La polizia francese passa a Linux

La Gendarmerie rinuncia ai prodotti proprietari e sceglie un'altra via

Parigi – I computer della Gendarmerie Nationale francese girano con Windows XP ma non durerà: quest’anno tra i 5mila e gli 8mila PC saranno convertiti a Linux, nell’ambito di un piano avviato già dal 2005 per la migrazione dell’intera infrastruttura informatica della polizia transalpina all’open source. Ma è un processo che andrà avanti anno dopo anno e che riguarderà decine di migliaia di PC.

La sensazione è che si tratti della maggiore migrazione di questo tipo in Europa. Entro il 2014, ha spiegato il vicedirettore, il colonnello Nicolas Geraud, non ci saranno più computer con sistemi operativi proprietari nelle divisioni centrali e locali della Gendarmerie.

Stando ai numeri diffusi dalla direzione della polizia francese, passare a sistemi operativi aperti consentirà ad un risparmio di 7 milioni di euro l’anno oggi spesi in licenze software.

Va detto che sono ormai diverse le amministrazioni francesi che hanno abbracciato o stanno abbracciando le tecnologie aperte, con la complicità di una visione che da tempo sembra favorire in Francia l’open source sulle alternative proprietarie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Emanuele Tolomei scrive:
    Spam Seo
    Secondo me non è giusto parlare di Spam quando si usano strumenti ormai entrati nell' utilizzo quotidiano di qualsiasi web-surfer. Inoltre da buon SEO non posso far a meno di difendere la mia categoria. Evidentemente la necessità di utilizzare strumenti come il social-bookmarking è derivata da alcuni fattori che noi non possiamo senz'altro conoscere, ne tantomeno giudicare. Bisognerebbe andare a vedere l'effettivo stao del portale del times a partire dal lato Server. Aggiungo infine che la cosa ha avuto una certa risonanza perchè si sapeva che il Times era seguito da quella particolare aenzia, e magari la concorrenza non ha fatto altro che attaccarsi all' unica fonte che avrebbe potuto screditarla. Per quanto riguarda il trattamento offerto ai dipendenti di Sitelynx, non possiamo altrettanto commentare in quanto per raggiungere certi obiettivi, dietro una lauta ricompensa, alcune persone non hanno alcun problema a metterci la faccia, come il SEO in questione e onestamente come avrei fatto anch'io se la cifra fosse stata realmente interessante. SalutissimI!
  • bubba scrive:
    update
    Update: The Times didn't know what Sitelynx was doing, the Sitelynx employee was fired suspended, and The Sun is also involved. (vedasi waxy.org - la saga continua)
Chiudi i commenti