Polizia e contestatore
            - Scritto da:

            - Scritto da: Giambo



            - Scritto da:




            Magari lo rinchiuderanno in manicomio. Il
            posto


            adatto a chi sale su un palco e inizia a
            urlare


            slogan senza


            senso.



            Developers, developers, developers !

            Developers, developers, developers !

            Developers, developers, developers, developers,

            developers, developers

            !!

            You've lost me... what fucking did you mean?Davvero sei vissuto su Marte negli ultimi anni?http://www.youtube.com/watch?v=drLO_LG0W9w
  • Anonimo scrive:
    OT - Ma con i soldi che ha..
    Comprarsi una montatura decente no? (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Bill la dice giusta al 50%
    Che le tecnologie informatiche continueranno ad evolversi ha ragione ma non credo che il silicio rimarrà protagonista ancora a lungo.Già adesso le nuove cpu hanno smesso di inseguire i crudi Mhz e sono passate ai multicore. La costante battaglia commerciale fa si che troviamo già annunci trionfali di cpu a 8 core quando le attuali applicazioni d'uso comune non ne necessitano più di uno (facciamo due e con parecchie riserve).Probabilmente tra 5 anni saremo lì a discutere del Pentium 6 e Athlon XYZWP entrambi 32 core e 64Mb di cache. Arriverà però un punto che anche sta corsa ai core dovrà concludersi e dopo ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill la dice giusta al 50%
      Anche sui core in parallelo c'è un limite.Credo sia stato già verificato che per risolvere un problema il picco di efficienza del lavoro di gruppo si ottiene con 3 persone, dopo le 10 si va in perdita perché si perde più tempo ad organizzarle che a lavorare.La stessa cosa varrà anche per le CPU, in più l'esecuzione di un software in parallelo è molto difficile se non inutile in molti casi. Credo che invece il progresso in questo momento debba andare nella direzione della qualità: stabilità, robustezza, facilità d'uso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill la dice giusta al 50%
        Uno quanto hai detto te e l'altro è anche il fattore dissipazione. Se adesso per andare tranquilli bisogna montare dei mostri di rame come certi Zalman (il fatal1ty riesce a coprire perfino un paio di slot della ram tanto è esteso), tra qualche anno dovremo progettare i pc intorno ai radiatori delle auto ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bill la dice giusta al 50%
      - Scritto da:
      Che le tecnologie informatiche continueranno ad
      evolversi ha ragione ma non credo che il silicio
      rimarrà protagonista ancora a
      lungo.
      Già adesso le nuove cpu hanno smesso di inseguire
      i crudi Mhz e sono passate ai multicore. La
      costante battaglia commerciale fa si che troviamo
      già annunci trionfali di cpu a 8 core quando le
      attuali applicazioni d'uso comune non ne
      necessitano più di uno (facciamo due e con
      parecchie
      riserve).
      Probabilmente tra 5 anni saremo lì a discutere
      del

      Pentium 6 e Athlon XYZWP entrambi 32 core e 64Mb
      di cache. Arriverà però un punto che anche sta
      corsa ai core dovrà concludersi e dopo
      ?Convieni che "dirla giusta al 50%" e' probabilisticamente congruo a dire "spararla a caso" ? Se la frase "il boom tecnologico continuera" e' giusta al 50% significa che lo e' anche la frase contraria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bill la dice giusta al 50%
        Ma infatti te credi che vedremo mai in giro cpu per pc domestici da 32 core per fare cosa poi, vedere qualche divx in HD ?
  • Anonimo scrive:
    Oh admin cambia Os
    manco le battute adesso ?!!! In compenso passano tranquilli tranquilli:1.Che cog___ne il contestatore 2.Fanatici open source ....
  • Anonimo scrive:
    Re: controtendenza
    - Scritto da: Angelone
    Parlando del mondo "consumer":

    Andando controtendenza, penso che ci sarà un
    momento in cui la potenza di calcolo, le
    dimensioni e le possibilità arriveranno ad un
    punto in cui non si investirà più nell'hardware.
    Stesso discorso anche per il software. Ormai
    esiste già una applicazione per qualsiasi nostra
    esigenza, anche quelle a cui non abbiamo ancora
    pensato fino ad
    oggi.

    Il vecchio Bill, ladro alla xerox, non ha ideato
    nulla di veramente sconvolgente in tutti questi
    anni. Ha scopiazzato a destra e a manca. Tutt'ora
    si comporta
    così.io mi chiedo se è davvero questo il livello di comprensione dell'italiano medio...il vecchio bill non si è mai posto come inventore o scienziato, ma come azzeccatore di trendy prossimi futuri, l'uomo con il fiuto dell'affare e la gente lo ascolta incuriosita per questoe apriteli sti occhi coperti dalla mortadella... ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: controtendenza
      Che sia un bravo uomo di business nessuno lo nega. Che sia un profeta della scienza e della tecnologia, lui !?...che non ha mai lavorato come ricercatore, che non ha nemmeno una laurea (si, ad honorem ed in LEGGE) e che si e' sempre occupato di muovere soldi...capisci che non crederei nemmeno a Steve Jobs se si mettesse a fantasticare sul futuro. Io credo a persone ragionevoli che lavorano personalmente sul campo, non ad uno che anni fa disse "640K di memoria basteranno per tutti". E cmq...cos'altro potrebbe dire uno che ha una software house da miliardi di dollari !? che nel futuro ci sara' una regressione tecnologica ? E a chi le vende le finestre dopo ?saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: controtendenza

      io mi chiedo se è davvero questo il livello di
      comprensione dell'italiano
      medio...

      il vecchio bill non si è mai posto come inventore
      o scienziato, ma come azzeccatore di trendy
      prossimi futuri, l'uomo con il fiuto dell'affare
      e la gente lo ascolta incuriosita per
      questo

      e apriteli sti occhi coperti dalla mortadella...
      ;)
      Beh, anche come azzeccatore di trendy prossimi futuri lascia un po' a desiderare...Ti ricordi "la strada che porta al futuro?", il suo libro? Uscito nel 1996 (in regolare ritardo rispetto alla data prestabilita, secondo la tradizione della casa), NON ACCENNAVA MINIMAMENTE AD INTERNET.Fino a quella data MS era totalmente assente da Internet. Ti ricordi che aveva il PC cosa faceva per accedere ad Internet?Certo, poi ha sbadilato soldi ed ha messo in campo tutta la potenza di fuoco di cui disponeva per rimediare al terribile errore.Un'altra azienda sarebbe fallita.Diciamo che quindi NON SOLO non si sono avverate le sue "profezie" ma non riusciva a vedere nemmeno il presente.Questo e' Bill Gates.
    • Anonimo scrive:
      Re: controtendenza
      - Scritto da:

      - Scritto da: Angelone

      Parlando del mondo "consumer":



      Andando controtendenza, penso che ci sarà un

      momento in cui la potenza di calcolo, le

      dimensioni e le possibilità arriveranno ad un

      punto in cui non si investirà più
      nell'hardware.

      Stesso discorso anche per il software. Ormai

      esiste già una applicazione per qualsiasi nostra

      esigenza, anche quelle a cui non abbiamo ancora

      pensato fino ad

      oggi.



      Il vecchio Bill, ladro alla xerox, non ha ideato

      nulla di veramente sconvolgente in tutti questi

      anni. Ha scopiazzato a destra e a manca.
      Tutt'ora

      si comporta

      così.

      io mi chiedo se è davvero questo il livello di
      comprensione dell'italiano
      medio...

      il vecchio bill non si è mai posto come inventore
      o scienziato, ma come azzeccatore di trendy
      prossimi futuri, l'uomo con il fiuto dell'affare
      e la gente lo ascolta incuriosita per
      questo

      e apriteli sti occhi coperti dalla mortadella...
      ;)
      Zio Bill i trend li azzecca quando non sono più futuri, ma presenti e collaudati da altri a loro rischio e pericolo.Poi con la potenza economica del suo marketing, fa credere di averli lanciati lui.
      • Anonimo scrive:
        Re: controtendenza
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        - Scritto da: Angelone


        Parlando del mondo "consumer":





        Andando controtendenza, penso che ci sarà un


        momento in cui la potenza di calcolo, le


        dimensioni e le possibilità arriveranno ad un


        punto in cui non si investirà più

        nell'hardware.


        Stesso discorso anche per il software. Ormai


        esiste già una applicazione per qualsiasi
        nostra


        esigenza, anche quelle a cui non abbiamo
        ancora


        pensato fino ad


        oggi.





        Il vecchio Bill, ladro alla xerox, non ha
        ideato


        nulla di veramente sconvolgente in tutti
        questi


        anni. Ha scopiazzato a destra e a manca.

        Tutt'ora


        si comporta


        così.



        io mi chiedo se è davvero questo il livello di

        comprensione dell'italiano

        medio...



        il vecchio bill non si è mai posto come
        inventore

        o scienziato, ma come azzeccatore di trendy

        prossimi futuri, l'uomo con il fiuto dell'affare

        e la gente lo ascolta incuriosita per

        questo



        e apriteli sti occhi coperti dalla
        mortadella...


        ;)



        Zio Bill i trend li azzecca quando non sono più
        futuri, ma presenti e collaudati da altri a loro
        rischio e
        pericolo.
        Poi con la potenza economica del suo marketing,
        fa credere di averli lanciati
        lui.Già, mi ricordo per esempio una buzzword microsoft: MULTIMEDIALE! Sembrava l'avessero inventato loro... peccato che Amiga ci fosse arrivato tanti anni prima al multimedia...
        • TADsince1995 scrive:
          Re: controtendenza


          Zio Bill i trend li azzecca quando non sono più

          futuri, ma presenti e collaudati da altri a loro

          rischio e

          pericolo.

          Poi con la potenza economica del suo marketing,

          fa credere di averli lanciati

          lui.Questa è bellissima, me la segno subito.
          Già, mi ricordo per esempio una buzzword
          microsoft: MULTIMEDIALE! Sembrava l'avessero
          inventato loro... peccato che Amiga ci fosse
          arrivato tanti anni prima al
          multimedia...Come non quotarti. Peccato che molti l'Amiga lo ricordino solo per i floppy coi giochi copiati e il joystick da distruggere. Ah dannata Commodore, poteva schiacciare Microsoft come il pneumatico di un Tir schiaccia una formica...TAD
          • Giambo scrive:
            Re: controtendenza
            - Scritto da: TADsince1995
            Ah dannata Commodore,
            poteva schiacciare Microsoft come il pneumatico
            di un Tir schiaccia una
            formica...Aveva tutte le carte in regola.Come e' riuscita a sbagliare tutto rimane ancora un mistero :'( ... Pero' credo che IBM, con il suo peso presso manager informaticamente idioti, abbia contribuito a dare l'idea che Amiga non fosse una macchina seria se confrontata con i propri "XT", "AT" e al limite PS/2. Di riflesso Microsoft ha cominciato la sua ascesa ...
          • Anonimo scrive:
            Re: controtendenza
            - Scritto da: Giambo

            - Scritto da: TADsince1995

            Ah dannata Commodore,

            poteva schiacciare Microsoft come il pneumatico

            di un Tir schiaccia una

            formica...

            Aveva tutte le carte in regola.
            Come e' riuscita a sbagliare tutto rimane ancora
            un mistero :'( ... Pero' credo che IBM, con il
            suo peso presso manager informaticamente idioti,
            abbia contribuito a dare l'idea che Amiga non
            fosse una macchina seria se confrontata con i
            propri "XT", "AT" e al limite PS/2. Di riflesso
            Microsoft ha cominciato la sua ascesa
            ...Quando ero matricola, in effetti, a ingegneria c'era molto questo vezzo di bollare l'amiga come macchina "poco seria".Solo quando ho avuto la sfiga, dopo aver programmato solo su unix, di scrivere un programma per DOS ho capito qual'era veramente la macchina meno seria. :@ :| :p
  • Anonimo scrive:
    Ma che Vista lunga che hai .....
    :D :D :D :D :D :D
  • Anonimo scrive:
    Fanatici open source
    Ci mancava solo il cavallo pazzo del freesoftware... :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: Fanatici open source
      Ormai Bill Gates non se lo fila più nessuno.E le proteste sono all'ordine del giorno.Poi se iniziano a sbeffeggiarlo pure i capi di stato e pure alle sue conferenze vuol dire che ha proprio rotto i cosiddetti.
  • Kirisuto scrive:
    Ma in questo mirabolante futuro...
    ...che posto avrà MS?http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1966007&id=1963216
  • Anonimo scrive:
    Il "ragazzo" ha la Vista lunga
    :D :D :D :D :D :D :D :Dsorry non ho resistito alla trollata (troll3)(troll3)(troll3)
  • Anonimo scrive:
    Evoluzione Tecnologica
    Certo che deve migliorare l'evoluzione tecnologica, altrimenti come farà a girare il nuovo s.o. Microsoft? :D
  • Anonimo scrive:
    Ma c'era bisogno...
    ... di piazzare una foto così orrenda ed enorme di Bill? :| :
  • Anonimo scrive:
    previsioni alla bill
    dopo i 640 kb di ram, le previsioni pessimistiche sull'evoluzione di internetadesso
    Gates prevede che lo sviluppo costante delle
    infrastrutture digitali non subirà alcuno stop... io comincio a toccarmi !
  • Anonimo scrive:
    Paragoni
    BILL GATES=NOSTRADAMUSSTALLMANN = MAGO ZURLI'tristezza senza eguali :(anonimo)(anonimo)(anonimo)
    • Anonimo scrive:
      Re: Paragoni
      - Scritto da:
      BILL GATES=NOSTRADAMUS

      STALLMANN = MAGO ZURLI'

      tristezza senza eguali
      :(anonimo)(anonimo)(anonimo)Ormai bisogna prenderli per quello che sono.Due vecchi coglioni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Paragoni
      - Scritto da:
      BILL GATES=NOSTRADAMUS

      STALLMANN = MAGO ZURLI'

      tristezza senza eguali
      :(anonimo)(anonimo)(anonimo)BALLMER = BOMBOLO...e torna l'allegria!!! :D :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Paragoni
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        BILL GATES=NOSTRADAMUS



        STALLMANN = MAGO ZURLI'



        tristezza senza eguali

        :(anonimo)(anonimo)(anonimo)

        BALLMER = BOMBOLO

        ...e torna l'allegria!!! :D :D :DOcchio che non faccia vènti, però :o :| : :p :D
  • Anonimo scrive:
    Bill Blofeld III
    Bill Gates is a monocle and a Persian cat away from being the villain in a James Bond movie.
  • Anonimo scrive:
    Visto che prevede il futuro...
    ...che ci dice di Ubuntu?E di Zune?E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso sul numero di console vendute ai clienti finali?
    • Anonimo scrive:
      Re: Visto che prevede il futuro...
      - Scritto da:
      ...che ci dice di Ubuntu?
      E di Zune?
      E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso sul
      numero di console vendute ai clienti
      finali?Se fosse comunista potrebbe dire "sono compagni che hanno sbagliato", ma visto che è un capitalista si dovrà inventare qualcos'altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Visto che prevede il futuro...
      - Scritto da:
      ...che ci dice di Ubuntu?
      E di Zune?
      E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso sul
      numero di console vendute ai clienti
      finali?Dai.. nessuno crede che bill prevede il futuro... si parla al massimo di fiuto sul trendy a venireVoi sempre pronti a mistificare, vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: Visto che prevede il futuro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...che ci dice di Ubuntu?

        E di Zune?

        E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso
        sul

        numero di console vendute ai clienti

        finali?

        Dai.. nessuno crede che bill prevede il futuro...
        si parla al massimo di fiuto sul trendy a
        venire

        Voi sempre pronti a mistificare, vero?No è solo questione di memoria delle "fiutatate" precedenti!"Internet? una moda passegera!"...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Visto che prevede il futuro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...che ci dice di Ubuntu?

        E di Zune?

        E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso
        sul

        numero di console vendute ai clienti

        finali?

        Dai.. nessuno crede che bill prevede il futuro...
        si parla al massimo di fiuto sul trendy a
        venire

        Voi sempre pronti a mistificare, vero?Fiuto? Veramente MS non ha mai "fiutato" per prima i nuovi trend, anche se non posso proprio negare che è stata bravissima a "fiutare" quando i veri pionieri avevano visto giusto sul futuro, riuscendo spesso a buttarli fuori mercato o relegarli nelle retrovie perfino quando arrivava ultima su un determinato settore del mercato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Visto che prevede il futuro...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ...che ci dice di Ubuntu?

        E di Zune?

        E di XBox360 con le stime rivedute al ribasso
        sul

        numero di console vendute ai clienti

        finali?

        Dai.. nessuno crede che bill prevede il futuro...
        si parla al massimo di fiuto sul trendy a
        venire

        Voi sempre pronti a mistificare, vero?Nessuno dice o nega che Zio Bill non sia stato capace nel prevedere l'importanza dei s.o. (ma nessuno si ricorda Olivetti?? Insegnava agli americani informatica...)ma....ma non ha fiutatonel 1990 una causa intentata per sospetta violazione di copyright che riguardava il Codice Amado, M$ viene riconosciuta colpevole di uno dei dieci capi d'accusa e costretta a pagare una multa di 8,96 milioni di dollari, non ha fiutatonel 1994 la causa persa ed intentata dalla Stac Electronics per violazione di copyright di un software incluso nel proprio MS-DOS, non ha fiutato nel 2000 la citazione in giudizio e censura dell'antitrust americano per i suoi tentativi di monopolizzare il mercato dell'informatica attraverso l'integrazione irreversibile di prodotti gratuiti e commerciali in sede di preinstallazione sui PC di tipo IBM-compatibile, non ha fiutato la megamulta per continue violazioni alle regole comunitarie (UE) in materia di concorrenza attraverso la vendita abbinata del software Media Player con il sistema operativo Windows, non ha fiutato le multe (fino 3 mil al giorno, sempre UE) per avere preteso cifre elevate per fornire dati e informazioni (sull'interoperabilità) ai produttori di software, non ha fiutato, in Corea del Sud, l'Antitrust che ha inflitto a Microsoft una multa di 34,5 milioni di dollari per abuso di posizione dominantenon ha fiutato l'altra megamulta del brevetto audio Mp3, di proprietà di Alcatel e sviluppato a suo tempo dai laboratori Lucent, grazie allo scienziato italiano (guarda un pò ancora un italiano)Leonardo ChiariglioneMi sà che deve farsi operare al naso.....Microsoft a inciampare in un brevetto, e per la precisione quello (cruciale) che riguarda il formato audio Mp3, di proprietà di Alcatel
        • Anonimo scrive:
          Re: Visto che prevede il futuro...
          Io credo che li abbia fiutati benissimo, ma che li abbia messi in bilancio, nel senso che ha fiutato che comunque anche con le violazioni avrebbe guadagnato molto più di quanto sarebbe andata a pagare negli accordi extra-giudiziari.
  • Anonimo scrive:
    Re: controtendenza
    Giusto, e quanto scrivi completa anche alcune cose scritte qui:http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1965570&m_id=1965780&r=PI
  • Anonimo scrive:
    D'accordo, ma...
    ... che ruolo avrà MS in questo futuro?Ridimensionato, a giudicare dalle pessime notizie, come quelle dell'ultimo fine settimana:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963158&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963158&m_id=1965397&r=PIe la moltitudine di altri thread che la notizia ha generato, poi:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963194&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1964617&id=1963194&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_id=1965347&r=PIhttp://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_id=1964734&r=PIetc.Bill Gates cerca in ogni modo di attirare l'attenzione si MS e i suoi prodotti, ma il trend che si sta delineando dice una cosa su di loro: marginalizzazione.Non falliranno, diventeranno forse ancora più ricchi, ma saranno dei ricchi "provinciali", dominatori di quello che fu un tempo il settore principale dell'IT, ma sarà in futuro una sua parte minoritaria.Il mondo IT sta crescendo attorno al mondo di MS e ogni suo tentativo di uscire dal suo piccolo mondo ed espandersi in quello più grande che lo racchiude è finora fallito miseramente.
    • Anonimo scrive:
      Re: D'accordo, ma...
      Anche in questo thread ci sono spunti interessanti:http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1965570&m_id=1965781&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: D'accordo, ma...
      - Scritto da:
      ... che ruolo avrà MS in questo futuro?
      Ridimensionato, a giudicare dalle pessime
      notizie, come quelle dell'ultimo fine
      settimana:
      http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963158&r=PI
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963158&m_i
      e la moltitudine di altri thread che la notizia
      ha generato,
      poi:
      http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963194&r=PI
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1964617&i
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i
      http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i
      etc.

      Bill Gates cerca in ogni modo di attirare
      l'attenzione si MS e i suoi prodotti, ma il trend
      che si sta delineando dice una cosa su di loro:
      marginalizzazione.io non vedo alcun segnale di marginalizzazionese credete davvero alle schiocchezze che dite, allora bill può continuare a dormire su sette cuscini
      Non falliranno, diventeranno forse ancora più
      ricchi, ma saranno dei ricchi "provinciali",
      dominatori di quello che fu un tempo il settore
      principale dell'IT, ma sarà in futuro una sua
      parte
      minoritaria.
      Il mondo IT sta crescendo attorno al mondo di MS
      e ogni suo tentativo di uscire dal suo piccolo
      mondo ed espandersi in quello più grande che lo
      racchiude è finora fallito
      miseramente.microsoft, piccolo mondo? (rotfl)ma dove vivete, nelle cantine?
      • Anonimo scrive:
        Re: D'accordo, ma...
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        ... che ruolo avrà MS in questo futuro?

        Ridimensionato, a giudicare dalle pessime

        notizie, come quelle dell'ultimo fine

        settimana:


        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963158&r=PI


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963158&m_i

        e la moltitudine di altri thread che la notizia

        ha generato,

        poi:


        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963194&r=PI


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1964617&i


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i

        etc.



        Bill Gates cerca in ogni modo di attirare

        l'attenzione si MS e i suoi prodotti, ma il
        trend

        che si sta delineando dice una cosa su di loro:

        marginalizzazione.

        io non vedo alcun segnale di marginalizzazione

        se credete davvero alle schiocchezze che dite,
        allora bill può continuare a dormire su sette
        cuscini
        Non chiediamo altro che faccia così.

        Non falliranno, diventeranno forse ancora più

        ricchi, ma saranno dei ricchi "provinciali",

        dominatori di quello che fu un tempo il settore

        principale dell'IT, ma sarà in futuro una sua

        parte

        minoritaria.

        Il mondo IT sta crescendo attorno al mondo di MS

        e ogni suo tentativo di uscire dal suo piccolo

        mondo ed espandersi in quello più grande che lo

        racchiude è finora fallito

        miseramente.

        microsoft, piccolo mondo? (rotfl)

        ma dove vivete, nelle cantine?Piccolo mondo in prospettiva futura rispetto a quello che è il mercato IT , delle comunicazioni e dell'elettronica di consumo attuale globalmente e quello che saranno in futuro con l'espansione dei mercati.Nelle cantine ci vivrà chi crede che l'attuale mercato abbia un'importanza globale che si manterrà tale immutabilmente anche in futuro e che pure gli equilibri delle forze siano immutabili.
      • Anonimo scrive:
        Re: D'accordo, ma...
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        ... che ruolo avrà MS in questo futuro?

        Ridimensionato, a giudicare dalle pessime

        notizie, come quelle dell'ultimo fine

        settimana:


        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963158&r=PI


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963158&m_i

        e la moltitudine di altri thread che la notizia

        ha generato,

        poi:


        http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1963194&r=PI


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1964617&i


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i


        http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1963194&m_i

        etc.



        Bill Gates cerca in ogni modo di attirare

        l'attenzione si MS e i suoi prodotti, ma il
        trend

        che si sta delineando dice una cosa su di loro:

        marginalizzazione.

        io non vedo alcun segnale di marginalizzazione

        se credete davvero alle schiocchezze che dite,
        allora bill può continuare a dormire su sette
        cuscini


        Non falliranno, diventeranno forse ancora più

        ricchi, ma saranno dei ricchi "provinciali",

        dominatori di quello che fu un tempo il settore

        principale dell'IT, ma sarà in futuro una sua

        parte

        minoritaria.

        Il mondo IT sta crescendo attorno al mondo di MS

        e ogni suo tentativo di uscire dal suo piccolo

        mondo ed espandersi in quello più grande che lo

        racchiude è finora fallito

        miseramente.

        microsoft, piccolo mondo? (rotfl)Intendeva piccolo rispetto alla totalità del mercato ad alta tecnologia e a quello che diventerà con la crescita delle nazioni emergenti, sei l'unico che non l'ha afferrato, o fai finta.

        ma dove vivete, nelle cantine?C'è chi argomenta le sue affermazioni, come l'autore del thread, e c'è chi trancia giudizi superficiali, tipo te, o, per esempio, Ballmer quando minimizza iPhone, o, ancora peggio, iPod: e poi saremmo noi a vivere nelle cantine?
    • Anonimo scrive:
      Re: D'accordo, ma...
      Né Bill Gates, né nessun altro alla MS avevano previsto:iPodWiiUbuntuGoogleOpenOfficeFirefox e ThunderbirdAnche in passato MS ha toppato previsioni anche su cose importanti, ma pochi o un solo errore per volta, tanto che si è sempre ripresa alla grande.Ma ora sta succedendo l'inaudito: mai prima d'ora MS aveva toppato su così tante cose e in momenti così ravvicinati, tanto da avere una pericolosa sovrapposizione degli effetti.
  • aistu scrive:
    E ci voleva Bill Gates...
    ... l'evoluzione fà parte della natura. Ci sono film di 10 anni fà che narrano di macchine volanti ed entità positroniche. Mia madre nata in campagna ora scrive e-mail alla zia oltr'alpe. Non ci voleva mica un magnate come Bill Gates, che articolo inutile.
    • soulista scrive:
      Re: E ci voleva Bill Gates...
      - Scritto da: aistu
      ... l'evoluzione fà parte della natura. Ci sono
      film di 10 anni fà che narrano di macchine
      volanti ed entità positroniche. Mia madre nata in
      campagna ora scrive e-mail alla zia oltr'alpe.
      Non ci voleva mica un magnate come Bill Gates,
      che articolo
      inutile.Forse l'articolo voleva parlare dell'inutilità di Bill Gates: un uomo che non ha dato nulla al mondo informatico e tecnologico.
      • Anonimo scrive:
        Re: E ci voleva Bill Gates...
        - Scritto da: soulista
        Forse l'articolo voleva parlare dell'inutilità di
        Bill Gates: un uomo che non ha dato nulla al
        mondo informatico e
        tecnologico.Qualcosa ha dato, qualcosa che per noi sviluppatori e' molto ma molto importante.Ha inculcato in tutti l'idea che e' normale che un software si schianti, sia lento o che abbia strani BUG.Questo ci ha facilitato il compito in maniera drastica: Appena il software e' piu' o meno stabile lo consegnamo al cliente il quale ci fa' da beta-tester senza battere ciglio. Se il software e' troppo lento, per la modica cifra di $cifrone forniamo un'esperto che analizza l'hardware al fine di poter ordinare un upgrade.Comportamenti anomali del software che poco piu di 10 anni fa sarebbero stati inaccettabili ora vengono presi per "normali".Grazie Bill !Un mediocre sviluppatore
        • Anonimo scrive:
          Re: E ci voleva Bill Gates...
          - Scritto da:

          - Scritto da: soulista


          Forse l'articolo voleva parlare dell'inutilità
          di

          Bill Gates: un uomo che non ha dato nulla al

          mondo informatico e

          tecnologico.

          Qualcosa ha dato, qualcosa che per noi
          sviluppatori e' molto ma molto
          importante.
          Ha inculcato in tutti l'idea che e' normale che
          un software si schianti, sia lento o che abbia
          strani
          BUG.i bug li ha inventati unix e gli ignoranti che non sanno di essere ignoranti, linux
      • Anonimo scrive:
        Re: E ci voleva Bill Gates...
        - Scritto da: soulista

        - Scritto da: aistu

        ... l'evoluzione fà parte della natura. Ci sono

        film di 10 anni fà che narrano di macchine

        volanti ed entità positroniche. Mia madre nata
        in

        campagna ora scrive e-mail alla zia oltr'alpe.

        Non ci voleva mica un magnate come Bill Gates,

        che articolo

        inutile.

        Forse l'articolo voleva parlare dell'inutilità di
        Bill Gates: un uomo che non ha dato nulla al
        mondo informatico e
        tecnologico.intanto questo sito è fatto con tecnologia ms .net, il computer che usi ha conosciuto il successo di massa con windows e non certo con amiga o c64, il resto sono solo deliri da linaro sfigato e fallito
        • Anonimo scrive:
          Re: E ci voleva Bill Gates...
          - Scritto da:

          intanto questo sito è fatto con tecnologia ms
          .net, il computer che usi ha conosciuto il
          successo di massa con windows e non certo con
          amiga o c64, il resto sono solo deliri da linaro
          sfigato e
          fallitoPrima in Asp, poi in ApsX, all'epoca in cui è nato punto informatico non c'era mica PHP :PCmq prima d'insultare gli altri per le sparate che dice bill, ti faccio presente che Win95 ha avuto il suo successo propio grazie alla capitolazione della comodore e del suo amiga...
  • Anonimo scrive:
    Che cog___ne il contestatore
    Se invece di perdere tempo a scrivere un cartello ed a sventolarlo come una ragazza pon pon desse il buon esempio e si preoccupasse di cercare i limiti tecnici del suo caro open source e si impegnasse seriamente a correggerli invitando gli altri a fare altrettanto invece di perdere tempo in sterili proteste esisterebbero veramente delle vere alternative a Windows ed a Bill.Ma si sa come vanno ste cose: tra pontificare e lavorare è sempre meglio fare caciara
    • mr_setter scrive:
      Re: Che cog___ne il contestatore
      - Scritto da:
      Se invece di perdere tempo a scrivere un cartello
      ed a sventolarlo come una ragazza pon pon desse
      il buon esempio e si preoccupasse di cercare i
      limiti tecnici del suo caro open source e si
      impegnasse seriamente a correggerli invitando gli
      altri a fare altrettanto invece di perdere tempo
      in sterili proteste esisterebbero veramente delle
      vere alternative a Windows ed a
      Bill.
      Ma si sa come vanno ste cose: tra pontificare e
      lavorare è sempre meglio fare
      caciarahttp://ca.geocities.com/danq@rogers.com/thanks-for-the-info.jpgaccidenti che post! :@LV&P O)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cog___ne il contestatore
      - Scritto da:
      Se invece di perdere tempo a scrivere un cartello
      ed a sventolarlo come una ragazza pon pon desse
      il buon esempio e si preoccupasse di cercare i
      limiti tecnici del suo caro open source e si
      impegnasse seriamente a correggerli invitando gli
      altri a fare altrettanto invece di perdere tempo
      in sterili proteste esisterebbero veramente delle
      vere alternative a Windows ed a
      Bill.
      Ma si sa come vanno ste cose: tra pontificare e
      lavorare è sempre meglio fare
      caciarapotremmo scriverti le stesse cose...caro cogl...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che cog___ne il contestatore
      Hai mica mai notato che MS si afferma a colpi di pubblicita' su scala globale?Altro che lavorare per migliorare (o per peggiorare, piuttosto)... il contestatore ha solo preso in prestito la filosofia dell'azienda partorita da Bill.Chiunque provasse a negare l'evidenza si guardi in giro: c'e' una bella VISTA in questi giorni, sulle riviste, nei negozi, nelle pubblicita' di qualsiasi computer i cui produttori precaricano, e consigliano caldamente ed afettuosamente... cosa?E tu vieni a pontificare per un cartellino??Ma va' a ... immaginati cosa, vai...
      • Anonimo scrive:
        Re: Che cog___ne il contestatore
        Bill intanto un os che riesce a coprire tutte le necessità come si deve ce l'ha e lo propone. L' os propone solo ma nei fatti si limita a clonare e pure male. Sempre a sputare nel piatto nel quale si mangia vero ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Che cog___ne il contestatore
          diciamo che più che proporlo lo impone...E nel mio piatto non ci sputo, anzi... Ci mangio molto bene coi soldi delle licenze che risparmio...(linux)
  • Anonimo scrive:
    Aveva pure detto che...
    - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi e gli utenti.- Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non qualche studentello.ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: Aveva pure detto che...
      - Scritto da:

      - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi
      e gli
      utenti.
      - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non
      qualche
      studentello.

      ROTFLcitazioni false
      • Anonimo scrive:
        Re: Aveva pure detto che...
        - Scritto da:

        - Scritto da:



        - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi

        e gli

        utenti.

        - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non

        qualche

        studentello.



        ROTFL

        citazioni falseSei stato a un master publitalia a Arcore?
    • Anonimo scrive:
      Re: Aveva pure detto che...
      - Scritto da:

      - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi
      e gli
      utenti.
      - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non
      qualche
      studentello.

      ROTFLhttp://en.wikiquote.org/wiki/Bill_GatesUna palesemente errata e smentita, l'altra probabilmente inventata di sana pianta.Complimenti...Comunque una delle due è anche corretta (provate voi a scoprire quale delle 2 (rotfl))
      • Anonimo scrive:
        Re: Aveva pure detto che...
        - Scritto da:
        - Scritto da:



        - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi

        e gli

        utenti.

        - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non

        qualche

        studentello.



        ROTFL

        http://en.wikiquote.org/wiki/Bill_Gates
        Una palesemente errata e smentita, l'altra
        probabilmente inventata di sana
        pianta.

        Complimenti...

        Comunque una delle due è anche corretta (provate
        voi a scoprire quale delle 2
        (rotfl))Stai attribuendo alle citazioni presenti su wikiquote una biunivocità che in realtà non esiste: in particolare che una frase NON sia presente in wikiquote, NON implica che non sia stata davvero pronunciata o scritta.Che tali citazioni siano state smentite da Bill Gates NON implica che non le abbia davvero dette, anzi, in passato ha pure mentito in tribunale dicendo che IE era inscindibile da Windows e fu pubblicamente sbugiardato sotto gli occhi di tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Aveva pure detto che...
          - Scritto da:
          Stai attribuendo alle citazioni presenti su
          wikiquote una biunivocità che in realtà non
          esiste: in particolare che una frase NON sia
          presente in wikiquote, NON implica che non sia
          stata davvero pronunciata o
          scritta.
          Che tali citazioni siano state smentite da Bill
          Gates NON implica che non le abbia davvero dette,
          anzi, in passato ha pure mentito in tribunale
          dicendo che IE era inscindibile da Windows e fu
          pubblicamente sbugiardato sotto gli occhi di
          tutti.Con la differenza che in wikiquote sono state valutate le fonti in modo da stabilirne l'autenticità.Perché una citazione ha senso fintanto che ci sono delle fonti che la confermano, il resto è aria fritta senza alcun valore (non ci vuole un genio ad inventarsi una citazione che faccia apparire Bill Gates idiota o antipatico) e non è rigirando la questione che cambierai la realtà delle cose.Però almeno ci hai provato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Aveva pure detto che...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Stai attribuendo alle citazioni presenti su

            wikiquote una biunivocità che in realtà non

            esiste: in particolare che una frase NON sia

            presente in wikiquote, NON implica che non sia

            stata davvero pronunciata o

            scritta.

            Che tali citazioni siano state smentite da Bill

            Gates NON implica che non le abbia davvero
            dette,

            anzi, in passato ha pure mentito in tribunale

            dicendo che IE era inscindibile da Windows e fu

            pubblicamente sbugiardato sotto gli occhi di

            tutti.

            Con la differenza che in wikiquote sono state
            valutate le fonti in modo da stabilirne
            l'autenticità.
            Perché una citazione ha senso fintanto che ci
            sono delle fonti che la confermano, il resto è
            aria fritta senza alcun valore (non ci vuole un
            genio ad inventarsi una citazione che faccia
            apparire Bill Gates idiota o antipatico) e non è
            rigirando la questione che cambierai la realtà
            delle
            cose.
            Però almeno ci hai provato.Visto che mi hai messo la pulce nell'orecchio, sono andato a controllare: riguardo alla frase sui 640 kB c'è solo la smentita di Bill Gates, è l'unica fonte citata da Wikiquote come smentita, mentre un sacco di gente gliela attribuisce da decenni.Riguardo a Linux, Wikiquote non ne fa menzione, am questo non implica nulla di definitivo sulla falsità o veridicità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Aveva pure detto che...
        - Scritto da:
        - Scritto da:



        - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi

        e gli

        utenti.

        - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non

        qualche

        studentello.



        ROTFL

        http://en.wikiquote.org/wiki/Bill_Gates
        Una palesemente errata e smentita, l'altra
        probabilmente inventata di sana
        pianta.

        Complimenti...

        Comunque una delle due è anche corretta (provate
        voi a scoprire quale delle 2
        (rotfl))una corretta c'è ed è l'affermazione che fece nel '95 quando disse che Internet sarebbe morta nel giro di 2 anni
      • Anonimo scrive:
        Re: Aveva pure detto che...
        - Scritto da:
        - Scritto da:



        - 640 KB sarebbero bastati per tutti i programmi

        e gli

        utenti.

        - Linux non se lo sarebbe filato nessuno se non

        qualche

        studentello.



        ROTFL

        http://en.wikiquote.org/wiki/Bill_Gates
        Una palesemente errata e smentita, l'altra
        probabilmente inventata di sana
        pianta.

        Complimenti...

        Comunque una delle due è anche corretta (provate
        voi a scoprire quale delle 2
        (rotfl))Certo, la prima.Tutto il resto della ram, su winmerd, serve a far girare i virus, i trojan, gli spyware e il Norton.Winari, siete patetici come il trashware che tanto amate.
  • Anonimo scrive:
    L'uomo che ha protestato...
    ...verrà giustiziato domani all'alba. Il tutto sarà trasmesso in streaming su Internet attraverso una tecnologia proprietaria.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'uomo che ha protestato...
      - Scritto da:
      ...verrà giustiziato domani all'alba.
      Il tutto sarà trasmesso in streaming su Internet
      attraverso una tecnologia
      proprietaria....in pay per view su MSN! :p
    • Anonimo scrive:
      Re: L'uomo che ha protestato...
      - Scritto da:
      ...verrà giustiziato domani all'alba.
      Il tutto sarà trasmesso in streaming su Internet
      attraverso una tecnologia
      proprietaria.già e i server saranno equipaggiati con RedFlag Linux che è il sistema operativo che la fa da padrone in Cina :D (linux)
  • Anonimo scrive:
    un paio di cose strane
    la prima è che il supercapitalista per eccellenza abbia un palco in una dittatura ufficialmente comunista, la seconda è che compaia un manifestante che abbia da ridire sul software non abbastanza libero quando nemmeno la sua vita lo è affattomah!
    • Anonimo scrive:
      Re: un paio di cose strane
      - Scritto da:
      la prima è che il supercapitalista per eccellenza
      abbia un palco in una dittatura ufficialmente
      comunista, la seconda è che compaia un
      manifestante che abbia da ridire sul software non
      abbastanza libero quando nemmeno la sua vita lo è
      affatto

      mah!
      non sono mica tanto strane... anzi è tutto logicoLa prima: Bill, come tutti i capitalisti, vuole far soldi e attualmente tutti puntano sulla Cina.La seconda è ancora più semplice... a protestare contro il loro governo si finisce male, quindi protestano per quel che possono
      • Anonimo scrive:
        Re: un paio di cose strane


        non sono mica tanto strane... anzi è tutto logico

        La prima: Bill, come tutti i capitalisti, vuole
        far soldi e attualmente tutti puntano sulla
        Cina.

        La seconda è ancora più semplice... a protestare
        contro il loro governo si finisce male, quindi
        protestano per quel che
        possono:)più semplicemente io credo che si tratti di una farsa, con tanto di protesta già preparata in anticipo
      • Anonimo scrive:
        Re: un paio di cose strane

        non sono mica tanto strane... anzi è tutto logico

        La prima: Bill, come tutti i capitalisti, vuole
        far soldi e attualmente tutti puntano sulla
        Cina.
        quello che è strano è che una nazione che pretende di essere "comunista" permetta ai supercapitalisti di "puntare" su di lei! Ho il dubbio che venga definita comunista perchè all'occidente fa comodo un mostro da additare con quel nome, ma dietro le quinte è tutto una farsa
  • Anonimo scrive:
    Ha ragione, e vi spiego perche' :
    Pensate ad un uomo preistorico che, a livello tecnologico, abbia solo la ruota, la pietra e il legno lavorato.Al massimo potra' costruire (senza inventare nulla di nuovo) oggetti semplici, utili quanto vi pare, ma non certo (ad esempio) una macchina che viaggia alla velocita' del suono.Ora pensate ad un uomo moderno : anche senza INVENTARE nulla di nuovo, gia' i soldi mezzi che ha a disposizione gli consentono, passivamente, di scoprire come funziona l'universo, la materia e l'energia nelle forme piu' complesse.E' solo questione di tempo e fondi, non servono nuove "scoperte rivoluzionarie" basta sommare le conoscenze attuali, investire fondi e dar vita a nuove conoscenze.Chiaro, prima o poi dovremo fare nuove scoperte per avanzare, ma secondo me il progresso tecnologico (se non frenato da questioni sociali o di risorse) e' come un piccolo sasso che cade da un monte, piu' cade, piu' prende velocita', fino a formare un piccola frana, e poi una compatta massa di pietre... e via cosi'...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
      - Scritto da:
      Pensate ad un uomo preistorico che, a livello
      tecnologico, abbia solo la ruota, la pietra e il
      legno
      lavorato.

      Al massimo potra' costruire (senza inventare
      nulla di nuovo) oggetti semplici, utili quanto vi
      pare, ma non certo (ad esempio) una macchina che
      viaggia alla velocita' del
      suono.

      Ora pensate ad un uomo moderno : anche senza
      INVENTARE nulla di nuovo, gia' i soldi mezzi che
      ha a disposizione gli consentono, passivamente,
      di scoprire come funziona l'universo, la materia
      e l'energia nelle forme piu'
      complesse.
      E' solo questione di tempo e fondi, non servono
      nuove "scoperte rivoluzionarie" basta sommare le
      conoscenze attuali, investire fondi e dar vita a
      nuove
      conoscenze.

      Chiaro, prima o poi dovremo fare nuove scoperte
      per avanzare, ma secondo me il progresso
      tecnologico (se non frenato da questioni sociali
      o di risorse) e' come un piccolo sasso che cade
      da un monte, piu' cade, piu' prende velocita',
      fino a formare un piccola frana, e poi una
      compatta massa di pietre... e via
      cosi'....... fino alla prossima BSOD.... (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
      Spiegate a quest'uomo i principi della termodinamica
      • Anonimo scrive:
        non hai mai aperto un libro di fisica?
        - Scritto da:
        Spiegate a quest'uomo i principi della
        termodinamicami sa che bisogna spiegarli prima a te.La termodinamica comprende tutti i fenomeni fisici in cui entra in gioco temperatura, volume e pressione.Quella di cui parli è la dinamica che comprende il moto degli oggetti e le forze (tra cui quella di gravità)
        • Anonimo scrive:
          Re: non hai mai aperto un libro di fisic
          - Scritto da:
          Quella di cui parli è la dinamica che comprende
          il moto degli oggetti e le forze (tra cui quella
          di
          gravità)Credo intendesse la terza legge, quella sull'entropia
          • Anonimo scrive:
            Re: non hai mai aperto un libro di fisic
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Quella di cui parli è la dinamica che comprende

            il moto degli oggetti e le forze (tra cui quella

            di

            gravità)

            Credo intendesse la terza legge, quella
            sull'entropiama non era il secondo principio (che, se vuoi, forse puoi considerare "terza legge" contando come cose diverse i 2 enunciati)
          • Anonimo scrive:
            Re: non hai mai aperto un libro di fisic
            già ma poiché esiste anche il "Principio n° 0 (zero)", il prinicipio n° 2 sarebbe il terzo
          • Anonimo scrive:
            Re: non hai mai aperto un libro di fisic
            Ecco.. sta gente qua dimostra il grado di intelligenza e cultura che gli istituti di oggi danno all'umanità... cioè un grado pari a 0.A questo serve la tecnologia... dato che l'uomo nasce sfaticato vuole sempre che qualcuno faccia le cose per lui... tutto questo degradamento culturale ed intelligenziale, pensa un po te, è uscito fuori da quando l'uomo ha inventato la calcolatrice....andate in giro a chiedere come si fa una divisione con carta e penna.... il 70% del campione non saprà rispondervi... perchè ormai abituato a farlo con la calcolatrice...Fate la stessa cosa ma chiedete di calcolare la radice quadrata di un numero... il 95% non saprà rispondere... perchè abituato alla tecnologia.....La tecnologia è un'ottima cosa, guai a fermarla ma bisogna bilanciarla soprattutto negli istituti con carta e penna....e la discussione sulla termodinamica sopraccitato ne è un esempio lampante..c'è molta gente che lavora al PC, magari anche bene, ma non sa esattamente il principio di funzionamento di quel che sta facendo solo perchè l'operatore inserisce 4 dati ed il SW poi lo fa in automatico... poi se perde un po la bussola non sa mettersi in carreggiata "solo" perchè non sa quel che sta facendo....fra qualche decennio, se la terra non sarà ancora morta, saremo, anzi i nostri figli o nipoti, saranno tutti grassi e con la pancia a forza di stare fermi... tanto ci sarà la tecnologia ad aiutarli.... loro non cammineranno più... perchè per muoversi rotoleranno.....
          • Shabadà scrive:
            Re: non hai mai aperto un libro di fisic
            caro il mio fisico, visto che critichi e brontoli, perché non dirimi tu la questione?non solo: puoi anche accusare d'ignoranza chi ha scritto quei post, ma non di pigrizia, il fatto stesso che, sia pure malamente, delle persone discutano su quale numero attribuire al principio che regola l'entropia (regola/entropia, ossimoro involontario) dimostra che ti sbagliPuò essere una discussione sterile e mal condotta, ma c'è e questo significa che le speranze di non finire tutti come degli obesi ottusi non sono svanite
          • Anonimo scrive:
            Re: non hai mai aperto un libro di fisic
            - Scritto da:
            Ecco.. sta gente qua dimostra il grado di
            intelligenza e cultura che gli istituti di oggi
            danno all'umanità... cioè un grado pari a
            0.

            A questo serve la tecnologia... dato che l'uomo
            nasce sfaticato vuole sempre che qualcuno faccia
            le cose per lui... tutto questo degradamento
            culturale ed intelligenziale, pensa un po te, è
            uscito fuori da quando l'uomo ha inventato la
            calcolatrice....

            andate in giro a chiedere come si fa una
            divisione con carta e penna.... il 70% del
            campione non saprà rispondervi... perchè ormai
            abituato a farlo con la
            calcolatrice...

            Fate la stessa cosa ma chiedete di calcolare la
            radice quadrata di un numero... il 95% non saprà
            rispondere... perchè abituato alla
            tecnologia.....Sono due banali algoritmi la cui (dis)conoscenza non dimostra assolutamente nulla, banalmente anche il più acclamato dei fisici teorici potrebbe non ricordarsi il secondo, invero poco studiato e ancor meno applicato.Quindi il tuo ragionamento sa di qualunquismo.La tecnologia non nasce nell'intento di consentire all'uomo di poltrire, ma semmai di accelerare la sua ascesa verso un ideale di perfezione e sublimazione che sembra ammiccargli e sfuggirgli di continuo, e che in qualche modo cerca di raggiungere tramite l'arte, la riflessione filosofica e da relativamente poco tempo la ricerca scientifica. L'uomo intelligente non può che sentirsi frustrato dinnanzi agli obblighi quotidiani della meccanicità delle azioni che il lavoro tutt'ora comporta.Deplorare tutto ciò parlando banalmente di pigrizia è terribilmente triste, tanto che verrebbe da dirti "tu uomo che parli di pigrizia, perché anziché ipocritamente nutrirti del frutto dell'ingegno umano, ottenuto con macchine che gli risparmiano lavoro agricolo, anziché vestirti con prodotti dell'ingegno umano che gli risparmiano il tempo della filatura e tessitura, non fai tutto da te?". Poi vedi se non preferisci dichiararti "pigro" a non voler impiegare il 100% del tuo tempo utile alla sopravvivenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: non hai mai aperto un libro di fisic
          ma non scrivere fesserie!la termodinamica riguarda tutti i fenomeni in cui vi sono scambi di energia.se non hai studiato ripassa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
      Pensa anche che un tempo il patrimonio culturale tecnologico poteva stare tutto nella testa di un uomo, definito generalmente "sapiente". Non esistevano fisici, chimici, matematici o informatici, ed era comune che persone di scienza si occupassero di cose tra di loro decisamente distanti, come l'ingegneria meccanica a fini militari e la pittura (pensa a leonardo da vinci).Adesso invece tendiamo ad un grado di complessità per la quale la specializzazione è inevitabile e persino un campo di studi, come l'informatica, la matematica, la fisica, ha moltitudini di sottosezioni di complessità e profondità crescenti.Mi domando quindi se non ci sia il rischio di incontrare un giorno un limite nella capacità intellettiva umana: se arriveremo tra qualche anno, decennio o secolo a non avere scienziati abbastanza intelligenti da padroneggiare con dovizia argomenti così complessi e vasti e come si farà a conciliare la sempre crescente frammentazione delle discipline con l'esigenza di comunicazione e interpartecipazione delle stesse e relativi ricercatori che vi lavorano.A questo punto una soluzione per risolvere un'empasse simile, semmai la troveremo, potrebbe essere quella di indirizzare la priorità delle ricerche al potenziamento delle capacità intellettive umane, che è la chiave per raggiungere la cosiddetta "singolarità tecnologica", per chi ci crede, e per gli altri comunque presumo sia pacifico accettare che sia l'unica soluzione per continuare ad libitum un progresso tecnologico.Ma come? Producendo AI superiori alle nostre, che un giorno potrebbero ribellarsi? Potenziando le nostre capacità mentali tuttora vincolate alla struttura fisica umana e al nostro computer elettrochimico che ci troviamo dentro la capa? E infine la domanda finale:arriveremo all'empasse di cui parlavo prima, prima o dopo esser diventati in grado di potenziare le capacità intellettive dell'uomo? Perché non è mica detto che ci arriviamo. Magari gli argomenti di ricerca diventeranno troppo complessi e ingestibili per le menti dei ricercatori ben prima di essere in grado di produrre sostanziali aumenti di intelligenza in essi.E allora il progresso farà una brusca frenata. - Scritto da:
      Pensate ad un uomo preistorico che, a livello
      tecnologico, abbia solo la ruota, la pietra e il
      legno
      lavorato.

      Al massimo potra' costruire (senza inventare
      nulla di nuovo) oggetti semplici, utili quanto vi
      pare, ma non certo (ad esempio) una macchina che
      viaggia alla velocita' del
      suono.

      Ora pensate ad un uomo moderno : anche senza
      INVENTARE nulla di nuovo, gia' i soldi mezzi che
      ha a disposizione gli consentono, passivamente,
      di scoprire come funziona l'universo, la materia
      e l'energia nelle forme piu'
      complesse.
      E' solo questione di tempo e fondi, non servono
      nuove "scoperte rivoluzionarie" basta sommare le
      conoscenze attuali, investire fondi e dar vita a
      nuove
      conoscenze.

      Chiaro, prima o poi dovremo fare nuove scoperte
      per avanzare, ma secondo me il progresso
      tecnologico (se non frenato da questioni sociali
      o di risorse) e' come un piccolo sasso che cade
      da un monte, piu' cade, piu' prende velocita',
      fino a formare un piccola frana, e poi una
      compatta massa di pietre... e via
      cosi'...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
        Interessante quello che scrivi :)vediamo :
        Pensa anche che un tempo il patrimonio culturale
        tecnologico poteva stare tutto nella testa di un
        uomo [...]Vero, oggi la frammentazione delle nozioni e' uno dei principali motivi per cui, in una stessa nazione, vi sono molti livelli di applicazione della stessa scienza (medica, sociale, ingegneristica, etc...) con risultati differenti.
        Mi domando quindi se non ci sia il rischio di
        incontrare un giorno un limite nella capacità
        intellettiva umana [...]
        A questo punto una soluzione per risolvere
        un'empasse simile, semmai la troveremo, potrebbe
        essere quella di indirizzare la priorità delle
        ricerche al potenziamento delle capacità
        intellettive umane, che è la chiave per
        raggiungere la cosiddetta "singolarità
        tecnologica", per chi ci crede, e per gli altri
        comunque presumo sia pacifico accettare che sia
        l'unica soluzione per continuare ad libitum un
        progresso
        tecnologico. [...]
        Ma come? Io credo che :-La genetica soprattutto e la farmacologia in secondo piano, nei prossimi anni rivoluzioneranno la nostra specie.Forse non tra 30 anni, ma tra 50-70 anni sicuramente si, se continuiamo di questo passo.Potenziare il cervello e' possibile, e' stato fatto in modo ufficiale con le piccole cavie da laboratorio.Riparare i danni al nostro corpo (eta' e rigenerazione degli organi) e' una realta', anche se ancora troppo costosa e spesso socialmente invisa, per l'applicazione di massa.Quindi credo che ci troveremo con persone che non nascono "modificate" ma che scelgono di modificare alcuni aspetti del proprio corpo in seguito.Le cure per l'alzheimer permettono di migliorare le prestazioni mentali, gia' adesso sappiamo che , se applicate su persone sane, migliorano le prestazioni intellettive.-L'informatica : creare un database globale e liberamente condivisibile e' un passo obbligato nello sviluppo di una civilta'.Gia' ci stanno provando le persone che si dedicano ai progetto opensource.Prima o poi il continuo sviluppo sociale permettera' di arginare le lobby culturali, dando libero accesso a tutte le informazioni.Pensa a questo : avresti mai detto, 30 anni fa, che internet sarebbe stato uno strumento tanto potente per la diffusione di informazioni e che avrebbe avvicinato cosi' tante idee e persone ?Chissa' fra 30 anni cosa potremo sperare di ottenere ;)
        E
        infine la domanda
        finale:
        arriveremo all'empasse di cui parlavo prima,
        prima o dopo esser diventati in grado di
        potenziare le capacità intellettive dell'uomo?

        Perché non è mica detto che ci arriviamo. Magari
        gli argomenti di ricerca diventeranno troppo
        complessi e ingestibili per le menti dei
        ricercatori ben prima di essere in grado di
        produrre sostanziali aumenti di intelligenza in
        essi.
        E allora il progresso farà una brusca frenata.La scienza, a livello storico, non progredisce in modo uniforme o sinusoidale, progredisce a gradini piu' o meno netti.Maggiore e' il periodo di "ristagno" delle vecchie tecnologie, maggiore e' lo sviluppo sociale attorno ad esse.Quando una grande parte della popolazione ha avuto accesso a tutte le tecnologie, ecco che l'uso quotidiano e la conoscenza generica delle materie scientifiche aumenta, portando nuovi progressi in campi secondari.Quindi in presenza di uno stallo, come dici tu, dovuto alla non bastante intelligenza, secondo me le forze di ricerca si focalizzerebbero in modo globale per studiare e risolvere il problema ;)
        • Valmont scrive:
          Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
          - Scritto da:
          Interessante quello che scrivi :)

          vediamo :



          Pensa anche che un tempo il patrimonio culturale

          tecnologico poteva stare tutto nella testa di un

          uomo [...]

          Vero, oggi la frammentazione delle nozioni e' uno
          dei principali motivi per cui, in una stessa
          nazione, vi sono molti livelli di applicazione
          della stessa scienza (medica, sociale,
          ingegneristica, etc...) con risultati
          differenti.



          Mi domando quindi se non ci sia il rischio di

          incontrare un giorno un limite nella capacità

          intellettiva umana [...]

          A questo punto una soluzione per risolvere

          un'empasse simile, semmai la troveremo, potrebbe

          essere quella di indirizzare la priorità delle

          ricerche al potenziamento delle capacità

          intellettive umane, che è la chiave per

          raggiungere la cosiddetta "singolarità

          tecnologica", per chi ci crede, e per gli altri

          comunque presumo sia pacifico accettare che sia

          l'unica soluzione per continuare ad libitum un

          progresso

          tecnologico. [...]

          Ma come?

          Io credo che :

          -La genetica soprattutto e la farmacologia in
          secondo piano, nei prossimi anni rivoluzioneranno
          la nostra
          specie.
          Forse non tra 30 anni, ma tra 50-70 anni
          sicuramente si, se continuiamo di questo
          passo.
          Potenziare il cervello e' possibile, e' stato
          fatto in modo ufficiale con le piccole cavie da
          laboratorio.
          Riparare i danni al nostro corpo (eta' e
          rigenerazione degli organi) e' una realta', anche
          se ancora troppo costosa e spesso socialmente
          invisa, per l'applicazione di
          massa.

          Quindi credo che ci troveremo con persone che non
          nascono "modificate" ma che scelgono di
          modificare alcuni aspetti del proprio corpo in
          seguito.
          Le cure per l'alzheimer permettono di migliorare
          le prestazioni mentali, gia' adesso sappiamo che
          , se applicate su persone sane, migliorano le
          prestazioni
          intellettive.


          -L'informatica : creare un database globale e
          liberamente condivisibile e' un passo obbligato
          nello sviluppo di una
          civilta'.
          Gia' ci stanno provando le persone che si
          dedicano ai progetto
          opensource.
          Prima o poi il continuo sviluppo sociale
          permettera' di arginare le lobby culturali, dando
          libero accesso a tutte le
          informazioni.
          Pensa a questo : avresti mai detto, 30 anni fa,
          che internet sarebbe stato uno strumento tanto
          potente per la diffusione di informazioni e che
          avrebbe avvicinato cosi' tante idee e persone
          ?

          Chissa' fra 30 anni cosa potremo sperare di
          ottenere
          ;)



          E

          infine la domanda

          finale:

          arriveremo all'empasse di cui parlavo prima,

          prima o dopo esser diventati in grado di

          potenziare le capacità intellettive dell'uomo?



          Perché non è mica detto che ci arriviamo. Magari

          gli argomenti di ricerca diventeranno troppo

          complessi e ingestibili per le menti dei

          ricercatori ben prima di essere in grado di

          produrre sostanziali aumenti di intelligenza in

          essi.

          E allora il progresso farà una brusca frenata.

          La scienza, a livello storico, non progredisce in
          modo uniforme o sinusoidale, progredisce a
          gradini piu' o meno
          netti.
          Maggiore e' il periodo di "ristagno" delle
          vecchie tecnologie, maggiore e' lo sviluppo
          sociale attorno ad
          esse.
          Quando una grande parte della popolazione ha
          avuto accesso a tutte le tecnologie, ecco che
          l'uso quotidiano e la conoscenza generica delle
          materie scientifiche aumenta, portando nuovi
          progressi in campi
          secondari.

          Quindi in presenza di uno stallo, come dici tu,
          dovuto alla non bastante intelligenza, secondo me
          le forze di ricerca si focalizzerebbero in modo
          globale per studiare e risolvere il problema
          ;)Pensate che in America un fisico che sta studiando una certa specializzazione non capisce più un altro fisico (e siamo allinterno della fisica) che sta studiando unaltra specializzazione. Tantè che sono nate delle riviste divulgative che non vogliono informare noi. Divulgative tra scienziati in modo che il fisico A, che si è specializzato in un territorio, riesca a capire cosa sta facendo e dicendo il fisico B che si sta specializzando in un altro territorio.E lì che la scienza va avanti, ma lì già non cè comunicabilità.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
        Trovare un sistema per modificare la propria capacità intellettiva?Può darsi che sia necessario.Può anche darsi che sia sufficiente arrivare al limite cui si può arrivare e padroneggiare con esso: dipende dal costo di mantenimento di un cervello umano, rispetto ad uno artificiale.That's business!- Scritto da:
        Pensa anche che un tempo il patrimonio culturale
        tecnologico poteva stare tutto nella testa di un
        uomo, definito generalmente "sapiente". Non
        esistevano fisici, chimici, matematici o
        informatici, ed era comune che persone di scienza
        si occupassero di cose tra di loro decisamente
        distanti, come l'ingegneria meccanica a fini
        militari e la pittura (pensa a leonardo da
        vinci).
        Adesso invece tendiamo ad un grado di complessità
        per la quale la specializzazione è inevitabile e
        persino un campo di studi, come l'informatica, la
        matematica, la fisica, ha moltitudini di
        sottosezioni di complessità e profondità
        crescenti.
        Mi domando quindi se non ci sia il rischio di
        incontrare un giorno un limite nella capacità
        intellettiva umana: se arriveremo tra qualche
        anno, decennio o secolo a non avere scienziati
        abbastanza intelligenti da padroneggiare con
        dovizia argomenti così complessi e vasti e come
        si farà a conciliare la sempre crescente
        frammentazione delle discipline con l'esigenza di
        comunicazione e interpartecipazione delle stesse
        e relativi ricercatori che vi
        lavorano.

        A questo punto una soluzione per risolvere
        un'empasse simile, semmai la troveremo, potrebbe
        essere quella di indirizzare la priorità delle
        ricerche al potenziamento delle capacità
        intellettive umane, che è la chiave per
        raggiungere la cosiddetta "singolarità
        tecnologica", per chi ci crede, e per gli altri
        comunque presumo sia pacifico accettare che sia
        l'unica soluzione per continuare ad libitum un
        progresso
        tecnologico.

        Ma come? Producendo AI superiori alle nostre, che
        un giorno potrebbero ribellarsi? Potenziando le
        nostre capacità mentali tuttora vincolate alla
        struttura fisica umana e al nostro computer
        elettrochimico che ci troviamo dentro la capa? E
        infine la domanda
        finale:
        arriveremo all'empasse di cui parlavo prima,
        prima o dopo esser diventati in grado di
        potenziare le capacità intellettive dell'uomo?

        Perché non è mica detto che ci arriviamo. Magari
        gli argomenti di ricerca diventeranno troppo
        complessi e ingestibili per le menti dei
        ricercatori ben prima di essere in grado di
        produrre sostanziali aumenti di intelligenza in
        essi.
        E allora il progresso farà una brusca frenata.


        - Scritto da:

        Pensate ad un uomo preistorico che, a livello

        tecnologico, abbia solo la ruota, la pietra e il

        legno

        lavorato.



        Al massimo potra' costruire (senza inventare

        nulla di nuovo) oggetti semplici, utili quanto
        vi

        pare, ma non certo (ad esempio) una macchina che

        viaggia alla velocita' del

        suono.



        Ora pensate ad un uomo moderno : anche senza

        INVENTARE nulla di nuovo, gia' i soldi mezzi che

        ha a disposizione gli consentono, passivamente,

        di scoprire come funziona l'universo, la materia

        e l'energia nelle forme piu'

        complesse.

        E' solo questione di tempo e fondi, non servono

        nuove "scoperte rivoluzionarie" basta sommare le

        conoscenze attuali, investire fondi e dar vita a

        nuove

        conoscenze.



        Chiaro, prima o poi dovremo fare nuove scoperte

        per avanzare, ma secondo me il progresso

        tecnologico (se non frenato da questioni sociali

        o di risorse) e' come un piccolo sasso che cade

        da un monte, piu' cade, piu' prende velocita',

        fino a formare un piccola frana, e poi una

        compatta massa di pietre... e via

        cosi'...

        - Scritto da:
        Pensa anche che un tempo il patrimonio culturale
        tecnologico poteva stare tutto nella testa di un
        uomo, definito generalmente "sapiente". Non
        esistevano fisici, chimici, matematici o
        informatici, ed era comune che persone di scienza
        si occupassero di cose tra di loro decisamente
        distanti, come l'ingegneria meccanica a fini
        militari e la pittura (pensa a leonardo da
        vinci).
        Adesso invece tendiamo ad un grado di complessità
        per la quale la specializzazione è inevitabile e
        persino un campo di studi, come l'informatica, la
        matematica, la fisica, ha moltitudini di
        sottosezioni di complessità e profondità
        crescenti.
        Mi domando quindi se non ci sia il rischio di
        incontrare un giorno un limite nella capacità
        intellettiva umana: se arriveremo tra qualche
        anno, decennio o secolo a non avere scienziati
        abbastanza intelligenti da padroneggiare con
        dovizia argomenti così complessi e vasti e come
        si farà a conciliare la sempre crescente
        frammentazione delle discipline con l'esigenza di
        comunicazione e interpartecipazione delle stesse
        e relativi ricercatori che vi
        lavorano.

        A questo punto una soluzione per risolvere
        un'empasse simile, semmai la troveremo, potrebbe
        essere quella di indirizzare la priorità delle
        ricerche al potenziamento delle capacità
        intellettive umane, che è la chiave per
        raggiungere la cosiddetta "singolarità
        tecnologica", per chi ci crede, e per gli altri
        comunque presumo sia pacifico accettare che sia
        l'unica soluzione per continuare ad libitum un
        progresso
        tecnologico.

        Ma come? Producendo AI superiori alle nostre, che
        un giorno potrebbero ribellarsi? Potenziando le
        nostre capacità mentali tuttora vincolate alla
        struttura fisica umana e al nostro computer
        elettrochimico che ci troviamo dentro la capa? E
        infine la domanda
        finale:
        arriveremo all'empasse di cui parlavo prima,
        prima o dopo esser diventati in grado di
        potenziare le capacità intellettive dell'uomo?

        Perché non è mica detto che ci arriviamo. Magari
        gli argomenti di ricerca diventeranno troppo
        complessi e ingestibili per le menti dei
        ricercatori ben prima di essere in grado di
        produrre sostanziali aumenti di intelligenza in
        essi.
        E allora il progresso farà una brusca frenata.

        • Anonimo scrive:
          Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
          - Scritto da:
          Trovare un sistema per modificare la propria
          capacità
          intellettiva?

          Può darsi che sia necessario.

          Può anche darsi che sia sufficiente arrivare al
          limite cui si può arrivare e padroneggiare con
          esso: dipende dal costo di mantenimento di un
          cervello umano, rispetto ad uno
          artificiale.

          That's business!non ce ne sarà bisogno, adesso arrivano 2,5 miliardi di nuovi potenziali scienziati tra cinesi e indiani, quindi per un cinquantennio le possibilità di ampliamento non mancheranno (la legge dei grandi numeri).
    • aistu scrive:
      Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :

      e' come un piccolo sasso che cade
      da un monte, piu' cade, piu' prende velocita',
      fino a formare un piccola frana, e poi una
      compatta massa di pietre... e via
      cosi'...
      Si chiama entropia e comunque qualsiasi forma di energia (sino ad ora conosciuta) è soggetta a deterioramento, un sistema si evolve fino a collassare così come l'energia è destinata ad esaurirsi. Non c'entra una bene ed amata min*hia. Se ieri era un processore, oggi ne sono due, domani cinque, dopo domani 100 e dopo qualche mese saranno i quanti e dopo qualche anno chissà cosa ci inventeremo.
      • aistu scrive:
        Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
        - Scritto da: aistu

        e' come un piccolo sasso che cade

        da un monte, piu' cade, piu' prende velocita',

        fino a formare un piccola frana, e poi una

        compatta massa di pietre... e via

        cosi'...



        Si chiama entropia e comunque qualsiasi forma di
        energia (sino ad ora conosciuta) è soggetta a
        deterioramento, un sistema si evolve fino a
        collassare così come l'energia è destinata ad
        esaurirsi. Non c'entra una bene ed amata min*hia.
        Se ieri era un processore, oggi ne sono due,
        domani cinque, dopo domani 100 e dopo qualche
        mese saranno i quanti e dopo qualche anno chissà
        cosa ci
        inventeremo.Aggiungo per chi ha osato dire che la termodinamica non c'entra nulla: qualsiasi forza che compie lavoro cede una parte di energia che si tramuta in energia termica, quando non c'è nessuna energia disponibile si dice che il sistema (isolato) ha raggiunto un equilibrio termico (questo accadrà anche con l'universo ed e' detta morte termica dell'universo). L'entropia infatti viene introdotta in principio nella Termodinamica, successivamente prendendo piede tra l'800 e il 900 viene applicata e utilizzata per descrivere diversi fenomeni che comprendono l' economia, l'informatica e la matematica. Studiate prima di azzardare a fare illazioni infondate. @^
    • Gusbertone scrive:
      Re: Ha ragione, e vi spiego perche' :
      grazie per averci illuminato, ora spiegaci come ha fatto l'uomo preistorico a diventare uomo moderno
  • Anonimo scrive:
    Solite fregnacce
    Dice solo fregnacce il DRAGA.Ormai è prox alla pazzia visto il fallimento di sVISTA e il crescente successo di Linux.microsoft sVISTA FAILURE!!http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=39087
    • Anonimo scrive:
      Re: Solite fregnacce
      (troll2)(troll2)(troll2)scaricata la nuova ubuntu? ricompilato il kernel?
    • TADsince1995 scrive:
      Re: Solite fregnacce
      http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=39"Vista, aka Windows Me Two (Me II)". Evidentemente non sono l'unico a pensare che Vista sia il WindowsME di nuova generazione... Finalmente qualche giorno fa ho potuto provarlo, graficamente è carino, non c'è dubbio, ma oltre agli orpelli mi è sembrata la solita minestra, con una reattività alquanto scadente (c'è da dire che girava nel proverbiale cassone acer entry level in offerta al supermercato).Boh, loro dicono che stanno vendendo a meraviglia, ma mi chiedo quale prodotto non venderebbe a meraviglia quando viene venduto in automatico allegato ad altri prodotti che vendono bene. Non so quanto the inquirer sia attendibile e/o fanatico, ma è tuttavia evidente che la strategia parassitaria di Microsoft non dovrebbe durare ancora a lungo... D'altronde è la prima volta in assoluto nella storia di Windows che un grande costruttore come Dell offra un "downgrade" ai suoi utenti.Cito la frase finale dell'articolo di cui forse vedremo i primi effetti tra qualche anno: "Microsoft is in deep trouble".TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: Solite fregnacce

        Cito la frase finale dell'articolo di cui forse
        vedremo i primi effetti tra qualche anno:
        "Microsoft is in deep
        trouble".
        ti mancava il finale;"it is going to die" ;)(apple)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Solite fregnacce
        - Scritto da: TADsince1995
        http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=39

        "Vista, aka Windows Me Two (Me II)".
        Evidentemente non sono l'unico a pensare che
        Vista sia il WindowsME di nuova generazione...
        Finalmente qualche giorno fa ho potuto provarlo,
        graficamente è carino, non c'è dubbio, ma oltre
        agli orpelli mi è sembrata la solita minestra,
        con una reattività alquanto scadente (c'è da dire
        che girava nel proverbiale cassone acer entry
        level in offerta al
        supermercato).

        Boh, loro dicono che stanno vendendo a
        meraviglia, ma mi chiedo quale prodotto non
        venderebbe a meraviglia quando viene venduto in
        automatico allegato ad altri prodotti che vendono
        bene. Non so quanto the inquirer sia attendibile
        e/o fanatico, ma è tuttavia evidente che la
        strategia parassitaria di Microsoft non dovrebbe
        durare ancora a lungo...


        D'altronde è la prima volta in assoluto nella
        storia di Windows che un grande costruttore come
        Dell offra un "downgrade" ai suoi
        utenti.

        Cito la frase finale dell'articolo di cui forse
        vedremo i primi effetti tra qualche anno:
        "Microsoft is in deep
        trouble".

        TADLa lenta morte di microsoft è iniziata 12 anni fa circa. Al primo vagito di linux.La sua agonia si prolunga ancora solo perchè nel frattempo è diventata monopolista ravanando, corrompendo, approfittando delle menti deboli di sterminate quantità di consumatori BAMBA.Ma il suo potere ormai vacilla dalle fondamenta grazie alla sempre più vasta diffusione di Linux e alla sua crescita ormai pressochè costante che presto potrà divenire esponenziale dando l' ultimo colpo di grazia al fanfarone di Redmond e ai suoi giocattolini.
        • Anonimo scrive:
          Re: Solite fregnacce
          smettila di sniffare il Viakal
        • Anonimo scrive:
          Re: Solite fregnacce
          - Scritto da:

          - Scritto da: TADsince1995


          http://www.theinquirer.net/default.aspx?article=39



          "Vista, aka Windows Me Two (Me II)".

          Evidentemente non sono l'unico a pensare che

          Vista sia il WindowsME di nuova generazione...

          Finalmente qualche giorno fa ho potuto provarlo,

          graficamente è carino, non c'è dubbio, ma oltre

          agli orpelli mi è sembrata la solita minestra,

          con una reattività alquanto scadente (c'è da
          dire

          che girava nel proverbiale cassone acer entry

          level in offerta al

          supermercato).



          Boh, loro dicono che stanno vendendo a

          meraviglia, ma mi chiedo quale prodotto non

          venderebbe a meraviglia quando viene venduto in

          automatico allegato ad altri prodotti che
          vendono

          bene. Non so quanto the inquirer sia attendibile

          e/o fanatico, ma è tuttavia evidente che la

          strategia parassitaria di Microsoft non dovrebbe

          durare ancora a lungo...





          D'altronde è la prima volta in assoluto nella

          storia di Windows che un grande costruttore come

          Dell offra un "downgrade" ai suoi

          utenti.



          Cito la frase finale dell'articolo di cui forse

          vedremo i primi effetti tra qualche anno:

          "Microsoft is in deep

          trouble".



          TAD

          La lenta morte di microsoft è iniziata 12 anni fa
          circa. Al primo vagito di
          linux.
          La sua agonia si prolunga ancora solo perchè nel
          frattempo è diventata monopolista ravanando,
          corrompendo, approfittando delle menti deboli di
          sterminate quantità di consumatori
          BAMBA.
          Ma il suo potere ormai vacilla dalle fondamenta
          grazie alla sempre più vasta diffusione di Linux
          e alla sua crescita ormai pressochè costante che
          presto potrà divenire esponenziale dando l'
          ultimo colpo di grazia al fanfarone di Redmond e
          ai suoi
          giocattolini.Il fanfarone di Redmond e lo scimmione danzante faranno presto la fine che si meritano.Assieme alla loro marionetta texana...
      • Anonimo scrive:
        Re: Solite fregnacce

        D'altronde è la prima volta in assoluto nella
        storia di Windows che un grande costruttore come
        Dell offra un "downgrade" ai suoi
        utenti.Dell l'ha sempre fatto, ha offerto XP in downgrade fino a Gennaio 2006. E il downgrade non era vietato dalla licenza di XP per cui parte di questa possibilità è offerta dalla stessa Microsoft. Ogni tanto qualcosa di buono lo fanno anche loro.
        • Anonimo scrive:
          Re: Solite fregnacce
          - Scritto da:

          D'altronde è la prima volta in assoluto nella

          storia di Windows che un grande costruttore come

          Dell offra un "downgrade" ai suoi

          utenti.

          Dell l'ha sempre fatto, ha offerto XP in
          downgrade fino a Gennaio 2006.Da Gennaio fino a poco fa pero' le uniche versioni di Windows acquistabili da Dell erano Vista.Ora a quanto pare offre l'opzione "Vista o XP", non "Vista con downgrade a XP"
    • Anonimo scrive:
      Re: Solite fregnacce
      fantastico quell'articolo.In Cina vende XP pezzent edition a $3, praticamente regalato per non fare diffondere Linux.Ma nessun tribunale le dice niente?A parte che di Windows pirata a $1 ne sono piede le strade in Cina. Ma la versione completa però.E a loro va bene così.Finché la gente non sente il bisogno di passare a Linux M$ guadagna lo stesso anche se non vende copie del sistema operativo.
Chiudi i commenti