Hacking, italiani campioni del mondo

Un team di studenti dell'Università di Milano si è aggiudicato l'edizione 2007 dell'International Capture The Flag, una sfida che ogni anno elegge i migliori hacker universitari del mondo. Settimo il Politecnico di Milano

Milano – In campo informatico, e in particolare nella nobile arte dell’hacking, l’ambiente accademico italiano dimostra ancora una volta di saper forgiare ottimi “cervelli”. Un team di studenti dell’Università degli Studi di Milano ( Unimi ) si è infatti recentemente imposto nella competizione informatica International Capture the Flag ( iCTF ), una sfida organizzata dall’ Università californiana di Santa Barbara per saggiare l’abilità degli studenti nel difendere e attaccare i sistemi di rete.

Chocolate Makers - iCTF 2007 L’impresa di portare a casa la coppa iCTF è riuscita ai Chocolate Makers , un gruppo di otto studenti che ha affrontato il contest sotto la guida di due professori dell’ateneo statale milanese. Il team ha dovuto vedersela con 34 squadre provenienti da alcune delle più importanti università di Stati Uniti, Germania, Russia, India, Austria, Argentina e altre nazioni.

L’iCTF segue regole simili a quelle di altre competizioni di sicurezza ” capture the flag “: ciascuna delle squadre partecipanti deve riuscire a difendere e isolare una serie di servizi di rete , e nello stesso tempo attaccare i server degli altri team .

“Si tratta di una gara dove l’obiettivo è catturare la bandiera della squadra avversaria per portarla nella propria base. Il concetto è simile a quello delle modalità di gioco ruba-bandiera offerte da giochi first-person shooter come Quake o Unreal Tournament”, spiega Roberto Paleari, uno degli otto membri dei Chocolate Makers.

Chocolate Makers - iCTF 2007 Il fulcro della sfida consiste appunto nello scoprire e nel correggere il più rapidamente possibile le vulnerabilità inserite dagli organizzatori del torneo nei software forniti ai vari team, così da sventare gli attacchi esterni e, nel contempo, sfruttare le falle scoperte per bucare gli host degli avversari. I partecipanti devono possedere buone conoscenze in vari campi della sicurezza e della programmazione , tra i quali il reverse engineering, la crittografia e la computer forensics.

“È una grande soddisfazione per una piccola squadra come la nostra, che nel 2005 aveva già vinto una competizione analoga, anche se minore, promossa dall’Università di Aachen, in Germania”, ha commentato Paleari. “Lo è soprattutto – ha poi dichiarato a Punto Informatico un altro membro della squadra, Davide Marrone – perché noi eravamo solo in otto, mentre in altre squadre erano addirittura in venti”.

Una vittoria non certo risicata quella degli italiani, che hanno saputo raccogliere oltre 89500 punti contro i circa 62200 del secondo classificato, il team tedesco squareroots ( qui la classifica completa).

Buon piazzamento anche per l’altra squadra italiana del torneo, The Tower of Hanoi del Politecnico di Milano , classificatasi settima. È giusto ricordare come questa sia la stessa squadra che vinse le edizioni 2004 e 2005 di iCTF.

La competizione organizzata dall’Università di Santa Barbara si tiene annualmente, nel mese di dicembre, a partire dal 2003 (quella del 2004 è stata la prima edizione a carattere internazionale). L’evento è uno dei più grandi nel suo genere, insieme a quello organizzato ogni anno a Las Vegas in seno al celebre convegno DEF CON .

Oltre che da Paleari e Marrone, i Chocolate Makers sono composti da Stefano Calabrese, Aristide Fattori, Giampaolo Fresi Roglia, Luca Giancane, Emanuele Passerini e Alessandro Reina. I due professori che hanno assistito la squadra sono Danilo Bruschi e Mattia Monga.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tia scrive:
    Re: Chissa cosa succede...
    I sensori di prossimita reagiscono, dipendentemente da come sono realizzati, con grosse masse ferrose o oggetti molto ingombranti (radar o sonar acustico). Possono essere regolati.
  • ugo freddi scrive:
    nissan
    non abbiamo piu' una lira per comperare la nissan .
  • TUBU scrive:
    ...fà tutto lei...
    Tocchi Nissan e ti mena il pippo...ke bello!!!
  • Drattak scrive:
    speriamo che...
    ...la tecnologia non sia avvalga di "Windows Motive" come piattaforma:)t'immagini quante vittime innocenti verrebbermo mietute! :DD
  • Daniele scrive:
    L'auto del futuro
    Ragazzi dobbiamo darci una svegliata tutti quanti!!!A parte che l'auto nel futuro dovrà esserci il meno possibile,dobbiamo preferire tutti mezzi alternativi e meno inquinanti.Nel futuro non dovranno esserci più combustibili(nemmeno biocombustibili) se vogliamo DAVVERO assicurare un futuro alle generazioni future...Queste innovazioni sono utili si,ma solo alla ricca società occidentale...Qua tutti,a partire dalle case automobilistiche,stanno cercando di evitare i veri problemi.L'inquinamento e la fame causata dalla produzione di biocombustibili faranno milioni di morti,così tanti che i morti per incidenti sembreranno bazzecole...http://www.youtube.com/watch?v=gGiVhyyUnPU
  • Smiggle scrive:
    Interfacciarsi al controller...
    e collegare l'auto a una psp e guidarla con quella sarà possibile ?Deve essere troppo bello.... invece che l'obsoleto volante rotondo un analog pad e 2 tasti uno per accelerare l'altro per frenare....
    • La mamma di Zenzèro scrive:
      Re: Interfacciarsi al controller...
      C'è il tasto "attivami il neurone" nella piessepì?Secondo me, ti sarebbe utile. (anonimo)
  • Frate Cazzo Da Velletri scrive:
    SICUREZZA
    Altro che tutto da verificare, con delle teste di cazzo come gli automobilisti italiani meno lasci fare a loro e più sicuri stiamo tutti.
    • Disgraziato scrive:
      Re: SICUREZZA
      - Scritto da: Frate Cazzo Da Velletri
      Altro che tutto da verificare, con delle teste di
      cazzo come gli automobilisti italiani meno lasci
      fare a loro e più sicuri stiamo
      tutti.Dimentichi che le funzionalità potranno essere disattivate, altrimenti come faranno i soliti "frettolosi" a piazzarsi a mezzo metro dal paraurti posteriore del neopatentato/anziano/donna che va troppo piano?
      • Io blocco il P2P scrive:
        Re: SICUREZZA
        - Scritto da: Disgraziato
        - Scritto da: Frate Cazzo Da Velletri

        Altro che tutto da verificare, con delle teste
        di

        cazzo come gli automobilisti italiani meno lasci

        fare a loro e più sicuri stiamo

        tutti.

        Dimentichi che le funzionalità potranno essere
        disattivate, altrimenti come faranno i soliti
        "frettolosi" a piazzarsi a mezzo metro dal
        paraurti posteriore del
        neopatentato/anziano/donna che va troppo
        piano?Come togliere il piacere alla gente di creare code e di imporre al mondo i proprio 30km/h!
        • Rapphyo scrive:
          Re: SICUREZZA
          Il problema non sono quelli che vanno ai 30 (multabili) ma i mister m***a che sulla strada provinciale reggio emilia - montecchio mi stanno nel bagagliaio perche faccio i 70 al buio con la strada bagnata....-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 dicembre 2007 16.31----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 dicembre 2007 16.31-----------------------------------------------------------
  • coniglio bianco crema scrive:
    frenata d'emergenza
    "Le frenate di emergenza, inoltre, vengono segnalate prima con alert sonori. Dopodiché se l'autista non reagisce, il sistema procede direttamente prendendo il controllo della situazione."mumble mumble..ma sono di emergenza o no? :D
    • Smiggle scrive:
      Re: frenata d'emergenza
      Anche supercar... in una delle prime puntante quando il tizio voleva provare se era intelligente si lanciava contro qualcosa e quella lo evitava
      • Ciccio Pasticcio scrive:
        Re: frenata d'emergenza
        - Scritto da: Smiggle
        Anche supercar... in una delle prime puntante
        quando il tizio voleva provare se era
        intelligente si lanciava contro qualcosa e quella
        lo
        evitavaeh no, non puoi chiamare Michael Knight, il tizio!!!
  • arrapao scrive:
    Tocchi il volante e...
    ...dal cruscotto ti salta fuori una tipa stile Paris Hilton che ti fa tutto il resto.
  • Anonimo scrive:
    L'auto del futuro
    Fiat INPS: attraverso i sensori, individua i vecchi che rompono le scatole per la pensione e senza intervento del guidatore lo investe.
    • Zucchero e Zenzero scrive:
      Re: L'auto del futuro
      Leader da anni nello sviluppo di auto utilitarie dal design accattivamente e innovativo, indiscusso caposaldo dell'economia del nostro paese: FIAT presenta il nuovo modelloINPS666Comfort assicurato grazie alle recenti migliorie introdotte a livello coassio-anale del sedile del guidatore, schienali in vera-finta pelle (ma rigorosamente ergonomica), questo gioiello permette a tutti, giovani ragazze neopatentate, giovani ragazze patentate, massaie al primo giro dell'isolato o più semplicemente donne incazzate di poter dire:"Io sono utile alla società".Entra nel mondo dell'automazione, passa anche tu davanti alle sedi principali dei politici italiani (non tutti sono tanto giovani).Contribuisci attivamente a migliorare l'economia del nostro paese puntando sul prodotto di qualita' uscito fiammante dalle fabbriche italiane di Geitshiantongpang:FIAT INPS 666,"Più veloce della Pensione"primo esemplare di Euro 15 sul mercato (come stabilito da bustarella 15 del 15/12/07 elargita un po'a tutti). L'assicurazione viene offerta dallo stesso Stato Italiano (che risparmia sui costi sanitari).Disponibile in rate fisse al massimo disinteresse a tasso variabile (legato all'indice tiinkiappett europeo). Chiamaci per un preventivo assolutamente gratuito con tanto di vasellina.Extra:Esclusivo Gadjet a forma di pallottola con inchiostro incorporato ROSSO per contrassegnare il numero di vecchi colpiti e affondati (disponibile la versione a inchiostro VERDE per i daltonici più esigenti).VELOCE!!!A Maggio 2008 scatta il concorso "Ringiovanisci l'Italia": per ogni 10 vecchi in meno una promessa di lavoro in più.A seguire estrazione della "promessa di lavoro in più da mantenere", data dell'evento ancora da definire."TENERE IL PRODOTTO LONTANO DAGLI OVER 70"Chi fosse seriamente interessato può inviare una mail con nome, cognome, numero carta di credito all'indirizzo:graziegrazie@ruba.cit
    • ugo freddi scrive:
      Re: L'auto del futuro
      vedo che l'hai su con i vecchi ....bravo allora pensa che ci diventerai anche tu se sarai fortunato a non morire prima e allora solamente capirai.
Chiudi i commenti