Il chip segreto di Intel nasconde un OS open source

Intel usa MINIX sul suo microcontroller "segreto" ME 11: la rivelazione è stata ufficialmente confermata dal creatore del sistema operativo, mentre Google è impegnata a sostituire il firmware "bacato" della corporation con Linux nei suoi data center

Roma – Ennesima rivelazione a sorpresa in merito al Management Engine (ME) 11 di Intel, processore “segreto” integrato dalla corporation su tutte le sue piattaforme x86 che in questi giorni ha diradato ulteriormente la nebbia che lo circonda con la scoperta del sistema operativo implementato nel firmware.

ME 11 è un coprocessore protetto che Intel ha posizionato all’interno del Platform Controller Hub (PCH) delle più recenti architetture di processore x86 , un meccanismo che la corporation “vende” come ideale per il monitoraggio e la gestione da remoto e che i ricercatori hanno da tempo classificato come una vera e propria backdoor alla mercé di malintenzionati, cyber-criminali o agenzie di intelligence poco avvezze al rispetto della privacy dell’utente.

Gli esperti sono da tempo impegnati nel tentativo di disabilitare o rimuovere quasi completamente le funzionalità di ME dai sistemi affetti dal problema, e anche un colosso come Google è al lavoro per l’implementazione di soluzioni alternative basate sul Linux per i chip Intel adottati nei suoi enormi data center.


Ma l’impresa di rimozione della logica software di ME si è rivelata piuttosto ardua , e il motivo principale di tale difficoltà arriva proprio grazie agli ingegneri di Mountain View: oltre ad agire come una CPU totalmente indipendente, Intel ME 11 ha a disposizione un sistema operativo completo basato sul progetto MINIX .

MINIX è un OS modulare nato per opera di Andrew S. Tanenbaum, professore olandese intenzonato a dimostrare che non occorreva scrivere milioni di linee di codice per realizzare un sistema operativo completo. Nel caso del chip di Intel, MINIX 3 gestisce le operazioni di boot, l’inizializzazione e l’approvvigionamento energetico necessari a mettere in funzione la CPU vera e propria.

Grazie a Intel, ha confermato lo stesso Tanenbaum , MINIX 3 è forse il sistema operativo più popolare al mondo ancorché segretamente installato sui chip x86 dei computer di tutto il mondo; la corporation lo aveva in effetti contattato in passato per suggerire modifiche al codice dell’OS, anche se all’autore non era mai stata rivelata l’intenzione di usare – o forse abusare? – la sua creazione per l’integrazione di una backdoor all’interno della piattaforma informatica per eccellenza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • evi dente scrive:
    evidenza
    No?!?Se la prende con i colossi telematici, a suo dire responsabili di comportamenti monopolistici...A suo dire?Ma il mondo è così pieno di colleoni che si può davvero scrivere "a suo dire" di una cosa tanto evidente ?!?Pazzesco...
  • ulissem scrive:
    concordo...
    Anche e forse sopratutto i brevetti sono diventati un freno formidabile all'innovazione. Almeno si riducesse sostanzialmente la loro durata.
    • bradipao scrive:
      Re: concordo...
      - Scritto da: ulissem
      Anche e forse sopratutto i brevetti sono
      diventati un freno formidabile all'innovazione.
      Almeno si riducesse sostanzialmente la loro durata.In particolare quelli software sono veramente ridicoli.
  • Pinuccio lo stitico scrive:
    Una grande!
    Comunque, la Vestager è una davvero tosta!Meglio averla amica che nemica.
  • Dio esiste scrive:
    sta arrivando
    Punto Informatico, il forum frequentato da XXXXXXXXX, finocchi, e asociali.Tutti credono di essere meglio di tutti, e tutti sono XXXXX maleodorante.
    • pane e gazzella scrive:
      Re: sta arrivando
      Ok ma Dio cosa c'entra?
    • puntino unico scrive:
      Re: sta arrivando
      - Scritto da: Dio esiste
      Punto Informatico, il forum frequentato da
      XXXXXXXXX, finocchi, e
      asociali.

      Tutti credono di essere meglio di tutti, e tutti
      sono XXXXX
      maleodorante.Sei quel XXXXXXXX del fuddaro vero ? Sei inimitabile nelle tue cialtronerie.
    • Burp scrive:
      Re: sta arrivando
      - Scritto da: Dio esiste
      Punto Informatico, il forum frequentato da
      XXXXXXXXX, finocchi, e
      asociali.Vero, è proprio il tuo ritratto: una XXXXXX repressa, che scrive solo XXXXXXXXXtà, nonché noto caso psichiatrico che augura la morte agli altri e affetto da proiezione psicologica. A quanto pare pure fanatico religioso.
      Tutti credono di essere meglio di tutti, e tutti
      sono XXXXX maleodorante.Non tutti, ma tu in particolare. L'hai fatto anche in questo messaggio demenziale.
  • mementomori scrive:
    globalizzazione
    ma visto che ormai il punto di non-ritorno è stato superato perchè c***o non la fate completa:un pianeta, un governo, una moneta, una banca pubblica, una grande guerra per unire tutto e eliminare gli oppositori. Tra 100 anni saremo tutti felici.
    • iRoby scrive:
      Re: globalizzazione
      Se vince l'occidente globalista all'umanità li aspetta 3 secoli di regime fascista mondiale, e genocidi celati.Perché il sistema capitalista non divide i profitti con la popolazione affamata. E quindi per le persone che non sa impiegare prevede solo la gasatura.
      • Fan innamorato di Bertuccia il macaco scrive:
        Re: globalizzazione
        Verranno distribuiti in IPhoneX a testa per distrarli durante il viaggio e nell'attesa del gas.
      • riso scrive:
        Re: globalizzazione
        Ma no, la popolazione affamata si può usare in tanti modi, tutti convenienti ai non-affamati.Il capitalismo da rapina non spreca le risorse (ormai le persone si chiamano così...).
Chiudi i commenti