Debian: un nuovo aggiornamento per il sistema operativo universale

Linux: Debian si aggiorna alla nuova versione 10.8

La distribuzione Linux formata solo ed esclusivamente da software libero si aggiorna: la nuova release contiene correzioni a problemi di sicurezza.
La distribuzione Linux formata solo ed esclusivamente da software libero si aggiorna: la nuova release contiene correzioni a problemi di sicurezza.

Disponibile l'aggiornamento 10.8 per Debian. A renderlo noto è stato nel fine settimana un post comparso sulle pagine del blog ufficiale. Per le nuove immagini del sistema operativo universale è sufficiente dare un'occhiata a quanto pubblicato sui mirror ufficiali.

Debian 10.8: un update per la sicurezza

Alcuni dei pacchetti che hanno ricevuto update riguardano Firefox ESR (Extended Release Support), Chromium, Flatpak, VLC, il kernel Linux, OpenSSL, X.Org, APT, Thunderbird e i driver grafici NVIDIA. Il changelog fa però in primis riferimento alla correzione di alcuni problemi di sicurezza.

Il Debian Project è lieto di annunciare l'ottavo aggiornamento della sua distribuzione stable Debian 10 (nome in codice Buster). Questa release aggiunge principalmente correzioni relative a problemi di sicurezza oltre ad alcuni aggiornamenti per problemi seri.

La versione 10 della distribuzione Linux è stata pubblicata nella sua versione definitiva nel luglio 2019 e riceverà supporto in via ufficiale fino al 2024. La successiva 11 dovrebbe arrivare entro questo 2021 seguendo una cadenza biennale come avviene dal 2007 con il debutto della 4.0 (Etch).

Nel marzo dello scorso anno il National Institute of Standards and Technology ha preso in esame le vulnerabilità rilevate dal 1999 al 2019 promuovendo (a sorpresa) Windows e bocciando Debian.

Un paio di curiosità. Il termine “Debian” nasce dall'unione tra il nome del suo creatore (Ian Murdock) e le prime tre lettere di quella che all'inizio degli anni '90 quando è stato fondato il progetto era la sua fidanzata (Debra Lynn). Quello delle versione che si sono succedute è invece un omaggio ai personaggi della saga Toy Story a cui lavorava il suo curatore Bruce Perens durante il periodo trascorso al servizio di Pixar.

Fonte: Debian
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti