Islandwood, Microsoft vuol testare le app iOS

Redmond si prepara a un nuovo progresso nell'implementazione della compatibilità tra le app iOS e Windows 10 Mobile, un tool Web progettato per testare le singole app e fornire consigli utili agli sviluppatori. E Android? Non pervenuto

Roma – Microsoft continua a lavorare alacremente al progetto Islandwood , un “ponte” di compatibilità tra iOS e Windows 10 ufficialmente noto come Windows Bridge for iOS. E che presto si arricchirà di un nuovo strumento di analisi, un modo per gli sviluppatori interessati di analizzare anzitempo il lavoro necessario al porting.

Il tool (basato su Web) verrà lanciato nel corso delle prossime settimane, spiega la pagina ufficiale sul network di Microsoft, e potrà analizzare in totale autonomia una app iOS restituendo poi i risultati dell’analisi direttamente all’interno del browser.

Al programmatore iOS verrà comunicato “esattamente” quanto lavoro occorrerà per convertire la propria app da iOS a Windows 10 Mobile tramite Islandwood, così come non mancheranno i suggerimenti per le librerie Apple usate dalla app in oggetto ma non ancora supportate dal bridge di compatibilità.

Al momento il tool di analisi è in fase di test, mentre gli sviluppatori desiderosi di aiutare possono registrarsi fornendo i loro dati sul sito ufficiale.

Nulla si muove, infine, per quanto riguarda Astoria, bridge di compatibilità tra Windows 10 e Android recentemente messo in pausa per un tempo indefinito.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rico scrive:
    ARM
    Rispetto sempre chi produce il "cuore" dei dispositivi, ma Apple e Linux stanno guardando con interesse ai chip ARM (cortex, qualcomm, snapdragon, ecc.) più efficienti al punto di non richiedere ventole di raffreddamento.Per intel e AMD la vedo dura, in futuro.
    • ... scrive:
      Re: ARM
      - Scritto da: rico
      Rispetto sempre chi produce il "cuore" dei
      dispositivi, ma Apple e Linux stanno guardando
      con interesse ai chip ARM (cortex, qualcomm,
      snapdragon, ecc.) più efficienti al punto di non
      richiedere ventole di
      raffreddamento.
      Per intel e AMD la vedo dura, in futuro.intel si inventera' qualche nuova XXXXXta come fece a suo tempo contro AMD, conosciamo di che pasta sono fatti quei galantuomini. solo che stavolta hanno di fronte una architettura molto piu' efficente... sara' un bella lotta, il male contro la tecnica.
      • Il fuddaro scrive:
        Re: ARM
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: rico

        Rispetto sempre chi produce il "cuore" dei

        dispositivi, ma Apple e Linux stanno guardando

        con interesse ai chip ARM (cortex, qualcomm,

        snapdragon, ecc.) più efficienti al punto di non

        richiedere ventole di

        raffreddamento.

        Per intel e AMD la vedo dura, in futuro.

        intel si inventera' qualche nuova XXXXXta come
        fece a suo tempo contro AMD, conosciamo di che
        pasta sono fatti quei galantuomini.Sono fatti della pasta che impasta un tutt'uno con il gov usa. Non hanno niente di che, oltre ai favori che poi ricambiano con qualche 'porticina' in qualche core non documentato.Io sono il fuddaro io fuddo :^() da non confondere con l' altro che oramai non sà nemmeno più lui con quali nick posta. solo che
        stavolta hanno di fronte una architettura molto
        piu' efficente... sara' un bella lotta, il male
        contro la
        tecnica.
  • menti vuote scrive:
    tanto siamo menti vuote
    Come da oggetto, quindi chi deve comprare comprera ad occhi chiusi.oramai siamo gente senza senso.
  • .... scrive:
    mo' me lo segno
    oltre alla roba marcata INTEL, evitare di comprare quella marcata ALTERA: segnato!
Chiudi i commenti