Insetti cyborg ormai pronti al decollo

Negli USA si fanno passi importanti nella creazione di insetti cibernetici. Vengono manipolati in laboratorio, con tecniche innovative e controverse

Roma – Vere e proprie cyberfarfalle sono state realizzate presso i laboratori della Cornell University . Gli insetti con innesti elettronici sono il risultato del lavoro del professor David Erickson , supportato dal suo team presso il dipartimento di ingegneria meccanica ed aerospaziale. Per la creazione delle falene bioniche i ricercatori hanno deciso di iniziare il loro lavoro durante i primi stadi di crescita degli insetti.

Tra le caratteristiche della Manduca Sexta , la specie scelta per gli esperimenti, c’è un ciclo di vita che comprende quattro tappe: uovo, larva, pupa e insetto adulto. Ciascuno di questi stadi si presenta con morfologie e caratteristiche molto differenti : grazie agli studi di Erickson è stato possibile impiantare dei “dispositivi nanofluidi” già all’interno della larva o della pupa, vale a dire all’interno di insetti non ancora del tutto maturi.

Le notevoli capacità rigenerative che corrispondono alla muta da uno stadio all’altro, garantiscono la possibilità di inserire una qualche forma di dispositivo elettronico nella futura falena, che verrà “integrato” dai tessuti e dalle strutture organiche dell’insetto durante la crescita, realizzando così una efficiente e stabile interfaccia organico-elettronica .

I vantaggi sono un indubbio costo inferiore rispetto a soluzioni totalmente elettroniche, unito ad una più ampia varietà di possibili applicazioni per i cyberinsetti: dalla sorveglianza alla ricerca di esplosivi o sostanze tossiche, tutto sarà reso possibile dalla capacità di controllare il volo e la posizione degli sciami o del singolo individuo, senza dover perdere tempo ad elaborare sistemi nervosi e appendici alari che la Natura ha già affinato nel corso di millenni.

Le farfalle cyborg non sono una notizia recentissima , ma se ne parla molto in questi giorni dopo che alcune foto e addirittura un filmato (ritirato dall’autore) sono comparsi online per mostrare i primi frankestein prodotti in laboratorio, a dispetto di chi dava per spacciato questo progetto più di un anno fa.

E se tutto questo sembra già visto o già sentito, niente di strano: la Cornell University non fa altro che tentare di soddisfare le richieste a sfondo militare della solita DARPA , l’agenzia per la ricerca del Pentagono, che è alla finestra ad attendere nuove idee ed esperimenti di successo dopo aver già investito , a quanto si dice, un paio di milioni di dollari.

“DARPA è alla ricerca di proposte innovative per sviluppare la tecnologia di creazione di cyberinsetti” si legge in una nota dell’agenzia governativa: “L’obiettivo finale di questo programma è la realizzazione di un insetto capace di giungere in un raggio di cinque metri da un obiettivo posto a centinaia di metri di distanza, utilizzando un controllo remoto o un GPS”.

Lo scopo , manco a dirlo, è la sorveglianza invisibile di luoghi o persone, un po’ come cercano di fare in Cina coi piccioni , o peggio . Sempre che gli spiati non adottino una altrettanto efficace, quanto poco tecnologica, contromisura . Di mezzo, intanto, ci vanno le farfalle.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dany scrive:
    film moore
    questa e una delle tante cose brutte in america, io penso che sia atroce, invece di difendere il cittadino, lo fanno a ......e veramente allucinante solo saperlo, ma guardando il documentario mi viena la pelle d'oca ed e veramente triste, io gia mi sento sfortunata a vivere in italia per la nostra "politica" ecc....., ma vedo che ce qualcuno che sta peggio...mi dispiace....possiamo cambiare....pensateci!
  • oreste attisani scrive:
    Tagliamo la testa al toro...
    (idea)Per chiudere ogni polemica negativa Google potrebbe devolvere parte dei suoi introiti pubblicitari alle popolazioni povere del mondo nel campo dell'assistenza sanitaria.E non solo in quella.Ciccia.
  • satoshi tomy scrive:
    ma va?
    prova anche tu il tonno zio cane!
  • Maurizio Siddi scrive:
    conferma che i due ragazzi di google...
    ennesima prova mercenaria dei fondatori di google...
  • marcello speroni scrive:
    libertà e libero mercato
    il fatto che google dia spazio alle case farmaceutiche e alla sanità per difendersi dalle accuse è un segno della grande libertà che c'è in reteè giusto che moore denunci me è altrettanto giusto che chi viene accusato dica la sua chi si indigna secondo me va contro i principi fondamentali per cui una persona è innocente fino a che non si prova la sua colpevolezza e che chiunque ha diritto a difendersia parte tutto questo google si muove nel libero mercato e ha tutto il diritto di dare spazio a chi vuole sta all'intelligenza chi legge farsi un opinione ma attenzione a dare giudizi affrettati,ascoltate tutte le parti in causa perchè moore non è ne un santo ne il depisitario di tutte le verità...sveglia! fà il suo lavoro ...lo fa anche lui x soldi...
  • alessandro mure scrive:
    google è solo un contenitore
    google è solo un contenitore di pubblicità, per cui non vedo lo scandalo. nessuno si strappa i capelli quando vede gli strafigoni nike ovunque, giornali di sinistra compresi.
  • sEBA 04 scrive:
    Liberta' diinformazione
    Google che chiede soldi x un reply delle aziende contro Moore?Ma non era libera e gratuita una volta la rete..........e come scopare x combattere a favore della verginita'......BRAVI!!! gia' cancellato google come motore di ricerca predefinito avanti un'altro.......
  • salpetti scrive:
    La fine di un sogno
    Probabilmente è vero quello che dice lautore del blog di Google e magari il noto motore di ricerca non ha previsto una politica di questo tipo a riguardo del documentario di Moore, ma ormai la frittata è fatta. Tutta questa vicenda deve però farci riflettere sulla natura commerciale di Google e sul fatto che, come ha scritto lInquirer, ci dobbiamo svegliare dal sonno e porre fine al sogno Google. Non è soltanto il miglior motore di ricerca al Mondo, ma una compagnia finalizzata al profitto che per di più usa vecchi trucchi pubblictari.A questo punti mi sorge spontanea una domanda: visto che Google è il motore di ricerca più usato al Mondo, cosa succederebbe se esso decidesse di pilotare i risultati delle ricerche? La sua policy fin ora, per quanto se ne sa, è andata nella direzione opposta, ma potremmo svegliarci un giorno e capire che il sogno Google in realtà era un incubo!!!
  • Saverio scrive:
    Moore è un grosso e grasso idiota
    Logico che le case farmaceutiche americane siano mosse da una logica di profitto. Perchè non dovrebbero? E' anche grazie alle loro ricerche, tuttavia, che la comunità mondiale può disporre di farmaci sempre più efficaci e perfezionati. Moore è un bulletto da strapazzo che sputa nel piatto dove mangia. Perchè non gira un bel film di 'denuncia' sulla condizione delle donne nei paesi islamici?
    • Alex Fiume scrive:
      Re: Moore è un grosso e grasso idiota
      interessante come, per l'autore del messaggio, il "grosso e grasso" siano fortemente correlati con l'insulto "idiota"; ahimè il titolo del commento è ben commisurato con la maturità (sic) di opinioni esibita nel contenuto
  • brandobaldo scrive:
    case farmaceutiche
    il problema di fondo è che le multinazionali del farmaco non hanno un senso etico ma si muovono nella logica del profitto. Le sperimentazioni di nuovi prodotti e l'immissione sul mercato sono legate a questa logica.
  • zerouno scrive:
    Pensate se Moore venisse in Italia
    ... e girasse un film sul sistema sanitario italiano.Sai le risate (Si fa per dire) !!!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 02 luglio 2007 17.05-----------------------------------------------------------
    • r3b0 scrive:
      Re: Pensate se Moore venisse in Italia
      Guarda che nel film di Moore si parla della sanità italiana, come miglior sistema sanitario al mondo dopo la Francia. Non hai proprio capito nulla: lo scandalo della sanità americana non è che di bassa qualità o piena di ritardi, lo scandalo è che bisogna pagare per essere curati, e se sei povero muori. La sanità italiana ha molti problemi, ma non scordiamoci che è quasi gratuita ed è universale, perchè è un diritto di ogni cittadino.
      • zerouno scrive:
        Re: Pensate se Moore venisse in Italia
        ...Non hai proprio capito nulla: lo scandalo della sanità americana non è che di bassa qualità o piena di ritardi... Hai fatto una chiara disamina della sanità italiana. ...lo scandalo è che bisogna pagare per essere curati, e se sei povero muori... Che strano, in Italia paghi le tasse per usufruire di un servizio sanitario, ma poi scopri che devi pagare ancora per avere un servizio per lo meno decente (sempre che tu abbia stipulato un'assicurazione decente come in U.S.A perciò alla fine paghi 2 volte), altrimenti il rischio di uscire con i piedi in avanti è alto. ...Guarda che nel film di Moore si parla della sanità italiana, come miglior sistema sanitario al mondo... Si sulla carta e se funzionasse a dovere lo è sicuramente.Ma non è così perciò mi sa che Moore non ha capito niente. ;)
        • r3b0 scrive:
          Re: Pensate se Moore venisse in Italia
          Che Moore non abbia capito niente è possibile, ma la "graduatoria sanitaria" che cita è quella dell'ONU.Guarda, anche io ho dovuto pagare da poco per un problema di salute, più o meno 80 euro per un esame in una struttura privata perchè nel pubblico mi avrebbero fatto aspettare mesi... ma nel complesso non ho speso di meno i 2000$ che mi sarebbero partiti negli USA per lo stesso problema.Non sto difendendo la sanità italiana: ti sto dicendo che dobbiamo impegnarci per fare in modo che tutte le tasse che paghiamo siano possibilmente diminuite e sopratutto spese meglio.Ma sia chiaro, noi italiani non dobbiamo smantellare la sanità pubblica, dobbiamo migliorarla!
          • zerouno scrive:
            Re: Pensate se Moore venisse in Italia
            ...ti sto dicendo che dobbiamo impegnarci per fare in modo che tutte le tasse che paghiamo siano possibilmente diminuite e sopratutto spese meglio... Su questo non posso darti che ragione. ...Ma sia chiaro, noi italiani non dobbiamo smantellare la sanità pubblica, dobbiamo migliorarla!... Certo, la mia era solo una critica, feroce ed estrema, ma una critica. Anche le critiche aiutano a migliorare.Guardati questo filmato:http://www.youtube.com/watch?v=pgJveviD9Ro&mode=related&search=
  • Den Lord Troll scrive:
    circa 300 milioni di abitanti
    i paesi total-welfare perché sono quelli scandinavi ? forse xché il loro numero di abitanti lo permette ... quindi gli altri hanno bisogno di sistemi più congeniali per garantire un sistema sanitario efficente, e che riesca a recuperare somme mostruose di fondi necessarie per il suo mantenimento vitale ...Moore può cmq andare a quel paese, mi sembra un italidiota integrato nella società...Il loro sistema non sarà vantaggioso etc etc (e tutt'altro che perfetto, nessuno lo é) però intanto dati alla mano se si considera la SPESA ANNUA per cittadino sborsata dalle amministrazioni pubbliche, toh... gli USA mantengono la 3° piazza con 3000$ a crapa, solo distanziati da Svizzera (ca 3150) e Norvegia (3300), l'Italia é sotto i 2000 ...fate un po' voi!
  • stefano scrive:
    E ancora si difende Moore
    Però è strano che mentre si critica Google non si fa lo stesso con lo pseudo giornalismo di Moore, che non ha prodotto un solo film dove non ci fossero delle manipolazioni da far rizzare i capelli.La più eclatante è forse in Bowling for Columbine, dove monta due diversi discorsi di Heston per fargli dire una frase orribile che non ha mai detto...Senza parlare di due suoi collaboratori che lo hanno abbandonato appunto perchè stufi del suo finto giornalismo d'inchiesta, dei finti furti-intimidatori dei suoi furgoni, di tutte le omissioni, dell'Iraq di Fahreneit descritto visualmente con dei bambini che corrono appresso all'aquilone, del reduce senza braccia che lo ha denunciato perchè ha montato l'intervista facendogli dire esattamente il contrario di quello che intendeva.In realtà si potrebbe andare avanti all'infinito sui film di Moore, tante sono le inesattezze e le omissioni.Io però non smetto di chiedermi perchè la gente lo continua a prendere come un paladino senza osservare il suo lavoro con un minimo di spirito critico.
    • apertuscus scrive:
      Re: E ancora si difende Moore
      io mi sono letto anche un uno dei sui libri, e credo che spari delle cose a caso... se dimostrasse un decimo di quel che afferma su uomini politici americani altro che scandali... le cose di moore sono da prendere tutte con le pinze, peccato, perchè alcune cose sono interessanti ma io nell'indecisione non gli do credito.
    • Non_autenticato scrive:
      Re: E ancora si difende Moore
      - Scritto da: stefano
      Però è strano che mentre si critica Google non si
      fa lo stesso con lo pseudo giornalismo di Moore,
      che non ha prodotto un solo film dove non ci
      fossero delle manipolazioni da far rizzare i
      capelli.

      La più eclatante è forse in Bowling for
      Columbine, dove monta due diversi discorsi di
      Heston per fargli dire una frase orribile che non
      ha mai
      detto...

      Senza parlare di due suoi collaboratori che lo
      hanno abbandonato appunto perchè stufi del suo
      finto giornalismo d'inchiesta, dei finti
      furti-intimidatori dei suoi furgoni, di tutte le
      omissioni, dell'Iraq di Fahreneit descritto
      visualmente con dei bambini che corrono appresso
      all'aquilone, del reduce senza braccia che lo ha
      denunciato perchè ha montato l'intervista
      facendogli dire esattamente il contrario di
      quello che
      intendeva.
      In realtà si potrebbe andare avanti all'infinito
      sui film di Moore, tante sono le inesattezze e le
      omissioni.

      Io però non smetto di chiedermi perchè la gente
      lo continua a prendere come un paladino senza
      osservare il suo lavoro con un minimo di spirito
      critico.Quoto tutto e aggiungo: Charlton Heston marciava con Martin Luther King per i diritti dei Neri d'America quando a farlo si rischiava grosso.Onore a Martin Luther King, e a chiunque si sia battuto al suo fianco senza usare la violenza!
    • nope scrive:
      Re: E ancora si difende Moore
      sai forse non tutti pensano che una persona o un azienda sia da buttare in toto nel cesso perche nella vita ha fatto una cazzata. google io lo aprezzo per certe cose e per altre no, come la stessa cosa vale per moore, anche se al momento non ho trovato niente che mi facesse pensare male di moore.
  • Ekleptical scrive:
    Google ritratta
    Vista la figura barbina e le proteste sviluppate nella blogosphera americana contro Google, la Responsabile della pubblicità nel settore healthcare ritratta e chiarisce che erano solo opinioni sue personali, non di Google.Cmq la figuraccia è ormai stata fatta!http://google-health-ads.blogspot.com/2007/07/my-opinion-and-googles.html
  • geppo scrive:
    Niente contraddittorio per google?
    Non è possibile commentare sul blog di google menzionato nell'articolo.Bella faccia tosta la loro.
    • pastallacar bonara scrive:
      Re: Niente contraddittorio per google?
      - Scritto da: geppo
      Non è possibile commentare sul blog di google
      menzionato
      nell'articolo.
      Bella faccia tosta la loro.non tutti i blogger permettono i commenti.
  • Nilok scrive:
    Buttarsi via per poco.....
    Ave.C'è chi, nelle corsie delle camere mortuarie, si "butta sopra ai cadaveri", fornendo segnalazioni alle "Onoranze Funebri" per averne in cambio danaro, e c'è chi fa come google.Sempre avvoltoi sono....L'unica cosa interessante è che google comincia ad avere una opinione di sè sempre meno accettabile e che comincia a "darsi via per niente"....Uno dei piccoli segnali che annunciano un "inizio della fine".A prestoNilokhttp://informati.blog.tiscali.it/
    • Pie scrive:
      Re: Buttarsi via per poco.....
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      C'è chi, nelle corsie delle camere mortuarie, si
      "butta sopra ai cadaveri", fornendo segnalazioni
      alle "Onoranze Funebri" per averne in cambio
      danaro, e c'è chi fa come
      google.

      Sempre avvoltoi sono....Un po' come i tuoi simili che spammano forum pe rfar pubblicita' al loro sitarello di disinformazione...[cut]
      Uno dei piccoli segnali che annunciano un "inizio
      della
      fine".L'altro segnale e il proliferare di personaggi della tua categoria..
  • Max Santiago scrive:
    Che bell'articolo -,-
    Che dire... gli ingredienti ci sono tutti: un bel film di Michael Moore, un po' di teorie complottistiche su google che van tanto di moda ultimamente, un po' di sano antiamericanismo (avete dimenticato di menzionare che se non hai l'assicurazione sanitaria ti lasciano crepare sotto al ponte bla bla bla però!!!)... ahò Gaia Bottà, manda er curriculum al Manifesto che te pijano subito!
    • geppo scrive:
      Re: Che bell'articolo -,-
      grande articolo davvero, invece.
    • pastallacar bonara scrive:
      Re: Che bell'articolo -,-
      - Scritto da: Max Santiago
      Che dire... gli ingredienti ci sono tutti: un bel
      film di Michael Moorehai solo elencato un fatto; fa parte della notizia, non metterlo sarebbe stato una stronzata.
      , un po' di teorie
      complottistiche su google che van tanto di moda
      ultimamente, che sono teorie complottistiche lo dici solo tu: sono elencate due possibili ipotesi: 1) schieramento 2) advertising, in pieno spirito marketing; chiedi a qualcunque esperto di marketing e ti dirà che non solo fanno bene ma che è una tecnica da manuale
      un po' di sano antiamericanismo
      (avete dimenticato di menzionare che se non hai
      l'assicurazione sanitaria ti lasciano crepare
      sotto al ponte bla bla bla però!!!)... quindi basta che sia un fatto negativo (si tratta della realtà, però) e sarebbe antiamericanismo.Quindi se io segnalo un caso di malasanità in italia sarei "anti italiano" ... bravo, complimenti ;)Perchè non fucili tutti quelli che dicono di un fatto che non ti va che si conosca? :)
      ahò Gaia
      Bottà, manda er curriculum al Manifesto che te
      pijano
      subito!A-nonimooo ;) Manda er curriculum alla gestapo sezione censura che te pijano subitooooooo
    • Ing. scrive:
      Re: Che bell'articolo -,-
      A me l'articolo è piaciuto molto. Tra l'altro la Bottà mi sembra sempre molto brava, la tua polemica invece la trovo sterile.
    • ugo rossi scrive:
      Re: Che bell'articolo -,-
      In effetti l'articolo dimentica di dire che il documentario di Moore è l'ennesima sequela di populismo, demagogia e luogo comune, oltre ad essere di una palloso indicibile, sinceramente non si comprende perchè alla propaganda di Moore non si possa replicare con la propaganda delle aziende farmaceutiche o dell'industria sanitaria.
  • Ekleptical scrive:
    Caduta di stile
    Netta caduta di stile di Google che si comporta come il peggior piazzista infame e senza scrupoli, pur di tirar su soldi.L'andazzo della grande G ultimamente si fa semrpe meno etico e sempre più...Microsoft.
    • FIRETORNADO scrive:
      Re: Caduta di stile
      era prevedibile...i monopoli sono fatti per essere sfruttati a pieno regime..fascista...
    • facciadicu scrive:
      Re: Caduta di stile
      - Scritto da: Ekleptical
      Netta caduta di stile di Google che si comporta
      come il peggior piazzista infame e senza
      scrupoli, pur di tirar su
      soldi.a me sembra una Netta Caduta di Stile da parte di PI.Anch'io avrei fatto lo stesso, anche fossi stato dalla parte di Moore, di cui apprezzo i documentari, ma so quanto sia utilmente e caritatevolmente fazioso. Che volete? dovete vendere pubblicità e vi fate scappare un'opportunità simile? tuttalpiù pagherei Moore per fare documentari del genere e poi vendere spazi alle industrie colpite. Moore è peggio di un uragano, dove passa non cresce più l'erba, allora perché non costruire spazi ... pubblicitari!non mi sembra un atteggiamento non etico, anzi, si può voltare dalla parte che si vuole, a dimostrazione che la verità non esiste, se la si cerca.
    • ... scrive:
      Re: Caduta di stile
      Ma del resto se vuoi sconfiggere la mrd devi pur sporcarti le mani
    • borg_troll scrive:
      Re: Caduta di stile
      Google è un'azienda quotata in borsa, e come tale ha il DOVERE di generare profitto per i suoi azionisti. Michael Moore ha il diritto di girare la sua roba, e le compagnie assicurative hanno diritto a difendere i propri interessi. Google ha il diritto di proporre loro metodi per farlo.Non c'è nulla di illegale in questo. Get over it.
      • zerouno scrive:
        Re: Caduta di stile
        Non è questione di legalità, ma di etica.
        • borg_troll scrive:
          Re: Caduta di stile
          Non esiste etica negli affari, ma semplici ragioni di convenienza economica. Google deve generare introiti e lo farà, "Don't be evil" è solo uno slogan.Chiunque ci creda sul serio deve aspettarsi una terribile delusione.
          • zerouno scrive:
            Re: Caduta di stile
            Tieni presente però una cosa.Google è diventata quella che è grazie alla gente, ai netizen, e se continua a comportarsi in modo poco etico, sempre grazie alla gente, sarà dimenticata e i suoi cari finanziatori dirotteranno il loro business e i loro interessi altrove."Don't be evil" sarà anche uno slogan, ma a Google conviene tenerlo ben a mente perchè anche uno slogan, nel loro caso, può avere un suo peso e un suo significato.
    • adfasenso scrive:
      Re: Caduta di stile
      - Scritto da: Ekleptical
      Netta caduta di stile di Google che si comporta
      come il peggior piazzista infame e senza
      scrupoli, pur di tirar su
      soldi.
      L'andazzo della grande G ultimamente si fa semrpe
      meno etico e sempre
      più...Microsoft.te ne sei accorto adesso della caduta di stile?da quando google e' finito in mano a manager ex microsoft e uomini del bussiness senza scrupoli questo e' il risultato.Ben svegliato.
    • abbatecarmine scrive:
      Re: Caduta di stile
      - Scritto da: Ekleptical
      Netta caduta di stile di Google che si comporta
      come il peggior piazzista infame e senza
      scrupoli, pur di tirar su
      soldi.
      L'andazzo della grande G ultimamente si fa semrpe
      meno etico e sempre
      più...Microsoft.Purtroppo è vero.Neanche il cane muove la coda senza ricere nulla in cambio.
  • NORDEST scrive:
    censura
    e se invece da un giorno al altro google inizia a censurare a pagamento certi siti come fa in cina?
    • pastallacar bonara scrive:
      Re: censura
      - Scritto da: NORDEST
      e se invece da un giorno al altro google inizia a
      censurare a pagamento certi siti come fa in
      cina?bisogna utilizzare tanti altri motori di ricerca alternativi.e magari metterne su uno open, gestito da una collettività (e possieduto da una collettività); è più importante di sourceforge!
Chiudi i commenti