iPad, Mini non è abbastanza

Non per l'ufficio marchi e brevetti statunitense, che considera l'attributo meramente descrittivo, e quindi non degno dello status di trademark

Roma – “Mini” è una parola che si limita a descrivere iPad, per questo motivo la richiesta depositata da Apple di registrarlo come marchio non convince l’US Patent and Trademark Office.

La comunicazione dell’Ufficio Marchi e Brevetti statunitense, datata 24 gennaio ma resa pubblica solo ora, riferisce a Apple che la richiesta di marchio sul nome “iPad Mini” è stata rifiutata . La motivazione è da attribuire al fatto che il trademark per cui Cupertino ha fatto richiesta “si limita a descrivere una funzione o una caratteristica del prodotto” e in quanto tale il nome non potrebbe essere concesso in esclusiva. Anche in virtù della confusione che potrebbe venirsi a creare con lo stesso marchio iPad, che Apple già detiene dopo averlo acquisito da Fujitsu nel 2010 e dopo una contesa sul mercato cinese che l’ha vista opporsi all’azienda locale Proview, alla quale ha ceduto 60 milioni di dollari.

Lo stesso nome iPad, a parere dell’avvocato Lee-Anne Berns, che ha esaminato presso l’USPTO la richiesta di Apple, sarebbe un nome con caratteristiche descrittive. “Pad”, nell’analisi di Berns, non sarebbe che un sinonimo di “tablet”, mentre la “i” che lo precede farebbe riferimento a “Internet”. Una interpretazione che, oltre ad essere suscettibile di critiche rispetto alla connotazione che Apple ha voluto imprimere al proprio prodotto, classififcherebbe il trademark come descrittivo, e quindi meno difendibile.

Un altro elemento che non convince l’avvocato dell’USPTO nella richiesta di registrazione di Apple è la documentazione presentata dalla Mela per descrivere il prodotto identificato dal marchio: a differenza di richieste precedenti esaminate e concesse dall’istituzione statunitense, non basterebbero le pagine del sito di Apple e il materiale pubbicitario.

Sono in molti gli osservatori a considerare anomala la risposta dell’USPTO e a scommettere che Cupertino ripresenterà la richiesta per ottenere l’esclusiva sullo sfruttamento del marchio: il 24 luglio è il termine ultimo per ritentare.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • prova123 scrive:
    La Mela adotterà regole più ...
    trasparenti per i consumatori asiatici. E per quelli italiani?
    • van derkul scrive:
      Re: La Mela adotterà regole più ...
      - Scritto da: prova123
      trasparenti per i consumatori asiatici.
      E per quelli italiani?Un dito nel .... TI DEVI COMPRARE L'APPLE CARE PROTECTION PLAN, HAI CAPITO?!?!?! Altro che megamultoni e castagnate virtuali all'Italiana... vuoi l'iphone? devi pagarlo...vuoi la garanzia? devi pagarla....
  • Izio01 scrive:
    Buffo, però
    In UE non credo che sia obbligatoria la sostituzione, che sia del pezzo o del dispositivo nella sua interezza. Possono benissimo ripararti il televisore, la macchina del caffè o il computer e poi restituirtelo. Magari è una politica commerciale di Apple, del tutto facoltativa, ma se i cinesi parlano di norme di legge, sono fuori strada.
  • Attonito scrive:
    Tempi grami per apple
    Se anche i cinesi si mettono a fare il XXXX ad apple, e' l'inizio della fine.
  • Rigel scrive:
    Tim Cook
    Non ha le palle e il carisma di Jobs. Non avrebbe mai rilasciato uno iOS 6 buggato e non si sarebbe mai scusato con i cinesi per qualuque cosa.
    • ... scrive:
      Re: Tim Cook
      Si ma intanto per continuare a vendere i loro prodotti continuano a dire che Jobs aveva dato il suo consenso ai futuri iPnone 5s e 6.... a parte che come fa un uomo morto già da un anno a dare il consenso a prodotti hardware progettati dopo tre anni (magari può aver dato l'ok sui nomi, ma non certo sul design ne tantomeno sulle caratteristiche tecniche)... e poi, se ha dato l'ok per il 5s e il 6, vuol dire che lo ha dato anche per il 5... e quindi il fatto che tutti siano convinti che Jobs non avrebbe mai fatto uscire un iPhone con il display più lungo è una stupidaggine... ma soprattutto, vuol dire che Jobs alla fine ha tradito la sua stessa filosofia...
      • ... scrive:
        Re: Tim Cook
        a, scusate... tutto questo solo per dire che secondo me Apple sta cercando di spremere il nome di Jobs fino a quando più... (iPhone 5s e 6...ahahahahah)
      • Rigel scrive:
        Re: Tim Cook
        - Scritto da: ...
        Si ma intanto per continuare a vendere i loro
        prodotti Questo perchè gli appisti sono lobotomizzati, e se non hanno un dispositivo con la mela in tasca si sentono degli sfigati e vanno in depressione.
  • Leguleio scrive:
    Il nome del quotidiano
    È, in inglese, The people's daily. http://english.peopledaily.com.cn/Via quell'accento su peoplès, ripetuto ben due volte.
    • Leguleio scrive:
      Re: Il nome del quotidiano
      O bella: decido io su quali articoli concentrarmi.
      • troppo lungo scrive:
        Re: Il nome del quotidiano
        - Scritto da: Leguleio
        O bella: decido io su quali articoli concentrarmi.Oh, con l'h
        • Leguleio scrive:
          Re: Il nome del quotidiano
          - Scritto da: troppo lungo

          O bella: decido io su quali articoli
          concentrarmi.
          Oh, con l'hConfesso che ci ho pensato un po' prima di scrivere. :pEpperò non esiste, che io sappia, un dizionario di ortografia che riporti un'espressione esclamativa come o bella/oh bella. Quell'O va inteso come un'interiezione (oh, che sorpresa!) oppure come un vocativo (o ragazzi, un po' di silenzio)? Chi ha trascritto il testo della canzone non ha dubbi, perché in (quasi) tutte le fonti ho trovato il <I
          refrain </I
          <I
          o bella ciao </I
          :http://www.ildeposito.org/archivio/canti/canto.php?id=17http://it.wikisource.org/wiki/Bella_ciao_%28Resistenza%29http://www.angolotesti.it/M/testi_modena_city_ramblers_867/testo_canzone_bella_ciao_27373.html
      • attonito scrive:
        Re: Il nome del quotidiano
        - Scritto da: Leguleio
        O bella: decido io su quali articoli concentrarmi.traduco per gli altri: "di quella cosa no so niente e non voglio rischiare altre bastonate come quelle prese sul discorsi che internet in corea del nord NON ESISTE"
        • Leguleio scrive:
          Re: Il nome del quotidiano
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: Leguleio

          O bella: decido io su quali articoli
          concentrarmi.

          traduco per gli altri: "di quella cosa no so
          niente e non voglio rischiare altre bastonate
          come quelle prese sul discorsi che internet in
          corea del nord NON
          ESISTE"Sono diventato la tua ossessione primaria.Fatti curare, attonito. Nella vita c'è qualcosa di più eccitante che attaccarsi a cretinate come l'esistenza di internet (per i turisti) in Corea del Nord.
Chiudi i commenti