I testi delle canzoni? Solo con licenza

Dopo il giro di vite contro gli spartiti pubblicati sul Web, le major pretendono pagamenti generosi anche da chi mette a disposizione i testi delle canzoni. Il caso di Gracenote

Roma – Le major discografiche, dopo l’ assalto legale contro i siti che pubblicano spartiti , stanno per dare l’ultimatum a tutti quegli editori online che mettono a disposizione i testi delle canzoni . Basta una ricerca su qualsiasi motore di ricerca, utilizzando la parola chiave ” lyrics “, per rendersi conto della portata e dell’estensione del fenomeno: il numero di siti che pubblicano i testi di brani musicali è pressoché infinito.

L’industria discografica non è affatto felice di questa situazione, sicuramente destinata a cambiare: in base alle esternazioni di numerosi portavoce delle major americane, pubblicare testi senza licenza è una grave violazione delle norme sul diritto d’autore. Il segnale d’allarme del prossimo giro di vite online è stato l’accordo esclusivo siglato tra Gracenote , l’azienda responsabile del database CDDB, e quattro grandi case discografiche: il sito gode adesso dei permessi necessari alla distribuzione legale di testi e parole.

I dettagli specifici ed economici dell’accordo stipulato tra le due parti non sono stati resi noti, tuttavia molti osservatori sono convinti che il futuro di Gracenote sarà certamente roseo. Le licenze ottenute, infatti, permetteranno all’azienda di fornire servizi a valore aggiunto per i clienti dei negozi di musica online come iTunes . Al posto del libretto illustrato contenente i testi delle canzoni, tipico dell’era dei compact disc, i brani digitali acquistati via Internet saranno sempre più spesso integrati con i testi di Gracenote.

La situazione solleva numerosi interrogativi legati alle normative sul diritto d’autore in vigore negli Stati Uniti e nel resto dei paesi affiliati al WTO . Sebbene i testi delle canzoni vengano considerati come “opere dell’ingegno”, pertanto di proprietà dei rispettivi autori o musicisti, il confine tra la violazione del diritto d’autore ed il fair use diventa estremamente sottile ogni volta qualcuno decida di trascrivere, tradurre o ridistribuire i testi in questione per fini valutativi, critici o comunque senza fini di lucro.

Ralph Peer, CEO della “major indipendente” PeerMusic , sostiene che il problema di fondo non è correlato ai servizi che pubblicano testi delle canzoni senza fine di lucro, “ma a tutti quei grandi siti commerciali che sono riusciti a guadagnare cifre consistenti” grazie al cosiddetto lyrics business “.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    puzzoni
    Hey linari, mi sembra che la fiacca la battete voi... non sapete manco controbattere se non usando una bruttissima e mascherata versione di "specchio riflesso" o chi lo dice lo è...Siete messi male...
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    SIIIII.. fammi patchare una bella infermiera hihiihihih
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    Tu fai parte di quelli malati di trollig vero ?
  • Anonimo scrive:
    Il Popolo dei videogiocatori
    sono un videogamer di vecchia data (ho speso decini di migliaia di lire a space invaders)Ho continuato nelel sale giochi dove i produttori si facevano sempre piu furbi taroccando le shcede a facednodiventare le consolle vere e proprie macchine mangiaoldi.Mi ha salvatop lo spectrum e l'apple che con atic atac, manic miner , e king quest mi ha reso un giocatore libero da vincoli economici escluso l'acquisto di riviste del settore.Load & Run K etc.Poi e arrivao quel mostro di Pc scheda Hercules ,CGA VGA SVGA , e in sequenza Defender of the crown , The 3 stooges ,avventura nel castello !! Monkey island ,Ultima III , IV V
    Poi l'amiga con i vari giochi .Ed infine la Rete :Doom collegamento in rete fra 4 pc e mazzate .Adesso Giochiamo e parliamo usando i programmi di chat vocale mentre ci spariamo con lm16 in americas army oppure lanciamo una atomica in Generals Zeo HOurs.Ho conoscouto tanti rgazzi cannaioli , repressi poveri in canna figli di papa' geni del pc o del gioco in questione. Ci siamo sfottuti offesi litigato escluso i piu isopportabili. Ma mi domando am questo non evviene anche nella vita reale..?E cmq il desiderio di staccate la spina dalla vita reale e insito in noi se no le cane chestarebebro a fare ?La fantiasia non esisterebbe.Percio dico non videodipendenza , ma un uso apprpriato dei videogames e piu che benvolo.MOLTO MEGLIO DELLA TV.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il Popolo dei videogiocatori
      - Scritto da:
      sono un videogamer di vecchia data (ho speso
      decini di migliaia di lire a space
      invaders)
      Ho continuato nelel sale giochi dove i produttori
      si facevano sempre piu furbi taroccando le shcede
      a facednodiventare le consolle vere e proprie
      macchine
      mangiaoldi.
      Mi ha salvatop lo spectrum e l'apple che con atic
      atac, manic miner , e king quest mi ha reso un
      giocatore libero da vincoli economici escluso
      l'acquisto di riviste del settore.Load & Run K
      etc.
      Poi e arrivao quel mostro di Pc scheda Hercules
      ,CGA VGA SVGA , e in sequenza

      Defender of the crown , The 3 stooges ,avventura
      nel castello !! Monkey island ,Ultima III , IV V

      Poi l'amiga con i vari giochi
      .
      Ed infine la Rete :
      Doom collegamento in rete fra 4 pc e mazzate .
      Adesso Giochiamo e parliamo usando i programmi di
      chat vocale mentre ci spariamo con lm16 in
      americas army oppure lanciamo una atomica in
      Generals Zeo
      HOurs.
      Ho conoscouto tanti rgazzi cannaioli , repressi
      poveri in canna figli di papa' geni del pc o del
      gioco in questione.

      Ci siamo sfottuti offesi litigato escluso i piu
      isopportabili. Ma mi domando am questo non
      evviene anche nella vita
      reale..?
      E cmq il desiderio di staccate la spina dalla
      vita reale e insito in noi se no le cane
      chestarebebro a fare
      ?
      La fantiasia non esisterebbe.
      Percio dico non videodipendenza , ma un uso
      apprpriato dei videogames e piu che
      benvolo.
      MOLTO MEGLIO DELLA TV.

      Ma vsto che nn sai usar lai tasteira, e tui mangui le klettere o le agguingi, che ne dici dui dargli una ricontreollata ai tuoi intervrenti?
      • Anonimo scrive:
        Re: Il Popolo dei videogiocatori
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        sono un videogamer di vecchia data (ho speso

        decini di migliaia di lire a space

        invaders)

        Ho continuato nelel sale giochi dove i
        produttori

        si facevano sempre piu furbi taroccando le
        shcede

        a facednodiventare le consolle vere e proprie

        macchine

        mangiaoldi.

        Mi ha salvatop lo spectrum e l'apple che con
        atic

        atac, manic miner , e king quest mi ha reso un

        giocatore libero da vincoli economici escluso

        l'acquisto di riviste del settore.Load & Run K

        etc.

        Poi e arrivao quel mostro di Pc scheda Hercules

        ,CGA VGA SVGA , e in sequenza



        Defender of the crown , The 3 stooges ,avventura

        nel castello !! Monkey island ,Ultima III , IV
        V


        Poi l'amiga con i vari giochi

        .

        Ed infine la Rete :

        Doom collegamento in rete fra 4 pc e mazzate .

        Adesso Giochiamo e parliamo usando i programmi
        di

        chat vocale mentre ci spariamo con lm16 in

        americas army oppure lanciamo una atomica in

        Generals Zeo

        HOurs.

        Ho conoscouto tanti rgazzi cannaioli , repressi

        poveri in canna figli di papa' geni del pc o del

        gioco in questione.



        Ci siamo sfottuti offesi litigato escluso i piu

        isopportabili. Ma mi domando am questo non

        evviene anche nella vita

        reale..?

        E cmq il desiderio di staccate la spina dalla

        vita reale e insito in noi se no le cane

        chestarebebro a fare

        ?

        La fantiasia non esisterebbe.

        Percio dico non videodipendenza , ma un uso

        apprpriato dei videogames e piu che

        benvolo.

        MOLTO MEGLIO DELLA TV.







        Ma vsto che nn sai usar lai tasteira, e tui
        mangui le klettere o le agguingi, che ne dici dui
        dargli una ricontreollata ai tuoi
        intervrenti?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    Questa è bella!! complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    asd almeno trolli con stile.l'unico che vale la pena leggere, rock and troll è sinonimo di affidabilità e ghignate sicure.asd x°DOmissis (apple) (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: CLINICA PER LINARI
      - Scritto da:
      asd almeno trolli con stile.
      l'unico che vale la pena leggere, rock and troll
      è sinonimo di affidabilità e ghignate
      sicure.
      asd x°D

      Omissis (apple) (linux)quoto, R&T è un grande per trollare, bravo!almeno ha stile, e si firma...(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: CLINICA PER LINARI
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        asd almeno trolli con stile.

        l'unico che vale la pena leggere, rock and troll

        è sinonimo di affidabilità e ghignate

        sicure.

        asd x°D



        Omissis (apple) (linux)

        quoto, R&T è un grande per trollare, bravo!
        almeno ha stile, e si firma...

        (linux)
        Quoto entrambi!R&T è davvero divertente. Riesce a fare di una trollata una comic session! :)
  • Anonimo scrive:
    e per..?
    donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?, politica?, palestra, sport, libri, emozioni, sesso, ecc ecc ecc, a quando?E un centro di tossicodipendenza dalla vita?...ah, c'è già, il buddismo!
    • Anonimo scrive:
      Re: e per..?
      - Scritto da:
      donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?,
      politica?, palestra, sport, libri, emozioni,
      sesso, ecc ecc ecc, a
      quando?
      E un centro di tossicodipendenza dalla vita?
      ...ah, c'è già, il buddismo!QUALE budd(h)ismo?perché il "buddismo" (sic) della Soka Gakkai, quello piu' diffuso in italia, non è altro che una droga. Una mia ex ragazza (e tutta la sua famiglia) erano completamente dipendenti dai vari riti codificati da questa setta (che tra l'altro non è nemmeno riconosciuta dalla UBI, Unione Buddhisti Italiani).Cosa c'è di più affascinante se non un "guru", come il carismatico Ikeda di Soka Gakkai, che "vende" un mantra a mo' di saponetta?Ti dice di "recitare" il mantra Soka Gakkai, una litania in giapponese, e ti promette che "potrai avere tutto" se lo fai.Conosco personalmente degli individui che passano intere giornate a "recitare" questo mantra, e sinceramente QUELLA è una vera dipendenza psicologica, una "saponetta" che vende bene soprattutto tra i disperati e tra le persone prive di filtro critico.Il buddhismo, quello vero, pratica il distacco dalla materialità: quello Soka Gakkai, invece, dice che se reciti il loro mantra con insistenza e pericolosissima compulsività potrai ottenere QUALSIASI tipo di gratificazione - dal parcheggio in Trastevere durante le notti del fine settimana fino a sventure per i tuoi nemici.Questo è budd(h)ismo? A me sembra una bella fregatura ed una vera e propria "droga" spirituale.
      • Anonimo scrive:
        Re: e per..?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?,

        politica?, palestra, sport, libri, emozioni,

        sesso, ecc ecc ecc, a

        quando?

        E un centro di tossicodipendenza dalla vita?

        ...ah, c'è già, il buddismo!

        QUALE budd(h)ismo?

        perché il "buddismo" (sic) della Soka Gakkai,
        quello piu' diffuso in italia, non è altro che
        una droga. Una mia ex ragazza (e tutta la sua
        famiglia) erano completamente dipendenti dai vari
        riti codificati da questa setta (che tra l'altro
        non è nemmeno riconosciuta dalla UBI, Unione
        Buddhisti
        Italiani).
        Cosa c'è di più affascinante se non un "guru",
        come il carismatico Ikeda di Soka Gakkai, che
        "vende" un mantra a mo' di
        saponetta?
        Ti dice di "recitare" il mantra Soka Gakkai, una
        litania in giapponese, e ti promette che "potrai
        avere tutto" se lo
        fai.
        Conosco personalmente degli individui che passano
        intere giornate a "recitare" questo mantra, e
        sinceramente QUELLA è una vera dipendenza
        psicologica, una "saponetta" che vende bene
        soprattutto tra i disperati e tra le persone
        prive di filtro
        critico.
        Il buddhismo, quello vero, pratica il distacco
        dalla materialità: quello Soka Gakkai, invece,
        dice che se reciti il loro mantra con insistenza
        e pericolosissima compulsività potrai ottenere
        QUALSIASI tipo di gratificazione - dal parcheggio
        in Trastevere durante le notti del fine settimana
        fino a sventure per i tuoi
        nemici.

        Questo è budd(h)ismo? A me sembra una bella
        fregatura ed una vera e propria "droga"
        spirituale.Penso tu abbia fatto dei giudizi un po superficiali e distorti..sulla soka gakkai anche perchè non chiede soldi e quindi non vende nulla a nessuno ma offre una pratica buddista per trovare la propria buddità che passa cmq per la vita reale-:) in maniera totalmente gratuita
        • Anonimo scrive:
          Re: e per..?
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?,


          politica?, palestra, sport, libri, emozioni,


          sesso, ecc ecc ecc, a


          quando?


          E un centro di tossicodipendenza dalla vita?


          ...ah, c'è già, il buddismo!



          QUALE budd(h)ismo?



          perché il "buddismo" (sic) della Soka Gakkai,

          quello piu' diffuso in italia, non è altro che

          una droga. Una mia ex ragazza (e tutta la sua

          famiglia) erano completamente dipendenti dai
          vari

          riti codificati da questa setta (che tra l'altro

          non è nemmeno riconosciuta dalla UBI, Unione

          Buddhisti

          Italiani).

          Cosa c'è di più affascinante se non un "guru",

          come il carismatico Ikeda di Soka Gakkai, che

          "vende" un mantra a mo' di

          saponetta?

          Ti dice di "recitare" il mantra Soka Gakkai, una

          litania in giapponese, e ti promette che "potrai

          avere tutto" se lo

          fai.

          Conosco personalmente degli individui che
          passano

          intere giornate a "recitare" questo mantra, e

          sinceramente QUELLA è una vera dipendenza

          psicologica, una "saponetta" che vende bene

          soprattutto tra i disperati e tra le persone

          prive di filtro

          critico.

          Il buddhismo, quello vero, pratica il distacco

          dalla materialità: quello Soka Gakkai, invece,

          dice che se reciti il loro mantra con insistenza

          e pericolosissima compulsività potrai ottenere

          QUALSIASI tipo di gratificazione - dal
          parcheggio

          in Trastevere durante le notti del fine
          settimana

          fino a sventure per i tuoi

          nemici.



          Questo è budd(h)ismo? A me sembra una bella

          fregatura ed una vera e propria "droga"

          spirituale.

          Penso tu abbia fatto dei giudizi un po
          superficiali e distorti..sulla soka gakkai anche
          perchè non chiede soldi e quindi non vende nulla
          a nessuno ma offre una pratica buddista per
          trovare la propria buddità che passa cmq per la
          vita reale-:) in maniera totalmente
          gratuitaio so che devi pagare per comprarti l'idolo da idolatrare ogni giorno con compulsività, pagare per i libri del gran guru ikeda (uno che andava a cena spesso con noreaga, il dittatore, notoriamente una persona da bene) e via dicendo... poi, hai idea di cosa sia il vero buddhismo, con la h? quello della soka gakkai è un surrogato per le masse, un prodotto da supermarket, una roba per gente compulsiva che non ha neanche lo gnegnero per prendere in mano un testo buddhista e scoprire che nichiren daishonin sta al buddhismo come ron hubbard (scientology) sta al cristianesimo......
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?,



            politica?, palestra, sport, libri, emozioni,



            sesso, ecc ecc ecc, a



            quando?



            E un centro di tossicodipendenza dalla vita?



            ...ah, c'è già, il buddismo!





            QUALE budd(h)ismo?





            perché il "buddismo" (sic) della Soka Gakkai,


            quello piu' diffuso in italia, non è altro che


            una droga. Una mia ex ragazza (e tutta la sua


            famiglia) erano completamente dipendenti dai

            vari


            riti codificati da questa setta (che tra
            l'altro


            non è nemmeno riconosciuta dalla UBI, Unione


            Buddhisti


            Italiani).


            Cosa c'è di più affascinante se non un "guru",


            come il carismatico Ikeda di Soka Gakkai, che


            "vende" un mantra a mo' di


            saponetta?


            Ti dice di "recitare" il mantra Soka Gakkai,
            una


            litania in giapponese, e ti promette che
            "potrai


            avere tutto" se lo


            fai.


            Conosco personalmente degli individui che

            passano


            intere giornate a "recitare" questo mantra, e


            sinceramente QUELLA è una vera dipendenza


            psicologica, una "saponetta" che vende bene


            soprattutto tra i disperati e tra le persone


            prive di filtro


            critico.


            Il buddhismo, quello vero, pratica il distacco


            dalla materialità: quello Soka Gakkai, invece,


            dice che se reciti il loro mantra con
            insistenza


            e pericolosissima compulsività potrai ottenere


            QUALSIASI tipo di gratificazione - dal

            parcheggio


            in Trastevere durante le notti del fine

            settimana


            fino a sventure per i tuoi


            nemici.





            Questo è budd(h)ismo? A me sembra una bella


            fregatura ed una vera e propria "droga"


            spirituale.



            Penso tu abbia fatto dei giudizi un po

            superficiali e distorti..sulla soka gakkai anche

            perchè non chiede soldi e quindi non vende
            nulla


            a nessuno ma offre una pratica buddista per

            trovare la propria buddità che passa cmq per la

            vita reale-:) in maniera totalmente

            gratuita

            io so che devi pagare per comprarti l'idolo da
            idolatrare ogni giorno con compulsività, pagare
            per i libri del gran guru ikeda (uno che andava a
            cena spesso con noreaga, il dittatore,
            notoriamente una persona da bene) e via
            dicendo... poi, hai idea di cosa sia il vero
            buddhismo, con la h? quello della soka gakkai è
            un surrogato per le masse, un prodotto da
            supermarket, una roba per gente compulsiva che
            non ha neanche lo gnegnero per prendere in mano
            un testo buddhista e scoprire che nichiren
            daishonin sta al buddhismo come ron hubbard
            (scientology) sta al
            cristianesimo......Be per essere un vero buddista sei proprio messo male, forse tutto questo astio è dovuto a motivi strettamente personali...la tua ex ragazza ti ha mollato per un'altro più dotato sai il motto c'è di meglio in giro-:)
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?


            io so che devi pagare per comprarti l'idolo da

            idolatrare ogni giorno con compulsività, pagare

            per i libri del gran guru ikeda (uno che andava
            a

            cena spesso con noreaga, il dittatore,

            notoriamente una persona da bene) e via

            dicendo... poi, hai idea di cosa sia il vero

            buddhismo, con la h? quello della soka gakkai è

            un surrogato per le masse, un prodotto da

            supermarket, una roba per gente compulsiva che

            non ha neanche lo gnegnero per prendere in mano

            un testo buddhista e scoprire che nichiren

            daishonin sta al buddhismo come ron hubbard

            (scientology) sta al

            cristianesimo......

            Be per essere un vero buddista sei proprio messo
            male, forse tutto questo astio è dovuto a motivi
            strettamente personali...la tua ex ragazza ti ha
            mollato per un'altro più dotato sai il motto c'è
            di meglio in
            giro-:)a) non sono buddistab) la tua tecnica psicologica (tipica di chi è plagiato da una setta) si chiama "sospensione del discorso" - ti trovi in difficoltà, non sai controbattere e rispondere a FATTI che ti vengono esposti, ed allora offendi. voi settari siete tutti uguali! buona fortuna col tuo nam coso blahblahblah... a far la villa al mare per ikeda... tanti saluti!
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?
            - Scritto da:



            io so che devi pagare per comprarti l'idolo da


            idolatrare ogni giorno con compulsività,
            pagare


            per i libri del gran guru ikeda (uno che
            andava

            a


            cena spesso con noreaga, il dittatore,


            notoriamente una persona da bene) e via


            dicendo... poi, hai idea di cosa sia il vero


            buddhismo, con la h? quello della soka gakkai
            è


            un surrogato per le masse, un prodotto da


            supermarket, una roba per gente compulsiva che


            non ha neanche lo gnegnero per prendere in
            mano


            un testo buddhista e scoprire che nichiren


            daishonin sta al buddhismo come ron hubbard


            (scientology) sta al


            cristianesimo......



            Be per essere un vero buddista sei proprio messo

            male, forse tutto questo astio è dovuto a motivi

            strettamente personali...la tua ex ragazza ti
            ha


            mollato per un'altro più dotato sai il motto c'è

            di meglio in

            giro-:)

            a) non sono buddista
            b) la tua tecnica psicologica (tipica di chi è
            plagiato da una setta) si chiama "sospensione del
            discorso" - ti trovi in difficoltà, non sai
            controbattere e rispondere a FATTI che ti vengono
            esposti, ed allora offendi. voi settari siete
            tutti uguali! buona fortuna col tuo nam coso
            blahblahblah... a far la villa al mare per
            ikeda... tanti
            saluti!Sinceramente quello che spara giudizi a zero sei tu..., ma mi dispiace deluderti ma non mi sento affatto plagiato..d'altronde non puoi conoscere il mio percorso personale...mi dispiace per te che sprizzi tristezza e sofferenza da tutti i pori-:( ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?
            Vorrei contribuire a questo argomento molto interessante.Io ho iniziato a praticare nella Soka Gakkai l'hanno scorso. Visto che passo molto tempo al computer, navigavo anche molto in internet e leggevo esperienze opinioni negative.Non sapevo come fare perchè anche se le persone all'interno del gruppo erano molto buone e disponibili mi rendevo conto che c'erano delle cose che non andavano. Era questa "esaltazione", era recitare Gongyo senza neanche saperne il significato, era dare per scontato che daimoku poteva portarti tutti i benefici che volevi.Non fraintendetemi: io credo che si faccia male a considerare il buddismo di Nichiren con la Gakkai. Questo buddismo è una bellissima filosofia, di amore, rispetto..e ..daimoku che ti aiuta veramente ad affrontare le difficoltà della vita. Il fatto è, che fino a quando saremo fermamente convindi che il lavoro, trovare un fidanzato, ecc. ecc. ci diano la "felicità" non cresceremo mai.I problemi della Gakkai, oltre che di una società "multilevel" piramidali, è la "rigida" organizzazione, la mancanza di un effettivo studio del Sutra del Loto che è il libro "sacro" e principale, la distorsione della dottrina buddista basata sulle 4 verità e il nobile ottuplice sentiero su una dottrina materialista e molto occidentale, "travestita" da buddismo.
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?


            Be per essere un vero buddista sei proprio messo
            male, forse tutto questo astio è dovuto a motivi
            strettamente personali...la tua ex ragazza ti ha
            mollato per un'altro più dotato sai il motto c'è
            di meglio in
            giro-:)beh... per dirla tuttapure te sei messo male se sei un buddista, perché queste argomentazioni fanno pena.
          • Anonimo scrive:
            Re: e per..?
            soka gakkai sokamelo tutto
    • Anonimo scrive:
      Re: e per..?
      il buddismo?non parliamo del buddinismo....quello ce fa pure ingrassa'......(troll)
      • Anonimo scrive:
        Re: e per..?
        Intendevo dire che non c'è nessuno che non sia dipendende da qualcosa. Sì, può smettere, ma diventerebbe dipendente di qualcos'altro.Un pianeta di drogati e non lo sapete
    • Anonimo scrive:
      Re: e per..?
      - Scritto da:
      donne (qualsiasi genere?), soldi?, potere?,
      politica?, palestra, sport, libri, emozioni,
      sesso, ecc ecc ecc, a
      quando?
      E un centro di tossicodipendenza dalla vita?
      ...ah, c'è già, il buddismo!E chi lo ha detto che la vita è una cosa così brutta? Ah già, le religioni orientali, o la loro versione spacciata per tale in occidente...Cavolo, ci si vanta tanto della raggiunta laicità della società moderna e poi quando c'è qualche aspetto della vita che rappresenta un problema a cui la dottrina corrente non sembra dare una risposta si da per scontato che la soluzione sia in antiche dottrine che non hanno niente a che fare con la cultura europea, come dire, l'erba del vicino è sempre più verde...
      • Anonimo scrive:
        Re: e per..?

        E chi lo ha detto che la vita è una cosa così
        brutta? Prega che non dilaghi la guerra che sta prendendo piede in medioriente, per l'interesse dei petrolieri, se no te ne accorgi di quanto è bella la vita.So che è bello andare ai giardinetti con gli amici, ecc, purtroppo però c'è chi non s'accontenta e vuole di più.... MOOOOLTOOO DI PIù, e ...
    • Anonimo scrive:
      Re: e per..?
      Mi dispiace leggere questi toni tra due persone di idee diametralmente opposte, senza la possibilità di costruire un dialogo. Premetto che sono Buddista (proprio della Soka Gakkai), ma non sono dipendente da niente e da nessuno. Recito NMRK quando voglio e quando non voglio non recito. Leggo di tutto, non solo testi di Ikeda, in modo da fare un confronto continuo su tutto quello che mi circonda. Non ho pagato per avere il "pezzo di carta" e comunque la pratica funziona anche senza. Conosco molti (tra cui un mio carissimo amico) che confondono "fede" con "dipendenza" per il semplice fatto che non ne sentono la necessità. Ma va bene così! Nessuno ha detto che esiste SOLO E SOLTANTO una via per il proprio sviluppo spirituale. Io ho liberamente scelto di seguire questa strada, per me (e altri milioni di persone) funziona. Ma il mondo è abbastanza grande per contenere tutte (e ripeto TUTTE) le idee, senza doverci prendere per i capelli. L'importante è avere l'amore e il rispetto come base nella propria vita. Riguardo Ikeda, è stato ospite di molti uomini politici, anche dittatori (vedi Castro) con i quali ha sempre cercato di stabilire un dialogo per gettare nuove basi per una nuova società. Forse dovremmo prendere esempio da chi è pacificatore e non pacifista.Sara.
  • Anonimo scrive:
    Io ce l'ho fatta a smettere..
    ..e ora esco regolarmente, ho un sacco di amici che frequento, ogni tanto qualche bella topa fra le mani, eccetera.Però sinceramente ero più felice prima quando potevo passare giornate e giornate chiuso in casa a giocare a Final Fantasy 7 e Ufo 2 terror from the deep.Ricasco nel baratro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Io ce l'ho fatta a smettere..
      - Scritto da:
      ..e ora esco regolarmente, ho un sacco di amici
      che frequento, ogni tanto qualche bella topa fra
      le mani,
      eccetera.

      Però sinceramente ero più felice prima quando
      potevo passare giornate e giornate chiuso in casa
      a giocare a Final Fantasy 7 e Ufo 2 terror from
      the
      deep.

      Ricasco nel baratro?Con il computer ci si isola, però molta gente si sarebbe isolata anche senza un computer. libri, televisione ecc.E non è che accantonando il computer e si diventa mister socialità automaticamente, io non la vedo così facile. Sbaglio?
      • Anonimo scrive:
        Re: Io ce l'ho fatta a smettere..
        A me sinceramente non me ne frega nulla; la ragazza ce l'ho, gli amici sono quelli di sempre. Non ho - lavoro e studio permettendo - alcun problema a starmene una sera con un sano videogioco, piuttosto che uscire per andare a ficcarmi in qualche bettola facendo finta che sia una bella storia.Ciao,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: Io ce l'ho fatta a smettere..
          io ho la tipa, me la godo e ci gioco pure ai videogiochi insieme(qualche esempio: silent hill, resident evil, soul calibur... e mi cartella pure a tekken! non c'è piu' rispetto...)questa è vita :^DDDDDDD
        • Anonimo scrive:
          Re: Io ce l'ho fatta a smettere..
          Infatti questa è la situazione normale, ma qui si parla di patologia, per cui una persona non fa altro che giocare.Per fare un parallelo, tutti ci sentiamo a volte depressi, ma la depressione intesa come patologia è l'estremizzazione di quello stato d'animo.IMO :)SalutiJck
          • deda scrive:
            Re: Io ce l'ho fatta a smettere..
            qui nn s parla d final fantasy o d tekkenma d mmorpgovvero quei videogame online d massadove s viene a creare una vera e propria dimensione parallela sono questi i giochi in questione (world of warcraft,dark age of camelot,wharammer,e simmili)il soggetto s distacca dall dimensione realecreandosi amicizie virtualinn smette d avere una vita sociale ma bensi la traspone nel videogiocoè vero però che inq uesto modo aliena quella che s puo definire una vita sana e regolarenn dorme, mangia davanti al pc , orari sballati (x lo piu s tira avanti finche nn s chiudono gli occhi e c si sveglia quando capita)e questo porta ad un logorio della sua vita reale e delle relazione "irl"(in real life) quasi snobbandoletra i player a volte è solito l'insulto" sei un lifers"ovvero uno che nn "nerda" abbastanza e quindi scarso!!
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    - Scritto da: rock and troll
    dopo la dipendenza da videogiochi, e da
    trolling,MA ....(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    - Scritto da: rock and troll
    dopo la dipendenza da videogiochi, e da
    trolling, ecco che presto arriveranno delle
    cliniche pronte a guarire e curare una nuova e
    irrefrenabile morbo... il morbo del
    cantinaro

    stuole di giovani nerd occhialuti, ormai
    prossimi al collasso a causa delle continue
    sedute davanti a un vecchio monitor a fosfori
    verdi, incapaci di stabilire relazioni con altri
    esseri viventi, se prima non ne conoscono il
    codice sorgente, sono i nuovi pazienti di questi
    ospedali del
    futuro.

    E mentre i programmatori delle maicrosoft,
    sono impegnati a curare pc malati di virus e
    troian, le belle infermiere di queste cliniche
    piumate, si prenderanno amorosamente cura del
    loro pazienti, facendo loro scoprire che il mondo
    non e' formato da kernel da compilare o patch da
    applicare.


    (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)Uhm :(questa sera non ci siamo.Sei completamente OT.Trollata fiacca.Mi spiace: 4-
    • smemobox scrive:
      Re: CLINICA PER LINARI
      - Scritto da:

      - Scritto da: rock and troll

      dopo la dipendenza da videogiochi, e da

      trolling, ecco che presto arriveranno delle

      cliniche pronte a guarire e curare una nuova e

      irrefrenabile morbo... il morbo del

      cantinaro



      stuole di giovani nerd occhialuti, ormai

      prossimi al collasso a causa delle continue

      sedute davanti a un vecchio monitor a fosfori

      verdi, incapaci di stabilire relazioni con altri

      esseri viventi, se prima non ne conoscono il

      codice sorgente, sono i nuovi pazienti di questi

      ospedali del

      futuro.



      E mentre i programmatori delle maicrosoft,

      sono impegnati a curare pc malati di virus e

      troian, le belle infermiere di queste cliniche

      piumate, si prenderanno amorosamente cura del

      loro pazienti, facendo loro scoprire che il
      mondo

      non e' formato da kernel da compilare o patch da

      applicare.





      (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)

      Uhm :(
      questa sera non ci siamo.

      Sei completamente OT.
      Trollata fiacca.

      Mi spiace: 4-all'inizio faceva ridere. poi sorridere.poi curiositá.. adesso trishte.comunque un vero troll trolla su tutto. e questo accanimento su linux ci stucca le ovette ormai.quindi se non vuoi essere ignorato cambia argomenti. rinfrescati.nuovo firmware.la tua suonatrice di flauti niente dice?
  • Anonimo scrive:
    Re: CLINICA PER LINARI
    e una clinica per rock and troll?
  • Anonimo scrive:
    lollissimo
    tra un po' li venderanno nei sexy shop, telefonino con vibratore e preservativo....
  • MeMedesimo scrive:
    A una cosa però non credo...
    "riferisce di avere avuto l'idea mentre tinteggiava una piscina in Francia."...eh no!.. a chi la racconta?? :D :D :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2006 12.27-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Errore di traduzione
      Probabilmente la frase era:"Ho avuto l'idea mentre usavo il pennello in una piscina, in Francia"(rotfl) (rotfl)- Scritto da: MeMedesimo
      "riferisce di avere avuto l'idea mentre
      tinteggiava una piscina in
      Francia."

      ...eh no!.. a chi la racconta?? :D :D :D


  • Collimate scrive:
    Telefonate Sicure!
    cosi si rimane protetti, e non si prendono malattie o virus, neanche via blue tooth.
  • Anonimo scrive:
    Funzione vibratore
    Finalmente le donne potranno infilarsi liberamente i telefonini nella gnocca quando vibrano senza danneggiarli come fanno adesso dicendo poi ai mariti che è caduto per sbaglio nel lavandino :|
  • Anonimo scrive:
    ebbravo dario ;-)
    hahahfinalino spassoso, davvero :)he he he
  • Anonimo scrive:
    LA CHIESA E' CONTRARIA
    Duro monito di Benedetto XVI nei confronti di chi userà il preservativo per cellulari. "E' contro natura" - spiega l'insigne teologo nonché sommo pontefice di origine bavarese - "le bestie non lo usano e sono felici e contente". Stessa posizione, ma più severa, quella del Card. Ruini: "Chi usa il preservativo per cellulare verrà scomunicato". Capirete che la scomunica, trattandosi di un apparecchio che serve proprio per comunicare, rappresenterebbe qualcosa di insopportabile soprattutto per chi fa un uso frequente del telefonino. Più aperta la posizione del Cardinal Ersilio Tonini (meglio noto come "40 miliardi di neuroni"). Per Tonini, pur trattandosi di un atto "contra naturam" e quindi gravemente peccaminoso, l'uso del profilattico telefonico può in taluni casi essere tollerato. Ad esempio se una donna in menopausa telefona al proprio ginecologo per una visita di controllo. Toni molto accesi invece da parte del Cardinal Alfonso Lopez Trujillo (Autore del Lexicon e presidente del Pontificio Consiglio per la Famiglia). Per Trujillo il profilattico da cellulare è usato solo da omosessuali, pedofili e stupratori di suore di clausura. Chi lo usa va immediatamente bruciato sul rogo insieme al suo infernale telefonino. Il preservativo per cellulare, secondo Trujillo, è un usanza inaccettabile, un segno inequivocabile di malattia mentale, un intrico psichico che la società non può e non deve istituzionalizzare. In occasione della presentazione della sua nuova enciclica "Fides et Cellulares", al Santo Padre verrà regalato un telefonino con canti liturgici per suonerie (personalizzabili: se chiama Ruini si sente l'Allelujah dal Messiah di Hendel).
  • Anonimo scrive:
    finalmente!!!
    ora potrò accettare qualsiasi cosa via BT!!!che bello non corro più rischi...però un po' mi dispiace per ROGIER... rimarrà a tinteggiare piscine per sempre!!!perdita audio;perdita estetica;perdita qualità display;perdita serietà;perdita tempo;degenerazione continua!!! che mondooooooooooo!!!
  • Anonimo scrive:
    Le donne saranno felici.
    Finalmente potranno fare il miglior uso del vibracall :D :D :D
  • Wakko Warner scrive:
    Bé, utile...
    ...in caso di emergenza lo togli dal cellulare e... bé... lo usi per altri fini :D
    • sbittante scrive:
      Re: Bé, utile...

      e... bé... lo usi per altri fini Io direi per altri scopiStefano
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Bé, utile...
        - Scritto da: sbittante

        e... bé... lo usi per altri fini

        Io direi per altri scopi

        StefanoIn effetti... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bé, utile...
        geniale sta cosa!!!- Scritto da: sbittante

        e... bé... lo usi per altri fini

        Io direi per altri scopi

        Stefano
    • Anonimo scrive:
      No a usi impropri
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...in caso di emergenza lo togli dal cellulare
      e... bé... lo usi per altri fini
      :DAnche se il materiale è analogo, non credo che lo sia il tipo di fabbricazione e di test.Se si lacera o diventa permeabile addosso al telefonino ci costa un cellulare nuovo da qualche centinaio di euro nei casi peggiori.Se cede nell'altro uso potremmo trovarci una gravidanza non desiderata e non sostenibile... :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Bé, utile...
      si e la tua ragazza diventa un container di batteri (vernice, sudore etc. LOL) (newbie)
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Bé, utile...
        - Scritto da:
        si e la tua ragazza diventa un container di
        batteri (vernice, sudore etc. LOL)
        (newbie)Quale "ragazza"? (newbie)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bé, utile...
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da:

          si e la tua ragazza diventa un container di

          batteri (vernice, sudore etc. LOL)

          (newbie)

          Quale "ragazza"? (newbie)Mathilda...
  • Anonimo scrive:
    Ma come...
    Ma come hanno intenzione di risolvere un problema non da poco Come si ricarica un cellulare col preservativo??
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come...
      - Scritto da:
      Ma come hanno intenzione di risolvere un problema
      non da poco Come si ricarica un cellulare col
      preservativo??NON chiedertelo !!!!!!!!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come...
      si ricarica facendogli una sega
      • reXistenZ scrive:
        Re: Ma come...
        LOL :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 06 luglio 2006 11.21-----------------------------------------------------------
  • gatsu99 scrive:
    follia pura
    il preservativo per cellulari , ma pensa te questa poi ...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Wakko Warner scrive:
      Re: follia pura
      - Scritto da: gatsu99
      il preservativo per cellulari , ma pensa te
      questa poi ...


      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(Con tutti i virus che si prendono via bluetooth oggi direi che più di un preservativo serve uno spermicida. :D
    • Anonimo scrive:
      Re: follia pura
      una volta ho visto un video di un cellulare senza custodia che usciva da.....da lì insomma....che con questa custodia la pratica diventi di largo dominio e ci sia un capovolgimento di mercato??pensateci: i cellulari sono sempre + piccoli, invece le donne ora vorranno quelli + grandi...il mercato dei vibratori cesserà in quanto tutti i cellulari hanno la vibrazione...quando la tua ragazza ti dirà "sono col telefono" invece di "sono al telefono" ti chiederai se c'è qualcosa che non va in te...pare una cavolata questa invezione..però so dei geni del mercato chi l'ha inventata...
      • Anonimo scrive:
        Re: follia pura
        - Scritto da:
        una volta ho visto un video di un cellulare senza
        custodia che usciva da.....da lì
        insomma....
        che con questa custodia la pratica diventi di
        largo dominio e ci sia un capovolgimento di
        mercato??

        pensateci: i cellulari sono sempre + piccoli,
        invece le donne ora vorranno quelli +
        grandi...
        il mercato dei vibratori cesserà in quanto tutti
        i cellulari hanno la
        vibrazione...
        quando la tua ragazza ti dirà "sono col telefono"
        invece di "sono al telefono" ti chiederai se c'è
        qualcosa che non va in
        te...
        pare una cavolata questa invezione..però so dei
        geni del mercato chi l'ha
        inventata...C'è solo un piccolo problema... le onde elettromagnetiche prodotte.
        • Anonimo scrive:
          Re: follia pura
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          una volta ho visto un video di un cellulare
          senza

          custodia che usciva da.....da lì

          insomma....

          che con questa custodia la pratica diventi di

          largo dominio e ci sia un capovolgimento di

          mercato??



          pensateci: i cellulari sono sempre + piccoli,

          invece le donne ora vorranno quelli +

          grandi...

          il mercato dei vibratori cesserà in quanto tutti

          i cellulari hanno la

          vibrazione...

          quando la tua ragazza ti dirà "sono col
          telefono"

          invece di "sono al telefono" ti chiederai se c'è

          qualcosa che non va in

          te...

          pare una cavolata questa invezione..però so dei

          geni del mercato chi l'ha

          inventata...

          C'è solo un piccolo problema... le onde
          elettromagnetiche
          prodotte.Per non parlare delle contrazioni...se il cellulare sa il fatto suo la sua bravura potrebbe ritorcerglisi contro :$
Chiudi i commenti