IE7 e Firefox, la contesa sui numeri

I team di sviluppo dei due browser più diffusi al mondo snocciolano cifre sulla diffusione dei rispettivi pargoli, e si preparano alla nuova sfida in arrivo
I team di sviluppo dei due browser più diffusi al mondo snocciolano cifre sulla diffusione dei rispettivi pargoli, e si preparano alla nuova sfida in arrivo

In occasione del primo compleanno di Internet Explorer 7, Microsoft ha annunciato che l’ultima versione del browser è oggi utilizzata da circa 300 milioni di utenti : una percentuale di diffusione che, secondo le statistiche fornite da BigM, è seconda soltanto a quella di IE6, un browser ancora utilizzato dalla maggior parte degli utenti di Windows.

Ma il sorpasso di IE7 nei confronti del suo predecessore, secondo Microsoft, è ormai vicino: in USA e Gran Bretagna, ad esempio, l’ultima versione di IE è già quella più utilizzata. Ciò non stupisce visto che IE7 è incluso in Windows Vista, e intimamente integrato con le tecnologie e le funzionalità di questo sistema operativo.

Circa una settimana fa, il COO di Mozilla , John Lilly, ha stimato l’attuale numero di utenti Firefox intorno ai 125 milioni : una cifra, ha ricordato il dirigente, che è raddoppiata nel giro di un solo anno. Lilly ritiene questa stima piuttosto affidabile perché calcolata sulla base del numero di browser che periodicamente “pingano” i server di Mozilla in cerca di aggiornamenti: ciò dovrebbe escludere dal computo tutte le copie di Firefox che, seppure scaricate e/o installate, non vengono correntemente utilizzate, ma anche alcuni di quegli utenti che non si avvalgono della funzionalità di aggiornamento automatico di Firefox 2.

Microsoft ritiene che IE7 sarà in grado di fermare, se non persino invertire, quel trend che lo scorso anno ha visto Firefox erodere significative quote di mercato a IE. Secondo Net Applications , nel corso del 2006 il browser di Mozilla è cresciuto di quasi il 50%, raggiungendo una quota di mercato globale intorno al 14%. IE è invece passato dall’85,1% del 2005 all’attuale 79,6%. Sempre stando alle statistiche di Net Applications, nell’ultimo anno Firefox è riuscito ad erodere a IE altri due punti percentuali , ma i suoi ritmi di crescita si sono notevolmente ridotti: alcune proiezioni indicano infatti che nel corso del prossimo anno IE potrebbe tornare al di sopra dell’80%.

Il volgere della guerra dei browser dipenderà molto anche dal grado di successo che riusciranno a raccogliere i successori dei due massimi antagonisti: Firefox 3.x e IE8. Del primo, ormai imminente , si sa praticamente tutto, sul secondo, invece, molto rimane ancora da svelare.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 12 2007
Link copiato negli appunti