Intel, GPU discreta anche per videogiocatori?

Continuano le indiscrezioni sui piani di Chipzilla per le nuove schede acceleratrici discrete, un prodotto che ora sarebbe diviso in due tra un'offerta per lo streaming e una dedicata espressamente ai giochi 3D

Roma – Il fatto che Intel lavori alla realizzazione di una GPU discreta non è più un mistero da tempo, ormai, e le ultime indiscrezioni in tal senso descrivono un’azienda a dir poco indaffarata nello sviluppo di piani tecnologici a dir poco ambiziosi. A quanto pare la corporation delle CPU x86 vuole fare concorrenza a NVIDIA e AMD con un’offerta commerciale competitiva.

La (prima?) GPU discreta di Chipzilla si chiamerà “Arctic Sound”, dicono le indiscrezioni , e non sarà limitata a scenari applicativi quali gestione dello streaming video o calcoli intensivi nei data center come era invece previsto inizialmente.

Il cambio di rotta è stato ovviamente deciso da Raja Koduri, ex-uomo forte del brand Radeon (AMD) ora passato a Intel e a quanto pare seriamente intenzionato a “un debutto col botto” sul mercato delle GPU discrete vendute con il marchio di Santa Clara.

Arctic Sound è ora un progetto che conta due linee di prodotto differenti, una dedicata allo streaming e ai CED e l’altra espressamente pensata per l’accelerazione dei mondi tridimensionali tipici dei videogiochi su PC e non solo.

Vi è inoltre la possibilità che Arctic Sound debutti anche in formato “multi-chip”, una configurazione simile a quella già adottata nella storica partnership con AMD con la realizzazione di moduli inclusivi di CPU, GPU e memoria HBM2 . In questo caso la collaborazione tra i due concorrenti del mercato x86 potrebbe concludersi in tempi molto rapidi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti