La morte apparente di AllofMP3.com

Lo store russo di mp3 a prezzi stracciati è stato buttato giù. Le major parlano di vittoria ma MediaServices non demorde e ha già rimpiazzato il suo negozio, imbarazzando il governo di Mosca che cerca il via libera al WTO

Mosca – AllofMP3.com è morto, lunga vita ad AllofMP3.com . Il negozio di musica digitale ha finalmente chiuso i battenti , dopo essere stato marcato stretto per anni da industria americana e governo russo. Come l’Araba Fenice però, l'”arcinemico” dei discografici di RIAA è tornato a nuova vita, cambiando solo il nome e poco altro, con un colpo di teatro che si fa beffe dei rappresentanti della politica statunitense e degli sforzi del Cremlino di cancellare la nomea di paradiso della pirateria che la Russia si è fatta negli anni.

A poco sono valsi i tentativi del management del sito di controbattere alla tolleranza-zero e alle cause multimiliardarie intentate dalle associazioni delle Grandi Sorelle del disco: la lista recente delle 10 priorità di IFPI , l’associazione internazionale dei fonografici, metteva AllofMP3.com al secondo posto giusto dietro l’altro grand villain dell’industria multimediale, il porto franco dei torrentisti The Pirate Bay .

A fare pressione per il gioco al massacro ci si è messa anche la politica, per mezzo delle richieste esplicite di Susan Schwab, rappresentante per il commercio USA, di spingere nel baratro lo store e il suo carico ultra-economico di mp3. La chiusura di AllofMP3.com era una delle condizioni non negoziabili per l’accettazione della Russia nel consesso dell’Organizzazione Mondiale per il Commercio (WTO) , e la testimonianza di un ex-impiegato del portale raccolta dal Times parrebbe confermare che la decisione di staccare la spina sia dovuta proprio all’enorme pressione sulle autorità russe.

Usato da oltre 5 milioni di utenti registrati, caratterizzato da una vastissima scelta di brani e formati musicali ad un prezzo per brano tra i 10 e i 20 centesimi, AllofMP3.com ha sempre sostenuto la legittimità della propria iniziativa commerciale , in virtù del versamento di una parte degli introiti alla ROMS, società responsabile della raccolta e della distribuzione dei proventi della proprietà intellettuale nel paese.

RIAA e IFPI hanno di concerto sempre sostenuto la totale illegittimità degli mp3 distribuiti su AllofMP3.com , non avendo a loro dire la suddetta organizzazione russa alcun diritto o autorizzazione a farsi carico di affari che evidentemente non le competevano secondo le leggi e gli accordi che ingessano e regolamentano l’attuale mercato musicale internazionale.

Il colpo più duro all’attività dello store è stato sicuramente quello inferto nell’ottobre del 2006 da Visa e Mastercard, gli intermediari finanziari leader mondiali della movimentazione di denaro che sono infine giunti alla conclusione, dietro consigli dalla provenienza indubbia, di non dare più supporto alla distribuzione di contenuti sul portale russo.

Troppe attenzioni e clamore per AllofMP3.com e MediaServices, la società russa fondata nel 2000 da sei programmatori di computer, che ha infine deciso di svincolarsi e cambiare, letteralmente, nome. Mp3Sparks.com , ennesimo store multimediale gestito dalla società, riprende proprio in queste ore e in maniera sin troppo ravvicinata il design del fu-AllofMP3.com, facendosi vanto di poter offrire un catalogo di contenuti paragonabile e prezzi ancora una volta compresi – prevalentemente – tra i 10 e i 20 centesimi di dollaro a brano.

Simile è anche lo statuto legale sbandierato dal sito, che a domanda “È legale il download di musica da Mp3Sparks.com?” risponde: “La disponibilità su Internet di materiale su Mp3Sparks.com è autorizzata dalla licenza 31/ZM-07 della partnership non commerciale Rightholders Federation for Collective Copyright Management of Works Used Interactively (NP FAIR). In accordo con i termini di licenza, MediaServices paga il costo delle licenze per tutti i contenuti scaricati dal sito soggetti alla Legge della Federazione Russa Sul Copyright e i Relativi Diritti”.

La storia dunque si ripete, e MediaServices continua a sostenere le proprie tesi, a fare i propri affari – pur con tutte le difficoltà derivanti dall’ostracismo degli organismi internazionali – e a prendersi gioco dei potentati economici dell’industria multimediale. Ammantando per giunta l’iniziativa commerciale di un principio di “giustizia” nei confronti di artisti e performer , a cui si sta valutando di destinare il 5% dei guadagni indipendentemente dall’obbligo legale a farlo o da chi detenga i diritti di sfruttamento delle opere.

Ma non sarà facile la via di Mp3Sparks.com, come si legge tra le righe di una dichiarazione di FIMI sulla vicenda: “La notizia dell’apparente chiusura del sito pirata russo allofmp3 è sicuramente positiva. Proprio nei giorni scorsi la FPM, federazione contro la pirateria musicale, aveva presentato una nuova denuncia contro i titolari della Media Services presso la Procura della Repubblica di Milano. Come è noto, il sito offriva infatti anche registrazioni abusive di noti artisti italiani. Già nel 2005, da una denuncia di FPM, era nata un’operazione che aveva portato alla chiusura di un portale di riferimento italiano e inoltre la stessa FIMI aveva attivato anche l’Ambasciata italiana a Mosca ottenendo assicurazioni di un intervento da parte del Delegato alla proprietà intellettuale del Governo di Mosca”. “Ora – conclude FIMI – sarà nostra cura monitorare con attenzione gli sviluppi collegati a tale sito e ad altri che dovessero rimpiazzarlo”.

Di interesse sarà anche seguire la probabile imminente reazione del governo di Mosca : se AllofMP3.com ha rischiato di far saltare l’accordo bilaterale tra USA e Russia per l’accettazione di quest’ultima nel WTO, siglato nel novembre scorso dopo ben 12 anni di negoziati, Mp3Sparks.com ha tutte le carte in regola per divenire il nuovo nemico pubblico della propaganda dell’industria multimediale USA, con tutte le conseguenze che questo potrebbe comportare per i non facili rapporti economici e politici tra i due paesi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Maselli scrive:
    Avvocato, siamo circondati...
    Ho notato con un certo sconcerto il dibattito tra l'avv.Minotti ed alcuni ospiti del forum.Mi sorprende per esempio che l'avvocato rimanga perplesso da alcuni dati di fatto che non possono non essergli ben noti.Primo fra tutti il fatto che in Italia esistono da sempre frange oltranziste, fondamentaliste, giustizialiste, moraliste che si disinteressano totalmente del ruolo della legge. E che perseguono i loro obiettivi, secondo le loro personalissime priorità con attività di lobby e con una oculata e demagogica manipolazione delle piazze e dei media compiacenti.Mi lascia sorpreso in questo senso anche il falso dibattito che ho visto svilupparsi tra certi ospiti del forum. Tutti meravigliati che ci sia uno che sostiene apertamente che la legge è sostanzialmente irrilevante, e che deve cedere il passo ad una non meglio definita "sensibilità popolare" o "buon senso".Bisogna difendere i bambini? Semplicemente si colpisce la dove la sensibilità popolare sente si debba colpire. Il "buon senso" ti dice che un sito non è moralmente accettabile? Lo si chiude.Ora, cosa c'è di sorprendente in una metodologia che esiste da millenni ed è istituzionalizzata nei 2/3 del globo?E, soprattutto, che senso ha anche solo il tentare di interloquire - da avvocato, ma anche soltanto da cittadino di un paese democratico e dotato di Costituzione - con qualcuno che vede come "ipocriti" e "limitanti" i presupposti chiave dello stato di diritto?Di gente che plaude ad un Ministro che viola la legge, avvocato Minotti, ce ne sarà sempre e ce ne è sempre stata. E ce ne sarà sempre.Perchè per chi non apprezza (e uso un eufemismo) lo stato di diritto, la legge non è che un fastidioso lacciuolo che si frappone tra il singolo e il raggiungimento dei suoi *personalissimi* obiettivi.Queste persone sono peraltro molto facili da individuare. Perchè quasi sempre invocano la mannaia accompagnando l'invocazione con un"vorrei vedere se fossi tu", "vorrei vedere se toccasse a te"...E' così che invocano la pena di morte ("vorrei vedere se avessero ucciso tua madre"), la castrazione ("vorrei vedere se avessero stuprato tua figlia"), e ogni altra aberrazione punitiva. E lo fanno perchè la loro visione del mondo è strettamente personale: dal momento che pensano e lavorano esclusivamente per sè stessi, ritengono che invitando anche gli altri a far altrettanto, riusciranno a portarli dalla loro parte. Hai un bel parlare con questa gente di società, etica, diritti, leggi, Costituzioni, Parlamenti, voto, democrazia... Questa è gente che guarda il mondo dallo spioncino di casa propria, e la prospettiva che ne ricava è quella che è...La cosa realmente disgustosa di tutto questo dibattito è l'uso strumentale che si fa dei bambini. Bambini che, violentati e abusati, sono divenuti negli ultimi anni lo strumento politico per eccellenza, la bandiera da sventolare ai cortei, *l'arma finale* che zittisce chiunque.Provi avvocato a dire che bisogna rispettare la normativa vigente anti-pedopornografia, senza travalicarne i limiti. Troverà sempre uno di quegli individui che descrivevo poc'anzi, pronto a chiederle "ma che fa? difende i pedofili? vorrebbe legittimarli? vuole dar loro dei diritti?".Si rassegni. Da questi individui siamo circondati. Credo siano maggioranza in questo Paese.Io, francamente, mi prendo perlomeno la libertà di non discutere con loro.
    • Daniele Minotti scrive:
      Re: Avvocato, siamo circondati...
      Anch'io, a parte qualche breve chiarimento, non ho risposto.Non mi stupisco di certe logiche, ma non mi rassegno. Tutto qui.Un saluto.Daniele Minotti
  • Vittorio Apolloni scrive:
    L'ipocrisia e il senso della legalità
    Per il senso della legalitàCENTRO DI DOCUMENTAZIONEFALSI ABUSI SUI MINORIwww.falsiabusi.itinfo@falsiabusi.itRACCOMANDATA A.R.InsigniPresidente della RepubblicaPresidente del SenatoPresidente della Camera dei Deputati OmissisOGGETTO: LipocrisiaIl Centro di documentazione falsi abusi sui minori desidera portare allattenzione del Presidente della Repubblica Giorgio NAPOLITANO e di quanti in indirizzo incresciosi accadimenti compiuti in nome della tutela dellinfanzia, cui di recente la cronaca giudiziaria ha dato ampio risalto con il caso di Rignano Flaminio.In particolare mi riferisco ai soli reati di violenza sessuale su infanti e non alla pedofilia in genere, che di norma contempla un ventaglio di fattispecie ben più nutrito come la pedopornografia, la prostituzione minorileIn base ai dati raccolti in questi anni dal ns. Centro è possibile constatare che il numero di falsi positivi è in crescita esponenziale come le condanne di innocenti a seguito di pregiudizi, stereotipi e ignoranza circa lo sviluppo fisico-cognitivo del bambino.Questo non significa difendere i pedofili, da noi fermamente osteggiati, vuole solo evidenziare che troppi sono i danni commessi sui minori per dimostrarne il presunto abuso, utilizzando procedure e metodologie fai da te o ancor peggio legalizzando abusi perpetrati da inquirenti e tutori.Infatti è interessante notare come alcune pratiche, che per noi hanno dellincredibile, per operatori del diritto e della salute mentale sarebbero invece da promuovere:ünellottobre 2001 a Torino in un falso caso di abusi in una scuola materna, durante lascolto di una bambina, malgrado la stessa avesse affermato di non conoscere il Presidente dellasilo che frequentava, la madre e la psicologa condivisero un comune disegno nellincitarla a denudarsi integralmente, sdraiandosi sul pavimento con le gambe in posizione ginecologica dinanzi a una telecamera che effettuava un primo piano dei genitali. A riguardo non deve essere taciuto che dopo la sentenza di assoluzione degli imputati, perché i fatti non sussistevano, si scoprì che la psicologa aveva agito su indicazioni del Pubblico Ministero ;üdai giornali apprendiamo che a Rignano Flaminio un padre ha filmato una simulazione di rapporto sessuale tra la figlia di 4 anni (peraltro nuda) e un nipote di undici, per ben 10 minuti ;üa Brescia una madre ha dichiarato, in dibattimento prima (salvo verificarne la fondatezza) e in televisione poi, di essersi lasciata masturbare dalla figlia per diversi minuti .Tutti questi episodi, che riteniamo siano un vero abuso sessuale nei confronti dei bambini, non vengono per nessun motivo censurati e perseguiti dallAutorità giudiziaria, anzi verrebbero considerati dalla stessa unapprezzabile sforzo, come prove contro gli indagati, in quanto simili comportamenti altro non sarebbero che una dimostrazione di un vissuto con adulti.Questo significherebbe che organi istituzionali, oltre a condividerne loperato, consentono ai genitori di abusare dei figli per dimostrarne il presunto abuso da parte di terzi.Non dimentichiamo che la Corte Suprema di Cassazione ha affermato che violare lintegrità fisico-psichica o la libera autodeterminazione di un minore è un reato, invece gli inquirenti non rilevano alcuna violazione in questi fatti.Altresì come è possibile che un sintomo, un disegno, un comportamento sessuale (naturale e prevedibile per letà) siano attribuibili a uno stress di cui non è ancora accertata lorigine e come è possibile determinarlo oltre ogni ragionevole dubbio dalle sofferenze dei bambini, nel modo in cui alcune madri e associazioni vanno gridando ai quattro venti, quando la letteratura scientifica e la stessa Cassazione hanno affermato che un sintomo è aspecifico?La storia dovrebbe insegnare a non ripetere gli stessi errori compiuti in passato: già dal 1990 con idonei interventi negli Stati Uniti e in Gran Bretagna si è posto fine alla caccia alle streghe e agli untori per asseriti episodi di satanismo e abuso sessuale nelle scuole materne scoppiati dopo la vicenda emblematica dellasilo MC MARTIN.Quello che a noi manca per evitare ulteriori insuccessi come a Torino, Bergamo, Brescia, Verona, Mobercelli, Modena è la buona volontà e il buon senso, perché la letteratura scientifica maggiormente accreditata, la Carta di Noto e la Corte Suprema di Cassazione con diverse pronunzie hanno già tracciato le linee guida per scongiurare clamorosi errori giudiziari.Da ciò nasce lesigenza di un protocollo comune su tutto il territorio nazionale, se non con forza di legge, almeno condiviso da tutte le Istituzioni e gestito esclusivamente dal corpo accademico, cui la Magistratura dovrà necessariamente attenersi a pena di nullità degli atti altrimenti prodotti.È altresì rilevante notare che nei paesi anglosassoni la psicosi collettiva degli abusi sui bambini è rientrata nei livelli fisiologici anche grazie al fatto che molti operatori della psiche (assistenti sociali, psicologi, neuropsichiatri) sono divenuti imputati, al posto degli indagati, per le false e gratuite dichiarazioni rese in perizia . A tal proposito si osserva che la psicologia non fornisce elementi esaustivi nellindividuazione di reali casi di pedofilia, ma semplici indicazioni, che raramente possono tradursi in certezze assolute in un senso o nellaltro.Quindi dopo quanto esposto e gli episodi intollerabili di falsi positivi sostanziati in ormai troppe scuole materne italiane e a causa di separ
    • Brontoleus scrive:
      Re: L'ipocrisia e il senso della legalità
      - Scritto da: Vittorio ApolloniNon è completo, sarebbe bene indicare il link all'articolo completo.Lo faccio io:http://www.falsiabusi.it/archivio/eventi/lettera_napolitano.html------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
    • Wakko Warner scrive:
      Re: L'ipocrisia e il senso della legalità
      Complimenti per l'iniziativa.Salutami tuo figlio, quello che gli è successo è una vergogna per chiunque abbia un cervello.Sfortunatamente la fobia maniacale presente anche in certe persone su questo stesso forum le rende incapaci di pensare e di vedere la caccia alle streghe che si sta conducendo oggi e tuo figlio è anche una loro vittima. Per loro, chiedo scusa a te, a tuo figlio e a tutti coloro che ne hanno avuto a soffrirne.Sappiate che esiste ancora gente civile in questo paese che sta combattendo affinché questa mania ossessiva abbia termine.
      • Brontoleus scrive:
        Re: L'ipocrisia e il senso della legalità
        - Scritto da: Wakko Warner
        Complimenti per l'iniziativa.

        Salutami tuo figlio, quello che gli è successo è
        una vergogna per chiunque abbia un cervello.Mi associo ai saluti (se è davvero lui) e all'invito a proseguire, non avevo collegato il nome e mi scuso.
        Sfortunatamente la fobia maniacale presente anche
        in certe persone su questo stesso forum le rende
        incapaci di pensare e di vedere la caccia alle
        streghe che si sta conducendo oggi e tuo figlio è
        anche una loro vittima. Per loro, chiedo scusa a
        te, a tuo figlio e a tutti coloro che ne hanno
        avuto a soffrirne.

        Sappiate che esiste ancora gente civile in questo
        paese che sta combattendo affinché questa mania
        ossessiva abbia termine.C'è anche chi si è stufato di vedere l'italia (minuscolo voluto) andare sempre più nel baratro e nella mancanza di rispetto del più fondamentale dei diritti, quello della libertà di espressione, che Santoro andando al programma di Celentano ormai un anno e mezzo fa, quando si era praticamente già in campagna elettorale, definì "l'unica regola delle regole" aggiungendo che "nessuno può impedire ad un altro di esprimersi" e scatenando un vespaio di polemiche.Finché l'italia sarà un paese in cui chi afferma il principio della libertà d'espressione viene duramente attaccato, non sarà un paese in cui voglio restare.Se un giorno le cose cambiassero, prenderò seriamente in considerazione l'idea di tornare. Ma fino ad allora, l'italia me la guarderò da lontano.E' assurdo che con tutta questa cultura millenaria non si abbia più un briciolo di civiltà. Ma forse è destino.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • Riccardo scrive:
    il gioco è sempre li
    www.molleindustria.itla risposta degli autori del sito è fantasticamente ironica. Provata a cliccare sul gioco e leggete le avvertenze.
    • Brontoleus scrive:
      Re: il gioco è sempre li
      - Scritto da: Riccardo
      www.molleindustria.it
      la risposta degli autori del sito è
      fantasticamente ironica. Provata a cliccare sul
      gioco e leggete le
      avvertenze.E' stato censurato.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • nifft scrive:
    Un articolo di Giustozzi del 2006...
    L'ho trovato adesso, magari molti l'hanno gia' letto... comunque l'ho trovato interessante e pertinente:http://www.interlex.it/REGOLE/corrado29.htm
  • Francesco scrive:
    Che problema c'è? Basta usare un proxy!
    Come da oggetto, c'è sempre un workaround per ogni limitazione!
  • Sgabbio scrive:
    Re: Legalità e Ragione
    un'altro che pensa che qui ci siano dei pedofili
    • tomlnx scrive:
      Re: Legalità e Ragione
      io non penso che qui ci siano dei pedofili... tuttavia c'è una differenza, tra il dire che la censura dei siti pedofili è LEGALMENTE scorretta (come dice l'avvocato che ben conosce la normativa vigente) e il dire che la censura dei siti pedofili è sbagliata a priori (che mi fa sospettare sulle tendenze di alcuni...) se tu avessi letto bene il mio post, invece di sparare i tuoi luoghi comuni, potresti vedere che lanciato una domanda provocatoria a tutti quelli che sono d'accordo con l'articolo: se si farà una legge non solo contro la pedopornografia, ma anche contro la pedofilia siamo tutti d'accordo nel censurare i siti pedofili, in nome della legalità che tutti stiamo sventolando, ok??questo solo per capire se la legalità non è una scusa per coprire altro...
      • Brontoleus scrive:
        Re: Legalità e Ragione
        - Scritto da: tomlnx
        io non penso che qui ci siano dei pedofili...
        tuttavia c'è una differenza, tra il dire che la
        censura dei siti pedofili è LEGALMENTE scorretta
        (come dice l'avvocato che ben conosce la
        normativa vigente) e il dire che la censura dei
        siti pedofili è sbagliata a priori (che mi fa
        sospettare sulle tendenze di alcuni...)Non è la censura dei siti pedofili a essere sbagliata a priori, è la censura sic et simpliciter a esserlo. QUALUNQUE censura è sbagliata, sempre e comunque, a prescindere dall'oggetto della censura stessa, perché la censura toglie la possibilità ai cittadini di usufruire del libero arbitrio e di farsi un'opinione propria e non influenzata da chi comanda.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
        • tomlnx scrive:
          Re: Legalità e Ragione
          quindi secondo il tuo cristallino ragionamento anche la censura di siti con materiale pedopornografico anche se LEGALE è sbagliata... forse non ti hanno hanno insegnato che la vita non è solo bianco e nero ma esistono (per fortuna) anche le tonalità di grigio!
          • Brontoleus scrive:
            Re: Legalità e Ragione
            - Scritto da: tomlnx
            quindi secondo il tuo cristallino ragionamento
            anche la censura di siti con materiale
            pedopornografico anche se LEGALE è sbagliata...La domanda è posta male.Se è legale non è pedopornografico secondo la legge quindi non vedo perché censurare.Se è pedopornografico secondo la legge non è legale quindi se vuoi censurare fallo pure. Tuttavia il sito censurato (ibld.net) e l'altro proposto (puellula.com) NON contengono materiale illegale per le leggi italiane quindi non andavano censurati.
            forse non ti hanno hanno insegnato che la vita
            non è solo bianco e nero ma esistono (per
            fortuna) anche le tonalità di grigio!Se quel grigio non supera il confine dell'illegalità va lasciato online e non va censurato. Se vuoi censurare quello che non ti va bene anche se non contiene materiale illegale PRIMA fai una legge che te lo permetta e POI censuri. Solo che il ministro non ha i coglioni per farlo perché sa benissimo che se fa una legge così esplicita hai la certezza matematica di non tornare più al governo per i prossimi 50 anni.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
      • IlProf scrive:
        Re: Legalità e Ragione
        Trovo che, per quanto giuste le tue osservazioni, sia estremamente fastidioso il modo di scriverle, argomentando frase su frase anzichè per argomento. Così perdo (io che sono ignorante) il filo. Fa molto avvocato. Io sono un povero operaio.Comunque, alla fine è inutile accapigliarsi, perchè io parlo di idee (mie, di parte e non argomentate/dimostrate, ma l'informazione può partire da qualcuno che invece che sindacare...), tu di cavilli su come le presento.Allora mi informo su come giustificare le mie idee, e poi, con il mio fedele Mignolo, verrò a conquistare il forum!
        • Brontoleus scrive:
          Re: Legalità e Ragione
          - Scritto da: IlProf
          Trovo che, per quanto giuste le tue osservazioni,
          sia estremamente fastidioso il modo di scriverle,
          argomentando frase su frase anzichè per
          argomento. Così perdo (io che sono ignorante) il
          filo.Se non rispondessi punto su punto il filo lo perderei io e lascerei per strada delle cose importanti. Considerando che la parte quotata è ben distinta (almeno nei miei post) da quella non quotata, francamente non vedo il problema.
          Fa molto avvocato. Io sono un povero
          operaio.E' una mia deformazione professionale, che vuoi farci... per poter criticare una legge io penso che bisogna prima studiarsela per sapere di cosa si sta parlando.
          Comunque, alla fine è inutile accapigliarsi,
          perchè io parlo di idee (mie, di parte e non
          argomentate/dimostrate, ma l'informazione può
          partire da qualcuno che invece che sindacare...),
          tu di cavilli su come le presento.Il punto è che dire che essere pedofili è illegale già di per sé, è tanto sbagliato quanto il dire che chiunque abbia un coltello in casa è un assassino.
          Allora mi informo su come giustificare le mie
          idee, e poi, con il mio fedele Mignolo, verrò a
          conquistare il forum!Ok aspetterò ma tieni ben presente che Mignolo non sta dalla tua parte e che da domenica potrei sparire per un po' dal forum.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • natan scrive:
    Liberté, Egalité, Volonté.
    Liberté, Egalité, Volonté. The Blasphemous Art RiotCon preghiera di diffusioneMercoledì 4 Luglio 2007, Rete delle Reti.Les Liens Invisibles :: Image-guerrilla groupAzione a sostegno di Molleindustria contro l'increscioso caso di censura subita."Gigabit intanto scorrono nella rete, peccaminosi? inerti? colpevoli?innocenti? ne possiamo sentire il flusso sotto di noi mentre ancoraavvampano nelle nostre memorie storiche le luci dei libri bruciati inpiazza, macabri rituali ciclicamente riesumati dai vari inquisitori odal dittatore di turno. Serpeggia l'inesorabile incedere dei raidnelle case a scorticare con la fiamma gli scomodi volumi, purificare ipensieri eretici e talvolta gli stessi pensatori.E poi silenzio. Altrove si ripercuote oggi la scure dei censori,laddove liberi si esprimono gli individui, dove il dibattito siconsuma incontrollato e incontrollabile.Non sono più le case a intingersi di sangue, adesso. Azioni politichee giuridiche hanno sostituito la forza bruta cambiando la forma ma nonla sostanza: chi detiene il potere, i mezzi e i soldi riesce a imporrela propria volonta. Volontè. Intimorire l'individuo. Annientarlo.Ride, l'ignaro, fiero della facile vittoria.Ma il rigurgito è spontaneo, viaggia alla velocità delle idee e sipropaga, inarrestabile. Specchio spezzato, frammenti di identità chetravolgono lo stesso nemico con la stessa forza disgregatrice,colpendo la sua stessa immagine.Riaggregandosi poi per proclamare all'unisono oggi in questo luogo, inquesto non-luogo la nostra richiesta di resa incondizionata: GIU' LEMANI DAI VIDEOGIOCHI."Il gruppo immaginario Les Liens Invisibles in collaborazione con ImageGuerrilla Group, scaglia finalmente la propria invettiva mediatica conl'operAzione "Liberté, Egalité, Volonté. The Blasphmous Art Riot"(http://www.lucavolonte.eu ), opera di plagiarismo sociale ma ancheludico esperimento di networking artivistico.La regola per chi intende partecipare al gioco è molto semplice:(*) Linkare, linkare e far linkare su siti e in tutta la blogosferal'indirizzo http://www.lucavolonte.eu ohttp://www.lucavolonte.eu/pedopriest.html dove è tra l'altro possibilegiocare a "Operation PedoPriest".Così facendo i partecipanti incrementeranno il ranking della rivoltaopponendo la visibilità degli "oscurati" a quella delle forzeoscurantiste.Share it and share it again,Les Liens Invisibles + Image Guerrilla Group-------------------------------------Riferimenti:The blasphemous art riot act: http://www.lucavolonte.euCampagna Giù le mani dai videogiochi:http://lesliensinvisibles.org/volonte_vs_molleindustriamore info: guy.mcmusker@lesliensinvisibles.org
  • A O scrive:
    Siti da chiudere... dimenticati?
    Ma com'è che nessun parlamentare o benpensante di sorta si straccia le vesti e, urlando, chiede di chiudere certi siti... per esempio quelli che si dichiarano "fascisti" e che aspirano a riportare (violentemente) il fascismo in Italia... o quelli apertamente "secessionisti" del nord... o quelli che incitano apertamente alla violenza contro gli immigrati... Forse che questi sono meno "illegali" di altri?Fate una piccola ricerca in rete, andate a vedervi questo genere di siti... E vedrete che non si tratta di "cose" dubbie... o di presunta apologia... si tratta chiaramente ed evidentemente di REATI belli e buoni, espressamente previsti dal codice penale...Mah... mi sa che c'è troppa gente distratta...VERGOGNA
  • Friz scrive:
    Punire tutti
    Legali o no, accettati o no, contro la legge o no, ogni contenuto di carattere pedopornografico o di natura pedofila andrebbe a mio parere rimosso. Si tratta di fotografie o di giochi che scherzano sull'argomento non c'è alcuna differenza perchè in entrambi i casi si comunica, implicitamente, che è qualcosa su cui scherzare, su cui parlare... magari da provare.
    • Brontoleus scrive:
      Re: Punire tutti
      - Scritto da: Friz
      Legali o no, accettati o no, contro la legge o
      no, ogni contenuto di carattere pedopornografico
      o di natura pedofila andrebbe a mio parere
      rimosso.Il "tuo parere" non conta niente, in uno Stato di diritto esistono le leggi e sono solo quelle a contare.
      Si tratta di fotografie o di giochi che
      scherzano sull'argomento non c'è alcuna
      differenzaQuindi per te non c'è differenza nemmeno tra uccidere qualcuno e giocare a Doom.
      perchè in entrambi i casi si comunica,
      implicitamente, che è qualcosa su cui scherzare,
      su cui parlare...E' qualcosa di cui si DEVE parlare.Il mondo va a rotoli proprio perché oggi ci sono le persone come te che di certe cose non vogliono nemmeno parlare. Esiste solo la loro verità.Leggiti la mia firma, va.
      magari da provare.Provare nel senso di dimostrare senz'altro, finora non ho letto UNA dimostrazione che sia UNA che non siano le solite cavolate, puntualmente da me smentite; quando l'ho fatto quelli come te (i Frassi) mi hanno duramente attaccato, segno della DIMOSTRAZIONE PALESE DELLA MANCANZA, ASSOLUTA E TOTALE , DI ARGOMENTAZIONI A PROPRIO FAVORE. Io dal canto mio sto ancora aspettando di avere una discussione seria su quest'argomento con chi dimostri di avere argomentazioni a proprio favore.Io sono disposto a mettere in dubbio le teorie che sostengo. Tu sei disposto a fare altrettanto con le tue?------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
    • shevathas scrive:
      Re: Punire tutti
      - Scritto da: Friz
      Legali o no, accettati o no, contro la legge o
      no, ogni contenuto di carattere pedopornografico
      o di natura pedofila andrebbe a mio parere
      rimosso. stai facendo un gran minestrone. se i contenuti sono legali, per quanto possano apparire disgustosi, è giusto che rimangano.Altrimenti non siamo più in uno stato di diritto, ma torniamo alla legge della jungla.
      Si tratta di fotografie o di giochi che
      scherzano sull'argomento non c'è alcuna
      differenza perchè in entrambi i casi si comunica,
      implicitamente, che è qualcosa su cui scherzare,
      su cui parlare... magari da
      provare.seguendo il tuo ragionamento anche la cagnara fatta su casi come rignano o brescia ha fatto parlare di abusi sui minori.Per coerenza dovresti chiedere una seria censura sulle vicende, oltrechè la chiusura di porta a porta, matrix & co...
      • Brontoleus scrive:
        Re: Punire tutti
        - Scritto da: shevathas
        Per coerenza dovresti chiedere una seria censura
        sulle vicende, oltrechè la chiusura di porta a
        porta, matrix & co...Non si può, se no Frassi come fa poi a comparire su quella schifezza di "Live"?------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • Nunzio Apostolico scrive:
    Mirror del gioco pretofilia italiano
    Contro ogni censura politica ed ecclesiastica, ecco un mirror del gioco pretofilia tradotto in italiano:http://www.savefile.com/files/863554diffondete!
  • Brontoleus scrive:
    Re: In risposta ad Alex
    - Scritto da: Daniele Minotti
    A me sta bene che si facciano determinate leggi
    (anche se, poi, occorre vedere come sono scritte,
    come sono applicate, ecc.). Ho addirittura
    segnalato due disegni di legge. Al momento,
    pero', certe leggi non ci sono e quelle vigenti
    sono brutalmente violate. Oggi accade per la
    pedofilia/pedopornografia. Domani potrebbe
    accadere per opinioni ben piu' "accettabili".Ma è ovvio, avvocato: la censura è il primo passo verso la dittatura. Ieri i bambini, oggi i pedofili, domani i gay, dopodomani i comunisti o i fascisti (dipende da chi sarà al governo), il giorno dopo le donne e quello dopo ancora tutti gli altri. Perché l'informazione sia controllata e ognuno dica e scriva solo quello che il potere approva. Chiunque non sarà d'accordo verrà sbattuto in galera e sarà buttata via la chiave. Oppure magari si ripristina la pena di morte, tanto sono in tanti (stupidi) ad auspicarlo.
    Certo, mi si potrebbe dire che e' meglio violare
    una legge che un bambino, ma, in realta',
    parliamo di questioni molto diverse.Finché si parla e basta non vedo come si possa violare un bambino. Anzi a dire il vero sì, i bambini sono già violati perché non sono considerati dalla legge a meno che non dicano quello che vuole il potere costituito: se dicono altro, fosse pure logicamente valido, gli viene detto che in quanto bambini non capiscono. Loro sono già al "livello 2". Fortunati, eh?
    E' sconcertante, per me, vedere che la legge e'
    violata da un Ministro e tutti plaudono.In uno Stato civile, nella migliore delle ipotesi il ministro si sarebbe dimesso. Così come dovrebbe succedere per un PM o un GIP che prendono cantonate epocali.Basti pensare a quello che fu pizzicato dalle Iene ad accusare ingiustamente centinaia di persone per pedopornografia, poi si scoprì che si basò su una cifra pagata a un sito esterno -tipo paypal, non so se fosse davvero paypal- e ci finirono dentro praticamente tutti quelli che avevano comprato tramite il sito esterno -che nulla c'entrava con la pedopornografia-. Oggi quel PM è tuttora in carica, nessuno si è sognato di togliergli l'incarico.
    A 43 anni mi scandalizzo ancora.La capisco e mi scandalizzo quanto Lei.
    Tra i tanti difetti che ho, questa mi sembra una
    virtu'.Lo è, checché alcuni stolti possano sforzare di farLe credere il contrario.Grazie ancora dell'intervento------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • Marco scrive:
    Re: Legalità e Ragione
    Il post del solito che "non entra nella questione". Certo la pedofilia è argomento rognoso.Quando però inizia ad essere toccato un gioco satirico diretto contro la Chiesa, come "Operazione: pretofilia", chi ha un cervello e non lo vuole tenere in salamoia potrebbe anche porsi qualche questione. Per esempio, perché si sono usate le leggi contro la pedofilia per censurare una satira? Proprio perché esistono quelli che "non entrano nella questione". Anche con i satanisti "non si entra nella questione" e infatti Marco Dimitri è rimasto in galera 400 giorni senza processo ed è stato assolto in tutti i gradi, perché, per fortuna, il compito dei giudici è proprio di entrare nelle questioni di cui tu ti lavi le mani, non volendo entrarci. Quando in questo paese tutte le voci critiche cominceranno ad essere messe a tacere con accuse di questioni turpi e infamanti per cui non si deve "entrare nella questione" e per cui quindi varrà la legge del sospetto, sarai felice?Continua a vivere nel tuo mondo morale e pulito, in cui "non si entra" mai "nelle questioni", mi raccomando, che vai bene così.
  • Alex scrive:
    Re: In risposta ad Alex
    - Scritto da: Daniele Minotti
    E' sconcertante, per me, vedere che la legge e'
    violata da un Ministro e tutti plaudono.Soffermati a pensare che forse la coscienza collettiva potrebbe essere più congrua della legge vigente al momento.Forse sarebbe il caso di modificare la legge se questo è il volere popolare, no?
    • Daniele Minotti scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      - Scritto da: Alex
      Soffermati a pensare che forse la coscienza
      collettiva potrebbe essere più congrua della
      legge vigente al
      momento.
      Forse sarebbe il caso di modificare la legge se
      questo è il volere popolare,
      no?** Ho segnalato due disegni di legge. E' sfuggito a qualcuno?Un saluto.Daniele Minotti
    • Marco scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      Quindi se il volere popolare è di sterminare gli ebrei...
      • Alex scrive:
        Re: In risposta ad Alex
        - Scritto da: Marco
        Quindi se il volere popolare è di sterminare gli
        ebrei...Ecco, lo sapevo che spuntava fuori.Ogni villaggio ne ha sempre uno.
        • Marco scrive:
          Re: In risposta ad Alex
          Hai ragione.
          • Alex scrive:
            Re: In risposta ad Alex
            - Scritto da: Marco
            Hai ragione.No, dai... mi dispiace, non volevo offenderti.Il fatto è che con la storia degli ebrei hai estremizzato a 1000 il concetto.Un conto è oscurare un sito, un conto è uno sterminio di massa.Tutto qui! :)
        • Piero scrive:
          Re: In risposta ad Alex
          - Scritto da: Alex
          - Scritto da: Marco

          Quindi se il volere popolare è di sterminare gli

          ebrei...

          Ecco, lo sapevo che spuntava fuori.
          Ogni villaggio ne ha sempre uno.A quanto pare tu stai facendo la figura di quello del nostro villaggio :-)
          • Alex scrive:
            Re: In risposta ad Alex
            - Scritto da: Piero
            - Scritto da: Alex

            - Scritto da: Marco


            Quindi se il volere popolare è di sterminare
            gli


            ebrei...



            Ecco, lo sapevo che spuntava fuori.

            Ogni villaggio ne ha sempre uno.

            A quanto pare tu stai facendo la figura di quello
            del nostro villaggio
            :-)Sì, sei arrivato tardi, ho già chiesto scusa!
        • Andrea scrive:
          Re: In risposta ad Alex
          Ma ancora insistete ad interloquire con questo Alex?Ma lo capite o no che è un Troll?O vogliamo prendere in considerazione uno che dice che la legge soccombe alla volontà popolare del momento?Ma che accidenti continuate a discutere con un personaggio del genere?
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      Esiste ancora la costituzione che ci protegge dall'isteria popolare... e una legge simile sarebbe incostituzionale...Quando verrà cambiata, allora nella nuova Rebubblica Popolare Italiota si potrà fare
    • Vihai Varlog scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      - Scritto da: Alex

      Forse sarebbe il caso di modificare la legge se
      questo è il volere popolare,
      no?(ehm... era destinata qui, la risposta)Esiste ancora la costituzione che ci protegge dall'isteria popolare... e una legge simile sarebbe incostituzionale...Quando verrà cambiata, allora nella nuova Rebubblica Popolare Italiota si potrà fareE comunque il volere popolare non include me, quindi è il TUO volere popolare, non il mio.
      • Alex scrive:
        Re: In risposta ad Alex
        - Scritto da: Vihai Varlog
        - Scritto da: Alex



        Forse sarebbe il caso di modificare la legge se

        questo è il volere popolare,

        no?

        (ehm... era destinata qui, la risposta)

        Esiste ancora la costituzione che ci protegge
        dall'isteria popolare... e una legge simile
        sarebbe
        incostituzionale...

        Quando verrà cambiata, allora nella nuova
        Rebubblica Popolare Italiota si potrà
        fare

        E comunque il volere popolare non include me,
        quindi è il TUO volere popolare, non il
        mio.Ovviamente esistono i referendum mi pare.Ed altrettanto ovviamente il tuo parere può essere discorde dal mio.In realtà hai scritto cose ovvie.:)
        • Brontoleus scrive:
          Re: In risposta ad Alex
          - Scritto da: Alex
          Ovviamente esistono i referendum mi pare.I referendum non approvano nuove leggi. Quel compito spetta al Parlamento.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      Esistono le sedi apposta. O vogliamo modificarle perché lo decidi tu?
      • Alex scrive:
        Re: In risposta ad Alex
        - Scritto da: Nome e Cognome
        Esistono le sedi apposta. O vogliamo modificarle
        perché lo decidi
        tu?Lo decido io?Io dico solo il mio parere e, cioè, che è facile fare quello che rispetta la giustizia a tutti i costi quando nelle foto non c'è tuo figlio.Tutto qui.
        • xyzab scrive:
          Re: In risposta ad Alex
          - Scritto da: Alex
          - Scritto da: Nome e Cognome

          Esistono le sedi apposta. O vogliamo modificarle

          perché lo decidi

          tu?

          Lo decido io?
          Io dico solo il mio parere e, cioè, che è facile
          fare quello che rispetta la giustizia a tutti i
          costi quando nelle foto non c'è tuo
          figlio.

          Tutto qui.Curati
    • Alucard scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      - Scritto da: Alex
      - Scritto da: Daniele Minotti


      E' sconcertante, per me, vedere che la legge e'

      violata da un Ministro e tutti plaudono.

      Soffermati a pensare che forse la coscienza
      collettiva potrebbe essere più congrua della
      legge vigente al
      momento.
      Forse sarebbe il caso di modificare la legge se
      questo è il volere popolare,
      no?No. Il popolo è stupido. Se fosse per il popolo il paese andrebbe a rotoli, chissà quante leggi-taglione o schifezze varie ne verrebbero fuori.Il popolo deve aver parola solo quando è oppresso e vive nel degrado totale, per il resto facciamo fare ai politici il loro lavoro.
    • qwerty scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      - Scritto da: Alex
      - Scritto da: Daniele Minotti


      E' sconcertante, per me, vedere che la legge e'

      violata da un Ministro e tutti plaudono.

      Soffermati a pensare che forse la coscienza
      collettiva potrebbe essere più congrua della
      legge vigente al
      momento.
      Forse sarebbe il caso di modificare la legge se
      questo è il volere popolare,
      no?ma che razzo dici, il volere popolare? Questa ciofeca la usa solo Tremaglia. Il volere popolare non è quello che esce dalle interviste mandate in onda sul tg, né quello di qualunque altra intervistala vera volontà popolare su un argomento specifico si vedrebbe solo nella segretezza dell'urna. Sì ai referendum, no al populismoma per favore.
      • Brontoleus scrive:
        Re: In risposta ad Alex
        - Scritto da: qwerty
        - Scritto da: Alex

        Forse sarebbe il caso di modificare la legge se

        questo è il volere popolare, no?

        ma che razzo dici, il volere popolare?Forse parlava della canzone di Ivano Fossati, ma quella non è "il volere popolare" ma "la canzone popolare":Alzati che si sta alzando la canzone popolarese c'e' qualcosa da dire ancora, se c'e' qualcosa da farealzati che si sta alzando la canzone popolarese c'e' qualcosa da dire ancora, ce lo diràse c'e' qualcosa da imparare ancora, ce lo dirà.Sono io oppure sei tu, che hanno mandato più lontanoper poi giocargli il ritorno sempre all'ultima manoe sono io oppure sei tu, chi ha sbagliato più forteche per avere tutto il mondo fra le bracciaci si e' trovato anche la mortee sono io oppure sei tu, ma sono io oppure sei tu.Alzati che si sta alzando la canzone popolarese c'e' qualcosa da dire ancora, se c'e' qualcosa da farealzati che si sta alzando la canzone popolarese c'e' qualcosa da capire ancora, ce lo diràse c'e' qualcosa da imparare ancora, ce lo diràSono io oppure sei tu la donna che ha lottato tantoperché il brillare naturale dei suoi occhinon lo scambiassero per piantoe invece io lo vedi da te, arrivo sempre l'indomanie ti busso alla porta ancora e poi ti cerco con le manie sono io, lo vedi da te, mi riconosci, lo vedi da teAlzati che sta passando la canzone popolare...Sono io, sono proprio io,che non mi guardo più allo specchioper non vedere le mie mani più veloci, né il mio vestito più vecchioe prendiamola fra le bracciaquesta vita danzantequesti pezzi di amore caro,quest'esistenza tremante,che sono io e che sei anche tu,che sono io e che sei anche tuAlzati che sta passando la canzone popolare...Alzati che si sta alzando la canzone popolarese c'e' qualcosa da dire ancora, ce lo diràse c'e' qualcosa da capire ancora, ce lo diràse c'e' qualcosa da chiarire ancora, ce lo diràse c'e' qualcosa da cantare ancora, si canterà...------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
    • Marco Ravich scrive:
      Re: In risposta ad Alex
      - Scritto da: Alex
      Soffermati a pensare che forse la coscienza collettiva
      potrebbe essere più congrua della legge vigente al
      momento.
      Ma che stai dicendo ?Se prendessimo per oro colato ciò che il popolo vorrebbe fare veramente ci sarebbe ancora in vigore la pena di morte.E poi ti faccio notare che la pedofilia è un'opinione perché se vai in africa le ragazzine partoriscono a 12/13 anni, nei civilissimi stati uniti Bush ha chiesto di estendere la pena capitale ai minori di 14 anni e quì da noi -nel medioevo- eri considerato adulto a 7 anni (potevi quindi essere impiccato).Ora ci scandalizziamo a facciamo i moralisti, ma a me sembra un'atteggiamento ipocrita.Questo non toglie che violentare (che siano minori o maggiori ha poca importanza) qualcuno è profondamente sbagliato e và punito. Ma nel rispetto della legge, altrimenti finiamo come in cina...
  • Samuele scrive:
    a me sembrano solo coincidenze
    "orgoglio" di che?ma ci facciano il piacere..per l'altra vicenda di petrofilia, sembra che ultimamente i videogiochi anche fuori dall'italia siano sottoposti a maggiori controlli di contenuti ( altre vicende anologhe si trovano gia su punto-informatico ) aggiunto questo, non mi sembrano tanto fuori luogo queste censure.
    • DuDe scrive:
      Re: a me sembrano solo coincidenze
      - Scritto da: Samuele
      "orgoglio" di che?
      ma ci facciano il piacere..

      per l'altra vicenda di petrofilia, sembra che
      ultimamente i videogiochi anche fuori dall'italia
      siano sottoposti a maggiori controlli di
      contenuti ( altre vicende anologhe si trovano gia
      su punto-informatico )


      aggiunto questo, non mi sembrano tanto fuori
      luogo queste
      censure.senza polemica, perche? perche' qualcuno si arroga il diritto di decidere cosa posso o non posso vedere? io parlo da maggiorenne e vaccinato dotato di un mio cervello in grado di decidere cosa leggere e cosa no, cosa condividere e cosa no, esiste un gioco in cui devo scovare il pretofilo? bene, ne leggo la recensione, magari ci gioco pure, se mi piace continuo a giocarci ma cio' non significa che mi batto tutte le parrochie a caccia di pretofili, non mi piace? lo cestino, spiegami perche' a priori non posso giocarci ne vederlo?.Parliamo di opinioni, non so se ricordi ma tempo fa' un tizio in un congresso affermo' che l'olocausto e' tutta una montatura, secondo te andava censurato? se si perche'?
      • Samuele scrive:
        Re: a me sembrano solo coincidenze
        - Scritto da: DuDe
        senza polemica, perche? perche' qualcuno si
        arroga il diritto di decidere cosa posso o non
        posso vedere? io parlo da maggiorenne e vaccinato
        dotato di un mio cervello in grado di decidere
        cosa leggere e cosa no, cosa condividere e cosa
        no, esiste un gioco in cui devo scovare il
        pretofilo? bene, ne leggo la recensione, magari
        ci gioco pure, se mi piace continuo a giocarci ma
        cio' non significa che mi batto tutte le
        parrochie a caccia di pretofili, non mi piace? lo
        cestino, spiegami perche' a priori non posso
        giocarci ne
        vederlo?.
        Parliamo di opinioni, non so se ricordi ma tempo
        fa' un tizio in un congresso affermo' che
        l'olocausto e' tutta una montatura, secondo te
        andava censurato? se si
        perche'?stai facendo dei paragoni fuori misura, oltretutto avvalori cio che ho detto perchè per il tizio dell'olocausto ne andava censurato il fenomeno mediatico perchè se ha la liberta di dire cio che piu gli pare non ha la liberta di insozzare e infangare.
    • fred scrive:
      Re: a me sembrano solo coincidenze

      per l'altra vicenda di petrofilia, sembra che
      ultimamente i videogiochi anche fuori dall'italia
      siano sottoposti a maggiori controlli....ma e' diverso, si tratta di un caso di satira su di un coaso corrente, quindi e' un problema di censura politica;bisogna ritornare al fascismo per ricordare eventi simili, solo che coloro che hanno vissuto il fascismo da vicino e lo conoscono sono sempre meno.....
      • Samuele scrive:
        Re: a me sembrano solo coincidenze
        - Scritto da: fred

        per l'altra vicenda di petrofilia, sembra che

        ultimamente i videogiochi anche fuori
        dall'italia

        siano sottoposti a maggiori controlli....


        ma e' diverso, si tratta di un caso di satira su
        di un coaso corrente, quindi e' un problema di
        censura
        politica;
        bisogna ritornare al fascismo per ricordare
        eventi simili, solo che coloro che hanno vissuto
        il fascismo da vicino e lo conoscono sono sempre
        meno.....in non penso sia nata come questione politica, poi se ce la fanno diventare è un altra storia
  • Daniele Minotti scrive:
    Re: Legalità e Ragione
    Non si giustifica o difense alcunche'. E' questo il punto.Le questioni pedofile sono soltanto l'occasione per parlare di un atteggiamento sbagliato e pericoloso. Soltanto un'occasione.Un saluto.Daniele Minotti
    • IlDruido scrive:
      Re: Legalità e Ragione
      - Scritto da: Daniele Minotti
      Non si giustifica o difense alcunche'. E' questo
      il
      punto.
      Le questioni pedofile sono soltanto l'occasione
      per parlare di un atteggiamento sbagliato e
      pericoloso. Soltanto
      un'occasione.
      Un saluto.
      Daniele MinottiHai ragione, effettivamente sono andato OT.
  • Alex scrive:
    La legalità non può morire così.
    Ne riparliamo quando tuo figlio sarà oggetto di attenzioni particolari!Ma svegliati!
    • ba1782 scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      Si ho capito, ma lui è un avvocato e analizza il lato giuridico della questione... E sta dicendo che, riconoscendo che la pedofilia è comunque un grave problema, ma la censura preventiva è comunque "anticostituzionale"(tanto per usare a sproposito una parola grossa)... Come quando è stata fatta la legge che rende abusivi i cellulari a scuola... quella secondo me è un'altra cosa "anticostituzionale", perchè mi proibiscono di portarmi un oggetto che "non è una pistola", ma vabbè questo è n'altro discorso..!
      • Alex scrive:
        Re: La legalità non può morire così.
        - Scritto da: ba1782
        Si ho capito, ma lui è un avvocato e analizza il
        lato giuridico della questione... E sta dicendo
        che, riconoscendo che la pedofilia è comunque un
        grave problema, ma la censura preventiva è
        comunque "anticostituzionale"(tanto per usare a
        sproposito una parola grossa)... Come quando è
        stata fatta la legge che rende abusivi i
        cellulari a scuola... quella secondo me è
        un'altra cosa "anticostituzionale", perchè mi
        proibiscono di portarmi un oggetto che "non è una
        pistola", ma vabbè questo è n'altro
        discorso..!A volte il buon senso deve prevalere su leggi fallaci scritte da uomini che, in quanto tali, possono sbagliare.Tutto quello che non protegge i bambini è sbagliato ed è un obbligo morale più che legislativo fare il possibile affinchè i bambini siano tutelati.
        • Piero scrive:
          Re: La legalità non può morire così.
          - Scritto da: Alex[cut]
          A volte il buon senso deve prevalere su leggi
          fallaci scritte da uomini che, in quanto tali,
          possono
          sbagliare.Anche il buon senso e' "degli uomini" e come tale puo' sbagliare, come del resto tu ci dimostri :-D
        • Nome e Cognome scrive:
          Re: La legalità non può morire così.
          Quale buon senso, il tuo? il mio? quello di Berlusconi?
        • Brontoleus scrive:
          Re: La legalità non può morire così.
          - Scritto da: Alex
          Tutto quello che non protegge i bambini è
          sbagliato ed è un obbligo morale più che
          legislativo fare il possibile affinchè i bambini
          siano tutelati.Tutelare i bambini dagli abusi e dalle violenze, non certo dalle parole e dalle opinioni.Se il punto è che un bambino poteva finire sul sito o giocare a un videogioco violento, la censura attuata anche nei confronti di chi bambino NON è, non è mai la soluzione.I genitori si decidano a fare i genitori, la società comunque non può e soprattutto NON DEVE fare da genitore per tutelare i figli visto che l'intera popolazione ADULTA non può subire limitazioni di libertà di parola e di espressione. Manhunt2 è stato censurato perché? Io voglio comprarlo originale e giocarci, e sono maggiorenne. Non ne ho il diritto?------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
          • tomlnx scrive:
            Re: La legalità non può morire così.
            solo una tesi scientifica si dimostra con metodi scientifici... non certo una tesi giuridica... puoi anche togliere la tua firma!!
          • Brontoleus scrive:
            Re: La legalità non può morire così.
            - Scritto da: tomlnx
            solo una tesi scientifica si dimostra con metodi
            scientifici... non certo una tesi giuridica...Appunto.Premesso che una legge sulla violenza sessuale esiste e prevede anche pene più alte per chi abusa di minori, qual è la motivazione che sta dietro all'articolo di legge sull'età del consenso (che è UN ALTRO articolo)?Legge che ricordo ESCLUDE ESPLICITAMENTE ("al di fuori delle ipotesi") le ipotesi di violenza -anche psicologica o consenso non consapevole/estorto-, che invece ricadono nell'articolo sulla violenza sessuale? (artt.609bis, 609ter e 609quater codice penale)
            puoi anche togliere la tua firma!!Non la toglierò finché sul forum ci sarà anche un solo imbecille che continuerà a sostenere tesi senza dimostrarle.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 18.15-----------------------------------------------------------
        • Alucard scrive:
          Re: La legalità non può morire così.
          - Scritto da: Alex
          - Scritto da: ba1782

          Si ho capito, ma lui è un avvocato e analizza il

          lato giuridico della questione... E sta dicendo

          che, riconoscendo che la pedofilia è comunque un

          grave problema, ma la censura preventiva è

          comunque "anticostituzionale"(tanto per usare a

          sproposito una parola grossa)... Come quando è

          stata fatta la legge che rende abusivi i

          cellulari a scuola... quella secondo me è

          un'altra cosa "anticostituzionale", perchè mi

          proibiscono di portarmi un oggetto che "non è
          una

          pistola", ma vabbè questo è n'altro

          discorso..!

          A volte il buon senso deve prevalere su leggi
          fallaci scritte da uomini che, in quanto tali,
          possono
          sbagliare.
          Tutto quello che non protegge i bambini è
          sbagliato ed è un obbligo morale più che
          legislativo fare il possibile affinchè i bambini
          siano
          tutelati.Secondo il buon senso degli antichi greci e romani scoparsi una dodicenne era normale. Sempre per i romani, secondo il loro buon senso, ammazzare moglie e amante (anche figli della relazione adultera) in caso di adulterio significava fare giustizia. Per non parlare del buon senso che portava loro a violentare donne e renderle poi schiave, come con bambini piccoli. E il buon senso degli spartani che buttavano via (nel vero senso della parola) i bambini imperfetti? E il buon senso dei dottori nazisti che facevano esperimenti su cavie umane (non che sia contrario) , talvolta del tutto inutili.Per non parlare del buon senso degli inquisitori e di quelli che avallavano le più spietate e barbare torture.Che bello un mondo governato dal buon senso.
        • Marco Ravich scrive:
          Re: La legalità non può morire così.
          Il buon senso è quello che ci fa dire che il sole gira attorno alla terra.
    • Attila Xihar scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      Se un bambino e' oggetto di attenzioni particolari ci sono fior di leggi che lo proteggono e difendono (per fortuna).L'avvocato faceva tutt'altro discorso, ma e' chiaro che chi non ha un minimo di cultura giuridica non puo' capirlo, se non ha voglia di sforzarsi a tal fine.
    • GMT scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      - Scritto da: Alex
      Ne riparliamo quando tuo figlio sarà oggetto di
      attenzioni
      particolari!

      Ma svegliati!Forse chi dovrebbe svegliarsi non è Minotti. Vero sveglione?
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      contenuto non disponibile
    • infernus scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      allora..ragazzi dobbiamo capire che prima ci censurano i casinò, poi svariati siti anche con un giochino simpatico che cerca di sdrammatizzare un argomento serio e veritiero.E' LA CENSURA CHE VA ABOLITA E NON I SITI WEB!IL WEB DEVE ESSERE LIBERO!!!
    • Andrea scrive:
      Re: La legalità non può morire così.
      Io mi meraviglio anche soltanto che qualcuno persista nel voler rispondere ad Alex, che opera con una disonestà intellettuale che lascia basiti.
  • Prof. Giovanni scrive:
    PI contro la censura
    fuorchè contro quelli che hanno sottolineato 2 volte errori documentati negli articoli. I post sono stati cancellati del tutto pur non contenendo nemmeno un piccolissimo insulto.Grandi difensori delle libertà.
    • ba1782 scrive:
      Re: PI contro la censura
      Magari perchè poi li hanno corretti... Non ne sono sicuro però eh, puoi anche avere ragione tu! :)Finora ho solo visto qualcuno che correggeva qualche info di qualche articolo nei commenti, ma per l'appunto, per averlo visto vuol dire che non è stato "censurato"...E comunque, se non ti piace PI perchè vieni qua a leggere le notizie? Puoi anche andartene... visto che danno notizie sbagliate che non vogliono correggere applicando la "censura"... :D
    • d scrive:
      Re: PI contro la censura
      - Scritto da: Prof. Giovanni
      fuorchè contro quelli che hanno sottolineato 2
      volte errori documentati negli articoli. I
      post sono stati cancellati del tutto pur non
      contenendo nemmeno un piccolissimo
      insulto.

      Grandi difensori delle libertà.Sono d'accordissimo. Purtroppo, nella policy per i commenti (http://punto-informatico.it/policy.asp) c'e' scritto espressamente:"Per garantire che siano utili a tutti, questi spazi sono sottoposti ad alcune comuni regole di convivenza civile che possono essere riassunte in poche righe:... * evitare come da netiquette di puntualizzare eventuali errori di sintassi o battitura in un post"quindi un errore segnalato (anche se e' piu' grave di un semplice errore di sintassi o battitura) viene istantaneamente censurato in tempi record (qualche decina di secondi). Non sia mai che una segnalazione possa tornare utile...
    • Brontoleus scrive:
      Re: PI contro la censura
      - Scritto da: Prof. Giovanni
      fuorchè contro quelli che hanno sottolineato 2
      volte errori documentati negli articoli. I
      post sono stati cancellati del tutto pur non
      contenendo nemmeno un piccolissimo insulto.

      Grandi difensori delle libertà.Se ci sono errori negli articoli scrivi privatamente alla redazione che nel caso li correggerà. Farlo qui nel forum una volta significava venire taggati con l'Off-Topic, oggi con questo nuovo sistema di moderazione significa venire cancellati e basta.------------2+2 fa 5. E' così perché è così. Godai Yusaku l'ha detto! Tutti a prostrarsi ai suoi piedi! E se provate a dimostrare scientificamente che si sbaglia FARNETICATE!(questa firma resterà finché ci sarà sul forum anche una sola persona che sosterrà una tesi senza dimostrarla con metodi scientifici)
  • un Cittadino scrive:
    amore per la Verità
    grazie Minotti.Insito nel concetto di G iustizia c'è quello di V erità.E la verità non è una opinione.
    • FIRETORNADO scrive:
      Re: amore per la Verità
      una buona notizia per tutti coloro che sperano nel ritorno ad un vero status quo democratico...complimenti avv.to minotti..
  • Fede scrive:
    Citazione da Lastknight.com
    C'è anche un altro articolo su lastknight.com oltre a quello citato che va letto, ed è proprio della giornata di ieri:http://www.lastknight.com/2007/07/03/dio-e-cattivo-e-censura-i-siti/
    • Fede scrive:
      Re: Citazione da Lastknight.com
      Dimenticavo la citazione:"Dio, per favore, ridai indietro il cellulare. Lo so, cè la penale dei 24 mesi di contratto anticipato, ma siamo disposti a sborsarla noi, di tasca nostra. Davvero.Torna a dormire, per piacere. Torna a dormire come mentre i bambini stuprati e violentati dai tuoi sacerdoti piangevano e ti chiamavano.Cosè, avevi il Vibracall e non hai sentito?O forse Volontè dormiva in quel momento?"Sferzante, caustico e soprattutto, tristemente azzeccato :(
      • ldsboy scrive:
        Re: Citazione da Lastknight.com
        - Scritto da: Fede
        Dimenticavo la citazione:

        "Dio, per favore, ridai indietro il cellulare. Lo
        so, cè la penale dei 24 mesi di contratto
        anticipato, ma siamo disposti a sborsarla noi, di
        tasca nostra. Davvero.
        Torna a dormire, per piacere. Torna a dormire
        come mentre i bambini stuprati e violentati dai
        tuoi sacerdoti piangevano e ti chiamavano.Quindi la responsabilità del male compiuto dagli uomini ricadrebbe su chi fa il possibile per convincere gli uomini a invece comporrasi bene, e la cui unica preoccupazione è ispirare i comportamenti più costruttivi ed edificanti?Quindi la responsabilità di tutte le turpi azioni umane sarebbe di chi ha sofferto allo scopo di alleviare le sofferenze di tutta l'umanità?Isaia 53 1 Chi ha creduto a quello che abbiamo annunziato?A chi è stato rivelato il braccio del SIGNORE?2 Egli è cresciuto davanti a lui come una pianticella,come una radice che esce da un arido suolo;non aveva forma né bellezza da attirare i nostri sguardi,né aspetto tale da piacerci.3 Disprezzato e abbandonato dagli uomini,uomo di dolore, familiare con la sofferenza,pari a colui davanti al quale ciascuno si nasconde la faccia,era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna.4 Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava,erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato; ma noi lo ritenevamo colpito,percosso da Dio e umiliato!5 Egli è stato trafitto a causa delle nostre trasgressioni,stroncato a causa delle nostre iniquità;il castigo, per cui abbiamo pace, è caduto su di luie mediante le sue lividure noi siamo stati guariti. 6 Noi tutti eravamo smarriti come pecore,ognuno di noi seguiva la propria via;ma il SIGNORE ha fatto ricadere su di lui l'iniquità di noi tutti. 7 Maltrattato, si lasciò umiliaree non aprì la bocca.Come l'agnello condotto al mattatoio,come la pecora muta davanti a chi la tosa,egli non aprì la bocca.8 Dopo l'arresto e la condanna fu tolto di mezzo;e tra quelli della sua generazione chi riflettéche egli era strappato dalla terra dei viventie colpito a causa dei peccati del mio popolo? 9 Gli avevano assegnato la sepoltura fra gli empi,ma nella sua morte, egli è stato con il ricco,perché non aveva commesso violenzené c'era stato inganno nella sua bocca.10 Ma il SIGNORE ha voluto stroncarlo con i patimenti.Dopo aver dato la sua vita in sacrificio per il peccato,egli vedrà una discendenza, prolungherà i suoi giorni,e l'opera del SIGNORE prospererà nelle sue mani.11 Dopo il tormento dell'anima sua vedrà la luce, e sarà soddisfatto;per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti,si caricherà egli stesso delle loro iniquità.12 Perciò io gli darò in premio le moltitudini,egli dividerà il bottino con i molti,perché ha dato sé stesso alla morteed è stato contato fra i malfattori;perché egli ha portato i peccati di moltie ha interceduto per i colpevoli. http://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=Is+53&formato_rif=vp
        Cosè, avevi il Vibracall e non hai sentito?

        O forse Volontè dormiva in quel momento?"Marco 9,42 Avvertimento contro tutto ciò che è motivo di scandalo1Co 8:9-13; 9:24-27«E chiunque avrà scandalizzato uno di questi piccoli che credono, meglio sarebbe per lui che gli fosse messa al collo una macina da mulino e fosse gettato in mare. http://www.laparola.net/wiki.php?riferimento=Mc+9,42&formato_rif=vp
        Sferzante, caustico e soprattutto, tristemente
        azzeccato
        :(Questo lo dici tu.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 09.32-----------------------------------------------------------
        • Beppo scrive:
          Re: Citazione da Lastknight.com
          - Scritto da: ldsboy
          Quindi la responsabilità del male compiuto dagli
          uomini ricadrebbe su chi fa il possibile
          per convincere gli uomini a invece comporrasi
          bene, e la cui unica preoccupazione è ispirare i
          comportamenti più costruttivi ed
          edificanti?Senti, piccolo Testimone di Geova... Bravissimo...Hai capito la lezione di "Imparo a memoria la Bibbia e la ripeto a menadito"...Ora, cortesemente, apri il sussidiario alla voce "ironia"...Lastknight 4ever!
          • ldsboy scrive:
            Re: Citazione da Lastknight.com
            - Scritto da: Beppo
            Senti, piccolo Testimone di Geova... Bravissimo...
            Hai capito la lezione di "Imparo a memoria la
            Bibbia e la ripeto a menadito"...

            Ora, cortesemente, apri il sussidiario alla voce
            "ironia"...Quoto il messaggio che ho criticato:- Scritto da: Fede
            Dimenticavo la citazione:

            "Dio, per favore, ridai indietro il cellulare. Lo
            so, cè la penale dei 24 mesi di contratto
            anticipato, ma siamo disposti a sborsarla noi, di
            tasca nostra. Davvero.
            Torna a dormire, per piacere. Torna a dormire
            come mentre i bambini stuprati e violentati dai
            tuoi sacerdoti piangevano e ti chiamavano.

            Cosè, avevi il Vibracall e non hai sentito?

            O forse Volontè dormiva in quel momento?"

            Sferzante, caustico e soprattutto, tristemente
            azzeccato
            :(Ti sembra che l'argomento trattato sia uno di quelli che si possa trattare a cuor leggero con l'ironia?Trovi divertente che ci siano degli uomini che passano il tempo a cercare di abusare dei bambini?Trovi divertente che a volte purtroppo questi uomini sono anche proprio quelli che dovrebbero maggiormente proteggerli?Oppure ti diverti ad attribuire la responsabilità di tutto ciò a Dio?Io non ci trovo nulla di divertente in tutto ciò e non ritengo opportuna la più piccola ironia, su un argomento così tragico. La più piccola. Questo è un argomento estremamente serio.
            Senti, piccolo Testimone di Geova... Bravissimo...Errore, appartengo alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.http://www.chiesadigesucristo.ithttp://www.mormon.org/itahttp://www.mormoni.comhttp://scriptures.lds.org/ithttp://www.lds.org
            Hai capito la lezione di "Imparo a memoria la
            Bibbia e la ripeto a menadito"...Errore, è più corretto dire che conosco le scritture e le cito quando desidero sostenere una qualche tesi in campo religioso. Il punto quindi non è conoscere la Bibbia a memoria, ma conoscere i principi in essa insegnati.
            Ora, cortesemente, apri il sussidiario alla voce
            "ironia"...Lo farò, ma non certo su questi tragici argomenti.Dimmi: anche quando apri il giornale e leggi fatti di cronaca riguardanti la pedofilia hai voglia di fare ironia?Per quanto mi riguarda quando mi capita mi intristisce molto, e ho ho alcuna voglia di ridere o fare battute.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 luglio 2007 13.15-----------------------------------------------------------
    • Karma scrive:
      Re: Citazione da Lastknight.com
      Come al solito il nostro Matteo Flora ce ne mette della sua...Non è nuovo contro la Censura, ma ne parla da quando il fenomeno si p presentato in italia.... Ricordo ancora il video che PI aveva anche linkato proprio su questo argomento ad una manifestazione milanese...Che dire? Forse avrei preferito vedere linkato l'articolo citato da Fede...--M. Karma
      • Sgabbio scrive:
        Re: Citazione da Lastknight.com
        si lo vidi pure io ed è li che inizio la scrociata degli anti pedo contro Punto informatico.
  • turbe psichiche scrive:
    Che il sito di Volontà venga oscurato
    Come riportato su http://chartitalia.blogspot.com/2007/07/non-c-pi-religione.htmlsembra che il sito dell'"onorevole" Volontè (http://www.luca-volonte.it/Redazionale.aspx?ID=209) riporti un'immagine dal video giochino balsfemo.Chiedo a gran voce che tale sito venga oscurato per la stessa logica che hanno portato all'oscuramento di un'intera piattaforma di blog (noblogs.org) causa l'ospitalità data a Operazione Pretofilia.Non sarà "giusto" ma almeno sarebbe "equo". O no?
Chiudi i commenti