L'Estonia non è stata attaccata dalla Russia

Il Cremlino non c'entra: le aggressioni che hanno destabilizzato la rete estone non sono che l'espressione della vulnerabilità delle attuali infrastrutture di rete

Roma – La tensione si è accumulata per settimane con la complicità di certe notizie di cronaca, al punto che gli attacchi telematici subiti dalla rete estone sono diventati rapidamente un caso internazionale, pregno di accuse non tanto velate a Mosca, considerata da taluni artefice degli enormi problemi di rete riscontrati in Estonia di questi tempi. Ma non è così: il Cremlino non è l’occulto regista di un piano di destabilizzazione informatica e non dipendono da cracker russi i guasti che si stanno registrando.

A sostenerlo sono gli esperti di Arbor Networks secondo cui, sebbene siano molti gli attacchi distribuiti (DDoS) provenienti dalla Russia, sono peraltro moltissimi quelli che provengono da molti altri paesi.

A detta di Arbor, ed è una tesi sposata anche da Wired , non c’è un progetto coordinato di aggressione. In azione non sarebbero soltanto botnet gestite da remoto per ingolfare le capacità di banda di server e siti governativi estoni, ma anche azioni di singoli individui , spesso basate su uno script che nelle scorse settimane è girato su mezza Internet.

Molto, insomma, si può ricondurre alle tensioni sviluppate attorno alla controversa decisione del governo estone di spostare il monumento al soldato russo dal centro di Tallinn, la capitale, ad un cimitero di periferia, una scelta che ha probabilmente spinto molti russi e simpatizzanti a dare manforte ad alcuni attacchi DDoS diretti verso i server istituzionali. “Ma – sottolineano quelli di Arbor – non ci sono prove che indichino una connessione col governo russo”.

La vicenda non si è peraltro ancora conclusa. Come noto, in questo scenario si è infilata la NATO , i cui consulenti sono al lavoro con il governo estone per tentare di arginare i problemi telematici delle infrastrutture governative, vittime di una ancora insufficiente sicurezza delle architetture di networking più utilizzate in particolare proprio rispetto alla minaccia degli attacchi DDoS.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • che quevara scrive:
    VERGOGNA
    Lui si è inserito nel 2001/2 con un colpo di stato in... politica dopo piano, piano.con y suoi inbrogli, ha sentire lui è stato eletto dal popolo..per forza y seggi eletoralli dicono che erano tutti millitaricioe da parte sua, per forza che ha vinto non vi pare. povera venezuela con questo tirano sembra che ha resusitato hitler o sadam.basta vedere con i paese che ha una grande amicizia! ,cuba iran ctc. ctc. questo individuo è un pericolo per la pace in el mundo.è le nacioni unite non lo fermano
  • che quevara scrive:
    soy siempre yo y los derechos humanos..
    No es posible que paises como venezuela llenos de recursos naturales vivan estas situaciones de m...me da la imprecion que el pueblo venezolano es como retrazado mentalmente aviendo eligido un presidente de esa calana esto si lo eligieron naturalmente., el pueblo?
  • che quevara scrive:
    vivimos en el xxI no nos sirve la ditad
    Chavez con la diferencia que yo estudie usted no?.si como no pude llevar mis ideologias ha un termine bien preciso ...nadie podra decir que verdaderamenta hizo el che quevara ...ha cuanto parece usted no sabe nada de mi...asi que no engane venezuela...con sue guerras personales con colombia y creando odio con otros paises...una pregunta usted por que tenia tanta amistad con los principales jefes de querrilla en colombiano es que por casualidad colombia descubrio sus traicionnes.y ahora para hacer ver ante el pueblo venezolano lo que no es.. le hace la querra a colombia .. deschavetado de la cabeza... el problema es que colombia descubrio quien es usted verdaderamente....
  • che quevara scrive:
    venezuela linda despierta....no duerma?
    Este esteditador los esta enganondo con sus ideologias stupidas .preguntanle como viven los paises como cuba o el de iran ctc.que viven solo de odio vendicacion... cosa que esta haciendo con colombiapor que le ha matado sus mejores aliados en delincencia.
  • che quevara scrive:
    chavez poque le quier serrar el pico a v
    Si el famoso presidente que tiene venezuela no es ha vida... por que el pueblo benezolano le permite todo lo que ests haciendo?esta persona es un ditador .venezolanos despiertense.
  • venezuelana in italia scrive:
    rispondo a again
    Mi sa che sei l'unico che sa la situazione del venezuela, e sono completamente d'accordo con te, e facile essere di sinistra in italia, andate a vivere in venezuela e poi ne parliamo, siete tutti ignoranti i comunisti
  • Luca Brivio scrive:
    falsità
    1) RCTV ha sostenuto il tentativo di golpe di pochi anni fa.2) Ci sono altre due importanti emittenti non governative; peraltro la popolarità di RCTV dipendeva anche dal fatto che si trattava di un'emittente fortemente commerciale.È triste vedere che pur di dare ragione a chiunque si oppone a qualunque governo non-filo-USA e tacciare questi ultimi di autoritarismo etc. si ricorra a menzogne e disinformazione... Se proprio dovete usare l'argomento in questione per fare i troll, informatevi prima, so che non è sempre facile, ma parlare senza sapere le cose, solo per strumentalizzarle, è vile e in casi così delicati direi orribile.
    • Bernardo scrive:
      Re: falsità
      E' comunque anti-democratico, e se si vuole combattere qualcosa (anche nel senso del giusto, se volete...) con il bavaglio, si va verso la strada sbagliata.Uno dei motivi perchè più vado avanti e meno sopporto le idee di sinistra, è che sono troppo con il paraocchi!Bene, se dovresti scegliere un paese dove andare a vivere, e ti dessero due possibilità: Venezuela o Stati Uniti, cosa sceglieresti?Ti rispondo io intanto: un mio zio fortemente convinto delle idee della falce e del martello, negli anni 80 andò in vacanza in Urss (all'epoca faceva l'operaio), ma rimase molto male...Conosco invece gente che è stata negli States, ed è ritornata convertita, come quando si va in pellegrinaggio...Il bello è che certi siti internet che si autoproclamano divulgatori della verità, della vera informazione, in realtà puntano il dito sempre contro l'America, come se la Russa, la Cina o Cuba (tanto per fare degli esempi), siano dei paradisi dove vivere...
  • John scrive:
    L' avessero fatto in America...
    L'avessero fatto in America, a quest'ora tutta la gente di sinistra avrebbe gridato allo scandalo, al complotto, ecc. ecc. Fortuna You Tube, ma protrebbero filtrare anche quello...Perchè quando fa qualcosa di non democratico il Venezuela, Cuba o la Russia, va tutto bene, mentre quando a fare qualcosa di non democratico sono gli States no, forse perchè vostro padre vi ha insegnato che quando vedete una falce e un martello è tutto a posto, indipendentemente da quello che fanno?
  • again scrive:
    vergognatevi....
    e questo sarebbe il governo liberale di chavez?Un governo che chiude una TV non può che dirsi fascista, poi casualmente l'unica tv non governativa.. furilegge direte voi.. certo il governo non gli ha rinnovato la concessione è un pò come se berlusconi no avesse rinnovato la concessione a rai tre e poi l'avesse fatta chiudere..miei cari comunistelli fate veramente pena... non site per la libertà di parola o altre belle cosettine, siete solo persone che ritengono che solo e unicamente il credo comunista abbia digintà di esistere.. tutto il resto è sbagliato... altro che fanatici cattolici i veri fanatici siete voi
  • fioravanti marco antonio scrive:
    senza sapere...
    Signor Simonetti: non si permetta di parlare senza sapere cosa succede. La situazione in Venezuela e' estremamente delicata e purtroppo non c'e abbastanza informazione a livello internazionale affinche lei possa valutare.Il presidente Venezuelano ha tolto il segnale a un canale televisivo che operava in Venezuela da piu di 50 anni, un punto di riferimento per il popolo per ragioni puramente politiche (unico canale schierato con l'opposizione, insieme a Globovision, che gia minaccia di chiudere). Non solo, costui ha assegnato il segnale al SUO canale TVes senza gara d'appalto, semplicemente per sua decisione. L'85% dei Venezuelani non e' d'accordo con la chiusura di RCTV. La invito a informarsi meglio.
  • Giulio Riggio scrive:
    brutto articolo
    ma chi lo ha scritto??http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=4125
  • anonno scrive:
    superficialità, occhi aperti
    Le notizie tanto più sono facili da strumentalizzare tanto più bisogna appronfodirle.http://www.carmillaonline.com/archives/2007/05/002257.html#002257
  • Federico Simonetti scrive:
    Libertà di informare, ma non di fregare.
    RCTV non era esattamente una TV libera, era anzi al centro dei vari tentativi di golpe interni al Venezuela. Chavez non ha ammazzato i reporter, ha solo chiuso la TV che violava - peraltro - la legge venezuelana (e non una di quelle votate ad hoc, come in Italia, ma una preesistente) sulla libertà di comunicazione. I reporter di RCTV sono liberi di trasmettere su youtube o di farsi comprare un'altra TV dai loro padroni, ma certo non hanno diritto di richiamarsi alla "libertà di espressione" che non è stata in alcun modo violata.
  • lirio trivalvolo scrive:
    tutti potrebbero
    potrebbero farlo tutti, si trattasse solo di informazione.
  • Federico Simonetti scrive:
    Libertà di informare, ma non di fregare.
    RCTV non era esattamente una TV libera, era anzi al centro dei vari tentativi di golpe interni al Venezuela. Chavez non ha ammazzato i reporter, ha solo chiuso la TV che violava - peraltro - la legge venezuelana (e non una di quelle votate ad hoc, come in Italia, ma una preesistente) sulla libertà di comunicazione. I reporter di RCTV sono liberi di trasmettere su youtube o di farsi comprare un'altra TV dai loro padroni, ma certo non hanno diritto di richiamarsi alla "libertà di espressione" che non è stata in alcun modo violata.
  • isabonato scrive:
    è giusto che lo facciano
    infatti possono trasmettere dove e quando vogliono. se non hanno diritto all'etere ci sono un sacco di alternative attualmente, avendo mezzi e risorse come hanno loro! la concessione governativa in quanto tale non è un diritto secondo me, e la libertà di stampa è tutta un'altra cosa poi ...
    • horgef scrive:
      Re: è giusto che lo facciano
      Strano.... eppure siete proprio voi di sinistra a dire che non esistono limiti alla libertà di espressione e che per nulla al mondo una bocca debba essere tappata.Togliere la concessione per l'etere è come tagliare le gambe... ti rimangono le braccia per muoverti, ma sarai particolarmente lento nei movimenti.Bravi bravi... ancora una volta dimostrate di quanto siete falsi e soprattutto pericolosi.Ma io ho fiducia nella gente, se l'europa non collasserà entro i prossimi 2 anni, ci sarà un nuovo risorgimento e i parassiti frustrati e perdenti verranno alla luce del sole.
  • Carlito scrive:
    Che delicatezza
    Ma che delicatezza: "...non ha rinnovato la licenza" ma che dolce esprimersi, non sarebbe stato elegante, forse volgare definire Chavez un dittatore, il suo governo un regime che soffoca la libertà di stampa... ma cosa scrivo, ma quanto sono politicamente scorretto, i dittatori golpisti sudamericani sono soltanto fascisti e Chavez è un compagno, dunque i golpisti sono i giornalisti. Bravi ma che bella informazione, complimenti.
    • d scrive:
      Re: Che delicatezza
      Io non sono pro-chavez, ma ti consiglio di leggere i commenti relativi alla notizia "Venezuela, il regime televisivo di Chávez" di qualche giorno fa, qui: http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2005740#posts.Vedrai che non e' proprio tutto come la propaganda (sia di destra che di sinistra) vuole farci credere.
    • Marco Pigozzi scrive:
      Re: Che delicatezza
      Sei un po' agitato, calmati:) Sicuramente e' un dittatore è evidente e lo si sa non serve rimarcarlo non c'entra con la notizia. Non ha rinnovato la licenza, è vero poi ovviamente lo ha fatto per chiudere la bocca a chi e' contro di lui e al suo operato. Non capisco perche' non trasmettano via satellite o in streaming su un sito dell'emittente.... non ditemi che se chiudono un canale analogico terrestre questo muore...ci sono altre vie
    • lirio trivalvolo scrive:
      Re: Che delicatezza
      non mi pare che tu ci abbia messo la firma, a fare 'sto commento :)Loro invece si. Ci mettono la firma, la faccia e rischiano la denuncia: tu un po' meno.
    • andrea1111 scrive:
      Re: Che delicatezza
      Ma guardate che Chavez è stato legittimamente eletto dal suo popolo, potrei anche essere d'accordo che sia un dittatore, cosa alquanto discutibile, ma se è così lo sono tutti.
    • Laonte scrive:
      Re: Che delicatezza
      Chavez è stato eletto dal popolo, con elezioni democratiche.Il Venezuela è uno Stato Democratico.La televisione a cui è stata revocata la licenza ha appoggiato attivamente il tentativo di colpo di stato del 2002 ai danni della democrazia Venezuelana.La revoca della licenza mi sembra il minimo.
Chiudi i commenti