GPL3, Microsoft alza gli scudi

Impedire che la nuova licenza contamini il proprio business e indebolisca le sue proprietà intellettuali. Questo il senso di una modifica appena apportata da Microsoft al suo famoso accordo con Novell

Redmond (USA) – Microsoft non si è mai espressa ufficialmente sulla GPL3, ma la sua reazione alla recente approvazione della nuova licenza non si è fatta attendere. Sul finire della scorsa settimana BigM ha unilateralmente cambiato le condizioni del suo accordo con Novell con l’intento di dribblare i paletti posti da Free Software Foundation ( FSF ) nell’ultima revisione della GPL.

“Microsoft ha stabilito che le cedole di supporto per SUSE Linux che distribuisce ai suoi clienti non conferiscono al beneficiario il diritto di ricevere da Novell, o da qualsiasi altra parte, servizi di supporto e aggiornamento relativi a codice distribuito sotto licenza GPL3”, si legge in un comunicato recentemente diffuso dall’azienda.

Per i clienti, ciò significa che i certificati di SUSE Linux Enterprise distribuiti da Microsoft non forniscono alcun servizio di assistenza per il software coperto da GPL3.

Con questa mossa BigM ha voluto assicurarsi di non rientrare in alcun modo nella definizione di distributore di software GPL , una posizione che con la GPL3 implicherebbe l’obbligo di fornire agli utenti una licenza libera da royalty di tutti i brevetti utilizzati nel codice distribuito. Tale clausola è stata fortemente voluta dal presidente di FSF, Richard Stallman, per impedire ai distributori di software (come Novell) di stipulare contratti di licenza esclusivi con i proprietari dei brevetti (come Microsoft).

“Microsoft non ha nulla a che fare con la GPL3 e nessuna delle sue azioni può essere interpretata come la partecipazione a questa licenza o l’assunzione di obbligazioni legali verso tale licenza”, ha dichiarato perentorio il gigante di Redmond. “Non riteniamo che Microsoft necessiti di una licenza GPL per attuare la propria collaborazione con Novell, inclusa la distribuzione di certificati di supporto, e questo anche nel caso in cui Novell scegliesse, in futuro, di distribuire codice GPL3”, ha affermato Microsoft.

Sebbene non ci si attenda che il kernel di Linux passi alla GPL3, diversi altri componenti chiave, come i tool di GNU, stanno progressivamente abbracciando la nuova licenza: a breve tutte le distribuzioni Linux, inclusa SUSE, conterrano sia software GPL2 che software GPL3 .

In un comunicato pubblicato in concomitanza con l’approvazione della GPL3, Novell aveva precisato che “indipendentemente dalla posizione di Microsoft”, continuerà a distribuire SUSE Linux Enterprise Server “con il suo completo insieme di caratteristiche e funzionalità, inclusi quei componenti che sono accompagnati dalla licenza GPL3”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zucchero Amaro scrive:
    boh
    neaver sotenpo
  • aldo conti scrive:
    Re: La Joe Cell accumula Orgone?
    La Joe cell non accumula "orgone", è un'altra cosa.-Basterebbe il motore di una motopompa lombardini 4 tempi a benzina, 50 cc.con magnete sul volano, con la " Joe cell " (produzione ossidroggeno - HHO -) funziona senza problemi.
  • Mogo scrive:
    Niente di nuovo sotto il sole
    figuraccia di Steorn? Mah. Guardiamo la storia delle loro azioni in borsa. Sognare è bello.
  • dentegiallo scrive:
    Re: La Joe Cell accumula Orgone?
    Salve, direi che se sei riuscito a fare questo prodigio,penso che valga proprio la pena di continuare su questa strada....Da anni vado in cerca di persone che abbiano fatto qualcosa di concreto.... Hai detto che le joe cell si trovano su e-bay per 70 euro...io non le ho trovate...puo' darsi siano sparite perchè funzionavano davvero?E' possibile avere qualche altra documentazione sul tuo lavoro, progetti, foto, schemi?
  • zarru scrive:
    Un certo Galilei disse....
    "Grandissima mi par l'inezia di coloro che vorrebbero che Iddio avesse fatto l'universo più proporzionato alla piccola capacità del lor discorso."E' bene che esistano ancora degli svitati che "osano", rischiando solo di coprirsi di ridicolo ma con un sogno e una speranza nel cuore e nell'animo. Per scoprire grandi cose bisogna aver ben presenti le leggi che regolano il nostro mondo allo stato attuale delle conoscenze ma non basta, servono fantasia e sentimento e grande intelligenza (da non confondere con la mera conoscenza delle leggi della fisica).Sento sempre più spesso discorsi fatti da persone che nei loro occhi hanno soltanto le loro fredde formule e poca ambizione, pochi sogni....
  • Daniele Rapisarda scrive:
    Ma come fà?
    A mio parere è impossibile. Probabilmente è spiegato in modo non corretto l'articolo, ma è impossibile produrre più energia di quella che si riceve.Un altro utente parlava del moviment della macchina, che ovviamente consuma energia, ma ancor più palese è il fatto che la macchina varierà di temperatura, ovvero dell'energia (suppongo) elettrica diventerà inevitabilmente calore. Ma anche se la macchina fosse ferma ed a una temperatura costante, non può inventarsi l'energia.Confermo, Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma.Magari trduce massa in energia senza scorie. Questo è già più credibile.
    • L'Inverosim ile scrive:
      Re: Ma come fà?
      Eppure l'universo si è dimostrato in eterna espansionecon produzione di nuova materia e pure energia repulsiva.Ma non era.... Nulla si crea e nulla si distrugge.......mi ricordo pure che tutto girava attorno alla terra....e che questa era piatta......L'equazione di Maxell è stata "censurata" perchè metàviene considerata "Non in linea con le leggi attuali"possibile che ad ogni età c'è sempre chi deve fermarela ricerca quando questa va contro corrente.....Pure la legge sulla simmetria non è valida, stiamo basandoil 90% della nostra tecnologia su equazioni sbagliate emai corrette......
  • sroig scrive:
    messaggio per Fulmine e Joe
    non posso che complimentarmi con voi per la pazienza e la civiltà con cui avete postato su questo tema.personalmente concordo con Fulmine: come ben diceva il buon Filo Sganga "gli affari sono affari", e se qualcuna di queste cose strane di cui si è parlato potesse funzionare davvero ci si sarebbero buttati molti personaggi, abbastanza potenti da non temere le lobby del petrolio, nuotandoci come un pesce baleno e scavandoci gallerie come ua talpa!detto questo mi incuriosisce molto il motore ad aria di Joe e, se vorrà lasciarmi un messaggio indicandomi un modo di contattarlo, sarà per me un grande piacere passare a trovarlo una volta che dovessi capitare dalle sue parti!
  • Gatto Selvaggio scrive:
    Gesso e lavagna, e STUDIARE!
    Sorbitevi un corso di fisica. Chi sopravvive potrà realizzare tutti questi fantomatici aggeggi, o provare che non funzionano.
    • Arturo scrive:
      Re: Gesso e lavagna, e STUDIARE!
      Per ora su Youtube tutti vanno matti per questi giochini:http://www.youtube.com/watch?v=T0JIRJKCqCkhttp://www.youtube.com/watch?v=Twr-eucKhc8http://www.youtube.com/watch?v=ulP1UB5PIN0http://www.youtube.com/watch?v=KLXkwxhScj8http://www.youtube.com/watch?v=pRyoiHCf1hMSono tutte cazzate che si basano sull'elettromagnetismo, ma c'è bisogno di una laurea in fisica anche solo per giocare?No perché sai molti esperimenti e molte scoperte sono avvenute anche per caso. Forse anche da persone che non dicevano a se stesse "è impossibile" solo perché la propria laurea e i propri studi gli hanno insegnato che ci sono leggi che non "devono" essere contraddette.Tu hai scritto: "Chi sopravvive potrà realizzare tutti questi fantomatici aggeggi, o provare che non funzionano."Quindi scienza e nozioni servono solo a ridicolizzare o smascherare chi inventa cose strane o si chiede il perché di nuovi fenomeni.Nessuno che provi qualche volta a ragionare per assurdo e dimenticare anche i principi fondamentali della termodinamica e dare il beneficio del dubbio e provare a seguire strade nuove e inesplorate.Ci sono cose talmente trane e misteriose ancora inspiegabili oggi,chiedi alla suscritta laurea in fisica di spiegare il fenomeno dei cristalli di Masaru Emoto e come un'etichetta con una scritta o le preghiere dei bambini riescono a cambiare il comportamento dell'acqua a livello atomico o molecolare:http://video.google.it/videoplay?docid=7833758715853620146&q=messages+water&total=606&start=0&num=10&so=0&type=search&plindex=0
      • fulmine scrive:
        Re: Gesso e lavagna, e STUDIARE!
        - Scritto da: Arturo
        No perché sai molti esperimenti e molte scoperte
        sono avvenute anche per caso.Pero' poi venivano sottoposto ella comunità scientifica, gli esperimenti venivano riprodotti e i risultati analizzati.Cosa che non è mai successa nel caso di queste fantomatiche macchine a moto perpetuo (O anche peggio)
        Quindi scienza e nozioni servono solo a
        ridicolizzare o smascherare chi inventa cose
        strane o si chiede il perché di nuovi
        fenomeni.No, servono a spiegare la realtà. E spiegano perché non potrà mai esistere una macchina che converte l'energia con un rendimento del 100%. Figuriamoci superiore :D !
        chiedi alla suscritta laurea in fisica di
        spiegare il fenomeno dei cristalli di Masaru
        Emoto - L'interpretazione personale (Emoto stesso) gioca un ruolo fondamentale nel catalogare i cristalli.- I suoi "esperimenti" non seguono il rigore scientifico: Niente protocolli, niente tests di controllo ... Perfino il metodo del doppio cieco non viene preso in considerazione !!- Pure lui, come centinaia di persone, non è riuscito ad accaparrarsi il milione di dollari messo in palio da Randy per chi riesca a riprodurre un "fenomeno paranormale" :)Giudizio: Bufala :D !
  • Silvano scrive:
    Energia nell'atomo
    A mio parere ogni forma di energia proviene dall'atomo , e l'atomo di energia , sotto diverse forme , ne ha in abbondanza , vedasi la relativa bomba . Non mi stupirei se un domani si potesse mungere questa energia con metodi finora sconosciuti .
    • fulmine scrive:
      Re: Energia nell'atomo
      - Scritto da: Silvano
      A mio parere ogni forma di energia proviene
      dall'atomo , e l'atomo di energia , sotto diverse
      forme , ne ha in abbondanza , vedasi la relativa
      bomba . Non mi stupirei se un domani si potesse
      mungere questa energia con metodi finora
      sconosciutiSconosciuti come per esempio ... L'energia atomica :D ?
      • Silvano scrive:
        Re: Energia nell'atomo
        Per "Fulmine" :Stiamo parlando di metodi FINORA SCONOSCIUTI e non dell'energia che sappiamo benissimo esistere dentro l'atomo e che oggi è ricavata sempicemente facendolo scindere o fondere . Per esempio il magnetismo permanente da dove viene se non dall'atomo che in condizioni particolari ( eccitazione magnetica ) fornisce una piccolissima parte della sua energia .
        • fulmine scrive:
          Re: Energia nell'atomo
          - Scritto da: Silvano
          Per esempio il
          magnetismo permanente da dove viene se non
          dall'atomo che in condizioni particolari (
          eccitazione magnetica ) fornisce una
          piccolissima parte della sua energia
          .Se fornisse parte della sua energia, si "smagnetizzerebbe", e non sarebbe più "magnetismo permanente" :)Il magnetismo non è propriamente dato dall'atomo, ma dallo spin degli elettroni
          • Silvano scrive:
            Re: Energia nell'atomo
            Per "fulmine" : Gli elettroni non fanno forse parte dell'atomo , oppure hanno divorziato ? E lo spin non è forse energia cinetica dell'atomo ? L'energia non viene dal nulla .
          • fulmine scrive:
            Re: Energia nell'atomo
            Considera il magnetismo come la gravità: Con il passar del tempo si consuma ?Allo stesso modo il magnetismo non si consuma, nemmeno "usandolo".
  • Nome e Cognome scrive:
    Enrico Mattei
    Per anni lo si è detto,per anni ci si è sentito rispondere che non era vero, che non c'erano le prove,ora è finito un processo con la consulenza del Politecnico di Torino, sentenza: sull'aereo di Enrico Mattei c'era una bomba che è esplosa poco prima dell'atterraggio.A chi faceva comodo che l'allora presidente dell'Eni, che voleva rendere l'Italia energeticamente più indipendente, morisse? Ricordatevi il periodo storico, la risposta è abbastanza intuibile anche se non dimostrabile.Non è la logica del complotto o degli alieni, è logica, punto.Questi rischiano la stessa fine.
    • fulmine scrive:
      Re: Enrico Mattei
      - Scritto da: Nome e Cognome
      Questi rischiano la stessa fine."Questi" non hanno in mano niente, solo fotografie con il cellulare, filmatini su youtube e qualche schemino incomprensibile.Non si è ancora vista una sola di queste macchine al vaglio della comunità scientifica, non si è ancora vista nessuna di queste macchine fornire elettricità ad un televisore, una casa o un paese.La CIA di "questi" se ne preoccupa meno di di "quelli" che dicono di essere stati rapiti dagli alieni :)
  • Inviato da Londra scrive:
    Come sarebbe andata (Sindrome cinese)
    Londra: durante la dimostrazione della macchina Orbo (un generatore di energia gratuita e pulita) si è verificato un grave incidente che non è ancora stato risolto. La macchina, infatti, ha funzionato alla perfezione e, producendo più energia di quanto ne assorba per il funzionamento, ha via via aumentato il suo regime di rotazione. Il calore prodotto dal funzionamento ha letteralmente fuso il supporto, facendo sprofondare la macchina nel sottosuolo, come già si ipotizzava nel film "Sindrome cinese". Gli ideatori della macchina non avevano previsto questo fenomeno e nessuno sa come porre rimedio alla situazione. Nel frattempo si odono sinistri boati provenire dalla voragine dove Orbo è sparito.Questa non è solo una cronoca ma anche un appello a chiunque possa suggerire una soluzione.
    • fulmine scrive:
      Re: Come sarebbe andata (Sindrome cinese)
      - Scritto da: Inviato da Londra
      Questa non è solo una cronoca ma anche un appello
      a chiunque possa suggerire una
      soluzione.La legge ! Bisogna far rispettare la legge ! Prima di tutto quelle della termodinamica, poi vedrete che andrà tutto a posto !!
  • Nicola scrive:
    Ricordiamo gli sforzi di MARINOV
    Speriamo bene... Il prof. Stefan Marinov che insegnava nel 1996 a Roma aveva studiato questo fenomeno e stava cercando di cambiare la fisica stravolgendo i principi di termodinamica... L'hanno fatto secco... Aveva studiato fenomeni di Free-Energy, uno di questi era la TESTATIKA...
    • fulmine scrive:
      Re: Ricordiamo gli sforzi di MARINOV
      - Scritto da: Nicola
      L'hanno fatto secco... Io sapevo che si era suicidato ...
      TESTATIKA...Un ammasso di ferro e cavi, "inventato" da una comunità religiosa svizzera che si rifiuta qualsiasi verifica da parte della comunità scientifica :) ...
      • Nicola scrive:
        Re: Ricordiamo gli sforzi di MARINOV
        Beh, al suicidio non c'ha creduto nessuno... L'ha detto un testimone che si era suicidato... :)
        • fulmine scrive:
          Re: Ricordiamo gli sforzi di MARINOV
          - Scritto da: Nicola
          Beh, al suicidio non c'ha creduto nessuno...Quindi immagino sia stata aperta un'indagine di polizia, ascoltati testimoni e raccolte prove, giusto ?Mi piacerebbe sapere su che basi sostieni che non è stato un suicidio. Ah, qualcosa di concreto, niente "Ninja mandati dalle industrie petrolifere al soldo della New World Order Inc." ;)
  • Dino Sauro scrive:
    è qui il raduno degli svitati?
    che hanno inventato il moto perpetuo, energia a costo zero, lame rotanti missili perforanti disintegratore, infrangono senza nemmeno un vigile che fischia le leggi della termodinamica e poverini, il mondo non gli va a strisciare ai piedi perché ci sono i cattivacci i petrolieri gli interessi economici Bill Gates l'Anticristo (...fill in the blank...).Quando arrivano le ballerine?
    • Joe scrive:
      Re: è qui il raduno degli svitati?
      Perché non provi anche tu?Bastano 500 euro per 5 cilindri in acciaio 316L a basso magnetismo residuo e un vecchio motore a scoppio di una moto incidentata preso da un rottamaio...
    • Burp scrive:
      Re: è qui il raduno degli svitati?
      Estinguiti.
  • Vihai Varlog scrive:
    Re: La Joe Cell accumula Orgone?
    - Scritto da: Joe

    Se dicessi di avere un motore monocilindrico di
    652cc su un banco in garage che va con una Joe
    Cell a semplice aria mi prendereste per matto
    vero?Beh, diciamo che nel ventaglio di tutte le definizioni possibili quella di matto e' quella che potresti preferire.
  • nuclearstre ngth scrive:
    una nuova economia?
    secondo me il problema è che abbiamo basato la nostra economia su unità (i dollari piuttosto che gli euro piuttosto che le once d'oro) che non sono in nessun modo relazionate al costo in termini reali ed effettivi degli oggetti.se il valore della moneta fosse relazionato al bagaglio energetico il problema sarebbe piu' facilmente risolvibile.bagaglio energetico di un barile di petrolio = milioni di anni per ottenerlo + costi di estrazione + costi ditrasporto e lavorazionebagaglio energetico di es. una torre eolica = estrazione dei minerali per ottenere il metallo + tempo per lavorarlo + tempo per fare il design + tempo per la costruzioneil costo in termini di bagalio energetico di una torre eolica sarebbe cmq piu' basso ed a quel punto la bassa redditività ripetto al petrolio sarebbe annullata dall'alto costo del barile stesso, cosa che oggi non succede. in pratica metterei inr elazione diretta il concetto di bagalio energetico con il valore del denaro.ho usato la torre olica solo come esempio,sono conaspevole che la cosa sarebbe politicamente dificile da mettere in atto ma secondo me l'idea è buona.non ho neppure il tempo per sviluppare tutta l'idea su questo post, sto infatti preparando il mio piano per conquistare il mondo ma nel frattempo mi interessano i Vs. commentia Voi
    • doctord scrive:
      Re: una nuova economia?
      Interessante, però ti immagini la immensa ricchezza che si verrebbero a trovare i paesi produttori di petrolio nei futuri secoli a venire? E cmq il prezzo lo fa il libero mercato. E poi il pensiero comune è: Io estraggo e sfrutto milioni di anni di energie in pochi minuti come meglio voglio per vivere bene qui ed ora, poi si vedrà... se ci sarà un poi.
      • bosao scrive:
        Re: una nuova economia?
        il liberi mercato è quando il presidente degli USA inizia a bombardare uno dei più grandi produttori mondiali di petrolio proprio prima che quest'ultimo inizia a vendere il suo petrolio in euro?
        • doctord scrive:
          Re: una nuova economia?
          Il discorso era generale. E' chiaro che visti gli interessi in gioco non è un libero mercato. Il vero concorrente del petrolio è la forza muscolare...
          • nuclearstre ngth scrive:
            Re: una nuova economia?
            - Scritto da: doctord
            Il discorso era generale. E' chiaro che visti gli
            interessi in gioco non è un libero mercato. Il
            vero concorrente del petrolio è la forza
            muscolare...guardate che se foss epossibile quello che intendo io le regole del libero mercato sarebberoinvariate, cio' che varierebbe sarebbe il metro con il quale si definisc ecosa è conveniente e cosa no.il prezzo delle risors esarebbe detemrinato dalle stesse regole che lo determinano ora, cambierebbe solo il riferimentonessuno che abbia commenti piu' costruttivi?
          • doctord scrive:
            Re: una nuova economia?
            Non puoi riformare il sistema economico senza toccare le regole del libero mercato. I prezzi, li decidiamo noi con le cose che compriamo... L'energia segue queste regole o almeno in teoria. Ora supponi che a livello internazionale si imponga quello che dici tu: prezzi del petrolio alle stelle, paesi in preda al panico alla ricerca di fonti alternative. Paesi produttori venderebbero sottobanco petrolio a non finire e via dicendo...Il vero problema è invece che spesso i beni fondamentali sono in mano ad entità che hanno e fanno regole al di fuori del libero mercato...
    • tavernello scrive:
      Re: una nuova economia?
      io penso che se ipotizzassimo che il costo di mercato di un prodotto fosse completamente equivalente al suo costo energetico potremmo avere una valutazione estremamete cautelativa del bilancio energetico totale, ovvero se, ad esempio, una torre eolica, in termini energetici, sia vantaggiosa per l'umanità oppure no.le torri eoliche costano circa 1000 euro al kW, e l'energia, ad esempio per illuminazione pubblica, costa 0.015 euro al kWh, ed è una valutazione sicuramente cautelativa perchè comprende gli utili d'impresa del (dei) fornitore.ora, 1000/0.015/24/365 mi dice che in meno di otto anni una torre eolica riassorbe i suoi costi di produzione in termini energetici, in realtà probabilmente molto meno perchè il costo è formato sia dal costo dell'energia spesa per realizzare le parti del manufatto sia del costo del personale che materialmente ha operato.
      • fulmine scrive:
        Re: una nuova economia?
        Dobbiamo anche considerare i costi di manutenzione (Centrale a cabone/petrolio/gas contro una centrale idroelettrica contro l'eolico contro il nucleare).Secondo me una tassa sul CO2 per le centrali inquinanti può essere un buon incentivo per spingere sul miglioramento di altri tipi di centrali "pulite". Una parte della tassa potrebbe essere usata per la ricerca e lo sviluppo di queste ultime.Una politica simile a quella svizzera, per intenderci ;)
  • doctord scrive:
    Durata magneti
    Anche io da piccolo sognavo di creare un motore composto esclusivamente da magneti. Una domanda mi sorge spontanea però: ma i magneti con gli anni non esauriscono il loro potenziale "attrattivo"? Se cosi fosse allora non si tratta proprio di un dispositivo in grado di generare energia "eterna" e magari l'energia guadagnata corrisponderebbe ad un qualche altro tipo di perdita, che sia magnetica o di massa...
    • fulmine scrive:
      Re: Durata magneti
      - Scritto da: doctord
      Anche io da piccolo sognavo di creare un motore
      composto esclusivamente da magneti. Una domanda
      mi sorge spontanea però: ma i magneti con gli
      anni non esauriscono il loro potenziale
      "attrattivo"? Con gli anni la terra perde la sua forza di gravità ;) ?
      • doctord scrive:
        Re: Durata magneti

        Con gli anni la terra perde la sua forza di
        gravità ;)?No =) La forza di gravità è una deformazione dello spazio. L'attrazione magnetica, intendo quella dei magneti naturali o meno, è diversa! Non ho mai capito a cosa è dovuta e come può fisicamente attrarre meteriali ferrosi, mi dovrei documentare un pò, ma col tempo questa capacità dovrebbe diminuire o no?
        • nuclearstre ngth scrive:
          Re: Durata magneti
          - Scritto da: doctord

          Con gli anni la terra perde la sua forza di

          gravità ;)?

          No =) La forza di gravità è una deformazione
          dello spazio. L'attrazione magnetica, intendo
          quella dei magneti naturali o meno, è diversa!
          Non ho mai capito a cosa è dovuta e come può
          fisicamente attrarre meteriali ferrosi, mi dovrei
          documentare un pò, ma col tempo questa capacità
          dovrebbe diminuire o
          no?vado per nozione da scuola media: no non decade.cheers
        • fulmine scrive:
          Re: Durata magneti
          - Scritto da: doctord
          No =) La forza di gravità è una deformazione
          dello spazio.La fisica quantistica la vede in maniera diversa. E tratta (Vorrebbe, almeno ;)) trattare la gravità allo stesso modo :)
      • Dario scrive:
        Re: Durata magneti
        A quanto ne so un magnete può perdere il suo potenziale , ma il tempo richiesto perchè ciò avvenga è nell'ordine delle centinaia di anni... quindi anche se non si può propriamente parlare di energia illimitata si tratterebbe pur sempre di una durata piuttosto elevata.
  • Presid. Scrocco scrive:
    * AGGIORNAMENTO *
    Sembra che la dimostrazione sia saltata a data da destinarsi...CHE BUFFONI.Penso che ciò che è accaduto si commenti da sé.http://www.steorn.org/news/releases/?id=1001Steorn announcement: Kinetica DemonstrationFurther to Steorns announcement yesterday (5th July) regarding the technical difficulties experienced during the installation of its Orbo technology at the Kinentica Museum in London, Steorn has decided to postpone the demonstration until further notice.Sean McCarthy CEO stated that technical problems arose during the installation of the demonstration unit in the display case on Wednesday evening. These problems were primarily due to excessive heat from the lighting in the main display area. Attempts to replace those parts affected by the heat led to further failures and as a result we have to postpone the public demonstration until a future date.He continued that we apologise for the inconvenience caused to all the people who had made arrangements to visit the demonstration or were planning on viewing the demonstration online.Over the next few weeks the company will explore alternative dates for the public demonstration.
  • alphac scrive:
    energia ecosostenibile
    Non so se sia vero quello che vogliono dimostare sti tizi, ma intanto senza ricorrere a megascienziati io risparmio sul riscaldamento tramite pannelli solari termici a circolazione forzata, dopo un anno dall'installazione con il risparmio che ho ottenuto probabilmente ammortizzerò il tutto in 6 anni, dopo di che anni è tutto guadagno, e solo con energia solare in nord italia, figuriamoci cosa si potrebbe fare al sud.
  • fulmine scrive:
    Re: La Joe Cell accumula Orgone?
    - Scritto da: Joe
    Se dicessi di avere un motore monocilindrico di
    652cc su un banco in garage che va con una Joe
    Cell a semplice aria mi prendereste per matto
    vero?No, ti direi che al posto di stare qui a perdere tempo, potresti vendere la tua energia prodotta dal nulla e diventare milionario :)
    • Joe scrive:
      Re: La Joe Cell accumula Orgone?
      Non è mica facile...Io mi accontenterei di una capannone in periferia in un medio paese e fornire energia elettrica al solo costo di manutenzione dei motori a tutti gli abitanti.Ma io sono un poveretto con un motorino di 652cc in un garage...E poi l'Enel che vede che tutti si staccano non viene ad indagare?L'idea sarebbe costruire un fossato accanto al capannone e mettere della cacca di maiale con finti tubi facendo finta che l'energia viene prodotta da biomasse.Ti pare che non ci ho pensato...Ma come ti presenti con un progetto che spesso viene associato all'orgone. A chi chiedi finanziamenti per questa attività? E te li daranno?E se ne parli in giro trovi gente che ti aiuta, che te la vuole rubare o magari che ti vuole affossare?Ricordiamo che a Joe l'inventore originario della Joe Cell gli hanno distrutto l'officina.E che il professore universitario che gli insegnò il trucco della batteria da 1,5v per tenerla carica più a lungo è morto in circostanze misteriose...
      • fulmine scrive:
        Re: La Joe Cell accumula Orgone?
        - Scritto da: Joe
        Ma io sono un poveretto con un motorino di 652cc
        in un
        garage...Usalo per casa tua, poi con i soldi risparmiati costruisci un motore più grande per tutto il condominio.Con i soldi risparmiati ...
        E poi l'Enel che vede che tutti si staccano non
        viene ad
        indagare?Non credo sia illegale quello che stai facendo ;)
        A chi chiedi finanziamenti per questa attività? E
        te li
        daranno?Con tutti gli idioti che hanno bruciato miliardi durante il periodo delle dot-com, vuoi dirmi che non trovi nessuno che finanzi qualcosa di concreto e reale come la tua macchina ?
        E che il professore universitario che gli insegnò
        il trucco della batteria da 1,5v per tenerla
        carica più a lungo è morto in circostanze
        misteriose...E' la fine che tocca a tutti i personaggi "scomodi". Come dicevo sopra, Elvis, gli alieni di Roosvelt e Marylin Monroe ;)
        • Joe scrive:
          Re: La Joe Cell accumula Orgone?
          Non è questo il problema. Io sono l'uomo comune, che è riuscito in un garage in un esperimento che non è facilmente ripetibile.Se vai su Youtube e cerchi "joecell" ci sono tantissimi video. E molti mostrano solo la fase di elettrolisi e carica dell'acqua. Pochi mostrano il reale utilizzo su un veicolo.Io spero presto di poter mettere il video del mio motore monocilindrico.Ma non so che spiegazione dare, dato che ho seguito quello che ho letto in giro per internet e mi ha funzionato.Con poche fasi di elettrolisi giornaliere ora questa cosa di acciaio con l'acqua dentro mi fa girare un motore, ma se non spengo il cellulare e lo metto accanto alla cella questa può smettermi di funzionare.E se fossero vere le cose scritte da chi è stato intimidito o ucciso per avere divulgato troppo questa scoperta di questo dispositivo?Mi preoccupo anche di quello. Anche io penso ai bontemponi che scrivono stupidaggini su Internet...Ci sono troppe robe che non capisco e che sto testando ma senza non dico una laurea perché quella in Ing. Meccanica è diversa da quella in fisica ed io posso costruirti le piastre d'anticipo e tutto quello che vuoi ma la parte quantistica e di certi fenomeni che accadono dopo l'elettrolisi dell'acqua ci capisco ben poco, anche quello strano formare di bolle che girano a spirale per esempio non saprei perché, e perché sempre nella stessa direzione di rotazione anche nell'emisfero australe (stando a quello che ha scritto un australiano della mailing list che frequento), e senza strumenti che può darti un istituto di ricerca posso fare ben poco.Ho difficoltà anche io a ripetere l'esperimento, e spesso lo mollo per qualche settimana per tornarci nel tempo libero.
          • guiccia scrive:
            Re: La Joe Cell accumula Orgone?
            - Scritto da: Joe
            Non è questo il problema.

            Io sono l'uomo comune, che è riuscito in un
            garage in un esperimento che non è facilmente
            ripetibile....ok, ma stando a quello che racconti ed ai risultati su google, c'è molto interesse ed entusiasmo su queste cose. La prima cosa da fare è cercare o creare una comunità, un sito o un forum o una mailing list su questo argomento. poi preoccuparsi della licenza, penso che la GPL o cose simili siano le uniche che ti permettono di associare i nomi dei partecipanti al progetto e rendere non rubabile l'idea. poi qualche organizzazione, speriamo non criminale, si farà avanti.se quello che dici è vero è una figata e tu non sei da meno, io non saprei dove mettere le mani, pur avendo le istruzioni.
          • Joe scrive:
            Re: La Joe Cell accumula Orgone?
            Ma noi la mailing list l'abbiamo, ed ho sentito che c'è ne sono un'altra decina.Certo dentro ci trovi gente strana, ogni tanto ci entra il tizio che parla di degli alieni rettiliani, poi quello che dice che vuole usare l'acqua energizzata dalla cella per curarsi dal cancro.In questo modo non capisci se sei in un forum di scienziati o in uno di complottisti mistico-newagini...Perché l'acqua caricata nella Joe Cell fa cose strane, buttata in una pozza di acqua putrida sarebbe in grado di ripulirla, o diciamo di rendere l'acqua trasparente. Probabilmente è un qualche fenomeno che fa depositare velocemente nel fondo le sostanze disciolte nell'acqua, rendendo l'acqua diversa da un mezzo in cui quelle sostanze erano solubili.Per non parlare di quelli che dicono di essere riusciti a portare la Joe Cell ad uno stadio che viene definito anti-gravitazionale. A me viene da ridere, non so se sia vero, ma qualcuno dice di avere visto il motore o l'automobile su cui ha provato la Joe Cell dopo diverso tempo diventare decine di kg più leggeri arrivando a sollevare un monoblocco V6 di 300kg con una sola mano.Questo sarebbe il precursore dell'effetto Hutchinson:http://www.youtube.com/watch?v=sATTr5oZCHcImpressionante il coltello che si è inglobato nella tavoletta di legno, per non parlare del come si sollevano da terra sfere di ferro di 30cm di diametro.O la barra di acciaio che si spezza come fosse di burro con dentro la sua struttura che è diventata come spugnosa o alveolare...
          • fulmine scrive:
            Re: La Joe Cell accumula Orgone?
            - Scritto da: Joe
            Questo sarebbe il precursore dell'effetto
            Hutchinson: Hutchison later admitted to being "creative" with the footage [...] and an inability to legally reproduce the original effect Insomma, il "do Nascimento" mande in USA 8)
          • Joe scrive:
            Re: La Joe Cell accumula Orgone?
            Beh ma perché non riporti l'intero articolo che dice ben altre cose...http://www.damninteresting.com/?p=472Lui ha ammesso di avere usato trucchi nei successivi esperimenti poiché egli stesso non fu in grado di ripeterli dopo il 1991. Per cui a chi gli chiese altre dimostrazioni dovette usare fili e altre cose.Su Hutchinson la comunità scientifica è spaccata in due tra chi gli da il beneficio del dubbio e chi lo giudica fasullo in tutto e per tutto.
          • fulmine scrive:
            Re: La Joe Cell accumula Orgone?
            - Scritto da: Joe
            Lui ha ammesso di avere usato trucchi nei
            successivi esperimenti poiché egli stesso non fu
            in grado di ripeterli dopo il 1991.Questo credo ponga fine alla discussione
  • Joe scrive:
    Riscaldatore a cavitazione
    Qua un apparecchio facile facile, ti può aiutare un qualsiasi torniere o officina meccanica, con l'aiuto di un gommista per l'equilibratura della parte rotante.Si tratta di un dispositivo che è semplicemente un cilindro/volano forato come un cartone di uova, con delle cavità incassate intorno ad esso che gira dentro un cilindro, con una distanza piccola tra cilindro interno (quello con le cavità), e la parete del cilindro esterno.Questo fenomeno produce vapore ad altissima temperatura senza bisogno di energia termica fornita elettricamente o tramite combustibili.Qui un video con il principio visto in timelapse (con fotografia fortemente accelerata) utilizzando un'elica marina immersa in acqua. Le bolle si formano per cavitazione ed è vapore:http://www.youtube.com/watch?v=b13oeakDDlYQui viene mostrato come farselo in casa, ai meno tecnici dirò che con 300-400watt della potenza del motore elettrico si ottiene acqua calda per la quale ci vorrebbe una potenza di 800-1200watt di un boiler o una caldaia a gas:http://www.youtube.com/watch?v=lgXiEE6_NqwQui lo usa la stazione dei pompieri di Albany:http://www.youtube.com/watch?v=V0M2GnQluJkQui esempi della tecnica costruttiva.http://www.youtube.com/watch?v=yh_-DUKQ4UwE da noi? Boh?
    • fulmine scrive:
      Re: Riscaldatore a cavitazione
      - Scritto da: Joe
      Questo fenomeno produce vapore ad altissima
      temperatura senza bisogno di energia termica
      fornita elettricamente o tramite
      combustibili.Buttalo nel mare, cosi' evapora tutto :D !Anzi, chiudilo in una stanza, riscaldane l'umidità e crea una sauna a prezzo zero (rotfl) !Se ne possono creare di piccoli-piccoli da fornire in omaggio assieme alla pasta Barilla: Ne getti uno nella pentola e subito hai pronta l'acqua per gli spaghetti :) !
      • Joe scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione
        Ma tu sei stupido o cosa?
      • Joe scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione
        Cioè tu vieni a prendermi in giro dopo aver visto i video di come si costruisce e cosa riesce a fare il riscaldatore d'acqua a cavitazione?
        • fulmine scrive:
          Re: Riscaldatore a cavitazione
          - Scritto da: Joe
          Cioè tu vieni a prendermi in giro dopo aver visto
          i video di come si costruisce e cosa riesce a
          fare il riscaldatore d'acqua a
          cavitazione?Non ti prendo in giro, le mie osservazioni erano serie !Usa uno di questi motori in un piccolo stagno o in una palude. Quando sarà totalmente prosciugata (A costo zero ?), avrai tutto l'interesse della stampa e gli investitori faranno la fila sotto casa tua ;) !
          • Joe scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            Il riscaldatore cavitazionale è più efficiente dei sistemi attuali ma non è a costo zero.Se hai letto il mio commento dicevo che con 3-400 watt di un motore elettrico e quindi energia cinetica, porti l'acqua di un intero impianto di termosifoni di una casa in ebollizione al pari di un boiler o una caldaia a gas dove useresti 800-1200watt di energia elettrica o un pari potere calorifero del gas.Non è a costo zero.
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Riscaldatore a cavitazione
      Se ho ben capito, in quel caso il calore si produce per attrito. O sbaglio?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2007 14.07-----------------------------------------------------------
      • Joe scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione
        Si delle molecole di acqua ma più che attrito direi un fenomeno causato dalla continua compressione ed espansione nelle cavità.Perché il cilindro forato è a pochi millimetri dalla parete esterna e gira grande velocità. L'acqua entra ed esce dalle cavità in continue compressioni/espansioni.
        • nuclearstre ngth scrive:
          Re: Riscaldatore a cavitazione
          - Scritto da: Joe
          Si delle molecole di acqua ma più che attrito
          direi un fenomeno causato dalla continua
          compressione ed espansione nelle
          cavità.

          Perché il cilindro forato è a pochi millimetri
          dalla parete esterna e gira grande velocità.
          L'acqua entra ed esce dalle cavità in continue
          compressioni/espansioni.che tu sappia le alte pressioni che si generano sono gestibili da un impianto casereccio o dcausano pericolo di esplosioni nel caso di un impipanto fatto da non professionisti?no sai c'è la casa in campagna che ha un riscaldamento vecchissimo e lo devo giusto giusto cambiare...
          • Joe scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            Valvole pressostatiche ne sistono fisse a varie pressioni e variabili con vite a spillo.Ovvio che non lo metterai in casa perché è pur sempre un motore da autoclave molto fastidioso come rumore.
          • nuclearstre ngth scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            - Scritto da: Joe
            Valvole pressostatiche ne sistono fisse a varie
            pressioni e variabili con vite a
            spillo.
            Ovvio che non lo metterai in casa perché è pur
            sempre un motore da autoclave molto fastidioso
            come
            rumore.no in cantina, è una casa di campagna con cantine che erano stalle, c'è spazio ed il rumore non è un problema, leparti sono spesse dai 90cm al metro emezzo e sono di pietre...
          • nuclearstre ngth scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            - Scritto da: nuclearstre ngth
            - Scritto da: Joe

            Valvole pressostatiche ne sistono fisse a varie

            pressioni e variabili con vite a

            spillo.

            Ovvio che non lo metterai in casa perché è pur

            sempre un motore da autoclave molto fastidioso

            come

            rumore.

            no in cantina, è una casa di campagna con cantine
            che erano stalle, c'è spazio ed il rumore non è
            un problema, leparti sono spesse dai 90cm al
            metro emezzo e sono di
            pietre...mandami email NUCLEARSTRENGHT @ GMAIL dot COM non ho la capacità di farlo da solo ma la volontà sì e non sono nella posizione di poter essere intimidito da chicchesia
          • Joe scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            Mostra questo video ad un torniere...È solo lavoro di semplice carpenteria meccanica.http://www.youtube.com/watch?v=yVq1DhgV4GoMostragli anche l'altro che ho postato all'inizio del thread.È il suo mestiere lui dalle foto capirà tutti i materiali e i macchinari usati.
          • Joe scrive:
            Re: Riscaldatore a cavitazione
            Stavo pensando che non serve un pressostato ma solo un termosstato. Perché il motore venga spento quando l'acqua ha raggiunto una certa temperatura.Ma siccome il motore fa anche da pompa, in tal caso ci fuole un deviatore che spenga il motore collegato al volano cavitazionale e azioni una pompa che fa circolare l'acqua nell'impianto termosifone.
    • Presid. Scrocco scrive:
      Re: Riscaldatore a cavitazione
      Se è per questo di soluzioni innovative ce ne sono a centinaia, e dai costi pressoché nulli.Hai mai sentito parlare della candela "Firestorm" per motori a scoppio?Ha un rendimento INCREDIBILE, riesce a bruciare tutto il combustibile grazie ad una specie di "plasma" che si genera dove dovrebbe essere la scintilla.Un risparmio infinito di carburante, semplicemente cambiando le candele della macchina.Ma chissà perché, le grandi aziende non ne vogliono sentir parlare...Qui un approfondimento: http://www.nexusmagazine.com/articles/Firestorm.html :s
      • Joe scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione
        Mah anche a me pare una presa per il culo...Non ricordo adesso ma c'è una legge di fisica che dice che la scintilla scocca sempre e soltanto in solo punto definito da vari fattori che non sto ad elencare. Ed è sempre così.Non esistono scintille circolari o multiple contemporaneamente qualsiasi sia la forma di due elettrodi messi vicini. Anche avessero più punte e forme a dente di sega, la scintilla uscirà sempre da un solo dente.E comunque anche l'acetone garantisce già da subito un 20% in meno di consumi e migliore rendimento.Basta mischiarlo in proporzione 1:1000 alla benzina. Ma capirai che è una rottura di balle stare lì con i recipientini, e misurini ad ogni rifornimento.E non ci saranno mai leggi che obbligheranno ad aggiungerlo già in deposito perché sennò i petrolieri e lo stato con le accise perderebbero entrambi subito il 10-20% di entrate.Ed è falso che l'acetone scioglie le gomme dei circuiti di alimentazione perché con la benzina verde è stato introdotto il toluene un potente solvente in percentuali maggiori di quell'1:1000 che si può aggiungere di acetone.
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione
        - Scritto da: Presid. Scrocco

        Ha un rendimento INCREDIBILE, riesce a bruciare
        tutto il combustibile grazie ad una specie di
        "plasma" che si genera dove dovrebbe essere la
        scintilla.Plasma dove dovrebbe essere una la scintilla... ma tu sai cos'e' una scintilla? no eh?
      • doctord scrive:
        Re: Riscaldatore a cavitazione

        Qui un approfondimento:
        http://www.nexusmagazine.com/articles/Firestorm.htIl sito originale dell'autore non esiste più...
  • Mary scrive:
    con che fa rima Orgone?
    co' te fa rima..
  • gattorosso scrive:
    siamo obiettivi
    Comunque, non è che se una idea o fenomeno è scomodo alle multinazionali ecc., allora di conseguenza è reale. Mi pare semplice.
    • Joe scrive:
      Re: siamo obiettivi
      No, io sono perfettamente daccordo con te...Ma io sono stato preso per il culo quando davanti ad una pizza ho parlato del mio monocilindrico che va ad aria con una Joe Cell a dei conoscenti ingegneri.E nessuno di loro ha avuto il coraggio a venire nel mio garage... Mi hanno semplicemente detto che come lo spiego io è impossibile.Mi ricorda un certo cardinale che non volle guardare nel telescopio di Galilei.Ossia se non si prova ad aprire la mente, a dimenticare per un attimo le leggi della termodinamica e quello che si è studiato, e se costa poco sperimentare anche in direzioni apparentemente assurde, forse si scoprirebbero cose che non avremmo mai neppure immaginato.Quando fu inventata ai più la lampadina non sembrava magia?
      • gattorosso scrive:
        Re: siamo obiettivi
        OK, sperimentare e mettere in discussione tutto è ciò che rende viva ed efficace la scienza. Poi bisogna tenere in conto gli errori, le false speranze, i fanatici, gli imbroglioni, i politici e i mercanti, ecc. ecc.La via della conoscenza è estremamente dura.
        • Joe scrive:
          Re: siamo obiettivi
          Io sono in una mailing list dove c'è voluto un mese per convincerli a farmi entrare, per vari motivi, perché ogni tanto entra il buon tempone che li prende in giro.Ma molti hanno anche paura che vengano dalle aziende petrolifere o chi ha interessi in questo settore. Ho mandato foto del motore e della mia cella cilindrica e mi hanno ammesso.Adesso siamo meno di un centinaio da tutto il mondo specie Australia e Nuova Zelanda, ma anche dal Libano, USA e nord Europa.E ci scambiamo consigli, esperimenti, fotografie, come usare i tester e gli strumenti. Abbiamo laser per provare l'effetto Tindall sull'acqua, conduttivimetri e misuratori di PH, ecc.Perché è ovvio che se non ti riesce molli tutto e dici che è una stupidaggine. Se invece cerchi di avere un minimo di approccio scientifico, magari seguendo i consigli di chi ci prova da più tempo...La Joe Cell si dice che esista da 70 anni e che il meccanico australiano che si fa chiamare Joe la copiò da un manuale di manutenzione dei carri armati inglesi della seconda guerra mondiale dove il dispositivo veniva usato per aumentare l'autonomia dei motori a benzina (e che risale nientemeno che a Nikola Tesla, c'è una certa somiglianza tra questa e un paio di disegni di dispositivi che si era costruito Tesla).Per cui non è tecnologia nuova, è diciamo uno strumento poi secretato per motivi economici, in un periodo in cui pure la Cannabis fu bandita e osteggiata in ogni modo non perché una droga, ma perché ci si faceva materie simili alla plastica. Oggi si fa dal mais, ma non è stato inventato niente che già non si facesse con la canapa.Questo video è interessante. Meyer e Williams che sono riusciti con una loro Joe Cell. Alla fine ci sono delle scritte che dicono delle cose:http://www.youtube.com/watch?v=uylSdePEbwIDevi cercare su Youtube con la parola joecell o joe cell. Ci sono una marea di video e ogni mese aumentano.Alcuni di quelli che troverai sono di persone che frequentano le stesse mailing list che frequento io.Spero presto di potere mettere i miei quando riuscirò a padroneggiare TOR e riuscirò a restare anonimo.Specie quello in cui accendo il mio motorino monocilindrico e nel video mostro l'assenza della vaschetta del carburatore con il galleggiante e i getti in vista... All'uomo comune può non dire nulla, ma un meccanico che guarda quel video resta subito a bocca aperta...
          • Renato Boso scrive:
            Re: siamo obiettivi
            se mi dai l'email ti posso contattare?La mia è johnsoft01@gmail.com
  • Joe scrive:
    Progetto MEG
    Il generatore elettromagnetico immobile.Come per la fusione fredda anche questo dispositivo garantirebbe un rapporto di generazione vicino a 1:2, ossia do 1000watt ne ottengo 2000 di cui ne uso 1000 per continuare la generazione e 1000 sono gratis per il genere umano...Di questo dispositivo è stato concesso il brevetto...http://www.xmx.it/MEG.htmhttp://jnaudin.free.fr/meg/meg.htmhttp://www.rexresearch.com/meg/meg.htm
    • Robba scrive:
      Re: Progetto MEG
      Gia peccato che i creatori siano finiti stecchiti nei modi piu assurdi, incidenti d'auto, pestaggi fuori casa etc.E la cosa piu strana è che nonostante abbiano mostrato un modello funzionante(il brevetto americano lo richiedeva) ancor oggi non sembra esservi nessuno in grado di replicarlo...Chissa...
  • gattorosso scrive:
    siamo obiettivi
    1) non è che il moto perpetuo non esista, è che non è mai stato osservato, e i principi fisici al momento noti, creati nei secoli in base a miliardi di osservazioni e misure, non solo non lo prevedono ma lo vietano;2) qui non si parla di moto perpetuo ma, peggio, di creazione di energia. Vale ancora quanto detto sopra. Una nuova sorgente è sempre possibile, per quanto evento molto improbabile. Più facile e comune è un errore da pistolone.4) con questo, se qualcuno trova e riproduce un fenomeno nuovo, reale, basterà poi estendere la teoria, ma non certo negare le osservazioni precedenti. 5) la faccenda mi ricorda molto quella della fusione fredda. Ovvero bufala. Magari si tatta di un esperimento sociale o indagine di mercato, o del tentativo di farsi pagare dalle multinazionali per non parlarne più, anche se falso.Comunque, interessante.
    • Joe scrive:
      Re: siamo obiettivi
      Attenzione alla "bufala" della fusione fredda.Ho postato dei link in un altro thread e l'esperimento lo puoi fare anche tu notando un rapporto di 1:2 nella produzione di energia in rapporto a quella fornita. Il problema è la quantità di tungsteno distrutto a parte l'acqua persa per evaporazione.
      • gattorosso scrive:
        Re: siamo obiettivi
        He, appunto, il bilancio energetico non è mica chiaro. Le quantità sono piccole e occorre essere certi che non si stia usando un'altra energia, non nucleare, come è estremamente probabile.E per misurare queste cose occorrono risorse e professionalità, non basta la buona volontà.
        • Joe scrive:
          Re: siamo obiettivi
          Ti renderai conto che quando si inizia a far sul serio escono fuori i pretoriani dei petrolieri e di chi ha i propri interessi e ti levano strumenti e laboratorio. O si fa da se (con quali fondi?) o fanno leva a livello di corruzione politica e ti tolgono i fondi.Sei proprio certo che la fusione fredda fosse una bufala?
          • gattorosso scrive:
            Re: siamo obiettivi
            no che non lo sono;ma sono sicurissimo che nella storia ci sono anche un pacco di fanatici che della realtà delle cose non si curano per nulla.
        • giulio scrive:
          Re: siamo obiettivi
          - Scritto da: gattorosso
          He, appunto, il bilancio energetico non è mica
          chiaro. Le quantità sono piccole e occorre essere
          certi che non si stia usando un'altra energia,
          non nucleare, come è estremamente
          probabile.
          E per misurare queste cose occorrono risorse e
          professionalità, non basta la buona
          volontà.la quantità di energia che esce dalla cella non è sbiagabile in altro modo che con reazioni nucleari. Ne esce troppa per essere reazioni chimiche. Del resto hanno anche misurato, proprio qui in italia, che dalla cella esce indiscutibilmente elio: http://www.progettomeg.it/all/RT-ENEA_02_411.zip
  • Joe scrive:
    Fusione fredda per plasma elettrolisi
    http://www.xmx.it/fusionefreddaFAQ2.htmhttp://www.guns.connect.fi/innoplaza/energy/story/Kanarev/coldfusion/http://jlnlabs.imars.com/cfr/html/cfrtpwr.htmSi può provare anche a casa. Ma attenzione usare un pannello di piombo o metallo spesso contro i neutroni che genera.In pratica si danno 1000 watt, se ne ottengono 2000. 1000 si potrebbero riutilizzare per la rigenerazione avendone sempre 1000 in eccesso.Ma purtroppo al costo della distruzione dell'elettrodo di tungsteno e l'evaporazione di 1/10 dell'acqua utilizzata.Ma c'è tanta gente nel mondo che sperimenta. Gli scienziati che ci hanno provato originariamente sono stati fermati politicamente...
  • Nikola Tesla scrive:
    Nikola Tesla....
    Documentatevi un pò su questo personaggio e sulla tesla car (non quella di google!)... l'energia libera ed infinita per tutti sembra non essere un sogno, semplicemente cozza con gli interessi economici dei potenti... Ma le cose cambiano... basta solo crederci... basta solo sognare.
    • fulmine scrive:
      Re: Nikola Tesla....
      - Scritto da: Nikola Tesla
      Documentatevi un pò su questo personaggio e sulla
      tesla car (non quella di google!)... l'energia
      libera ed infinita per tutti sembra non essere un
      sogno, semplicemente cozza con gli interessi
      economici dei potenti...Eh, la speranza ... Purtroppo l'energia libera di Tesla semplicemente non esiste :) !
    • Presid. Scrocco scrive:
      Re: Nikola Tesla....
      Per chi vuole saperne di più sulla Free Energy di Tesla, consiglio di andare a leggersi la pagina a questo link:http://radiantenergy.altervista.orgCliccando con il tasto destro su "Scarica qui la versione in PDF (3,2Mb)" è possibile anche scaricarsi l'intero PDF con le immagini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2007 12.07-----------------------------------------------------------
      • fulmine scrive:
        Re: Nikola Tesla....
        - Scritto da: Presid. Scrocco
        Per chi vuole saperne di più sulla Free Energy di
        Tesla, consiglio di andare a leggersi la pagina a
        questo
        link:Questa storia, come il Bigfoot o Elvis, ogni tanto salta fuori :)Di fatto non si è ancora visto nulla di concreto: In mezzo secolo non c'è una sola persona che si sia staccata dalla rete di distribuzione dell'elettricità o che sia diventato a sua volta fornitore potendo generare energia "dal nulla" ;)
        • Joe scrive:
          Re: Nikola Tesla....
          Che vuol dire "dal nulla"?Conosciamo così poco del nostro mondo e dell'interazione con la materia, molti fenomeni che apparentemente fanno pensare che si generi energia dal nulla potrebbero avere a che fare con particelle e fenomeni quantistici ancora sconosciuti.TU chi sei per poter dire che gli altri vogliono generare l'energia "dal nulla"?
      • Joe scrive:
        Re: Nikola Tesla....
        Non riesco ad aprire il file sembra guasto.
        • Presid. Scrocco scrive:
          Re: Nikola Tesla....
          TASTO DESTRO (non sinistro), poi "Salva destinazione con nome" e poi lo decomprimi con 7-zip (www.7zip.org)
      • guiccia scrive:
        Re: Nikola Tesla....
        - Scritto da: Presid. Scrocco
        Per chi vuole saperne di più sulla Free Energy di
        Tesla, consiglio di andare a leggersi la pagina a
        questo
        link:

        http://radiantenergy.altervista.org

        Cliccando con il tasto destro su "Scarica qui la
        versione in PDF (3,2Mb)" è possibile anche
        scaricarsi l'intero PDF con le
        immagini.su youtube si trovano un sacco di cose interessanti con la parola tesla.bello anche il film "il segreto di nikola tesla".
    • aaaa scrive:
      Re: Nikola Tesla....
      tesla aveva sbagliato su quasi tutto ma ha avuto un'unica grande intuizione una scintilla chiamola ;)
  • Nilok scrive:
    Scienza, Fisica ed Evoluzione.
    Ave.La Scienza progredisce e non vedo nulla di strano nella possibilità di fare nuove, sconvolgenti e rivoluzionarie scoperte.Per quanto riguarda la Fisica, gli scienziati ancora NON CONOSCONO l'uso di una delle Forze Fondamentali: la Forza Gravitazionale.Incommesurabili vantaggi potrebbero scaturire da scoperte nell'utilizzo di questa Forza.Non dimentichiamoci MAI che la "Teoria della Relatività" e UNA TEORIA!!!Ciò che ieri "sembrava" una Legge Inviolabile, oggi si è dimostrata essere una Variabile Conoscibile e, potrebbe succedere che domani venga conosciuta come un'assurdità scientifica.La conoscenza, giorno dopo giorno, aumenta e le cose cambiano.Fino a quando non si metterà in discussione quanto si è "conosciuto" fino ad ora, non ci saranno "scoperte rivoluzionarie" e che faranno GRANDEMENTE progredire l'Uomo.Ricordate Galileo Galilei?Bene, non dimentichiamocene MAI.A presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/
    • nifft scrive:
      Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
      facciamo una scommessa che questa notizia è una str...ta?
      • Nilok scrive:
        Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
        Facciamo una scommessa che la scoperta è vera ma che è stata IMMEDIATAMENTE COMPRATA da una Società Petrolifera e sarà chiusa in un cassetto fino a quando le scorte di Petrolio termineranno?Non credo che sia possibile fare nessuna delle due nostre scommesse......Ma sono disposto a scommettere tutto quello che ho che, in futuro, sarà trovata una fonte di energia pulita inesauribile.Ma forse tu non hai soldi abbastanza per accettare la mia socmmessa....(ovviamente è una battuta!)8-)
        • nifft scrive:
          Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
          Ok scommettiamo una pizza! :D
        • fulmine scrive:
          Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
          - Scritto da: Nilok
          Facciamo una scommessa che la scoperta è vera ma
          che è stata IMMEDIATAMENTE COMPRATA da una
          Società Petrolifera e sarà chiusa in un cassetto
          fino a quando le scorte di Petrolio
          termineranno?E tu credi veramente che un dirigente rinunci a tanti soldi e subito e preferisca aspettare che finiscano le scorte di petrolio (Magari fra mezzo secolo) ?Una lungimiranza del genere non me la sarei mai aspettata :) !
          Ma sono disposto a scommettere tutto quello che ho che,
          in futuro, sarà trovata una fonte di energia pulita
          inesauribile.Su questo punto la fisica è piuttosto sicura che non sarà possibile :)
          • Alessandrox scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
            - Scritto da: fulmine
            E tu credi veramente che un dirigente rinunci a
            tanti soldi e subito e preferisca aspettare che
            finiscano le scorte di petrolio (Magari fra mezzo
            secolo)
            ?Certo! perche' nel frattempo il prezzo del petrolio aumentera' vertiginosamente mentre tutti continueranno ad averne bisogno.POi ad un certo punto potra' tirare fuori l' asso dalla manica e mostrare a tutti quant''e' bravo e quant'e' buono con le nuove macchine per produrre energia.Si vede che non sei tagliato per gli affari...
          • fulmine scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
            - Scritto da: Alessandrox
            Si vede che non sei tagliato per gli affari...Io non aspetterei 10, 20 o 50 anni per tirare fuori l'asso dalla manica (Con la probabilità che qualcuno arrivi prima di te). Se hai un modo per stracciare la concorrenza, lo usi subito @^ !
          • Alessandrox scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
            - Scritto da: fulmine
            - Scritto da: Alessandrox


            Si vede che non sei tagliato per gli affari...

            Io non aspetterei 10, 20 o 50 anni per tirare
            fuori l'asso dalla manica (Con la probabilità che
            qualcuno arrivi prima di te). Se hai un modo per
            stracciare la concorrenza, lo usi subito
            @^
            !Quale concorrenza? Tra CHI? Ti risulta ci sia una gran concorrenza tra le aziende petrolifere?Quello e' un cartello, un oligopolio in cui tra i vari soggetti si prendono degli accordi di lungo termine... Tu fai i tuoi calcoli che vanno bene per te, loro hanno gia' fatto i propri e pretendi di insegnargli come condurre i propri affari?Nessuno arrivera' prima degli altri ma faranno tutto concordatamente. Comde del resto gia' fanno per ogni altro aspetto del loro lavoro.Saluti.
          • fulmine scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
            - Scritto da: Alessandrox
            Quello e' un cartello, un oligopolio in cui tra i
            vari soggetti si prendono degli accordi di lungo
            termine... Credi veramente che sia cosi' facile mettere d'accordo tutti i produttori di petrolio ? Arabi, Norvegesi, Italiani, Venezuelani ... Hmmmm ... Mi pare un'ipotesi di complotto piuttosto improbabile :)Senza dimenticare che non sono gli unici interessati a questa tecnologia ! Costruttori d'auto, fornitori di corrente elettrica, ... Tutti nel complotto ;) ?
          • guiccia scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.

            Credi veramente che sia cosi' facile mettere
            d'accordo tutti i produttori di petrolio ? Arabi,
            Norvegesi, Italiani, Venezuelani ... Hmmmm ... Mi
            pare un'ipotesi di complotto piuttosto
            improbabile
            :)non lo dico spesso, ma tu sei proprio ottimista, basta prendere 3 o 4 anni a caso negli ultimi 50 anni per non mettere più faccine ridenti sotto commenti come il tuo.
          • fulmine scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
            - Scritto da: guiccia

            Credi veramente che sia cosi' facile mettere

            d'accordo tutti i produttori di petrolio ?
            Arabi,

            Norvegesi, Italiani, Venezuelani ... Hmmmm ...
            Mi

            pare un'ipotesi di complotto piuttosto

            improbabile

            :)

            non lo dico spesso, ma tu sei proprio ottimista,
            basta prendere 3 o 4 anni a caso negli ultimi 50
            anni per non mettere più faccine ridenti sotto
            commenti come il
            tuo.Prendiamo, si, qualche anno a caso ... Scegli te, e dimostrami questa congiura mondiale ;) !
          • nuclearstre ngth scrive:
            Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.


            in futuro, sarà trovata una fonte di energia
            pulita


            inesauribile.

            Su questo punto la fisica è piuttosto sicura che
            non sarà possibile
            :)se è per questo la fisica degli scienziati dell'800 sostenenva che i calabroni nono potesserovolare.non conoscevano infatti la dinamica dei fluidi
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
      - Scritto da: Nilok

      Non dimentichiamoci MAI che la "Teoria della
      Relatività" e UNA TEORIA!!!Ma tu SAI cos'e' una teoria scientifica?Uscite del genere equivalgono a un "sono ignorante e lo dico a voce alta!"La relativita' e' una teoria scientifica accettata e verificata sperimentalmente in quasi tutti i suoi aspetti, non diventera' mai nulla di piu' di una teoria, visto che non esiste un "piu' della teoria"
      Ciò che ieri "sembrava" una Legge Inviolabile,
      oggi si è dimostrata essere una Variabile
      Conoscibile e, potrebbe succedere che domani
      venga conosciuta come un'assurdità
      scientifica.No, questo significa che non hai capito per nulla come evolve la scienza.
      Fino a quando non si metterà in discussione
      quanto si è "conosciuto" fino ad ora, non ci
      saranno "scoperte rivoluzionarie" e che faranno
      GRANDEMENTE progredire
      l'Uomo.Appunto... non hai capito una fava di come funziona il metodo scientifico.
      Ricordate Galileo Galilei?

      Bene, non dimentichiamocene MAI.Ecco, tu impara a conoscerlo, perche' evidentemente le basi della scienza non ti sono note...
      • nuclearstre ngth scrive:
        Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
        - Scritto da: Vihai Varlog
        - Scritto da: Nilok



        Non dimentichiamoci MAI che la "Teoria della

        Relatività" e UNA TEORIA!!!

        Ma tu SAI cos'e' una teoria scientifica?

        Uscite del genere equivalgono a un "sono
        ignorante e lo dico a voce
        alta!"

        La relativita' e' una teoria scientifica
        accettata e verificata sperimentalmente in quasi
        tutti i suoi aspetti, non diventera' mai nulla di
        piu' di una teoria, visto che non esiste un "piu'
        della
        teoria"
        Vihai hai commesso qualche picocla imprecisoine cmq sono d'accordo con la tua lineaeiste piu' della teoria, in teoria...ma non lo si è ancora scoperto.òa reativit spiega perfettamente i fenomeni che ocinvolgono grandi masse.la meccanica quantistica spiega i fenomeni che riguardano le dimensioni atomiche e sub-atomichenesusan diq uest edue spiega tutti i fenomeni che risuciamo ad osservare, uan teoria che li speigass etutti sarebbe quel di più

        Ciò che ieri "sembrava" una Legge Inviolabile,

        oggi si è dimostrata essere una Variabile

        Conoscibile e, potrebbe succedere che domani

        venga conosciuta come un'assurdità

        scientifica.

        No, questo significa che non hai capito per nulla
        come evolve la
        scienza.
        se il concetto che voleva esprimere è che le verità scientifiche di un certo tempo si sono rivelate infondate in un altro non ha poi tutti i torti.pensa alla meccanica classica newtoniana, funziona ma non proprio come credevano Newton e gli scienziati del tempo(i calabroni, i calabroni!! non potevano volare secondo i loro calcoli così come oggi non riusciamo a capire come mai certe particella fanno certe cose)

        Fino a quando non si metterà in discussione

        quanto si è "conosciuto" fino ad ora, non ci

        saranno "scoperte rivoluzionarie" e che faranno

        GRANDEMENTE progredire

        l'Uomo.

        Appunto... non hai capito una fava di come
        funziona il metodo
        scientifico.


        Ricordate Galileo Galilei?



        Bene, non dimentichiamocene MAI.

        Ecco, tu impara a conoscerlo, perche'
        evidentemente le basi della scienza non ti sono
        note...
      • Nilok scrive:
        Re: Scienza, Fisica ed Evoluzione.
        Bene.Tu che sai tutte queste cose....allora spiegale....
  • Lexon scrive:
    Progetto Valery
    http://twilightscience.forumfree.net/?t=7567361c'e' chi ci prova anche da noi :D
    • fulmine scrive:
      Re: Progetto Valery
      - Scritto da: Lexon
      c'e' chi ci prova anche da noi :DC'è anche chi crede nella Truffa Nigeriana ;) ...
      • Joe scrive:
        Re: Progetto Valery
        E ci sono anche i cretini che si attaccano ai messaggi altrui prendendoli in giro senza saperne essi stessi il perché...
        • fulmine scrive:
          Re: Progetto Valery
          - Scritto da: Joe
          E ci sono anche i cretini che si attaccano ai
          messaggi altrui prendendoli in giro senza saperne
          essi stessi il
          perché...Il perché è facilmente spiegabile: Ci sono in giro molti pseudo-fisici ossessionati dal mito di Galileo o da qualche fumetto della Marvel che credono di aver fatto, da soli, una grandissima scoperta sfuggita per decenni a migliaia di scienziati "veri".Questi personaggi trovano sempre qualcuno disposto ad ascoltarli (Wanna Marchi insegna), fortunatamente nella maggior parte dei casi si limitano a farneticare e poi spariscono nel nulla (Gli esempi si sprecano ;))
  • MandarX scrive:
    moto perpetuo
    in realtà il moto perpetuo esisteè il vento che si sposta sempre in base alla pressione e alla temperaturama noi non dobbiamo sfruttare l'energia eolica, o peggio ancora quella solare come fanno in Germania che non ha certo il nostro sole, dobbiamo andare in iraq a cercare le armi di distruzione di massa...
    • fulmine scrive:
      Re: moto perpetuo
      - Scritto da: MandarX
      in realtà il moto perpetuo esiste

      è il vento che si sposta sempre in base alla
      pressione e alla
      temperaturaPerpetuo un par de ciufoli: Quando il sole si spegnerà non ci sarà più neanche un filo di vento :) !
      ma noi non dobbiamo sfruttare l'energia eolica, o
      peggio ancora quella solare come fanno in
      Germania che non ha certo il nostro sole,
      dobbiamo andare in iraq a cercare le armi di
      distruzione di
      massa...Il petrolio è -purtroppo- ancora un'energia a buon prezzo e con un buon rapporto massa/prestazioni.I pannelli solari hanno un rendimento miserabile: Oltre a essere costosi e inquinanti da produrre, necessitano di aree molto grandi.L'energia eolica è pure costosa, incostante e deturpa il paesaggio.Nessuna di queste tecnologie risolverà il problema, ma sommandole ad altri metodi per creare energia, forse potremo scrollarci di dosso la dipendenza dal petrolio.
      • Bozzo SS scrive:
        Re: moto perpetuo


        L'energia eolica è pure costosa, incostante e deturpa il paesaggio.E' vero mentre i tralicci dell'ENEL danno al paesaggio quel valore aggiunto che mancava.
        • Gino scrive:
          Re: moto perpetuo
          Si vede che non hai mai visto le pale delle centrali eoliche: devastazione del paesaggio ed inquinamento acustico impressionanti.
          • giangi72 scrive:
            Re: moto perpetuo
            - Scritto da: Gino
            Si vede che non hai mai visto le pale delle
            centrali eoliche: devastazione del paesaggio ed
            inquinamento acustico
            impressionanti.Si vede che TU non hai mai visto pale eoliche.Devastazione del paesaggio? Sono infinitamente eleganti.Inquinamento acustico? Ma dove? Ma non è che ti sei messo sotto il ventilatore di casa tua?
          • Zenigata scrive:
            Re: moto perpetuo
            Ne state a sparà fra te e Bozzo.Le pale eoliche, bellissimi oggetti dal design eccezionalmente aereodinamico e-secondo me- molto elegante, deturpano eccome.Certo se guardi le tre pale che abbiamo qui, tipo sul gargano, stai fresco. Ce le abbiamo perchè all'europa dobbiamo pur dire che ce le abbiamo.Io invece se vuoi ti mando il mailbox le foto che ho fatto a San Francisco, e ti farei vedere un'installazione SERIA e un minimo UTILE cosa è capace di fare. E con rese bassissime, va là!Bozzo poi con la storia dei tralicci!!! Vallo a misurare il campo, forza, e poi torna a dirci. Ricordati che la formula dice che a denominatore hai il quadrato del raggio!Almeno, rispetto ai pali eolici che sei COSTRETTO a mettere dove dice il vento (quindi in genere in posti come vallate incontaminate, golfi marini, ecc. ecc.) i tralicci li puoi confinare in corridoi ben precisi insieme all'autostrada e alla ferrovia, limitando così l'impatto ad una striscia di terra....Zenigata
          • Cobra Reale scrive:
            Re: moto perpetuo

            Io invece se vuoi ti mando il mailbox le foto che
            ho fatto a San Francisco...Le puoi spedire a me? Mi interessa seriamente l'argomento
          • Zenigata scrive:
            Re: moto perpetuo
            Mandami la tua email ;)cmq per darti un'idea, sono grossomodo così:http://www.mountain.org/education/images/ExploreImg/wind-nrel.jpgse gugli un pò trovi anche i dettagli della produzione.CiaoZenigata
          • Zenigata scrive:
            Re: moto perpetuo
            Ecco il posto di cui parlavo.http://www.highton.com/jpegs/altamontpass.jpgChe poi dal vivo è anche una cosa maestosa, un vero spettacolo a prescindere (ma gli states dal punto di vista naturalistico sono bellissimi... secondi forse solo al Sudafrica).Il punto è che con tutte quelle pale ci appizzi si e no tre lampadine!!!
          • Cobra Reale scrive:
            Re: moto perpetuo
            ecco la mia email:king.cobra011@gmail.com
          • Cobra Reale scrive:
            Re: moto perpetuo
            Il mio indirizzo di email è:king.cobra011@gmail.com
          • giorgio scioldo scrive:
            Re: moto perpetuo
            - Scritto da: Zenigata
            Ecco il posto di cui parlavo.

            http://www.highton.com/jpegs/altamontpass.jpg

            Che poi dal vivo è anche una cosa maestosa, un
            vero spettacolo a prescindere (ma gli states dal
            punto di vista naturalistico sono bellissimi...
            secondi forse solo al
            Sudafrica).

            Il punto è che con tutte quelle pale ci appizzi
            si e no tre
            lampadine!!!Da Wiki: I generatori eolici a partire dal 1985 hanno migliorato drasticamente rendimento, dimensioni e costi e continuano a farlo: ecco perché i numeri dati in seguito sono da ritenersi provvisori. Tali generatori sono riusciti a passare da una produzione di pochi chilowatt di potenza, a punte di 3 MW per i più efficienti e una produzione tipica del mercato attuale di 1,5 MW, con una velocità del vento di 3-4 m/s.Considerando che la massima potenza erogata alle utenze domestiche è di 3&bnsp;kw, una pala è in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di circa 1000 utenze domestiche, corrispondenti 4000-4500 persone (considerando 4 abitanti medi per nucleo familiare) e alle dimensioni medie di un comune italiano. Questi standard sono raggiunti sia da aerogeneratori orizzontali che verticali. non mi pare proprio che siano si e no tre lampadine!
          • Zenigata scrive:
            Re: moto perpetuo
            Guarda, non so cosa sia successo ma quello che hai scritto mi trova abbastanza d'accordo. :DMi riferisco al discorso sulle energie alternative.Certamente che preferisco le pale (con moderazione...) al carbone.Mi pongo però il problema del fatto che le pale belle o brutte, silenziose o rumorose che siano, ce ne vogliono tante ma tante ma tante per fare una riserva accettabile di energia. E dico che oltre una certa soglia il gioco non vale la candela.Certo, se riuscissimo a ricavare un 10% dall'eolico, un 10% dal geotermico, un 10% da ecomassa/solare, un 30% da risparmi energetici (possibilissimi già oggi!!) sarebbe bello!Ed è anche possibile.Per il resto poi, tanto è inutile che ci giriamo attorno... i combustibili fossili li soppianteremo solo quando sarà disponibile la fusione a temperature ragionevoli (non la fissione, che è quella che abbiamo oggi e non è tanto adeguata!).Quando ce l'avremo (fra 50 anni a dir poco) allora il genere umano potrà avere energia praticamente illimitata a prezzi bassissimi per qualche milione di anni.Il futuro energetico è in ogni caso nella differnziazione delle sorgenti.Chi propugna moto perpetuo, serpentine magiche, cilindri rotanti con le bolle di sapone, è semplicemente uno che non ha studiato.Ciao e buon weekendZenigata
          • giangi72 scrive:
            Re: moto perpetuo
            - Scritto da: Zenigata
            Guarda, non so cosa sia successo ma quello che
            hai scritto mi trova abbastanza d'accordo.
            :DAnche io sono d'accordo su quello che hai scritto tu qui sotto. Il week end comincia a farsi sentire? :p
            Per il resto poi, tanto è inutile che ci giriamo
            attorno... i combustibili fossili li
            soppianteremo solo quando sarà disponibile la
            fusione a temperature ragionevoli (non la
            fissione, che è quella che abbiamo oggi e non è
            tanto
            adeguata!).Non credo che ci vorrà molto a soppiantarli. La situazione della salute planetaria sta diventando sempre più importante e non si potrà continuare ad ignorarla ancora per molto. Spero in un ravvedimento molto più veloce dei 50 anni da te previsti. Credo che sarebbe troppo per la povera Gaia.
            Ciao e buon weekendAnche a te.
          • Joe scrive:
            Re: moto perpetuo
            Conoscete un progetto che si chiama "strombus"?È un brevetto di un veneto che è una girante eolica verticale a vele mobili. Non si basa sulle pale, funziona anche con poco vento.Somiglia a quella giostrina rotante con i cavallini disegnati sulle pareti, ma le pareti sono fissate in modo che possano ruotare e rivolgersi contro vento quando sono dalla parte in cui questo ci soffia contro e di taglio quando tornano dall'altra parte, con un gioco di leveraggi.
          • Bozzo SS scrive:
            Re: moto perpetuo
            Si vede che tu non hai mai misurato i campi elettromagnetici che sviluppano i tralicci dell'ENEL.
          • Gigi scrive:
            Re: moto perpetuo
            Perchè pensi di trasportare l'energia prodotta dalle pale con i piccioni viaggiatori?
        • fulmine scrive:
          Re: moto perpetuo
          - Scritto da: Bozzo SS


          L'energia eolica è pure costosa, incostante e
          deturpa il
          paesaggio.

          E' vero mentre i tralicci dell'ENEL danno al
          paesaggio quel valore aggiunto che
          mancava.E come pensi di trasportarla l'energia prodotta dalle centrali eoliche ;) ?
      • MandarX scrive:
        Re: moto perpetuo
        - Scritto da: fulmine
        - Scritto da: MandarX

        in realtà il moto perpetuo esiste



        è il vento che si sposta sempre in base alla

        pressione e alla

        temperatura

        Perpetuo un par de ciufoli: Quando il sole si
        spegnerà non ci sarà più neanche un filo di ventohai ragione, siccome il sole si spegnera tra brevissimo, 5 miliardi di anni, non usiamola l'energia eolica!perche poi quando il sole si spegne che ce ne facciamo di tutti gli impianti eolici?
        • fulmine scrive:
          Re: moto perpetuo
          - Scritto da: MandarX

          Perpetuo un par de ciufoli: Quando il sole si

          spegnerà non ci sarà più neanche un filo di
          vento

          hai ragione, siccome il sole si spegnera tra
          brevissimo, 5 miliardi di anni, non usiamola
          l'energia
          eolica!Ho detto questo ? Semplicemente non usare il vocabolo "perpetuo" con leggerezza ;) !
    • amedeo scrive:
      Re: moto perpetuo
      Il vento moto perpetuo ?a parte il fatto che non e' costante, e' pur sempre una forma di trasformazione dell'energia dovuta a fattori quali il riscaldamento del terreno e dell'aria, che provocano la variazione di pressione ed i conseguenti spostamenti dell'aria. Se invece lo intendi come una forma di energia alternativa a quelle piu' inquinanti che stiamo utilizzando, il discorso e' diverso e concordo nel fatto che dovremmo sfruttarlo maggiormente.
    • fdhsdfhd scrive:
      Re: moto perpetuo
      e le differenze di pressione come si creano? calore! da qualche parte l'energia va presa, secondo principio della termodinamica
      • MandarX scrive:
        Re: moto perpetuo
        - Scritto da: fdhsdfhd
        e le differenze di pressione come si creano?
        calore! da qualche parte l'energia va presa,
        secondo principio della
        termodinamicaok non mi interessa l'aspetto teoricoil fatto è che il vento c'è, anche se noi non facciamo nulla. per noi è moto perpetuo perche non spendiamo energia per questo moto , ma potremmo ricavarne molta
        • Non t'inventà niente! scrive:
          Re: moto perpetuo
          Molta.Capisco.Tipo quanto?Unica nota: l'energia ricavata è la somma (algebrica) fra energia effettivamente prodotta ed energia impiegata per produrla.Magari poi se riesci pure a fare una divisione e una moltiplicazione, mi dici anche un rendimento secondo te raggiungibile affinando la tecnologia delle pale e di stoccaggio dell'energia prodotta? Considera che ora il rendimento è circa il 9%. Il motore a combustione sta al 32%. Per dire.Ma vai a studiare và!!!
          • giorgio scrive:
            Re: moto perpetuo
            - Scritto da: Non t'inventà niente!
            Molta.
            Capisco.
            Tipo quanto?

            Unica nota: l'energia ricavata è la somma
            (algebrica) fra energia effettivamente prodotta
            ed energia impiegata per
            produrla.
            Magari poi se riesci pure a fare una divisione e
            una moltiplicazione, mi dici anche un rendimento
            secondo te raggiungibile affinando la tecnologia
            delle pale e di stoccaggio dell'energia prodotta?
            Considera che ora il rendimento è circa il 9%. Il
            motore a combustione sta al 32%. Per
            dire.

            Ma vai a studiare và!!!su Wiki danno rendimenti tra il 40% e il 50% considerati ottimi, vedi tu!
          • L'assistent e a Fisica 2 scrive:
            Re: moto perpetuo
            - Scritto da: giorgio
            su Wiki danno rendimenti tra il 40% e il 50%
            considerati ottimi, vedi
            tu!Apparte che un link ce lo potevi pure mettere, costava zero e dava tono alla tua replica.Ma sopratutto, che rendimenti? Dove sono stati calcolati? Alla girante, o in stoccaggio?No perchè se non te ne sei accorto un rendimento del 40% (e lo voglio proprio vedere lo voglio) alla girante si traduce in un rendimento effettivo del 15% in stoccaggio, che scende inesorabilmente sotto il 10% quando la trasporti o se non la usi subito...Ma io dico, Wiki è cosa buona e bella, ma cazzarola mica può esaurire un argomento del genere in quattro schede mefitiche! T'interessa, approfondisci la materia!Bocciato, si ripresenti a settembre!!!
    • nifft scrive:
      Re: moto perpetuo
      L'unico moto perpetuo che conosco è quello delle mie balle che girano... girano... girano... :o
      • Alessandrox scrive:
        Re: moto perpetuo
        - Scritto da: nifft
        L'unico moto perpetuo che conosco è quello delle
        mie balle che girano... girano... girano...
        :oAllora sfruttalo!
  • twilight scrive:
    ma... ma...
    faccio notare che i filmati nella terza telecamera sono sempre gli stessi. Non è live, sono filmati preregistrati
  • CyrusMate scrive:
    Energia dal nulla
    Chi riuscirà a realizzare la "macchina del moto perpetuo" nel nostro universo riuscirà anche a spiegare "Dio" ( solo nel nostro universo, è possibile che ogni universo abbia il proprio ) .Non è l'unica fonte divulgativa a me nota, ma vale come altre per venire a conoscenza in maniera spicciola, qualora non lo si sappia già, della creazione di materia ( e quindi energia ) dal nulla:http://pesanervi.diodati.org/pn/?a=134
    • guiccia scrive:
      Re: Energia dal nulla
      - Scritto da: CyrusMate
      Chi riuscirà a realizzare la "macchina del moto
      perpetuo" nel nostro universo riuscirà anche a
      spiegare "Dio" ( solo nel nostro universo, è
      possibile che ogni universo abbia il proprio )nessun dio è mai stato perpetuo, è la nostra memoria che non dura molto. dato questo baco nella nostra memoria si potrebbe approntare un hack per sfruttarlo ed impedirci di ricordare le continue messe in moto della macchina in favore del suo moto. come vedi anche dio ha dei bug, o è lui a sfruttare i nostri :| O)(rotfl)
  • Jo Pa scrive:
    Contro i pirati dell'energia
    Senza scomodare tecnologie astruse , a tutt'oggi ci sono dei brevetti che indicano che una produzione di energia più pulita e un efficiente conversione energetica non solo è possibile , ma è praticamente fattibile . Basti pensare che è di pochi giorni fa un comunicato secondo cui i maggiori paesi produttori di petrolio investiranno pesantemente in progetti per nuove forme di energia ed applicazioni per una maggiore resa energetica . Come dire , dopo il petrolio ci accaparreremo anche il resto .Di seguito riporto alcuni link che dovrebbero far riflettere :http://www.magnegas.com/http://www.angellabsllc.com/http://www.hydrodynamics.com/technology_review.htm
    • fulmine scrive:
      Re: Contro i pirati dell'energia
      - Scritto da: Jo Pa
      http://www.magnegas.com/Ruggero Santilli ? Siamo a cavallo :) !
      http://www.angellabsllc.com/Mi domando perché no è ancora diventato milionario :) ...
      http://www.hydrodynamics.com/technology_review.htmUn'altro che con tanto blah-blah non aggiorna la pagina dal 2004 :)
      • Jo Pa scrive:
        Re: Contro i pirati dell'energia
        - Scritto da: fulmine

        http://www.magnegas.com/

        Ruggero Santilli ? Siamo a cavallo :) !


        http://www.angellabsllc.com/

        Mi domando perché no è ancora diventato
        milionario :)
        ...



        http://www.hydrodynamics.com/technology_review.htm

        Un'altro che con tanto blah-blah non aggiorna la
        pagina dal 2004
        :)Ok . Hai ragione tu . Il futuro energetico è nel carbone (rotfl)
        • fulmine scrive:
          Re: Contro i pirati dell'energia
          - Scritto da: Jo Pa
          Ok . Hai ragione tu . Il futuro energetico è nel
          carbone
          (rotfl)Di sicuro no. Ma non è neppure in qualche teoria new-age improvvisata dal fisico mancato di turno ;)
          • Jo Pa scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            In merito al progetto in questione non posso esprimere un parere , potrebbe benissimo trattarsi di una bufala . Comunque prima di parlare bisogna valutare , altrimenti si rischia di fare la figura dello sciocco. In merito ai progetti che ho segnalato uno di essi trattasi di un motore di nuova concezione ,il motore MYT appunto , ma con una resa energetica maggiore rispetto al vetusto ciclo otto , tipo motore rotativo o Wankel per intenderci . Ora non mi pare che questo scuota il mondo della fisica dalle fondamenta . Per quanto riguarda le pompe idrosoniche e il magnegas non mi sbilancerei con il bollarle "tout court" cavolate perchè le prime sono una realtà commerciale , mentre sul secondo c'è un brevetto depositato in America , dove non mi pare brevettino la prima sciocchezza che passa in testa alle persone . Ora mi si domanderà , ma perchè questi fenomeni non sono studiati in maniera approfondita dalla comunità scientifica internazionale ? I motivi possibili sono due : i soldi e le ritrosie degli accademici . I soldi perchè chi foraggia i progetti importanti non è l'uomo della strada ma compagnie che vogliono che il pallino del comando non gli sfugga di mano . Il pregiudizio scientifico non è cosa da poco , e anzi ha sempre relegato in un angolo tutto ciò che cozzava contro l'edificio teorico che si è cementato nel corso degli anni . E' statco così per la teoria eliocentrica che quasi costò la vita a G.Galilei , e stato così per le curve "irriducibili" , finchè non è arrivato B.Mandelbrot che ne ha dato una collocazione sistematica . Ora tenendo presente che il petrolio sta per finire , almeno cosi giurano gli scienziati , gli scenari che si aprono sono:1 : Abbiamo scoperto tutto e quindi ci aspetta un "inverno energetico" in cui il genere umano potrebbe sparire .2: Ci sono delle leggi ancora da scoprire e da sfruttare a nostro favore . E quindi la civiltà come la conosciamo sopravviverebbe alla fine del petrolio .3: Ci sono delle leggi ancora da scoprire ma non riusciamo a sfruttarle perchè non riusciamo a comprenderle . Cosi come gli scimpanzè pur essendo intelligenti non possono comprendere la meccanica quantistica , e non solo loro aggiungerei :D . E questo è analogo al punto 1 .Ovviamente io propendo per il punto 2 , ma nel forum noto parecchi pessimisti . :(
          • fulmine scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            - Scritto da: Jo Pa
            In merito ai
            progetti che ho segnalato uno di essi trattasi di
            un motore di nuova concezione ,il motore MYT
            appunto , ma con una resa energetica maggiore
            rispetto al vetusto ciclo otto , tipo motore
            rotativo o Wankel per intenderci .Se ben mi ricordo, la pagina in questione non viene aggiornata dal 2004. Una ragione ci sarà, no ?Da una veloce occhiata, questo nuovo tipo di motore mi pare soffra di usura molto di più del motore Wankel.
            mentre sul secondo
            c'è un brevetto depositato in America , dove non
            mi pare brevettino la prima sciocchezza che passa
            in testa alle persone .Ahem :) ... Hai preso proprio l'esempio peggiore, il sistema dei brevetti USA è forse il peggiore del mondo ;)Il brevetto di questa macchina ha quindi lo stesso valore del brevetto sulla tastiera per far comunicare delfini e umani, il sistema per far partorire usando la forza centrifuga e il cono gelato motorizzato (Si, sono veri brevetti !!) :D
            I motivi possibili sono due : i
            soldi e le ritrosie degli accademici .Probabilmente non conosci il mondo accademico. Se hai la minima possibilità di vedere pubblicato un tuo "paper", fai di tutto per raggiungere lo scopo. Una scoperta del genere, oltre ad un "paper", ti porterebbe al Nobel. E la fama. E i soldi. Non ti pare strano che nessuno ci abbia mai pensato ;) ?
            Il pregiudizio scientifico non è cosa da poco , e
            anzi ha sempre relegato in un angolo tutto ciò
            che cozzava contro l'edificio teorico che si è
            cementato nel corso degli anni .Forse dimentichi lo "scandalo" della fusione fredda, le foto di batteri truccate e pubblicate sul blasonato "Nature" e quell'altro caso del tale che inventava risultati per poter finanziare la sua ricerca (E il suo ego) sui superconduttori.La tua concezione della "comunità" scientifica non corrisponde alla realtà. Io, che ne ho fatto parte, posso assicurarti che i suoi membri sono estremamente ricettivi su qualsiasi novità. Basti pensare alla teoria delle (super) stringhe, una teoria totalmente rivoluzionaria ma che ha fatto presa sui fisici (E sui matematici).
            E' statco così
            per la teoria eliocentrica che quasi costò la
            vita a G.Galilei ,Non confondere Galilei (La comunità scientifica) con la chiesa ;) !I tempi sono cambiati, e di parecchio. Già 100 anni fa un impiegato dell'ufficio brevetti sconvolse il mondo scientifico con la sua teoria della relatività ;) !In 100 anni sono cambiate parecchie cose. Lo scienziato "solitario" che ha l'intuizione geniale e fa la scoperta rivoluzionaria praticamente non esiste più. Ci sono team internazionali che lavorano assieme, esperimenti estremamente complessi che necessitano di anni di preparazione e studio dei risultati e sopratutto infrastrutture perfino fuori dalla portata del budget di una singola nazione (LHC).
          • Jo Pa scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            - Scritto da: fulmine
            La tua concezione della "comunità" scientifica
            non corrisponde alla realtà. Io, che ne ho fatto
            parte, posso assicurarti che i suoi membri sono
            estremamente ricettivi su qualsiasi novità. Basti
            pensare alla teoria delle (super) stringhe, una
            teoria totalmente rivoluzionaria ma che ha fatto
            presa sui fisici (E sui
            matematici).Non parliamo di ricettività della comunità scientifica . O forse hai dimenticato l'esempio di Galois il cui genio fu compreso qualche secolo dopo , data l'invidia e l'ottusità delle comunità scientifica di allora . E che solo oggi inizia a mostrare il suo enorme potenziale nei più disparati campi , dalla fisica all'arte .Quando si lavora per anni sullo stesso problema si finisce sempre nel cadere in quello che Einstein definiva il peggiore nemico di ogni scienziato : il pregiudizio . Tant'è che lui stesso ammise che la costante cosmologica fu il suo più grande errore della sua vita , prima includendola , poi eliminandola dalla sua teoria . Per poi infine reincluderla .
            Non confondere Galilei (La comunità scientifica)
            con la chiesa ;)E' vero . I secondi indossano l'abito talare.
            Ci sono team nternazionali che lavorano assieme,
            esperimenti stremamente complessi che necessitano di
            anni di preparazione e studio dei risultati e sopratutto
            infrastrutture perfino fuori dalla portata del
            budget di una singola nazione
            (LHC).Ecco . E chi decide quali progetti debbano essere portati avanti ? ;)
          • fulmine scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            - Scritto da: Jo Pa
            O forse hai dimenticato l'esempio di Galois Per favore, sono passati più di 150 anni !Il clima politico di quei tempi, la società stessa e non da ultimo il suo carattere irruento non hanno certo contribuito :)Eppure dopo poco più di 10 anni dalla sua morte (Avvenuta quando aveva solo 20 anni !) il suo genio è stato riconosciuto come tale.L'esempio di Galois dimostra invece come le scoperte scientifiche con solidi basi nonostante tutto si facciano sempre strada e vengano accettate dalla comunità scientifica.

            Non confondere Galilei (La comunità scientifica)

            con la chiesa ;)

            E' vero . I secondi indossano l'abito talare.E credono senza bisogno di prove ... un po come chi abbocca alle macchine a moto perpetuo o altro :)
            Ecco . E chi decide quali progetti debbano essere
            portati avanti ?
            ;)Se è vero che queste macchine esistono, basta portarne una funzionante in qualsiasi dipartimento di fisica e sottoporla al giudizio degli esperti. Il resto poi viene da se ;)
          • Jo Pa scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            - Scritto da: fulmine
            L'esempio di Galois dimostra invece come le
            scoperte scientifiche con solidi basi nonostante
            tutto si facciano sempre strada e vengano
            accettate dalla comunità
            scientifica.L'esempio di Gaolois dimostra invece che le vecchie idee rimangono finchè non viene una generazione di nuovi uomini di scienza che danno nuova linfa al sapere scientifico .
            E credono senza bisogno di prove ... un po come
            chi abbocca alle macchine a moto perpetuo o altro
            :)Le prove ci sono . E ci sono anche i dati . Per chi li vuole leggere ovviamente . Se poi ci limitiamo a bersagliare qualsiasi esperimento che urta l'ortodossia perchè insidia lo status quo dell'economia , come nel caso della fusione fredda , allora dico che questa non è più scienza ma Inquisizione . Ho volutamente fatto riferimento alla fusione fredda , come bufala(?) scientifica , perchè ecco cosa disse nel 2000 l'allora presidente dell'Enea prof C.Rubbia , da sempre propugnatore della fusione calda : "La fusione fredda è partita col piede sbagliato creando eccessive aspettative. Ma la ricerca deve continuare ...i tempi potrebbero essere più brevi con maggiori finanziamenti." . E inoltre : "abbiamo una buona teoria, adesso cominciamo a fare un lavoro scientifico, le applicazioni verranno dopo."Quindi anche nel mondo accademico qualcosa si muove ;-) . Speriamo .
            Se è vero che queste macchine esistono, basta
            portarne una funzionante in qualsiasi
            dipartimento di fisica e sottoporla al giudizio
            degli esperti. Il resto poi viene da se
            ;)Le macchine che ho elencato ci sono e sono anche messe in vendita , come le pompe idrosoniche . Quello su cui rifletterei è invece : se davvero non funzionano come dicono , perchè non acquistano un modello e stilano una bella relazione da esibire al pubblico , cosi da dissipare ogni dubbio ? ;)
          • fulmine scrive:
            Re: Contro i pirati dell'energia
            - Scritto da: Jo Pa

            L'esempio di Galois dimostra invece come le

            scoperte scientifiche con solidi basi nonostante

            tutto si facciano sempre strada e vengano

            accettate dalla comunità

            scientifica.

            L'esempio di Gaolois dimostra invece che le
            vecchie idee rimangono finchè non viene una
            generazione di nuovi uomini di scienza che danno
            nuova linfa al sapere scientifico
            .Ovviamente. Le idee di Galois, nonostante siano state concepite in un periodo storico con delle premesse poco favorevoli, sono state accettate quasi subito (Come dicevo, quando la sua ipotetica età non era ancora di quarant'anni)

            E credono senza bisogno di prove ... un po come

            chi abbocca alle macchine a moto perpetuo o
            altro

            :)

            Le prove ci sono . E ci sono anche i dati . Per
            chi li vuole leggere ovviamente .Fino a quando chi proclama l'esistenza di queste macchine si rifiuta di sottoporle al controllo della comunità scientifica, sparisce nell'ombra (Dopo aver ragranellato qualche soldino da investitori poco accorti) o non riesce a fornire un modello funzionante sotto stretto controllo, allora rimaniamo nel campo delle ipotesi e del "sentito dire".Eppure sarebbe semplice: Fornisci la tua macchina funzionante a Randy e ti porti a casa un milione di dollari di premio :)
            Se poi ci
            limitiamo a bersagliare qualsiasi esperimento che
            urta l'ortodossia perchè insidia lo status quo
            dell'economia , come nel caso della fusione
            fredda , allora dico che questa non è più scienza
            ma Inquisizione .A costo di ripetermi, ribadisco il fatto che molti ricercatori sono totalmente slegati dal mondo dell'economia. Rispecchiano il classico cliché dello scienziato: Dedizione totale al lavoro, entusiasmo sfrenato per qualsiasi nuova teoria. Fornisci ad uno di essi una macchina del genere, e lo vedrai felice come un bambino il giorno di Natale :)
            Ho volutamente fatto
            riferimento alla fusione fredda ,In questo caso la comunità scientifica ha preteso la riproducibilità dell'esperimento, dati, fatti. Ma non ha chiuso gli occhi a priori e bollato la fusione fredda come "eresia". Perché dovrebbe riservare un trattamento diverso a queste macchine impossibili ?
            Le macchine che ho elencato ci sono e sono anche
            messe in vendita , come le pompe idrosoniche .Questo non è sinonimo di serietà: Non hai mai ricevuto per Email la possibilità di acquistare strane pilloline che allungano, allargano e cos'altro ;) ?
            Quello su cui rifletterei è invece : se davvero
            non funzionano come dicono , perchè non
            acquistano un modello e stilano una bella
            relazione da esibire al pubblico , cosi da
            dissipare ogni dubbio ?Solitamente l'onere della prova spetta a chi fa l'affermazione ;)
  • xxxxx xxx scrive:
    già me la vedo l'adida$
    nothing is impossible?ma come! noi abbiamo fatto il trademark su "impossible is nothing"...vabbè..proviamo a fare causa!
  • Gabranth scrive:
    Orgone?
    È strano che riescano a farla girare senza attingere energia da qualcosa... ma vedremo. Dopotutto le possibilità sono infinite. Se funzionasse i problemi del mondo sarebbero finiti.Ma mi chiedevo, questo Orbo va ad Orgone? Era un argomento molto di moda qualche mese fa...
    • Stefano Zanola scrive:
      Re: Orgone?
      Io sono possibilista: penso si tratti di una specie di dispositivo simile ad un "mulino ad acqua" che però sfrutta l'attrazione magnetica. Una specie di moto perpetuo "ottimizzato"...
      • fulmine scrive:
        Re: Orgone?
        - Scritto da: Stefano Zanola
        Una specie di moto perpetuo
        "ottimizzato"...L'impossibile ottimizzato :) ?
  • Categorico scrive:
    Orbo?
    Un nome azzeccatissimo, farebbe bene il paio con quell'auto giappo che stavano per chiamare Coito :p
  • Categorico scrive:
    LADRI!
    Stanno rubando l'energia a un universo parallelo!Ma la vendita degli Zkxyxiani sarà terribile! Quando avranno finito di fare la sciarada con le loro ossa, neanche la loro madre potrà distinguerli da uno Xyx! O) :D 8)
    • ciko scrive:
      Re: LADRI!

      Ma la vendita degli Zkxyxiani sarà terribile! perche'... gli fanno un cattivo prezzo?!?:P
    • gattorosso scrive:
      Re: LADRI!
      Ecco, questo mi pare già molto molto piu' probabile.
    • nOra scrive:
      Re: LADRI!
      Già! Come in Nemesis di Asimov!
      • pippozzo scrive:
        Re: LADRI!
        Se non ricordo male succede una cosa simile in "La fine dell'eternità", sempre di Asimov. Gli uomini della casta degli Eterni sfruttavano l'enorme quantità di energia prodotta nel lontano futuro dall'esplosione in supernova del Sole.La usavano per far funzionare i viaggi nel tempo.
  • Cobra Reale scrive:
    Non sono un esperto in materia...
    Non sono un esperto in materia, ma credo che *NESSUN* oggetto sia in grado di produrre più energia di quella necessaria a farlo funzionare. Anzi, parte dell'energia ricevuta serve semplicemente a far muovere il "convertitore", quindi viene trasformata in modo diverso da come vorrebbe l'uomo.Forse sono un pò OT, ma stavo riflettendo sui "ballast" (non sono certo che si chiamino così, correggetemi se sbaglio), ovvero i reattori a nucleo ferromagnetico che servono ad alimentare le lampade fluorescenti. Se non erro, essi consumano circa 6 Watt in più rispetto all'energia effettivamente erogata alla lampada.
    • Gino 36 scrive:
      Re: Non sono un esperto in materia...
      Ma che vi importa. Questi si sono esposti e già questo è "strano".Se gli va male, e tutto farebbe propendere per questa ipotesi ci avranno rimediato una figuraccia colossale.E se invece, mettiamo per ipotesi, per assurdo, funzionasse?...
      • zxxx xxx scrive:
        Re: Non sono un esperto in materia...
        - Scritto da: Gino 36
        Ma che vi importa.

        Questi si sono esposti e già questo è "strano".

        Se gli va male, e tutto farebbe propendere per
        questa ipotesi ci avranno rimediato una
        figuraccia
        colossale.

        E se invece, mettiamo per ipotesi, per assurdo,
        funzionasse?...Se funzionava sarebbero già stati uccisi.Girano troppi soldi intorno al "all'energia" per permettere di darla via gratis.
        • Franco scrive:
          Re: Non sono un esperto in materia...
          Poi, già il fatto che si presentino così:"Steorn is a leading Intellectual Property development company"fa capire che aria tira.
    • michele serra scrive:
      Re: Non sono un esperto in materia...
      - Scritto da: Cobra Reale
      Non sono un esperto in materia, ma credo che
      *NESSUN* oggetto sia in grado di produrre più
      energia di quella necessaria a farlo funzionare.teoricamente la seconda legge della termodinamica vieta che possano esistere macchine del genere PERO' parliamo di fisica classica, sappiamo tutti che ad esempio la meccanica quantistica consente di fare cose completamente estranee alla comune fisica la meccanica quantistica prevede che il livello minimo di energia di un sistema non sia ZERO ma qualcosa di piu' (paradossalmente wikipedia dice che sia stato einstein il primo a scoprirlo), questo significa che nell'universo ci sono quasi infiniti piccoli quantitativi di energia, se qualcuno riuscisse a sfruttarli si potrebbe estrarre un quantitativo inimmaginabile di energia dal vuoto http://en.wikipedia.org/wiki/Zero-point_energy
  • aaaa scrive:
    la soluzione
    "l'energia non si crea né si distrugge, si trasforma".e sempre stata sotto gli occhi di tutto il mondo
    • Kudos scrive:
      Re: la soluzione
      Beh in effetti abbiamo materia in abbondanza, e ci serve energia. dobbiamo solo trovare un modo di trasformare la materia in energia, e intendo un metodo sicuro, la fusione calda non vale...
      • aaaa scrive:
        Re: la soluzione

        Beh in effetti abbiamo materia in abbondanza, e
        ci serve energia. dobbiamo solo trovare un modo
        di trasformare la materia in energia, e intendo
        un metodo sicuro, la fusione calda non
        vale...e un po piu "complesso" di cosi ma almeno penso tu abbia capito cosa voglio dire ;)per fare un esempio semplice s'e capito che l'acqua puo essere scissa in ossigeno e idrogeno ma il processo contrario e un po piu difficile da realizzare eppure basterebbe cosi poco ;)
        • aaaa scrive:
          Re: la soluzione

          per fare un esempio semplice s'e capito che
          l'acqua puo essere scissa in ossigeno e idrogeno
          ma il processo contrario e un po piu difficile da
          realizzare eppure basterebbe cosi poco
          ;)immagini poi suddividere questi elementi in elementi atomici o subatomici e riscontrare uno stesso modello "prevedibile" di comportamentocome per i programmi di computer alla base sono 0 e 1 ma vedi come con 0 e 1 si programma di tutto
    • Categorico scrive:
      Re: la soluzione
      L'entropia dell'universo aumenta sempre.Non ci sono più le mezze stagioni.La rivoluzione è come una bicicletta. (ghost)
      • nuclearstre ngth scrive:
        Re: la soluzione
        - Scritto da: Categorico
        L'entropia dell'universo aumenta sempre.
        Non ci sono più le mezze stagioni.
        La rivoluzione è come una bicicletta. (ghost)ti riferisci alla bicilcetta di albert hoffmann vero?
Chiudi i commenti