Guerra di malware a colpi di attacchi DDoS

La guerra tra i virus writer si infiamma grazie al pacchetto crea-malware MPack e alle varianti recenti dello Storm Worm, la cui diffusione ha impensierito i ricercatori mesi or sono

Roma – Sono aggressivi ed estremamente efficaci nel riprodursi e nel conquistare, pezzo a pezzo, il territorio virtuale dei PC connessi alla Rete senza firewall personale e un ottimo antivirus come difesa. Per di più, proprio come i “picciotti” della tradizione mafiosa, i malware moderni combattono senza risparmiarsi per la distruzione dell’avversario , nella fattispecie una “famiglia” di schifezza-ware diversa ma altrettanto determinata nel trasformare i terminali di rete in PC zombi ad uso spam/cyberwar.

Ultimi protagonisti della “turf war” del Bronx ( cit. The Warriors ) riproposta nel cyberspazio sono il cavallo di troia Trojan.Srizbi (così classificato da Symantec), scoperto alcuni giorni fa, e il malware comunemente definito come Storm Worm . Entrambi i codici malevoli sono progettati per diffondersi in rete e assoggettare al proprio volere le macchine compromesse, creando botnet alla mercè delle gang responsabili della loro creazione .

Srizbi è l’ultimo parto del famigerato toolkit commerciale russo MPack , che sta facendo parlare di sé come una sorta di vaso di Pandora dei malware , con la passione delle vulnerabilità dei browser meno avanzati come Internet Explorer 6: è lo stesso toolkit, per intenderci, considerato responsabile della grave breccia nella sicurezza della rete italiana sperimentata giorni fa.

La particolarità del malware risiede nel fatto che tra i suoi payload ci sono anche delle routine pensate per disinstallare, qualora fossero presenti sulla macchina, i componenti dello Storm Worm, eliminando così un pericoloso avversario per la predominanza dei malware in rete. Gli autori dello Storm Worm hanno però dimostrato di essere a conoscenza della cosa, contrattaccando con massicci attacchi di DDoS delle ultime varianti del malware contro i server responsabili della distribuzione di Srizbi .

Purtroppo per gli utenti, questi ultimi esemplari dello Storm Worm vengono individuati da non più del 25% degli antivirus in circolazione , secondo quanto stabilito da una stima recente del SANS Institute che ha testato 30 diversi software di sicurezza.

Sebbene i codici malevoli più diffusi siano ancora “cari” vecchi worm come NetSky, Bagle e compagnia, la recente operazione BOT ROAST dimostra come i network automatizzati di PC zombie – come quelli creati e gestiti dai malware rivali Srizbi e Storm Worm – siano una tendenza in crescita e dalle conseguenze potenzialmente devastanti per l’intera rete mondiale.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Schwibbert scrive:
    bruxelles
    almeno un po di giustizia ....
  • by_xfile scrive:
    siae e diritti ????
    ma che diritti e diritti una foto è una foto se va avanti così ci faranno pagare anche le foto che facciamo in ferie o in giro.mi sa che il governo non sa più dove spremerci.comunque a riguardo del docente io direi di metterli in conto alla scuola O)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 22.54----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 23.02-----------------------------------------------------------
    • by_xfile scrive:
      Re: siae e diritti pro professore
      dimenticavo che comunque se non vado errato basta specchiare o distorcere l' immagine per renderlo diverso dall' originale per non incombere sui diritti d' autore ....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 22.57-----------------------------------------------------------
  • lorenzaccio scrive:
    Che fa la siae?
    Questo post non riguarda tanto i bollini, quanto la ripresa di monumenti di artisti sotto copyright.Stasera al TG1 alle spalle della Lilly Gruber, davanti al ministero degli esteri, c'era una statua di Pomodoro!!!!!!!!!!!!Ebbene???Che fa la siae???? Non interviene chiedendo alla rai i diritti d'autore? Ha paura dei poteri forti??Vergogna!! Se la fotografavo io ero già in galera.sempre più desolatamenteLorenzaccio
  • Christian scrive:
    Non cambierà nulla
    Credete davvero che cambierà qualcosa ?Se anche la sentenza dirà che non c'è l'obbligo del bollino perché l'Italia non ha comunicato tale dovere alla UE, il governo subito in fretta e furia (moooolto più velocemente di quanto affronti i problemi della gente normale) approverà un nuovo documento da inviare alla Commissione Europea per imporre il bollino siae in Italia. Poi sarà da vedere se l'Europa permetterà tale bollino oppure no. E se la Commissione dovesse approvarlo, in 4 e 4 8 il parlamento voterebbe nuovamente la legge che impone il bollino siae.I giochi non sono ancora fatti... chi vivrà vedrà
  • Bisco scrive:
    La SIAE deve crepare
    Non c'è altra fine per chi ha lucrato per anni. (uso proprio il termine tanto caro alla siae, che ha permesso di far fallire tutte le aziende italiane produttrici di supporti cd e dvd)
  • nifft scrive:
    A quando una sentenza...
    contro il canone rai?
  • Povero in Canna :D scrive:
    Ehhh,,,, quando si hanno soldi...
    Quando si hanno soldi si muovono comprano avvocati che muovono montagne e scardinano adirittura la SIAE.In ogni caso se perdono il diritto al bollino si inventeranno una veloce leggina per far pagare il "laccetto" sui cd o qualcos'altro, non illudetevi, siamo in Italia.
    • $FFBF9966AF scrive:
      Re: Ehhh,,,, quando si hanno soldi...
      Si prenderanno lo 0.50% in busta paga con il Tacito Assensoormai in Italia funziona così..... p)
  • Obbligatori o scrive:
    Il problema non sono i bollini
    Diciamoci la verità, il problema non sono i bollini.E' che la SIAE (insieme ad alcuni produttori) si è resa odiosa con le sue ripetute incursioni nel nostro quieto vivere, e adesso tutte le volte che gli capita qualcosa di "male" non si può fare a meno di ESULTARE.Tenendo presente che la gente considera i produttori e la SIAE come la stessa cosa, alcuni esempi:- lo stramaledetto equo compenso sui supporti vergini- prezzi che in passato erano così eccessivi che la gente si è "abituata" a farsi "copie personali" e a distribuirle- i passati tentativi di dis-educare la gente a piratare, quantomai ridicoli. Penso a certe puntate di serie tv, scusate ma non ricordo bene quali, in cui vedi uno che si becca un virus perché scarica file musicali con il p2p... ma per piacere!- le pubblicità "aggressive" e "esagerate" contro la pirateria- i continui tentativi di monitorare l'utenza di internet, con relative minacce di denuncie di massa- la tendenza a colpire siti popolari con pretese poco comprensibili (penso alle immagini di wikipedia e a quelle dell'autore di homolaicus.com)- i problemi fatti anche alla radio su internet... E qui ci si mette anche la "SIAE americana"....Insomma, SIAE & co. non sanno farsi ben volere. Allo stesso tempo il ns parlamento non sa nemmeno fare delle buone leggi.... e si va tutti affanculo!
    • nifft scrive:
      Re: Il problema non sono i bollini
      Non ho mai capito cosa cacchio centrano i bollini della siae appiccicati ai dvd/cd che trovo a volte in libreria ed in edicola e che contengono materiale libero (ad esempio software libero o musica libera).Non ho neanche mai capito cosa succede se acquisto musica da internet. Si deve usare un bollino direttamente sull'hardisk del mio computer (come nel caso di cd vergini)?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 luglio 2007 12.27-----------------------------------------------------------
  • piperprinx scrive:
    basta che non si faccia la fine dell'iva
    sulle auto.....
  • Andrea D'Ambra scrive:
    W L'EUROPA
    Non mi stancherò mai di dirlo
    • roberto scrive:
      Re: W L'EUROPA
      - Scritto da: Andrea D'Ambra
      Non mi stancherò mai di dirlosono daccordo con te, ma purtroppo la gente sente solo i lati negativi senza accorgersi degli enormi vantaggi che sta traendo essendovi dentro.
  • tarek scrive:
    BEN FAttO
    La siae sta distruggendo la musica italiana sopprimendola con la sua burocrazia e caste di intoccabili, gli artisti ci guadagneranno e basta a distribuirsi la musica da se, e i veri soldi se li fanno ai concerti.In ogni caso non mi sembra che elton jonh o vasco siano sottopagati, poverini.
  • tarek scrive:
    BEN FAttO
    La siae sta distruggendo la musica italiana sopprimendola con la sua burocrazia e caste di intoccabili, gli artisti ci guadagneranno e basta a distribuirsi la musica da se, e i veri soldi se li fanno ai concerti.In ogni caso non mi sembra che elton jonh o vasco siano sottopagati, poverini.
  • fabianope scrive:
    per gli amanti della musica classica...
    ciao,se ci siete, state esultando con me?? :=))non so se lo facevano caualmente, intenzionalmente, per ignoranza o se sono io sfigato......ma nei cd i bollini siae mi nascondevano sempre informazioni ***essenziali*** sulle esecuzioni ivi contenute...vadano nel dimenticatoio e ci rimangano per l'eternita': cose e gente inutili!!!fabianope
    • basta siae scrive:
      Re: per gli amanti della musica classica...

      sulle esecuzioni ivi contenute...vadano nel
      dimenticatoio e ci rimangano per l'eternita':
      cose e gente
      inutili!!!
      al più presto, amen.
    • MorCeleb scrive:
      Re: per gli amanti della musica classica...
      mica solo per la musica classica?lo mettono sempre su qualche scritta importante, secondo me lo fanno apposta, oltre al danno la beffa! :-P
  • Andrea scrive:
    E gli artisti?
    ..devo far notare che la siae difende e incassa i diritti d'autore. E' vero che le procedure che hanno sono al quanto complicate e ti fanno sempre spendere soldi, ma in realtà buona parte di quei soldi vanno agli aventi diritto, cioè gli autori. Chi tutela gli autori se non mettiamo il bollino?Tutti faranno quello che vogliono.In fin dei conti, il costo effettivo del bollino SIAE è 0.03 Se l'autore è iscritto in SIAE il bollino costa 0.80 circa. Vi rendete conto che è una sciocchezza in rapporto al costo di un CD!Quello che non trovo regolare è il fatto di imporre una tassa sui CD-R. In questo caso SIAE e lo stato suppone a priori che si commetta il reato di copia, e allora ti fa pagare. Questo deve essere abolito. Ma i bollini sono il pane per gli artisti.
    • tarek scrive:
      Re: E gli artisti?
      la siae è un macchinone inutile e burocratico. nell'era di internet ogni artista può distribuire la sua musica a costi dimezzati e fa da sempre più soldi con i concerti.
    • xyz scrive:
      Re: E gli artisti?

      ..devo far notare che la siae difende e incassa i
      diritti d'autore. E' vero che le procedure che
      hanno sono al quanto complicate e ti fanno sempre
      spendere soldi, ma in realtà buona parte di quei
      soldi vanno agli aventi diritto, cioè gli autori.gli aventi diritto?gli autori?ahahahho prodotto qualche vinile, fatto qualche cd, e sai quale è il mio saldo con la SIae?- 400/500 euro.., si HO perso soldi.
      Chi tutela gli autori se non mettiamo il
      bollino?
      Tutti faranno quello che vogliono.
      In fin dei conti, il costo effettivo del bollino
      SIAE è 0.03 Se l'autore è iscritto in SIAE il
      bollino costa 0.80 circa. Vi rendete conto che
      è una sciocchezza in rapporto al costo di un
      CD!autoproduciti 500 vinile che potrebbere essere 1500-2000 se il disco va bene... fai te due conti. se è davvero una sciocchezza.
      Quello che non trovo regolare è il fatto di
      imporre una tassa sui CD-R. In questo caso SIAE e
      lo stato suppone a priori che si commetta il
      reato di copia, e allora ti fa pagare. Questo
      deve essere abolito. Ma i bollini sono il pane
      per gli
      artisti.mah...
      • Andrea scrive:
        Re: E gli artisti?
        Si, hai ragione non è una sciocchezza. Ma i guagagni non si ottengono producendo 1000 copie e vendendole ai concerti!Chi guadagna con la SIAE non si autoproduce e non fa il produttore! Non per niente la siae tutela gli autori e gli editori.
        • gerry scrive:
          Re: E gli artisti?
          - Scritto da: Andrea
          Si, hai ragione non è una sciocchezza. Ma i
          guagagni non si ottengono producendo 1000 copie e
          vendendole ai
          concerti!
          Chi guadagna con la SIAE non si autoproduce e non
          fa il produttore! Non per niente la siae tutela
          gli autori e gli
          editori.C'è da obiettare che siamo l'unico paese al mondo (credo) che ha questa pratica della bollinatura.Gli altri enti esteri difendono benissimo i loro iscritti senza bisogno di bollino. Non è che semplicemente questo coso è solo una rottura di scatole per l'utente e totalmente inutile o superflua per i pirati?
    • riko fert scrive:
      Re: E gli artisti?
      i bollini sono il pane per gli artisti?!!?!?!?!?questa e' proprio bella!!!i bollini sono "il pizzo" da versare alla SIAE per mantenere in piedi un ente parastatale che diversamente non sarebbe in grado di sopravvivere.altrimenti non si capisce come fanno gli altri poveri artisti europei...il pane a cui alludi tu e' sicuramente altro e, di certo, per pochi.
    • pippo75 scrive:
      Re: E gli artisti?
      - Scritto da: Andrea
      ..devo far notare che la siae difende e incassa i
      diritti d'autore. E' vero che le procedure che
      hanno sono al quanto complicate e ti fanno sempre
      spendere soldi, ma in realtà buona parte di quei
      soldi vanno agli aventi diritto, cioè gli autori.
      Chi tutela gli autori se non mettiamo il
      bollino?Cavolo, meglio di "la sai l'ultima"...Ma secondo te, il CD/DVD/VHS, viene venduto o regalato?Io che sono autore, per essere difeso ed avere guadagni devo pagare un bollino da appiccicare al mio supporto, poi con questo bollino che ho pagato, posso avere il rimborso, sempre tolte le spese materiali.Se creo musiche mie, prima devo pagare i diritti alla siae, poi aspetto che le siae tolte le sue spese, mi dia indietro i soldi.Se uso musiche di un Australiano, la Siae va a portagli i soldi, anche se non iscritto?
      Tutti faranno quello che vogliono.
      In fin dei conti, il costo effettivo del bollino
      SIAE è 0.03 Se l'autore è iscritto in SIAE il
      bollino costa 0.80 circa. Vi rendete conto che
      è una sciocchezza in rapporto al costo di un
      CD!considerando che il supporto costa meno di 50 centesimi, e se voglio regalarlo, ho una spesa inutile in piu'?Perche' voglio regalarlo?Sono un autore di paese, per l'occasione della festa del paese voglio fare un CD audio da regalere agli interessati.Prima devo pagare la Siae che mi difende i miei diritti, poi dopo aver pagato per non avere un rimborso dei miei diritti, posso darlo in giro.
      Quello che non trovo regolare è il fatto di
      imporre una tassa sui CD-R. In questo caso SIAE e
      lo stato suppone a priori che si commetta il
      reato di copia, e allora ti fa pagare. Questo
      deve essere abolito. Ma i bollini sono il pane
      per gli artisti.Si e tutti i politici sono onesti.Cmq. si parla di autori e di editori, non di artisti.Io pubblico 100000 CD di programmi open e free, liberamente distribuibili, in ogni CD metto il bollino, secondo te la siae, va a dare i soldi a tutti gli autori?Col Cavolo che lo fa.
    • ??? scrive:
      Re: E gli artisti?
      - Scritto da: Andrea
      Ma i bollini sono il pane
      per gli
      artisti.Per me un artista dovrebbe guadagnare al più 2500 al mese.E non mi pare che ce ne siano troppi sotto quella soglia iscritti alla siae.
      • Guido L.m.C scrive:
        Re: E gli artisti?
        Io ci sono tesoro! E perchè dovrebbero guadagnare meno di 2500? Perchè tu sei bello? Ha-ha-ha-ha!Guido
      • Marco Ravich scrive:
        Re: E gli artisti?
        Tu non sai di quello che parli.In teoria nessuno dovrebbe essere iscritto alla SIAE perché la legge sul diritto d'autore lo tutela in quanto tale.In pratica però, vista anche la diffusa disinformazione in materia, tutti si iscrivono (solitamente uno per gruppo) quando pubblicano il primo album.In pratica il 95% degli iscritti sono gli appassionati e quelli di cui parli tu sono il restante 5%.Leggiti/vediti il (famoso) servizio di Report a riguardo:http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90082,00.html
  • iwbakh scrive:
    TAPPETO BOY
    un mito...:D :D :D
  • marco villa scrive:
    leggete bene però
    leggendo bene però basterà che il Governo italiano notifiche la misura tecnica e tutto sarà a posto. Non mi sembra che il bollino salti...
    • Cristian F. scrive:
      Re: leggete bene però
      Vero, pero' c'e' anche scritto che e' una cosa non prevista dalle norme in materia della comunita' europea , comunita' di cui noi italiani facciamo parte , quindi non credo che il governo notifichera' nulla , ovviamente pero' si inventera' qualche sovrapprezzo per ovviare ai mancati introiti per cosi continuare a favorire la siae.
  • ANALogico scrive:
    SIAE AL TAPPETO
    c,me da t,ito,lo
  • Lemon scrive:
    Sempre l'Europa
    ci dice cosa dobbiamo fare, la verità è che il popolo Italiano da solo non sa concludere nulla e la democrazia è solo a parole. Si, c'è chi se la passa sicuramente peggio, però forse è meglio vivere in un paese dove ti dicono chiaro e tondo che sei in un regime e magari avere la forza di andare via.Vediamo quando finiremo di fare queste figure in Europa (e nel mondo).
    • nifft scrive:
      Re: Sempre l'Europa
      Sembra che per cambiare qualcosa in meglio, l'unica possibilita' per noi italiani e' qualla di aspettare qualche tipo di sanzione civile/penale/politica dall'UE...
  • L'Italia del monopolio scrive:
    come godo
    Oh quanto godo se gli appioppano sta sentenza. Voglio vedere se ci sarà qualche buon avvocato che presenti ricorso per il comportamento scorretto che telecom adotta nei confronti degli intaliani, e oltralpe si adegua alla concorrenza - visto che non può dettare le sue leggi di monopolio del caxxo.
  • Peter scrive:
    Siamo retrogradi, il mondo ci scappa
    Il bollino e la Siae sono uno dei tanti anacronismi dell'Italia. Ha tutte le caratteristiche deleterie di molte istituzioni italiane: dà privilegi discutibili a pochi, prevede durezza estrema per chi è colto in fallo ma poi non riesce ad arginare minimamente i fenomeni di pirateria che si propone di arginare. Ma in Europa come fanno? Solo noi abbiamo bisogno di tutelare le opere d'ingegno con uno stupido anacronistico bollino che non prevede neppure il diritto naturale di rivendita dell'usato?Io so che, come autore, ho pagato il timbro Siae tanto a copia per un libro e non ho avuto nulla in cambio. Piantiamola come italiani di inventarci astruse soluzioni in casa nostra e guardiamo invece a come fanno nei Paesi avanzati. Questo prima che qualcuno si ponga il problema più generale se su certi temi ha davvero un senso che il governo italiano mantenga una specifica malgestita potestà.
    • Den Lord Troll scrive:
      Re: Siamo retrogradi, il mondo ci scappa
      hai pienamente ragione, ma tanto si é anche il paese più ignorante dell'intera Europa e dell'Africa ... ergo rivoluzione o golpe altrimenti c'é solo l'emigrazione come supporto ... e se si pensa che lo fecero già gli avi agli inizi del 1900 erano sicuro meno scemi allora che oggi!
  • fox82i scrive:
    Povera siae
    Chissà perchè questo non mi dispiace affatto!!!Cmq sono convinto che riusciranno a trovare un cavillo burocratico....Ma voi della siae non vi vergognate ogni tanto??
    • m00f scrive:
      Re: Povera siae
      si vergognano quanto i parlamentari incollati alla poltrone da 50 anni, che si circondano di mafiosi, figli di amici, parenti e tutti nei posti di potere. E nel "tempo libero" gestiscono giri di prostituzione, tratta degli schiavi, commercio d'armi con paesi africani, traffici di droghe, tangenti.
      • -= PARLAMENTA RI =- scrive:
        Re: Povera siae
        Be è il minimo, poterci fare i cavoli nostrisenza doverlo specificare ad un ammasso di bovari, quindi è giusto quello che è.Volete qualcosa di diverso, alzatevi dallavostra poltroncina FullHD 1920x1080 e andatea roma l'8 settembre per il V-Day.
    • -= SIAE =- scrive:
      Re: Povera siae
      No, è la legge che lo permette, quindi non ci sono motivazioni per dover giustificare qualcosadi lecitamente acquisito.Piuttosto dovreste vergognarvi voi di fare taliaffermazioni, noi che vi intratteniamo con tantodi possibili svaghi, e che permettiamo a gente povera, come Michael Jakson di diventare quellepersone che ora sono diventate.Ricordatevi che avete sempre la possibilità di non acquistare, sopravvivere è un diritto, intrattenersi, e svagare è un lusso che va pagato,non vedo lepri od orsi andare al cinema o ascoltarsiun CD audio.
  • myPoint scrive:
    restituzione dei soldi
    la siae non dovrebbe restituire i soldi incamerati si qui col bollino?
    • jfk scrive:
      Re: restituzione dei soldi
      - Scritto da: myPoint
      la siae non dovrebbe restituire i soldi
      incamerati si qui col
      bollino?Sta tranquillo che se l'europa dovesse bocciare i bollini, iniziera' un contenzioso con la siae, da parte delle associazioni di consumatori, senza fine :-)
    • mmmmmmmmmm scrive:
      Re: restituzione dei soldi
      http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2031028&m=2031358#p2031358
  • ...... scrive:
    Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
    Fù uno dei gov. di SX del periodo 96-2000 ad istituirlo, non ricordo se di Prodi o Dalema, ed è ancora oggi un gov. di SX o C-SX che dir si voglia (seppur allora senza bisogno dei senatori a vita) a difenderlo in sede di giustizia EU tramite l'avvocatura dello stato che lavora (pensa un pò .....) a fianco degli avvocati della SIAE (ci sarebbe da riflettere su ciò).Proprio vero: corsi e ricorsi storici!E perdonatemi .... ma non sono convinto che pur se al senato il gov. è sempre sulla graticola con il bisogno costante dei senatori a vita, il difendere questa vessazione sia essenziale per la sua sopravvivenza (non ho sentito mai un senatore a vita pronunciarsi pro o contro questa tassa statale de-facto usufruita da un'associazione privata); per cui non credo che l'abolizione della stessa se fatta dalla "maggioranza" avrebbe portato alla caduta del gov.Mah ......
    • eh? scrive:
      Re: Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
      Non è proprio così. Il bollino c'era già da anni, la sinistra lo fece mettere anche per i cd-rom che contenevano materiale multimediale. Quindi se avevi un videogioco o un programma con una musichetta doveva avere il bollino.L'europa invece vuole togliere tutti i bollini anche quelli dei dischi che c'erano anche prima.
      • jfk scrive:
        Re: Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
        comunque sia fanno bene. Sono delle sanguisughe. Pensa che gli stessi autori sono contro la siae (tranne i grossi che prendono soldi, gli altri li danno soltanto).
    • lowres scrive:
      Re: Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
      Il bollino SIAE esiste da che ho memoria, e diciamo che sono almeno 30 anni... E va detto che prima della rivoluzione digitale aveva anche un suo perchè.Dai Bondi, ti sei fatto beccare anche questa volta. ;-)
      • BSD_like scrive:
        Re: Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
        Certo che stare a "smentire" con un nulla. Era ovvio che l'autore volesse riferirsi all'obbligo introdotto dal gov. Dalema di estendere il bollino ad ogni supporto multimediale anche sw e anche ad autori non SIAE e sw open source.Stare a difendere la propria parte politica, quando è indifendibile .... è inutile nascondersi: lha esteso la SX!
        • anonimo01 scrive:
          Re: Strano fu la SX a metterlo e oggi ....
          - Scritto da: BSD_like
          Certo che stare a "smentire" con un nulla. Era
          ovvio che l'autore volesse riferirsi all'obbligo
          introdotto dal gov. Dalema di estendere il
          bollino ad ogni supporto multimediale anche sw e
          anche ad autori non SIAE e sw open
          source.
          Stare a difendere la propria parte politica,
          quando è indifendibile .... è inutile
          nascondersi: lha esteso la
          SX!e ora vogliono toglierlo.che c'è da strillare sempre per niente?
  • ... scrive:
    Però se lo dovessero togliere
    Su quali basi si potrebbe distinguere un DVD originale da uno non ?Solo dal colore del die ?O più facilmente, annusato l'affare, il bollino siae italiota verrà sostituito da un bollino siae europeota ?
    • rockroll scrive:
      Re: Però se lo dovessero togliere
      - Scritto da: ...
      Su quali basi si potrebbe distinguere un DVD
      originale da uno non
      ?
      Solo dal colore del die ?
      O più facilmente, annusato l'affare, il bollino
      siae italiota verrà sostituito da un bollino siae
      europeota
      ?Ma che necessità possiamo sentire mai che ci sia tale distinzione, visto che i non bollati hanno ormai l'identico contenuto multimediale (ridicolmente definito "corpus mysticum") dei "ridicoli" bollati SIAE????????
    • jnz scrive:
      Re: Però se lo dovessero togliere
      - Scritto da: ...
      Su quali basi si potrebbe distinguere un DVD
      originale da uno non
      ? dal bollino falso imitato alla perfezione...
    • L'Italia del monopolio scrive:
      Re: Però se lo dovessero togliere
      Mi auguro che questo non succeda mai. Sarebbe un chiaro segno che anche l'Europa Unita non serve a un piffero.
    • nifft scrive:
      Re: Però se lo dovessero togliere
      E se ho acquistato della musica da internet come faccio a sapere se e' originale o piratata? ah ah...
    • $FFBF9966AF scrive:
      Re: Però se lo dovessero togliere
      Io so solo che il bollino SIAE mi sta sui Cocomericompero un pezzo originale della Disney e dove tela appiccicano...... Giusto in mezzo alla copertinaIO PAGO ANCHE PER QUELLA NON STA A LORO DECIDEREDI ROVINARMELA CON UN BOLLINO INSULSO ATTACCATOALLA Caxio di Cane !!!O come su Metal Gear, giusto in mezzo alla fotocon il codice, avevo voglia io a guardare il retrodella copertina FUK!
  • regynald scrive:
    supporti vergini
    PI scrive:l'argomento del Governo italiano secondo cui il contrassegno SIAE non sarebbe equiparabile a una marchiatura in base a regole tecniche in quanto identificherebbe essenzialmente le caratteristiche dell'opera intellettuale riprodotta e, quindi, del corpus mysticum, senza caratterizzare il corpus mecchanicum, ovvero il supporto. E come spiegano, anche senza bollino, l'apporto di tassa su supporti vergini? il corpus mysticum eventuale futuro?
    • gerry scrive:
      Re: supporti vergini
      - Scritto da: regynald
      E come spiegano, anche senza bollino, l'apporto
      di tassa su supporti vergini? il corpus mysticum
      eventuale
      futuro?L'equo compenso è presente in tutta europa ed è comunemente accettato.I CD che si comprano da nierle lo pagano anche loro. Solo che all'estero sono meno esosi, per cui costano meno i supporti.
    • Cell scrive:
      Re: supporti vergini


      E come spiegano, anche senza bollino, l'apporto
      di tassa su supporti vergini? il corpus mysticum
      eventuale
      futuro?Quello lo considerano senz'altro un'ottima idea ..
  • Giggi Bullo scrive:
    con ansia
    Un paio? Facciamo tre....Milioni!
  • ottomano scrive:
    L'attendo con ansia...
    ... è ora di finirla con questi mafiosi che dettano legge!Se il bollino venisse abolito (e riconosciuto quindi illegale) potrebbero esserci un bel pò di cause di risarcimento (ed io conosco un paio di persone che sarebbero ben felici di far causa alla SIAE).bye
    • asdfghj scrive:
      Re: L'attendo con ansia...
      Non so in quanti intenteranno una causa, perché l'avvocato lo devi pagare e i processi civili hanno alte(altissime) probabilità di andare in prescrizione (in Italia).
      • Ste scrive:
        Re: L'attendo con ansia...
        - Scritto da: asdfghj
        Non so in quanti intenteranno una causa, perché
        l'avvocato lo devi pagare e i processi civili
        hanno alte(altissime) probabilità di andare in
        prescrizione (in
        Italia).No. Il processo civile non va mai in prescrizione una volta partito. Può durare 40 anni...e ci sono casi in cui è durato tanto (quindi serve molta pazienza lo stesso), ma la prescrizione vale solo per i processi penali. Infatti è il reato che si prescrive, non il processo.Nella causa civile non c'è reato e l'unico caso in cui può finire prima è un eventuale accordo tra le parti.L'avvocato lo devi pagare tu, ma in caso di vittoria la parte soccombente è tenuta al pagamento immediato delle spese. Mentre è con il processo penale che bisogna successivamente intentare una causa civile per rientrare delle spese.Ahìmè è cmq vero che il pagamento delle spese è calcolato sempre per difetto...quindi di avvocato ci rimetti anche se vinci...tuttavia se riesci a spuntare un risarcimento succoso...potrebbe valere la candela.
        • nome e cognome scrive:
          Re: L'attendo con ansia...
          - Scritto da: Ste
          L'avvocato lo devi pagare tu, ma in caso di
          vittoria la parte soccombente è tenuta al
          pagamento immediato delle spese. Ma capita anche che si vinca ma che il giudice decida che la vittoria non sia "netta", cioè che ci sia una parte di responsabilità anche sul fronte vincente e che stabilisca perciò che ognuno si paghi le sue spese.Così quello che hai ottenuto come risarcimento danni lo giri direttamente all'avvocato (in modo figurato, visto che probabilmente lo avevi già pagato, almeno in parte, prima).Il risultato è che hai perso tempo (anni, anni, e anni per qualsiasi causa) e probabilmente danaro e gli unici che ci guadagnano sono gli avvocati ("vinciamo di sicuro", cit. .... e infatti loro vincono sempre!)
    • mmmmmmmmmm scrive:
      Re: L'attendo con ansia...


      Se il bollino venisse abolito (e riconosciuto
      quindi illegale) potrebbero esserci un bel pò di
      cause di risarcimento (ed io conosco un paio di
      persone che sarebbero ben felici di far causa
      alla
      SIAE).

      byeLe cause di risarcimento le potrebbero ottenere solo gli importatori che hanno pagato due volte i diritti d'autore , una volta in un paese della comunità europea ed un'altra volta con il bollino in italia.Infatti la probabile illegalità del bollino nasce dal fatto che attraverso le sue regole di implementazione tecnica, ovvero essendo obbligatorio per vendere in italia, portava gli importatori a pagare due volte la tassa di diritto d'autore in europa.Nessuno mette in dubbio che il diritto d'autore debba essere pagato, la cosa che veniva messa in discussione era che con il tecnicismo del bollino alcuni importatori si trovavano a pagarla due volte, tutto qui.
      • Morpheus255 scrive:
        Re: L'attendo con ansia...
        Dici? E che ne pensi per quelli che hanno subito denunce con sequestri e processi perché "trovati" con supporti senza bollino (perché magari erano copie personali), cred che questa gente non abbia subito danni per (non) avere commesso un reato ?
        • mmmmmmmmmm scrive:
          Re: L'attendo con ansia...
          - Scritto da: Morpheus255
          Dici? E che ne pensi per quelli che hanno subito
          denunce con sequestri e processi perché "trovati"
          con supporti senza bollino (perché magari erano
          copie personali), cred che questa gente non abbia
          subito danni per (non) avere commesso un reato
          ?A quanto ho capito io, quindi se qualcuno ha capito meglio mi correggaIl bollino è un'implementazione tecnica di una tassa.Se tu non paghi l'ici commetti un reatoSe tu paghi l'ici ed al controllo non riesci a mostrare una ricevuta, ed al comune il tuo pagamento non risulta sei comunque ritenuto colpevole.Se tu paghi l'ici ed hai perso la ricevuta, ma riesci a dimostrare di averla pagata non avrai problemi.Il bollino non è che una ricevuta di una tassa, averlo dimostra in maniera rapida che l'hai pagata, se non lo hai devi dimostrare di averla pagata comunque o che non eri tenuto a pagarla.Stesso discorso per chi è stato trovato con i cd senza bollino, se i diritti d'autore per quesi cd erano comunque stati pagati o non dovevano essere pagati, non avranno problemi, se invece il diritto d'autore non è stato pagato quando invece dovuto, la vedo dura
          • Morpheus255 scrive:
            Re: L'attendo con ansia...
            effettivamente la questione è più complicata e va vista singolarmente. Così come lo conosciamo noi, è una doppia imposizione.mi riferivo comunque a coloro che pur non avendo obbligo di apposizione (come nell'esempio dell'altro post del negozio di usato) o utilizzando il proprio supporto nei termini previsti si sono visti denunciare per "contraffazione" avendo in detenzione supporti non conformi, ovvero "senza bollino siae".
          • gerry scrive:
            Re: L'attendo con ansia...
            - Scritto da: mmmmmmmmmm
            Stesso discorso per chi è stato trovato con i cd
            senza bollino, se i diritti d'autore per quesi cd
            erano comunque stati pagati o non dovevano
            essere pagati, non avranno problemi, se invece il
            diritto d'autore non è stato pagato quando invece
            dovuto, la vedo
            duraA quanto ne so io: il bollino è una misura antipirateria studiata con l'idea di individuare i CD originali da quelli non originali.L'idea è semplice, tutti i CD senza bollino non possono essere venduti (attenzione: posseduti si, ma venduti no) vengono sequestrati e multati. Non c'entra niente se sei in regola coi diritti o no.Per esempio pochi sanno che se compri un CD col bollino ma poi per vari motivi lo perdi o lo danneggi non puoi più legalmente rivenderlo come usato.Per esempio: lo attaccano al cellophane della confezione e non al case o, più bastarda, lo mettono tipo sigillo in modo che sei costretto a romperlo per aprire il case.Per avere il bollino devi andare in SIAE, che dovrebbe controllare i requisiti del CD e farti eventualmente pagare i diritti. Una parte dell'idea è che comunque per vendere i CD sei costretto a passare in SIAE e dichiarare cosa vendi.
          • Morpheus255 scrive:
            Re: L'attendo con ansia...
            ti stai sbagliando gerry, magari fosse così come dici
          • gerry scrive:
            Re: L'attendo con ansia...
            - Scritto da: Morpheus255
            ti stai sbagliando gerry, magari fosse così come
            diciSto solo ripetendo quanto si capisce dal sito SIAE, che poi sia praticamente una tassa camuffata credo non ci piova :D
      • mmmmmmmmmm scrive:
        Re: L'attendo con ansia...
        Almeno a quanto ho capito io...
        • Briareos scrive:
          Re: L'attendo con ansia...
          Il problema è che il bollino NON è una tassa in quanto viene pagato a dei PRIVATI!Lo stato italiano ci guadagna grazie all'IVA ma il resto dei soldi va a PRIVATI che gestiscono le agenzie locali, a quelli che gestiscono le agenzie Provinciali, a quelle regionali per arrivare fino alle nazionali...Ricordate anche che la SIAE non prende solo i soldi dai bollini e dai supporti, prende valanghe di soldi dalle emittenti radio, dalle emittenti televisive, dai locali come bar, discoteche, centri commerciali, negozi e dovunque si diffonda della musica. Per non dimenticare le feste PRIVATE tipo matrimoni o compleanni!Sarebbe bello sapere quanti di questi soldi arrivano agli autori!
    • ottomano scrive:
      Re: L'attendo con ansia...
      Douna meggiore precisazione.Un mio conoscente ha un negozio di dischi/cd usati.Ogni mesegli entrano centinaia di CD usati ove, però, spesso il bollino è stato tolto o è sostanzialmente distrutto.Per questo motivo è costretto a comprare pacchi di bollini dalla SIAE e a denuniciare ogni singolo CD senza bollino (titolo, artista, anno di pubblicazione, ID,...)Calcolo che abbia speso migliaia di euro in questa attività che, se dimostrata essere illegale, darà lui pieno diritto ad un risarcimento sui bollino finora acquistati.bye
Chiudi i commenti